Categoria

Messaggi Popolari

1 Giardia
La dimensione normale del fegato nelle donne mediante ultrasuoni
2 Ricette
Sintomi di dolore nella cistifellea rispetto al trattamento?
3 Cirrosi
Reazione al vaccino contro l'epatite
Principale // Itterizia

Trattamento di pancreatite e colecistite


La pancreatite e la colecistite, che colpiscono rispettivamente il pancreas e la cistifellea, spesso vanno di pari passo a causa della somiglianza dei sintomi e delle cause che li hanno provocati. La patologia articolare della pancreatite e della colecistite è importante da trattare allo stesso tempo - questo è il successo della terapia.

Il pancreas produce succo pancreatico, che viene secreto nel duodeno e aiuta a digerire il cibo. La colecisti, al contrario, accumula un fluido concentrato prodotto dal fegato. La colecistite si sviluppa sullo sfondo dell'infiammazione della colecisti, ma la principale causa di pancreatite è considerata la colecistite. La presenza di entrambe le malattie allo stesso tempo ha ricevuto il nome di colecistopancreatite.

Il quadro clinico della colecistite e della pancreatite

I sintomi di entrambi i disturbi sono simili tra loro e talvolta non è possibile scoprire quale organo si è infiammato per primo. Anche le complicanze che si presentano sullo sfondo della colecistite e della pancreatite hanno segni clinici simili.

Il principale sintomo comune è il dolore intenso. Il dolore è sentito nell'ipocondrio destro (nella regione epigastrica), mentre può essere dato sotto la scapola e nella parte posteriore. I sintomi classici della colecistopancreatite sono:

  • nausea, vomito ripetuto (con aggiunta di bile);
  • un aumento della temperatura (spesso fino a 38 ° C) e un aumento della frequenza cardiaca, a volte si osserva tachicardia;
  • possibile ittero e sclera itterica;
  • diarrea;
  • sapore amaro;
  • ruttare dopo aver mangiato scrivere;
  • pesantezza in epigastria qualche tempo dopo aver mangiato.

Alla palpazione e toccando con il bordo del palmo, il dolore è notato sul lato destro del corpo nella posizione del pancreas.

Nozioni di base di trattamento colecistopancreatite

Il trattamento di entrambe le malattie con i farmaci viene utilizzato quando non vi è alcuna necessità urgente di intervento chirurgico. L'essenza principale del trattamento farmacologico della colecistite e della pancreatite è la persistenza nella lotta contro la malattia e la durata dell'uso di droghe.

Recentemente, come risultato dell'analisi dei dati statistici, la teoria della causa infettiva della colecistite sta diventando più comune. Gli antibiotici sono usati per combattere gli agenti patogeni. La terapia antibatterica viene effettuata con la determinazione della sensibilità dei batteri a un farmaco specifico. Tuttavia, spesso con l'ospedalizzazione di emergenza dovuta alla mancanza di tempo, vengono utilizzati antibiotici ad ampio spettro.

Le cefalosporine sono le più efficaci contro la microflora patogena, rappresentata da quattro generazioni. Le cefalosporine più comunemente usate di terza generazione: Cefixime, Ceftibuten, con somministrazione parenterale - Ceftriaxone, Cefotaxime.

Vengono anche mostrate le penicilline, hanno la stessa efficacia dell'azione antimicrobica e anche le cefalosporine. Tra questi antibiotici ci sono Amoxicillina e Ampioks. A volte viene mostrata la somministrazione intramuscolare di gentamicina, che è attiva contro i batteri gram-negativi e anche alcuni stafilococchi resistenti alla penicillina.

Degli antibiotici che si accumulano nella bile in alta concentrazione, i macrolidi sono isolati (claritromicina, azitromicina).

Simultaneamente con la terapia antibiotica è l'uso di vitamine.

Sbarazzarsi del dolore aiuterà gli antispastici. I principali antidolorifici: No-Spa, Spasmalgon, Ketanov, Atropine, Tramal.

È necessario trattare la colecistopancreatite con farmaci coleretici. Aiutano con qualsiasi sintomo dovuto all'effetto sulla funzione biliare e generalmente allevia le condizioni del paziente.

Farmaci coleretici nel trattamento della colecistite e della pancreatite

In connessione con la colecistite, la bile viene gettata nel pancreas, causando così infiammazione e gonfiore. Pertanto, un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta ai farmaci che stimolano la produzione di bile o eliminano il suo ristagno.

I farmaci coleretici sono indicati per trattare la colecistite e la pancreatite in qualsiasi stadio della malattia: sia acuta che cronica. Sono rappresentati da diverse specie e differiscono nel loro effetto sulla funzionalità epatica.

Antibiotici per colecistite e pancreatite

Antibiotici per colecistite e pancreatite

Colecistite - infiammazione della cistifellea. Si verifica spesso nelle persone che "mangiano troppo" cibi grassi e piccanti, abusando di bevande alcoliche con sforzo fisico limitato e mobilità. La stagnazione della bile contribuisce all'adesione di infezione (stafilococco, streptococco, E. coli).

La pancreatite è una malattia del pancreas, caratterizzata dall'ostruzione del deflusso delle secrezioni nell'intestino, dall'attivazione degli enzimi proteolitici e dall'erosione dei tessuti. La causa della pancreatite può essere un'infezione (tifo, epatite e parotite).

Nel decorso acuto della malattia e del gonfiore del pancreas si verifica l'infiammazione degli organi adiacenti e del peritoneo (pancreatite).

Entrambe le malattie si presentano in forma acuta o diventano croniche, periodicamente esacerbate.

Trattamento di colecistite e pancreatite

La terapia conservativa di queste malattie durante le esacerbazioni è molto simile. Il più delle volte, il paziente ha una lesione complessa della cistifellea e il pancreas, perché sono collegati dalla loro funzione secretoria, si trovano nelle vicinanze.

