Categoria

Messaggi Popolari

1 Prodotti
Farmaci per l'epatite B
2 Cirrosi
Quali alimenti sono buoni per il fegato umano
3 Giardia
Fibrosi epatica - che cos'è? Può essere curato?
Principale // Steatosi

Enzimi epatici


Enzimi (enzimi) sono proteine ​​specifiche che sono coinvolte in reazioni biochimiche, possono accelerare o rallentare il loro flusso. Un gran numero di tali composti è prodotto nel fegato a causa del suo ruolo importante nel metabolismo di grassi, proteine ​​e carboidrati. La loro attività è determinata dai risultati dell'analisi biochimica del sangue. Tali studi sono importanti per valutare lo stato del fegato e per la diagnosi di molte malattie.

Cos'è?

Gli enzimi epatici sono un gruppo di proteine ​​biologicamente attive che possono essere prodotte esclusivamente dalle cellule di questo organo. Possono essere sulla membrana interna o esterna, all'interno delle cellule o nel sangue. A seconda del ruolo degli enzimi, sono suddivisi in diverse categorie:

  • idrolasi - accelerano la scissione di composti complessi in molecole;
  • sintetasi: prendere parte alle reazioni di sintesi di complessi composti biologici da sostanze semplici;
  • transferasi - sono coinvolti nel trasporto di molecole attraverso le membrane;
  • ossidoriduttasi - sono la condizione principale per il normale decorso delle reazioni redox a livello cellulare;
  • isomerasi sono necessarie per i processi di modifica della configurazione di molecole semplici;
  • LiAZ - forma ulteriori legami chimici tra le molecole.

Gruppi di enzimi epatici

La loro funzione nei processi del metabolismo cellulare dipende dalla localizzazione degli enzimi epatici. Quindi, i mitocondri sono coinvolti nel metabolismo energetico, il reticolo endoplasmatico granulare sintetizza proteine, grassi lisci e carboidrati, sui lisosomi ci sono le proteine ​​idrolasi. Tutti gli enzimi che il fegato produce possono essere rilevati nel sangue.

A seconda delle funzioni che gli enzimi svolgono e di dove si trovano nel corpo, sono suddivisi in 3 grandi gruppi:

  • secretoria - dopo la secrezione dalle cellule epatiche entra nel sangue e sono qui nella massima concentrazione (fattori di coagulazione del sangue, colinesterasi);
  • indicatore - sono normalmente contenuti all'interno delle cellule e vengono rilasciati nel sangue solo quando sono danneggiati, quindi possono servire come indicatori dell'estensione del danno epatico nelle sue patologie (ALT, AST e altri);
  • escretore - sono derivati ​​dal fegato con la bile, e un aumento del loro livello nel sangue indica una violazione di questi processi.

Per diagnosticare la condizione del fegato, ogni enzima è importante. La loro attività è determinata in caso di sospetto delle principali patologie del fegato e per valutare il grado di danno al tessuto epatico. Un quadro più completo può anche richiedere la diagnosi degli enzimi digestivi, degli enzimi del tratto gastrointestinale, del pancreas e delle vie biliari.

Enzimi che determinano la diagnosi di malattia del fegato

La biochimica del sangue è una fase importante nella diagnosi della malattia del fegato. Tutti i processi patologici in questo organo possono verificarsi con colestasi o citolisi. Il primo processo è una violazione del deflusso della bile, che è secreto dagli epatociti. Con altri disturbi, la distruzione di elementi cellulari sani avviene con il rilascio del loro contenuto nel sangue. La presenza e la quantità di enzimi epatici nel sangue possono determinare lo stadio della malattia e la natura dei cambiamenti patologici negli organi del tratto epatobiliare.

Punteggi di colestasi

La sindrome colestasi (ostruzione della secrezione biliare) accompagna l'infiammazione epatica, la secrezione biliare e la patologia delle vie biliari. Questi fenomeni causano i seguenti cambiamenti nell'analisi biochimica:

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

  • gli enzimi escretori sono migliorati;
  • anche i componenti della bile sono aumentati, tra cui la bilirubina, gli acidi biliari, il colesterolo e i fosfolipidi.

Il deflusso della bile può essere disturbato dalla pressione meccanica sui dotti biliari (tessuto infiammato, tumori, calcoli), restringimento del loro lume e altri fenomeni. Il complesso di cambiamenti caratteristici nei parametri del sangue diventa la base per uno studio più dettagliato dello stato della colecisti e delle vie biliari.

Indicatori di citolisi

La citolisi (distruzione di epatociti) può verificarsi con epatite infettiva e non infettiva o con avvelenamento. In questo caso, il contenuto cellulare viene rilasciato e gli enzimi indicatori appaiono nel sangue. Questi includono ALT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi), LDH (lattato deidrogenasi) e aldolasi. Maggiore è la performance di questi composti nel sangue, maggiore è il grado di danno al parenchima dell'organo.

Determinazione della fosfatasi alcalina

La fosfatasi alcalina, che si trova nel sangue, può essere non solo di origine epatica. Una piccola quantità di questo enzima è prodotta dal midollo osseo. È possibile parlare di malattie del fegato se c'è un aumento simultaneo del livello di fosforo alcalino e gamma-GGT. Inoltre, può essere rilevato un aumento della bilirubina, che indica patologie della colecisti.

Gamma-glutamiltranspeptidasi nel sangue

GGT di solito si alza con fosfatasi alcalina. Questi indicatori indicano lo sviluppo di colestasi e possibili malattie del sistema biliare. Se questo enzima sale in isolamento, vi è il rischio di danni minori al tessuto epatico durante le fasi iniziali dell'alcolismo o di altri avvelenamenti. Con patologie più gravi, c'è un aumento simultaneo degli enzimi epatici.

Transaminasi epatiche (ALT, AST)

L'ALT (alanina aminotransferasi) è l'enzima epatico più specifico. Si trova nel citoplasma e in altri organi (reni, cuore), ma è nel parenchima epatico che è presente nella massima concentrazione. Il suo aumento di sangue può indicare varie malattie:

  • epatite, intossicazione con danno epatico, cirrosi;
  • infarto miocardico;
  • malattie croniche del sistema cardiovascolare, che si manifestano con necrosi delle aree funzionali del tessuto;
  • lesioni, ferite o contusioni muscolari;
  • pancreatite severa - infiammazione del pancreas.

AST (aspartato deidrogenasi) non è solo nel fegato. Può anche essere trovato nei mitocondri del cuore, dei reni e dei muscoli scheletrici. L'aumento di questo enzima nel sangue indica la distruzione di elementi cellulari e lo sviluppo di una delle patologie:

  • infarto del miocardio (una delle cause più comuni);
  • malattia epatica acuta o cronica;
  • insufficienza cardiaca;
  • lesioni, infiammazione del pancreas.

