Categoria

Messaggi Popolari

1 Cirrosi
Resezione epatica
2 Cirrosi
Purificazione e trattamento dell'avena del fegato: ricette popolari
3 Steatosi
Dolore al fegato
Principale // Steatosi

La conduzione del suono del fegato è ridotta cosa significa


Il danno al fegato è diviso in aperto e chiuso.

Apri danno

Circa l'80% di tutte le lesioni di questo corpo sono chiuse, circa il 20% di tutte le lesioni degli organi addominali sono chiuse. La diagnosi clinica è molto difficile e l'uso di metodi invasivi è limitato e nella maggior parte dei casi è controindicato e poco informativo. L'assistenza sostanziale nella diagnosi è fornita solo dalla laparocentesi della parete addominale anteriore e dalla laparotomia diagnostica. Con l'introduzione dell'ecografia, soprattutto in tempo reale, la diagnosi di danno epatico è migliorata in modo significativo. La sonografia nelle mani di uno specialista esperto può fornire assistenza rapida e preziosa per identificare le lesioni al fegato. L'informatività si sta avvicinando al 100%.

In tempo di pace, le incisioni a scheggia sono più comuni, sebbene possano esserci colpi di arma da fuoco e proiettili. La diagnosi di lesioni aperte è meno complicata di quelle chiuse, poiché la proiezione del canale della ferita è presente quando è aperta. È più difficile rispondere alla domanda se il parenchima del fegato sia danneggiato. In caso di lesioni aperte, l'indagine eco viene eseguito sul letto del paziente o, in casi estremi, il paziente viene trasferito nella stanza corretta su una barella. Lo studio è condotto da un settore e sensore convesso con una piccola area di contatto con il corpo del paziente, anche se, se la superficie della ferita è piccola, tutti i tipi di sensori possono essere utilizzati.

Nelle prime ore, una piccola massa debolmente o quasi anecoica con contorni irregolari ma ben definiti (ematoma) è localizzata nel sito di lesione al parenchima epatico. Se la lesione non è profonda, in uno studio dinamico, la dimensione dell'ematoma può stabilizzarsi o subire un'evoluzione di sviluppo inverso. Con ferite profonde, le dimensioni dell'ematoma aumentano rapidamente, bloccando il parenchima sano, e una miscela di sangue e bile è localizzata nella cavità addominale.

Ferite chiuse

Le lesioni ecograficamente chiuse possono essere suddivise in lesioni senza rottura e con rottura della capsula, le rotture possono essere singole o multiple. Quando rottura subcapsular durante le prime ore del fegato contorni lisci e lacune può lotsirovatsya un debolmente o anehogennoe formazioni - ematomi o tracce ehonegativnoe - crepe volte in più discontinuità crepe possono essere a forma di stella. Se l'ematoma aumenta, i contorni del fegato si gonfiano, ma la loro chiarezza rimane. Con lo sviluppo inverso, l'ematoma assume una forma ovale o ovale allungata ben definita con contorni irregolari, ma ecogenici (si forma una falsa parete). L'ecostruttura interna è eterogenea - un riflesso di fibrina e sangue coagulato, ecc. Quando la capsula si rompe, i contorni del fegato vengono interrotti nel punto di rottura. Allo stesso tempo, una grande quantità di liquido (sangue e bile) è localizzata nella cavità addominale.

Ecografia possono seguire la dinamica del attiva o invertire ematoma sviluppo, l'efficacia del trattamento e il tempo per identificare possibili complicanze (rottura vecchio ematoma, comparsa di processi infiammatori, ascessi epatici, sottoepatico, sottodiaframmatici, la presenza di pseudocisti nel fegato, stenosi post-traumatica dei dotti biliari, e altri chirurgico. ).

L'ecografia consente inoltre di determinare la dimensione del divario e risolvere il problema di un possibile trattamento conservativo.

I principali criteri ecografici per il danno epatico sono il suo allargamento, la modifica dei contorni delle superfici, la modifica dell'ecostruttura (rafforzamento, indebolimento), la riduzione della conduzione, i cambiamenti nei vasi epatici, i dotti biliari, ecc.

Lesioni diffuse

Diffuso danno epatico - un gruppo di malattie che sono accompagnate da cambiamenti nel parenchima diffuso, epatomegalia, contorni mutevoli cambiate ehostruktury alto o in basso, così come diversi cambiamenti di vasi e dotti biliari. Questo gruppo di malattie comprendono varie forme di epatite acuta, virale, tossico, allergica, attiva, reattiva, cronica e cirrosi, steatosi, ameloidoz, melkoochagovogo fegato infiltrazione metastatica, fegato congestizia, etc.

Secondo i nostri dati, che differiscono significativamente dalla letteratura, tra l'epatopatie diffuse sono degenerazione più comuni grassi (tre gradi) - 70,6%, epatite cronica - 16,6%, epatite acuta - 6,8%, cirrosi epatica - 5,9%, fegato congestizia - 2,7% metastasi multiple - 1,6%; Non ci sono differenze significative tra la popolazione urbana e rurale.

Degenerazione grassa del fegato

Nella letteratura speciale è descritto sotto nomi diversi - obesità di fegato, epatite grassa, steatosi di fegato. Una delle cause principali della diffusione di questa lesione è una violazione dei principi di base dell'alimentazione. Cominciarono a mangiare più carboidrati, grassi e alcol. Degenerazione grassa del fegato in vari gradi di gravità si verifica in tutti i pazienti con diabete, obesità e alcolismo.

L'immagine ecografica dipende dal numero e dal grado di coinvolgimento delle cellule epatiche nel processo patologico.

Ci sono 3 fasi di sviluppo:

- al primo, dal 5 al 20% delle cellule epatiche ne sono colpite;

- con il secondo - dal 21 al 40%;

- al terzo - dal 41 al 95%.

Primo stadio

Al primo stadio della distrofia grassa, il fegato può essere di dimensioni normali o leggermente ingrossato, il contorno è uniforme, chiaro, leggermente arrotondato, l'ecostruttura ha un quadro variegato, il parenchima è irregolare, finemente compattato, cioè le aree di normale ecogenicità del parenchima si alternano con l'aumento, questo è il cosiddetto tipo di lesione. Un simile quadro ecografico può verificarsi con obesità moderata, diabete mellito moderato, forma attiva di epatite cronica, cirrosi epatica compensata e altre lesioni diffuse. Ecograficamente, queste forme di danno non possono essere differenziate.

Secondo stadio

Nella seconda fase della distrofia grassa, il fegato viene ingrandito, il bordo inferiore è arrotondato e l'angolo del margine inferiore del lobo sinistro supera il 45%. I contorni del fegato sono cancellati, ma distinti, scarsamente delimitati dai tessuti circostanti, la superficie ventrale del fegato è convessa. La struttura del parenchima è altamente ecogenica con una distribuzione uniforme e uniforme dei segnali piccoli e medi, tuttavia, la conduttività del suono e l'elasticità del fegato sono preservate. I vasi epatici non sono visibili. A volte è possibile localizzare anche aree meno ecogeniche che sono difficili da differenziare dalle metastasi, questo stadio è anche chiamato pseudotumorale. L'ecografia del fegato in questa fase della malattia non è un problema diagnostico. Va notato che durante l'osservazione dinamica del processo di trattamento, è possibile notare come il parenchima diventa meno ecogeno e in alcuni casi può tornare alla normale ecogenicità.

