Categoria

Messaggi Popolari

1 Prodotti
Cause, effetti e trattamento dell'aggiustamento del fegato
2 Ricette
Quali sono i sintomi e i segni della malattia del fegato e i principali metodi di trattamento?
3 Giardia
Ultrasuoni della cistifellea
Principale // Cirrosi

La vita con l'epatite C


La diagnosi di epatite C può essere fatta abbastanza per caso. Di solito questo sarà appreso dopo aver superato i test durante la gravidanza o durante la visita di un medico su una determinata malattia.

L'epatite è chiamata "l'assassino gentile", poiché la malattia è per lo più asintomatica. Molti hanno portato il virus per anni e non ne sono consapevoli. Tuttavia, una persona non muore direttamente dall'epatite. Anche quelle malattie che sono causate dall'epatite, non portano alla morte.

Sintomi, forme e modi di infezione

La maggior parte dei sintomi è simile alla malattia virale respiratoria: malessere generale, debolezza, insonnia, affaticamento, nausea, pesantezza nell'ipocondrio destro.

Il virus dell'epatite C si manifesta in due forme: acuta e cronica. Il primo può verificarsi per diversi mesi dall'inizio dell'infezione, quindi nell'80-85% dei casi la malattia è cronologizzata. Recentemente, il numero di pazienti con diagnosi di epatite cronica è aumentato, a causa dell'identificazione di pazienti che sono stati infettati da molto tempo.

La maggior parte dei pazienti non sa dove e in quali circostanze hanno ricevuto il virus, e tali situazioni non sono solo caratteristiche dei tossicodipendenti. Le persone comuni possono essere infette se entrano nel corpo del sangue contaminato in condizioni di non osservanza delle norme sanitarie in un salone di bellezza, durante il tatuaggio o il piercing, da un dentista. Il gruppo di rischio comprende anche operatori sanitari che devono avere contatti con il sangue.

Nell'ambiente domestico, una persona infetta non è contagiosa. Il virus non può essere raccolto attraverso articoli per la casa, in contatto, ma i prodotti per la cura personale per tale paziente devono essere individualizzati.

Quanti anni puoi vivere con l'epatite C.

La forma acuta di epatite C spesso non viene diagnosticata, quindi è difficile determinare quanto una persona infetta può vivere.

Secondo le statistiche, il 20% dei pazienti supera la malattia senza trattamento, con un forte sistema immunitario del corpo. I pazienti rimanenti possono vivere da 15 a 25 anni e senza alcuna manifestazione di infezione. Se viene applicato il trattamento corretto, allora c'è la possibilità di vivere fino a 70 anni - l'aspettativa di vita media in Russia.

I pazienti con coinfezione (HIV + epatite C) vivono meno, in quanto il trattamento di due infezioni è solitamente difficile.

Il principale pericolo del virus dell'epatite C li sta provocando con varie gravi malattie. L'aspettativa di vita dipende da quanto velocemente viene scoperta una particolare malattia e inizia il suo trattamento. Se non viene fatto nulla, il virus dell'epatite C infetta il fegato, causando malattie gravi come la cirrosi, l'obesità e altri disturbi funzionali. Secondo le statistiche, entro 30 anni dall'infezione del virus, circa 1/3 di quelli infetti si ammalano di cirrosi. Di questi, il 5% può avere un cancro al fegato.

I seguenti fattori influenzano l'aspettativa di vita dei pazienti infetti:

  • il numero di anni trascorsi da quando il virus è entrato nel corpo;
  • genere - gli uomini sono più inclini al danno epatico rispetto alle donne;
  • lo stato del sistema immunitario - la presenza dell'infezione da HIV aggrava il problema;
  • Stile di vita - l'uso di alcol e tabacco accelera il processo di distruzione del fegato;
  • la presenza di obesità, diabete.

L'aspettativa di vita con l'epatite C dipende anche dal genotipo del virus stesso. Ne esistono sei varietà, la più comune delle quali è il genotipo 1. Secondo le statistiche, nei paesi sviluppati dal 70% al 90% dei pazienti colgono il virus dell'epatite C con questo genotipo. Il resto mostra genotipo 2 o 3.

Un fattore importante per la durata della vita e il decorso della malattia è il numero di infezioni che sono cadute durante l'infezione.

Quando si predice l'aspettativa di vita di una persona con epatite C, gli esperti danno una prospettiva ottimistica.

Nella maggior parte dei casi, il paziente, in particolare i non giovani, ha in serbo per 20-30 anni una pacifica convivenza con la malattia. È possibile che un tale infetto vivrà una vita senza conseguenze.

C'è qualche possibilità di un pieno recupero?

Un paziente con diagnosi di epatite C deve credere che la malattia possa essere curata, che la malattia non sia una frase. Tuttavia, i tentativi di automedicazione dovrebbero essere esclusi. È imperativo consultare un epatologo che possa selezionare un trattamento efficace tenendo conto delle caratteristiche dell'organismo.

Ogni malato ha la possibilità di riprendersi completamente. Le statistiche internazionali affermano che fino all'80% dei casi guarisce. Tutto dipende dal corpo del paziente e dal corso di terapia prescritto. Uomini e pazienti con più di 40 anni sono più difficili da trattare, specialmente con lo sviluppo simultaneo della cirrosi.

L'obiettivo principale del trattamento è rallentare la riproduzione del virus e fermare la distruzione del fegato. Con la nomina di trattamenti moderni è abbastanza realistico. Se dopo la fine del ciclo di terapia si verifica una recidiva, vengono eseguite speciali misure terapeutiche per il ritrattamento.

Trattamenti vecchi e nuovi

I regimi terapeutici vengono costantemente migliorati. Fino a poco tempo fa, l'interferone e la ribavirina erano i principali farmaci per la terapia. Gli interferoni sono un gruppo di proteine ​​sulla base del quale sono stati sviluppati strumenti in grado di distruggere efficacemente i virus. Grazie a questa capacità, l'interferone è la base per il trattamento dell'epatite C.

La terapia con questi due farmaci consiste in iniezioni settimanali per 48 settimane. La metà dei pazienti è guarita in modo sicuro, ma possono verificarsi reazioni avverse indesiderate.

Attualmente, ci sono mezzi più efficaci - farmaci antivirali di azione diretta (PPD), più sicuri, rispetto al vecchio. Il corso della terapia è di 12 settimane.

Purtroppo, i farmaci esistenti non sono adatti a tutti i pazienti:

  • persone con gravi malattie del cuore, polmoni, diabete scompensato;
  • pazienti con organi trapiantati: rene, polmone, cuore;
  • pazienti con problemi alla tiroide;
  • donne durante la gravidanza;
  • bambini fino a tre anni;
  • con intolleranza a qualsiasi componente dei farmaci.

L'obiettivo del trattamento è ripristinare il fegato. La riproduzione dell'infezione nel corpo rallenta o si arresta completamente e il fegato ritorna gradualmente al normale funzionamento.

Stile di vita del paziente

Ogni paziente con una diagnosi di epatite C, oltre a ricevere la terapia prescritta, è obbligato a riconsiderare il proprio atteggiamento nei confronti delle cattive abitudini e dello stile di vita. Alcol e prodotti del tabacco dovrebbero essere vietati.

Inoltre, è necessario rispettare un'alimentazione corretta, raccomandata dalla dieta n. 5, che normalizza il metabolismo del grasso e del colesterolo, stimola la produzione di bile, regola l'intestino. Si raccomanda di mangiare 5 volte al giorno in piccole porzioni. Qualsiasi piatto può essere mangiato bollito o cotto a vapore.