Lattato deidrogenasi

LDH si riferisce agli enzimi citolitici. Non è specifico, cioè si trova non solo nel fegato. Tuttavia, la sua determinazione è importante nella diagnosi della sindrome dell'ittero. Nei pazienti con malattia di Gilbert (una malattia genetica che è accompagnata da una violazione del legame bilirubinico), rientra nell'intervallo di normalità. Per altri tipi di ittero, la sua concentrazione aumenta.

Come determinare l'attività delle sostanze?

L'analisi biochimica del sangue per gli enzimi epatici è una delle principali misure diagnostiche. Ciò richiederà sangue venoso raccolto a stomaco vuoto al mattino. Durante il giorno precedente allo studio è necessario escludere tutti i fattori che possono influenzare il funzionamento del fegato, incluso l'assunzione di bevande alcoliche, cibi grassi e speziati. Nel sangue, determinare l'insieme standard di enzimi:

  • ALT, AST;
  • Scudo alcalino;
  • GGT;
  • bilirubina totale e sue frazioni (libera e legata).

L'attività degli enzimi epatici può anche essere influenzata da alcuni gruppi di farmaci. Possono anche cambiare normalmente durante la gravidanza. Prima dell'analisi, devi informare il medico circa l'assunzione di farmaci e malattie croniche di qualsiasi organo nella storia.

Regole per i pazienti di diverse età

Per il trattamento delle malattie del fegato, è necessaria una diagnosi completa, che include un esame del sangue biochimico. L'attività degli enzimi è investigata nel complesso, poiché diversi indicatori possono indicare diversi disturbi. La tabella mostra i valori normali e le loro variazioni.

Esame del sangue per ALT e AST nella cirrosi epatica

Analisi biochimica del sangue - uno studio informativo, i cui risultati possono determinare lo stato funzionale degli organi interni. Un cambiamento nel contenuto di ALT e AST nella cirrosi segnala il danno cellulare (epatociti) nel tessuto epatico. Con la concentrazione di enzimi endogeni nel sangue, è possibile determinare lo stadio e la causa del verificarsi di processi cirrotici.

ALT e AST sono enzimi proteici di un sottogruppo di transaminasi (aminotransferasi) che sono sintetizzati per via intracellulare.

In assenza di malattie gravi, la loro concentrazione nel sangue è minima. Lo sviluppo di malattie intraepatiche porta ad un cambiamento negli indici di aminotransferasi nel sangue. Se la concentrazione di ALT è superiore a AST, indica un danno al parenchima e, se viceversa, un muscolo cardiaco (miocardio).

Aminotransferasi - che cos'è?

L'aspartato aminotransferasi (AST) e l'alanina aminotransferasi (ALT) sono sostanze proteiche coinvolte nei processi metabolici, in particolare l'amminoacido. Gli enzimi endogeni sono prodotti all'interno delle cellule, quindi la loro penetrazione nel sangue segnala la distruzione delle strutture cellulari. L'aumento della concentrazione di transaminasi indica l'insorgenza di processi infiammatori negli organi interni.

Un aumento del contenuto di ALT è un segno di danni al pancreas, al fegato e ai reni e un aumento della concentrazione di AST indica la distruzione di cellule del miocardio, polmoni e tessuti nervosi.

Le aminotransferasi sono coinvolte nella sintesi del glicogeno, che è una riserva di energia per il corpo. Viene conservato principalmente negli epatociti sotto forma di granuli e, se necessario, viene convertito in glucosio per la nutrizione endogena di cellule e tessuti. Se durante l'analisi i livelli di ALT e AST differiscono dai valori normali, spesso indica la distruzione delle cellule epatiche o del miocardio.

Alanina aminotransferasi

Le variazioni del livello di alanina aminotransferasi (ALAT, ALT) possono essere chiamate marcatori di patologie del sistema epatobiliare. L'attività di ALT nella cirrosi aumenta, quindi, un aumento della concentrazione dell'enzima nel sangue è un motivo significativo per effettuare ulteriori esami strumentali (biopsia, TC, ecografia). Le cause principali dei cambiamenti negli indicatori della proteina nel corpo includono:

  • disturbo da induzione di droga;
  • cirrosi biliare primitiva;
  • patologie del sistema epatobiliare;
  • la formazione di tumori nel tessuto epatico.

Secondo il grado di attività ALT, è possibile determinare non solo il tipo di malattia, ma anche la causa della sua insorgenza. Una diminuzione dell'attività dell'alanina aminotransferasi è caratteristica dello sviluppo dell'insufficienza epatica e un aumento più spesso indica danni al fegato tossici, in particolare la cirrosi da farmaci.

Aspartato aminotransferasi

L'aspartato aminotransferasi (AsAt, AST) è un enzima coinvolto nella produzione di acido aspartico (aspartato). Partecipa allo scambio di composti azotati e alla conversione dell'urea in composti pirimidonici. Se l'AST è sopra la norma, i pazienti vengono spesso diagnosticati con malattie cardiovascolari.

Per provocare un aumento della concentrazione di aspartato aminotransferasi nel sangue può:

  • ittero ostruttivo;
  • intossicazione da alcol;
  • distrofia muscolare;
  • necrosi (morte) del muscolo cardiaco;
  • mancanza di tessuto adiposo nel fegato;
  • danno alla capsula epatica;
  • epatite acuta;
  • mononucleosi.

Il contenuto di ALT e AST nella cirrosi è anormalmente aumentato a causa della distruzione delle strutture cellulari e della successiva penetrazione degli enzimi nella circolazione sistemica. I cambiamenti nella concentrazione di aminotransferasi nel sangue influenzano negativamente il funzionamento degli organi interni, in particolare degli organi nervosi e endocrini.

Quando si effettua una diagnosi, non si può fare affidamento solo su questi indicatori di enzimi endogeni nel sangue, perché sono contenuti non solo nel fegato, ma anche in altri organi: reni, polmoni, muscoli scheletrici, ecc.

Interrelazione di AST e ALT

Durante la diagnosi di cirrosi epatica, viene preso in considerazione il rapporto tra ALT e AST, che nei circoli medici viene chiamato fattore de Rytis. Il calcolo numerico del coefficiente viene eseguito solo se gli indicatori degli enzimi endogeni sono al di fuori dell'intervallo normale. La determinazione dell'attività di aminotransferasi ha un importante valore diagnostico, dal momento che gli enzimi endogeni sono localizzati solo in alcuni tipi di cellule.

L'enzima proteico ALT predomina nel tessuto parenchimale e AST nel muscolo cardiaco. Da ciò ne consegue che, in caso di cirrosi e infarto, nel sangue si rileva un aumento dell'attività di uno o di un altro enzima. Ad esempio, nell'infarto miocardico, la concentrazione di AST nella circolazione sistemica aumenta almeno 8 volte e ALT - solo 2 volte.

In una persona sana, il coefficiente de Ritis va da 0,9 a 1,75. Se il valore numerico non supera 1, questo indica lo sviluppo di malattie del fegato, se più di due, la distruzione di cardiomiociti (cellule del muscolo cardiaco). In base ai risultati degli studi di laboratorio, un alto livello di fermentazione (fluttuazioni nella concentrazione di componenti biochimici del sangue) è considerato prognosticamente un segno sfavorevole del decorso della patologia.