Terzo stadio

Nella terza fase, degenerazione grassa del fegato raggiunge dimensioni considerevoli a causa dell'aumento di lobi assume una forma arrotondata, contorni cancellati non si differenziano dai tessuti circostanti, porzioni volte fegato non riesce lotsirovat struttura parenchima alta ecogenicità riflette segnali differenti dimensioni elevata ecogenicità, ma è dominato da grandi segnala che, fondendosi, crea un'immagine di una "tempesta di neve", che è difficile da distinguere da quella della cirrosi del fegato, i vasi portali non sono localizzati. Va notato che nella terza fase della distrofia grassa esiste un sintomo paradosso ecogeno, quando il parenchima e la pelvi renale del rene destro sono ben localizzati attraverso il parenchima (bianco) altamente ecogeno dell'apparente alta densità.

L'ecostruttura nella terza fase della distrofia grassa può tornare al livello iniziale solo con una significativa perdita di peso corporeo.

Amiloidosi (distrofia dell'amiloidosi)

L'amiloidosi del fegato è associata a danni ad altri organi e più spesso si sviluppa in seguito a malattie infettive e settiche gravi prolungate. La frequenza del danno al fegato è il terzo organo dopo la milza e i reni. L'amiloide di solito cade lungo i vasi e le ghiandole, così come lo stroma reticolare degli organi parenchimali.

Lo stadio iniziale di sviluppo dell'amiloidosi epatica non si manifesta ecograficamente.

Secondo stadio

Nel secondo stadio, a volte lungo i vasi, sullo sfondo della normale ecogenicità del parenchima, è possibile individuare filamenti o accumuli di amiloide nelle formazioni ecogeniche senza forma. Le dimensioni del fegato e della milza non cambiano. Con il trattamento attivo della malattia di base a livello di queste fasi, si può verificare uno sviluppo inverso - l'ecogenicità della struttura migliora, i filamenti ecogenici e i cluster amiloidi scompaiono.

Terzo stadio

Nella terza fase, il fegato è ingrossato, denso alla palpazione, il parenchima è privo di struttura, presenta un'immagine biancastra (la specificità della struttura è persa). Questo stadio va al terminale (corrugato). In questa fase, il fegato è di dimensioni ridotte, i contorni irregolari, intermittenti, si distinguono poco dai tessuti circostanti. Nel parenchima sullo sfondo di un accumulo diffuso irregolare di amiloide compaiono grandi foci di fibrosi, calcificazioni.

L'imaging ecografico al livello attuale suggerisce solo la possibilità di danno amiloide, la diagnosi finale è aiutata a stabilire la storia correttamente raccolta, il quadro clinico e l'esame istologico del materiale bioptico.

Fegato stagnante

L'ecografia del fegato congestizio dipende dallo stadio di gravità e durata del decorso dell'insufficienza cardiaca e si verifica in pazienti con cardiopatie scompensate, cardiomiopatie ipertrofiche, cardiosclerosi, cuore polmonare, ecc. Con fegato congestizio la sua dimensione è significativamente aumentata, i bordi sono arrotondati, a causa del gonfiore del parenchima, l'ecogenicità è ridotta, conduce bene gli ultrasuoni, mentre cresce l'insufficienza cardiaca, la struttura del parenchima diventa più ecogenica. Uno dei segni importanti e sempre presenti di un fegato congestizio è l'espansione della vena cava inferiore e delle vene intraepatiche. La vena cava inferiore perde la sua capacità di rispondere all'atto del respiro, la sua reazione riprende solo con una diminuzione dell'insufficienza cardiaca. Con grave insufficienza cardiaca, l'ecografia può rivelare anche la quantità minima di liquido nelle cavità pleuriche, nella cavità pericardica e nella cavità addominale. Nel fegato congestizio cronico, ai cambiamenti sopra citati si aggiunge un cambiamento nella struttura del parenchima sotto forma di focolai limitati o diffusi.

A volte è molto difficile distinguere tra epatite cronica e epatite cronica, o addirittura cirrosi epatica. In questi casi, aiuta un notevole trend positivo dovuto ad un adeguato trattamento delle malattie cardiache. Questo riduce le dimensioni del fegato e il lume dei vasi sanguigni, la struttura dell'eco aumenta.

Epatite acuta

Il quadro ecografico dell'epatite acuta non è specifico e dipende dallo stato di ecogenicità della struttura contro cui si sviluppa l'epatite. Nell'epatite acuta, la struttura dell'eco può essere normale, bassa, diversa ed elevata ecogenicità (la cosiddetta struttura dell'eco inquieta). Nell'epatite acuta, che si sviluppa sullo sfondo della normale struttura del fegato, l'eco e la conduzione del suono possono essere normali o bassi, con solo un aumento del fegato e la rotondità dei suoi bordi. In alcuni pazienti, la milza è leggermente ingrandita. A causa della pronunciata infiltrazione infiammatoria del tessuto perivascolare, i rami della vena porta sono più chiaramente delimitati. In alcuni pazienti, la cistifellea può essere ingrandita, il che, apparentemente, è associato a una colestasi comune a causa dell'edema del dotto cistico, le pareti sono ispessite, con un doppio contorno. Un alone anecoico (fluido) può essere visualizzato intorno alla cistifellea. I cambiamenti sopra descritti nella cistifellea sono di natura reattiva e non hanno nulla in comune con il quadro della colecistite acuta, sebbene siano simili (aiuta a differenziare il quadro clinico dell'epatite virale acuta). La diagnosi ecografica di epatite acuta è difficile se l'epatite si è sviluppata sullo sfondo della degenerazione grassa del secondo o del terzo stadio. Allo stesso tempo non ci sono segni differenziali ecografici. Se l'epatite acuta è accompagnata da necrosi acuta, sullo sfondo della diffusa struttura ecogenica del parenchima si riscontrano aree (necrosi) di varie dimensioni, debolmente contornate, con bordi corrosi irregolari.

Un'ecocardiografia simile si riscontra anche nell'infiltrazione diffusa maligna o metastatica del parenchima epatico. La sonografia non è efficace nello sviluppo dell'epatite acuta sullo sfondo della cirrosi microscopica macronodulare compensata del fegato.

La corretta diagnosi di epatite acuta può essere fatta solo sulla base di dati clinici, di laboratorio, ecografici e istologici. Il contenuto informativo del metodo ecografico nelle nostre osservazioni è stato del 92%, la frequenza di rilevamento dell'epatite acuta dal numero totale di lesioni diffuse del fegato - 6,8% dei casi.

Distrofia del fegato acuta

La degenerazione acuta del fegato può essere dovuta a molte cause tossiche. La causa più comune è una forma grave di malattia di Botkin.

