Categoria

Messaggi Popolari

1 Cirrosi
Emangioma durante la gravidanza
2 Cirrosi
Sindrome di Citolisi (sindrome citolitica)
3 Ricette
Come e perché praticare la puntura epatica?
Principale // Ricette

Coefficiente di De Ritis in cani e gatti


Il coefficiente de Ritis nei gatti e nei cani è un'indicazione di anomalie cardiache o epatiche. È ampiamente usato nella medicina convenzionale e veterinaria.

Con l'aiuto di differenziare molte malattie con sintomi sfocati. Questo articolo aiuterà a capire in dettaglio che cos'è il coefficiente de Ritis, cosa significa e come definirlo.

Informazioni generali

Tutti sanno che il trattamento della malattia all'inizio dà un risultato più efficace e una prognosi più favorevole per una cura. Ma per la nomina del trattamento necessario è importante individuazione tempestiva della malattia.

Oggi, in medicina e in medicina veterinaria, vengono utilizzati vari mezzi moderni per diagnosticare varie malattie nelle fasi iniziali. Uno di questi è il prelievo di sangue per vari test, compreso il sangue per la biochimica. È in questa analisi che vengono determinati gli indicatori degli enzimi aspartato aminotransferasi e alanina aminotransferasi. Questi enzimi hanno un ruolo speciale nel metabolismo delle proteine ​​- aiutano nella conversione degli aminoacidi. Il rapporto di questi enzimi viene calcolato nel calcolo del coefficiente di de Rytis. E già da questo coefficiente determinano la presenza di problemi nel corpo e in quale organo particolare essi sono.

Il coefficiente è obbligato dal nome allo scienziato italiano de Ritis. Fu lui a determinare il significato del livello degli enzimi nel test del sangue e, dopo aver calcolato il loro rapporto, introdusse il coefficiente stesso nella pratica.

Coefficiente di De Ritis in cani e gatti

Il coefficiente negli animali è determinato nello stesso modo che negli umani - il rapporto tra due enzimi - aspartato aminotransferasi (AST) e alanina aminotransferasi (ALT). Questi enzimi sono sintetizzati dal fegato e dal miocardio.

Malattie del cuore, accompagnate da necrosi (infarto, ischemia), aumentano il livello di AST nel sangue di circa 8-10 volte. In questo momento, anche l'ALT è aumentata, ma meno - di 2-2,5 volte.

Se l'animale ha problemi al fegato, il livello di ALT aumenta nel sangue - circa 8-10 volte, ma AST aumenta di circa 2 volte.

Il coefficiente de Ritis è determinato dal rapporto tra AST e ALT. Il valore risultante è determinato in unità / l. 1,33-1,75 unità / l è considerata la norma per cani e gatti.

Dove sono gli enzimi AST e ALT

I suddetti fenomeni sono legati al fatto che l'AST è prodotto principalmente in cellule miocardiche. Se le cellule sono danneggiate, l'enzima entra nel sangue e il suo aumento viene registrato con l'aiuto di test di laboratorio.

Le ALT producono cellule epatiche. Con la sconfitta di questo organo, le cellule iniziano a degradarsi, il che garantisce che l'alanina aminotransferasi penetri nel sangue, cioè nel sangue.

La necessità di esami del sangue

Ci sono sintomi che segnalano la necessità di ridurre l'animale al veterinario e donare il sangue per l'analisi biochimica per verificare l'attività degli enzimi. Questo sintomo coincide con i sintomi che compaiono nelle malattie del fegato. Sono anche caratteristici dell'uomo. Questo è:

  • Pigmentazione della pelle, delle mucose e della sclera (appare una tinta gialla).
  • Vomito.
  • Stanchezza, stanchezza (l'animale è sempre più disteso).
  • Colore modificato dell'urina (scurita), feci (scolorite).

Dopo aver superato i test, il veterinario determinerà l'attività di AST e ALT, deviazioni dalla norma, calcolerà il coefficiente di de Rytis - è abbassato o aumentato.

Va notato che il coefficiente stesso non ha senso se gli enzimi sono a un livello normale. E viene calcolato solo nel caso in cui l'analisi mostra un aumento o una diminuzione del livello di un enzima, per determinare dove si sono verificati esattamente i problemi - nel fegato o nel cuore.

Il valore dei cambiamenti negli indicatori

Quindi, l'animale si ammalò, dopo aver dato il sangue per l'analisi biochimica, si può vedere che il coefficiente de Ritis nel cane è abbassato. Cosa significa? Questo indicatore indica un aumento del livello di alanina aminotransferasi.

Se è inferiore a 1,33 U / l, ma superiore a uno, significa che l'animale ha una malattia epatica cronica. Se l'indice è sceso al di sotto di uno, questo indica un danno epatico acuto. Quando il coefficiente è uguale a uno, indica epatite virale, piroplasmosi, babesiosi e altre patologie acute.

Un aumento del rapporto de Rytis nell'analisi indica un aumento dell'aspartato aminotransferasi nel sangue. Molto spesso questo indicatore indica un infarto del miocardio. Per gli animali, questa è una patologia estremamente rara, si verifica principalmente nei cani e nei gatti anziani. A volte questa situazione si verifica quando c'è una patologia vascolare congenita o avvelenamento con veleni cardiotossici.

L'aumento del coefficiente di de Rytis può anche parlare di patologie epatiche. Questo è caratteristico della cirrosi. Negli esseri umani, questa situazione è un tipico segno di danno alcolico.

Ma in cani e gatti di cirrosi alcolica non accade, quindi, un aumento del coefficiente di de Rytis indica un danno tossico cronico o come risultato di un'epatite prolungata.

Inoltre, il coefficiente Ritis determina quanto sia efficace il trattamento della malattia. La riduzione di questo valore indica un trattamento scelto correttamente. Ma nel trattamento dell'epatite acuta, è importante monitorare l'indicatore generale di AST - dovrebbe anche diminuire.

I sintomi della malattia del fegato

Le malattie del fegato sono caratterizzate dai seguenti sintomi:

  • Citologico.
  • Mesenchimale-infiammatori.
  • Colestatica.

Con ognuno di essi ci sono alcuni cambiamenti nel fegato. Una malattia specifica combina diverse sindromi. Il coefficiente di Ritis è calcolato con la sindrome citologica. Determina la gravità del danno epatico. La manifestazione della sindrome citologica è caratteristica dell'epatite attiva virale, farmacologica, tossica e cronica, del danno epatico acuto e della cirrosi.

Cosa fare

Cosa fare quando si modifica il coefficiente del Ritis in un animale? Prima di tutto, è necessario contattare un veterinario il prima possibile. Condurrà la diagnosi corretta e sarà in grado di diagnosticare.