Preparazione per i test

L'analisi biochimica del sangue è uno dei metodi più istruttivi di esame, con l'aiuto di cui è possibile valutare l'efficienza del fegato e il tasso di processi metabolici in esso. Prima dell'analisi, i pazienti devono essere addestrati, il che elimina la possibilità di cambiamenti nei parametri biochimici del sangue sotto l'influenza di fattori esogeni:

  1. un giorno prima della donazione di sangue è opportuno escludere lo sforzo fisico;
  2. 48 ore prima dell'analisi, dovresti abbandonare l'uso di cibi piccanti e grassi;
  3. il giorno prima dell'esame non è consigliabile fare colazione e bere bevande gassate;
  4. Alcuni giorni prima di visitare una struttura medica, è necessario interrompere l'assunzione di farmaci.

I risultati dell'analisi biochimica dipendono non solo dal fatto che il paziente abbia osservato una dieta speciale o meno, ma anche dalla qualità dell'apparecchiatura diagnostica.

Anche se un esame del sangue biochimico indica la presenza di processi infiammatori nel parenchima, il paziente viene inviato per un ulteriore esame. La diagnosi tiene conto della concentrazione di bilirubina, albumina e altri componenti nel sangue. Inoltre, gli specialisti stanno studiando i risultati della biopsia epatica, della laparoscopia e della tomografia computerizzata.

Indicatori normali di ALT e AST

Secondo gli standard internazionali, il contenuto di aminotransferasi nel sangue è misurato in unità di 1 litro di sangue. Nei bambini, il contenuto di enzimi endogeni nel sangue dipende dall'età. Ad esempio, nei neonati, gli indicatori ALT non devono superare 48-50 U / le AST - 150 U / l. Nei pazienti di età inferiore ai 12 anni, sono consentite lievi deviazioni dai valori normali. Dopo la pubertà, la quantità di aminotransferasi nel corpo si stabilizza e si avvicina alla normalità.

Nell'età adulta, la concentrazione degli enzimi proteici nel sangue è determinata dal sesso:

Esame del sangue per enzimi epatici alt e ast

Enzimi epatici

  • Indicatori di ALT e AST
  • Malattie accompagnate da elevazione delle transaminasi
  • Esame del sangue biochimico per l'epatite C e la cirrosi epatica

Gli enzimi del fegato sono chiamati enzimi e sono parte integrante di vari processi biochimici che si verificano nel corpo umano. Ti permettono di determinare lo stato del fegato e del corpo umano nel suo insieme. È noto che diverse migliaia di enzimi sono presenti nel sangue, ma solo due enzimi possono indicare varie patologie e sintomi di malattie. Queste sono le cosiddette aminotransferasi ─ enzimi speciali che consentono al fegato di sintetizzare il glicogeno.

Indicatori di ALT e AST

Enzima AST ─ aspartato aminotransferasi. Può essere trovato non solo nel fegato, ma anche in alcuni organi. Tra questi ci sono il pancreas, i polmoni, il cervello, il cuore e le fibre muscolari.

L'enzima ALT è alanina aminotransferasi. Si trova prevalentemente negli epatociti ─ cellule epatiche, che interagiscono strettamente con il flusso sanguigno. Quando gli epatociti sono danneggiati, gli enzimi ALT e AST entrano nel flusso sanguigno, che può indicare vari disturbi. Questo, a sua volta, può rivelare un esame del sangue, in modo da poter fare una diagnosi accurata e prescrivere un trattamento.

Il livello di aminotransferasi viene solitamente misurato in UI / l (unità internazionali per 1 litro di sangue). Esistono standard consolidati, che per l'enzima ALT vanno da 10 a 40 UI / l (maschi) e da 12 a 31 (femmine). Per gli enzimi AST da 20 a 40 UI / l è la norma per il corpo femminile e da 15 a 30 per gli uomini. Tuttavia, la rilevazione del solo livello degli enzimi epatici non fornisce un quadro completo dello stato dell'organo. Pertanto, un'analisi complessa viene spesso prescritta da un medico, che include l'assunzione di sangue per la bilirubina, determinando il tempo di protrombina e l'albumina.

Un eccesso significativo del contenuto di enzima nel sangue può indicare un danno alle cellule del fegato. Il rapporto di questi enzimi consente di identificare la malattia. Pertanto, l'uguaglianza dei livelli di entrambi gli enzimi o un leggero eccesso di ALT, un eccesso sufficientemente elevato del livello di aminotransferasi può indicare la presenza di epatite virale acuta. L'epatite può anche essere rilevata nelle persone che fanno uso di droghe. Se AST è 2 volte superiore a ALT, allora questo è un chiaro segno di alcolismo (malattia epatica alcolica). L'eccesso di AST di 1 unità. L'enzima ALT può indicare cirrosi epatica.

Torna al sommario

Gli enzimi microsomali del fegato che sono coinvolti nel processo di transaminazione catalitica sono chiamati transaminasi. Questo nome è stato usato prima e ora ha ricevuto la definizione di aminotransferasi. Le transaminasi forniscono una relazione in cui lo scambio di composti contenenti azoto con il metabolismo dei carboidrati. Tuttavia, sono presenti in tutte le cellule. Le transaminasi sono coinvolte nella transaminazione degli amminoacidi e sono opportunamente denominate. Pertanto, l'ALT è coinvolta nella transaminazione dell'alanina e AST è destinato all'acido aspartico.

Le transaminasi hanno proprietà di specificità tissutale. L'ALT è attiva nel fegato e AST è più attivo nelle fibre muscolari, specialmente nel muscolo cardiaco. Con la distruzione delle cellule del muscolo cardiaco e del fegato, un gran numero di enzimi intracellulari compaiono nel flusso sanguigno. Un gran numero di aminotransaminasi è osservato nell'infarto miocardico e in varie malattie del fegato. Prima di tutto, riguarda l'epatite virale. Insieme a un test timolo positivo, un aumento dei livelli di transaminasi indica la presenza di epatite. Allo stesso tempo, possono essere assenti segni di ittero e livelli elevati di bilirubina. Questo potrebbe essere l'inizio di malattie come:

  • colestasi nel fegato;
  • tumori epatici e ittero ostruttivo;
  • epatite cronica;
  • epatite virale acuta;
  • tossico, indotto da farmaci.

Nell'infarto del miocardio, la crescita di aminotransaminasi può aumentare di un fattore 20 dalla norma in pochi giorni. L'angina, a differenza di un infarto, non influisce sull'aumento delle transaminasi. Va notato che la natura periodica dell'aumento del livello di aminotransferasi può essere osservata con estese lesioni muscolari, ustioni tissutali, con gotta, miosite, miopatie e un numero di malattie associate alla scomposizione dei globuli rossi.