Nella distrofia acuta si verifica una grave necrosi epatica. Dato che questo processo è veloce, l'immagine ecografica dello stato della struttura del fegato e dei suoi contorni dipenderà dallo stadio della malattia al momento dello studio. Sull'ecogramma, nella maggior parte dei casi, il fegato è di dimensioni ridotte nel suo complesso o in lobi separati, i contorni sono irregolari, cancellati, intermittenti, indicanti rughe. All'inizio dello sviluppo della malattia, la struttura del fegato è eterogenea, molte piccole aree debolmente o anecoiche (necrosi) si alternano con aree di normale ecogenicità. Nella fase terminale, la struttura del parenchima epatico perde la sua struttura specifica e assomiglia a una massa multi-ecogenica senza struttura. Nelle cavità pleuriche, nella cavità del pericardio e nella cavità addominale, si può localizzare il liquido. Nella distrofia acuta i cambiamenti si verificano in altri organi. La cistifellea può essere aumentata in dimensioni, parete irregolarmente ispessita, raddoppiato, gonfio di microascessi, intestino tenue parete irregolarmente ispessita (edematosa), milza ingrandita, una struttura eterogenea, può lotsirovatsya focolai di necrosi, zona parenchimale renale espansa debolmente o addirittura anehogennoe.

Epatite cronica

Attualmente non ci sono criteri chiari per la diagnosi ecografica, specialmente per le forme iniziali con cambiamenti normali o minimi nella struttura del parenchima. Nelle fasi successive con l'inizio della fibrosi epatica e una diminuzione della conduzione del parenchima, il contenuto informativo del metodo aumenta in modo significativo e, secondo i nostri dati, è di circa l'87% e la frequenza di rilevamento è del 3,4%. Nonostante la soggettività delle informazioni, si può parlare di alcuni criteri comuni per i cambiamenti ecografici nell'epatite cronica. Il quadro ecografico dell'epatite cronica consente di isolare diverse forme del suo corso.

L'epatite cronica può verificarsi:

- con struttura del parenchima ecograficamente normale

In questi pazienti è possibile rilevare epatomegalia e rotondità insignificanti dei bordi inferiori del fegato. Una diagnosi ecografica può essere sospettata. Priorità per dati clinici, di laboratorio e istologici.

- con cambiamenti minimi nell'ecogenicità della struttura

Rivelato epatomegalia mite, bordi, un certo aumento nella struttura ecogenicità contro cui lotsiruetsja irregolarmente disposti echi leggeri, vena intraepatica e vena inferiore Vienna estesa arrotondati.

- con distribuzione diffusa irregolare di echi piccoli e medi nel parenchima di uno o entrambi i lobi del fegato

Il fegato è ingrandito, i bordi sono arrotondati, maggiore densità. Sull'ecogramma, il fegato ha un quadro variegato, cioè si alternano zone di alta e bassa ecogenicità. Questa forma è caratteristica di esacerbazione e recidiva di epatite. ehokartina identico avviene al secondo grado di degenerazione grassa, ma all'ultimo suono viene conservata conduzione parenchima, che in questa forma di epatite come vysokoehogennyh conduzione sana e aree nizkoehogennyh parenchima ridotto.

- con distribuzione uniforme uniforme di segnali piccoli e medi nel parenchima di entrambi i lobi del fegato

Questa forma è ehokartinu simile con la seconda e la terza fase steatosi, epatite ehozernistost ma più grande ed aumentare se la scansione di un regime di zona parenchima porzione è chiaramente visibile segnali delineate di bassa e alta ecogenicità, considerando steatosi sagomato lubrificata o non in linea. Il fegato è ingrossato a causa di entrambi i lobi, il margine inferiore è arrotondato, le vene intraepatiche sono difficili da individuare o non visibili, la vena cava inferiore è dilatata e può essere presente una splenomegalia moderata.

- con distribuzione diffusa non uniforme di segnali di diverse dimensioni, forma ed ecogenicità

Sull'ecogramma, il fegato è ingrandito a causa di entrambi i lobi, i bordi sono arrotondati, irregolari, intermittenti, la superficie del fegato è irregolarmente grumosa e nella struttura del parenchima c'è un sacco di tessuto fibroso. Le vene intraepatiche non sono localizzate, la vena cava inferiore, il portale e le vene spleniche sono ingrandite, la milza è ingrandita, la struttura del parenchima è a grana grossa. Lo schema identico dell'eco si presenta con cirrosi epatica mista. L'unica differenza è che con questa forma di cirrosi lo scompenso si verifica rapidamente e il liquido di ascite si trova nella cavità addominale.

Abbiamo evidenziato la varietà di forme ecografici di flusso epatite cronica supporta l'idea che la diagnosi ecografica di epatite cronica B è difficile o impossibile, poiché allo stato attuale di evoluzione della tecnica ad ultrasuoni non è possibile identificare e differenziare i morfologiche cambiamenti strutturali che avvengono in epatite cronica nei lobi epatici, e allo stesso tempo, il quadro ecografico descritto di queste forme suggerisce grandi difficoltà nella diagnosi dell'epatite cronica, ma non riguarda la disperazione assoluta del metodo nel fornire assistenza informativa alla pratica clinica. La diagnosi definitiva dell'epatite cronica può essere stabilita solo con un esame completo del paziente - clinico, di laboratorio, ecografico, radionuclide e istologico (biopsia puntura).

Cirrosi epatica

Il quadro ecografico della cirrosi dipende dallo stadio della malattia. La natura dei cambiamenti nell'ecostruttura del parenchima può essere suddivisa nelle seguenti forme di cirrosi:

- cirrosi con cambiamenti minimi nell'ecogenicità della struttura

Questa forma è caratterizzata da un fegato ingrossato dovuto a entrambi i lobi, il bordo inferiore è arrotondato, i contorni sono uniformi, una distribuzione abbastanza uniforme di echi piccoli e medi (fino a 4 mm). La conduttività e l'elasticità del suono sono in qualche modo ridotte. La milza è ingrandita, senza segni di ipertensione portale. Il portale e le vene spleniche possono essere normali o leggermente dilatate. Va notato che a volte con cambiamenti minimi nell'ecogenicità della struttura del fegato c'è una pronunciata splenomegalia, il portale e le vene spleniche sono ingrandite; Questo ci permette di concludere che il cambiamento nell'ecogenicità della struttura epatica non è proporzionale alle fasi dello sviluppo della malattia. Questa forma è difficile da diagnosticare, poiché il modello di eco della struttura del fegato differisce poco dalla norma con l'epatite attiva e la distrofia grassa del primo stadio, e per questo è necessario fare una diagnosi differenziale.

Un'attenta analisi dei dati ecografici consente ancora di distinguere tra queste malattie. La diagnosi finale può essere fatta a una biopsia di puntura.

Oltre ai suddetti segni, segnali di eco di varie forme fino a 10 mm sono localizzati nel parenchima epatico.

A volte si trovano segnali di eco superiori a 10 mm, che talvolta raggiungono i 5 cm, che, unendosi, possono formare una struttura di "tempesta di neve". In questa forma, i contorni sono irregolari, ovati-convessi a causa di sporgenze. Questa forma è difficile da differenziare da infiltrazione epatica maligna e metastatica.

È caratterizzato dalla presenza di segni di cirrosi focale piccola e focale piccola del fegato.