Forum dell'epatite

Condivisione della conoscenza, comunicazione e supporto per le persone con epatite

La vita con l'epatite C

  • Vai alla pagina:
  • Vai alla pagina:

Diritti di accesso

Non puoi iniziare argomenti
Non puoi rispondere ai messaggi
Non puoi modificare i tuoi post.
Non puoi cancellare i tuoi post.
Non è possibile aggiungere allegati

Per quanto tempo una persona può convivere con un virus dell'epatite

Alla domanda "quante persone convivono con l'epatite C" viene chiesto da tutti i pazienti che hanno ricevuto un test positivo per la presenza del virus della malattia nel loro sangue dal loro medico. Con la diagnosi precoce della malattia e la tempestiva ricezione di una terapia adeguata per raggiungere l'obiettivo desiderato, la guarigione è abbastanza reale. Nella fase acuta dell'epatite C, di regola, la prognosi è favorevole. È più difficile individuare una forma cronica della malattia.

La possibilità di raggiungere la vecchiaia è disponibile per ogni persona infetta da un decorso cronico della malattia, a condizione che seguano attentamente le raccomandazioni del gastroenterologo e dello specialista in malattie infettive. Ma nessuno può determinare l'esatta aspettativa di vita di un paziente con epatite B o C, poiché il valore di questa variabile dipende da una lista impressionante di fattori aggiuntivi. Tra questi - età, genere, immunità e una serie di altri motivi.

I punti principali che riguardano il benessere generale di una persona infetta dal virus dell'epatite C e l'aspettativa di vita del paziente sono discussi in dettaglio nel materiale sottostante.

Breve descrizione della malattia

Il percorso di penetrazione nel corpo umano dei patogeni che causano questa malattia infettiva antropootica è il mezzo liquido (sangue, seme, secrezioni vaginali). L'agente eziologico, che provoca lo sviluppo di tutte le fasi dell'epatite C, è Flavivirus (tipo siero di malattia dei Gepadnavirus).

La fonte di infezione sono le persone che soffrono della malattia descritta. Il numero di portatori cronici dell'antigene australiano HBsAg, che causa l'epatite B, raggiunge il 4-6% nella popolazione. I microrganismi patogeni che causano lo sviluppo della malattia di tipo C, secondo i dati forniti dalle statistiche, sono infettati da oltre il 2% della popolazione mondiale.

Modi di infezione

Secondo alcuni rapporti, l'infezione da agenti patogeni può verificarsi attraverso goccioline trasportate dall'aria. Non ci sono studi specifici che confermino questa teoria, ma alcuni esperti considerano piuttosto probabile la possibilità di ottenere l'epatite per inalazione del virus.

Al momento, sono state ufficialmente provate 3 modalità di trasmissione di microrganismi a persone sane da pazienti:

  • Con rapporti sessuali non protetti.
  • Dalla sofferenza della malattia di una donna incinta al bambino (questo metodo è anche chiamato verticale).
  • Parenterale.

La quota dell'ultimo dei percorsi considerati rappresenta fino all'80% del numero totale di casi rilevati. La malattia parenterale può essere ottenuta:

  • quando si eseguono procedure terapeutiche associate alla trasfusione di sangue, non controllato (non correttamente studiato) per la presenza di infezione;
  • durante il corso del trattamento nella clinica dentale, se gli strumenti del medico contaminati con il mezzo liquido del corpo del paziente non hanno subito la procedura di sterilizzazione;
  • quando si ricevono servizi nei saloni di parrucchiere, negli studi di tatuaggi, nei saloni per il piercing, i cui dipendenti sono negligenti nel rispetto delle regole di asepsi;
  • nel processo di iniezione di droghe usando un ago che è condiviso con una persona infetta.

Passaggio della procedura di trapianto di tessuto (organo). Fino al 1992, è anche un'indicazione per i test sull'epatite C.

I sintomi della malattia

I primi segni della penetrazione di patogeni dell'epatite nel sangue sono più simili a una manifestazione dell'influenza (ARVI). La sindrome, accompagnata da deterioramento della condizione generale, dolore alle articolazioni, comparsa di edema e febbre, si chiama catarrale. Si verifica dopo il periodo di incubazione, nella fase iniziale dell'epatite C. Il problema di rilevare una malattia in un intervallo di tempo specificato è associato proprio all'assenza di sintomi chiaramente definiti della malattia.

Spesso i pazienti non vanno in clinica, anche se si manifestano segni di sindromi astenico-vegetative e dispeptiche dello sviluppo della malattia, manifestati in:

  • disturbo del sonno;
  • malfunzionamenti dell'apparato digerente (mancanza di appetito, perdita di feci, attacchi di vomito);
  • aumentata irritabilità;
  • disagio nell'ipocondrio destro e nell'epigastria;
  • cambiando il colore delle feci e delle urine.

Il risultato dell'introduzione di agenti patogeni nel tessuto epatico avviene secondo 2 schemi. Una persona può riprendersi dall'epatite C senza identificare la malattia e può essere curata senza terapia (secondo alcuni dati, l'auto-guarigione avviene nel 15% dei casi, un numero di esperti dice circa il 25%). La presenza della malattia in passato sarà indicata solo dagli anticorpi nel biomateriale inviato per il test immunologico.

Nel secondo caso, l'epatite non diagnosticata tempestivamente si trasforma gradualmente in uno stadio cronico. La sua formazione è annotata nel 75% di pazienti.

I dati disponibili mostrano che in un terzo delle persone infette, l'epatite viene rilevata dopo circa 2 decadi dal momento dell'infezione. Inoltre, il progresso della malattia nel 30% dei pazienti viene notato dopo 40-50 anni.

Il decorso lento dell'epatite C, la sua asintomatica e la mancanza di dolore nella zona dell'organo interessato sono le principali ragioni per scoprire la malattia negli stadi successivi, quando il tessuto epatico ha già subito una significativa distruzione (durante gli studi ha rivelato cirrosi o neoplasia maligna - carcinoma epatocellulare).

Entrambe le varianti della degenerazione del tessuto possono finire letale (la mortalità da epatite C nella forma cronica trascurata raggiunge il 7%). Di questo numero, più della metà dei tristi risultati sono causati da una malattia nella fase della cirrosi; Il 43% è cancro

Fattori da cui dipende la durata della vita

L'aspettativa di vita con l'epatite, come detto sopra, dipende da una serie di ragioni. L'elenco dei fattori include:

  • L'età degli infetti. I dati medici disponibili sono inesorabili: i pazienti con più di 40 anni hanno maggiori probabilità di morire a causa degli effetti della malattia.
  • Genere (l'epatite C si sviluppa più velocemente negli uomini e il tipo di siero della malattia nelle donne).
  • Il genotipo della malattia e la sua forma, così come il livello di attività della malattia. In particolare, il tipo fulminante che si verifica periodicamente nella fase acuta dell'epatite, il cui risultato è la morte.
  • Lo stadio in cui si trova la malattia.
  • Adeguatezza della terapia selezionata.
  • Il rispetto di tutte le raccomandazioni del medico, l'attenta attuazione dei principi specificati negli schemi terapeutici.
  • Predisposizione genetica.
  • Stile di vita e dieta (specialmente se il paziente è dipendente dalla dipendenza).
  • Una storia di malattie croniche infette, lo stato del suo sistema immunitario.

Gli ultimi punti richiedono uno studio dettagliato.

Stile di vita

Il modo di vivere che è abituale per una persona con epatite aumenta o diminuisce le sue possibilità di raggiungere anni avanzati.

Il più possibile per ritardare il possibile (ma non il 100% probabile) risultato della morte:

  • aumento dell'attività;
  • l'esercizio fisico;
  • dieta;
  • rifiuto completo delle cattive abitudini.

