Categoria

Messaggi Popolari

1 Cirrosi
Non solo un filtro. Di cosa è responsabile il nostro fegato?
2 Itterizia
Esame del fegato
3 Steatosi
Dieta per un fegato malato: pasti e ricette per tutti i giorni
Principale // Itterizia

Calcoli biliari cosa si tratta?


I calcoli biliari sono un segno di malattia calcoli biliari. Di solito viene rilevato dagli ultrasuoni e può essere una sorpresa per il paziente, perché le piccole pietre non causano forti attacchi di dolore e una persona potrebbe non sapere della loro esistenza. Ovviamente, se un grosso pietrone chiude il condotto, provoca un attacco simile alla colica epatica, e il paziente lo scopre già sul tavolo operatorio. Come appaiono le pietre, quali sono le loro varietà, impariamo in dettaglio.

Quali sono i tipi di pietre?

Possono dissolversi, formare sabbia nella cistifellea, entrare nei dotti biliari (a piccole dimensioni) o bloccarli.

Più in dettaglio vale la pena considerare la classificazione delle pietre in base alla loro composizione chimica.

  • colesterico;
  • pigmento o bilirubina;
  • calce;
  • misto.

Perché nasce ogni tipo di calcolo e che cos'è?

Il colesterolo - sono pietre, che rappresentano l'80% dei depositi di colesterolo. Queste pietre nella cistifellea possono essere di diverse forme (rotonde, ovali, piatte), di diverse dimensioni (da 1 mm a 4 cm). Di regola, hanno un colore giallo-verde.

Si presentano come risultato della cristallizzazione del colesterolo sullo sfondo di una diminuzione del livello degli acidi biliari e della lecitina nella composizione della bile. Molto spesso, tale violazione è osservata nelle malattie del fegato, malnutrizione (eccesso di cibo o digiuno), diabete e disturbi endocrini. Con queste malattie, il livello di acidità della bile diminuisce, con conseguente ristagno e colesterolo depositato nella vescica.

I calcoli di bilirubina appaiono con un'alta concentrazione di bilirubina nel sangue del paziente, così come i prodotti di degradazione dell'emoglobina. Di solito ci sono molte pietre simili, sono piccole, non superano 1 cm, hanno un colore verde scuro o nero. Appaiono i calcoli di bilirubina in infezioni, intossicazione, anemia o uso di droghe.

Calcoli calcarei si verificano a causa della deposizione di sali di calcio e la cristallizzazione del colesterolo nella cistifellea. Molto spesso questo accade durante i processi infiammatori nella vescica o l'azione dei batteri.

A volte è molto difficile determinare quale pietra nella cistifellea. In questo caso, stanno parlando di un tipo misto, quando le pietre di colesterolo e di bilirubina sono coperte con uno strato di calcinati. Si trovano in gran numero nella cistifellea e hanno un colore giallo-marrone.

Il tipo e di conseguenza la composizione delle pietre è molto importante quando si sceglie un metodo di trattamento. Dalla correttezza della diagnosi dipende dall'efficacia del trattamento.

Come scoprire la presenza di pietre?

La gravità dei sintomi di JCB dipende dallo stadio di sviluppo della malattia.

Considerare tutte le fasi in modo più dettagliato:

  1. La prima fase dura diversi anni. È caratterizzato dal fatto che il fegato inizia a produrre bile con un alto contenuto di colesterolo e un basso contenuto di acidi biliari. Tuttavia, tutti i sintomi sono assenti, per conoscere l'inizio della malattia è possibile solo dopo lo studio della bile.
  2. Il secondo stadio è caratterizzato dalla formazione di pietre a seguito di cambiamenti nella composizione della bile e del suo ristagno. Segni di calcoli biliari possono essere assenti se le pietre sono direttamente nella vescica. Se iniziano a muoversi nel collo della vescica e bloccano il dotto, in questo caso si sviluppa la colecistite, con conseguenti varie complicazioni e sensazioni dolorose nell'addome inferiore.
  3. La terza fase di JCB è considerata se il paziente sviluppa complicazioni sotto forma di diverse forme di colecistite e colangite. La gravità dei sintomi in questo caso dipende dalla dimensione delle pietre, dalla posizione della loro posizione e dal danno agli organi dell'apparato digerente (fegato, pancreas).

Vale la pena notare che il calcolo può cadere nel collo della vescica e quindi causare colica epatica.

I grandi calcoli, per esempio, il colesterolo possono bloccare il condotto e non possono fare a meno di un'operazione. Se le pietre sono piccole (fino a 5 mm), possono passare liberamente attraverso il condotto e entrare nell'intestino o tornare dal collo alla vescica.

Se la pietra rimane nel dotto biliare, provoca complicazioni sotto forma di colangite, colecistite calcanea acuta o coledochite. La bile si infetta e si sviluppa l'infiammazione degli organi, compaiono sintomi quali dolore sordo nell'addome nella parte superiore destra e ittero.

Se la colelitiasi causa coliche sul lato destro dell'addome, la temperatura corporea aumenta e si nota l'ingiallimento della pelle, questo indica la presenza di infezione e colangite. Nella colangite batterica, l'infezione può diffondersi nel fegato, nel pancreas e portare a gravi conseguenze.

Quando il calcolo passa attraverso il dotto biliare, il paziente può avere febbre e ittero, ma questi sintomi persistono per diversi giorni, dopo di che passano.

Ma vale la pena notare che i segni di calcoli biliari dipendono individualmente da ciascuna persona. Succede che le grandi pietre non causano disagio a una persona, mentre in altre piccole pietre causano gravi attacchi di dolore.

Con calcoli nella cistifellea, possono verificarsi sintomi come dolore di intensità variabile nell'ipocondrio destro, sapore amaro in bocca, nausea o vomito e gonfiore.

Spesso questi sintomi sono accompagnati da stress, sforzo fisico o mangiare cibi che contengono grandi quantità di colesterolo.

Nei bambini, i calcoli biliari possono manifestarsi come pietre della cistifellea o del dotto senza complicanze o possono essere combinati:

  • con colecistite acuta, con un bambino che ha un attacco di colica;
  • con colecistite cronica.

In un bambino nella fase iniziale dei calcoli biliari, c'è un processo infiammatorio nella vescica, e la composizione della bile cambia, seguita da cambiamenti distruttivi nelle pareti dell'organo e disturbi circolatori.

La maggior parte dei bambini non ha questi sintomi di calcoli nella cistifellea, tutto dipende dalla reazione del sistema nervoso autonomo. Alcuni bambini hanno dolore, simile alle malattie del tratto gastrointestinale. Ma se le pietre dalla cistifellea scendono nel collo, allora ci sono attacchi di dolore addominale acuto, inoltre, il bambino inizia a vomitare e compare l'ittero.

È importante! Se vi sono segni di coliche epatiche, il bambino deve essere portato urgentemente in ospedale.

I bambini hanno la seguente tendenza nello sviluppo della malattia del calcoli biliari:

  1. Nel primo anno si verificano infiammazione e formazione di calcoli.
  2. Nel secondo anno, il processo infiammatorio copre tutti gli strati delle pareti della cistifellea e la ricristallizzazione si verifica nelle pietre.
  3. Durante gli anni seguenti, si verifica un'infezione della cistifellea e la colangite cronica si sviluppa con tutte le sue complicazioni.

Per prevenire tali conseguenze nei bambini è necessario adottare misure preventive. Perché le concrezioni appaiono negli adulti e nei bambini?

Cosa contribuisce alla comparsa di pietre?

Le concrezioni della cistifellea compaiono ad alte concentrazioni di calcio, colesterolo o bilirubina nella bile. Cosa contribuisce a questo?

Gli scienziati hanno identificato il motivo per cui la composizione della bile può variare. Lo squilibrio delle sostanze è influenzato dall'uso di farmaci ormonali e di alcuni farmaci, obesità, frequente travaglio (nelle donne), ereditarietà, diabete, anemia, cirrosi, precedenti interventi per rimuovere parti degli organi dell'apparato digerente (parte del fegato o intestino).

L'attacco della colelitiasi avviene con una dieta scorretta, mangiando cibi troppo grassi o piccanti.

Cosa può influenzare l'aspetto delle pietre nei bambini?

I calcoli biliari nei bambini possono apparire per i seguenti motivi:

  • dieta scorretta (assunzione di grassi, carboidrati e proteine ​​facilmente digeribili), che porta a disturbi metabolici;
  • ereditarietà (metabolismo metabolico congenito del fosfolipide e un difetto della lipoproteina);
  • malformazioni del dotto biliare e della vescica, che portano al ristagno della bile.

Sullo sfondo della comparsa di calcoli biliari nei bambini, possono svilupparsi infiammazione e calcoli colecistite. In questo caso, un attacco di dolore.

Come evitare la formazione di calcoli e come essere trattati se vengono rilevati?

Prevenzione e trattamento

Sia per gli adulti che per i bambini, il modo migliore per prevenire il blocco del dotto e lo sviluppo di complicanze sotto forma di varie malattie è prevenire la formazione di calcoli.

Per la prevenzione di ZhKB nei bambini è necessario fornire al bambino un'alimentazione corretta sin dalla nascita. L'allattamento al seno è la migliore profilassi contro molte malattie, tra cui l'obesità e la malattia del calcoli biliari.