Ridotto significativamente il numero e le dimensioni dei segnali di eco, per cui il parenchima epatico è ehokartinu variegato - tra significativamente ridotto parenchimale ecogenicità lotsiruetsja slaboehogennyh pluralità di linee di avvolgimento o fegato può guardare quasi anehogennoe.

Se trovi un errore, seleziona il frammento di testo e premi Ctrl + Invio.

Eterogeneità del parenchima epatico

Il fegato di una persona sana è morbido e uniforme nella struttura. Succede che durante lo studio sentiamo la conclusione: cambiamenti diffusi nel parenchima epatico. Questo non è il nome della malattia. L'eterogeneità diffusa è solo un cambiamento nel parenchima epatico. La ragione può essere una malattia, bere regolarmente o altre interruzioni del corpo, non associate a cattive abitudini.

Malattie congenite, cattive abitudini possono essere visualizzate sulla struttura fisiologica del fegato.

Cos'è?

Convenzionalmente, il fegato è diviso in 4 lobi, che consistono in segmenti funzionali molto piccoli, simili ai grani, interconnessi dal tessuto connettivo. Tali "grani" circondano la vena centrale, da cui si dipartono i fasci epatici, che consistono di epatociti - cellule che sono in grado di rigenerarsi. Il fegato è permeato di vasi sanguigni, capillari, dotti biliari. La sua struttura normale è leggermente granulosa. Sulla base del "grano", in misura maggiore o minore, determinare le condizioni del corpo e la presenza di malattie.

Cambiamenti diffusi

Tali cambiamenti implicano un aumento del parenchima epatico, ne indicano la trasformazione. Questo disturbo è diagnosticato anche nei bambini piccoli. I cambiamenti diffusi non si applicano alle malattie. I "grani" ingranditi del fegato sono più spesso gli effetti di cattive abitudini alimentari. Il parenchima può cambiare con il minimo impatto negativo.

Il cambiamento si manifesta con il disagio nella parte destra, un leggero dolore che passa rapidamente. A volte c'è l'ingiallimento degli occhi. Un fegato modificato provoca cambiamenti nel pancreas e viceversa, se un particolare organo è malato o malfunzionante. Se i cambiamenti diffusi si manifestano a causa di fattori esterni, non è difficile riportare il fegato alla normalità. Il corso di trattamento e dieta prescritto dal medico porterà risultati positivi.

Cause e conseguenze

I cambiamenti nel tessuto epatico derivano da cattive abitudini, obesità, assunzione di pillole, dieta malsana.

Cause di cambiamenti diffusi possono essere causati dalla malnutrizione, quando la dieta consiste di cibi grassi e pesanti, consumo eccessivo di alimenti innaturali e alcol. Le mono-dietetiche oggi alla moda per la perdita di peso, anche, non sono invano. E non c'è nulla da dire su una persona che soffre di obesità: ha necessariamente dei cambiamenti nella struttura, spesso irreversibili. Cause più gravi dell'aspetto dei cambiamenti sono le malattie virali e batteriche, le patologie genetiche.

Se il tessuto è alterato anche leggermente, dovresti prenderlo sul serio, fare uno sforzo per ripristinare il fegato. Altrimenti, è irto di sviluppo di cirrosi, epatite. colangite sclerosante (malattie dei dotti biliari, che porta al ristagno della bile).

Diagnosi di fegato eterogeneo su ultrasuoni

Cambiamenti nel fegato durante l'ecografia, quando c'è una ridotta ecogenicità e alta conduttività. L'ecografia può essere rintracciata una maggiore densità dei tessuti costituenti su tutta la superficie, la fusione dei vasi sanguigni. Per stabilire la causa, vengono prescritte analisi delle urine, analisi biochimiche del sangue. Nei casi più gravi, biopsia di organi e tomografia computerizzata.

Ecostruttura a grana fine

La normale struttura del fegato è a grana fine e omogenea (omogenea), la dimensione ideale della vena porta da 8 a 12 mm. Un organo sano ha un contorno chiaro e liscio con spigoli vivi. È importante notare che una variante della norma in alcune persone è la superficie più granulare dell'organo.

Sull'ecogramma c'è una rete ben distinta di vasi e dotti biliari. Se la vena porta è allargata di almeno 2 mm, l'ecogenicità aumenta leggermente, quindi possiamo parlare di ipertensione portale incipiente (aumento della pressione sanguigna nella vena porta, in cui il sistema raccoglie il sangue dallo stomaco, dalla milza e dall'intestino.). Questo è facilitato da malattie virali, cattiva alimentazione, cattive abitudini. Se il fegato è leggermente cambiato, è reversibile.

A grana media

L'eterogeneità a grana media del tessuto epatico con trattamento tardivo entra in una fase irreversibile,

L'ecostruttura a grana media del parenchima epatico si verifica quando vi è una chiara violazione dei processi metabolici. Questo è sovrappeso, il diabete. Questo fegato è ingrandito, ha un contorno sfocato. Determinare la causa della grana media sull'ecografia è impossibile, vengono nominati ulteriori test. Tale ecostruttura può essere considerata intermedia tra la norma e l'inizio dello sviluppo della malattia quando la lesione diventa irreversibile.

a grana grossa

L'ecostruttura grossolana viene diagnosticata nell'epatite (l'eco è leggermente aumentata), l'obesità, il diabete, l'alcolismo, quando gli studi mostrano un aumento di ecogenicità. Questa è una fase avanzata e pericolosa della malattia. La struttura del fegato, in questo caso, dà l'impressione di un debole e flaccido, la superficie è scura, coperta di tubercoli. I vasi sanguigni non sono visibili, sono "levigati". In questa condizione, il fegato perde la sua capacità di recuperare. Le malattie croniche possono portare a questo risultato. Questa condizione è pericolosa in quanto può verificarsi la morte cellulare - necrosi.

disomogenea

L'eterogeneità diffusa del tessuto epatico è un precursore della cirrosi.

La struttura eterogenea diffusa, in altre parole, la degenerazione del tessuto epatico, è caratteristica della cirrosi. Con gli ultrasuoni, l'ecogenicità aumenta significativamente, le irregolarità e la tuberosità sono chiaramente visibili. In alcune aree è notevolmente più grande, in altre meno. I cambiamenti portano alla compattazione dell'organo, alla proliferazione del tessuto connettivo. Questa è una conseguenza dell'epatosi (intervallata da grani grassi e la sua successiva crescita), alcolismo cronico ed epatite. Quando ciò si verifica, un aumento dei linfonodi nella regione epatica. La struttura eterogenea può provocare infiammazione, distrofia dei dotti biliari e cellule del fegato.

trattamento

Di regola, i cambiamenti diffusi sono una conseguenza dell'esposizione a fattori esterni o malattie del fegato. Il trattamento inizia stabilendo la causa da eliminare. Se i cambiamenti sono deboli o medi, dovresti semplicemente regolare lo stile di vita, regolare la dieta e, soprattutto, eliminare in modo permanente gli alimenti grassi fritti dalla dieta. Utilizzare le raccomandazioni della dieta numero 5.