Mantenere uno stile di vita sano e il rispetto delle raccomandazioni di un gastroenterologo, aiuta ad aumentare significativamente l'aspettativa di vita per l'epatite C: l'esercizio aumenta l'immunità e rafforza le condizioni generali del corpo. Va ricordato che la malattia è accompagnata da affaticamento, quindi, durante le attività sportive dovrebbe essere alternata l'attività con il riposo frequente.

"Una serie esemplare di esercizi per la forma cronica della malattia può essere raccomandata solo da uno specialista, è vietato sviluppare una terapia di esercizio in modo indipendente."

L'obiettivo della dieta che le persone con epatite dovrebbero seguire è quello di ridurre il carico sul tratto digestivo del paziente. La corretta alimentazione a basso contenuto calorico, chiamata "Tabella numero cinque", esclude dalla dieta cibi piccanti, fritti e salati. Il menu principale comprende: pesce, pollame (non untuoso), primi piatti di verdure.

Alcuni pazienti di cliniche mediche chiedono ai medici se è possibile bere alcol a intermittenza con epatite cronica. La risposta è inequivocabile: anche piccole dosi di bevande contenenti etanolo sono severamente proibite in qualsiasi forma della malattia. L'abuso di alcol aggrava il decorso della malattia: la cirrosi epatica può manifestarsi già a 5 anni dal momento dell'infezione e il risultato letale si manifesta molto più rapidamente.

Con il virus dell'epatite C, le donne vivono più a lungo, perché i rappresentanti del sesso più forte hanno meno probabilità di seguire una dieta e, di norma, non conducono uno stile di vita sano.

Presenza di malattie croniche nell'anamnesi

La condizione di una persona infetta è aggravata da disturbi nel funzionamento di polmoni, cuore e diabete. Per trattare la malattia nei casi descritti è spesso impossibile. Una previsione accurata dell'aspettativa di vita con epatite in questa categoria di persone è difficile, ma secondo i dati disponibili, tali pazienti hanno meno probabilità di raggiungere la vecchiaia rispetto alle persone infette dal virus e non affette da malattie concomitanti.

L'infezione simultanea di diversi patogeni che causano l'epatite B, D, G, così come la presenza di infezione da HIV nel corpo porta allo sviluppo delle gravi condizioni del paziente.

Anche la disfunzione epatica e la cirrosi aggravano la situazione. Poiché la diagnosi viene spesso fatta a pazienti che hanno già riscontrato danni ai tessuti dell'organo, l'efficacia del trattamento è ridotta di un ordine di grandezza e i pazienti con il virus hanno vissuto per non più di 10 anni.

Va ricordato che nessun disturbo cronico può essere una frase. Il trattamento tempestivo riduce il carico ricevuto dal fegato e la medicina moderna offre una soluzione cardinale al problema: il trapianto di un organo danneggiato.

La presenza di cattive abitudini

La risposta alla domanda "Quanto tempo puoi vivere con l'epatite C?" È individuale per ogni paziente. Alcuni pazienti conducono uno stile di vita completo per molti decenni e un numero di persone muore dalla malattia in pochi mesi.

Influenza positivamente la durata del periodo di previsione:

  • forte immunità;
  • giovane età;
  • mantenere uno stile di vita sano;
  • nessuna cattiva abitudine;
  • regimi corretti

Visite regolari alla clinica medica, test tempestivi e attento monitoraggio dei cambiamenti nella salute, permettono a una persona infetta a qualsiasi età di aumentare la loro aspettativa di vita a valori medi.

I suddetti fattori positivi si applicano anche ai pazienti nei cui sangue è stato rilevato un patogeno del siero.

Rispondere alla domanda "Per quanto tempo le persone vivono con l'epatite B?", Il medico curante terrà conto sia dell'età del paziente che dello stato del suo sistema immunitario. Il termine è significativamente ridotto solo quando la malattia si trasforma in uno stadio cronico e, con un trattamento adeguato, è possibile prolungare il periodo di vita per un tempo illimitato.

In quale fase viene rilevata la malattia

L'obiettivo di trattare qualsiasi forma di epatite è di guarire il paziente e ripristinare tutte le funzioni dell'organo interessato.

Un decennio fa, il numero di guariti non superava il 40%. Oggi, con regimi terapeutici opportunamente selezionati, gli indicatori di completo sollievo dalla malattia raggiungono i 60 (e secondo alcuni dati, il 90) percento del numero totale di pazienti nelle cliniche.

Prima si identifica la malattia, più a lungo vive il paziente infetto. Sfortunatamente, la maggior parte delle persone trascura le visite tempestive al medico e gli esami regolari. Secondo le previsioni dell'OMS, un simile atteggiamento nei confronti della salute può causare un aumento della mortalità per l'epatite di un fattore 2 entro il 2025.

Caratteristiche del decorso della malattia nei bambini

Quanti bambini vivono con il virus dell'epatite B? I neonati infetti in modo verticale crescono e si sviluppano come i loro pari sani. Anche la previsione del momento di comparsa della cirrosi o di altre complicazioni in un bambino è difficile come in un paziente adulto.

Dal momento che l'immunità dei bambini è nella fase formativa, la resistenza del corpo del bambino è molto più bassa. La malattia risultante si sta sviluppando ad un ritmo accelerato. Per prevenire la morte, lo stato di salute del bambino deve essere costantemente monitorato.

Se la madre ha una forma sierica della malattia, è possibile fare un'iniezione di emergenza a un neonato che ha raggiunto la settimana di vaccinazione DPT.

Le controindicazioni assolute a tali misure preventive sono la presenza di diatesi in un piccolo paziente, l'individuazione di meningite o problemi con il sistema immunitario.

La frequenza delle vaccinazioni può variare. Un programma di re-iniezione è consentito dopo 3 settimane e 1 anno dopo.

L'aspettativa di vita dei pazienti infetti

La durata del tempo assegnato dipende dalla forma di epatite, dall'area del tessuto epatico interessato e dalla tempestività del trattamento.

Senza terapia

Un paziente può vivere con la malattia di un decennio e non sospettare nemmeno che si verifichino cambiamenti patologici nel suo corpo: l'assenza di sintomi è la colpa.

Una situazione tipica è quando la malattia viene rilevata durante gli esami di routine (esami medici, visite mediche, prima di procedure chirurgiche o durante gli esami durante la gravidanza).

Per quanto tempo puoi vivere con l'epatite C senza aver ricevuto la terapia? La prognosi è favorevole quando la persona è portatrice del virus. Quando si mantengono sani stili di vita e il passaggio di controlli sistematici del fegato, non vi è alcun pericolo di ridurre l'aspettativa di vita.

In caso di rilevamento di forme gravi di epatite, è impossibile fare a meno del trattamento.

In forma acuta

Dopo che il virus entra nel flusso sanguigno, il sistema immunitario inizia a combattere gli agenti patogeni. Alcuni casi di infezione nella fase iniziale si concludono con una cura senza intervento medico.

Un'ampia percentuale di malattie identificate richiede che il paziente sia ricoverato in ospedale e riceve un trattamento adeguato per l'epatite.

Al momento del recupero, il paziente è registrato dal medico. La durata delle osservazioni è:

  • sei mesi con una cura per l'epatite B;
  • 24 mesi - dopo aver interrotto le manifestazioni di epatite C.

La completa soppressione dello sviluppo della malattia può indicare segni quali:

  • ripristino delle dimensioni degli organi interni;
  • l'assenza di un virus nel sangue;
  • benessere.

Se registri i parametri per più di 2 anni, puoi parlare della liberazione definitiva dalla malattia.

In caso di malattia

Quante persone vivono dopo il trattamento? I pazienti sottoposti a epatite, sottoposti regolarmente all'esame e che hanno completamente eliminato la possibilità di reinfezione (compresi quelli che hanno rifiutato il sesso non protetto con un partner casuale e l'uso di droghe), possono vivere il più a lungo possibile.

