Categoria

Messaggi Popolari

1 Cirrosi
Epatite virale D
2 Prodotti
Cirrosi epatica su ultrasuoni
3 Ricette
Cirrosi biliare
Principale // Prodotti

Rimozione di pietre dalla cistifellea senza rimuovere la cistifellea


Secondo le statistiche mediche, negli ultimi anni il numero di casi in cui è necessario rimuovere le pietre dalla cistifellea è aumentato drasticamente. E la rimozione più comune di calcoli biliari senza rimuovere la cistifellea.

Concetto di base

Questa malattia è familiare a molti individui e, sfortunatamente, non sono state identificate le cause esatte dell'evento e l'aumento del numero di calcoli biliari. Assolutamente tutti sono a rischio, indipendentemente dalla categoria di età. Vale la pena notare che la malattia può influenzare sia l'alcolizzato malato che la persona che conduce uno stile di vita sano. In alcuni casi, la malattia potrebbe non manifestarsi per molto tempo e quindi bruscamente attivarsi immediatamente in forma acuta. Le pietre stesse possono anche essere di varie dimensioni: dai piccoli grani alle noci medie. In parole povere, questi sono cristalli di colesterolo molto duri.

Di norma, il dolore si verifica quando la pietra inizia a muoversi nella direzione dell'intestino tenue, perché con il normale funzionamento del corpo, solo le masse liquide sono all'interno della cistifellea.

I sintomi della malattia

Ci sono diversi sintomi dopo i quali si raccomanda l'operazione di rimuovere calcoli biliari:

  • Forte dolore nella parte destra dell'addome.
  • Nausea persistente
  • Gonfiore.
  • Forte aumento della temperatura corporea.

In questo caso, non esitare ed è necessario consultare urgentemente un medico per evitare complicazioni.

Diagnosi della malattia

Solo un medico esperto può vedere l'intera immagine della malattia e fare la diagnosi corretta.

Il sondaggio inizia con un'indagine dettagliata e un chiarimento della causa esatta. Il più delle volte provocare la formazione di pietre può seriamente passare gravidanza, disturbi metabolici, vari tipi di processi infiammatori e persino predisposizione genetica. Per avere una sicurezza del 100% in presenza di pietre, è necessario un esame ecografico. Secondo i suoi risultati, il medico può dire sul numero e le dimensioni di un corpo estraneo, su come affrontarlo, sulle caratteristiche della vita dopo la rimozione dei calcoli biliari.

I principali metodi di trattamento

Il trattamento è prescritto dopo un esame completo del paziente e una diagnosi accurata. La scelta di un particolare metodo di trattamento dipende dalla gravità della malattia. Se le pietre sono poche e piccole, è possibile rimuovere i calcoli biliari senza rimuovere la cistifellea.

Trattamento con farmaci

Questo metodo è anche chiamato chimica. La medicina non si ferma e negli ultimi anni è stato sviluppato un numero sufficiente di farmaci per sciogliere le pietre formate all'interno del corpo umano. Ma sono impotenti in relazione a pietre di origine calcarea e pigmentaria. Questo metodo ha molti vantaggi e svantaggi. Tra i vantaggi includono:

  • Non c'è alcun effetto meccanico sul corpo umano.
  • Facilità di prendere il farmaco.
  • Se i risultati positivi non richiedono un intervento chirurgico per rimuovere i calcoli biliari.

Ma ci sono un numero significativo di svantaggi:

  • La durata del trattamento. Se la pietra è abbastanza grande, potrebbero volerci 2-3 anni per dissolversi o almeno ridursi.
  • Poiché le droghe sono molto forti e la composizione di base è composta da elementi chimici, altre malattie possono essere esacerbate.
  • L'uso di questo metodo è escluso per le donne in gravidanza e in allattamento.
  • L'intero corso del trattamento, indipendentemente dai risultati, richiede una discreta quantità di denaro.

Molto spesso, questi farmaci sono prescritti dopo la frantumazione laser o ultrasonica di pietre per la loro eliminazione indolore dal corpo.

Rimozione di pietre con ultrasuoni

Il metodo più comunemente usato, che dà un risultato positivo del 99%. Per eseguire questa procedura in un ospedale ci deve essere un'attrezzatura speciale. Crea e dirige i tratti d'onda su un corpo estraneo, che contribuiscono alla scissione o schiacciamento della pietra. Il corso delle procedure viene eseguito fino a quando le particelle si disintegrano in pezzi non più di 3 millimetri. In questo caso, sono abbastanza capaci di uscire dalla bolla da soli, in modo naturale.

Ogni impatto deve essere eseguito con la macchina ad ultrasuoni collegata, poiché i pezzi di separazione possono essere abbastanza taglienti e danneggiare la calotta interna.

Come il precedente metodo di risparmio, quando si lavora con gli ultrasuoni ha i suoi vantaggi e svantaggi. pro:

  • rimozione di pietre dalla cistifellea senza danni meccanici;
  • danno minimo alla salute generale del paziente.
  • corpo estraneo dovrebbe essere non più di 2,5 centimetri;
  • dopo il trattamento, possono verificarsi colecistite, coliche ricorrenti, ittero, colecistite;
  • equipaggiamento speciale certificato non è in ogni istituzione medica;
  • escluso durante la gravidanza.

Trattamento laser

La rimozione laser delle pietre dalla cistifellea è il metodo di esposizione più giovane e moderno. Per la procedura richiede attrezzature costose speciali e specialisti altamente qualificati. La macchina laser viene inserita nel volto dell'uomo con forature minime. Il medico prende la mira e rilascia raggi laser. La rimozione di calcoli dalla cistifellea, di regola, viene raggiunta dopo 5-6 sedute. Nel processo di frantumazione può formare particelle con angoli acuti che possono danneggiare le mucose interne, quindi l'intero corso della procedura deve essere controllato utilizzando una macchina ad ultrasuoni. Affinché la pietra schiacciata possa fuoriuscire il più rapidamente e indolore possibile, vengono prescritti farmaci stimolanti per l'individuo.

Il principale vantaggio è che la pelle è danneggiata al minimo. svantaggi:

  • la rimozione di pietre dalla cistifellea usando un laser è possibile se la loro dimensione non supera i 3 centimetri;
  • Esiste la possibilità di ottenere una bruciatura laser delle mucose interne;
  • possibili esacerbazioni di malattie di terzi.

I medici moderni sono sempre più inclini a metodi di trattamento non chirurgici, poiché non vi è garanzia al 100% che le pietre nei condotti dopo la rimozione della cistifellea scompariranno per sempre. Da ciò possiamo concludere che, in caso di anche minimi problemi di salute, non è necessario posticipare la visita a uno specialista e consentire lo sviluppo della malattia o del processo infiammatorio.

Come sbarazzarsi di calcoli biliari senza intervento chirurgico

Quando le pietre si trovano nella cistifellea, il medico prescrive ulteriori tattiche di trattamento individualmente per ciascun caso. A seconda delle dimensioni delle pietre e delle condizioni del paziente, si consiglia di frantumare e sciogliere le pietre, che sono metodi non chirurgici di terapia medica.