Esiste qualcosa come il coefficiente di de Rytis ─ DRr. Questo valore viene utilizzato se le transaminasi sono superiori al normale. È necessario distinguere il valore del coefficiente di de Rytis, che corrisponde ad alta precisione alle seguenti malattie:

  • Il numero di DR inferiore a 1 indica la presenza di epatite virale nel corpo;
  • la distrofia del fegato o l'epatite cronica è indicata da un numero di DR uguale o superiore a 1;
  • se l'albumina di sangue è inferiore a 35 g / le il numero di DR è uguale o superiore a 2 unità. quindi indica una malattia epatica alcolica;
  • nella diagnosi di cardiopatia, un numero di DR superiore a 1,3 è indicativo della presenza di infarto miocardico.

Torna al sommario

Condurre la biochimica per l'individuazione dell'epatite C, la cirrosi epatica e una serie di malattie gioca un ruolo importante nella formulazione della diagnosi corretta e nella nomina del complesso necessario di misure terapeutiche. Questi includono enzimi epatici, un indicatore di scambio per bilirubina e proteine ​​del siero di latte. La bilirubina a forma libera fa parte di un derivato dell'emoglobina, che viene rilasciato durante il processo di emolisi degli eritrociti. I livelli normali di bilirubina nel sangue di una persona sana variano da 1,7 a 17 μmol / l. Nell'epatite C, le cellule epatiche sono colpite e vi è un aumento significativo nel livello di bilirubina. Per quanto riguarda l'attività degli enzimi, qui è necessario prendere in considerazione l'aumento multiplo della norma ai valori ammissibili:

  • ALT e AST a 40 unità;
  • sorbitolo deidrogenasi (SDH) fino a 17 unità;
  • fruttosio-1-fosfataldolasi e urochinasi fino a 1 unità.

Se si sospetta cirrosi epatica, viene contata la bilirubina. E qui sono presi in considerazione 3 indicatori: la frazione diretta e indiretta della bilirubina, il loro indicatore totale, che viene misurata in μmol / l. Per la frazione diretta, l'indicatore è considerato fino a 4,3, per l'indiretto - fino a 17,1, e il totale non deve superare 20,5. L'eccesso di questi indicatori indica la distruzione del tessuto epatico.

Oltre a ALT e AST, gli enzimi non specifici includono fosfatasi alcalina (AP), γ-glutamil transpeptidasi (γ-GGT). Allo stesso tempo, il γ-GGT è un enzima importante, senza il quale la maggior parte dei processi del metabolismo degli aminoacidi non può fare. Può accumularsi nel pancreas, nei reni e in grandi quantità nel fegato. Una grande quantità di questo enzima entra nel flusso sanguigno in caso di violazione dell'integrità delle cellule. E la fosfatasi alcalina promuove la rimozione dei fosfati dalle molecole di alcuni composti. In alte concentrazioni, è presente nel fegato, quindi in caso di danno epatico da cirrosi aumenta la quantità di fosfatasi alcalina. Per le stesse ragioni, si verifica un aumento del livello di enzimi specifici, come nucleotidasi e arginasi. Come abbiamo già detto, nel normale ALT e AST non dovrebbero superare le 40 unità. e la difesa alcalina non dovrebbe essere superiore a 140 unità. Γ-GGT per le donne - non più di 36 unità. e per gli uomini - non superiore a 61 unità.

Il tasso di fosfatasi alcalina è compreso tra 30 e 100 unità / l.

Un aumento di questi tassi può indicare che si è verificato un blocco dei dotti biliari. La cirrosi epatica influisce sul disturbo dei processi del metabolismo proteico, poiché i composti proteici si accumulano e sintetizzano in un organo sano. Nel fegato si forma la cosiddetta albumina. Il loro contenuto non deve superare 50 g / l. La cirrosi contribuisce alla violazione del livello generale di proteine, albumina, fibrinogeno e protrombina. La cifra totale dovrebbe essere compresa tra 85 g / l e il suo eccesso indica una variazione nel tessuto epatico e il possibile sviluppo di patologie. Inoltre, la sintesi dell'urea avviene nel fegato, il cui livello diminuisce significativamente con la malattia. Il livello normale di urea nel sangue è compreso tra 2,5 e 8,3 mmol / l.

Il fegato svolge una delle funzioni importanti, che è la formazione di proteine ​​che influenzano la coagulazione del sangue. Pertanto, si raccomanda di condurre un coagulogramma per identificare possibili complicanze nelle prime fasi.

1 voti, media: 1,00 su 5 Download.

Esame del sangue per le malattie del fegato: bilirubina, ALT e AST

La cirrosi epatica e l'insufficienza epatica sono patologie comuni. La medicina moderna ha nel suo arsenale metodi diagnostici sufficientemente affidabili. Gli indicatori di ALT (alanina aminotransferasi) e AST (aspartato aminotransferasi) svolgono un ruolo importante nello stabilire la diagnosi.

La relazione di ALT e AST

Il meccanismo di produzione di questi enzimi non è completamente compreso, ma è chiaro che essi sono sintetizzati intracellularmente, quindi il loro contenuto nel sangue è minimo in una persona sana. Possono entrare nel sangue solo come risultato della citolisi, cioè della distruzione cellulare. Pertanto, se i risultati delle analisi biochimiche mostrano un eccesso di ALT e / o AST, si può concludere che il processo patologico ha luogo nel corpo.

Per determinare la malattia è anche importante rapporto tra il numero di questi due enzimi. Nella pratica medica, questo rapporto è stato chiamato coefficiente de Ritis, dopo il medico Fernand de Rytis, che per primo ha determinato il valore di questo rapporto per la diagnostica di laboratorio. L'essenza di questa tecnica è che gli enzimi ALT e AST in diversi organi contenuti in diverse concentrazioni. Ad esempio, normalmente, in una persona sana, l'ALT è per lo più contenuto nel fegato e AST nel miocardio. Da qui possiamo diagnosticare, per esempio, la cirrosi epatica e l'insufficienza epatica, in caso di superamento della norma dell'enzima ALT. Normalmente, il coefficiente de Ritis è 0.91-1.75. Con i valori di questo coefficiente di 2 e superiori, possiamo parlare con sicurezza di gravi malattie cardiache, con un coefficiente inferiore a 1 - a proposito di epatite, cirrosi, ecc.

Un significativo eccesso di AST con un aumento relativamente piccolo del livello di ALT indica una cirrosi dell'etimologia non alcolica. Tuttavia, è solo possibile determinare quale tipo di cirrosi sarà in un caso o in un altro, e quali devono essere testati, come risultato di un esame completo. Nella maggior parte dei casi, con cirrosi epatica, il livello di AST è superiore al livello di ALT.

Importante: il coefficiente de Ritis ha un valore diagnostico solo nei casi di superamento della norma di ALT e AST nel sangue.