Quando i cambiamenti sono causati da virus o batteri, vengono prescritti farmaci antivirali o antibiotici. Nell'obesità, il trattamento è finalizzato alla riduzione del peso e alla normalizzazione del metabolismo. Dieta - il trattamento principale. Nelle malattie gravi, il trattamento viene effettuato sotto la supervisione di uno specialista. Farmaci prescritti che supportano la funzione del corpo. Il compito del paziente è quello di facilitare il suo lavoro, per il quale è necessario seguire una dieta e non appesantire il corpo.

prevenzione

Le misure preventive per evitare i cambiamenti diffusi sono semplici e ben note a tutti:

cibo naturale (utilizzare le ricette della cucina nazionale, dove i piatti sono sani, facile da preparare, semplice), il rifiuto di alcol (se si beve di tanto in tanto, prendersi cura della qualità della bevanda, e dare la preferenza al vino rosso), tempestiva visita del medico.

Ridurre gradualmente la quantità di birra al giorno, bere moderatamente. Influisce negativamente sul fegato. Tuttavia, non dovrai rifiutare una tazza di caffè nero - stimola il fegato e, secondo studi recenti, previene molte malattie. Non sarebbe superfluo pulire periodicamente l'organo usando metodi popolari.

Segni di cambiamenti diffusi e ispessimento del parenchima epatico

Il fegato è un organo parenchimale non appaiato, costituito interamente da tessuto epatico. Questo organo si trova nella cavità addominale nell'ipocondrio destro. La base del parenchima è costituita da lobuli epatici, tra i quali passano i vasi sanguigni e i dotti biliari. I dotti biliari trasportano la bile nella cistifellea, dopo di che questo fluido scorre attraverso il dotto biliare nel duodeno, dove si collega al dotto pancreatico.

Malattie del fegato e della cistifellea influenzano sempre lo stato del pancreas e viceversa, la salute del pancreas parla dello stato del fegato e della cistifellea. Il fegato è l'organo principale della formazione del sangue, svolge importanti funzioni per il corpo. Usando gli ultrasuoni, è possibile rilevare la malattia del fegato, ma per una diagnosi accurata sono necessari esami di laboratorio e strumentali.

Normalmente, il parenchima epatico è una struttura omogenea, leggermente ecogenica, sullo sfondo del quale sono chiaramente visibili i vasi e i dotti biliari. Cambiamenti diffusi nel parenchima epatico significano che l'intero tessuto di questo organo è cambiato. Queste possono essere lesioni gravi. Pertanto, sono necessari ulteriori studi per determinare l'entità di queste lesioni.

Allo stesso tempo, vengono esaminati tutti gli organi del tratto gastrointestinale. Il danno epatico diffuso può essere suddiviso in epatite acuta, epatite cronica, cirrosi, infiltrazione grassa e cambiamenti diffusi nel fegato in altre malattie concomitanti. Con l'epatite, il fegato è ingrandito, ma la struttura del parenchima può rimanere omogenea. Con l'aumento dell'idrofilia del parenchima, la sua struttura può essere disturbata, si verifica un ispessimento delle pareti del fegato.

Quanto più pronunciato è il processo infiammatorio, tanto maggiore è il rigonfiamento del parenchima, l'ecogenicità allo stesso tempo diminuisce e la conduttività acustica aumenta. L'aumentata ecogenicità del parenchima nell'epatite può essere disomogenea, bassa o alta in alcune aree in modi diversi. La struttura del parenchima nella cirrosi epatica di solito diventa diffusamente eterogenea, ha molte aree di ecogenicità aumentata, media o bassa.

Le dimensioni delle sezioni di eterogeneità possono variare da 0,5 a 2,0 cm e oltre. La violazione dell'omogeneità del parenchima è possibile a causa del ristagno nei dotti del fegato e dell'aumento della bilirubina in questa connessione La causa dei processi diffusi nel parenchima può essere la degenerazione grassa del fegato.

Non sono escluse l'influenza di infezioni virali e parassitarie, malnutrizione, la predominanza di cibi grassi, ipercalorici e alcolici. Segni clinici di indurimento del parenchima possono essere debolezza generale, mal di testa, nausea, affaticamento, sapore amaro in bocca, irritabilità, instabilità emotiva nell'umore.

Il fegato è l'unico organo che svolge la disintossicazione del cibo, il metabolismo, porta il carico massimo, elimina varie sostanze estranee e gli ormoni in eccesso. Partecipare ai processi di digestione, fornisce all'organismo glucosio, è un produttore di proteine, colesterolo.

Il nostro fegato è in grado di ripristinare la sua forma grazie a un trattamento complesso, che include la pulizia del corpo, la normalizzazione della nutrizione, l'assunzione di immunosoppressori, la preparazione del gruppo di epatoprotettori e immunomodulatori. Con tumori, cisti e calcoli, la densità del tessuto avrà cambiamenti locali. I cambiamenti sempre diffusi sono costanti compagni di malattia del fegato grasso, epatite, cirrosi, varie lesioni metaboliche.

A causa delle sue dimensioni e densità, il fegato riflette le onde degli ultrasuoni ragionevolmente bene ed è quindi ottimamente scansionato con una macchina ad ultrasuoni per valutare lo stato del fegato, le sue dimensioni, lo spessore della parete, la struttura degli elementi costitutivi e il parenchima. Oltre al fegato allo stesso tempo, le stesse manipolazioni vengono eseguite con la milza. L'esame ecografico del fegato deve essere effettuato per determinare la diagnosi di epatite, cirrosi e altre gravi malattie. Dopo che il diagnostico degli ultrasuoni dà una conclusione che suona come "Cambiamenti diffusi nel parenchima epatico", l'origine di questi cambiamenti dovrebbe essere chiarita usando esami del sangue e altri esami strumentali: raggi X, colangiopancreatografia retrograda, biopsia epatica e laparoscopia.

Un'eccellente prevenzione delle foche del parenchima epatico è la diagnosi precoce, l'ospedalizzazione tempestiva e un trattamento produttivo e competente, la protezione da varie intossicazioni industriali, medicinali e domestiche. Se le funzioni del fegato sono compromesse, le sostanze nocive, penetrando nel sangue, diventano tossiche per l'organismo. È molto importante preservare la salute di uno degli organi vitali eliminando i problemi con l'aiuto di un medico altamente qualificato.

Quindi oggi parleremo di cambiamenti diffusi nel fegato. Nel mio ultimo articolo, "Quali sono i cambiamenti focali e diffusi?" Ho cercato di spiegare in dettaglio cosa significano i termini usati così spesso dai medici della diagnostica ecografica. Oggi, propongo di continuare la nostra serie di conferenze sul fegato. E parla dei suoi cambiamenti diffusi.

Quando il medico scrive in conclusione che il fegato è ampiamente alterato, questo significa che tutto il tessuto epatico ha subito alcuni cambiamenti. Tutto tessuto, ma non i suoi siti separati.

I cambiamenti diffusi nel tessuto epatico sono di natura diversa e si verificano in diverse malattie.

Parliamo di quelle malattie del fegato, che sono caratterizzate da cambiamenti diffusi del suo tessuto (parenchima).