Rilevazione di calcoli biliari

Oggi la medicina offre diverse opzioni su come sbarazzarsi dei calcoli biliari senza un'operazione, ognuno dei quali ha i suoi vantaggi e svantaggi.

Scioglimento della droga

Il trattamento farmacologico di calcoli nella cistifellea senza chirurgia è prescritto solo se i calcoli di colesterolo non superano le dimensioni di due centimetri.

La terapia viene effettuata con la nomina di farmaci con acido ursodesossicolico e chenodeossicolico, che sono analoghi degli acidi biliari.

Preparati con acido ursodesossicolico sono usati per ridurre la concentrazione di bile. Questi includono:

Presenti mezzi consumati una volta al giorno a un dosaggio corrispondente al peso del paziente. I farmaci non possono essere utilizzati se ci sono processi infiammatori nelle vie biliari, cirrosi epatica, insufficienza renale.

Farmaci per il trattamento di droga

I preparati con acido chenodesossicolico contribuiscono alla dissoluzione parziale (e talvolta completa) dei calcoli biliari. Questi includono:

I fondi con acido chenodeossicolico sono controindicati nell'ulcera gastrica, colecistite, infiammazione dell'intestino, dell'esofago e dello stomaco e insufficienza epatica e renale.

Contemporaneamente con i principali farmaci prescritti farmaci mirati a stimolare la funzione contrattile del fiele e la produzione di bile: Allohol, Liobil, Holosas, Zixorin.

Per migliorare la pervietà dei dotti biliari e per regolare il deflusso della bile, si consiglia di prendere il cholespasmolytics: Metacina, Papaverina, No-spa, Eufillin, Drotaverin.

È importante! I calcoli biliari di calce e pigmento non possono essere sciolti e rimossi con l'aiuto della terapia farmacologica.

La terapia farmacologica ha una serie di controindicazioni:

  • la gravidanza;
  • Malattie croniche concomitanti nel tratto gastrointestinale;
  • l'obesità;
  • Assunzione simultanea di farmaci estrogeni.

Gli svantaggi della rimozione della pietra non gallica senza uso di droghe dal gallo dovrebbero includere il costo relativamente alto dei farmaci necessari per il trattamento, un lungo ciclo di trattamento (da sei mesi a 3 anni) e un numero piuttosto elevato di recidive. Dopo la fine del farmaco nel sangue, il livello di colesterolo sale di nuovo, e in pochi anni c'è la possibilità che le pietre si ripresentino.

Frantumazione ad ultrasuoni

Questo metodo si basa sulla macinazione di pietre con alta pressione e vibrazioni di un'onda d'urto. Le onde ultrasoniche distruggono i sassi, li schiacciano in piccole particelle (le dimensioni delle particelle non sono più di 3 mm), che sono poi derivate in modo indipendente dai dotti biliari nel duodeno.

Indicazioni per l'uso di ultrasuoni: progettato per pazienti che hanno una piccola quantità di pietre (fino a quattro pezzi) di grandi dimensioni, senza impurità di calce nella composizione.

Lo schiacciamento ultrasonico delle pietre è accompagnato da un'ecografia prima e dopo la procedura, in modo che il medico possa controllare il processo di distruzione.

  • la gravidanza;
  • Processi infiammatori cronici nel tratto gastrointestinale;
  • Coagulazione del sangue alterata.

È importante! Nel processo di schiacciamento c'è un'alta probabilità che un pezzo di pietra tagliente e tagliente possa danneggiare le pareti interne dell'organo.

Il paziente durante la procedura può provare disagio, dolore e disagio.

  • Possibile danneggiamento delle pareti di scorticatura da spigoli vivi di pietre frantumate.
  • Possibilità di ostruzione del dotto biliare dovuta a vibrazioni.
Rimozione della pietra ad ultrasuoni

Dopo aver rimosso le pietre con l'aiuto degli ultrasuoni, dovresti seguire una dieta rigorosa e seguire tutte le prescrizioni mediche, perché Esiste il rischio di ulteriori complicanze come pancreatite, ittero, colecistite.

Frantumazione laser

La rimozione laser delle pietre dalla cistifellea è considerata il metodo non chirurgico più delicato e progressivo.

Indicazioni per l'uso del laser: la dimensione delle pietre non deve essere superiore a 3 mm.

Durante il processo di frantumazione del laser, viene eseguita una puntura sulla parete addominale anteriore per ottenere l'accesso alla cistifellea. Un raggio laser viene immesso nella zona di impatto, che inizia a dividere le pietre, trasformandole in piccole particelle che si aprono da sole. L'effetto si ottiene conducendo diverse procedure, la durata di una sessione non supera i 20 minuti.

  • Età oltre 60 anni;
  • Obesità, peso superiore a 120 kg;
  • La condizione generale grave del paziente.

La rimozione del laser è accompagnata da un ultrasuono per prevenire danni alle pareti di scorticatura da frammenti taglienti.

  • La necessità di attrezzature speciali e specialisti altamente qualificati;
  • Possibile danneggiamento delle pareti dei bordi spigolosi delle pietre;
  • La probabilità di bruciare il laser della mucosa, che successivamente può causare la formazione di ulcere.
  • Il metodo laser è abbastanza popolare e molto efficace.

Fai attenzione! L'uso di un laser consente di salvare la cistifellea, la procedura non richiede molto tempo e viene eseguita in condizioni stazionarie.

Metodo di contatto

Il metodo di contatto è stato sviluppato in tempi relativamente recenti e si basa sull'esposizione chimica alle pietre. Con questo metodo, puoi visualizzare tutti i tipi di pietre (non solo le pietre di colesterolo), mentre le dimensioni e il numero di pietre non contano.

L'essenza del metodo: attraverso una puntura nella pelle, un catetere sottile viene inserito nella cistifellea, attraverso il quale viene introdotto uno speciale solvente chimico in piccole porzioni. Dopo - il solvente insieme alle particelle disciolte di pietre viene risucchiato dal fiele.

L'intera procedura viene eseguita sotto stretto controllo ecografico e radiografico.

Svantaggi del metodo: invasività e durata della procedura - la procedura può essere eseguita per 16 ore.

Il metodo di contatto può essere utilizzato in qualsiasi fase della malattia. La sua efficacia è del 90%.

laparoscopia

Per rimuovere le pietre dalla colecisti aiuterà un metodo chiamato laparoscopia. La rimozione delle pietre avviene con un endoscopio, mentre il paziente è in anestesia generale.

L'essenza del metodo: attraverso piccole incisioni nella pelle, speciali conduttori metallici (trocar) vengono introdotti nella bile. Successivamente, l'anidride carbonica viene iniettata attraverso i trocar nella cavità addominale. Attraverso una delle incisioni, viene introdotto un apparecchio che trasferisce l'immagine sul monitor. Concentrandosi sull'immagine, il medico trova e rimuove la pietra.

Cancelliamo con l'aiuto della laparoscopia

Dopo la procedura, bretelle speciali vengono applicate ai vasi e ai dotti della cistifellea.