Se il coefficiente de Ritis è abbassato nei gatti e nei cani, allora può essere un danno epatico cronico, il veterinario identificherà la sua causa. Forse questo è un danno d'organo causato da un virus. Quindi è necessaria una lunga terapia.

Spesso, la malattia del fegato si verifica a causa di malnutrizione. Il cibo di bassa qualità non solo non è ricco nella sua composizione, ma può anche essere un pericolo per l'animale. Componenti sconosciuti portano all'avvelenamento cronico, che colpisce principalmente il fegato. Inoltre, il fegato è interessato se si alimenta la carne grassa del cane (maiale, agnello grasso).

Un coefficiente aumentato indica patologia cardiaca. Dovrebbe essere chiaramente differenziato con la cirrosi epatica.

Per problemi con il cuore dell'animale, ridurre al minimo il carico e raccomandare una terapia appropriata. La cirrosi epatica è la malattia più grave che non può essere curata e alla fine porta alla morte dell'animale.

Qui è importante capire che il fegato ha la capacità di rigenerarsi. Se c'è almeno il 10% di tessuto sano, con il trattamento appropriato il fegato sarà rinnovato e questo prolungherà la vita dell'animale.

È importante rivolgersi al veterinario per tempo, nelle prime fasi è molto più facile curare la malattia.

Coefficiente di De Ritis: norme, come calcolare

Nella medicina moderna non si può fare a meno di tutti i tipi di esami del sangue. Uno di questi è un esame del sangue biochimico per determinare il numero di enzimi aspartato aminotransferasi (AST) e alanina aminotransferasi (ALT), che sono coinvolti nel processo del metabolismo delle proteine. Con il loro aiuto, la conversione degli aminoacidi sulle reazioni biochimiche.

Il coefficiente de Ritis è calcolato come il rapporto di questi enzimi. Pertanto, se si incontra la designazione AST / ALT (o AsAT / AlAT), allora sappi che stiamo parlando di questo coefficiente.

Nella pratica medica, la determinazione dell'attività di questi enzimi è molto comune, poiché consente di determinare la presenza di problemi in un particolare organo.

L'enzima AST si trova in tutti i tessuti del corpo umano, ma la sua maggiore attività è concentrata nel miocardio - il muscolo cardiaco. Pertanto, la determinazione dell'attività dell'aspartato aminotransferasi aiuta nella diagnosi delle malattie cardiache - infarto miocardico. Nel pancreas, nei reni e nella pelle, ha la minima attività.

La più grande quantità di ALT si trova nel fegato. Pertanto, la diagnosi dell'attività di questo enzima consente di indicare una malattia epatica.

Avendo determinato il coefficiente di de Rytis (il rapporto degli enzimi aspartato aminotransferasi e alanina aminotransferasi), è possibile indicare l'organo che è stato colpito.

Il corpo umano è soggetto a molti disturbi, quindi questi test devono essere presi regolarmente. Per quanto riguarda la determinazione del livello di attività AST e ALT, l'individuazione di deviazioni nell'attività di questi enzimi dai valori normali ci consente di determinare se ci sono ferite nel fegato causate da varie malattie, come l'epatite, la cirrosi e altre.

I sintomi, segnalando che devi andare dal medico e controllare i tuoi enzimi, dopo aver superato un esame del sangue biochimico, sono: nausea e vomito associato, affaticamento veloce e costante, cambiamento del colore delle urine e colore giallo e della pelle degli occhi.

Se trovi qualcosa da questa lista in te stesso, allora hai sicuramente bisogno di una visita dal medico e analisi per scoprire il livello di enzimi e per determinare se i sintomi sono legati a malattie del fegato o meno.

In considerazione delle differenze anatomiche, il numero di AST e ALT nei maschi e nelle femmine differiscono. Il livello dell'enzima aspartato aminotransferasi negli uomini è leggermente inferiore a quello delle donne, quando l'alanina aminotransferasi, al contrario, è leggermente più alta.

Se sono stati trovati piccoli aumenti degli indicatori, non dovresti immediatamente cancellarlo per la presenza della malattia. Questo aumento può essere causato dall'uso a lungo termine di farmaci contenenti alcool, paracetamolo e numerosi antibiotici. Inoltre, un leggero aumento avviene nell'adolescenza e sotto carichi fisici pesanti.

Poiché l'AST è contenuto in una maggiore quantità nel miocardio e ALT nel fegato, quindi con un aumento significativo di uno degli enzimi, è possibile determinare con quale organo i problemi. Se ci sono problemi con l'organo cardiaco, l'AST diventa 8-10 volte più dei valori normali e l'ALT aumenta solo nell'intervallo da 1 a 2 e 2 volte e viene diagnosticato l'infarto miocardico.

Nell'epatite, la situazione inversa è dovuta alla predominanza dell'enzima ALT nelle cellule epatiche. Se il disturbo di questo organo è presente, allora l'alanina aminotransferasi aumenta 8-10 volte e l'aspartato aminotransferasi solo 2-4 volte.

Il coefficiente de Ritis con un numero maggiore di malattie diminuisce, poiché l'AlAT aumenta più dell'AST, ma quando si verificano alcune malattie, il quadro è invertito, il che consente di diagnosticare queste particolari malattie. Questi includono cirrosi, epatite alcolica e danni al tessuto muscolare.

Il coefficiente stesso non ha senso, poiché è calcolato sulla base di un indicatore quantitativo di enzimi. Se il loro livello è normale, non è necessario calcolare il coefficiente. Ma, se c'è un aumento o una diminuzione della quantità di uno degli enzimi, allora è consigliabile calcolare il loro rapporto al fine di determinare il coefficiente e scoprire l'organo che ha subito la malattia (cuore o fegato).

Se una persona si trova in uno stato sano, il valore del coefficiente è compreso nell'intervallo compreso tra 0,91 e 1,75. Se il coefficiente supera il limite superiore di 1,75, possiamo tranquillamente affermare che ci sono problemi cardiaci. Nella maggior parte dei casi, è diagnosticato un infarto miocardico e il rapporto tra AST e ALT è maggiore di 2. Se sono possibili anche altre malattie cardiache, che distruggono i cardiomiociti.

Il valore del coefficiente al di sotto del limite minimo della norma indica un problema con il filtro del corpo umano - il fegato. L'eccezione è l'epatite delta, in cui il coefficiente aumenta.

L'epatite A e B può essere diagnosticata in una fase precoce a causa di un precoce cambiamento nella conta ematica - 10-15 giorni prima dell'inizio dei principali sintomi di queste forme di epatite. Il rapporto di AST / ALT in questo caso diminuisce a 0,55-0,83.

In vari tipi di malattie del fegato, il coefficiente de Ritis ha una sua gradazione stabilita sperimentalmente.