Livelli normali dell'enzima ALT e AST nel sangue

Secondo le specifiche internazionali, è consuetudine misurare il livello degli enzimi ALT e AST in unità per litro (sangue). Negli uomini, i livelli degli enzimi differiscono in modo significativo. Il tasso di enzimi al livello di 31 U / l è considerato la norma per le donne e non più di 45 U / l per gli uomini. La concentrazione di enzimi nei bambini in età prescolare non deve superare 50 U / l.

Per ridurre o minimizzare eventuali errori nella diagnosi, prima di donare il sangue per l'analisi degli enzimi epatici, è necessario:

  • non mangiare il giorno dell'analisi;
  • bere solo acqua normale, non gassata;
  • escludere eventuali farmaci;
  • 2-3 giorni prima dell'analisi, eliminare dalla dieta cibi ricchi di grassi, affumicati, salati, carboidrati e ricchi di proteine;
  • ridurre l'intensità dell'attività fisica.

Analisi degli enzimi epatici

Per identificare l'insufficienza epatica, la cirrosi epatica o l'epatite, vengono utilizzati metodi di ricerca complessi. Per l'analisi, viene prelevato sangue venoso. Poiché il materiale di studio è utilizzato siero. In base ai risultati degli studi biochimici, è possibile determinare quanto segue:

  • Il livello generale di proteine ​​nel corpo. I tassi di eccesso indicano un processo infiammatorio in corso;
  • Il contenuto di albumina nel sangue. I tassi di eccesso sono solitamente associati a insufficienza epatica;
  • Contenuto di creatinina I tassi in eccesso indicano una patologia dei reni, della vescica;
  • Concentrazione eccessiva di fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina). Indica ittero ostruttivo, epatite, tireotossicosi;
  • Livello di glutammato deidrogenasi. L'aumento dei livelli di glucosio nel sangue indica gravi danni al fegato tossici, cirrosi alcolica e grave epatite.

Diagnosi di cirrosi e insufficienza epatica

La cirrosi (dal greco kirrhos - giallo) è una grave malattia del fegato, caratterizzata da un lungo processo infiammatorio e dalla graduale morte di cellule epatiche speciali - gli epatociti, con la loro graduale trasformazione in tessuto connettivo. La capacità di disintossicazione del fegato diminuisce e si sviluppa l'insufficienza epatica.

L'insufficienza epatica è caratterizzata da una compromissione della funzionalità epatica dovuta al danneggiamento del suo parenchima. Il quadro clinico dell'insufficienza epatica è simile alle manifestazioni della cirrosi. La patogenesi dipende dalla specificità della malattia precedente. Circa 40 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di questa malattia ogni anno.

Diagnosi di laboratorio della cirrosi epatica, comprende gli studi biochimici effettivi, analisi scatologica, ecografia, biopsia epatica, analisi del sangue per i marcatori virali. Quali ulteriori strumenti diagnostici sono necessari è deciso dal medico curante.

La tonalità itterica della pelle e un aumento delle dimensioni del fegato sono segni esterni con cui è possibile diagnosticare la cirrosi epatica. In caso di cirrosi alcolica, compare sulla pelle una vena caratteristica a ragno.

Quali manifestazioni di cirrosi saranno presenti dipende dal paziente e dal suo stile di vita. Nei casi più gravi, uno dei sintomi può essere gonfiore addominale.

Emocromo completo per cirrosi epatica mostra quanto segue:

  • il livello totale di emoglobina è ridotto a 110 g;
  • diminuzione del livello dei globuli rossi;
  • diminuzione della conta piastrinica;
  • aumento del numero dei globuli bianchi;
  • Gli indicatori ESR (velocità di eritrosedimentazione) aumentano a 15 mm / ora.

L'analisi biochimica del sangue rivelerà tali violazioni:

  • diminuzione del livello di albumina e delle proteine ​​del sangue totali;
  • un aumento del contenuto di enzimi ALT e AST;
  • aumento dei livelli di bilirubina sintetizzata nel fegato;
  • aumento dei livelli di glucosio;
  • diminuzione della concentrazione di fibrinogeno (a causa di insufficienza epatica);
  • insufficiente livello di protrombina;
  • aumento dei livelli di fosfatasi alcalina;
  • ridotti livelli di sodio e calcio.

Importante: la protrombina insufficiente può causare il deterioramento della coagulazione del sangue, che influisce negativamente sull'operabilità del paziente. Altri processi patologici possono abbassare il livello di protrombina e fibrinogeno. Cosa esattamente - determina la complessa diagnostica di laboratorio.

Se la cirrosi è causata da epatite, i seguenti marcatori avranno una risposta positiva: anti-HBs, HCV-RNA, anti-HBc, HBsAg. Normalmente, la risposta è no. Il meccanismo di sviluppo della malattia dipende dal tipo di epatite precedente.

Come risultato dell'analisi coprologica, i grassi si trovano nelle feci (violazione del metabolismo dei grassi), proteine. La fecale diventa incolore (a causa di una diminuzione del livello di bilirubina). Ridurre gli errori nell'analisi coprologica aiuterà il corretto prelievo del materiale.

L'ecografia del fegato aiuta a diagnosticare l'aumento delle dimensioni, l'ecogenicità ridotta, la presenza di aree infiammatorie. La superficie del fegato con la malattia è solitamente sciolta e irregolare. I diametri della vena cava inferiore e della vena porta sono aumentati. La cistifellea viene anche ingrandita e deformata.

La tomografia computerizzata consente di valutare i parametri fisiologici generali del corpo, per identificare i fuochi della cirrosi.

L'assunzione di materiale per la biopsia viene solitamente prescritta per diagnosticare lo stato del tessuto epatico stesso, per determinare la percentuale di cellule sane rispetto alle cellule del tessuto connettivo.

La cirrosi è una malattia molto pericolosa. Su quali potrebbero essere le conseguenze, devi conoscere tutti. Il corpo umano è un meccanismo esatto, quindi ogni violazione del suo funzionamento minaccia di complicazioni. Le forme gravi della malattia possono essere fatali. Una diagnosi precoce e un trattamento tempestivo aiuteranno ad evitare lo sviluppo di insufficienza epatica e cirrosi.

Esame del sangue per ALT e AST: cos'è, decodificare il test per gli enzimi epatici

contenuto

Un esame del sangue per ALT e AST aiuta a determinare la patologia del fegato e del muscolo cardiaco. Questi enzimi epatici intracellulari, o, come vengono anche chiamati, aminotransferasi, assicurano il trasferimento degli atomi tra gli amminoacidi e mostrano il grado di sviluppo della patologia degli organi importanti del corpo umano. Per questo sono chiamati marcatori. La dimensione delle loro deviazioni dalla norma, il medico determina, ad esempio, lo sviluppo di necrosi nel fegato, che richiede un intervento immediato.

Cause di aumento o diminuzione dell'attività delle transaminasi

Se una persona è in buona salute, quindi nel sangue AcAt e AlAt saranno in una piccola quantità. Per l'analisi di ALT e AST prendono i dati di entrambi gli enzimi epatici, perché per loro ci sono gli stessi indicatori della norma.