Nel trattamento usato

  • dieta obbligatoria (fame e sete nei primi 2 giorni);
  • freddo allo stomaco;
  • flebo endovenoso nelle soluzioni iniettate ospedale e farmaci che alleviano gonfiore, intossicazione del corpo.

Uso di antibiotici per pancreatite e colecistite

Gli antibiotici sono necessari per combattere un'infezione che è attivamente coinvolta nello sviluppo della malattia. Va notato che in caso di malattie virali (epatite, parotite), gli antibiotici non funzionano, ma spesso devono essere usati per combattere una co-infezione attivata.

Un forte calo nell'immunità del corpo durante una esacerbazione della malattia contribuisce al passaggio della normale flora intestinale a quella patologica.

Nei casi lievi, la colecistite viene somministrata in regime ambulatoriale con antibiotici ad ampio spettro:

Il dosaggio e il trattamento sono determinati solo da un medico. L'assunzione di antibiotici richiede l'adesione precisa alla dose e all'esposizione del corso (da una settimana a dieci giorni). Non puoi smettere di drogarti da solo, anche se c'è un miglioramento. In questo modo si sviluppa la sostenibilità e si perde la sensibilità.

Dopo il trattamento chirurgico, gli antibiotici vengono prescritti necessariamente per via intramuscolare o gocciolano con altri farmaci. Solitamente usato:

Istruzioni speciali quando si assumono antibiotici

Un indicatore dell'efficacia dell'antibiotico è una diminuzione della temperatura corporea nel secondo giorno di utilizzo, il miglioramento delle condizioni generali e la guarigione della ferita locale.

Nei casi più gravi, vengono prescritti 2 antibiotici, è necessario fare un sostituto per determinare la suscettibilità alle infezioni.

L'applicazione nel trattamento degli antibiotici è sempre accompagnata dalla morte di microrganismi benefici, che normalmente "vivono" nell'intestino e aiutano ad assorbire sostanze complesse. C'è una sensazione di disagio, diarrea o stitichezza, gonfiore.

Per ripristinare la normale flora, è consigliabile assumere un complesso vitaminico-minerale entro un mese. Farmaci che stimolano l'immunità generale aiutano durante il periodo di recupero. È meglio coordinare la scelta di tali mezzi con il medico curante.

Scopri le istruzioni per l'uso del bio rehydron della droga.

Quali antibiotici dovrebbero essere presi per la colecistite?

I medici chiamano il processo infiammatorio della colecistite della colecisti, privo di specificità.

Gli esperti consigliano di assumere antibiotici per entrambi i tipi di colecistite:

  • Cronica si verifica in alcune patologie del deflusso della bile dal tratto biliare, è considerata una patologia indipendente. Spesso appare con malattia progressiva del calcoli biliari, la natura dello sviluppo è graduale;
  • Acuta - infiammazione rapida nella cistifellea (nei pazienti con colelitiasi) a causa del blocco del dotto con una pietra, che causa la congestione della bile, accompagnata dalla moltiplicazione delle infezioni (streptococco, E. coli, stafilococco, Clostridia, Klebsiella).

Riferendosi a questo problema al medico-gastroenterologo, è possibile ottenere un trattamento conservativo complesso di colecistite, che si basa su antibiotici.

Perché è necessario assumere antibiotici?

Il trattamento conservativo dei pazienti con colecistite è assegnato con l'obiettivo principale: è necessario normalizzare il flusso di bile dalla cistifellea. Per fare ciò, è necessario assumere medicinali con effetto coleretico, ma raramente si verifica in questo stadio la colecistite. Le cause di questo problema risiedono nell'origine della malattia, nel suo decorso e nella pantogenesi. La presenza di una forma di colecistite in un paziente indica la presenza di microflora patogena.

Questo può essere un'infezione da stafilococchi o streptococchi, un fungo o una normale infezione anaerobica. Per confermare questa ipotesi, i medici conducono ricerche in un ospedale.

La terapia antibiotica è il metodo più efficace e conveniente per sbarazzarsi di colecistite acuta e cronica (soggetto a conferma della loro eziologia batterica).

Anche con il trattamento efficace dei sintomi individuali della colecistite e la normalizzazione del deflusso della bile, la terapia antibiotica è una necessità. Anche dopo aver sbloccato il condotto per il passaggio libero della bile, l'infezione dalla vescica non andrà da nessuna parte. Nella pratica medica, ci sono frequenti casi di parziale smontaggio del lume, da cui è separato il pus. In tutte le suddette situazioni, sono indicati gli antibiotici.

L'azione della droga

Gli antibiotici prescritti dal medico curante al paziente allevieranno notevolmente la condizione all'inizio del corso e allevieranno l'infezione entro la fine del corso.

La durata del trattamento sarà di circa 10 giorni (un corso più lungo di assunzione di agenti antibatterici è irto della comparsa di disbiosi e mughetto).

Gli antibiotici sono divisi in diversi gruppi in base al loro effetto sulla cellula interessata (interrompendone l'integrità o producendo il metabolismo delle proteine ​​all'interno).

Il primo gruppo comprende i seguenti farmaci:

Il secondo include:

Di grande importanza è la nomina del farmaco è un medico, in quanto ognuno di essi ha una gamma individuale di effetti.

Colecistite in una grande percentuale di casi si sviluppa sullo sfondo di infezione del corpo con streptococchi, enterococchi, E. coli.

In questi casi, ha senso seguire il corso dei seguenti antibiotici:

  1. cefalexina;
  2. tetraciclina;
  3. cloramfenicolo;
  4. gentamicina;
  5. ampicillina;
  6. Cefazolina.