Principalmente per la prevenzione di cui hai bisogno:

  • seguire il peso, con una dieta in sovrappeso ed esercizio fisico;
  • mangiare cibi sani a basso contenuto di colesterolo e calorie;
  • per le donne si raccomanda di evitare l'uso di farmaci ormonali con estrogeni nella composizione;
  • disturbi del trattamento tempestivo del tratto digestivo, come malattie del fegato, disbiosi intestinale.

Le pietre sono diagnosticate mediante esame ecografico o radiologico. Se la loro presenza non è accompagnata da dolore, allora il trattamento non è necessario. Quando un intervento doloroso è più spesso richiesto un intervento chirurgico.

Per i dolori moderati e le piccole pietre, il medico può prescrivere farmaci per sciogliere le pietre. Vale la pena notare che il trattamento con i farmaci è piuttosto lungo, a volte i farmaci devono essere consumati per diversi anni. In questo caso, per prevenire la formazione di nuove pietre, è necessario eliminare la causa del loro aspetto.

Per dissolvere le pietre nella cistifellea, è possibile utilizzare tali farmaci coleretici come Ursofalk, Ursosan, Khenokhol, Khenosan. La lecitina è usata come aiuto.

Ma ci sono alcune condizioni per l'uso della dissoluzione medica dei calcoli, e precisamente:

  • dimensione della pietra fino a 2 cm;
  • la pienezza della colecisti non è più della metà del calcolo;
  • pervietà del dotto biliare;
  • mancanza di infiammazione e altre complicazioni sotto forma di colecistite e colangite;
  • mancanza di coliche;
  • mancanza di malattie del fegato.

Se è presente una delle limitazioni di cui sopra, è necessaria un'operazione per rimuovere la cistifellea.

Come eccezioni, le pietre, che sono più grandi di 2 cm, sono suscettibili allo schiacciamento ultrasonico e dopo la dissoluzione.

Puoi anche sciogliere il calcolo usando un metodo chimico. In questo caso, un liquido speciale viene introdotto nella cistifellea attraverso il catetere per dissolvere il colesterolo. La procedura dura da 4 a 16 ore. Ma vale la pena notare che questo metodo può essere utilizzato solo con calcoli di colesterolo.

È importante! Tutti i farmaci devono essere prescritti da un medico, dopo un esame della cistifellea, del dotto e del fegato. L'automedicazione porta spesso ad attaccare il calcolo nel condotto, un attacco di dolore e una successiva operazione.

Con un gran numero di concrezioni, l'operazione per rimuovere la cistifellea viene eseguita con due metodi mediante laparoscopia e colecistectomia aperta.

Recentemente, i medici praticano un nuovo metodo per rimuovere le pietre con la conservazione della vescica usando un laparoscopio.

Per rimuovere una pietra bloccata nel condotto, utilizzare il metodo di colangiopancreatografia retrograda endoscopica.

Con un attacco di colica, quando si verifica un dolore grave, si consiglia di prendere un anestetico. Lo faranno Atropina, Papaverina, Ketonal, Analgin o Ketanov.

Farmaci combinati, come Kombispazm, Bellalgin, Spazmalgon, particolarmente efficaci durante un attacco di colica. Hanno un effetto analgesico e alleviano lo spasmo muscolare.

A volte il dolore è così forte che aiuta solo la somministrazione intramuscolare di farmaci.

Le pietre possono essere trovate abbastanza inaspettatamente in qualsiasi persona, indipendentemente dall'età. Solo una corretta alimentazione, uno stile di vita agile e sano saranno le migliori misure preventive per la loro educazione. Quando si rilevano calcoli non si deve ricorrere immediatamente alla chirurgia, perché le pietre di colesterolo sono suscettibili di dissoluzione medica e chimica. Le pietre nella cistifellea hanno diversi tipi e manifestazioni, quindi vale la pena studiare completamente questo problema per evitare errori durante la terapia.

Colonne della cistifellea e delle vie biliari

Non mentire # 8212; Non chiedere

Calcoli della cistifellea

Colecistolitiasi # 8212; la formazione di pietre nella cistifellea. La malattia da calcoli biliari (ICD) è dovuta alla formazione di pietre di varie dimensioni e struttura (pietre) nella colecisti e nei dotti biliari.

Cos'è? Le pietre sono pietre che si trovano nel corpo. Il calcolo della cistifellea si forma sullo sfondo dei cambiamenti nelle proprietà fisiche della bile, che sono causati da una diminuzione della solubilità del colesterolo.

Tuttavia, in alcuni casi, il calcolo della cistifellea si fa sentire attraverso forti sensazioni dolorose, che sono comunemente chiamate colica biliare.

Le concrezioni nella cistifellea possono manifestare dolore parossistico, sapore amaro in bocca, nausea, vomito, eruttazione, distensione addominale.

La residenza prolungata di pietre nella cistifellea contribuisce a danneggiare la membrana mucosa, che provoca lo sviluppo di un processo infiammatorio chiamato colecistite calculous. Tuttavia, questo non si applica alle pietre con piccole dimensioni.

Solo un medico può rispondere alla domanda su come trattare i calcoli della colecisti, in base ai risultati dell'esame e dei test.

La cistifellea è una piccola borsa che si trova direttamente sotto il fegato. La bile aiuta il corpo ad abbattere i grassi. Passa dalla cistifellea all'intestino tenue attraverso i canali, che sono chiamati i dotti cistici e i dotti biliari comuni.

Come dissolvere e rimuovere le pietre della cistifellea con rimedi naturali

Ma se le pietre bloccano i dotti biliari, richiede un trattamento. Le persone in sovrappeso o che cercano di perderlo rapidamente hanno maggiori probabilità di sviluppare calcoli biliari.

A volte, possono essere sensazioni piuttosto dolorose che si manifestano costantemente o talvolta passano. Quando i calcoli biliari bloccano il canale della cistifellea, possono comparire dolore, febbre e brividi e la pelle o il bianco degli occhi possono ingiallire. In questo caso, consultare immediatamente un medico. La presenza di calcoli nel dotto biliare aumenta il rischio di gonfiore pancreatico (pancreatite).

La procedura più efficace per determinare i calcoli biliari è l'ecografia. In tal caso, se l'ecografia non ha determinato la presenza di calcoli biliari e il medico ritiene che possano causare sintomi, può ordinare una scansione della cistifellea.

La maggior parte delle persone ha calcoli biliari, ma questo rimane sconosciuto fino a quando i sintomi iniziano ad apparire. I primi attacchi con calcoli biliari causano dolore lieve, il medico può prescrivere un farmaco anestetico e osservare i sintomi.

Diagnosi radiologica della patologia della colecisti e delle vie biliari

Se hai un attacco grave o ripetuto, potrebbe essere necessario rimuovere i calcoli biliari.

Colecistite calcolosa # 8212; che cos'è? Sintomi, cause, trattamento della colecistite calcicola

Durante questa procedura, il medico esegue una piccola incisione nella cavità addominale e rimuove il calcoli biliari.

Calcoli biliari. Qual è il pericolo?

In questo caso, la bile entra direttamente dal fegato nell'intestino. Se la pietra blocca il canale che trasporta la bile dalla cistifellea allo stomaco, il paziente ha un attacco di dolore acuto (colica) nella zona addominale.

Il flusso asintomatico di calcoli biliari non richiede trattamento. La presenza di pietre, che sono accompagnate da periodici attacchi dolorosi, richiedono un trattamento immediato.

Prevenire i calcoli biliari

Dopo la rimozione della cistifellea, la bile passa direttamente dal fegato all'intestino. La videocamera ti permette di vedere la cistifellea e tutti gli organi interni che si trovano nelle vicinanze.

Nel corpo del pancreas nel condotto viene visualizzato un calcolo (due distanze ravvicinate) di forma irregolare con dimensioni di 8 e 8230; non espanso.

Buona giornata! La conclusione dell'ecografia # 8212; Colecistite calcificata, cistifellea allargata di dimensioni 100 + 50 mm. La parete è ispessita a 5,5 mm con aree a doppio contorno. Nel collo un calcolo di 25 mm. Nella cavità della sospensione a bolle.

Nel lume della bile anecoica e nel calcolo 9 mm. I chirurghi sono invitati a rimuovere la cistifellea. Non puoi provare a sciogliere il trattamento del calcolo?

Colelitiasi (greco da Chole # 8212; bile e litos # 8212; pietra) # 8212; formazione di pietra. In alcuni casi, lo sviluppo della pancreatite può essere una complicazione. La presenza di pietre nel tratto biliare è chiamata choledocholithiasis. La coledocolitiasi può essere complicata da colica biliare, ostruzione (blocco) delle vie biliari, sviluppo di pancreatite o colangite.

Diagnostica il calcolo biliare in diversi modi:

In condizioni di insufficiente svuotamento della cistifellea e di ristagno della bile, i microliti non vengono espulsi nell'intestino e iniziano a crescere. Localizzazione tipica delle pietre di colesterolo # 8212; nei dotti biliari. I pigmenti sono molto meno comuni # 8212; 10-20% del numero totale di pietre formate nella cistifellea.

Le pietre miste si formano a causa dell'accumulo di quantità significative di bilirubinato di calcio e di altri sali di calcio sulla superficie dei calcoli di colesterolo o di pigmento. Nella seconda fase della malattia del calcoli biliari nella cistifellea, le pietre vengono rilevate radiograficamente o mediante ultrasuoni, ma la malattia è solitamente asintomatica.