La durata dell'evento è di circa un'ora, la successiva degenza ospedaliera è di circa 1 settimana.

  • Malattie cardiovascolari;
  • sovrappeso;
  • Patologia dell'apparato respiratorio;
  • La presenza di aderenze ai dotti biliari lasciata dopo altri interventi chirurgici;
  • Processi purulenti e infiammatori nel fiele.

La rimozione della pietra non chirurgica dal gallo comporta l'uso di trattamenti folcloristici e omeopatici. Questi metodi mostrano anche un'efficacia sufficiente, ma devono ancora essere utilizzati sotto controllo medico - l'autotrattamento può portare a deterioramento.

Chirurgia per rimuovere calcoli biliari: indicazioni, condotta, risultato

"La colelitiasi è una delle più frequenti patologie croniche negli adulti, classificandosi al terzo posto dopo le malattie cardiovascolari e il diabete", scrive A. Ilchenko, MD, uno dei maggiori esperti di questo argomento nel paese. Le ragioni del suo sviluppo sono una serie di fattori, in particolare l'ereditarietà, le donne che assumono contraccettivi orali, l'obesità, il consumo di grandi quantità di colesterolo.

La terapia conservativa può essere efficace solo allo stadio pre-stone della malattia, che in questa fase viene diagnosticata solo mediante ultrasuoni. Le seguenti fasi mostrano un intervento chirurgico. La chirurgia per calcoli nella cistifellea può essere ridotta alla completa rimozione della cistifellea, alla rimozione del tartaro in modo invasivo o naturale (dopo la frantumazione, la dissoluzione).

Tipi di operazioni, indicazioni per

Al momento ci sono diverse opzioni per l'intervento chirurgico:

  • Colecistectomia - rimozione della cistifellea.
  • Holetsistolitotomiya. Questo è un tipo di intervento minimamente invasivo, che coinvolge solo la conservazione della cistifellea e l'estrazione dei sedimenti.
  • Litotripsia. Questa procedura riduce i calcoli con ultrasuoni o laser e rimuove i frammenti.
  • La litolisi da contatto è la dissoluzione delle pietre introducendo direttamente alcuni acidi nella cavità della cistifellea.

Nella maggior parte dei casi, viene eseguita la colecistectomia - rimozione della cistifellea. Un'indicazione sufficiente è il rilevamento di pietre e i sintomi caratteristici della malattia. Principalmente, è un forte dolore e rottura del tratto gastrointestinale.

È importante! Sicuramente, l'operazione viene eseguita in colecistite acuta (infiammazione purulenta) o coledocolitiasi (presenza di calcoli nei dotti biliari).

Nella forma asintomatica, l'operazione non può essere eseguita con l'eccezione dei casi in cui i polipi si trovano nella cistifellea, le sue pareti sono calcificate o le pietre superano i 3 cm di diametro.

Quando l'organo viene preservato, c'è un alto rischio di recidiva - secondo alcuni dati, fino al 50% dei pazienti deve affrontare la riformazione delle pietre. Pertanto, la colecistolototomia è prescritta solo se la rimozione di un organo è un rischio ingiustificato per la vita del paziente.

La colecistolotomia e la colecistectomia possono essere eseguite attraverso un'incisione o per via laparoscopica. Nel secondo caso, non vi è alcuna violazione della tenuta della cavità corporea. Tutte le manipolazioni sono fatte attraverso le forature. Questa tecnica è usata più spesso del solito, aperta.

La litotripsia può essere mostrata con piccole pietre singole (fino a 2 cm), condizioni stabili del paziente e nessuna storia di complicanze. In questo caso, il medico deve garantire la conservazione delle funzioni della cistifellea, la sua capacità contrattile, la pervietà delle vie di deflusso della secrezione liquida.

La litolisi da contatto viene utilizzata come metodo alternativo per l'inefficacia o l'impossibilità di eseguire altri. È sviluppato e utilizzato principalmente in Occidente, in Russia è possibile trovare solo alcuni messaggi su un'operazione riuscita. Ti permette di dissolvere solo la natura delle pietre di colesterolo. Il grande vantaggio è che può essere utilizzato con qualsiasi dimensione, quantità e posizione.

Preparazione per la chirurgia

Se le condizioni del paziente lo consentono, è meglio allungare il tempo prima dell'intervento a 1 - 1,5 mesi. Durante questo periodo, il paziente viene prescritto:

  1. Dieta speciale
  2. Ricezione di agenti con attività antisecretoria e spasmolitici.
  3. Corso di preparati multienzimatici.

Prima dell'operazione, il paziente deve essere sottoposto a sangue generale, urina, EEG, fluorografia ed essere esaminato per un numero di infezioni. La conclusione di specialisti medici che sono registrati con il paziente è obbligatoria.

Colecistectomia addominale (aperta)

L'operazione viene eseguita in anestesia generale. La sua durata è di 1-2 ore. Un agente di contrasto viene iniettato nel dotto biliare per una migliore visualizzazione. È necessario controllare l'assenza di pietre in esso. L'incisione è fatta sotto le costole o lungo la linea mediana nell'area dell'ombelico. In primo luogo, il chirurgo blocca tutti i vasi e i condotti che sono collegati alla cistifellea con clip metalliche o punti con fili autoassorbenti.

L'organo stesso in modo netto (per escludere i tagli) è separato dal fegato, dal tessuto adiposo e dal tessuto connettivo. Tutti i dotti e i vasi legati vengono asportati e la cistifellea viene rimossa dal corpo. Un tubo di drenaggio è installato nella ferita da cui il sangue e altri fluidi corporei si scaricheranno. Ciò è necessario affinché il medico possa monitorare se il processo purulento si è sviluppato nella cavità corporea. Con un risultato favorevole, viene rimosso in un giorno.

Tutti i tessuti sono cuciti a strati. Il paziente viene trasferito all'unità di terapia intensiva. Finché l'effetto dell'anestesia non è finito, abbiamo bisogno di un controllo rigoroso sul suo polso e sulla sua pressione. Quando si sveglia, ci sarà una sonda nello stomaco e un contagocce nella sua vena. È importante! È necessario rilassarsi, non provare a muoversi, alzarsi.

laparoscopia

L'operazione di colecistectomia viene eseguita anche in anestesia generale, la sua durata è un po 'meno che con un aperto - 30-90 minuti. Il paziente è posto sulla schiena. Dopo l'inizio dell'anestesia, il chirurgo fa diverse forature nella parete della cavità addominale e vi introduce i trocar. I fori sono creati in diverse dimensioni. Il più grande è utilizzato per l'imaging con una fotocamera collegata a un laparoscopio e l'estrazione di un organo.

Nota. Un trocar è uno strumento con cui è possibile accedere alla cavità del corpo e preservare l'integrità delle sue pareti. È un tubo (tubo) con un mandrino (asta appuntita) inserito in esso.

Il paziente viene iniettato con anidride carbonica nella cavità del corpo con un ago. È necessario creare spazio sufficiente per le procedure chirurgiche. Almeno due volte durante l'operazione, il medico inclinerà il tavolo con il paziente - in primo luogo, per spostare gli organi al fine di ridurre il rischio di danni e quindi di spostarsi lungo l'intestino.