Oltre al suo impatto sulla cellula infetta, gli antibiotici per la colecistite si distinguono a seconda del luogo di concentrazione nel corpo del paziente della sostanza attiva e del metodo di rilascio.

I medici esperti concordano sul fatto che l'ampicillina, la tetraciclina e la penicillina hanno la massima efficacia nel trattamento della colecistite. La loro efficacia è dovuta al fatto che la maggior parte della sostanza medicinale si accumula direttamente nella bile.

Raccomandazioni e indicazioni per l'ammissione

Il trattamento con antimicrobici è altamente raccomandato nei casi in cui la colecistite è accompagnata da dolore persistente, coliche, febbre, aumento della colecisti e aumento della leucocitosi nel sangue.

Nel decorso acuto della malattia, è indicato il trattamento con un gruppo di eritromicina di antimicrobici: Azitromicina, Spiramicide e Roxithromycin. Questi farmaci si accumulano nella bile, il che dà un meraviglioso effetto terapeutico.

Anche con cholecystitis, furazolidone è efficace - una preparazione di azione antimicrobica ampia, con l'aiuto di cui è possibile effettuare la terapia di qualsiasi forma di cholecystitis. Le controindicazioni sono malattie renali.

L'accettazione delle medicine sopra deve esser combinata con il corso Baktisuptil e vitamine di gruppi A, B e C.

Nei casi di rapido sviluppo della colecistite acuta, quando non c'è tempo per la terapia a lungo termine, vengono utilizzati antibiotici con un ampio spettro di effetti: Ampioks, Cefalosporina e gentamicina.

Regole importanti per l'assunzione di farmaci:

  • Quando colecistite in bambini e adulti, i medici utilizzano tipi completamente diversi di antibiotici. Ma sono nominati se un risultato positivo non potrebbe essere raggiunto con la terapia antibatterica tradizionale.
  • Essi prescrivono antimicrobico in presenza di dolore severo, che non può essere fermato con l'aiuto di semplici farmaci.
  • Con la colecistite, l'introduzione di antibiotici nel corpo viene effettuata per via intramuscolare o endovenosa (questo è il modo in cui viene raggiunta la massima efficacia).
  • Le iniezioni vengono eseguite fino a 3 volte al giorno, il corso dura una settimana o 10 giorni. Il numero individuale di iniezioni e la loro durata è determinato dal medico curante in base alla specificità del caso e ai risultati delle analisi del paziente.

Dopo un ciclo di antibiotici, di solito si verifica il recupero, ma non aiutano in tutti i casi più gravi. Ad esempio, in una infezione sistemica, l'intervento chirurgico è considerato l'unico trattamento adeguato.

Per prevenire lo sviluppo della forma cronica di colecistite, non è raccomandato l'abuso di cibo e alcol nocivi.

Studi recenti suggeriscono il rapido adattamento del corpo a vari tipi di antibiotici, che porta alla loro parziale inattività. Pertanto, l'assunzione di farmaci antimicrobici per la profilassi da solo.

Gli effetti indesiderati più comuni dopo un ciclo di assunzione di antibiotici sono:

  1. Dysbacteriosis a livello intestinale. Si verifica sullo sfondo di antibiotici a causa della morte di batteri benefici.
  2. Grave disbatteriosi con deficit di vitamina K, sanguinamento nasale e gengivale.
  3. Candidosi del cavo orale e della mucosa vaginale a causa di un'eccessiva riproduzione di funghi patogeni.
  4. Le reazioni allergiche sono comuni (eruzione cutanea, prurito, edema laringeo) e locali (infiammazione del sito di iniezione, fino alla formazione di un ascesso).

Con qualsiasi ciclo di colecistite, con un adeguato trattamento iniziato in tempo, la prognosi è abbastanza favorevole. La cosa principale è consultare un medico in tempo e fare il test. Assegnare l'antibiotico desiderato, il suo dosaggio e la durata del trattamento possono essere solo uno specialista qualificato. Colecistite curabile

Autore: Remizova Anna, in particolare per il sito Moizhivot.ru

Gastroenterologi nella tua città

Gli antibiotici più efficaci per colecistite e pancreatite

La colecistite è una malattia del tratto digestivo, durante la quale la colecisti si infiamma a causa dell'ispessimento della consistenza della bile e del suo ristagno. L'infiammazione porta spesso ad altre complicazioni, come l'infezione e la suppurazione nell'organo interessato e anche negli organi vicini. Pertanto, spesso il corso della terapia coinvolge antibiotici per la colecistite allo scopo di prevenire e curare tali conseguenze.

A sua volta, la pancreatite è sia una malattia indipendente che una conseguenza della colecistite, manifestata da un alterato deflusso della secrezione pancreatica nell'intestino. Spesso le malattie infettive diventano prerequisiti per la pancreatite, il che significa che gli antibiotici sono appropriati per la colecistite e la pancreatite. I medici notano anche il fatto che il corso del trattamento per colecistite e pancreatite è molto simile.

Principi generali di trattamento della pancreatite e colecistite

I medici non scelgono sempre la pancreatite e la colecistite con antibiotici, ma nel 90% dei casi ci sono tutte le ragioni per assumere tali farmaci a causa dei processi di suppurazione e infezione dei tessuti.

Senza una tempestiva individuazione di malattie e trattamenti in clinica, la pancreatite e la colecistite possono portare a gravi comorbidità associate non solo agli organi della digestione, ma anche al sistema immunitario.