Sintomi di calcoli biliari

La ragione per lo sviluppo della colica biliare è l'ostruzione delle vie biliari da parte di una pietra che entra nel dotto cistico e impedisce il flusso di bile dalla cistifellea o dal fegato.

Trattamento calcoli biliari

1. Luce n. 8212; caratterizzato da rari attacchi di colica biliare, che vengono facilmente rimossi con i farmaci.

Pubblicazioni correlate: ecografia addominale (per i medici)

Nel corso grave e complicato della malattia del calcoli biliari, è necessario un trattamento chirurgico # 8212; colecistectomia (intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea). Quando alleviare un attacco di colica biliare, antispastici sono i principali farmaci di scelta.

Al rilevamento di processi infiammatori nel tratto biliare # 8212; terapia antibatterica. La terapia litolitica consiste nell'assunzione di farmaci per distruggere i calcoli biliari.

Cistifellea, contorni chiari, lisci. Sfortunatamente, la presenza di calcoli biliari potrebbe non manifestarsi per molto tempo. All'esame radiografico, è possibile rilevare i calcoli della cistifellea, in cui è presente il calcio.

Materiali correlati:

Registra la navigazione

ENCICLOPEDIA RM

Hai bisogno di un buon dottore, di una clinica o di servizi diagnostici?
Cerca e iscriviti qui - è conveniente ed economico rispetto alla clinica!

SPECIFICHE DELLA BOLLA BOLLA

  • Quali sono i calcoli della cistifellea sono formazioni tonde e solide nella cistifellea, costituite da pigmenti biliari, colesterolo e sali di calcio in varie proporzioni.
  • La prevalenza di calcoli della cistifellea nella popolazione è del 10-15%;
  • Le concrezioni delle vie biliari sono rilevate nel 10% dei pazienti con un quadro clinico della colelitiasi cronica.
  • Fattori di rischio per la malattia del calcoli biliari: sovrappeso, genere femminile, un gran numero di gravidanze nella storia, età superiore a 40 anni, predisposizione genetica, diabete mellito, malassorbimento di acido biliare (come nel morbo di Crohn).

Eziologia, fisiopatologia, patogenesi

  • La concentrazione di colesterolo è sopra il normale e / o una diminuzione del contenuto di acidi biliari e fosfolipasi nel sangue porta alla formazione di microcristalli;
  • La ridotta funzione motoria e l'infiammazione contribuiscono alla formazione di calcoli;
  • Le dimensioni dei concrezioni della cistifellea variano nel range di 1-20 mm;
  • I calcoli di colesterolo misto, che includono la bilirubina e i sali di calcio, costituiscono circa l'80% di tutte le pietre;
  • 10% di pietre di origine di colesterolo puro;
  • Il 10% sono pietre pigmentate;
  • Le pietre del dotto biliare di solito provengono dalla cistifellea;
  • Solo le pietre del pigmento marrone si formano proprio nel lume dei dotti biliari (nell'area delle strozzature e nei condotti anormali).

Metodi di visualizzazione dei dati

  • Metodi di scelta: ecografia, TC (con complicanze), MRCP (in presenza di calcoli nei dotti biliari).

Pietre della cistifellea:

  • formazioni intraluminali di forma sferica lungo le pareti della bolla;
  • mobile.

Pietre del dotto biliare:

  • formazioni intraluminali di forma sferica;
  • può causare ostruzioni.
  • idropisia della cistifellea;
  • colecistite acuta e colangite;
  • perforazione della cistifellea;
  • ittero ostruttivo;
  • pancreatite acuta.
  • Riflessi vividi di alta densità di eco, solitamente con una tonalità acustica posteriore;
  • Le pietre del dotto biliare sono solitamente più difficili da rilevare e nel 10% dei casi non è possibile determinare l'ombra acustica posteriore;
  • La precisione diagnostica è maggiore con la dilatazione del dotto biliare.
  • Difetti di riempimento con bassa intensità del segnale nella cistifellea e nei dotti biliari nelle immagini pesate in T2 e in MRCP;
  • Non applicabile per la diagnostica.

(Puoi scegliere la diagnostica MRI e / o il centro CT ottimale nel nostro catalogo di cliniche in base ai parametri).

e piccole pietre (meno di 3 mm);

  • L'inserimento di calcoli biliari può rendere difficile la diagnosi corretta.

    (Puoi scegliere la diagnostica MRI e / o il centro CT ottimale nel nostro catalogo di cliniche in base ai parametri).

    ostruzione delle vie biliari;

  • In alcuni casi, i dotti biliari sono meglio visualizzati sulle immagini pesate in T1 dopo l'introduzione di magnesio o mezzi di contrasto gapatobiliare.
  • b) MRCP. I concreti sono visualizzati come aree senza segnale.

    • La densità delle pietre della cistifellea è molto variabile (dalla caratteristica di densità del tessuto adiposo o molle alla densità delle calcificazioni);
    • Il 75-75% di tutte le pietre contiene una quantità sufficiente di ossido di calcio per identificarle nella bile;
    • La TC con sezioni sottili e la ricostruzione dei dotti biliari su tutta la lunghezza (TC multispirale) facilitano la diagnostica

    (Puoi scegliere la diagnostica MRI e / o il centro CT ottimale nel nostro catalogo di cliniche in base ai parametri).

    in pietre di dotti biliari;

  • L'inserzione di calcoli biliari porta all'ostruzione del dotto biliare e al miglioramento del contrasto circolare della parete del dotto biliare dopo il contrasto endovenoso;
  • In alcuni casi, l'introduzione di agenti di contrasto epatobiliare è necessaria per identificare le pietre senza calcificazione (colangiografia TC).
    • Difetti di riempimento dei dotti biliari;
    • RCPG per scopi terapeutici è indicato quando ci sono sintomi di ostruzione delle pietre del dotto biliare.
    • La sensibilità è molto alta per la visualizzazione di calcoli del dotto biliare;
    • Tuttavia, non consente l'estrazione di pietre durante lo studio.

    I sintomi della colelitiasi o della colelitiasi sono i seguenti:

    • Sentirsi pieno e pesante dopo aver mangiato;
    • Dolore sordo nell'epigastrio, spesso dopo aver mangiato determinati cibi, come cibi grassi o caffè;
    • La colica biliare è solitamente caratteristica dell'ostruzione transitoria del dotto cistico.
    • Dolore alla palpazione nell'addome superiore destro;
    • Con le pietre del dotto biliare (colelitiasi), l'ostruzione di solito porta a colangite, che è caratterizzata da coliche, ingiallimento, vomito e febbre.

    Principi di trattamento della colelitiasi

    • La colecistectomia è indicata per la colelitiasi sintomatica. La laparoscopia viene utilizzata per rimuovere la cistifellea per la malattia del calcoli biliari.
    • Per i calcoli biliari piccoli è indicata la rimozione endoscopica;
    • Nei casi in cui l'intervento endoscopico non è possibile, il drenaggio percutaneo e l'estrazione di calcoli (ad esempio, colangioscopia percutanea e litotrissia a contatto) sono accettabili, come metodi alternativi di trattamento chirurgico minimamente invasivo per calcoli della cistifellea.

    Corrente e previsione

    • I segni clinici della malattia si sviluppano nel 15-20% di tutti i pazienti con colecistite calcicola. Al fine di prevenire la progressione della malattia del calcoli biliari, la prevenzione dello sviluppo di complicanze dovrebbe assumere una posizione di guida nel trattamento: dieta, correzione del peso, bere abbastanza liquidi durante il giorno.
    • Mortalità da complicazioni inferiore all'1%.

    Cosa piacerebbe sapere a un medico?

    (?) La presenza di pietre nel dotto biliare

    - Dilatazione significativa del dotto biliare

    - In alcuni tipi di tumori, il dotto pancreatico può anche essere espanso.

    - Visualizzazione diretta del tumore (pancreas, dotto biliare o papilla di Vater

    - Nessun segno affidabile di un tumore.

    - Il dotto pancreatico è normale o leggermente ingrossato.

    - Il dotto biliare è di solito stretto affusolato

    Colangite sclerosante primitiva

    - Perle sui dotti biliari esterni ed intraepatici

    - Cambiamenti fibrosi nel fegato

    - Più piccoli polipi intraluminali

    - Moderato miglioramento del contrasto

    - Nei bambini (molto rari)

    - Difetti di riempimento che ricordano l'uva

    La scelta del metodo di visualizzazione delle pietre del dotto biliare dipende dalla probabilità della loro presenza (rCPG è utilizzato ad alta probabilità, e MRCP - a bassa probabilità).

    Concrements in the cistifellea

    Il prolasso dei calcoli biliari nella cistifellea, meno spesso nei dotti biliari - la caratteristica principale di questa malattia come colecistite calcarea. Il nome comune di questo processo metabolico è la colelitiasi. Questa è una delle malattie più comuni del sistema digestivo.

    Secondo le statistiche, nelle donne questa malattia si verifica circa tre volte più spesso che negli uomini.