Epatite acuta

L'epatite acuta è un'infiammazione acuta del tessuto epatico.

dimensioni

In questa malattia, un esame ecografico può mostrare un aumento delle dimensioni del fegato, in particolare il suo lobo destro.

lineamenti

I contorni del corpo rimangono lisci e chiari.

disomogeneità

Ma il parenchima (tessuto) del fegato diventa eterogeneo. Questo perché diverse parti del fegato si infiammano a vari livelli e alcune di esse rimangono generalmente invariate.

Le aree più colpite diventano più scure o, per dirla più correttamente, meno ecogeniche. Riflettono peggio i raggi ultrasonori e quindi il medico vede un fegato "scuro" sullo schermo. O un fegato che ha parti sia scure che più chiare del parenchima.

Aree scure o aree con ridotta ecogenicità sono quelle aree dove il gonfiore del tessuto infiammatorio è più pronunciato.

Modello vascolare

Sullo sfondo di un fegato così scuro, le pareti dense e leggere dei vasi sanguigni sono più chiaramente visibili, che è anche uno dei segni di edema del tessuto epatico, che significa la sua infiammazione.

Naturalmente, basandosi solo sull'ecografia del fegato, è impossibile fare una diagnosi di epatite acuta. Per la diagnosi, sono necessari altri studi, a partire da un sondaggio e un esame di una persona malata e termina con esami del sangue, ecc.

Qual è il valore dell'ecografia epatica per l'epatite?

Ma ancora, l'ecografia in questa situazione porta informazioni molto preziose per il medico. Dopotutto, i pazienti con epatite acuta sono generalmente itterici. Ed è un ultrasuono che rende facile e semplice determinare la natura dell'ittero. Vale a dire: escludere l'ittero ostruttivo.

È solo per il medico degli ultrasuoni esaminare il fegato di una persona con una colorazione itterica della pelle, e lui può rispondere con sicurezza alla domanda principale in questa situazione: che cosa causa l'ittero? Il paziente ha un blocco meccanico, la sovrapposizione delle vie biliari? E come il paziente sarà trattato ulteriormente dipende dalla risposta a questa domanda.

Epatite cronica

In questa malattia del fegato, i cambiamenti ecografici possono essere diversi. A partire da abbastanza diversi ed espressi per la completa assenza di eventuali modifiche. E dipende dalla durata, stadio e gravità della malattia.

Nelle fasi iniziali della malattia, il fegato durante uno studio ecografico rimane invariato, normale. E solo con un'ulteriore progressione dei segni del processo caratteristici di questa malattia compaiono.

Segni di epatite cronica

Aumentare le dimensioni del fegato. E non solo il suo diritto, ma anche le sue parti di sinistra aumentano. La sua ecogenicità (capacità di riflettere i raggi ultrasonici) aumenta. E il fegato diventa più leggero. Questo suggerisce che il suo tessuto è diventato più denso. Aumenta la grana del fegato. In questi casi, il medico dice che il parenchima epatico è diventato a grana grossa. L'eterogeneità del tessuto appare. Nelle fasi iniziali della malattia, il contorno del fegato è chiaro e uniforme. E solo nella fase di transizione dell'epatite cronica alla cirrosi del contorno del fegato diventa irregolare e meno chiara. I vasi epatici sono chiaramente visibili all'inizio della malattia, ma gradualmente, man mano che il processo progredisce, i piccoli vasi del fegato diventano invisibili. E il dottore scrive di "esaurimento del modello vascolare del fegato". Allo stesso tempo, i vasi grandi della vena porta diventano più densi, più ecogenici. Ridotta conduzione del tessuto epatico. Questo perché il tessuto epatico è ispessito, meglio riflette le onde ultrasoniche. E con la progressione della compattazione del tessuto, questo riflesso dei raggi ultrasonici diventa così buono che essi (i raggi) non penetrano in profondità nel fegato. E spesso il suo margine inferiore diventa invisibile.

Cirrosi epatica

Nella fase iniziale di questa malattia, un'immagine ecografica del fegato non è diversa da quella dell'epatite cronica grave.

In poche parole, con gli ultrasuoni, non è sempre possibile determinare dove finisce l'epatite e inizia la cirrosi.

E solo nelle fasi successive del processo compaiono segni caratteristici di questa malattia.

Segni ecografici di cirrosi

La dimensione del corpo è inizialmente aumentata in modo significativo. Sia il lobo destro che quello sinistro. Negli stadi successivi della malattia, la dimensione del fegato si normalizza e addirittura diminuisce. Particolarmente caratterizzato da una diminuzione delle dimensioni del lobo destro del fegato. I contorni del fegato sono irregolari e persino nodosi. Spesso non è possibile distinguere la capsula epatica. Il parenchima del fegato diventa marcatamente eterogeneo: con aree di tessuto di ecogenicità aumentata, moderata o ridotta. C'è un sigillo di tessuto nella regione della porta del fegato, lungo i rami della vena porta e intorno al tratto biliare. L'ecogenicità complessiva dell'organo è significativamente aumentata e la conducibilità degli ultrasuoni, rispettivamente, è ridotta. Cambiamenti nel modello vascolare del fegato. Le piccole vene epatiche diventano invisibili. Sono visibili solo grandi rami della vena epatica. I rami della vena porta diventano densi. Anche i suoi piccoli rami scompaiono dalla vista. Ulteriore espansione del portale e delle vene spleniche, si sviluppa una milza ingrandita. Un fluido libero appare nella cavità addominale, che è molto chiaramente visto dagli ultrasuoni.

Fegato grasso o epatite grassa

Ci sono tre forme di questa malattia.

Forma diffusa, quando viene colpito l'intero parenchima epatico, forma locale, quando vengono rilevate alcune aree estese di danno d'organo e una forma focale, in cui è possibile osservare un singolo fuoco di danno del parenchima epatico.

In questo articolo parleremo della forma diffusa dell'epatosi grassa.

Con gli ultrasuoni, il fegato è generalmente ingrandito. La sua ecogenicità è aumentata (da un leggero aumento ad un molto pronunciato). A volte l'ecogenicità aumenta perché il fegato diventi "bianco". La conduzione del suono è ridotta. Con un danno significativo all'organo, la conduzione si riduce così tanto che il bordo inferiore del fegato diventa invisibile, perché i raggi ultrasonici non lo raggiungono. La forma e i contorni del corpo di solito non cambiano. Il parenchima è solitamente omogeneo, ma a grana grossa. Il modello vascolare non subisce cambiamenti significativi.

I cambiamenti diffusi nel parenchima epatico si osservano non solo nelle malattie del fegato stesso, ma anche nelle malattie di altri organi. Ad esempio, nelle malattie del cuore.

Con malattie cardiache

Il flusso sanguigno è disturbato e il gonfiore si forma in molti organi. Compreso nel fegato. In questo caso, parlando del cosiddetto fegato stagnante.

Segni di fegato congestizio

il fegato congestizio è caratterizzato da un aumento delle dimensioni da una diminuzione dell'ecogenicità (diventa più scuro) e i bordi del fegato rimangono comuni caratterizzati dall'espansione della vena cava e delle vene epatiche

Se osservi il paziente prima e dopo il trattamento, puoi vedere come la dimensione del fegato diminuisce sotto l'influenza di un trattamento adeguato.

Inizialmente, il tessuto epatico è omogeneo.