Il corso del trattamento della colecistite e pancreatite consiste solitamente dei seguenti farmaci:

  • per l'inattivazione degli enzimi e la compensazione della patogenesi - Contrycal o Gordox;
  • inibire l'effetto sul tessuto tripsina - Metililacile o Pentoxil (agenti metabolici);
  • analgesici Baralgin o Analgin;
  • neutralizzare l'acidità nello stomaco - Omeprazolo o Cimetidina;
  • enzimi per eliminare la deficienza di secrezione esterna - Pancreatina o Festal;
  • antispastici per eliminare la compressione e il dolore dei dotti biliari - Papaverin, No-Spa, Motilium, Buscopan;
  • stimolanti per l'incapacità del rilascio di bile - Eglonil o Tsisaprid;
  • preparati colagoghi per la produzione aggiuntiva di bile - Holosas, Allohol, Liobil.

Il trattamento di entrambe le malattie richiede la posizione stazionaria del paziente nella clinica. Prima di tutto, il corso della terapia sarà finalizzato a:

  • digiuno o dieta per scaricare l'apparato digerente;
  • applicare freddo allo stomaco per la contrazione muscolare;
  • l'introduzione di farmaci per via endovenosa che aiutano ad alleviare l'intossicazione del corpo e il gonfiore dell'organo colpito.

Una condizione importante nel corso del trattamento è l'aderenza a una dieta rigorosa, di solito i medici prescrivono una tabella di dieta numero 5. Le indicazioni per gli antibiotici possono essere infezioni, processi purulenti e infiammatori, complicazioni di pancreatite e colecistite, danni ai tessuti molli, ecc. Con l'uso irrazionale di antibiotici, possono essere provocati cambiamenti patologici sistemici.

Terapia antibiotica

Il trattamento con antibiotici deve essere prescritto solo dopo la diagnosi del paziente, se indicato da uno specialista. Poiché gli antibiotici hanno un effetto potente, i medici nel 90% dei casi sono inclini al trattamento di tali farmaci. Ma con l'uso irrazionale e l'assenza del bisogno per loro, gli antibiotici possono provocare effetti collaterali.

La pancreatite o colecistite della forma iniziale è trattata con antibiotici ad ampio spettro. Come:

Di norma, i farmaci vengono utilizzati in forma di compresse, il medico seleziona individualmente il dosaggio ottimale per ciascun paziente. Prima del trattamento con antibiotici, il medico deve condurre un test per la sensibilità della flora patogena al principio attivo del farmaco. In parallelo a questo trattamento, è importante seguire una dieta o addirittura passare al digiuno terapeutico.

Se la pancreatite è stata trascurata, per colecistite e infiammazione del fegato, i medici possono prescrivere la somministrazione di antibiotici per iniezione. A tale scopo, sono prescritti i seguenti tipi di antibiotici:

Per scegliere gli antibiotici giusti per colecistite e pancreatite, è necessario prestare attenzione al risultato dell'assunzione del farmaco prescritto. Un farmaco efficace entro il giorno successivo della terapia promette una diminuzione della temperatura corporea, una riduzione del dolore e un miglioramento generale della salute. Inoltre, è importante attenersi alle seguenti regole durante il trattamento antibiotico:

  • la somministrazione endovenosa o intramuscolare dell'antibiotico è appropriata per la grave esacerbazione della malattia;
  • pillole antibiotiche prescritte per pancreatite lieve o colecistite;
  • l'uso di tali farmaci è appropriato per l'infezione batterica del paziente, come registrato dalla diagnosi;
  • Se interrompe l'assunzione di antibiotici senza aver completato il ciclo di trattamento, la flora patogena avrà la possibilità di ripristinare nuovamente, inoltre, la resistenza (cioè l'insensibilità) all'antibiotico sarà sviluppata in futuro;
  • Il trattamento con iniezioni dura 7-10 giorni, nel caso di compresse, i medici di ciascun paziente elaborano individualmente un piano di terapia;
  • Alla fine del trattamento con potenti farmaci, i medici prescrivono un ciclo di enzimi per ripristinare la microflora intestinale e complessi vitaminici-minerali per il sistema immunitario.

Se il metodo conservativo si è rivelato inefficace e la pancreatite o colecistite progredisce, il medico ricorrerebbe molto probabilmente a un trattamento chirurgico. E 'vietato l'uso di antibiotici per la profilassi, poiché può, al contrario, provocare malattie degli organi digestivi. È anche necessario tenere conto del fatto che con l'uso costante di antibiotici può diventare dipendenza dai farmaci.

Antibiotici per la colecistite: vale la pena di bere?

Gli antibiotici per la colecistite sono una misura necessaria che consente di sconfiggere la malattia nel più breve tempo possibile.

Se vuoi sapere su quale regime di trattamento aderire alla colecistite acuta e cronica negli adulti, e su quali sintomi di questa malattia dovresti prestare attenzione prima di tutto, leggi questo articolo.

Maggiori informazioni sulla colecistite

La colecistite è una malattia caratterizzata da infiammazione della cistifellea.

Di regola, si sviluppa come conseguenza del deflusso disturbato della bile da questo organo, situato nella parte destra del peritoneo, sotto il fegato.

Ci sono due varianti della malattia, i cui sintomi differiscono leggermente l'uno dall'altro. Si tratta di colecistite acuta e cronica.

Sintomi caratteristici di questo tipo di malattia, come la colecistite acuta:

  • forte aumento della temperatura corporea, brividi;
  • dolori gravi, a scatti localizzati nella parte destra del peritoneo e irradiati nella parte superiore del torace;
  • nausea persistente, vomito abbondante;
  • a volte ittero e gravi allergie cutanee causate da avvelenamento tossico del corpo.

Nella colecistite acuta (come nella pancreatite e in altre patologie addominali con un decorso acuto) è indicata l'ospedalizzazione.

Un paziente affetto da una forma acuta della malattia deve essere costantemente sotto la supervisione dei medici e assumere le medicine necessarie per assicurare il suo trattamento, che non solo combatte la colecistite, ma allevia anche il cuore, il fegato e altri organi interni.