    Nello sviluppo di questa malattia, le caratteristiche ereditarie del metabolismo dei lipidi, in particolare la sintesi del colesterolo con il rilascio di bile litogenica, sono importanti, contano anche malattie come il diabete mellito, l'obesità, l'aterosclerosi. Tra le altre cause è chiamata stasi della bile, uno stile di vita sedentario, malattie croniche del tratto digestivo (gastrite, pancreatite) e malattie del fegato (in particolare, la cirrosi epatica). Possono provocare la formazione di calcoli biliari e diete vegetali ad alto contenuto di acidi grassi polinsaturi, che a loro volta mobilitano il colesterolo dai depositi di grasso.

    La principale manifestazione della malattia del calcoli biliari è un attacco di colica biliare. La frequenza e l'intensità di tale colica è abbastanza diversa. In alcuni casi, questa colica va via da sola, mentre in altri richiede un intervento medico, e in certe condizioni è impossibile fare a meno dell'intervento chirurgico per evitare possibili e talvolta pericolose complicazioni.

    Il più delle volte, la colica biliare è provocata da errori nel cibo (i cibi grassi e fritti svolgono un ruolo importante in questo), e il sovraccarico fisico o nervoso può anche essere un fattore stimolante.

    Tale colica si manifesta con acuti dolori nell'ipocondrio destro, o nella regione epigastrica, può essere accompagnata da vomito, ittero a breve termine, oscuramento delle urine e scolorimento delle feci. Grave colica con pietre nei dotti della cistifellea può portare alla formazione di ittero ostruttivo.

    Le complicanze della colica biliare possono essere gravi - tra queste - l'otturazione (blocco) del dotto biliare epatico o comune, il blocco del dotto cistico con la formazione della cosiddetta sindrome della colecisti disconnessa. Questo di solito si verifica quando la dimensione del calcolo nella cistifellea supera il diametro del dotto cistico (circa 6 millimetri). In questi casi si può formare empiema della colecisti, seguito da perforazione e sviluppo di peritonite.

    La diagnosi di colica biliare di solito non causa difficoltà, ma la diagnosi più accurata può essere fatta dopo radiografia o ecografia - metodi di ricerca.

    Un attacco di colica biliare può essere interrotto da atropina, platifillina, no-shpy e altri farmaci che hanno un effetto antispasmodico. È possibile utilizzare un bagno caldo o una piastra di riscaldamento sull'ipocondrio destro, ma solo nei casi in cui non vi è alcun sospetto di sviluppo di peritonite.

    La dieta per la malattia del calcoli biliari fornisce una drastica limitazione degli alimenti grassi e fritti, aumentando la quantità di verdure e frutta. Utile grano saraceno e farina d'avena e miglio, pane integrale, in particolare con il contenuto di crusca. Il trattamento conservativo è principalmente volto a migliorare la funzione motoria delle vie biliari, cioè l'uso di farmaci con proprietà coleretiche.

    Con colica ripetuta, sindrome dolorosa persistente, che non viene fermata con mezzi convenzionali, così come nei casi in cui il pancreas è coinvolto nel processo - l'intervento chirurgico è indicato. Sullo sfondo di un attacco di coliche, viene eseguita la colecistectomia, che è accompagnata dalla rimozione della colecisti con calcoli. L'assenza della colecisti è discussa nel materiale pertinente. Nel periodo interictale, se vi sono indicazioni per l'intervento chirurgico, sono possibili operazioni sotto forma di mini-accesso su un supporto laparoscopico, che presentano una serie di vantaggi rispetto alla normale chirurgia addominale.

    La prevenzione della formazione del tartaro consiste nel trattamento tempestivo della discinesia biliare, riduzione del ristagno della bile, alimentazione razionale con restrizione degli alimenti grassi e fritti e introduzione obbligatoria di cibi ricchi di fibre nella dieta.

    Autore: dott. Krivega MS

    Se hai calcoli biliari, questo non significa che dovresti immediatamente andare e fare un'operazione per rimuoverlo. Per cominciare, vale la pena provare altri metodi per sbarazzarsene: frantumare le pietre con l'ausilio di attrezzature speciali o la dissoluzione delle pietre (medicinali) indotta dalle droghe.

    Autore: dott. Ivanova Yu.A.

    La cistifellea è uno degli organi più importanti del nostro corpo. Molte persone pensano che sia la cistifellea che è l'organo che promuove la formazione della bile. Ma si scopre che questo non è così prodotto dalle cellule biliari del fegato, e la cistifellea è una sorta di sua conservazione fino al prossimo pasto.

    Autore: dott. Deryushev A.N.

    La malattia da calcoli biliari si manifesta spesso sotto forma di colecistite calcicola, cioè infiammazione della cistifellea, provocata dalla presenza di pietre nella sua cavità. La dimensione delle pietre, la loro forma e quantità è importante. Significato per l'ulteriore corso della malattia e, naturalmente, per le previsioni.

    Autore: dott. Mareeva S.A.

    Nella malattia del calcoli biliari, le pietre si formano nella cistifellea o nei suoi dotti (scientificamente, concrezioni). Possono consistere in bilirubina, sali di calcio o colesterolo. Le dimensioni di queste formazioni variano da millimetro a piuttosto grandi, dalla forma arrotondata a multiforme.

    Pietra nel collo della cistifellea cosa fare

    Volgograd

    Autore: Spiridonov Evgeny Gennadievich, PhD, Assistente del Dipartimento di Chirurgia della Facoltà, Volgograd State Medical University, 29 novembre 2005

    Negli ospedali chirurgici della nostra città, i pazienti con calcoli nella cistifellea costituiscono il 60-80% di tutti i pazienti ospedalizzati. L'ecologia, la composizione chimica del cibo e dell'acqua, l'ereditarietà, le cattive abitudini rendono la nostra vita molto più interessante e ricca. Ed è interessante per tutti - sia per il paziente, sia per il medico. I pazienti soffrono, i medici - non si siedono senza lavoro. Una persona che ha calcoli nella cistifellea entra in un ospedale chirurgico per il trattamento in diversi modi.

    Situazione uno. Il paziente sa che ci sono pietre nella sua cistifellea che sono state rilevate prima con un'ecografia. Cerca di seguire una dieta con l'eccezione del cibo "pesante" per lui. Periodicamente, sviluppa disagio addominale e una leggera pesantezza nell'ipocondrio destro. Gli attacchi forti non lo erano. Essendo consapevole di tali caratteristiche del suo corpo, vuole avere un'operazione per rimuovere la cistifellea al fine di evitare ulteriori complicazioni. Questa situazione è estremamente rara e non è tipica della nostra mentalità di pensiero.

    In generale, cosa significa il termine "calcoli biliari"? Ciò significa che a causa di varie cause (disordini metabolici, compromissione della funzione contrattile della cistifellea, infiammazione, ecc.), I sali di acidi biliari precipitano e si accumulano nella parte più bassa della cistifellea, che è chiamata il fondo. Spesso dai pazienti si sente parlare della presenza di "sabbia" nella cistifellea. In linea di principio, questo non è lontano dalla verità. Questi "granelli di sabbia" si sovrappongono l'uno sull'altro e "crescono" formando dei concrementi.

    I concrementi sono diversi nella loro composizione chimica, diversa per densità, singola o multipla. Tutto dipende dalle condizioni specifiche. Perché questo si verifica nella cistifellea? In generale, la cistifellea è il luogo ideale per questo. Normalmente, la cistifellea si accumula, si concentra e periodicamente, se necessario, "spara" la bile nei dotti biliari e poi nel duodeno, dove la bile è coinvolta nel processo digestivo. Il volume totale della bile nella cistifellea una volta non supera i 25-50 cm3 e la sua composizione viene costantemente aggiornata. In caso di violazioni, di cui abbiamo discusso in precedenza, la cavità della cistifellea viene isolata dal corpo e diventa simile al Mar Morto con le sue leggi fisico-chimiche. In natura, a volte è possibile osservare il processo di formazione di calcoli, che avviene anche all'aria aperta con la partecipazione di umidità e sali dell'atmosfera. La foto mostra una pietra a forma bizzarra 1.5x1.0x0.4 m, creata dalla natura. La pietra cresce gradualmente, formando nuovi flussi e imponendo. Punti bianchi nella foto - l'inizio di questo processo, che è apparso nell'ultimo anno. Pietre simili possono essere trovate nelle regioni nord-occidentali della nostra regione.

    Situazione due. Il paziente sa che ha delle pietre nella sua cistifellea. Gli attacchi della malattia in passato (un attacco in diversi anni) ha iniziato ad aumentare (diversi attacchi in un anno). La pietra divenne grave. C'era quasi costante pesantezza nell'ipocondrio, sensazione di amarezza in bocca, nausea. C'è un legame tra sintomi e assunzione di cibo, esercizio fisico. Ricevere enzimi no-shpy e digestivi porta sollievo al prossimo attacco. La qualità della vita soffre e il paziente stesso insiste sulla chirurgia. Questo - ospedalizzazione in modo pianificato. Nella clinica della facoltà di chirurgia dell'Università statale di Volgograd da solo, si tratta di 320-400 pazienti all'anno.

    Le pietre nella cistifellea possono essere di varie dimensioni, da pochi millimetri a diversi cm di diametro. Ciò che li unisce è che aumentano di dimensioni e quantità nel tempo.