Bolla bloccata da un morsetto automatico. Il condotto e l'organo stesso sono distinti dagli strumenti introdotti in una delle forature. Un catetere viene inserito nel condotto per impedire la sua compressione o espulsione del suo contenuto nella cavità addominale.

Esaminare le funzioni dello sfintere. Ispeziona il condotto per assicurarti che non ci siano pietre in esso. Fai un taglio con micro forbici. Anche venire con i vasi sanguigni. Bolla delicatamente isolata dal suo letto, mentre monitora la presenza di danni. Tutti sono sigillati mediante elettrocauterio (uno strumento con un circuito di corrente elettrico riscaldato o una punta).

Dopo l'estrazione completa della cistifellea, l'aspirazione viene effettuata. Dalla cavità succhiano tutti i liquidi accumulati - segreti di ghiandole, sangue, ecc.

Con la colecistolotomia, l'organo stesso viene aperto e le pietre vengono rimosse. Le pareti sono cucite e le navi danneggiate si coagulano. Di conseguenza, la transizione del condotto non viene eseguita. La rimozione chirurgica delle pietre senza rimuovere la cistifellea viene praticata abbastanza raramente.

litotripsia

Il nome completo della procedura è la litotrissia extracorporea ad onde d'urto (ESWL). Suggerisce che l'operazione viene eseguita esternamente, fuori dal corpo, e anche che viene usato un certo tipo di onda, che distrugge la pietra. Ciò è dovuto al fatto che gli ultrasuoni hanno una diversa velocità di movimento in ambienti diversi. Nei tessuti molli, si diffonde rapidamente, senza causare alcun danno, e al momento del passaggio a una formazione solida (pietra), si verificano deformazioni che portano al verificarsi di cricche e distruzione del tartaro.

Questa operazione può essere indicata in circa il 20% dei casi con malattia del calcoli biliari. È importante! Non regge, se il paziente ha qualche altra istruzione nella direzione dell'onda d'urto, o se deve costantemente assumere anticoagulanti. Essi inibiscono la formazione di coaguli di sangue, che possono complicare la guarigione di possibili danni, il recupero dopo l'intervento chirurgico.

L'operazione viene eseguita in anestesia epidurale (somministrazione di un antidolorifico alla colonna vertebrale) o per via endovenosa. Prima di condurre il dottore durante l'ecografia, esamina la posizione ottimale del paziente e porta il dispositivo-emettitore nel luogo selezionato. Il paziente può sentire leggeri tremori o addirittura dolore. È importante rimanere calmi e non muoversi. Spesso potresti aver bisogno di diversi approcci o sessioni di litotripsia.

L'operazione è considerata valida se non ci sono pietre e le loro parti più grandi di 5 mm. Ciò si verifica nel 90-95% dei casi. Dopo la litotripsia, al paziente viene prescritto un ciclo di acidi biliari che aiuta a dissolvere i frammenti rimanenti. Questa procedura è chiamata litolisi orale (dalla parola per os - attraverso la bocca). La sua durata può arrivare fino a 12-18 mesi. La rimozione di sabbia e piccole pietre dalla cistifellea viene effettuata lungo i condotti.

L'opzione di sciogliere le pietre con un laser. Tuttavia, questa nuova tecnica è ancora in fase di sviluppo e finora ci sono poche informazioni sui suoi effetti ed efficacia. Il laser come un'onda d'urto viene condotto sulla pietra attraverso la puntura e si concentra direttamente su di essa. L'evacuazione della sabbia avviene naturalmente.

Contatto litolisi

Questa è un'operazione per rimuovere le pietre con la completa sicurezza dell'organo. Quando cura la malattia di base, ha una prognosi molto buona. In Russia, la tecnica è in fase di sviluppo, la maggior parte delle operazioni viene svolta all'estero.

Comprende diverse fasi:

  • Sovrapposizione di microcholecistoma. Questo è un tubo di drenaggio che rimuove il contenuto della cistifellea.
  • Valutazione mediante l'introduzione di un mezzo di contrasto del numero e della dimensione delle pietre, che consente di calcolare l'esatta quantità di litometria (solvente) ed evitare il suo ingresso nell'intestino.
  • Introduzione di metil-terz-butil etere nella cavità della cistifellea. Questa sostanza dissolve efficacemente tutti i depositi, ma può essere pericolosa per le mucose degli organi vicini.
  • Evacuazione attraverso il tubo di drenaggio della bile con la litometria.
  • Introduzione alla cavità dei farmaci anti-infiammatori della cistifellea per ripristinare la mucosa delle sue pareti.

complicazioni

Molti chirurghi credono che la colecistectomia elimina non solo le conseguenze della malattia, ma anche la sua causa. Il dott. Karl Langenbuch, che per la prima volta nel XIX secolo eseguì questa operazione, disse: "È necessario [rimuovere la cistifellea] non perché ci siano pietre, ma perché le formino". Tuttavia, alcuni specialisti moderni sono fiduciosi che con un'eziologia sconosciuta, l'intervento chirurgico non risolverà il problema e le conseguenze della malattia infastidiranno i pazienti per molti anni.

Queste statistiche lo confermano in molti modi:

  1. Dopo l'intervento, quasi il 100% dei pazienti presenta problemi nel tratto gastrointestinale.
  2. Un quarto dei pazienti afferma che la loro condizione non è migliorata e quasi il 30% parla di deterioramento.
  3. La disabilità dopo l'intervento chirurgico è assegnata dal 2% al 12% dei pazienti.
  4. Un terzo dei pazienti sviluppa la cosiddetta sindrome post-colecistectomia. Questo termine si riferisce alla disfunzione dello sfintere di Oddi dopo l'intervento chirurgico - muscolo a forma di anello, che pizzica il dotto che va nello stomaco da fegato, pancreas e cistifellea. Complicazione manifestata in un dolore grave e persistente.
  5. In alcuni pazienti, la membrana mucosa del duodeno è danneggiata a causa del rilascio costante di bile senza il suo accumulo nella vescica, che porta allo sviluppo di reflusso, duodenite, ecc.

I seguenti fattori aumentano il rischio di complicanze:

  • Paziente sovrappeso, il suo rifiuto di conformarsi alle prescrizioni del medico, dieta.
  • Errori durante l'operazione, danni agli organi vicini.
  • La vecchiaia del paziente, la presenza nella storia di altre malattie del tratto gastrointestinale.

Il principale pericolo di operazioni che non comportano la rimozione della cistifellea è una ricaduta della malattia e, di conseguenza, tutti i suoi sintomi spiacevoli.

Periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico

Entro pochi mesi, i pazienti dovranno seguire alcune raccomandazioni e le istruzioni del medico in merito alla nutrizione dovranno essere seguite per tutta la vita:

  1. Nei primi mesi dopo l'intervento chirurgico (anche minimamente invasivo), è necessario limitare lo sforzo fisico. Esercizi utili come "bicicletta", agitando le braccia da una posizione prona. La ginnastica esatta può raccomandare il medico curante.
  2. Le prime settimane che devi lavare solo sotto la doccia, non permettendo alla ferita di bagnarsi. Dopo le procedure igieniche, deve essere trattato con un antisettico - iodio o una soluzione debole di permanganato di potassio.
  3. Entro 2-3 settimane, il paziente deve aderire alla dieta numero 5 (ad eccezione di fritti, salati, grassi, dolci, piccanti), per prendere il colagogo. Dopo questo periodo, è consentito prendere tali prodotti solo in quantità molto limitate.
  4. Si consiglia di abituarsi a mangiare frazionario, 5-6 volte al giorno, con interruzioni nel primo mese dopo l'operazione a 1,5-2 ore, successivamente - 3-3,5 ore.
  5. Si raccomandano visite annuali ai sanatori, in particolare preferibilmente 6-7 mesi dopo l'intervento.

Il costo dell'intervento chirurgico, l'operazione sotto la politica OMS

Le operazioni più comuni descritte sono la colecistectomia aperta e laparoscopica. Quando vanno in una clinica privata, il loro prezzo sarà approssimativamente lo stesso - 25.000-30.000 rubli in istituzioni mediche a Mosca. Entrambe queste varietà sono incluse nel programma di assicurazione di base e possono essere eseguite gratuitamente. La scelta a favore di un'azienda pubblica o privata dipende interamente dal paziente.

La litotripsia della cistifellea non viene eseguita in tutti i centri medici e solo per denaro. Il costo medio è di 13.000 rubli per sessione. La litolisi da contatto in grandi quantità in Russia non è ancora stata effettuata. La colecistolototomia può costare da 10.000 a 30.000 rubli. Tuttavia, non tutte le istituzioni mediche forniscono tali servizi.

Recensioni dei pazienti

La domanda principale sui forum dedicati alla malattia da calcoli biliari - vale la pena o non ne vale la pena. Sfortunatamente, i metodi di intervento risparmiatori di organi non sono ancora stati perfezionati, ed è necessario confrontare i rischi e prendere una decisione difficile. Diversi dottori possono avere la loro opinione sulla necessità di un intervento chirurgico, il tempo che dovrebbe essere eseguito.

La laparoscopia ha ottenuto molti feedback positivi. I pazienti sono soddisfatti della mancanza di punti di sutura, recupero rapido. Coloro che hanno avuto coliche e forti dolori associati a una pietra che entra nel condotto, annotano con piacere la sensazione di leggerezza e comfort.

Operazione oggi, purtroppo - l'unico modo efficace per sbarazzarsi della malattia del calcoli biliari. Nonostante lo sviluppo di interventi chirurgici minimamente invasivi e di conservazione degli organi, nella maggior parte dei casi è necessario ricorrere alla rimozione della vescica. L'operazione ha una serie di complicazioni, alcuni sintomi possono tormentare i pazienti per tutta la vita, ma non possono essere paragonati al dolore causato dai calcoli.

Rimozione di pietre dalla cistifellea

La formazione di calcoli nella cistifellea è considerata una malattia abbastanza comune. È difficile diagnosticare la malattia, è necessario un esame, compresi gli ultrasuoni, spesso il paziente non è a conoscenza dello sviluppo della patologia, la malattia si manifesta raramente. A volte una persona vive con le pietre formate nella cistifellea per diversi anni. Forse una vita.

Le ragioni della formazione sono molteplici: consumo eccessivo di cibi ricchi di colesterolo, sovrappeso, ereditarietà, provocazione di malattie accertate dell'apparato digerente o complicazioni, cattive abitudini, stress psicologico.

Modi per eliminare i calcoli biliari

Esiste il rischio noto di spostare pietre dalla cistifellea nei condotti, aggravando la situazione. Compaiono insopportabili dolori, la persona non si sente bene. Nella fase iniziale della formazione delle pietre, la bile si ispessisce inizialmente, si verifica un fango biliare. Quindi le impurità si formano nelle pietre, che si depositano sulle pareti dell'organo: colesterolo, bilirubina, sali di calcio. Il processo richiede anni, ma l'interruzione della cistifellea è già iniziata. L'uscita corretta sarà la rimozione dei calcoli biliari.

La diagnosi precoce della malattia offre l'opportunità di eseguire la procedura in modo delicato. Molti pazienti preferiscono, con una dieta appropriata, continuare a vivere con le pietre. Ma in pazienti selezionati c'è una manifestazione della malattia di natura acuta con attacchi di colica biliare. In una situazione difficile, sarà necessario un intervento chirurgico con la rimozione di un organo, a seconda delle condizioni del paziente, dello stadio della malattia. La rimozione della pietra non chirurgica consente di mantenere il corpo in condizioni relativamente stabili. I metodi sono applicati:

  • spaccare pietre con farmaci speciali;
  • litotripsia a distanza;
  • frantumazione laser di pietre;
  • rimozione di concrezioni mediante ultrasuoni;
  • laparoscopia;
  • colecistectomia.

Gli ultimi due punti implicano un'operazione per rimuovere la cistifellea con le pietre. Il resto ti permette di fare senza chirurgia.

Rimozione di pietre senza chirurgia

Quando c'è un'opportunità per preservare il corpo, i medici cercheranno di realizzare i loro piani. La cistifellea non può essere rimossa se le pietre formate risultano essere il colesterolo. Piccole dimensioni di pietre, non superiori a 2-3 cm, sono derivate in modo medicamentoso, litotripsia e frantumazione laser o ultrasuoni.

La dissoluzione dei calcoli biliari viene effettuata con l'uso di preparati medici, che sono un'alternativa agli acidi della cistifellea. I mezzi implicano la scissione di pietre esistenti. Deriva l'educazione lavorerà insieme all'assunzione di farmaci che aiutano lo sviluppo della bile. I concrements si dissolvono, vanno via con urina e le feci. Questo metodo è adatto per le persone con reni sani e l'assenza di malattie gastrointestinali. La procedura è vietata per le persone con un peso corporeo elevato, donne in gravidanza.

A volte i pazienti vengono utilizzati nel trattamento del rimedio popolare. La maggior parte dei medici è contraria a questa pratica. L'autotrattamento deve essere eliminato o la situazione può essere esacerbata con conseguenze indesiderabili.

Altri metodi di rimozione delle pietre sono ampiamente usati, essendo considerati metodi moderni.

Rimozione di ultrasuoni di pietre

La rimozione di calcoli dalla cistifellea mediante ultrasuoni è considerata un modo completamente indolore. Mostra un'alta percentuale in un risultato positivo. Il significato del metodo è quello di utilizzare attrezzature speciali in grado di rompere le pietre in piccoli pezzi naturali attraverso l'intestino per mezzo della direzione della vibrazione e dell'onda d'urto. Per l'efficacia della procedura, viene aggiunto l'uso di preparati speciali. È necessario rispettare una serie di condizioni di applicazione del metodo:

  1. Se non vengono trovate più di 4 pietre;
  2. Mancanza di gravidanza;
  3. La pietra non è più di 3 cm senza particelle di calce;
  4. Disponibilità di attrezzature speciali;
  5. L'assenza di malattie croniche dell'apparato digerente.