La regola principale per preservare la salute è la massima attenzione al benessere. Gli epatologi raccomandano che tali pazienti si sottopongano a esami aggiuntivi due volte l'anno (testati e facciano un'ecografia del fegato). Il numero di test per i pazienti con epatite B è sempre lo stesso.

Quando tutte le condizioni specificate vengono osservate, la domanda su quanti anni hanno vissuto le persone che hanno superato la malattia diventa irrilevante. I pazienti che hanno subito una malattia, hanno l'opportunità di vivere a lungo e in pieno.

In forme croniche

Nell'identificare l'epatite cronica C - B, C - B - la domanda "Quanto vivono con?" È anche estremamente importante per il paziente.

Questa forma della malattia non può essere completamente curata, ma la malattia può essere trasferita nella fase di remissione.

HGH parzialmente ancorata non influisce sulle condizioni generali del paziente, soggetta a una serie di regole, tra cui:

  • rifiuto di carichi eccessivi e cattive abitudini;
  • seguendo il consiglio di un nutrizionista;
  • l'alternanza corretta di sonno, lavoro e riposo.

Con un approccio adeguato al mantenimento della salute, è possibile vivere più di 30 anni. Tuttavia, una persona con epatite può vivere più a lungo (tutti individualmente)

Precauzioni di sicurezza

Prendersi cura dei propri cari diventa originale per un paziente infettato da un virus. Come convivere con l'epatite B, C in famiglia?

Prima di tutto, dovresti avvertire i tuoi parenti della presenza della malattia. Molte persone hanno paura di parlare della diagnosi ai loro amici, aspettandosi una reazione negativa da parte di quest'ultimo. Tenere le informazioni segrete dei propri cari non dovrebbe essere: una storia di infezione è il modo migliore per preservare la salute di familiari e amici.

Inoltre, è necessario osservare una serie di precauzioni. Gli agenti patogeni vengono trasmessi attraverso il sangue, il che significa che una persona malata deve disporre di mezzi di igiene individuali, tra cui:

  • dispositivi per manicure;
  • spazzolini da denti;
  • accessori da barba.

Tutti gli oggetti elencati devono essere collocati in un armadietto separato o in un pacchetto stretto. Il fatto che non possano usare nessuno, è meglio avvisare la famiglia.

È anche possibile parlare con i colleghi al lavoro (almeno, il supervisore dovrebbe essere avvisato). Nell'esercizio delle loro funzioni, devi:

  • rifiutare lunghi viaggi che violano il programma del sonno e della veglia;
  • proteggiti da uno sforzo fisico significativo.

"Se il lavoro non è accompagnato da lesioni lievi e costanti, gli esperti consigliano di non rivelare informazioni sul rilevamento del virus nel sangue (questo potrebbe causare la rimozione delle persone dai malati o - in casi estremi - provocare il licenziamento)."

Quando si entra nel rapporto sessuale, i dispositivi contraccettivi dovrebbero essere utilizzati per proteggere il partner da possibili infezioni. Se c'è un'epatite con quanto vive direttamente dipende dal rispetto delle regole di comportamento.

Sia i familiari che gli amici intimi che entrano in casa devono passare i biomateriali per studiare la presenza (assenza) del virus nei fluidi corporei. I parenti sono inoltre soggetti a regolari ispezioni e vaccinazioni di routine.

Prevenzione e trattamento

Per non fare una domanda dolorosa quando si rileva l'epatite C, B - "Per quanto tempo le persone vivono con la malattia?", Dovrebbero essere prese misure per minimizzare la possibilità di infezione.

  • trattamento solo in istituti medici autorizzati;
  • vaccinazione tempestiva contro l'epatite B;
  • esclusione di rapporti sessuali promiscui;
  • in caso di rapporti sessuali con un partner occasionale - uso obbligatorio di preservativi;
  • aderenza al programma degli esami professionali;
  • presentazione regolare del biomateriale per la ricerca;
  • rifiuto di droghe.

Per non pensare: "Quante persone convivono con l'epatite C?", Gli operatori sanitari sono obbligati a eseguire tutte le manipolazioni con prodotti sanguigni solo con i guanti e ad essere particolarmente attenti quando lavorano con gli strumenti (in particolare, con le siringhe dopo le iniezioni). Le stesse raccomandazioni si applicano allo staff di negozi di tatuaggi e centri estetici.

Va ricordato: al momento il vaccino contro l'epatite C non esiste. Credere ai truffatori e comprare pseudo-droghe non dovrebbe essere.

Prescrive il regime di trattamento solo strutture mediche specialistiche. Nel trattamento della malattia usando:

  • interferoni;
  • inibitori;
  • immunostimolanti;
  • vitamine;
  • gepatoprotektory.

La durata del trattamento è di 72 settimane. In alcuni casi, il medico raccomanderà l'uso di decotti di spese mediche come agente di supporto. Non si dovrebbe trascurare il consiglio, perché le erbe rafforzano perfettamente la condizione generale del corpo.

Circa 5 anni fa, la comunità medica ha riconosciuto che l'epatite C era completamente curabile. La diagnosi precoce della malattia consentirà l'uso di una terapia adeguata ed eviterà complicazioni come la cirrosi o il cancro del fegato. La natura del trattamento influisce sul numero di anni di vita con una diagnosi simile.

I moderni metodi di terapia sviluppati consentono ai pazienti di eliminare completamente i sintomi della malattia e vivere una vita lunga e felice con la famiglia e le persone care. Aspettativa di vita con misure di epatite individuale per ciascun organismo.

Quanto vive con l'epatite C? Prognosi della malattia

L'epatite C, che si chiama il "gentiluomo assassino", è una delle malattie più pericolose, perché la malattia può successivamente portare alla cirrosi epatica. Pertanto, molte persone infette dal virus si stanno chiedendo quante persone convivono con l'epatite C. Non esiste una risposta definitiva a questa domanda, perché il decorso e la prognosi della malattia dipendono da molti fattori e sono considerati in ogni singolo caso.

L'aspettativa di vita media per l'epatite C nella forma cronica senza trattamento è di 15-20 anni.

Prognosi per l'epatite C

Dopo che il virus entra nel flusso sanguigno, il corpo inizia attivamente a combatterlo e nel 20% dei casi porta all'autoguarigione. Cioè, quelli infettati dal virus vivono una vita normale con lui, senza nemmeno sapere dell'infezione. Tuttavia, in futuro, il virus potrebbe iniziare a manifestarsi in qualsiasi momento, il che dipende da un numero di fattori provocatori e dall'immunità del paziente.

Il fatto che tu possa convivere con l'epatite C è influenzato dai seguenti fattori:

  • La presenza di cattive abitudini (fumo e alcol);
  • Età della persona;
  • La presenza di altre malattie croniche;
  • Paul;
  • Nutrizione e stile di vita;
  • Misure preventive.

Durante il decorso della malattia, la durata del danno epatico e la gravità dei cambiamenti nelle sue cellule è molto importante. Se la distruzione nel fegato è significativa, non è escluso lo sviluppo di complicanze sotto forma di ascite, cancro del fegato primario, cirrosi, encefalopatia.

È importante! L'epatite C in sé non è la causa della morte, la malattia aggrava solo i fattori presenti.

Se il sistema immunitario non è in grado di affrontare il virus da solo, l'epatite C si sviluppa in una forma cronica. In 1/3 di tutti i casi, la malattia progredisce molto lentamente e questo corso può durare fino a 50 anni.