    Situazione tre. Il paziente sa che ha delle pietre nella sua cistifellea. Dopo un'altra violazione della dieta (e siamo tutti persone, voglio mangiare diverse e gustose) ci sono stati dolori marcati nel giusto ipocondrio con nausea e vomito di bile. Ma-shpa non aiuta, il dolore persiste. Torturato da un giorno all'altro (la natura dei pazienti è diversa, in alcuni - semplicemente fastidiosa per la bruttezza), torturando se stessi e parenti, il paziente (cioè l'80% dei pazienti sono donne) chiama il servizio di pronto soccorso e va in ospedale in una notte profonda il sabato o la domenica con le parole : "Salvami, trattami presto, dottore..."

    A volte i pazienti possono essere ascoltati: "Oh, dottore, stavo morendo di fame Malakhov, da me calcoli biliari a pezzi. Perché ho bisogno di un'operazione? "

    Cerchiamo di spiegare che la suddetta "dieta" implica l'ingestione di farmaci coleretici di alta classe (50 grammi di vodka con olio d'oliva e una fetta di limone 30 minuti prima dei pasti). Per un corpo sano diverso dai benefici - nessun danno. Ma se ci sono pietre nella cistifellea, può provocare un attacco, spostando le pietre verso l'uscita dalla vescica verso il suo "collo". Inoltre, piccole pietre, di 2-3 mm di diametro, possono migrare verso i dotti biliari, causando un attacco di pancreatite e ittero.

    Spieghiamo inoltre che le pietre non possono volare fuori di pezzi, mi dispiace, non sono venute fuori in termini di dimensioni. E le dimensioni dei dotti biliari non superano normalmente 5-7 mm di diametro e l'apparato neuromuscolare della papilla duodenale maggiore (BDS) situato all'estremità dei condotti elimina qualsiasi calcolo nel lume duodenale. Cosa esce dal paziente? Feci colorate con la bile, che fa funzionare l'intestino alla velocità di una meteora, interrompendo la fisiologia del processo digestivo e il normale metabolismo.

    La quarta situazione. Il paziente entra in ospedale con dolori addominali, nausea e vomito che sono sorti tra il completo "benessere". Tali attacchi non sono mai stati prima. La terapia farmacologica moderata allevia il sintomo del dolore. Quando si esaminano i concrementi si trovano nella cistifellea. Una situazione simile o una colecistite calcanea acuta (calcoli, calcoli) può verificarsi a qualsiasi età. I pazienti, di regola, rifiutano l'operazione proposta per motivi personali, rinviando la soluzione del problema fino al prossimo attacco. Ci sono pochi pazienti di questo tipo, non più del 7-10% di tutti quelli che entrano in ospedale con una colecistite calcicola.

    La situazione è la quinta. Il paziente entra in ospedale con forti dolori addominali, nausea e vomito, che sono sorti dopo una pesante festa. I dolori stessi non vanno via, i farmaci non aiutano. In serata, la temperatura sale a 37,2-37,5 C. Viene eseguita la terapia infusionale intraospedaliera, infondendo soluzioni speciali per via endovenosa. Con il trattamento, il dolore è leggermente ridotto, ma rimane nel giusto ipocondrio, dove il medico può palpare una colecisti ingrossata e dolorosa. Questa situazione è chiamata colecistite calculous ostruttiva acuta. La parola "otturazione" in questa situazione significa che il calcolo ha bloccato l'uscita della bile dalla colecisti e non può uscirne. La cistifellea aumenta di dimensioni, unisce infiammazione e infezione. Un'ecografia mostra una grande cistifellea con una pietra nel collo della cistifellea. Viene mostrata un'operazione urgente.

    In linea di principio, i sintomi possono regredire. Ma una buona terapia infusionale con due antibiotici e un costante monitoraggio ecografico della condizione della cistifellea sono necessari per non perdere lo sviluppo di complicanze. L'operazione potrebbe essere ritardata per un po 'di tempo.

    Perché è necessaria un'operazione di emergenza? In questa situazione si sviluppano processi distruttivi (distruttivi) nella cistifellea, il cui esito può essere la distruzione delle pareti della vescica con lo sviluppo della peritonite. Nella fase iniziale di questo processo, possiamo vedere sugli ultrasuoni, oltre alla pietra fissa e il cosiddetto. il sintomo del "raddoppio del contorno delle pareti della cistifellea", quando il suo muro si infittisce e si stratifica. In questa fase, la regressione dei cambiamenti diventa impossibile. Sullo sfondo dell'infiammazione, la bile nella cistifellea si infetta e si trasforma in pus. Inoltre, lo sviluppo di peritonite, la formazione di ascessi perirapici e altri orrori di chirurgia maggiore sono possibili.

    La sesta situazione è quando l'attacco al dolore addominale è complicato dalla colorazione itterica della pelle e dalla sclera degli occhi, vale a dire. l'aspetto del cosiddetto ittero ostruttivo. Perché è apparso l'ittero? Le cause della sua insorgenza emettono molti, ma il più delle volte - è la migrazione o la formazione del calcolo nei dotti biliari. Questa situazione è chiamata coledocolitiasi e richiede un trattamento conservativo a lungo termine e un serio intervento chirurgico sia sulla cistifellea che direttamente sui dotti biliari.

    Quindi, a seguito di vari motivi di cui abbiamo parlato sopra, il paziente è ricoverato in ospedale e gli è stato offerto un intervento chirurgico. Indicazioni per set chirurgico. Il medico spiega che è possibile rimuovere la cistifellea, come una grande incisione, e attraverso le forature della parete addominale:

    - Lazyarem? il paziente chiede, sperando.

    - Lazzaro, Lazzaro, il dottore è d'accordo.

    Colelitiasi (colelitiasi)

    Malattia di calcoli biliari (calcoli biliari) è stata conosciuta fin dai tempi antichi. La sua menzione si trova negli scritti dei dottori del Rinascimento. Lo sviluppo dell'anatomia nei secoli XVI - XVII contribuì allo studio delle malattie del fegato e della cistifellea.

    L'incidenza della malattia del calcoli biliari negli ultimi decenni è aumentata drasticamente e continua a crescere. Nei paesi sviluppati, compete in frequenza con l'ulcera gastrica e l'ulcera duodenale e acquisisce il valore di un problema sociale. Secondo la ricerca, nel 10% della popolazione si trovano pietre o cistifellea o sabbia. Tuttavia, le manifestazioni cliniche della malattia si riscontrano solo nel 10% dei portatori di pietra, principalmente nelle donne di età compresa tra i 30 ei 55 anni.

    I calcoli biliari si possono formare a qualsiasi età, ma è piuttosto difficile determinare il momento esatto in cui i calcoli biliari iniziano a formarsi, poiché non si avvertono da molto tempo.

    Cause di malattia di calcoli biliari

    Cause di malattia del calcoli biliari: un disturbo metabolico che porta alla formazione di calcoli biliari nei dotti biliari epatici (colelitiasi intraepatica), nel dotto biliare comune (coledocolitiasi) o nella cistifellea (colecistolitiasi). Più spesso, le pietre si formano nella cistifellea e molto meno spesso nello stesso tempo nei dotti biliari e nella colecisti. Anche le malattie infettive e il ristagno di bile dovuto a malnutrizione o flessione della colecisti possono contribuire alla formazione di calcoli.

    Il principale significato di questa patologia è la violazione del metabolismo del colesterolo con un alto contenuto di colesterolo nel sangue e nella bile (il colesterolo è presente nella maggior parte delle pietre). [Ci sono colesterolo, pigmento, calcare e pietre miste. La stragrande maggioranza delle pietre ha una composizione mista con una predominanza di colesterolo. Contengono più del 90% di colesterolo, 2-3% di sali di calcio e 3-5% di pigmenti e la bilirubina si trova di solito sotto forma di un piccolo nucleo al centro del calcolo. Le pietre con una predominanza di pigmenti contengono spesso un significativo miscuglio di sali di calce e sono chiamate pigmento-calce. - Malattia di calcoli biliari // Wikipedia]

    Ecco perché la malattia del calcoli biliari è spesso associata a aterosclerosi, diabete, obesità e altre condizioni che sono accompagnate da un aumento del livello di colesterolo nel sangue.

    L'assorbimento del colesterolo dal cibo avviene nell'uomo lungo l'intera lunghezza del piccolo intestino, ma principalmente nel digiuno duodenale e superiore. Normalmente, una persona assorbe circa il 40% del colesterolo che viene dal cibo, che inibisce la sua sintesi nel fegato. Il colesterolo è normale a causa degli acidi biliari e dei fosfolipidi conservati allo stato di dissoluzione. Se la quantità di acidi biliari e fosfolipidi diminuisce al di sotto di un livello critico, si creano condizioni favorevoli per la precipitazione del colesterolo.

    In alcuni casi, la formazione di bile litogenico (cioè capace di formare calcoli di colesterolo) può essere associata a una maggiore secrezione di colesterolo, che è spesso osservata nell'obesità. Fattori quali predisposizione genetica, cattiva alimentazione, disturbi metabolici e circolazione epato-intestinale regolare dei principali componenti della bile contribuiscono a modificare le proprietà della bile. La concentrazione di colesterolo nella bile aumenta con l'obesità, l'ipotiroidismo, il diabete e la gravidanza, cioè con i cambiamenti ormonali nel corpo.