Un grande vantaggio è l'effetto meccanico minimo.

Le conseguenze dell'uso del metodo degli ultrasuoni

L'esecuzione del metodo di rimozione di calcoli dalla cistifellea mediante ultrasuoni rivela una serie di svantaggi. Durante la procedura, il corpo può essere ferito da spigoli vivi. Durante la vibrazione, si può verificare il blocco del dotto biliare. Dopo il completamento del processo c'è la possibilità di conseguenze spiacevoli. Questo include il rischio di ri-formazione di calcoli, provocando pancreatite, colecistite.

Un fatto importante è il periodo di recupero riconosciuto, in cui l'osservanza della dieta. Per escludere la recidiva della malattia, sono raccomandati screening periodici e monitoraggio della salute.

Rimozione laser di pietre

Nuovo metodo di intervento non chirurgico. La rimozione laser dei calcoli biliari è un po 'simile al metodo precedente. Chiama la litotripsia. In questo caso, l'impatto sulle pietre produce un raggio laser, che si schiaccia fino allo stato di sabbia che viene rimosso dal corpo in modo indipendente.

La rimozione di calcoli dalla cistifellea con un laser consente di utilizzare lo strumento senza la capacità di eseguire interventi chirurgici per lo stato di salute del paziente. Il processo richiede poco tempo, preservando il corpo. Saranno necessarie le seguenti regole:

  1. pietre non più grandi di 3 cm;
  2. La quantità consentita per frantumare pietre con un laser è di 3 pezzi;
  3. il peso corporeo del paziente non supera i 120 kg;
  4. salute generale senza paura;
  5. età fino a 60 anni;
  6. disponibilità di attrezzature speciali e un medico qualificato.

La rimozione dei calcoli biliari con un laser è un metodo rapido e indolore. Per ottenere il miglior risultato, è prescritto un farmaco.

Effetti dell'uso della terapia laser

Durante la procedura, viene considerato il rischio di ustioni, le particelle con angoli acuti si formano periodicamente durante la frantumazione. Le conseguenze sono imprevedibili, inclusa l'apparizione di un'ulcera. Inoltre, la probabilità della formazione di nuove pietre, l'insorgere di malattie gastrointestinali associate.

La dieta raccomandata deve essere rigorosamente rispettata, anche il controllo del benessere. La riabilitazione non è richiesta. Per l'attuazione della procedura, il paziente deve prendere una decisione informata, il paziente non è assicurato contro gli incidenti durante il processo. Una piccola negligenza può portare a gravi conseguenze.

I modi per rimuovere le pietre senza chirurgia ti permettono di salvare la cistifellea. I chirurghi sono invitati a recarsi in ospedale nella fase iniziale della malattia. Con la corretta aderenza alle raccomandazioni, una procedura ben eseguita, un monitoraggio costante e un equilibrio nutrizionale, riusciremo ad eliminare l'aspetto di una ricaduta. Ci sono situazioni in cui è necessario approfittare della chirurgia.

Rimozione della cistifellea con pietre

Situazioni esacerbate difficili implicano un intervento chirurgico quando si rimuovono la cistifellea con le pietre. L'impossibilità di utilizzare metodi non invasivi è determinata da una serie di motivi. Gli attacchi di colica biliare, le grandi pietre, la presenza di malattie croniche contribuiranno alla chirurgia.

L'operazione per rimuovere le pietre insieme al corpo è divisa in tipi.

laparoscopia

Il metodo più comune, spesso utilizzato dai chirurghi. Implica la rimozione della cistifellea endoscopica. Se possibile, è possibile preservare il corpo.

L'operazione viene eseguita in anestesia generale, impiega 1 ora. Non adatto a persone con peso elevato, patologie del cuore e dell'apparato respiratorio. La Laparoscopia non viene eseguita se vengono trovate grosse pietre. Il processo di suppurazione e infiammazione diventa un ostacolo.

L'operazione viene eseguita inserendo il trocar. Tre tagli sono fatti a forma di triangolo. Uno introduce un dispositivo che fornisce il controllo nel corso dell'operazione. L'immagine si apre sul monitor. Le pietre della cistifellea vengono rimosse. Il chirurgo trova depositi e catture. Se l'organo può essere conservato, le graffette vengono posizionate sui condotti e sui vasi.

Se la cistifellea ha già una malattia cronica, ci possono essere gravi conseguenze per altri organi, viene semplicemente rimossa insieme alle pietre.

Il vantaggio del metodo è la disponibilità e l'efficienza. Già poche ore dopo l'operazione è permesso di muoversi tranquillamente. Sensazioni dolorose, la colica praticamente scompare. Le revisioni dei pazienti indicano una vita piena dopo l'intervento. Per evitare violazioni, viene presa in considerazione la necessità di un esame sistematico degli organi interni. Non fare a meno di una dieta appropriata. Ginnastica speciale raccomandata per una migliore risucchiatura delle cuciture e per prevenire la formazione di aderenze. Se l'operazione viene eseguita senza rimuovere la cistifellea, viene prescritta una terapia speciale per mantenere il funzionamento dell'organo.

Chirurgia per rimuovere la cistifellea

La situazione trascurata con la conseguente esacerbazione di altre malattie comporta la rimozione di un organo. L'operazione è chiamata colecistectomia. Condotti in assenza della capacità di condurre metodi alternativi di trattamento, ci sono calcoli troppo cresciuti, pancreatite, colecistite, diabete mellito. La malattia è accompagnata da attacchi incessanti di dolore. Descrittiva testimonia l'incapacità del normale funzionamento del corpo, il possibile danno agli altri. La migliore via d'uscita è la rimozione di una cistifellea danneggiata.

Prima dell'operazione, gli intestini vengono eliminati il ​​più possibile. In anestesia generale, viene praticata un'incisione nella parete addominale. L'organo è tagliato e i dotti cistici collegati ad esso, vasi e arterie. Dopo la rimozione della cistifellea è necessario controllare il dotto biliare comune per il contenuto di pietre. A volte, la ferita viene lasciata aperta per diversi giorni con un tubo speciale, per il completo ritiro del liquido al fine di evitare l'infiammazione. Quindi l'incisione viene suturata. L'operazione è considerata difficile, sarà necessario rimuovere le formazioni negative derivanti. Ci vogliono quasi due ore per la procedura. Quindi il paziente è determinato in rianimazione.

Il recupero richiede molto tempo, la durata è di un mese e mezzo. Quando la cistifellea viene rimossa per una settimana, si verifica una dieta molto severa, quasi inedia. L'attività fisica è controindicata. Una settimana dovrà essere speso per l'ospedalizzazione, ulteriori azioni vengono eseguite sotto la stretta supervisione di un medico.

I chirurghi cercano di ricorrere a un metodo così traumatico solo in casi di emergenza. I metodi moderni mirano a conseguenze meno gravi e al periodo di recupero.

Più spesso, i pazienti preferiscono il trattamento senza chirurgia. Molte persone vogliono salvare la cistifellea. Le statistiche indicano che la formazione di pietre mostra una tendenza al rialzo. L'avvio di una situazione può in seguito portare all'oncologia.