Se la colecistite acuta non può essere bloccata per un breve periodo, i medici possono iniziare il drenaggio addominale della cistifellea e anche le operazioni addominali.

Nella seconda forma della malattia - colecistite cronica - ci sono molti altri sintomi:

  • dolori silenti, ovattati, ma costanti nella parte destra dell'addome, che si irradiano verso la parte bassa della schiena e mostrano da dieci a quindici minuti dopo aver mangiato;
  • nausea senza vomito;
  • colica nel fegato;
  • giallo della sclera degli occhi e della pelle.

Frequenti compagni di colecistite cronica sono coliche nel fegato. I sintomi di questa malattia sono caratterizzati da dolore grave e acuto al fegato.

Se soffre di colecistite cronica e sospetti che il disagio aggiuntivo che senti sia causato da problemi al fegato o al pancreas (con pancreatite), visita immediatamente un medico.

Il medico ti aiuterà a regolare il trattamento in modo che risolva non solo i problemi principali, ma anche le coliche sviluppate indirettamente nel fegato e il grave disagio durante la pancreatite.

Come scegliere gli antibiotici per l'infiammazione della cistifellea?

Molte persone che soffrono di una forma acuta o cronica della malattia sono spesso interessate a: come fanno gli antibiotici a curare questa malattia?

Di norma, nella maggior parte dei casi qualsiasi forma di colecistite è accompagnata dalla presenza di microflora patogena nel corpo.

Molto spesso stiamo parlando di infezione umana con infezioni da stafilococco, streptococco e altre infezioni anaerobiche.

Per confermare l'eziologia batterica della malattia, è necessario eseguire una serie di test. Il trattamento, compilato da un medico in base ai risultati di tali test, contribuirà a eliminare non solo il problema principale, ma anche i fattori che lo eccitano.

Il trattamento farmacologico per la colecistite (come per la pancreatite) dura almeno dieci giorni. Vale la pena notare che un ciclo più lungo di farmaci è irto di disbiosi.

Se il trattamento della colecistite richiede un uso a lungo termine di antibiotici, allora con loro è necessario bere i probiotici, ripristinando la microflora benefica dell'intestino.

Il trattamento della colecistite complicata da infezioni streptococciche, enterococciche o intestinali viene effettuato con antibiotici quali Cefalexina, Cefazolina, Tetraciclina, Ampicillina, Levomicetina, Gentamicina.

La colecistite acuta viene trattata con antibiotici eritromicina come Azitromicina, Spiramicina, Roxithromycin.

Un altro rimedio che viene preso per la colecistite (a volte con pancreatite) è il furazolidone. Ha una potente azione antimicrobica.

Il trattamento con antibiotici deve essere eseguito parallelamente all'assunzione di preparati probiotici, ad esempio "Baktisubtil", nonché vitamine A, C e gruppo B.

Colecistite acuta è una ragione per la somministrazione endovenosa o intramuscolare di farmaci. Nelle malattie croniche, puoi limitarti con un farmaco antibiotico per via orale.

Dieta per colecistite

Il trattamento di questa patologia, come l'infiammazione della cistifellea, dovrebbe essere complesso.

Oltre al trattamento medico tradizionale, i pazienti con colecistite dovrebbero seguire una dieta speciale, che riduce il carico sul sistema digestivo del corpo.

L'apporto calorico giornaliero di cibo assunto da una persona che soffre di questa patologia non deve superare i 2500 Kcal.

I pasti dovrebbero essere frazionari e porzioni di cibo consumate in una volta, piccole.

Durante il periodo di esacerbazione della colecistite, come nella pancreatite acuta, è necessario abbandonare completamente il consumo di cibo salato. Il sale trattiene il fluido nel corpo, causando la stasi biliare.

La quantità di acqua pulita, bollita e raffreddata (l'acqua minerale è consentita, ma senza gas) presa dal paziente non deve essere inferiore a due litri.

Bere molta acqua aiuterà a ripulire i dotti biliari e ad alleviare i sintomi della malattia. Tutto il cibo destinato al paziente deve essere servito refrigerato a temperatura ambiente.

Prodotti vietati per l'uso in colecistite:

  • pasticcini dolci e salati, compreso il pane (tranne per non più di cinquanta grammi di cracker di segale ammorbiditi al giorno);
  • carne, pesce e interiora in qualsiasi forma (compresi i brodi bolliti con il loro uso);
  • latticini e uova;
  • fagioli;
  • insalate verdi ed erbe utilizzate nei prodotti alimentari (cipolle, aglio, acetosa, spinaci), oltre a ravanelli, rape, ecc.;
  • spezie e spezie;
  • dolci (in particolare cioccolato, miele e gelato);
  • alcool di qualsiasi tipo, tè nero, bevande gassate (compresa l'acqua minerale), succhi confezionati.

Tutto il cibo che una persona che soffre di colecistite dovrebbe mangiare dovrebbe essere cotto a vapore o cotto in poca acqua.

Prodotti ammessi all'uso in colecistite (e pancreatite):

  1. brodi vegetali con aggiunta di purè di patate, cavoli di ogni tipo, carote;
  2. carne magra, pesce e pollame (in piccole quantità);
  3. cereali a base di grano saraceno, semolino o farina d'avena;
  4. casseruole e budini con l'aggiunta di frutta passata;
  5. frutta fresca, pre-schiacciata prima di servire;
  6. verde, tisana, brodo di rosa canina, composta e gelatina con una piccola quantità di zucchero.

Dopo aver letto questo articolo, è possibile conoscere quali antibiotici possono essere presi per eliminare i sintomi della colecistite.

È importante capire che l'assunzione di droghe deve essere accompagnata da un menu speciale.