    Le infezioni contribuiscono alla formazione delle pietre in modo tale che durante l'infiammazione della colecisti, la composizione colloidale e chimica della bile viene interrotta, a causa della quale bilirubina, colesterolo, calcio cadono e si verifica la formazione di pietre miste tipiche dell'infezione della colecisti.

    La stagnazione della bile nella colecisti crea anche precondizioni per la formazione di calcoli, poiché contribuisce alla sua maggiore concentrazione e aumento della concentrazione di colesterolo e bilirubina in esso (10-12 volte), e il graduale assorbimento degli acidi biliari porta ad una diminuzione del loro contenuto in bile. Inoltre, la stagnazione della bile può essere un terreno fertile per un focolaio di infezione. Discinesia biliare (compromissione della funzione contrattile) della cistifellea può portare al ristagno della bile; attorcigliamenti, aderenze o cicatrici dei dotti biliari; aumento della pressione addominale durante la gravidanza o per altri motivi; omissione di organi interni; costipazione persistente, stile di vita sedentario, pasti rari, ecc.

    Anche la predisposizione ereditaria è importante: i calcoli biliari sono spesso riscontrati in diverse generazioni della stessa famiglia, specialmente lungo la linea femminile.

    Fasi della malattia di calcoli biliari

    Ci sono tre fasi della malattia del calcoli biliari:

    1. Stadio chimico della malattia del calcoli biliari

    Il fegato produce bile, supersatura di colesterolo, con un contenuto ridotto di acidi biliari e fosfolipidi (bile litogenica). A questo stadio non ci sono segni esterni della malattia, può essere determinato sulla base di uno studio gastroduodenale basato sui risultati di cambiamenti nelle proprietà della bile. Non ci sono ancora pietre. Il primo stadio può durare per molti anni.

    Il trattamento in questa fase consiste nell'osservare il regime igienico generale, l'alimentazione frazionale razionale, la prevenzione dell'obesità e la disfunzione del tratto gastrointestinale e l'eliminazione del ristagno della bile. È necessario un carico fisico costante e costante, poiché aumenta il flusso della bile. Nella dieta è utile la dieta terapeutica numero 5 ad eccezione degli alimenti grassi, ipercalorici e ricchi di colesterolo, in particolare con una predisposizione ereditaria alla formazione di calcoli e sovrappeso.

    Mangiare con la dieta numero 5 frazionale (5 volte al giorno). Escludere i cibi fritti, il cibo è dato in una forma calda, i piatti freddi sono esclusi. Consentire zuppe vegetariane (1/2 piastra) con verdure o cereali, zuppa di latte. Varietà di carne a basso contenuto di grassi sotto forma di cotolette di vapore, pollo può essere dato un pezzo, ma in forma bollita. Il pesce è consentito varietà a basso contenuto di grassi di ricotta bollita, non acida (meglio di fatto in casa), omelette proteiche, latte, formaggi miti, burro. Le verdure prescrivono la forma squallida grezza. Si consigliano frutta matura e dolce e piatti da loro. Solo pane bianco, essiccato. Escludere dalla dieta legumi (piselli, lenticchie, fagioli), verdure ed erbe, ricchi di oli essenziali (aglio, cipolle, ravanelli, ravanello) La quantità giornaliera di liquido è regolata a 2-2,5 litri.

    Le bevande sono succhi di frutta e di bacche utili, fianchi di brodo, acqua minerale, tè dolce debole con marmellata o miele, tè con latte, bevande alla frutta, bevande alla frutta, ecc.

    Gli alimenti fritti escludono. Puoi cucinare piatti da stufati e in forma cotta (dopo la pre-ebollizione). La quantità di grasso nella dieta è adeguata alla norma fisiologica, 1/3 di grasso è dato sotto forma di olio vegetale.

    L'olio vegetale (oliva, girasole, mais) viene aggiunto alle insalate, ai contorni di verdure e cereali.

    Le uova hanno un effetto coleretico attivo, migliorano la funzione motoria della cistifellea. Allo stesso tempo, a causa di questo, alcuni pazienti avvertono dolore nell'ipocondrio destro, nel qual caso anche le uova sono limitate.

    Si consiglia di consumare 100-150 g di frutta e verdura cruda (carote, crauti, sedano, frutti di bosco salati e non acidi) 3-4 volte al giorno prima dei pasti.

    La dieta dovrebbe essere satura di fibre con l'aggiunta di crusca di frumento (15 g, 2 volte al giorno), che spesso elimina la litogenicità della bile e normalizza la motilità intestinale.

    Se necessario, il medico prescrive farmaci che stimolano la sintesi degli acidi biliari e sopprimono la produzione di colesterolo.

    2. Stadio asintomatico (latente) della malattia del calcoli biliari

    Su di esso, le pietre sono già formate nella cistifellea, ma il paziente non sente alcun sintomo di ciò. Il processo di formazione del calcare è associato al ristagno della bile, al danneggiamento della membrana mucosa, all'infiammazione della parete della cistifellea.

    Questo stadio può anche durare per un periodo piuttosto lungo, ma le pietre sono già determinate su raggi X o su ultrasuoni. È possibile determinare la dimensione e la forma della cistifellea, lo spessore del suo muro, la presenza in esso del calcolo, il loro numero e dimensione.

    I sintomi clinici compaiono 5-11 anni dopo la formazione dei calcoli biliari.

    Il trattamento in questa fase implica il rispetto della dieta, dando la preferenza ai cibi vegetariani ricchi di fibre, alla prevenzione dell'obesità e al leggero sforzo fisico costante obbligatorio.

    3. La terza fase della malattia del calcoli biliari - clinica (colecistite calcificata)

    Le manifestazioni cliniche della malattia del calcoli biliari dipendono dalla posizione dei calcoli biliari, dalla loro dimensione, composizione e quantità, dall'attività infiammatoria e dallo stato funzionale del sistema biliare. Le pietre della cistifellea nel corpo e nella parte inferiore (zona "silenziosa") non presentano sintomi clinici evidenti finché non cadono nel dotto cistico. Una pietra intrappolata nel collo dei blocchi della cistifellea (ostruisce) la sua uscita e questo causa coliche galliche (epatiche). In futuro, l'otturazione cervicale può essere temporanea, la pietra ritorna alla cistifellea o penetra nel dotto cistico e si ferma lì o passa nel dotto biliare comune. Se la dimensione della pietra (fino a 0,5 cm) lo consente, può entrare nel duodeno e uscire dalle feci.

    I tre gruppi principali di calcoli biliari

    Ci sono tre gruppi principali di calcoli biliari.

    1. Pietre di colesterolo Pietre di colesterolo puro, bianche o giallastre, si trovano nella cistifellea; di solito sono single, hanno una forma rotonda o ovale, polmoni (non sprofondare in acqua), bruciano con una fiamma luminosa quando vengono bruciati. L'incisione ha una struttura radiante dovuta alla disposizione radiale dei cristalli di colesterolo.

    2. Pietre pigmentate nere. I pigmenti sono composti da bilirubina e calce. Sono di varie forme, spesso molto piccole e numerose, di colore nero con una sfumatura verdastra, densa ma fragile. Le pietre puramente calcaree costituite da carbonato di calcio sono estremamente rare.

    3. Calcoli di colesterolo calcico-pigmenti misti. Si trovano più spesso: annegano nell'acqua e non bruciano bene, hanno uno schema a strati sul taglio. La forma e la dimensione delle pietre miste sono diverse, ma più spesso sono piccole e multiple.

    Provocano un attacco di cibi grassi, spezie, carni affumicate, condimenti piccanti, forte stress fisico, lavoro in posizione inclinata, nonché infezioni ed emozioni negative. Nelle donne, la colica a volte funziona con le mestruazioni o si sviluppa dopo il parto.

    Colica biliare

    Colica biliare inizia improvvisamente. All'inizio dello stupa, i dolori sono diffusi e coprono l'intero ipocondrio destro, quindi si concentrano nella regione della cistifellea o nella regione epigastrica. L'intensità del dolore è varia: dal forte, dal taglio al dolore relativamente debole. A volte il dolore dà alla regione lombare, alla regione del cuore, provocando un attacco di angina pectoris. Un attacco doloroso può durare da alcuni minuti a diverse ore o persino giorni, con il dolore che si attenua e quindi si intensifica nuovamente. Le contrazioni rinforzate della cistifellea contribuiscono all'ulteriore avanzamento della pietra, a volte dopo che lo spasmo si rilassa, la pietra scivola di nuovo nella zona "silenziosa" - sul fondo della cistifellea.In entrambi i casi, il sequestro termina con la stessa rapidità con cui inizia e le condizioni del paziente migliorano. Se un attacco di colica è prolungato, alla fine di esso può verificarsi ittero a seguito di un lungo spasmo del dotto biliare comune, di solito a breve termine (2 - 3 giorni) e non raggiunge un'intensità elevata.

    La colica biliare è solitamente accompagnata da nausea e vomito ripetuto, i pazienti notano una sensazione di pesantezza sotto il cucchiaio, flatulenza, sedia instabile. Un aumento della temperatura corporea è un segno abbastanza affidabile di una reazione infiammatoria che ha unito o causato colica epatica. L'alta temperatura (più di +38 ° C) è spesso un segno di colecistite purulenta e distruttiva.