  • Il valore 1 indica la presenza di epatite virale;
  • Da 1 a 2 - epatite cronica e lesioni distrofiche del fegato;
  • Oltre 2 - danni al fegato con alcol.

Secondo gli intervalli specificati dei valori dei coefficienti, si può giudicare l'efficacia dell'una o dell'altra malattia. Se è possibile ridurne il valore (ad esempio, in caso di lesioni alcoliche), il trattamento può essere considerato efficace. Allo stesso modo, possiamo dire del trattamento dell'epatite acuta, ma è necessario fare affidamento non sul valore del coefficiente, ma sull'indice generale del livello AST, che dovrebbe anche diminuire.

Coefficiente di deis tis

Per la diagnosi di disfunzione epatica prescritto calcolo del coefficiente de Rytis.

Ti consente di valutare le condizioni del corpo e le sue capacità, oltre a contribuire a stabilire la diagnosi corretta.

Per calcolare questo indicatore, il sangue viene prelevato da una vena e la sua analisi biochimica.

Quando nominato

Il coefficiente de Ritis può indicare la natura del processo patologico che si verifica nel fegato. È prescritto per sospetti danni gravi al corpo. L'analisi più informativa per l'epatite e la cirrosi. Aiuta a distinguere una malattia da un'altra studiando la composizione del sangue.

Se il medico dubita della natura del processo - necrotizzante o infiammatorio, prescrive al paziente un esame del sangue biochimico per gli enzimi epatici con il calcolo del coefficiente di deisis. Secondo i risultati ottenuti, si giudica sulla base della quale sono diventati i cambiamenti funzionali nel fegato e se è possibile il ripristino delle prestazioni dell'organo.

Come calcolare

Il coefficiente de Rytis mostra il rapporto tra ALT e AST nel sangue. La quantità di alanina aminotransferasi e aspartato aminotransferasi viene misurata con metodi biochimici.

Quando le cellule del fegato sono danneggiate, la sua attività enzimatica diminuisce, la quantità di sostanze attive rilasciate diminuisce rapidamente. Più gli epatociti sono danneggiati, minore è il contenuto di transaminasi nel sangue.

Per calcolare il coefficiente di de Rytis, la quantità di aspartato aminotransferasi viene divisa per il valore di alanina aminotransferasi. Pertanto, viene determinato il rapporto tra ALT e AST.

Poiché solo il medico del laboratorio può calcolare il coefficiente de Rytis, il paziente o uno specialista ristretto riceveranno i risultati pronte nelle sue mani. Secondo l'indicatore ottenuto, vengono valutati lo stato del fegato, il livello di danno alle sue cellule, l'attività enzimatica e le cause della patologia.

Tariffe e deviazioni

La quantità di enzimi secreti dipende dal corpo. Negli uomini, l'attività ALT è inferiore e AST è superiore rispetto alle donne a causa di differenze naturali.

È ammessa anche una leggera deviazione dalla norma nella direzione di diminuzione o aumento. Ciò indicherà una delle seguenti situazioni:

  • uso a lungo termine di farmaci contenenti alcool, antibiotici o paracetamolo;
  • periodo di pubertà;
  • sport attivi.

AST non è un vero enzima epatico. È anche contenuto nel cuore. Pertanto, con un aumento di AST, vale la pena sospettare possibili problemi con il miocardio. Per chiarire la diagnosi, viene eseguita un'analisi delle frazioni enzimatiche, che determina quale organo è danneggiato.

Per diagnosticare l'esatta localizzazione del danno, viene calcolato quante volte il contenuto di AST e ALT è aumentato. In patologia cardiaca, il livello di AST viene superato di 8-10 volte e ALT di 1,5-2 volte. ALT e AST in epatite o cirrosi variano quasi allo stesso modo.

Normalmente, il coefficiente de Ritis è entro 1. Se questo indicatore è basso, stanno parlando di una malattia infiammatoria. I cambiamenti necrotici degli epatociti sono in grado di aumentare il coefficiente de Ritis.

Enzimi epatici ALT e AST rispondono a qualsiasi cambiamento nella struttura delle sue cellule. Decifrare i risultati del contenuto di enzima nel sangue ci consente di trarre conclusioni sulla presenza o l'assenza di problemi con questo organo nell'uomo.

Come calcolare il coefficiente de Rytis per identificare la malattia

È noto che il trattamento della malattia, quando è appena iniziata, porta a un risultato più efficace e dà una prognosi favorevole alla cura nella maggior parte dei casi. Ma al fine di prescrivere il trattamento necessario, è necessario identificare la malattia in modo tempestivo.

In medicina, molti strumenti moderni sono usati per diagnosticare varie malattie, anche nelle prime fasi. Uno di questi strumenti è vari tipi di esami del sangue, tra cui un esame del sangue biochimico che determina il rapporto tra tali enzimi aspartato aminotransferasi e alanina aminotransferasi. Questi enzimi (che sono brevemente designati come AST e ALT) svolgono un ruolo speciale nel processo del metabolismo delle proteine, poiché aiutano a convertire gli amminoacidi attraverso reazioni biochimiche.

Quando si calcola il rapporto di questi enzimi, viene calcolato il coefficiente di de Rytis mediante il quale si può determinare se ci sono problemi nel corpo e, in tal caso, in quale organo particolare. Pertanto, nella maggior parte dei casi, la pratica medica si basa sulla determinazione dell'attività di entrambi i tipi di enzimi al fine di scoprire a quale malattia pensare durante la diagnosi.

Il coefficiente è chiamato per lo scienziato italiano de Rytis. Ha scoperto il significato del rapporto tra il livello degli enzimi nell'analisi del sangue e ha introdotto il coefficiente nella pratica medica.

Posizione degli enzimi AST e ALT

  • L'enzima AST è presente in tutti i tessuti del corpo umano, ma è più attivo nel muscolo cardiaco, cioè nel miocardio. È meno attivo nel pancreas e nei reni. Il rilevamento del livello di attività dell'aspartato aminotransferasi viene utilizzato nella diagnosi delle malattie cardiache.
  • L'enzima ALT si trova nel fegato. Il livello di attività di alanina aminotransferasi viene rilevato per diagnosticare la malattia del fegato.

Un aumento del livello degli enzimi può essere osservato in una serie di patologie del fegato, del cuore, dei muscoli scheletrici e in caso di patologie generali. I tassi di eccesso sono di solito il primo sintomo della malattia. Secondo il coefficiente de Ritis, un medico può nominare un organo specifico in cui si verificano cambiamenti patologici. Per problemi al cuore, l'AST diventa 8-10 volte più alta, ALT - non più di 1,5-2 volte. In caso di problemi al fegato, il livello ALT è 8-10 volte più alto del normale, l'AST è solo 2-4 volte più alto (poiché l'alanina aminotransferasi prevale nelle cellule epatiche, il coefficiente aumenta).