È possibile conoscere l'elenco completo dei farmaci consentiti e vietati per la pancreatite, oltre a ricevere raccomandazioni chiare per il trattamento del problema, solo in un colloquio con un medico.

Un medico che ti esaminerà ed esaminerà i risultati dei test sarà in grado di fare una diagnosi corretta e di elaborare uno schema di trattamento efficace che eliminerà la colecistite in un breve lasso di tempo.

Cosa e come trattare la pancreatite e la colecistite: terapia farmacologica con antibiotici

L'infiammazione della colecisti (colecistite) e della malattia pancreatica (pancreatite) il più delle volte iniziano contemporaneamente, rispettivamente, è impossibile curarne una senza alterare l'altra. Abbastanza spesso, i sintomi di queste malattie coincidono con le più piccole sfumature, le complicazioni causate anche da loro. Pertanto, il trattamento della pancreatite e della colecistite ha molto in comune.

Cause della malattia

Le cause della malattia possono essere suddivise in tre tipi:

  1. intossicazione alimentare, compreso l'alcol;
  2. conseguenze dello stile di vita - bassa attività fisica, dieta malsana, sovrappeso;
  3. l'uso di droghe, in particolare, furosemide, estrogeni, antibiotici, sulfonamidi, ecc.

Nei neonati, la malattia si sviluppa più spesso a causa di fermentopatie congenite o malformazioni dell'apparato digerente.

I rischi per la pancreatite sono lo squilibrio ormonale, la chirurgia allo stomaco o la cistifellea, l'ascariasis. In 3 casi su 10 non è possibile scoprire la causa della malattia.

Normalmente, il pancreas e la cistifellea secernono enzimi nel tratto digestivo, che consentono di digerire il cibo. La loro differenza è che la cistifellea non produce la bile, ma è solo un serbatoio per il suo accumulo, e il pancreas stesso secerne il succo pancreatico.

Una volta che si è ammalati in questa coppia, l'altra si ammalerà inevitabilmente e la malattia inizierà a progredire. A volte è impossibile persino capirlo - la colecistite provocava la pancreatite, o viceversa. La combinazione di queste due malattie è spesso chiamata colecistopancreatite, anche se fa male dove si trova il pancreas.

complicazioni

Attenzione! Assicurati di controllare con un gastroenterologo con sospetta pancreatite o colecistite. Lo specialista di questo profilo è esperto nell'influenza reciproca delle malattie del fegato e del pancreas l'una sull'altra.

Complicazioni causate da pancreatite o colecistite, il più delle volte associato al fatto che una quantità insufficiente di enzimi entra nel tubo digerente.

Ciò provoca varie interruzioni nel sistema digestivo - le più semplici complicazioni dell'infiammazione del pancreas o della cistifellea. Nei casi più gravi, c'è una violazione del fegato e dello stomaco, forse lo sviluppo del diabete di tipo 2.

trattamento

Le malattie appartengono alla categoria di coloro che devono essere trattati a lungo e duramente. Il trattamento principale è il farmaco. La fisioterapia è prescritta come procedura di supporto, ma solo durante il periodo in cui non vi è esacerbazione della malattia.

È possibile applicare estratti di erbe o tisane. Durante le esacerbazioni, la prima regola del trattamento è la fame, il freddo e il riposo. Per la pancreatite, si raccomanda di applicare uno scalda-ghiaccio all'area del fegato.

È importante! Colecistite acuta o pancreatite richiede un intervento chirurgico. Pertanto, è impossibile posticipare una visita dal medico o chiamare un'ambulanza!

Trattamento farmacologico

Per sopprimere l'infezione che ha provocato il processo infiammatorio, vengono prescritti antibiotici, come il biseptolo. Per eliminare le condizioni per la riproduzione dei batteri, è necessario regolare il deflusso degli enzimi dagli organi infiammati e fermare la stagnazione, e gli antibiotici far fronte a questo.

Nella colecistite, una violazione del movimento della bile può essere dovuta a:

con uno spasmo del dotto biliare e poi prescritti antispastici - No-shpu, motilium, papaverina;

con eccessivo rilassamento della cistifellea, con il risultato che il corpo non è in grado di contrarsi e scartare la bile. In questi casi, prescrivere farmaci che hanno un'azione coleretica - holagol, holosas, eglonil, cisapride.

Con la pancreatite, sono anche possibili due problemi: produzione troppo bassa di succo pancreatico, quindi vengono prescritti spasmolitici o viene prescritta l'ipersecrezione pancreatica, e quindi vengono prescritti i seguenti farmaci:

Per migliorare la digestione, vengono prescritti preparati enzimatici - mezim, pancreatina, cotazim, digestivo, pantatrato e simili. Nella colecistite, senza pancreatite concomitante, possono essere prescritti preparati biliari. La cosa principale è che gli antibiotici non causano complicazioni.

dieta

Nel periodo acuto della malattia, il medico può prescrivere il digiuno nei primi giorni. In questo momento si consiglia di bere molti liquidi, acqua limpida e muoversi il meno possibile.

Il riposo ridurrà il flusso sanguigno negli organi, che consentirà al pancreas o alla cistifellea di tornare alla normalità più velocemente, in modo particolare per curare la ghiandola. Ma nel decorso cronico della malattia è necessario seguire determinati principi nella dieta. Le regole sono semplici:

  • - cibo frazionario, 5-6 volte al giorno, l'ultimo pasto almeno 3 ore prima di coricarsi;
  • - ricotta e prodotti caseari utili, verdure e zuppe di verdure, cereali;
  • - carne e pesce è meglio cucinare per una coppia;
  • - vietato: alcool, cioccolato, cacao;
  • - È necessario limitare l'uso di affumicato, grasso, piccante, fritto.