    L'esame laparoscopico aiuta a chiarire la diagnosi e il trattamento corretto. Nella fase di esacerbazione, la cistifellea è allargata, tesa, il suo muro è infiammato, opaco, con vasi dilatati. Con lo scopo diagnostico e allo stesso tempo medico, sotto il controllo di un laparoscopio, si può eseguire una puntura della cistifellea.

    Complicazioni, indicazioni per la chirurgia

    Quando la malattia del calcoli biliari spesso sviluppa complicazioni che richiedono un intervento chirurgico, ecco perché è necessario lo sviluppo di colica epatica per chiamare necessariamente un'ambulanza. Solitamente tali pazienti vengono trattati nel reparto chirurgico in modo da non perdere il tempo in cui può essere necessaria un'operazione di emergenza. Se la colica non è complicata, è possibile rinunciare al trattamento medico.

    L'operazione è indicata in tutti i casi in cui i sintomi della colecistite calcicola si uniscono (colica, febbre, nessun miglioramento negli intervalli tra gli attacchi). In presenza di grandi (maggiore di 3 cm) pietre, creando il pericolo di piaghe da decubito, e piccoli (5mm o meno) a causa della possibilità di pietre loro uscite nei dotti biliari, i pazienti richiedono un intervento chirurgico. Un'operazione pianificata deve essere eseguita prima di attacchi ripetuti, in assenza di complicazioni e comorbilità.

    È noto che la rimozione della cistifellea per la colecistite calcicola non allevia i pazienti dai disturbi metabolici.

    Il numero di pazienti che rimangono o riappaiono dolore e disturbi dispeptici dopo la rimozione della cistifellea è abbastanza grande.

    Lo stato di miglioramento continuo della salute nei pazienti sottoposti a colecistectomia si ottiene aderendo alla dieta e all'uso di droghe.

    La dieta fornisce la nutrizione più delicata per l'intero sistema del fegato e del tratto gastrointestinale. La dieta numero 5 prevede una riduzione delle calorie, un contenuto proteico normale, una significativa limitazione dei grassi e degli alimenti che contengono grandi quantità di colesterolo, la restrizione dei carboidrati facilmente digeribili. Dopo 1,5 - 2 mesi dopo l'intervento consigliato dieta № 5, arricchita di fibre (crusca di grano, carote, cavoli, mais, avena ingrassare, succhi di frutta, ecc...). Una tale dieta normalizza la composizione chimica della bile.

    Insieme con terapia dietetica usando i farmaci, come la maggior parte dei pazienti un effetto terapeutico odi di alimentazione, non è possibile eliminare il dolore e disturbi nel tratto gastrointestinale per migliorare la composizione chimica della bile ed eliminare gli altri sintomi della malattia.

    Medico prescrive un farmaco normalizzare la funzione dello sfintere del dotto biliare e del duodeno (nitroglicerina debridat, nepatofalk, Nospanum) adsorbenti acidi biliari (remagel, gel di fosfato di alluminio, colestiramina), riducendo l'infiammazione della mucosa (De-Nol, Vikair, Venter et al. ), inibendo l'attività della flora microbica patologica (furazolidone, biseptolo, eritromicina, ecc.). Quando getto epatite somministrato mezzi per proteggere le cellule del fegato (Essentiale, Planta, lipamid), e pancreatite - preparati enzimatici (pancreatina triferment et al.).

    Dopo la rimozione della cistifellea nei pazienti, è imperativo stabilire un'alimentazione corretta. Oltre a una dieta a basso contenuto calorico, i preparati biliari (liobil, ecc.) E ursofalk, henofalk, sono prescritti per normalizzare la composizione chimica della bile.

    Con la continua litogenicità della bile, il medico prescriverà il farmaco appropriato.

    Il trattamento conservativo di calcoli biliari è volta a creare le condizioni per una migliore deflusso della bile e ridurre la propensione per l'ulteriore formazione di calcoli: consigliata la vita sedentaria, pasti frequenti con la limitazione dei prodotti contenenti colesterolo, acqua minerale e preparati colagogo.

    Tutto ciò che devi sapere sul colesterolo e l'aterosclerosi

    Calcoli biliari: sintomi, trattamento, cosa fare?

    La colelitiasi è una malattia in cui si formano le pietre o, in termini semplici, pietre nella cistifellea e nei dotti biliari.

    La cistifellea è adiacente al fegato, che produce costantemente la bile e la rimuove in questo tipo di riserva.

    Non appena una persona inizia a mangiare, la bile viene rilasciata dalla vescica nel duodeno e, di conseguenza, il cibo mangiato viene scomposto in sostanze nutritive.

    Quali sono i calcoli pericolosi?

    Alcuni medici danno una risposta alla domanda su quanto siano pericolosi i calcoli biliari come segue:

    - E 'facile immaginare che una tale pietra, e se si tratta di una sostanza dura formata nella vescica elastica, anche se in una piccola copia, allora la persona ha bisogno di adottare misure urgenti per rimuoverlo.

    Dopo tutto, le pareti del corpo sono tessuti molli che possono facilmente essere danneggiati.

    Se conduci un esperimento con un palloncino, puoi immaginare più chiaramente come si comportano i calcoli biliari.

    Abbiamo bisogno di prendere un palloncino ordinario e metterci dentro tanti ciottoli quanti i dottori hanno diagnosticato, ovviamente, date le loro dimensioni.

    Dopo di ciò, eseguire le seguenti manipolazioni: il palloncino deve essere gonfiato leggermente e immediatamente spazzato via, perché questo è il modo in cui le pareti della cistifellea nel corpo umano si restringono.

    Quindi, sarà possibile risalire per quanto tempo la bolla sarà danneggiata dall'attrito delle pietre.

    Spesso il problema del pericolo del calcolo viene discusso con altre domande: come sbarazzarsi dei calcoli biliari e quando farlo?

    Dopo tutto, se ci sono pietre nei dotti biliari e nella vescica, questo non significa che una persona sentirà un attacco di dolore.

    Il calcolo viene spesso chiamato una bomba ad orologeria. Può accadere che quando inizia l'attacco di dolore, non solo la medicina, ma anche l'operazione non sarà in grado di aiutare.

    Questo fattore è semplicemente spiegato. Quando la cistifellea si restringe, cosa che accade ogni volta che una persona mangia cibo, le pietre si sfregano contro le sue pareti.

    Col passare del tempo, le pareti della vescica si addensano (per renderlo più chiaro, un esempio è la comparsa di calli sulla pelle), e poi iniziano a rompersi.

    Di conseguenza, non è rimasto nulla se non eseguire un'operazione di emergenza per rimuovere un organo, altrimenti gravi conseguenze arriveranno.

    Prevenzione dei calcoli biliari

    D'altra parte, se una persona ha una pietra nella cistifellea, ciò non significa che abbia bisogno di un'operazione.

    Dopo tutto, le droghe per sciogliere le pietre sono state inventate nell'antichità, la cosa più importante è usarle nel tempo. Ma il trattamento migliore è quello di prevenire il loro aspetto.

    Tre cose principali che devi fare per non disturbare mai la cistifellea:

    1. Se una persona è abituata al cibo spazzatura e non sa cosa significa attenersi alla dieta, allora deve assolutamente riconsiderare il suo stile di vita e cambiare il menu. Al fine di prevenire la malattia del calcoli biliari, è necessario inserire nella vostra dieta prodotti più naturali sia di origine vegetale che animale. Devono essere fonti di proteine, carboidrati e grassi facilmente digeribili;
    2. Bevi acqua salutare per il corpo. Questo è bene o acqua di sorgente. Il corpo umano è quasi l'80% di acqua. Gli scienziati hanno dimostrato che l'acqua nata dalla terra protegge le cellule del corpo dai batteri nocivi. Una cellula sana contiene acqua strutturata. Non appena una cellula viene attaccata dagli agenti patogeni, si circonda con un fluido strutturato;
    3. Sposta molto. Nella maggior parte degli uomini e delle donne, è lo stile di vita sedentario che causa la malattia del calcoli biliari.

    Tipi di pietre e diagnosi di malattia di calcoli biliari

    La formazione di calcoli nella cistifellea contribuisce ai cristalli di colesterolo e ai sali di calcio del pigmento calcico.

    Molto spesso, le pietre sono di tipo misto, altri tipi di pietre costituite da un componente sono rari.

    I tipi di pietre miste contengono il 90% dei cristalli di colesterolo, solo il 2-3% dei sali di calcio e circa il 3 - 5% dei pigmenti.

    Queste pietre, che sono dominate dai pigmenti, sono composte da sali di calce.

    La differenza nel calcolo, che può formarsi nella cistifellea di una persona, non è limitata a componenti diversi.

    Le pietre possono avere strutture cristalline, fibrose, stratificate e amorfe. Allo stesso tempo nella cistifellea di un paziente possono essere osservate pietre con diversa struttura e composizione.

    Le dimensioni e la forma delle pietre possono essere molto diverse. Alcuni possono essere granelli di sabbia meno di un millimetro, altri possono essere di grandi dimensioni e pesare 70 - 80 g. Per quanto riguarda la forma delle pietre, può essere molto vario.

    Per determinare la dimensione delle pietre formate nella cistifellea e nei dotti biliari, consente l'ecografia.

    Sullo schermo dell'apparato ad ultrasuoni, le pietre appaiono come sigilli, accompagnate da un'ombra ultrasonica.

    Molto spesso, le formazioni si trovano sulla parete posteriore del corpo, muovendosi quando una persona cambia posizione del corpo.