Il numero di AST e ALT differisce in uomini e donne a causa di caratteristiche anatomiche. Gli uomini hanno livelli più alti di enzima ALT e AST inferiore rispetto alle donne.

Le norme del livello di enzimi in un corpo sano sono le seguenti:

  • aspartato aminotransferasi: 15-31 U / L (maschi), 20-40 U / l (femmine);
  • alanina aminotransferasi: meno di 40 unità / l (uomini), meno di 32 unità / l (donne).

Quando fare un esame del sangue

Ci sono sintomi che segnalano la necessità di consultare urgentemente un medico e condurre un esame del sangue biochimico per verificare l'attività degli enzimi. Essi coincidono con i sintomi caratteristici della malattia del fegato. Questo è:

  • pigmentazione della pelle, della sclera e delle mucose (ingialliscono);
  • nausea e vomito successivo;
  • affaticamento rapido e frequente;
  • scolorimento delle urine (scurisce) e delle feci (scolorite).

Avendo identificato anomalie in AST e ALT, il medico sarà in grado di determinare se ci sono danni al fegato causati da epatite, cirrosi o altre malattie, cioè se questi sintomi sono correlati alla malattia del fegato.

Non sempre un aumento degli indicatori indica la presenza di una malattia. Il potenziamento degli enzimi può essere il risultato di un uso a lungo termine di farmaci contenenti alcool, paracetamolo, alcuni antibiotici, barbiturici, sforzo fisico e si riscontra spesso nell'adolescenza.

Dovrebbe essere notato che nel coefficiente de Ritis stesso non ha senso se il livello degli enzimi è normale. Dovrebbe essere calcolato solo quando il livello di un enzima aumenta o diminuisce, al fine di determinare da esso se ci sono problemi nel fegato o nel cuore.

Conformità di malattie e coefficiente

In una persona che non è suscettibile di malattie cardiache o epatiche, il coefficiente è 0.91-1.75. Se è superiore a 1,75, allora stiamo parlando di problemi cardiaci (il più delle volte si tratta di un infarto miocardico, in cui il rapporto tra AST e ALT è maggiore di 2, o altre malattie cardiache con distruzione di cardiomiociti o cellule del muscolo cardiaco). Se il coefficiente de Ritis è inferiore a 0,91, allora possiamo parlare di problemi con il fegato (ad eccezione dell'epatite Delta - quando aumenta, il coefficiente aumenta).

Grazie a questo indicatore, è possibile diagnosticare l'epatite A e B in una fase precoce, due settimane prima dell'inizio dei sintomi principali. I conteggi del sangue cambiano il rapporto degli enzimi a 0,55-0,83.

Un coefficiente di de Ritis di 1 indica epatite virale; 1-2 - per epatite cronica, lesioni distrofiche del fegato; più di 2 - per danni al fegato di algogonnoe. Inoltre, il coefficiente de Ritis determina l'efficacia del trattamento della malattia. Se il suo valore diminuisce, quel trattamento viene abbinato correttamente. Tuttavia, durante il trattamento dell'epatite acuta, è necessario prendere in considerazione l'indicatore generale di AST - dovrebbe anche diminuire.

Sindromi della malattia epatica

Il danno epatico è accompagnato da tali sindromi da laboratorio come:

  • citolitica;
  • infiammatorio mesenchimale;
  • colestatica;
  • piccola insufficienza epatocellulare.

Ognuno di essi corrisponde a certi cambiamenti nel fegato. In una malattia specifica, diverse sindromi sono combinate. Il coefficiente de Ritis è calcolato dalla sindrome citolitica (sindrome di violazione dell'integrità degli epatociti o delle cellule epatiche). In questo caso, è determinato dalla gravità del danno epatico. La norma è 1.3-1.4. La sindrome citolitica si manifesta in epatite attiva virale, tossicologica, tossica e cronica, danno epatico acuto, ittero ostruttivo, cirrosi.

In caso di grave danno epatico, l'indicatore dovuto ad un aumento di AST supera 1,4, mentre una parte significativa della cellula epatica viene distrutta, vengono diagnosticate epatite cronica attiva, cirrosi epatica e un tumore. Se i processi acuti distruggono la membrana cellulare, ma non influenzano le sue strutture profonde, il coefficiente non sarà superiore a 1.2.

Coefficiente di deis tis

La diagnosi precoce di qualsiasi malattia è la chiave del successo del trattamento. Tuttavia, cercando di identificare tutte le possibili malattie in se stessi, una persona smetterà di lasciare gli studi medici e i laboratori di ricerca, ottenendo infine una rottura.

Ci sono un numero di esami del sangue biochimici in grado di rilevare anomalie nel corpo e impostare la direzione per ulteriori esami. Tra questi c'è la determinazione nel sangue della composizione quantitativa degli enzimi ALT, AST e il loro rapporto, indicato come il coefficiente di de Rytis.

È stato nominato in onore dello scienziato italiano, che ha mostrato il suo valore diagnostico nell'analisi del sangue e introdotto in un'ampia pratica medica.

Enzimi AST e ALT

AST è l'abbreviazione dell'enzima aspartato aminotransferasi. La sua presenza è tipica di quasi tutte le cellule del corpo, ma la massima concentrazione si osserva nel fegato e nel cuore. Se questi organi sono danneggiati, la quantità di enzima nel sangue aumenta e gli indicatori diventano più alti del normale. ALT è alanina aminotransferasi, che è presente nella quantità massima nei reni e nel fegato. Il suo sangue dovrebbe essere basso. Se i tassi sono aumentati rispetto alla norma, allora questo è un segnale della possibile presenza della malattia. Il confronto del rapporto degli enzimi consente, utilizzando il coefficiente de Ritis, di determinare l'organo specifico interessato e persino di identificare una possibile causa della malattia.

Quando è necessaria l'analisi

Gli esami del sangue e l'individuazione di indici AST e ALT anormali dalla norma vengono effettuati al fine di determinare la presenza di danni al fegato causati da vari tipi di epatite, cirrosi, una serie di altre malattie, nonché di monitorare l'efficacia del trattamento.
Se i sintomi sono presenti:

  • debolezza e stanchezza;
  • nausea, vomito, gonfiore e dolore;
  • il giallo delle proteine ​​dell'occhio e l'integument della pelle;
  • urina scura con feci chiare,

Questa è una seria ragione per riferirsi a un esame del sangue, che mostrerà se ci sono deviazioni dalla norma e se sono correlate al lavoro del fegato.