Metodi moderni di rimozione di pietre dalla cistifellea

Malattia di calcoli biliari - una patologia abbastanza comune, che colpisce circa il 10% della popolazione adulta in Russia, Europa occidentale e Stati Uniti, e nella fascia di età superiore a 70 anni, questa cifra raggiunge il 30%. Si verifica prevalentemente nei paesi industrializzati, dove le persone consumano grandi quantità di alimenti ricchi di proteine ​​e grassi animali. Secondo le statistiche, nelle donne, la colelitiasi viene diagnosticata 3-8 volte più spesso che negli uomini.

La cistifellea è un organo adiacente al fegato e funge da riserva per la conservazione della bile, che è prodotta dal fegato. La bile è necessaria per la completa digestione del cibo e ha una composizione complessa. I suoi componenti principali sono il colesterolo e la bilirubina (pigmento prodotto dal fegato). Le cause principali dei calcoli biliari comprendono un alto contenuto di colesterolo nella composizione della bile, violazioni del suo deflusso e ristagno, nonché infezioni della cistifellea.

Con il prolungato ristagno della bile, il colesterolo viene precipitato, il che porta gradualmente alla formazione di elementi microscopici ("sabbia"), che aumentano di dimensioni nel tempo e si uniscono in formazioni più grandi (concrezioni).

La dimensione dei calcoli biliari varia entro limiti molto ampi, da pochi millimetri a pochi centimetri. In alcuni casi, una pietra può occupare l'intera cavità della colecisti distesa. Pietre con un diametro di 1-2 mm possono passare lungo i dotti biliari, la presenza di pietre più grandi porta alla comparsa di segni clinici di calcoli biliari.

Nella maggior parte dei casi, la malattia è asintomatica, ma quando si manifestano manifestazioni cliniche acute, è spesso necessario ricorrere a misure di emergenza.

I sintomi tipici di JCB includono attacchi improvvisi di coliche biliare (epatiche), che sono accompagnate da dolore nell'ipocondrio destro, nausea, bruciore di stomaco, vomito, distensione addominale, febbre, segni di ittero.

Il decorso prolungato della malattia porta a restringere i dotti biliari, l'infezione della colecisti e lo sviluppo di processi infiammatori cronici (colecistite, epatite, pancreatite, duodenite).

Ad oggi, ci sono i seguenti metodi di trattamento di JCB:

Rimozione di pietra non chirurgica:

Scioglimento di droghe;

Litotripsia a ultrasuoni a distanza;

Rimozione con minima invasività:

Schiacciare pietre con un laser;

Contatto con la litolisi chimica;

Rimozione laparoscopica di pietre dalla cistifellea;

Chirurgia addominale aperta

Lo standard di gestione dei pazienti con GCB è attualmente il seguente:

Quando vengono rilevati i calcoli, viene analizzata la loro composizione. Per composizione chimica distinguere colesterolo, calcareo, pigmento e calcoli misti. Le pietre del colesterolo cercano di dissolversi con l'aiuto di preparazioni di acidi biliari (ursodesossicolico e chenodesossicolico). Un metodo più radicale consiste nello schiacciare le pietre con l'aiuto di ultrasuoni o un laser e la conseguente dissoluzione delle loro piccole particelle e "sabbia" con acidi.

Tuttavia, colecistectomia (rimozione della cistifellea con pietre) è ancora il principale metodo di trattamento dei calcoli biliari. Allo stesso tempo le operazioni addominali gradualmente lasciano il posto alla rimozione endoscopica.

Scioglimento medico di pietre

Solo le pietre di colesterolo fino a 2 cm di diametro possono essere sciolte (questo metodo non funziona su calcoli calcarei e pigmentati). A tale scopo vengono utilizzati analoghi degli acidi biliari Ursosan, Henofalk, Urofalk, Henokhol, ecc.

In parallelo, è possibile eseguire la stimolazione della funzione contrattile della cistifellea e la produzione di bile con l'aiuto di Allohol, Holosas, Zixorin e Liobil.

Varie malattie concomitanti del tratto gastrointestinale (ulcera, gastrite) e reni;

Assunzione di contraccettivi orali contenenti estrogeni;

Alta percentuale di recidive (10-70%), poiché dopo l'interruzione del trattamento il livello di colesterolo nella bile aumenta di nuovo;

Lunga durata del trattamento (da 6 mesi a 3 anni);

Tali effetti collaterali come diarrea (10% dei casi), cambiamenti nei test di funzionalità epatica (ALT e AST);

L'alto costo dei farmaci.

Pietre frantumanti con ultrasuoni

Questo metodo si basa sulla macinazione di pietre sotto l'influenza di alta pressione e vibrazione dell'onda d'urto rigenerata. Gli ultrasuoni distruggono i sassi e li frammentano in particelle più piccole con dimensioni non superiori a 3 mm, che vengono successivamente visualizzate lungo i dotti biliari nel duodeno. La litotripsia ad ultrasuoni è adatta per i pazienti che hanno trovato una piccola quantità (fino a 4 pezzi) di colesterolo piuttosto grosso (fino a 3 cm di diametro), senza impurità di calce nella loro composizione.

Disturbi della coagulazione del sangue;

Malattie infiammatorie croniche dell'apparato digerente (colecistite, pancreatite, ulcera);

Possibile ostruzione del dotto biliare a causa di vibrazioni;

Danni alle pareti della cistifellea dagli spigoli vivi di frammenti di pietra.

Schiacciare pietre con un laser

Accesso alla cistifellea attraverso una puntura sulla parete addominale anteriore. Il raggio laser viene alimentato direttamente nella zona d'impatto e divide le pietre esistenti. La durata della procedura non supera i 20 minuti.

Il peso del paziente supera i 120 kg;

Età oltre 60 anni;

Condizione generale grave

La probabilità di ustioni della mucosa, che può ulteriormente portare allo sviluppo di un'ulcera;

Lesione delle pareti della cistifellea con spigoli vivi di pietre e ostruzione dei dotti biliari;

La necessità di attrezzature speciali.

Contatto colelitolisi chimica

Questo metodo è stato sviluppato nel quadro dell'attuale tendenza nello sviluppo di metodi di trattamento di conservazione degli organi. Con esso, non solo le pietre di colesterolo sono dissolte, ma anche qualsiasi altro tipo di pietre. Anche le dimensioni e il numero delle pietre non contano. Questo metodo può essere utilizzato in qualsiasi stadio della malattia e, a differenza dei precedenti due, non solo con la malattia asintomatica, ma anche in presenza dei suoi segni clinici pronunciati.

La sua essenza è la seguente: un sottile catetere viene inserito nella cistifellea attraverso la pelle e il fegato sotto il controllo di un ultrasuono, attraverso il quale un farmaco speciale dissolve le pietre che vengono introdotte dalla flebo. L'efficacia del metodo è del 90%.

L'etere butilico terziario, che è un forte solvente organico, è comunemente usato come farmaco. È dimostrato che la cistifellea è resistente all'effetto citotossico dell'etere butilico terziario.