AlAt e AsAt si trovano principalmente nelle cellule del corpo umano e sono coinvolti nella funzione di trasporto. Il loro contenuto in diverse celle è diverso.

Ma il maggior numero di essi si trova in due organi:

  • L'ALT ha la più alta concentrazione nel fegato;
  • AST: nel muscolo cardiaco.

Per quanto riguarda il contenuto di questi enzimi nelle cellule di altri organi, la loro concentrazione è diversa. Un esame del sangue biochimico di solito aiuta a determinare la patologia. Se viene rilevato un aumento dei marcatori del fegato nel sangue, significa che il processo di distruzione cellulare è iniziato da qualche parte.

Tale conclusione può essere formulata sulla base del fatto che AST e ALT sono costituiti da cellule danneggiate nel sangue. Di conseguenza, lo specialista deve determinare in quale organo si sviluppa la malattia.

Quali sono le ragioni per cui l'analisi su AST e ALT ha dato un risultato positivo?

Questo può accadere a causa di:

  1. Epatite con natura virale.
  2. Epatite batterica, medicinale, tossica.
  3. Ittero meccanico
  4. Neoplasie nel fegato.

Non si può escludere che l'aumento di AlAt e AsAt nel sangue possa indicare pancreatite, infarto miocardico, epatite alcolica e altre malattie.

Chi prende droghe per abbassare il colesterolo, è necessario sapere che a volte provoca un aumento dell'ALT. Tra i molti farmaci per varie malattie, ci sono quelli che hanno effetti collaterali e hanno un cattivo effetto sul lavoro del fegato. Questo deve essere tenuto in mente quando il medico dà i referral per le analisi del sangue per ALT e AST. Dopo un tale studio, il paziente deve consultare un gastroenterologo e, eventualmente, sostituire i farmaci con altri che risparmiano il fegato.

Un'altra ragione per aumentare l'ALT è la gravidanza. Piccole fluttuazioni di questo enzima in tale stato sono abbastanza permissibili, non è una patologia, soprattutto perché una donna che aspetta un bambino è sotto la costante supervisione di un medico.

Inoltre, l'attività di ALT è influenzata da:

  • iniezione intramuscolare;
  • grave sforzo fisico;
  • metodi di supplementi dietetici (BAA).

In altre parole, tutto ciò che provoca un carico sul fegato può essere la causa di elevati enzimi epatici.

Ma ci sono casi in cui l'analisi su AST e ALT mostra una forte diminuzione. Se ce ne sono pochissimi, significa che hanno cessato di essere prodotti. Questo di solito è un cattivo indicatore, indica necrosi e processi irreversibili nel fegato. La seconda ragione di questa patologia è la debolezza generale e l'esaurimento osservati con una mancanza di vitamina B6. Pertanto, qualsiasi deviazione da AST e ALT dovrebbe essere presa in considerazione al fine di avviare la terapia possibile il più presto possibile.

Indicazioni per l'analisi

L'alta concentrazione nel sangue degli enzimi epatici si riflette nelle condizioni generali della persona. Per ricevere un rinvio per un test sulle transaminasi nel sangue, ci sono alcune indicazioni. Alla consultazione con il medico, il paziente è obbligato a parlare dei sintomi che lo preoccupano.

Quindi, la ricerca è necessaria se:

  • l'uomo ha debolezza, si stanca rapidamente;
  • ha un'avversione al cibo;
  • sperimenta nausea, vomito;
  • i tegumenti e il bianco degli occhi acquistano una tinta giallastra;
  • ha mal di stomaco;
  • la persona è prurita;
  • l'urina si scurisce, e lo sgabello, al contrario, diventa più leggero.

Tutti questi segni parlano di problemi al fegato, ma per essere sicuri di questo, è necessario passare un esame del sangue per AlAt e AsAt.

Se non ci sono sintomi pronunciati, ma la persona non si sente bene, il medico conduce un sondaggio e determina la presenza di fattori che possono aumentare il rischio di malattia epatica e quindi aumentare i livelli ematici di alanina transaminasi (ALT) o aspartato aminotransferasi (AST).

Questi fattori includono:

  1. Abuso di alcol
  2. Predisposizione genetica alle patologie epatiche
  3. L'obesità.
  4. Il diabete mellito.
  5. Terapia con farmaci che possono influire negativamente sulle cellule del fegato.
  6. Epatite trasferita o contatto con un paziente con epatite.

Se si verificano tali fattori, l'analisi di ALT e AST mostrerà quanto sono già stati in grado di danneggiare il corpo.

La necessità di verificare la presenza di questi marcatori nel sangue può sorgere se si sospetta non solo la malattia del fegato, ma anche i sintomi di altre malattie. Pertanto, un medico, uno specialista di malattie infettive, un endocrinologo e persino un chirurgo possono dare indicazioni per un esame del sangue per ALT e AST.

Come proteggersi

La biochimica è uno studio obbligatorio per molti sintomi di varie malattie. Di solito una scarsa conta ematica per gli enzimi epatici terrorizza molti. Questa analisi non è una frase, dovresti sempre tenerlo a mente. Trarre conclusioni preliminari è un compito ingrato: puoi scuotere i nervi e spaventare i tuoi cari.

Poiché un esame del sangue per la transamilasi mostra la presenza o l'assenza di patologia nel fegato o nel cuore, è necessario prestare maggiore attenzione al lavoro di questi organi ed escludere fattori che violano il loro funzionamento stabile. Cosa significa "escludere fattori"?

Ciò significa che devi fare tutto ciò che è in tuo potere per completare il lavoro del fegato e del cuore, in particolare:

  • analizzare il possibile effetto di tutti i farmaci assunti durante questo periodo;
  • dimenticare le cattive abitudini: alcol e fumo;
  • escludere dal menu fritti, piatti grassi, bevande gassate.

Se la malattia sta già progredendo, seguire tutte le raccomandazioni del medico curante per prevenire la diffusione del processo patologico.

Enzimi del fegato nel sangue: analisi di ALT e AST

Un gruppo di proteine ​​che aumentano l'attività dei vari processi metabolici, chiamati enzimi.

Le reazioni biologiche di successo richiedono condizioni speciali - temperatura elevata, una certa pressione o presenza di determinati metalli.

Gli enzimi aiutano ad accelerare le reazioni chimiche senza soddisfare queste condizioni.

Procedendo dalle loro funzioni, gli enzimi si trovano all'interno della cellula, sulla membrana cellulare, fanno parte di varie strutture cellulari e partecipano alle reazioni al suo interno. Secondo la funzione, ci sono i seguenti gruppi:

  • idrolasi - scindono molecole di sostanze;
  • sintetasi: sono coinvolti nella sintesi molecolare;
  • transferasi - trasportano parti di molecole;
  • ossidoriduttasi - influenzano le reazioni redox nella cellula;
  • isomerasi: modifica la configurazione delle molecole;
  • LiAZ - forma legami molecolari aggiuntivi.