Prestazione normale

I livelli di enzimi nel sangue in uomini e donne sani differiscono. Inoltre, gli indicatori di normalità per AST nei primi pochi sono un po 'più bassi, e per ALT, al contrario, più alti. I dati per questi enzimi, presi come standard, sono mostrati nella tabella.

Paul Aspartato aminotransferasi Alanina aminotransferasi

I nostri lettori raccomandano

Il nostro lettore normale ha raccomandato un metodo efficace! Nuova scoperta! Gli scienziati di Novosibirsk hanno identificato il modo migliore per purificare il fegato. 5 anni di ricerca. Auto-trattamento a casa! Dopo averlo letto attentamente, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.

Maschio 15 - 31 unità / l inferiore a 40 unità / l
Femmina 20 - 40 unità / l inferiore a 32 unità / l

Se l'analisi del sangue ha rivelato che gli indicatori sono leggermente aumentati rispetto alla norma, questo non indica necessariamente l'inizio della malattia. Questo è possibile con l'uso a lungo termine di alcuni farmaci, ad esempio, contenenti alcol, un certo numero di antibiotici, barbiturici o agenti contenenti paracetamolo. Inoltre, l'ALT può aumentare da un alto sforzo fisico o accompagnare l'adolescenza.

Possibili cause di deviazioni

Se gli indicatori AST sono aumentati di 8-10 volte, questo di solito indica la presenza di un'infezione virale, ma questo risultato non è escluso quando si assumono farmaci che sono scarsamente percepiti dal fegato o se sostanze velenose che sono tossiche entrano nel corpo. Le malattie croniche di questo organo sono spesso caratterizzate dai risultati delle analisi del sangue al di sopra della norma di non più di 4 volte. Nella maggior parte delle malattie del fegato, la quantità di ALT cresce più forte di AST, quindi sono accompagnate da una diminuzione del rapporto di de Rytis. Ma con l'epatite alcolica, la cirrosi o il danno muscolare, il quadro è più spesso invertito, che è uno dei criteri per la loro diagnosi. Nell'epatite acuta, la dinamica degli indicatori è la seguente.

Il ruolo del coefficiente di de Rytis nella diagnosi

Questo indicatore non ha un valore indipendente e dovrebbe essere calcolato solo in caso di deviazione dalla norma dei risultati delle analisi del sangue per AST e ALT. In una persona sana, il coefficiente di de Rytis va da 0,91 a 1,75. La deviazione di questo indicatore dalla norma in modo significativo può indicare problemi cardiaci. Quindi, nell'infarto del miocardio, spesso supera 2. Se l'esame del sangue dà risultati inferiori a 1, il fegato è soggetto a ulteriori esami. L'eccezione è l'epatite delta, in cui i valori del coefficiente possono essere aumentati. È importante che con l'epatite A e B, i cambiamenti nella conta ematica compaiono 10-15 giorni prima dell'inizio dei principali sintomi della malattia, diminuendo a 0,55-0,83, che serve come criterio per la loro diagnosi precoce.

Valori del coefficiente di malattie del fegato

In pratica, a seguito di numerosi studi, è stata stabilita la seguente gradazione dei valori dei coefficienti, corrispondente a vari tipi di malattie del fegato:

  • meno di 1 - epatite virale;
  • 1 o più - epatite cronica e lesioni distrofiche del fegato;
  • 2 o più - danno epatico alcolico.

Pertanto, se nel trattamento, ad esempio, delle malattie causate dagli effetti tossici dell'alcool, è possibile ridurre il valore del coefficiente, questo indica l'efficacia dei farmaci utilizzati. Allo stesso modo, si possono giudicare i risultati del trattamento dell'epatite acuta. Solo in questo caso sarà possibile parlare di un risultato positivo, se riusciremo a ridurlo allo standard AST e, al contrario, il rapporto degli enzimi dovrebbe aumentare.

Chi ha detto che è impossibile curare una grave malattia del fegato?

  • Molti modi provato, ma nulla aiuta.
  • E ora sei pronto per approfittare di ogni opportunità che ti darà una sensazione di benessere tanto attesa!

Esiste un rimedio efficace per il trattamento del fegato. Segui il link e scopri cosa consigliano i medici!

Coefficiente di deis tis

Il coefficiente de Ritis è stato scoperto dallo scienziato italiano Fernando De Ritis, è stato lui a dedurre che non solo il contenuto di aspartaminotransferasi e di alanina aminotransferasi nel corpo è importante, ma anche il loro rapporto l'uno con l'altro nel siero.

Calcola il coefficiente della formula di Rytis:
Coefficiente de Rytis = Aspartato aminotransferasi (AST) / Alanina aminotransferasi (ALT), misurato in unità / l. Convenzionalmente, il valore dell'indicatore può essere diviso in tre tipi:

  • Il tasso è 0.91 - 1.75 unità / l.
  • Il valore del coefficiente de Ritis è 1, il che significa malattia epatica cronica (principalmente epatite) o malattia del fegato distrofica.
  • Al di sotto 1 è tipico per l'eziologia virale dell'epatite.
  • Superiore o uguale a 2 con un aumento di albumina - questo valore rivela danni al fegato alcolici, se l'albumina è normale e il coefficiente è uguale a questo valore, quindi è una malattia cardiaca, principalmente caratteristica dell'infarto del miocardio.

Il coefficiente di de Rytis è il rapporto tra due sostanze aspartato aminotransferasi e alanina aminotransferasi nel siero. L'aspartato aminotransferasi è una proteina che viene sintetizzata all'interno delle cellule del miocardio, normalmente una quantità insignificante dell'enzima entra nel sangue, ma quando le cellule del miocardio sono danneggiate, ad esempio, quando si verifica un attacco cardiaco, il valore dell'enzima nel sangue aumenta in modo significativo. È possibile determinare l'aumento solo con l'aiuto di analisi. L'alanina aminotransferasi è un enzima del gruppo della transferasi sintetizzato a livello intracellulare nel fegato. Una piccola quantità di sostanze penetra nel sangue, il livello del contenuto aumenta solo con le ferite.

La definizione del coefficiente di Ritis si applica solo a determinate malattie del fegato e del cuore, poiché le sostanze hanno una certa specificità per gli organi del corpo.

L'aspartato aminotransferasi si trova più spesso nel muscolo cardiaco - miocardio e aspartato aminotransferasi nelle cellule epatiche. Il calcolo del coefficiente de Ritis viene effettuato solo nei casi di rilevamento o sospetto di anomalie del cuore o del fegato. In rari casi, l'analisi viene eseguita in violazione dei reni. Il calcolo del coefficiente de Ritis nello stato normale non ha senso, poiché l'indicatore è calcolato sulla base del contenuto quantitativo delle sostanze.

Il contenuto di ALT e AST è normale:

Sulla base del numero di indicatori calcolato coefficiente di Ritis.