Con l'insufficienza cardiaca prolungata, la fibrosi epatica si sviluppa gradualmente e il quadro ecografico cambia. Il fegato diventa più denso, la sua ecogenicità aumenta, l'eterogeneità appare con foci di fibrosi. Nei casi gravi nella cavità addominale, è possibile vedere un liquido libero - ascite.

Per riassumere quanto sopra.

I cambiamenti diffusi nel parenchima epatico possono essere osservati nelle seguenti malattie:

epatite acuta cronica epatite cirrosi epatica infiltrazione del fegato o epatosi grassa della malattia cardiaca

Articolo precedente - Quali sono i cambiamenti diffusi e focali?

Articolo successivo - Lesioni epatiche

IN ALTO DELL'ART

Vai alla lista degli articoli nella sezione "Che cos'è..."

Vai all'elenco degli articoli nella sezione "Articoli"

Autore: Tatyana Timchishena

© Tutti i diritti riservati.

È consentita la copia di articoli, ma ricorda che la mia paternità è stata confermata, sia su Google che su Yandex.

Quindi non dimenticare di mettere un link attivo al mio sito! In caso contrario, il tuo sito prima o poi (piuttosto prima) cadrà sotto le sanzioni dei motori di ricerca per plagio.

Sei semplicemente buttato fuori dalla ricerca e l'oscurità arriverà sulle tue risorse.

Altri siti dell'autore:

"Parliamo di malattia da calcoli biliari"

"Malattia di calcoli biliari in domande e risposte"

"Nutrizione sana per la malattia del calcoli biliari"

Trattamento del parenchima epatico

Lascia un commento 8.761

Il corpo umano non può far fronte a veleni e tossine senza fegato. Ma quando esposto a queste sostanze, il parenchima epatico (la sua struttura) viene distrutto. Le sostanze nocive non trattengono nulla e gradualmente avvelenano tutto nel corpo umano. Pertanto, la patologia identificata tempestivamente della struttura e del trattamento del fegato è la chiave per un fegato sano e per l'organismo nel suo insieme.

Abitudini nocive, ecologia, malattie possono provocare la distruzione della struttura del fegato, che porterà all'intossicazione dell'intero organismo.

Struttura del fegato: struttura e funzione

Il fegato si trova nell'addome in alto a destra sotto le costole. Il limite superiore raggiunge il livello del capezzolo. Il parenchima è un tessuto che forma il fegato. Il parenchima è costituito da lobuli epatici. Le azioni hanno una forma prismatica e si inseriscono a vicenda. Tra di loro c'è una sostanza intermedia, vasi sanguigni e vie biliari. Una tale struttura è ottimale per il corpo umano, dal momento che ogni cellula dell'organo riceve abbastanza sangue e ognuno di essi ha uno sbocco per le sostanze sintetizzate. Ogni segmento di diametro varia da 0,7 a 2 mm. Ci sono circa 1 milione di tali componenti del parenchima.

Il fegato svolge le seguenti funzioni nel corpo:

  1. secretoria - la funzione principale - la secrezione della bile e il suo trasporto attraverso i dotti biliari;
  2. endocrina - sintesi e secrezione di albumina, globulina, fibrinogeno, lipoproteine, protrombina, glucosio e altre sostanze;
  3. metabolico - normalizza i processi metabolici di proteine, amminoacidi, grassi, carboidrati, vitamine e ormoni.

Ma oltre a ciò, il fegato elabora e assimila i farmaci e gli steroidi. È responsabile del mantenimento dei normali livelli di zucchero nel sangue. Inoltre, accumula sostanze nutritive dai prodotti metabolici. Una delle proprietà più preziose del fegato è la neutralizzazione dei veleni. Le cellule speciali di Kupffer che legano le sostanze nocive e le portano nell'intestino ne sono responsabili.

Tipi di modifiche

Esistono diversi tipi di cambiamenti nel parenchima epatico: nella sua composizione, forma o densità. Il grado in cui tali cambiamenti sono espressi e la loro essenza determina uno dei seguenti tipi:

  1. focale: singolo danno o sigillo;
  2. locale - parte omogenea separata del parenchima danneggiata;
  3. diffuso - danno al parenchima nel suo insieme.
Torna al sommario

Tipo focale

I cambiamenti focali vengono diagnosticati usando l'ecografia. Il grado di riflessione dell'eco divide le lesioni focali in quelle prive di ecostruttura, avendo un'ecostruttura debole, forte e mista. I centri sono singoli, multipli e uniti. Se le condizioni del paziente peggiorano, l'ecogenicità della lesione può cambiare. Inoltre, l'ecografia rivela la comparsa di calcificazioni singole o multiple (compattazione di alta ecogenicità) nel parenchima. Più spesso osservati negli adulti, i bambini appaiono raramente. Si verificano in pazienti con tali comorbidità:

Il grado di danno epatico è diagnosticato utilizzando un ecografo.

  • discinesia biliare ipotomotoria;
  • tipo cronico di epatite;
  • congestione della bile nel fegato;
  • cirrosi;
  • idatidosi;
  • la malaria;
  • la tubercolosi;
  • infezione da parassita;
  • sepsi.

Una lesione focale priva di struttura dell'eco è una cisti parenchimale. Quando appare l'ecografia se il loro diametro è di 3-5 mm, perché solo a queste dimensioni hanno un'ecogenicità sufficiente. Esistono diversi tipi di tumori cistici, sono isolati a seconda di:

  1. fonte di origine: congenita e acquisita;
  2. modi di educazione: vero e falso, non parassitario e parassitario.
Torna al sommario

Diffuso modificato

I cambiamenti diffusi sono epatite (acuta o cronica), accumulo di grasso, cirrosi, cambiamenti nella struttura sotto l'influenza di altre malattie. In un paziente con epatite, il fegato diventa più grande, ma il parenchima rimane lo stesso di prima. Ma se l'infiammazione si intensifica, allora la superficie del parenchima cambierà, a causa della quale la parete epatica sottile aumenterà di dimensioni. Quando l'ecografia, c'è una ridotta ecogenicità e una maggiore conduzione del suono. Quando l'epatite non è omogenea, l'infiammazione del parenchima porta al fatto che la densità dell'eco può essere elevata in un'area e bassa in un'altra.

Con la cirrosi, il numero delle aree colpite con un'ecogenicità ridotta aumenta in modo significativo, poiché la struttura omogenea viene distrutta molto più rapidamente. L'ecodensità è significativamente ridotta. Le dimensioni di tali aree variano da 0,5 cm a 2 cm, una struttura così eterogenea del parenchima epatico può anche essere scatenata dalla congestione dei dotti biliari, dalla degenerazione grassa del parenchima e dal metabolismo compromesso.

Segni e sintomi

I sintomi più comuni delle lesioni del parenchima epatico:

  • mal di testa;
  • sentirsi nauseante;
  • sapore amaro in bocca;
  • dolore sotto le costole sul lato destro;
  • tonalità della pelle gialla;
  • debolezza nel corpo.