Lo svantaggio del metodo è Invasiveness.

laparoscopia

La laparoscopia viene eseguita in anestesia generale. Le pietre vengono rimosse con l'aiuto di trocar (conduttori metallici), che vengono inseriti nelle incisioni nella cavità addominale. Il peritoneo viene riempito di anidride carbonica, un tubo dell'apparato viene inserito in una delle incisioni per trasferire l'immagine sullo schermo del monitor. Concentrandosi sull'immagine, il medico trova e rimuove le pietre. Dopo che l'operazione è stata completata, le graffette vengono applicate ai condotti e ai vasi della cistifellea. La durata dell'operazione è di circa un'ora, la degenza è di 1 settimana.

L'indicazione per la laparoscopia è colecistite calculous.

Pietre troppo grandi;

La presenza di aderenze dopo l'intervento chirurgico;

Malattie del cuore e dell'apparato respiratorio.

colecistectomia

Sia la laparoscopia che laparotomia implicano la rimozione della cistifellea stessa. Il trattamento chirurgico è indicato per le pietre di grandi dimensioni e le frequenti recidive, che sono accompagnate da gravi attacchi dolorosi, febbre alta e varie complicazioni.

Colecistectomia laparoscopica

Nella colecistectomia laparoscopica, i calcoli biliari vengono rimossi insieme alla vescica attraverso una piccola incisione fino a 1,5 cm di diametro sulla superficie anteriore dell'addome. Un totale di 3-4 tali incisioni vengono eseguite. Un laparoscopio (un piccolo tubo con una videocamera) viene inserito attraverso un'altra incisione per monitorare l'operazione. I vantaggi della laparoscopia prima della chirurgia addominale sono un breve periodo di recupero, l'assenza di cicatrici evidenti e costi inferiori.

Chirurgia aperta addominale

La colecistectomia aperta viene eseguita quando ci sono pietre molto grandi nella cistifellea, così come con varie complicanze delle malattie gastrointestinali e dei processi infiammatori negli organi interni. In chirurgia a cielo aperto, la cistifellea viene rimossa attraverso un'incisione di 15-30 cm che va dall'ipocondrio destro all'ombelico.

Alto grado di invasività;

La necessità di anestesia;

Il rischio di emorragia interna o infezione, la possibilità di morte in chirurgia d'urgenza.

Perché non rimuovere la cistifellea?

La rimozione della cistifellea porta a una catena di cambiamenti biochimici, durante i quali si perde la regolazione del flusso della bile. La motilità dei muscoli del duodeno è compromessa, la bile acquisisce una consistenza più liquida e protegge debolmente l'organo da microrganismi patogeni, che iniziano a moltiplicarsi, distruggendo la normale microflora degli organi digestivi. Di conseguenza, gli acidi biliari fortemente irritano le membrane mucose, che possono portare a duodenite (infiammazione del duodeno), così come gastrite, esofagite (infiammazione della mucosa intestinale), enterite (infiammazione dell'intestino tenue) e colite.

Inoltre, vi sono violazioni dell'assorbimento secondario: solitamente la bile viene utilizzata 5-6 volte, compiendo virate tra il fegato e l'intestino e, in assenza di cistifellea, gli acidi biliari vengono rapidamente eliminati, il che influisce negativamente sul processo di digestione.

Dopo la colecistectomia, i pazienti spesso lamentano che il dolore nell'ipocondrio destro e nella zona del fegato persiste, l'amaro in bocca appare spesso, il cibo ha un sapore metallico.

La chirurgia non elimina i sintomi della malattia del calcoli biliari. Le pietre dopo la rimozione della colecisti possono formarsi nei dotti biliari e si verifica una cosiddetta coledocolitiasi.

La rimozione della bolla è dovuta alla formazione di pietre in esso, la cui causa è un cambiamento patologico nella composizione chimica della bile, e dopo l'operazione, questo motivo rimane. Continua la secrezione di "cattiva" bile formante calcoli, la cui quantità aumenta, il che ha un impatto negativo non solo sullo stato del tratto gastrointestinale, ma anche su altri sistemi del corpo.

Sulla base di quanto sopra, possiamo concludere che i metodi non invasivi e minimamente invasivi possono essere utilizzati nel trattamento di giovani con le fasi iniziali dello sviluppo della malattia, pietre di piccole dimensioni e con l'assenza di gravi controindicazioni. Tuttavia, in tutti gli altri casi, va ricordato che la colecistectomia è l'ultima via d'uscita, e dovrebbe essere fatta ricorso a quando tutti gli altri metodi risultassero inefficaci.

Cosa è desiderabile escludere dalla dieta?

La composizione della dieta è di grande importanza in questa malattia.

Per i calcoli biliari, si raccomanda di escludere i seguenti prodotti e piatti dal menu:

Carne grassa (maiale, agnello, manzo) e pesce;

Salsicce, carni affumicate, sottaceti;

Legumi, ravanelli, ravanelli, melanzane, cetrioli, carciofi, asparagi, cipolle, aglio;

Piatti fritti, aspri e speziati;

Caffè, cacao e alcol.

Si consiglia di utilizzare alimenti che stimolino l'escrezione del colesterolo in eccesso:

Latte e prodotti a base di latte con un tenore di materia grassa non superiore al 5%;

Carne magra e pesce;

Composti, bevande alla frutta, acqua minerale fino a 2 litri al giorno.

Autore dell'articolo: Gorshenina Elena Ivanovna, gastroenterologa

La malattia da calcoli biliari (ICD) è una malattia caratterizzata dalla formazione di calcoli nella cistifellea e dai suoi dotti a causa dell'interruzione di alcuni processi metabolici. Un altro nome per la malattia è la colelitiasi. La cistifellea è un organo adiacente al fegato e funge da riserva per la bile liquida prodotta dal fegato.

Nell'uomo vengono prodotti diversi tipi di acidi biliari. In preparazioni come Ursohol, Ursofalk e Ursosan, il principio attivo è l'acido ursodesossicolico. L'acido Henodesoxycholic costituisce la base di farmaci come Henohol, Khenosan e Henofalk. Questi farmaci sono progettati per il recupero.

Sciroppo di barbabietola È necessario prendere alcune teste di barbabietole, staccarle e risciacquare bene con acqua corrente. Le barbabietole devono tagliare e far bollire fino a quando il brodo non assume la forma di sciroppo. Lo sciroppo risultante viene ingerito 0,5 bicchieri 3 volte al giorno prima.

Come agente coleretico, viene usata la tintura di anice. Per fare questo, è necessario prenderli nella quantità di 40 grammi e mettere in vodka. Il suo volume dovrebbe essere di 250 grammi. Insista dovrebbe essere per 10 giorni. Dopo, ingerisci durante i pasti.

Il menu dovrebbe contenere alimenti di origine proteica. Questo perché la colecisti regola il metabolismo dei carboidrati, ma le proteine ​​non sono in grado di sovraccaricarlo. Gli oli come la verdura e la panna non sono consigliati per rimuovere completamente dalla dieta. Sarebbe più corretto aggiungerlo già con cibo cotto.

Top