Malattie per le quali è prescritta un'analisi per calcolare il coefficiente:

  • l'epatite;
  • pancreatite;
  • cancro al fegato;
  • cirrosi epatica;
  • intossicazione da alcol;
  • la gravidanza;
  • mononucleosi infettiva;
  • epatite infettiva;
  • infarto miocardico;
  • avvelenamento da metalli pesanti;
  • overdose di droga;
  • la gravidanza.

I sintomi per cui viene calcolato anche il coefficiente:

  • debolezza, nausea, vomito;
  • decolorazione delle urine;
  • cambiare il colore del bianco degli occhi;
  • l'aspetto della pelle gialla;
  • cardiopatia cronica quando il dolore è diventato più frequente;
  • malattia epatica cronica in aggravamento di acciaio;
  • shock psicologico;
  • perdita di appetito;
  • irritabilità e affaticamento durante l'esercizio.
  • Una lieve diminuzione o aumento del rapporto è di solito caratteristica di analisi errate, durante la gravidanza, l'uso di droghe contenenti alcool, l'uso di grandi quantità di fast food. Inoltre, possono verificarsi anomalie al di sotto della norma con chemioterapia, danni muscolari, fratture, uso di contraccettivi orali. Il livello del coefficiente diminuisce con l'uso di alcuni antibiotici che influenzano il funzionamento del fegato. L'analisi è conforme ai seguenti requisiti obbligatori:

    1. Non bere alcolici una settimana prima di donare il sangue per l'analisi.
    2. Non puoi mangiare cibo almeno 12 ore prima dell'analisi, anche una piccola parte del cibo influenzerà notevolmente il risultato.
    3. Evitare lo stress e forti shock.
    4. Smettere di fumare un paio d'ore prima di donare il sangue.

    Il calcolo del coefficiente non viene effettuato come studio indipendente, ma solo come un'ulteriore analisi per ottenere un quadro generale e aumentare la diagnosi corretta. Gli studi sono prescritti da specialisti stretti: un gastroenterologo, cardiologo, chirurgo, epatologo ed ematologo. Quando si effettua una diagnosi corretta, il trattamento viene prescritto in accordo con la malattia identificata. Non vi è alcun trattamento per riportare il coefficiente alla normalità in quanto tale, poiché un cambiamento nel coefficiente è solo una conseguenza della malattia e una violazione delle funzioni di uno o di un altro organo. Non appena i processi patologici nel corpo scompaiono, anche il coefficiente tornerà alla normalità.

    Coefficiente di deis tis

    Il coefficiente de Ritis è il rapporto tra l'attività della transferasi sierica del siero del sangue, per lo più contenuta nel muscolo cardiaco (miocardio) - AST e fegato - ALT.

    Il cancro è un problema comune, soprattutto ora che i nostri amati animali domestici hanno vissuto più a lungo, è diventata la principale causa di morte nei cani. Il cancro può colpire qualsiasi cane, sia esso di razza o meno, ma va notato che alcune razze sono ad un rischio più elevato per alcuni tipi di cancro, quindi.

    Il coefficiente di Ritis nei cani è la norma, la formula

    Il coefficiente di Ritis nei cani è un indicatore che indica la patologia del cuore o del fegato. È ampiamente usato nella medicina convenzionale e veterinaria.

    Aiuta a differenziare un numero di malattie con sintomi sfocati. Diamo un'occhiata più da vicino a cosa significa questo indicatore e come riconoscerlo.

    Contenuto dell'articolo:

    Che cosa è

    Definisce la relazione tra due enzimi: aspartato aminotransferasi (AST) e alanina aminotransferasi (ALT). Sono sintetizzati nel fegato e nel miocardio.

    Con una malattia cardiaca, accompagnata da necrosi (ischemia, infarto), il livello di AST aumenta di 8-10 volte. Anche la quantità di ALT nel sangue è aumentata, ma molto meno, 2-2,5 volte.

    Quando un cane ha un fegato, l'ALT è più nel sangue, circa 8-10 volte. E l'aumento di AST è inferiore - solo 2-2,5 volte. Il fenomeno descritto è dovuto al fatto che l'AST è sintetizzata principalmente nelle cellule del miocardio.

    Quando sono danneggiati, l'enzima entra nel flusso sanguigno. Gli esami di laboratorio registrano il suo aumento. ALT, al contrario, è prodotto da cellule del fegato. Quando questo organo viene colpito, le cellule vengono distrutte, l'alanina aminotransferasi entra nel flusso sanguigno.

    Trova il coefficiente di de Rytis per il rapporto tra AST e ALT. Il valore di questi indicatori determina u / l. Nei cani normali è 1,33-1,75 unità. / l. Diamo un'occhiata più da vicino a cosa significa aumentare o diminuire questo indicatore.

    Cambiamento di coefficiente


    Quindi, il cane è malato, hai superato l'analisi biochimica del sangue e hai visto che il coefficiente di Ritis in esso è abbassato. Cosa significa? Questo indicatore è caratteristico dell'aumento del livello di alanina aminotransferasi.

    Se fino a 1,33 U / l, ma è all'interno dell'unità - il cane soffre di malattie croniche del fegato. Quando l'indice è molto basso - la lesione è acuta.

    Queste figure sono caratteristiche dell'epatite virale, della piroplasmosi, della babesiosi e di altre patologie. Se il coefficiente di Ritis nell'analisi è aumentato, che cosa significa? L'indicatore è caratteristico delle condizioni in cui aumenta l'aspartato aminotransferasi.

    Questo, molto spesso, infarto del miocardio. La patologia per i cani è rara, si verifica principalmente nei cani anziani. A volte la necrosi del muscolo cardiaco si verifica a causa di malattia vascolare congenita.

    Accade quando avvelena veleni cardiotossici. Un aumento del coefficiente Ritis può anche indicare patologia epatica. Questo fenomeno è caratteristico della cirrosi. Nell'uomo, questo è un tipico segno di danno alcolico.

    Poiché non si verifica nei cani, un aumento del coefficiente di de Rytis indica lesioni tossiche croniche o una conseguenza di un lungo decorso di epatite.

    Cosa fare


    Molte persone chiedono come essere se il coefficiente di Ritis è cambiato. Prima di tutto, contatta il tuo veterinario. Solo lui può diagnosticare e identificare la malattia.

    Se l'indicatore indica un danno cronico al fegato, la sua causa dovrebbe essere rilevata. L'organo può essere infetto da un virus. Allora sarà necessaria una lunga terapia. Succede che la malattia del fegato è associata alla malnutrizione.

    Molti alimenti di bassa qualità non sono solo scarsi nella sua composizione, ma anche pericolosi. Componenti sconosciuti causano avvelenamento cronico, che colpisce principalmente il fegato.