Se una persona ha uno dei reclami elencati, significa che dovrebbe consultare un medico in tempo per identificare la causa e iniziare il trattamento. Il primo studio che viene condotto è un'ecografia. Di conseguenza, vari tipi di danni possono essere rilevati nella struttura omogenea del parenchima. Le lesioni diffuse in piccole quantità possono indicare malattie virali recentemente trasferite o cattiva alimentazione, non sono pericolose per la salute umana. Ma se i cambiamenti sono significativi, questo indica che sono causati da gravi malattie. Pertanto, è necessario eseguire ulteriori test di laboratorio.

Hai bisogno di sapere quali sono i segni dei cambiamenti nella struttura del fegato. Ittero causato da violazioni del parenchima, manifestato come:

  • la sclera è dipinta di giallo, seguita dalla mucosa del palato e della pelle (può avere sfumature rosse e verdi);
  • la pelle è infiammata e pruriginosa;
  • le feci si scoloriscono e l'urina si scurisce;
  • aumento della temperatura corporea;
  • una persona si ammala, sorge un impulso emetico;
  • muscoli e articolazioni doloranti.

Le infiammazioni focali del fegato hanno anche segni caratteristici:

  • calcificazione nel fegato (sigillo costituito da sali di calcio)
  • cisti al fegato.
Torna al sommario

Cause del parenchima epatico

Poiché il sintomo principale è l'ittero della pelle, è necessario capire come si presenta. È causato da un funzionamento scorretto delle cellule del fegato (epatociti). Sono responsabili della bilirubina legante con l'acido glucuronico (convertendolo da indiretto a diretto). Se il fegato è danneggiato o infiammato, colpisce anche le sue cellule, che a causa del danno non sono in grado di catturare la bilirubina. A causa dell'accumulo di questo pigmento nel sangue si verifica l'ittero. Un'altra causa di questo sintomo è la stasi della bile.

Esistono numerose cause alla base della patologia epatica:

  1. infezione da virus (epatite virale);
  2. avvelenamento da tossine (nella vita di tutti i giorni, nella produzione industriale, durante il trattamento) e alcol;
  3. sepsi, che causa una mancanza di ossigeno nelle cellule;
  4. un tipo di epatite autoimmune (il sistema immunitario attacca il parenchima epatico con gli anticorpi).
Torna al sommario

esame ecografico

L'ecografia (ultrasuoni) si basa sul fatto che i tessuti del corpo umano sono in grado di riflettere le onde ultrasoniche. Ogni componente del corpo riflette queste onde in misura maggiore o minore, e ciascuna di esse ha il suo riflesso normale. Nei processi infiammatori, può cambiare. Sulla base di questi dati, i medici determinano tumori, sassi, ascessi, presenza di parassiti nel fegato, lesioni del parenchima epatico. La procedura di ricerca è molto semplice. Il paziente assume una posizione sdraiata. Si trova sul retro o sul lato sinistro (giacendo sul lato destro del corpo, l'esame viene eseguito raramente). Il medico applica il gel sulla pelle nel quadrante in alto a destra dell'addome ed esamina l'area con un sensore a ultrasuoni.

Più ultrasuoni che non richiede una preparazione speciale per la procedura. È richiesto al paziente solo 3 giorni prima dello studio di non mangiare cibi che provocano l'aumento della formazione di gas (legumi, cavoli, soda, pane nero, uva). Si consiglia di eseguire un'ecografia a stomaco vuoto, in modo che i risultati riflettano accuratamente l'immagine reale della malattia. Ma se il paziente è controindicato per saltare i pasti, come, ad esempio, nel diabete mellito, allora non si dovrebbe discostarsi dalle istruzioni del medico.

Immagine normale del parenchima su ultrasuoni

Il tasso di parenchima è valutato mediante indicatori delle dimensioni dei lobi epatici, delineazione dei loro contorni e della loro struttura. Questi parametri sono confrontati con la norma. Quindi il dottore scopre quale segmento del fegato è interessato. Se una persona ha tali dimensioni, allora il suo fegato è sano:

  • la dimensione del lobo destro non è superiore a 12,5 cm;
  • la dimensione del lobo sinistro non è superiore a 7 cm;
  • il diametro della vena porta non è superiore a 13 mm;
  • dotto biliare comune - non più di 6-8 mm;
  • i bordi del fegato - lisci.

Segni ecografici di patologie

La patologia può essere indicata dall'aumentata ecogenicità e dalla densità di eco eterogenea. Tali segni implicano gravi malattie del fegato: cirrosi, epatite, epatite grassa. In questo caso, è necessaria una biopsia delle aree difettose del parenchima. Solo in questo modo il medico può determinare la causa esatta del problema. Se le manifestazioni di aumento dell'ecogenicità sono associate a infiammazioni focali, ciò indica un ascesso, un ematoma o una metastasi nel fegato. Tali processi a volte indicano il linfoma.

Altri metodi diagnostici

Per ottenere risultati di ricerca adeguati, non è sufficiente che il paziente abbia solo diagnosi ecografica ed ecografia. Il sondaggio dovrebbe essere completo e includere:

  1. test generali: sangue, urina, feci;
  2. esame del sangue biochimico;
  3. ELISA, PCR, che rilevano gli anticorpi in grado di resistere ai virus, al loro DNA o RNA e quindi a confermare il ruolo nello sviluppo della malattia.
  4. tomografia (CT);
  5. la biopsia epatica con esame istologico di un frammento dell'area interessata viene eseguita se si sospetta cirrosi (formazione di nodi fibrosi nel fegato).
Torna al sommario

Capacità di rigenerazione

La rigenerazione del parenchima epatico si attiva in risposta alla morte delle sue cellule. Le cellule rigeneranti contengono una grande quantità di glicogeno e organelli normali. La principale manifestazione dei processi di rigenerazione è la divisione accelerata delle cellule epatiche. A causa di ciò, la superficie sottile del fegato cresce e sostituisce i punti morti. I dotti biliari possono anche essere ripristinati. Nei casi più gravi, quando il fegato è irreversibilmente danneggiato, il paziente ha bisogno di un trapianto.

Trattamento del cambiamento

Il trattamento ha lo scopo di identificare la causa principale delle patologie della struttura epatica ed eliminarlo. Se un paziente ha una malattia virale (epatite), allora gli vengono prescritti farmaci antivirali ("Viferon", "Alfaferon"). Nelle malattie autoimmuni, il paziente dovrebbe bere farmaci immunosoppressivi ("Azatioprina", "Prednisone"). E 'vietato bere alcolici per non aggravare lo stato del parenchima. Oltre al trattamento principale, sono prescritti aminoacidi, fosfolipidi e vitamine. I fosfolipidi sono responsabili del recupero accelerato della struttura cellulare, degli amminoacidi e delle vitamine per l'eliminazione della carenza di sostanze benefiche.

In combinazione con il farmaco è sempre una dieta rigorosa. Gli alimenti netti, salati, fritti e grassi sono completamente esclusi dalla dieta. Per aiutare il fegato a pulire, mangiare più cibi ricchi di fibre e potassio. Guarisci efficacemente il fegato e le erbe, i decotti, le infusioni. Rimedi popolari usati per ripristinare il fegato: succo di zucca con miele, succo di prugna, decotti di radice di cicoria, rosa canina, avena.

Top