Il cibo dovrebbe essere caldo, non bollente. Non è consigliabile andare a riposare immediatamente dopo aver mangiato, indebolisce il flusso della bile. È meglio camminare per circa 30 minuti.

La pancreatite e la colecistite causano dolore acuto dopo aver mangiato. Osservare una dieta può non solo ridurre il dolore, ma fermare il decorso della malattia.

Inoltre, è una buona scarica del corpo, che influirà positivamente sul funzionamento di tutti gli organi e sistemi che possono essere trattati in parallelo.

fisioterapia

Quando le malattie combinate della cistifellea e del pancreas, come con la colecistite, prescrivono UHF, elettroforesi sul fegato, ecografia. La procedura ha lo scopo di alleviare il dolore, ridurre l'infiammazione, così come gli agenti coleretici con la stasi della bile. Con la colecistite senza pietre, la fisioterapia riduce il rischio di formazione di calcoli.

Oltre alle procedure, puoi prendere acque minerali senza gas: "Essentuki" o "Borjomi".

Se possibile, si raccomanda di sottoporsi a fangoterapia, ma solo dopo la fine del periodo acuto del decorso della malattia. Le applicazioni e i bagni di fango hanno le stesse proprietà della fisioterapia.

Medicina di erbe

Oltre alle medicine, possono essere utilizzati anche decotti alle erbe. Come coleretica, radice di calamo, fiori e frutti di sambuco nero, menta e radice di rabarbaro si sono dimostrati buoni. Di norma, usano cariche multicomponenti, che puoi fabbricare da te o acquistare tè coleretici già pronti in farmacia.

Raccomandazione: prima di iniziare a prendere decotti o infusi di erbe, è necessario assicurarsi che non siano allergici e che il corpo li tolleri bene (non si allenta lo stomaco o la costipazione, la pressione non aumenta o diminuisce).

Le tasse di ricette più popolari per colecistite:

  1. 15 g di immortelle, 10 g di achillea, assenzio amaro, frutti di finocchio, menta versare 600 ml di acqua fredda e infondere per 8 ore. Prendi 400 ml durante i succhi del giorno;
  2. 5 g di coriandolo e fiori di immortelle, 15 g di foglie di trifol e 10 g di foglie di menta vengono aggiunti a 600 ml di acqua bollente e bolliti per 10 minuti. Assumere prima dei pasti tre volte al giorno, 100 ml;
  3. 15 g di foglie di trifol, 10 g di coriandolo e menta, 20 g di fiori di immortelle. Versare 600 ml di acqua bollente e infondere per mezz'ora. Assumere 100 ml tre volte al giorno prima dei pasti.

La medicina di erbe è ottimale per svolgere corsi per 1 - 1,5 mesi, quindi fare una pausa per 2 settimane.

Fai attenzione! La fitoterapia è controindicata durante la gravidanza.

Antibiotici per colecistite acuta e cronica: un elenco e regimi di trattamento

Il sistema di escrezione biliare è una parte importante del tratto digestivo, in violazione della funzione di cui il processo di digerire il cibo è molto più complicato. Ad esempio, questo accade durante il processo infiammatorio nelle pareti della cistifellea - colecistite. Per risolvere il problema ed eliminare l'infiammazione, a volte una terapia abbastanza conservativa, utilizzando farmaci coleretici, antinfiammatori, antispasmodici e altri. Inoltre, gli antibiotici sono prescritti per la colecistite: questi farmaci aiutano a velocizzare significativamente il processo di recupero dei pazienti.

Codice ATH

Indicazioni per l'uso di antibiotici per colecistite

Tra le molte cause che portano allo sviluppo della colecistite, la natura infettiva della malattia non è da meno: per esempio, i batteri patogeni possono entrare nel sistema biliare con sangue o linfa da altri organi, o lungo il percorso discendente o ascendente dal tratto digestivo.

In caso di colecistite calcica - cioè accompagnata dalla formazione di calcoli nella vescica e / o nei dotti, il rischio di danni e infiammazioni della parete del corpo aumenta più volte, poiché le pietre possono traumatizzare meccanicamente il tessuto.

Il trattamento della colecistite con antibiotici è spesso obbligatorio. Se non si elimina la fonte del processo infettivo, la malattia può essere complicata dalla formazione di un ascesso, suppurazione della vescica e dei dotti, che in seguito potrebbe anche portare alla morte. Per prevenire questo, il trattamento della colecistite dovrebbe includere un complesso di farmaci, tra cui - e antibiotici.

Le indicazioni dirette per la terapia antibiotica per colecistite sono:

  • dolore pronunciato nel fegato, con tendenza ad aumentare;
  • aumento significativo della temperatura (fino a + 38,5-39 ° C);
  • gravi disturbi digestivi, con diarrea e vomito ripetuto;
  • la diffusione del dolore in tutto l'addome (il cosiddetto dolore "versato");
  • la presenza di altre malattie infettive nel paziente;
  • segni di un processo infettivo trovato in un esame del sangue.

Antibiotici per colecistite e pancreatite

Gli antibiotici sono necessari per eliminare l'infezione, che spesso contribuisce allo sviluppo di colecistite e pancreatite.

In casi non complicati, il medico prescrive un trattamento ambulatoriale con antibiotici in pillole. Queste compresse possono essere tetraciclina, rifampicina, sigmacina o oletretrina, in dosaggi individuali. Il corso medio della terapia antibiotica è di 7-10 giorni.

Se è stata applicata una terapia chirurgica per la colecistopancreatite, è necessario un ciclo iniettabile di antibiotici sotto forma di somministrazione intramuscolare o endovenosa di gocciolamento. In questo caso, è opportuno utilizzare Kanamicina, Ampicillina o Rifampicina.