Il lavoro di molti enzimi richiede la presenza di ulteriori cofattori. Il loro ruolo è svolto da tutte le vitamine, oligoelementi.

Quali sono gli enzimi epatici

Ogni cellula organello ha il suo insieme di sostanze che determinano la sua funzione nella vita della cellula. Gli enzimi del metabolismo energetico si trovano sui mitocondri, il reticolo endoplasmatico granulare è legato alla sintesi delle proteine, il reticolo liscio è coinvolto nel metabolismo dei lipidi, dei carboidrati, i lisosomi contengono gli enzimi di idrolisi.

Gli enzimi che possono essere rilevati nel plasma sanguigno sono convenzionalmente divisi in tre gruppi:

  1. Secretoria. Sono sintetizzati nel fegato e secreti nel sangue. Un esempio sono gli enzimi della coagulazione, la colinesterasi.
  2. Indicatore, o cellulare (LDH, glutammato deidrogenasi, fosfatasi acida, ALT, AST). Normalmente, solo tracce di essi si trovano nel siero, da allora la loro disposizione intracellulare. Il danno ai tessuti causa il rilascio di questi enzimi nel sangue, dal loro numero uno può giudicare la profondità della lesione.
  3. Gli enzimi escretori sono sintetizzati e secreti insieme alla bile (fosfatasi alcalina). La violazione di questi processi porta ad un aumento delle loro prestazioni nel sangue.

Quali enzimi vengono utilizzati nella diagnosi

I processi patologici sono accompagnati dalla comparsa di colestasi e sindromi da citolisi. Ognuno di loro è caratterizzato dai propri cambiamenti negli indicatori biochimici degli enzimi sierici.

La sindrome colestatica è una violazione dell'escrezione biliare. È determinato dal cambiamento nell'attività dei seguenti indicatori:

  • aumento degli enzimi escretori (fosfatasi alcalina, GGTP, 5-nucleotidasi, glucuronidasi);
  • aumento di bilirubina, fosfolipidi, acidi biliari, colesterolo.

La sindrome citolitica suggerisce la distruzione di epatociti, aumento della permeabilità delle membrane cellulari. La condizione si sviluppa con danni virali e tossici. Cambiamenti caratteristici negli enzimi indicatori - ALT, AST, aldolasi, LDH.

La fosfatasi alcalina può essere di origine sia epatica che osso. A proposito di colestasi dice GGTP aumento parallelo. L'attività aumenta con i tumori del fegato (l'ittero potrebbe non apparire). Se non c'è un parallelo aumento della bilirubina, possiamo assumere lo sviluppo di amiloidosi, ascesso epatico, leucemia o granuloma.

GGT aumenta simultaneamente con un aumento della fosfatasi alcalina e indica lo sviluppo di colestasi. Un aumento isolato della GGTD può essere dovuto all'abuso di alcol, quando non vi sono grossi cambiamenti nel tessuto epatico. Se si sviluppano fibrosi, cirrosi o epatite alcolica, aumenta anche il livello di altri enzimi epatici.

Le transaminasi sono rappresentate dalle frazioni ALT e AST. L'aspartato aminotransferasi si trova nei mitocondri del fegato, del cuore, dei reni e dei muscoli scheletrici. Il danno alle loro cellule è accompagnato dal rilascio di grandi quantità di enzima nel sangue. L'alanina aminotransferasi è un enzima del citoplasma. La sua quantità assoluta è piccola, ma il contenuto di epatociti è maggiore, rispetto al miocardio e ai muscoli. Pertanto, un aumento dell'ALT è più specifico per i danni alle cellule del fegato.

La variazione del rapporto AST / ALT è significativa. Se è 2 o più, allora questo indica epatite o cirrosi. Enzimi particolarmente alti sono osservati nell'epatite con infiammazione attiva.

La lattato deidrogenasi è un enzima della citolisi, ma non è specifico per il fegato. Può aumentare nelle donne in gravidanza, i neonati, dopo uno sforzo fisico intenso. Aumenta significativamente l'LDH dopo infarto miocardico, embolia polmonare, lesioni estese con spremitura muscolare, con anemia emolitica e megaloblastica. Il livello di LDH si basa sulla diagnosi differenziale della malattia di Gilbert - la sindrome da colestasi è accompagnata da un normale indice LDH. Con altri ittero all'inizio di LDH rimane invariato, e poi aumenta.

Analisi degli enzimi epatici

La preparazione per l'analisi inizia in 24 ore. È necessario eliminare completamente l'alcol, la sera non mangiare cibi grassi e fritti. Un'ora prima dell'analisi, non fumare.

Effettuare il prelievo di sangue venoso a stomaco vuoto al mattino.

Il profilo epatico include la definizione dei seguenti indicatori:

  • ALT;
  • AST;
  • fosfatasi alcalina;
  • GGT;
  • bilirubina e sue frazioni.

Prestare attenzione anche alla proteina totale, al livello di albumina, al fibrinogeno, agli indicatori del glucosio, 5-nucleotidasi, ceruloplasmina, alfa-1-antitripsina.

Diagnostica e norme

I normali parametri biochimici che caratterizzano il lavoro del fegato sono mostrati nella tabella.

Ast enzima epatico

Gli enzimi epatici, principalmente alanina aminotransferasi (ALT) e aspartato aminotransferasi (AST), forniscono una valutazione dettagliata del funzionamento del corpo in condizioni normali e patologiche.

Gli enzimi (enzimi epatici) sono prodotti in grandi quantità e entrano nel sangue. Quando le funzioni di questo organo vengono violate, alcuni enzimi aumentano o diminuiscono nel sangue e questo indica una malattia.

Per il trattamento e la pulizia del fegato, i nostri lettori usano con successo

. Avendo studiato attentamente questo metodo, abbiamo deciso di offrirlo alla vostra attenzione.

Enzimi - che cos'è?

I processi metabolici sono effettuati a causa di enzimi contenuti nel sistema epatobiliare. Gli enzimi epatici microsomali in costanza dinamica determinano il normale funzionamento di questo organo.

Quindi, i mitocondri contengono enzimi per il metabolismo energetico del fegato. La maggior parte degli enzimi sono suscettibili alla proteolisi (scissione), alcuni enzimi vengono secreti con la bile.

Con l'aiuto della diagnostica di laboratorio, è possibile determinare un particolare enzima epatico. Analisi dell'enzima epatico può essere fatto in qualsiasi momento, ci sono test rapidi per determinare gli indicatori necessari. Oggi, l'analisi e la valutazione obiettiva dei test enzimatici per la pratica clinica è importante.

Vengono discussi induttori enzimatici di citolisi e induttori di danno cellulare, colestasi e disturbi della funzione sintetica dell'organo.

Quali sono i diversi gruppi?