Secondo le statistiche, le complicanze dell'epatite C, che portano alla mortalità, possono verificarsi 25-30 anni dopo l'infezione, se la malattia non viene trattata. Con un trattamento tempestivo e adeguato, questo periodo viene esteso e una persona può vivere a lungo con l'epatite C fino alla morte naturale.

Fai attenzione! L'aspettativa di vita media per l'epatite C nella forma cronica senza trattamento è di 15-20 anni.

Più di 500 milioni di persone sul pianeta sono portatori di epatite C (dati OMS), mentre la mortalità per malattia è registrata solo nel 7% dei casi. L'esito fatale è più spesso caratteristico di pazienti con altre malattie gravi.

Il numero di pazienti che sviluppano cirrosi a causa dell'epatite C è del 57%, lo sviluppo di carcinoma è osservato nel 43%.

Le proiezioni per i prossimi decenni sullo sviluppo e sul decorso dell'epatite C sono molto deludenti: secondo l'OMS, la cirrosi verrà diagnosticata due volte più spesso, il numero di pazienti con cancro del fegato aumenterà del 70% e il possibile decesso da queste malattie supererà il volume attuale di due volte. Tale prognosi è associata a uno stile di vita anormale, che i pazienti conducono, indebolisce il sistema immunitario e provoca il decorso della malattia.

Nonostante le statistiche, è impossibile determinare esattamente quante persone convivono con l'epatite C, perché questo è influenzato da una combinazione di molti fattori. Ad esempio, in un uomo infetto dal virus dell'epatite C e allo stesso tempo continua a consumare alcol, la progressione della malattia alla cirrosi può essere di diversi anni. Una donna della stessa età, infetta allo stesso tempo, ma che non ha voglia di alcol, la manifestazione delle complicazioni può trascinarsi per decenni, e il decorso della malattia rimane allo stesso livello.

La diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato ti permettono di sbarazzarti della malattia

Cosa influenza la durata della vita

I fattori che influenzano l'aspettativa di vita e l'insorgenza di complicanze sono molto diversi e dipendono dallo stile di vita del paziente e dalle caratteristiche individuali del suo corpo.

età

La gravità della malattia e il tasso di sviluppo delle complicanze sono influenzati dall'età del paziente e da quanto tempo il virus dell'epatite C vive nel corpo. Lo stadio finale (cirrosi) si sviluppa:

  • Infettato fino a 20 anni - nel 2-3% di tutti i casi;
  • Da 21 a 30 anni - nel 6-8%;
  • Da 31 a 40 anni - al 10-12%;
  • Da 41 a 50 anni - nel 37-40%;
  • Oltre 50 anni - nel 63%.

Nella maggior parte dei casi, i pazienti infetti da epatite che hanno più di 40 anni svilupperanno cirrosi nei prossimi 16-18 anni.

Negli uomini, le complicanze dell'epatite C si sviluppano molto più rapidamente e in forma più grave, anche se il trattamento è iniziato in modo tempestivo. Le donne sono molto meno suscettibili all'azione di fattori dannosi sulle cellule del fegato.

Le ragioni di questo fattore "discriminatorio" non sono state ancora stabilite con certezza. Forse il ruolo svolto dal grande impegno degli uomini verso l'alcol e uno stile di vita fisso.

Peso corporeo

Il sovrappeso contribuisce in modo significativo al decorso dell'infezione. Causato dall'obesità, la degenerazione grassa del fegato contribuisce allo sviluppo della fibrosi.

Con sport moderati, la probabilità di un esito favorevole della malattia aumenta molte volte.

alcool

Esiste una relazione diretta tra la distruzione del fegato e l'assunzione incontrollata di alcol. L'epatite alcolica porta alla morte molto più velocemente.

Manifestazioni della malattia in questo caso sono più pronunciate, si verificano inevitabilmente complicazioni, la durata della vita è significativamente ridotta.

immunità

Con una diminuzione delle difese del corpo, il paziente sviluppa l'epatite C, con sintomi simili nelle manifestazioni di ARD e ARVI, che indicano la progressione del virus nel corpo. Con un tale decorso della malattia, il rischio di complicanze è inevitabile.

Malattie concomitanti

Insufficienza renale ed epatica, malattie associate a disordini metabolici, malattie del sistema genito-urinario aggravano il decorso dell'epatite C.

Il rischio di sviluppare cirrosi aumenta quando si determina l'epatite C nei pazienti con infezione da HIV.

Genotipi e forme di epatite

Il virus dell'epatite C ha molti ceppi, cioè lui muta e si alterna costantemente. Ciò impedisce al sistema immunitario di una persona di affrontare il virus da solo, con il risultato che nella maggior parte dei casi la malattia sfocia nella forma cronica.

Esistono diversi genotipi del virus distribuiti in modo non uniforme dalla geografia. Pertanto, i genotipi 2,3 e 1 sono comuni, ma per i paesi sviluppati, il genotipo 2 è spesso caratterizzato e il genotipo 3a è diagnosticato per i tossicodipendenti.

La conoscenza del genotipo della malattia consente di prescrivere un trattamento più adeguato e produttivo e influenza la prognosi e l'esito favorevole. Ad esempio, i genotipi 2 e 3 sono trattati più velocemente e in modo più efficiente rispetto al genotipo 1b dell'epatite C.

Una prognosi negativa con gravi complicanze è caratteristica di un virus misto, con una combinazione di forme di epatite B e C o C e D, nonché con tutte e tre le varietà.

L'epatite C può essere completamente curata? La diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato ti permettono di sbarazzarti della malattia. In questo caso, i metodi di trattamento, il corso della terapia e la sua durata dipendono dal grado di danno della malattia, dal genotipo del virus e dai fattori correlati.

Qual è la durata della vita per l'epatite C?

Molte persone sono interessate a quanto vivono con l'epatite C. Questo disturbo è tra le infezioni virali più pericolose in Russia. In effetti, lo sviluppo della malattia può portare alla cirrosi del fegato, seguita dalla morte. Ma non c'è una risposta inequivocabile alla domanda posta, dal momento che l'aspettativa di vita per questa diagnosi dipende da una serie di fattori, che saranno discussi di seguito.

Secondo le statistiche, le persone vivono in media 15-20 anni con una forma cronica della malattia. È importante capire per quanto tempo una persona può vivere senza curare una malattia insidiosa.

Cosa cercare

È necessario considerare quali processi si verificano nel corpo umano colpito da un agente patogeno infettivo:

  1. Quando le cellule virali attaccano il fegato, il corpo inizia a combattere attivamente l'antigene. Nel 20% dei casi, una risposta immunitaria tempestiva e sostenuta porta all'autoguarigione. Spesso le persone non sospettano nemmeno di essere infette. La malattia procede senza segni sintomatici ovvi.
  2. È importante considerare la gravità dei sintomi clinici. Se l'effetto devastante dell'epatite sulle cellule epiteliali dell'organo interno è significativo, non è escluso il verificarsi di complicanze come neoplasia maligna e cirrosi.
  3. Se l'immunità del paziente è indebolita, allora l'epatite C diventa cronica. Spesso la malattia progredisce per un lungo periodo di tempo. Ma questo non significa che non abbia più senso effettuare la terapia. Il fegato ha la capacità di recuperare, quindi è necessario purificare l'organo malato dai prodotti tossici degli agenti patogeni che lo causano la vita.