    Nel processo di esame ecografico, è possibile identificare pietre con dimensioni minime, il che significa che anche la presenza di sedimenti in una bolla può essere considerata.

    Con l'aiuto degli specialisti di ultrasuoni è possibile determinare la dimensione, la forma e la posizione delle pietre, nonché la pervietà dei dotti biliari.

    Pertanto, l'accuratezza della diagnosi dell'ecografia dei calcoli biliari può superare il 97%. La cosa principale è prepararsi adeguatamente alla procedura: alla vigilia dello studio, è facile cenare, lo fanno fino alle 18:00

    Al momento di coricarsi, fai un clistere purificante (devi pulire il tubo digerente dall'acqua pulita). Dal momento che hai bisogno di fare un'ecografia a stomaco vuoto, non puoi nemmeno bere acqua al mattino.

    I pazienti non sono inoltre invitati a fumare, se possibile, si dovrebbe rifiutare di assumere farmaci.

    Altri metodi per la diagnosi di calcoli biliari

    I segni di calcoli biliari consentono di confermare i metodi di esame radiografico.

    Ad esempio, questo può essere un esame a raggi X, che è indesiderabile per le persone con immunità indebolita, perché in questo caso c'è un forte carico di radiazioni sul corpo.

    Tuttavia, questo metodo è altamente informativo, dal momento che sull'immagine finita si può persino vedere la manifestazione dei calcoli a raggi X, che non sono determinati dall'ecografia.

    Oltre alla radiografia, c'è la colecistografia orale e endovenosa, che viene utilizzata per determinare calcoli a raggi X o colesterolo.

    Poche persone iniziano a trattare la colelitiasi anche dopo che hanno tutti i segni di calcoli biliari.

    Ciò che ci si può aspettare non è chiaro, tranne che per un nuovo attacco di dolore, dopo il quale dovrai fare qualcosa. Se la pietra inizia ad uscire e rimane bloccata nel dotto biliare, la persona si torce in modo che sia pronto a salire sul muro.

    La diagnosi tempestiva della malattia del calcoli biliari consente di generare rapidamente il regime terapeutico ottimale.

    Sintomi e trattamento di JCB

    Nel decidere come sbarazzarsi dei calcoli biliari, il medico prende in considerazione i sintomi della malattia.

    Sfortunatamente, i sintomi della malattia del calcoli biliari sono quasi sempre quasi impercettibili. Per questo motivo, quando il paziente si rivolge per un aiuto ai medici, l'ICD si trova spesso in uno stato di abbandono.

    I sintomi principali della colelitiasi suggeriscono un attacco di dolore, che è penetrante in natura e si sente proprio sotto le costole nella zona del fegato.

    Spesso, un tale attacco di dolore è accompagnato da nausea e soffocamento. Durante questo periodo, si avverte un retrogusto amaro nella bocca del paziente, che non può essere rimosso. Questo fattore è spiegato dal rilascio di bile nello stomaco.

    Altri sintomi di colelitiasi possono esprimersi con flatulenza, problemi con le feci.

    In alcuni casi, prima di dare un attacco di dolore a se stessi, la temperatura corporea di una persona aumenta e dura fino a 370 ° C, appare un malessere generale. Un attacco di dolore in JCB può essere accompagnato da ingiallimento della pelle e sclera degli occhi.

    Sintomi di malattia di calcoli biliari e di malnutrizione.

    In questo caso, i provocatori della esacerbazione della malattia sono cibi piccanti, salati, affumicati e grassi, che diventano ancora più difficili per il fegato a causa della sua preparazione mediante frittura.

    Lo stress frequente e l'esercizio eccessivo sul corpo esacerbano i sintomi dei calcoli biliari.

    In alcuni casi, un attacco di dolore può essere riflesso dietro lo sterno, che assomiglia ai sintomi dell'angina.

    Pertanto, i sintomi esterni della malattia del calcoli biliari devono essere confermati dai risultati dell'esame dell'hardware, che consentirà di trattare in modo mirato la malattia esistente.

    Metodi di trattamento per la malattia del calcoli biliari

    Nella medicina moderna, ci sono diversi modi per ottenere pietre dalla colecisti. In ogni caso, questi metodi sono più spesso utilizzati per le donne.

    Questo fattore è spiegato dalle statistiche mediche, che affermano che le donne con calcoli biliari hanno maggiori probabilità di manifestarsi nelle donne rispetto agli uomini.

    Particolarmente spesso i sintomi della colelitiasi nelle donne compaiono nel periodo di gravidanza, quando il corpo produce troppi ormoni femminili, così come quando segue una dieta ipocalorica.

    Le pietre chiare dalla cistifellea devono avere tempo prima che i sintomi e le conseguenze del blocco del dotto biliare dimostrino.

    Il trattamento conservativo prevede l'introduzione nella cistifellea dell'acido ursodesossicolico, sotto l'influenza di quali pietre si dissolvono.

    Il trattamento può essere effettuato anche con l'uso della colelite da onde d'urto, a causa della quale le pietre vengono schiacciate. Le pietre frammentate attraversano l'intestino.

    Il dolore grave si verifica quando le grandi pietre sono nel dotto biliare. In questo caso, solo la chirurgia aiuterà a pulire i canali.

    Tale operazione viene chiamata laparoscopia, prima che venga eseguita, il paziente viene esaminato e testato.

    Vale la pena notare che anche un'operazione chirurgica così innocua, come la laparoscopia, ha controindicazioni.

    L'operazione di rimozione del tartaro dalla cistifellea e dai dotti non può essere utilizzata nell'ultimo trimestre di gravidanza, in caso di malfunzionamento del sistema cardiovascolare, nonché in caso di violazione della coagulazione del sangue.

    Trattamento della malattia di calcoli biliari con rimedi casalinghi

    Il trattamento della malattia del calcoli biliari, che non è ancora in uno stato trascurato, può essere effettuato esclusivamente con l'uso di rimedi popolari.

    Ma in situazioni specifiche, secondo le raccomandazioni del medico, i casi più complicati possono essere trattati con i metodi domestici.

    Raggiungere i risultati più efficaci consentirà il seguente elenco di ricette contro la malattia del calcoli biliari.

    Il trattamento con acqua di patata è una delle opzioni di trattamento più efficaci per i calcoli biliari. L'azione ha lo scopo di rimuovere concrezioni dalla cistifellea e dai suoi dotti, oltre a migliorare la funzionalità epatica: 1 kg di patate crude non pulite, ma lavate, devono essere piegate in un contenitore, versare 6 litri di acqua, aggiungere 1 cucchiaino. salate, quindi mettete sul fuoco, dove le patate cuoceranno fino al self-purè.

    Quando il mosto si raffredda, l'acqua viene versata da essa in barattoli di vetro e le patate vengono gettate via. Le banche coprono le coperture di nylon e le mettono nel frigorifero.

    Il trattamento dura 1,5 mesi, il farmaco viene somministrato secondo il seguente schema: l'acqua della patata viene portata tiepida 3 volte al giorno, 2 cucchiai. l.

    Per prevenire un attacco di dolore e per prevenire le conseguenze dello sviluppo di JCB aiuta il digiuno e il trattamento con olio d'oliva.

    Ma questo metodo può essere applicato solo quando le pietre sono piccole. Altrimenti, è impossibile valutare le conseguenze che potrebbero derivare dall'uscita di grosse pietre.

    Per determinare la posizione e la dimensione esatta dei calcoli biliari consentire radiografia.

    Il trattamento è accompagnato da uno sciopero della fame, quindi una persona deve essere in grado di sopportare la fame, altrimenti non sarà possibile ottenere l'effetto desiderato.

    Per la preparazione quotidiana di medicinali curativi sarà necessario: 1 cucchiaio. olio d'oliva e succo di limone (è possibile utilizzare pompelmo o mirtillo), nonché 1,5 cucchiai. agente lassativo.

    In questo caso, l'opzione migliore è l'olio di ricino.

    I primi e successivi giorni di trattamento sono i seguenti:

    1. Sciopero della fame dalle 18.00 alle 18.00, permesso di bere acqua minerale non gassata;
    2. Alla fine dello sciopero della fame, viene fatto un clistere purificante;
    3. Bevi un bicchiere di olio d'oliva;
    4. Dopo l'olio, un bicchiere di succo aspro viene immediatamente bevuto. Se è male, non puoi bere acqua - l'eccezione è l'acqua salata (puoi bere un sorso). Se la nausea, si consiglia di succhiare spicchi di limone e un riposo di 15 minuti;
    5. Dopo 15 minuti è necessario bere 1,5 cucchiai. mezzi lassativi, dopo altri 15 minuti si può già bere acqua naturale.

    L'effetto della procedura sopra descritta è ridotto all'allentamento dell'intestino. Il succo e l'olio d'oliva contribuiscono alla dissoluzione del calcolo, che può essere sia nella cistifellea che nei suoi dotti.

    Un lassativo consente di rimuovere rapidamente le pietre dalla cistifellea con un movimento intestinale.

    Se durante l'esame la massa fecale avrà un colore non standard, quasi color smeraldo, allora questo significa che i calcoli nella cistifellea sono usciti.

    Anche se raramente accade che le pietre escano dopo la prima sessione di trattamento - in genere sono richieste fino a cinque procedure simili.

    Top