Gli enzimi epatici sono divisi in diversi gruppi:

Segreteria (protrombinasi, colinesterasi). Influenzano il processo di coagulazione del sangue, se le funzioni del sistema epatobiliare vengono interrotte, questi enzimi si riducono; Indicatore (AST, ALT, LDG). Si trovano all'interno delle cellule quando l'organo è colpito, vengono lavate dalle cellule e il loro livello sale nel sangue; Escretore (fosfatasi alcalina). Sono sintetizzati ed escreti nella bile. Quando il flusso della bile viene disturbato, questo enzima epatico si alza.

Quali enzimi hanno un valore diagnostico?

Molto spesso, per la diagnosi delle malattie del sistema epatobiliare, vengono utilizzati gli indicatori AST, ALT, gamma-lutamiltranspeptidasi (GGT), lattato deidrogenasi (LDH) e fosfatasi alcalina (ALP).

L'enzima epatico GGT e LDH può essere determinato durante la gravidanza. L'enzima epatico fosfatasi alcalina è necessario per un'accurata differenziazione della malattia del sistema epatobiliare.

Dopo aver effettuato l'analisi, il paziente sarà in grado di andare con i dati al medico e valuterà le funzioni dell'organo interessato. Durante la gravidanza, è particolarmente importante fare un'analisi biochimica per monitorare la donna e il feto al fine di identificare la patologia nelle prime linee.

Ogni laboratorio ha una propria norma, presumibilmente gli indicatori sono misurati in U / l, mol / l, μmol / l.

Il rapporto tra AST e ALT

Il rapporto di aminotransferasi è patognomonico per la malattia del sistema epatobiliare. L'enzima epatico AST stesso si trova anche nel miocardio, nei muscoli scheletrici e nei reni. L'enzima epatico ALT si trova solo in questo organo.

Il tasso di ALT - 10-40 U / l, il tasso di AST - 10-30 U / l.

Il rapporto di ALT: AST = 1 (il livello di alanina aminotransferasi è maggiore o uguale all'aspartato aminotransferasi) indica epatite acuta. Se ALT: AST è superiore a 2: 1, questo rapporto indica una malattia alcolica. Il rapporto di AST: ALT superiore a 1 (AST supera ALT) indica cirrosi.

Un aumento dell'attività di AST e ALT si verifica con necrosi di epatociti di qualsiasi eziologia, ittero ostruttivo e degenerazione grassa. Una diminuzione dell'attività è caratteristica di necrosi estesa, cirrosi.

Molti dei nostri lettori applicano attivamente la nota tecnica basata su ingredienti naturali, scoperta da Elena Malysheva per il trattamento e la pulizia del fegato. Ti consigliamo di leggere.

Inoltre, questi enzimi per il fegato svolgono un ruolo importante nel determinare l'epatotossicità dei farmaci. Pertanto, AST e ALT aumentano durante l'uso prolungato di anticoagulanti, barbiturici, contraccettivi ormonali, farmaci antiepilettici, acido ascorbico, codeina, morfina, eritromicina, gentamicina, lincomicina. Una diminuzione dell'attività è stata osservata durante la gravidanza.

Cos'altro sono i test del fegato?

Oltre al principale AST e ALT, determinare il livello di GGT, ALP, LDH.

Norma GGT - fino a 40 U / l. Il GGT si trova in grandi quantità oltre all'organo principale, nei reni, nel pancreas, nelle pareti dei dotti biliari. La definizione di GGT è un test particolarmente sensibile in gravidanza e nei bambini. Un'aumentata attività GGT si osserva in epatite, cirrosi, tumori, colestasi, intossicazione alcolica, ittero ostruttivo, colangite.

Dinamica di ALT, AST, GGT, ALP a seconda dell'età

Attività GGT ridotta - con cirrosi scompensata. GGT è un indicatore altamente sensibile, specialmente con effetti tossici. Se l'analisi viene eseguita e i livelli di aminotransferasi sono normali, gli indici GGT saranno aumentati.

Tasso di fosfatasi alcalina - fino a 270 U / l.

Si trova anche nel tessuto osseo, nelle pareti del dotto biliare e nei reni. L'analisi viene eseguita in violazione delle funzioni del sistema epatobiliare.

L'aumento si verifica con colestasi, ittero ostruttivo, cirrosi biliare, epatite. Aumento della gravidanza (nel terzo trimestre), con l'uso di farmaci epatotossici. Se si effettua l'analisi e il livello di fosfatasi alcalina è basso, questo indica l'uso di glucocorticosteroidi.

Norm lattato deidrogenasi - fino a 250 U / l. Ci sono diversi LDH, quindi LDH 1-2 è nel miocardio e globuli rossi, LDH 5 - nel fegato, LDH 4-5 nel muscolo scheletrico. Con la disfunzione del sistema epatobiliare, viene effettuata un'analisi su LDH 5. Un aumento dell'attività è osservato in epatite acuta, ittero ostruttivo e tumori. C'è anche un aumento dell'attività durante la gravidanza, un massiccio esercizio fisico.

conclusione

Le aminotransferasi sono le più indicative della zona epatobiliare, ma è anche importante determinare la fosfatasi alcalina, la lattato deidrogenasi, la gamma-glutamil transpeptidasi nelle analisi biochimiche.

I cambiamenti negli indicatori dovrebbero essere monitorati durante la gravidanza. Il tasso in questo caso indicherà un aumento del risultato, dal momento che alcuni indicatori stanno diminuendo. Durante la gravidanza, una donna dovrebbe essere esaminata più volte al trimestre.

Recensione del nostro lettore Svetlana Litvinova

Recentemente, ho letto un articolo su Leviron Duo per il trattamento delle malattie del fegato. Con questo sciroppo, puoi SEMPRE curare il fegato a casa.

Non ero abituato a fidarmi di nessuna informazione, ma ho deciso di controllare e ordinare la confezione. Ho notato i cambiamenti una settimana dopo: il costante dolore, pesantezza e formicolio nel fegato mi tormentavano prima - si ritirò, e dopo 2 settimane scomparvero completamente. L'umore è migliorato, è apparso il desiderio di vivere e godersi la vita! Provalo e tu, e se qualcuno è interessato, allora il link all'articolo qui sotto.

Per riconoscere la patologia, è necessario sapere quale sia la norma in un particolare enzima. Ha un grande valore diagnostico.

Ti sembra ancora che RESTORING THE LIVER sia impossibile?

A giudicare dal fatto che stai leggendo queste righe ora - la vittoria nella lotta contro le malattie del fegato non è dalla tua parte ancora...

E hai già pensato alla chirurgia e all'uso di droghe tossiche che pubblicizzano? È comprensibile, perché ignorare il dolore e la pesantezza nel fegato può portare a gravi conseguenze. Nausea e vomito, pelle giallastra o grigiastro, sapore amaro in bocca, urina scura e diarrea... Tutti questi sintomi sono familiari in prima persona.

Ma forse è più corretto trattare non l'effetto, ma la causa? Leggi la storia di Alevtina Tretyakova, su come non solo ha affrontato la malattia del fegato, ma anche ripristinato.... Leggi l'articolo >>

Top