Dovresti prestare attenzione a quello che dicono statistiche:

  1. Per quanto tempo puoi vivere se non tratti l'epatite C? La morte può verificarsi a 20 anni dall'infezione. Con la scoperta tempestiva di un agente patogeno infettivo e la nomina di un programma terapeutico competente, l'aspettativa di vita aumenta.
  2. Molte persone sono portatrici di un'infezione virale, ma la morte è caratteristica della categoria di pazienti con malattie croniche concomitanti di varie eziologie.
  3. La cirrosi si sviluppa nel 60% dei pazienti con epatite C. E il carcinoma è osservato nel 40% dei casi.
  4. I medici hanno concluso che presto l'epatite causerà il cancro. E il rischio di morte per cirrosi epatica raddoppierà. Tali conclusioni sono dettate dal fatto che l'inosservanza della dieta e delle cattive abitudini che prevalgono nella vita del cittadino medio della Russia, in generale, ha un impatto negativo sulla salute.
  5. Un uomo infetto dal virus dell'epatite C può morire nel giro di pochi anni se consuma grandi quantità di alcol e fumi. Una donna a cui è stata data una diagnosi simile vivrà fino alla morte naturale, se segue una dieta, prende i farmaci appropriati e rinuncia alle cattive abitudini.

Con l'epatite C cronica, le persone vivono abbastanza a lungo se non trascurano il consiglio di uno specialista.

Cosa influenza la speranza di vita?

Per quanto tempo puoi vivere con l'epatite C? Per rispondere a questa domanda è necessario considerare una serie di fattori:

  1. L'età è importante quando si tratta della gravità della malattia. Ciò è dovuto al fatto ben noto che il corpo è più facile da affrontare con le malattie della sua giovinezza. Pertanto, raramente la cirrosi diventa cronica nella fascia di età fino a 22 anni. E nelle persone anziane il rischio di complicanze aumenta di dieci volte. L'epatite cronica è registrata nella categoria di pazienti che hanno più di 40 anni. E lo sviluppo della cirrosi per lungo tempo è asintomatico.
  2. Paul. Gli uomini hanno maggiori probabilità di sviluppare complicazioni anche con un trattamento corretto e tempestivo. Le donne hanno meno probabilità di soffrire di grave epatite C. Questo fenomeno non è stato ben studiato dagli scienziati, ma c'è una percezione che gli uomini hanno maggiori probabilità di abusare di alcol e preferiscono uno stile di vita sedentario.
  3. Peso corporeo Quando il sovrappeso non è osservato dinamiche positive dei sintomi clinici. Causata dalla distrofia dell'obesità del fegato contribuisce allo sviluppo della fibrosi. Pertanto, i medici raccomandano moderato esercizio fisico e dieta.
  4. L'aspettativa di vita è significativamente ridotta se i pazienti stanno abusando di alcol. La distruzione delle cellule epatiche in questo caso si verifica molto più velocemente. Quante persone vivono con l'epatite in condizioni di consumo moderato di bevande alcoliche? Si consiglia di abbandonare definitivamente l'alcol per evitare conseguenze disastrose.
  5. L'epatite C si sta sviluppando attivamente con un sistema immunitario indebolito. L'intensità dei segni sintomatici della malattia aumenta. Il rischio di complicazioni in questo caso è inevitabile. È necessario prendere un corso di assunzione di vitamine complesse e minerali. È necessario consultare un medico per un consiglio. Ricorda che solo lui può determinare il dosaggio esatto, la frequenza e l'intervallo di tempo del farmaco.
  6. Malattie concomitanti L'insufficienza renale e la disfunzione epatica non contribuiscono al recupero di una persona in breve tempo. Le malattie a trasmissione sessuale aggravano l'epatite. Il rischio di sviluppare cirrosi è aumentato nei pazienti con immunodeficienza. Se l'epatite C virale è stata identificata, quanti vivono con essa? In questo caso stiamo parlando della condotta sistematica delle procedure mediche volte a combattere l'HIV. Se viene effettuata una terapia competente, l'epatite non sarà il fattore principale che influisce sull'aspettativa di vita.

L'epatite C non è una frase. La vita con questa malattia ha una serie di difficoltà e limitazioni, ma un trattamento appropriato può prolungarlo.

La vita con l'epatite c

Tutti sanno che l'epatite C è una pericolosa malattia infettiva, che ha un secondo, terribile nome - "killer affettuoso". Di conseguenza, non sorprende che i pazienti con epatite C e le persone sane, chiedano spesso sulla potenziale aspettativa di vita delle persone infette.

Quindi quanti anni può vivere una persona infetta dall'epatite C?

Prima di tutto, è necessario dire come si comporta il virus nella fase iniziale del suo ingresso nel corpo umano.

Immediatamente dopo l'infezione, l'epatite entra nella lotta contro le cellule sane, ma non sempre ne esce vittoriosa. Nel 10-30% dei casi, un forte sistema immunitario di una persona infetta annulla il virus in modo tale che una malattia che una persona non possa nemmeno sospettare si concluda in una auto-guarigione senza farmaci. Tuttavia, in futuro, vari fattori provocatori sono in grado di attivare il virus. Nel restante 90-70% dei casi, l'infezione da epatite C acuta diventa cronica.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre 500 milioni di persone in tutto il mondo sono infette dall'epatite C, ma solo il 6-7% di loro muore a causa di un'infezione. La mortalità da questo virus si verifica molto più spesso se l'epatite è accompagnata da altre malattie del fegato, più spesso da cirrosi (mortalità nel 57% dei casi) e carcinoma epatocellulare (mortalità nel 43% dei casi).

Gli esperti prevedono che entro il 2025 il numero di pazienti con cirrosi epatica aumenterà del 55% e il cancro del fegato del 70%. Si presume che il numero totale di decessi da altre malattie del fegato supererà di 2 volte le cifre attuali.

Più specificamente, "quanti anni hanno convissuto con l'epatite" non può essere risolta da nessun medico, dal momento che tutti i pazienti hanno l'epatite individualmente. Se hai un'alta attività della malattia, allora la cirrosi epatica inizia a svilupparsi molto rapidamente. Nei pazienti che consumano alcol, lo sviluppo di una malattia come la cirrosi si verifica 2 volte più velocemente. E se l'epatite C virale va in cirrosi epatica, è quasi impossibile curarla completamente in questa fase.

Ma questo non è un motivo per disperare, se segui la dieta e segui tutti i consigli del tuo medico curante, allora puoi vivere fino a 60-80 anni.

Epatite C e uno stile di vita sano

Quanti anni puoi vivere per portatori di epatite C, conducendo uno stile di vita sano?

Da solo, il virus stesso non può uccidere una persona infetta, ma contribuisce solo allo sviluppo di patologie che riducono la sua vita.

Non esiste un periodo specifico e universale durante il quale l'organismo viene distrutto. In ogni caso, questo processo è puramente individuale e dipende da molti fattori, principalmente su:

  • età del paziente;
  • la durata dell'infezione;
  • condizioni di immunità;
  • condurre uno stile di vita sano;
  • il fumo;
  • uso di alcol;
  • trattamento tempestivo;
  • malattie croniche concomitanti (diabete, obesità);
  • genere (negli uomini, lo sviluppo di tali effetti dell'epatite C come la fibrosi si sviluppa più velocemente e più spesso rispetto alle donne).

L'epatite C può rimanere asintomatica per un lungo periodo, anche quando si entra nella fase cronica. Pertanto, il 30% delle persone infette sviluppa la malattia per circa 50 anni, e la morte non viene dall'infezione, ma dalle malattie ad essa associate. In così tanti pazienti, l'epatite porta alla cirrosi non prima di 20 anni. Allo stesso tempo, se rifiuti di usare alcol, praticare sport, seguire una dieta e prescrizioni mediche, lo sviluppo della malattia può essere notevolmente rallentato.

Cosa succede con l'epatite C

Come accennato in precedenza, l'epatite acuta nella maggior parte dei casi diventa cronica, se i suoi sintomi rimangono inosservati in tempo.