    I danni si verificano quando alimentati con carni grasse, come maiale, montone grasso. Un aumento del coefficiente è un segno di patologia cardiaca. Richiede anche una chiara differenziazione con la cirrosi epatica.

    Se il cane ha problemi cardiaci, riduce il carico, prescrive la terapia appropriata. La cirrosi epatica è una malattia grave che alla fine porta alla morte.

    Ma è importante ricordare che il fegato ha una grande capacità di rigenerarsi. Se si conserva almeno il 10% di tessuto sano, il trattamento e la dieta possono portare al rinnovo e al prolungamento della vita di un animale domestico. È impossibile posticipare una visita dal medico, questo può essere molto costoso.

    Coefficiente di de ritisa come calcolare

    Molto spesso, quando si visita un medico, il paziente riceve un appuntamento per esami del sangue clinici generali, test delle urine e anche per la ricerca biochimica.

    Il valore di un esame del sangue biochimico è quello di valutare indirettamente lo stato organico dei principali sistemi e organi (fegato, rene, pancreas, cistifellea), nonché il metabolismo e la necessità di elementi in traccia.

    Decodifica dell'analisi biochimica del sangue

    Questa analisi include principalmente indicatori come:

    • ALT;
    • AST;
    • alfa amilasi;
    • gamma-glutamil transferasi;
    • fosfatasi alcalina;
    • bilirubina totale;
    • bilirubina diritta;
    • test di timolo;
    • proteine ​​totali;
    • albumina;
    • colesterolo totale;
    • LDL;
    • trigliceridi;
    • glicemia;
    • creatinina;
    • urea;
    • acido urico;
    • Proteina C-reattiva (CRP);
    • ferro sierico;
    • concentrazione di ioni Сl-, Na +, К +.

    Naturalmente, non tutti gli indicatori di cui sopra sono determinati in modo generale dai laboratori. I medici indicano selettivamente quale di loro sarà interessante in un caso clinico particolare.

    Quali sono gli enzimi: secretoria, indicatore ed escretore

    Gli enzimi sono catalizzatori proteici responsabili della velocità e della qualità del flusso dei processi biologici nel corpo. Gli enzimi (enzimi), che sono prodotti nel nostro corpo, possono essere divisi in tre gruppi:

    Gli enzimi indicatori si trovano all'interno della cellula e, pertanto, nel siero del sangue venoso possono essere determinati solo in piccole quantità. Questi includono: LDH, glutammato deidrogenasi, fosfatasi acida. Dopo il danno tissutale, questi enzimi entrano nel flusso sanguigno e sono un marker dell'estensione e della profondità del danno d'organo.

    Gli enzimi escretori sono normalmente sintetizzati dalle cellule. Questi includono creatina chinasi, AlAT, Asat, LDH. Questi enzimi sono particolarmente importanti quando si diagnostica, ad esempio, infarto del miocardio o malattia del fegato.

    Gli enzimi secretivi sono normalmente secreti nel plasma sanguigno (questo gruppo include colinesterasi sierica).

    Norma e patologia nella biochimica del sangue

    La bilirubina è normale o elevata?

    La bilirubina è un prodotto dello smaltimento dell'emoglobina nel corpo. Normalmente, i suoi valori sono 3,4-17,1 μmol / l. In questo caso, con una bilirubina totale di oltre 20 μmol / l, appare un leggero giallo delle mucose.

    Allo stesso tempo, possono anche secernere diretto (0 - 7,9 μmol / l) e indiretto (

    Norm ALT e AST nel sangue

    Quali malattie sono accompagnate da un aumento delle transaminasi?

    Le aminotransferasi hanno una specificità tissutale. Nel corpo umano, l'alanina aminotransferasi è più attiva nel fegato e l'aspartato aminotransferasi nel muscolo cardiaco. La distruzione delle cellule di questi organi in alcune lesioni è accompagnata dal rilascio di un gran numero di enzimi intracellulari nel sangue.

    L'attività di ALT e AST nel sangue aumenta:

    • Con malattie del fegato, in particolare con l'epatite virale. Un aumento delle transaminasi nel sangue, insieme a un test timolo positivo, è uno dei primi segni di epatite da laboratorio, che compare nel periodo prodromico molto prima dell'aumento della bilirubina e della comparsa di ittero:
      • epatite virale acuta
      • epatite cronica
      • epatite tossica
      • epatite da droga
      • epatite batterica
      • colestasi intraepatica
      • ittero ostruttivo persistente
      • tumori al fegato
    • Con infarto miocardico. La crescita delle transaminasi nel sangue durante l'infarto miocardico avviene 2-3 giorni in 2-20 volte. Con angina, in contrasto con infarto miocardico, transaminasi nel range normale.

    L'aumento non permanente delle transaminasi si verifica anche nelle ustioni, nelle lesioni muscolari scheletriche, mioglobinuria, miosite, miopatia, distrofia muscolare, tumori ossei, nelle malattie che coinvolgono emolisi (disintegrazione degli eritrociti), nella pancreatite, dopo chirurgia addominale, nella gotta.

    01 Enzimi AST e ALT

    Nella pratica medica, la determinazione dell'attività di questi enzimi è molto comune, poiché consente di determinare la presenza di problemi in un particolare organo.

    L'enzima AST si trova in tutti i tessuti del corpo umano, ma la sua maggiore attività è concentrata nel miocardio - il muscolo cardiaco. Pertanto, la determinazione dell'attività dell'aspartato aminotransferasi aiuta nella diagnosi delle malattie cardiache - infarto miocardico. Nel pancreas, nei reni e nella pelle, ha la minima attività.

    La più grande quantità di ALT si trova nel fegato. Pertanto, la diagnosi dell'attività di questo enzima consente di indicare una malattia epatica.

    Avendo determinato il coefficiente di de Rytis (il rapporto degli enzimi aspartato aminotransferasi e alanina aminotransferasi), è possibile indicare l'organo che è stato colpito.

    02 Necessità di analisi

    Il corpo umano è soggetto a molti disturbi, quindi questi test devono essere presi regolarmente. Per quanto riguarda la determinazione del livello di attività AST e ALT, l'individuazione di deviazioni nell'attività di questi enzimi dai valori normali ci consente di determinare se ci sono ferite nel fegato causate da varie malattie, come l'epatite, la cirrosi e altre.

    I sintomi, segnalando che devi andare dal medico e controllare i tuoi enzimi, dopo aver superato un esame del sangue biochimico, sono: nausea e vomito associato, affaticamento veloce e costante, cambiamento del colore delle urine e colore giallo e della pelle degli occhi.

    Se trovi qualcosa da questa lista in te stesso, allora hai sicuramente bisogno di una visita dal medico e analisi per scoprire il livello di enzimi e per determinare se i sintomi sono legati a malattie del fegato o meno.