Tuttavia, nella fase iniziale, prima della trasformazione, la malattia si manifesta come un normale ARVI, che è accompagnato da tali sintomi atipici come:

  • reazioni allergiche;
  • intossicazione generale;
  • leggero aumento della temperatura;
  • stanchezza cronica, stanchezza;
  • mal di testa;
  • vari disturbi gastrointestinali.

Poiché questi sintomi non sono sempre e non tutte le persone sono sospettose, lo stadio iniziale dell'epatite spesso non viene diagnosticato, e quindi il virus diventa facilmente cronico. Con esso per molti anni (da 15 a 25 anni), la malattia potrebbe non manifestarsi nuovamente, ma la condizione generale della persona si sta notevolmente deteriorando. Una persona infetta gradualmente indebolisce la funzionalità epatica e sviluppa malattie del tratto gastrointestinale, sistemi cardiovascolari e urinari.

Le conseguenze per l'epatite C possono essere diverse, portando a malattie come:

  • steatosi: accumulo di grasso nelle cellule del fegato
  • fibrosi - cicatrici del tessuto epatico
  • cirrosi: cambiamenti irreversibili nei tessuti del fegato

La cirrosi epatica è una conseguenza molto grave dell'effetto del virus sul corpo, che comporta complicazioni potenzialmente letali:

  • insufficienza epatica significativa;
  • sanguinamento (anche lesioni minori e contusioni dovute a ridotta coagulazione del sangue possono essere accompagnate da gravi emorragie);
  • encefalopatia (danno cerebrale con tossine che non sono neutralizzate da un fegato debole);
  • ascite (accumulo di liquido nella cavità addominale);
  • carcinoma epatico primario;
  • ittero (un sintomo di cirrosi progressiva del fegato, insieme con dolore nel giusto ipocondrio, oscuramento delle urine, feci scolorite, giallo degli occhi e della pelle dei palmi)

Devi capire che la diagnosi di epatite C non è una frase. Con l'epatite C, puoi vivere una lunga vita, ma con uno stile di vita sano.

Suggerimento 1: come convivere con l'epatite C.

Suggerimento 2: segni di epatite nei bambini

Epatite nei bambini - sintomi

Segni di epatite A (malattia di Botkin)

Segni di epatite B (epatite sierica)

Segni di epatite C

Suggerimento 3: perché l'epatite, i suoi tipi e la prevenzione

Il virus dell'epatite è in circolazione da molto tempo, ma la gente era abituata ad affrontarlo con successo, perché la buona salute ha contribuito a questo. Ora devi essere più cauto e, soprattutto, più esperto. Dopotutto, sapendo dove sta aspettando questo astuto microrganismo, puoi aggirarlo.

Ciò che distrugge il fegato

Se ci riferiamo al significato della parola, allora l'epatite è un'infiammazione del fegato. Il tessuto epatico con una malattia si infiamma, la distruzione delle cellule inizia con la loro successiva morte. Invece di cellule, appare il tessuto connettivo che non può eseguire le funzioni desiderate. Certo, le cellule del fegato sono stimate in miliardi, ed è distrutto per molto tempo, ma se l'epatite grave non si ferma in tempo, allora non si tratta di mantenere la salute. Pertanto, il nemico deve essere in grado di riconoscere di persona.

Epatite A ed E: vie di trasmissione

L'epatite più comune è virale. L'epatite di tipo A ed E può essere chiamata la malattia delle mani sporche. Possono essere infettati dalla via oro-fecale: un uomo è uscito dall'armadio, ma non ha avuto il tempo di lavarsi le mani (non voleva), dopo che ha mangiato qualcosa - il virus è entrato nel sangue. Qualcuno lava accuratamente le mani, ma lascia incustodita frutta e verdura - questa è un'altra fonte di penetrazione del virus nel corpo. I virus vivono alcuni giorni, possono essere su qualsiasi superficie - dai corrimano nella metropolitana al mouse del computer. Pertanto, il consiglio dei medici di lavarsi spesso le mani e con acqua e sapone non è una frase vuota, ma preoccupazione per la salute delle persone.

Se il virus è ancora nel corpo, è facile curarlo, ma dovrebbe essere fatto immediatamente. In caso di qualsiasi segno di nausea e malessere, quando compare il dolore nell'ipocondrio destro, si dovrebbe consultare immediatamente un medico per la diagnosi e il trattamento.

Come vengono trasmesse le epatiti B e C.

Altri tipi di epatite (C e B) possono essere "prelevati" per via parenterale. Ciò significa che l'infezione si verificherà attraverso la saliva, il sangue, le perdite vaginali o lo sperma - in generale, attraverso fluidi biologici. La penetrazione del virus nel sangue assicura danni alle membrane (mucose e pelle). Il più comune - il modo sessuale, ma durante i viaggi al salone di bellezza o nello studio dentistico, non tutti sono assicurati.

Il virus può essere rilevato solo da un laboratorio, perché non fornisce un'immagine acuta della malattia. Disturbi, stanchezza o debolezza possono essere attribuiti a molte altre malattie. Le conseguenze del virus, lasciato senza trattamento, influenzano negativamente il corpo, quindi non rifiutare di visitare il medico.

Prevenzione dell'epatite

L'epatite non è terribile per chi conduce uno stile di vita sano, pensa all'immunità, la aumenta costantemente con una corretta alimentazione e uno sforzo fisico moderato. Qualsiasi disagio è un motivo per controllare la propria salute con l'aiuto di una visita medica e di esami medici.

Come convivere con l'epatite: due storie personali

"Non mi hanno detto per telefono se potevo essere un donatore o no"

Zoya Kareva, attivista dell'Organizzazione pubblica interregionale per la promozione dei pazienti con epatite virale insieme contro l'epatite (Mosca):

"Nel 2010, ho deciso di diventare donatore volontario e donare il sangue per il Centro scientifico per la chirurgia cardiovascolare intitolato a AN Bakulev. Sfortunatamente, non mi hanno detto per telefono se potevo essere un donatore o meno, e avrò il tempo di venire di persona per il risultato Non ho trovato alcuna analisi in quel momento. Dopo quasi un anno da allora, ho donato di nuovo del sangue, solo in un altro ospedale, e lì mi hanno detto che avevo una donazione a vita per donazione. Dopo aver controllato la diagnosi, mi hanno rimandato al centro di Bakulev.

Lì sono stato informato che ero malato di epatite C. Ho chiesto come viene trasmesso questo virus e ho ricevuto una risposta difficile: "Questa è una malattia dei tossicodipendenti e delle prostitute".

Sono appassionato di sport, amo viaggiare, non bevo alcolici, non fumo, quindi le parole del dipendente del centro mi hanno scioccato. Mi è stato anche chiesto di mio marito, perché l'infezione, in linea di principio, poteva essersi verificata attraverso un contatto sessuale non protetto. Gliel'ho chiesto, lui ha risposto che era sano. Test successivi hanno confermato che non ha l'epatite.

Quando ho saputo per la prima volta della diagnosi, la mia testa ha letteralmente gonfiato una moltitudine di domande. Al centro ha chiesto dove andare, ma non ha ricevuto una risposta chiara. Poi ho trovato un forum di pazienti su Internet e ho letto che era necessario passare test aggiuntivi che confermassero la presenza del virus nel sangue.

Dalla mia esperienza personale, posso dire: il dottore non racconta storie di epatite - questo è già buono. Anche esperti esperti si sbagliano. Così, mi è stato fatto uno studio del tessuto epatico, che mi permette di determinare il grado di fibrosi o consolidamento del tessuto connettivo (elastografia), e il medico del centro regionale mi ha dato la cirrosi. Alcuni dei pazienti "esperti" con cui stavo comunicando attivamente in quel momento, furono invitati a sottoporsi a un riesame in un altro centro, dopo di che la cirrosi non fu confermata.

Non c'era alcuna possibilità di essere trattati gratuitamente in quel momento, ma non poteva permettersi costose terapie a proprie spese. In questo caso, l'unica possibilità per la maggior parte dei pazienti è la ricerca clinica. Nell'ottobre 2011, sono entrato in uno studio clinico (terapia sperimentale), oltre alla terapia standard (iniezione di interferone e ribavirina), ho dovuto ricevere un farmaco antivirale diretto, un inibitore. Ma negli studi c'è sempre un gruppo di controllo: alcuni pazienti non ricevono un nuovo farmaco in modo che possano dimostrare la differenza nei risultati del trattamento. Sono finito nel gruppo di controllo con terapia standard. Dopo tre mesi, il trattamento è stato interrotto a causa della mancanza di un risultato. E sei mesi dopo ho passato uno studio sulla terapia con interferone. Ha preso tre pillole al giorno per sei mesi. Il trattamento è stato completato con successo e oggi sono sano.

Quando ho scoperto la mia diagnosi e letto i forum su Internet, ho notato che le persone con epatite sono imbarazzate per la loro malattia. All'inizio voleva anche nascondersi, ma poi non ha trovato alcuna ragione per questo. Il mio motto, che si è intensificato solo con l'epatite: "Se vuoi cambiare il mondo - inizia da te stesso!" Parlo liberamente dell'epatite: la maggior parte delle persone dell'ambiente sa della mia malattia, mi piace educare i tassisti...

Ma non ero sempre così coraggioso. Qualche tempo dopo aver saputo della mia diagnosi, ero all'appuntamento di un gastroenterologo presso la clinica e, ovviamente, ho riferito di epatite. Ha immediatamente chiesto se ero un tossicodipendente. Ho iniziato a piangere, ed era spaventato e ha iniziato a calmarmi. Quindi semplicemente non avevo abbastanza esperienza e conoscenza su come comportarmi in tali situazioni. Ora avrei riso, ho lasciato la reception e mi sono rivolto all'head doctor, in modo che potessero darmi un altro specialista. Darei anche una conferenza sull'epatite a un gastroenterologo e, se necessario, al primario, se fosse anche incompetente. "

"Quando incontri la terapia, la spenderai".

La seconda storia. Alexey Lakhov, dipendente della partnership no profit "E.V. (San Pietroburgo):

"L'epatite C è stata scoperta nel 2000. Nel 2008, ho appreso che a San Pietroburgo, potevamo registrarci presso l'ospedale per le malattie infettive cliniche intitolato a SP Botkin ed essere visitato gratuitamente da un dottore delle malattie infettive.

Nel 2009, la terapia prescritta. In quel momento mi sentivo già male - a volte al mattino era difficile alzarsi dal letto a causa della debolezza e della sensazione di debolezza, sebbene prima che l'epatite fosse asintomatica. Ma la carica virale ha superato i limiti consentiti, così ho iniziato a ricevere i preparati "Roferon-A" (tre iniezioni a settimana) e ribavirina. Sono stato fortunato: il trattamento è stato gratuito, nell'ambito del programma nazionale "Salute", per il quale sono molto grato allo stato. Purtroppo, ora la cura gratuita dell'epatite C nella nostra regione è disponibile solo per le persone con disabilità e le persone che vivono con l'HIV. Di recente, un mio amico ha completato un ciclo di trattamento semestrale con farmaci obsoleti, che gli è costato circa 7 mila rubli al mese.

Le iniezioni venivano fatte indipendentemente prima di andare a dormire. Dopo ogni ho avuto la febbre, quindi sono venuto a lavorare in uno stato rotto. Affrontarlo ha contribuito a concentrarsi sulle attività lavorative. Anche il livello di irritabilità è aumentato, la dermatite è peggiorata, le gambe pettinate. Ma in generale, posso dire: "Quando incontri la terapia, la spenderai in quel modo". Prima di iniziare il trattamento, ho sentito un sacco di feedback da altri pazienti che si sono lamentati degli effetti collaterali. Ma ce n'erano altri - quelli che hanno detto che possono essere sopportati, la cosa principale è ricordare che ciò viene fatto per il bene della propria salute.

L'atteggiamento psicologico è molto importante prima dell'inizio del trattamento, ne sono convinto.

La terapia è durata un anno. Per oggi sull'epatite C ho una risposta virologica sostenuta. Ciò significa che sono guarito. Almeno dall'epatite C. E l'epatite B, che anch'io ho, purtroppo, non è andata via.

Continuo a essere monitorato regolarmente dal medico, tre o quattro volte l'anno faccio un esame del sangue completo, una volta all'anno per una carica virale, e una volta all'anno faccio un'ecografia degli organi addominali e dell'elastografia. Grazie alla contabilità, praticamente tutti i test e gli esami possono essere effettuati gratuitamente. Attualmente, il mio medico curante non vede indicazioni per la prescrizione della terapia. Probabilmente uno dei motivi principali per questo è uno stile di vita sano. Non bevo, non fumo, cerco di seguire la dieta indicata nell'epatite, anche se, a volte, posso mangiare un hamburger e rovesciare tre tazze di caffè al giorno.

Voglio dire a una persona che ha appena appreso che ha l'epatite B e C: le malattie sono spiacevoli, e sarebbe meglio, ovviamente, non lo erano, ma con loro puoi - e devi - vivere! È solo che queste malattie e le loro portatrici sono stigmatizzate, ma non è usuale parlare apertamente di epatite, perché è imbarazzante: cosa succede se qualcuno pensa?

Parlo apertamente dell'epatite quando vado in strutture mediche. Di norma, l'atteggiamento degli operatori sanitari è normale e non fanno ulteriori domande. Già 10 anni vado dallo stesso dentista, lui è consapevole. Casi accaduti solo al lavoro: quando venivo da un medico con un intero pacchetto di pillole e farmaci per iniezioni, i miei colleghi si chiedevano naturalmente perché. Ha risposto onestamente che stavo curando una malattia cronica, ma non ho detto quale.

Ma ancora, un certo auto-stigma è presente. Quando ho scritto la mia storia personale, mi sono venute in mente tali pensieri: ora lavoro in un'organizzazione pubblica che si occupa di malattie socialmente significative, ma nessuno sa cosa succederà dopo, improvvisamente dopo un po 'di tempo dovrò cercare di nuovo il lavoro in una pubblicità sfera, e un potenziale datore di lavoro "scherza" il mio nome e leggere questa storia? Senza un senso di autoironia non è abbastanza.

Bene e, fortunatamente, la scienza e la società civile non stanno ferme. L'epatite C, ad esempio, ha imparato a guarire completamente, e nel 2009, quando ho iniziato la terapia, la probabilità di successo era al massimo del 60%. Ci sono risorse crescenti per aiutare le persone che convivono con l'epatite, ad esempio l'organizzazione paziente Insieme contro l'epatite. Quindi - sii sano e non ti scoraggiare, senza dimenticare la responsabilità personale verso le persone che non hanno l'epatite. Spero che lo stato non si dimentichi dei suoi cittadini che vivono con l'epatite e contribuirà in ogni modo a ridurre i prezzi dei farmaci per curare queste malattie ".

Risorse utili:

Una comunità virtuale informale di persone che vivono con l'epatite C esiste dal 2001,

Organizzazione pubblica interregionale di assistenza a pazienti con epatite virale "Insieme contro l'epatite" (Mosca)

I risultati del monitoraggio della disponibilità di farmaci per il trattamento dell'epatite virale cronica nella Federazione Russa sono pubblicati regolarmente.

+7 (921) 913 03 04 - Helpline NP "E.VA" (aiuta le donne colpite da malattie socialmente significative nella Federazione Russa).

Top