    03 Tassi di indicatori e possibili deviazioni

    In considerazione delle differenze anatomiche, il numero di AST e ALT nei maschi e nelle femmine differiscono. Il livello dell'enzima aspartato aminotransferasi negli uomini è leggermente inferiore a quello delle donne, quando l'alanina aminotransferasi, al contrario, è leggermente più alta.

    Se sono stati trovati piccoli aumenti degli indicatori, non dovresti immediatamente cancellarlo per la presenza della malattia. Questo aumento può essere causato dall'uso a lungo termine di farmaci contenenti alcool, paracetamolo e numerosi antibiotici. Inoltre, un leggero aumento avviene nell'adolescenza e sotto carichi fisici pesanti.

    Poiché l'AST è contenuto in una maggiore quantità nel miocardio e ALT nel fegato, quindi con un aumento significativo di uno degli enzimi, è possibile determinare con quale organo i problemi. Se ci sono problemi con l'organo cardiaco, l'AST diventa 8-10 volte più dei valori normali e l'ALT aumenta solo nell'intervallo da 1 a 2 e 2 volte e viene diagnosticato l'infarto miocardico.

    Nell'epatite, la situazione inversa è dovuta alla predominanza dell'enzima ALT nelle cellule epatiche. Se il disturbo di questo organo è presente, allora l'alanina aminotransferasi aumenta 8-10 volte e l'aspartato aminotransferasi solo 2-4 volte.

    Il coefficiente de Ritis con un numero maggiore di malattie diminuisce, poiché l'AlAT aumenta più dell'AST, ma quando si verificano alcune malattie, il quadro è invertito, il che consente di diagnosticare queste particolari malattie. Questi includono cirrosi, epatite alcolica e danni al tessuto muscolare.

    04 Uso in diagnostica

    Il coefficiente stesso non ha senso, poiché è calcolato sulla base di un indicatore quantitativo di enzimi. Se il loro livello è normale, non è necessario calcolare il coefficiente. Ma, se c'è un aumento o una diminuzione della quantità di uno degli enzimi, allora è consigliabile calcolare il loro rapporto al fine di determinare il coefficiente e scoprire l'organo che ha subito la malattia (cuore o fegato).

    Se una persona si trova in uno stato sano, il valore del coefficiente è compreso nell'intervallo compreso tra 0,91 e 1,75. Se il coefficiente supera il limite superiore di 1,75, possiamo tranquillamente affermare che ci sono problemi cardiaci. Nella maggior parte dei casi, è diagnosticato un infarto miocardico e il rapporto tra AST e ALT è maggiore di 2. Se sono possibili anche altre malattie cardiache, che distruggono i cardiomiociti.

    Il valore del coefficiente al di sotto del limite minimo della norma indica un problema con il filtro del corpo umano - il fegato. L'eccezione è l'epatite delta, in cui il coefficiente aumenta.

    L'epatite A e B può essere diagnosticata in una fase precoce a causa di un precoce cambiamento nella conta ematica - 10-15 giorni prima dell'inizio dei principali sintomi di queste forme di epatite. Il rapporto di AST / ALT in questo caso diminuisce a 0,55-0,83.

    In vari tipi di malattie del fegato, il coefficiente de Ritis ha una sua gradazione stabilita sperimentalmente.

    • Il valore 1 indica la presenza di epatite virale;
    • Da 1 a 2 - epatite cronica e lesioni distrofiche del fegato;
    • Oltre 2 - danni al fegato con alcol.

    Secondo gli intervalli specificati dei valori dei coefficienti, si può giudicare l'efficacia dell'una o dell'altra malattia. Se è possibile ridurne il valore (ad esempio, in caso di lesioni alcoliche), il trattamento può essere considerato efficace. Allo stesso modo, possiamo dire del trattamento dell'epatite acuta, ma è necessario fare affidamento non sul valore del coefficiente, ma sull'indice generale del livello AST, che dovrebbe anche diminuire.

    Informazioni generali

    Il coefficiente de Rytis è un indicatore che illustra la relazione degli enzimi intracellulari, vale a dire l'aspartato aminotransferasi (AST) con alanina aminotransferasi (ALT); misurato in U / l È possibile calcolare utilizzando la formula: AST / ALT U / l.

    Tali sostanze sono vitali per il metabolismo delle proteine ​​carboidratiche nei tessuti attivamente funzionanti del corpo. Si trovano nel fegato, nel cervello, nel cuore, nelle fibre muscolari scheletriche, nei reni, ma in alcuni tessuti il ​​loro numero può essere più alto, il che può essere spiegato dalla specificità degli organi. L'aspartato aminotransferasi predomina nel citoplasma e nei mitocondri delle cellule cardiache, in quanto partecipa alla scissione dell'aminoacido aspartico. Allo stesso modo, l'alanina aminotransferasi è predominante nelle cellule del fegato ed è coinvolta nel metabolismo dell'alanina. Se il livello di una di queste aminotransferasi (o entrambe) è aumentato o abbassato nel campione di sangue, possiamo parlare di danni agli organi.

    Indice di Rytis

    Lascia un commento 6.712

    Esistono numerosi test specifici che aiutano a determinare la diagnosi. Ad esempio, l'analisi del coefficiente de Ritis. Può essere prescritto nello studio del fegato e del cuore, in quanto consente di identificare anomalie nel funzionamento del corpo nelle fasi iniziali e prescrivere un trattamento adeguato nel tempo.

    In alcuni casi, potrebbe essere necessario sottoporsi a un'analisi rara per il fegato, il coefficiente di de Rytis.

    Informazioni generali

    Il coefficiente de Rytis è un indicatore che illustra la relazione degli enzimi intracellulari, vale a dire l'aspartato aminotransferasi (AST) con alanina aminotransferasi (ALT); misurato in U / l È possibile calcolare utilizzando la formula: AST / ALT U / l.

    Tali sostanze sono vitali per il metabolismo delle proteine ​​carboidratiche nei tessuti attivamente funzionanti del corpo. Si trovano nel fegato, nel cervello, nel cuore, nelle fibre muscolari scheletriche, nei reni, ma in alcuni tessuti il ​​loro numero può essere più alto, il che può essere spiegato dalla specificità degli organi. L'aspartato aminotransferasi predomina nel citoplasma e nei mitocondri delle cellule cardiache, in quanto partecipa alla scissione dell'aminoacido aspartico. Allo stesso modo, l'alanina aminotransferasi è predominante nelle cellule del fegato ed è coinvolta nel metabolismo dell'alanina. Se il livello di una di queste aminotransferasi (o entrambe) è aumentato o abbassato nel campione di sangue, possiamo parlare di danni agli organi.

    Top