In caso di un corso complicato della malattia, due antibiotici possono essere applicati contemporaneamente, oppure può essere effettuata una sostituzione periodica del farmaco dopo aver determinato la resistenza dei microrganismi.

Antibiotici per colecistite acuta

Nel corso acuto della colecistite, gli antibiotici possono essere utili nei casi di sospetta peritonite ed empiema della cistifellea, nonché nelle complicanze settiche. Che tipo di antibiotico sarebbe appropriato per la colecistite acuta, decide il medico. Di solito il farmaco viene selezionato in base ai risultati della coltura biliare. Anche di notevole importanza è la proprietà del farmaco selezionato di cadere nel sistema di escrezione biliare e concentrarsi nella bile a indicatori terapeutici.

Nella colecistite acuta, il corso ottimale di 7-10 giorni di terapia, con la somministrazione endovenosa preferita di farmaci. Si raccomanda l'uso di Cefuroxime, Ceftriaxone, Cefotaxime e la combinazione di Amoxicillina con Clavulanato. Spesso viene utilizzato un regime di trattamento, tra cui un farmaco a base di cefalosporina e il metronidazolo.

Gli antibiotici per l'esacerbazione della colecistite sono utilizzati secondo schemi simili, con la possibilità di prescrivere un trattamento alternativo:

  • ampicillina per via endovenosa 2.0 quattro volte al giorno;
  • iniezione endovenosa di gentamicina;
  • Infusione endovenosa di metronidazolo 0,5 g quattro volte al giorno.

La combinazione di metronidazolo e ciprofloxacina dà un buon effetto.

Antibiotici per colecistite cronica

Gli antibiotici in caso di colecistite cronica possono essere prescritti quando vi sono segni di un'attività del processo infiammatorio nel sistema biliare. Di solito, la terapia antibiotica è prescritta nella fase acuta della malattia, in combinazione con farmaci coleretici e anti-infiammatori:

  • Eritromicina 0,25 g quattro volte al giorno;
  • Oleandomicina 500 mg quattro volte al giorno dopo i pasti;
  • Rifampicina 0,15 g tre volte al giorno;
  • Ampicillina 500 mg da quattro a sei volte al giorno;
  • Oxacillina 500 mg da quattro a sei volte al giorno.

Avere un marcato effetto di antibiotici come la penicillina iniezione intramuscolare, compresse fenossimetilpenicillina, tetraciclina 250 mg quattro volte al giorno, metaciclina 300 mg due volte al giorno, oletetrin 250 mg quattro volte al giorno.

Antibiotici per colecistite calcicola

Le pietre nella cistifellea non solo creano una barriera meccanica al flusso della bile, ma provocano anche forti irritazioni delle pareti dei dotti e della cistifellea. Questo può portare prima al processo infiammatorio batterico asettico e quindi. Spesso, tale infiammazione acquisisce gradualmente un decorso cronico con esacerbazioni occasionali.

Spesso l'infezione entra nel sistema di escrezione biliare con il flusso sanguigno. È per questo motivo che i pazienti con malattie del sistema urinario, intestino, ecc., Soffrono anche di colecistite. Il trattamento in questo caso comporta l'uso di forti agenti antimicrobici con un ampio spettro di attività.

Potenti antibiotici sono rappresentati da Ampioks, Eritromicina, Ampicillina, Lincomicina, Erciclina. Tali farmaci sono prescritti circa 4 volte al giorno, in dose selezionata individualmente. Oletetrina, metatsiklin più spesso prescritto per colecistite cronica.

Modulo di rilascio

Gli antibiotici per la colecistite sono utilizzati in varie forme di dosaggio, che sono selezionati in base a diversi criteri:

  • comodità d'uso;
  • conformità allo stadio della malattia.

Ad esempio, per i bambini, è preferibile utilizzare antibiotici sotto forma di sospensione o soluzione orale.

Nella fase acuta della colecistite, è preferibile prescrivere un antibiotico come iniezione - per via intramuscolare o endovenosa. Nella fase di remissione dei sintomi, così come nella colecistite cronica non acuta, gli antibiotici possono essere assunti in compresse o capsule.

Nomi di antibiotici che vengono spesso prescritti per la colecistite

  • L'azitromicina è un antibiotico che esiste sotto forma di capsule o compresse. Il farmaco viene bevuto tra i pasti, con un dosaggio medio di 1 g per dose.
  • La Sitrolide è un analogo dell'Azitromicina, che è disponibile sotto forma di capsule e ha un'azione prolungata, ovvero, è sufficiente assumere una capsula del farmaco al giorno.
  • Sumalek è un antibiotico macrolide che esiste sotto forma di compresse o polvere. Il farmaco è comodo da usare, in quanto richiede una singola dose durante il giorno. La durata della terapia con il farmaco Sumalek è determinata dal medico.
  • Azicar è un antibiotico incapsulato che si adatta bene ai processi infiammatori combinati - ad esempio, viene spesso prescritto per la colecistopancreatite. Il dosaggio standard del farmaco - 1 g una volta al giorno, lontano dai pasti.
  • Amoxyl è un antibiotico di combinazione con principi attivi come amoxicillina e acido clavulanico. Amoxyl può essere usato sotto forma di compresse o somministrato come iniezioni e infusioni, a discrezione del medico.
  • Flemoxin Solutab è una forma speciale di amoxicillina sotto forma di compresse solubili, che consente di ottenere un assorbimento rapido e completo del farmaco nel tratto gastrointestinale. Flemoxin Solutab è prescritto per colecistite, sia per i bambini (da 1 anno) che per i pazienti adulti.

farmacodinamica

L'azione farmacologica degli antibiotici per la colecistite può essere chiaramente vista sull'esempio di un farmaco così comune come Amoxicillina (amoxil).

L'amoxicillina è una aminopenicillina semisintetica con attività antimicrobica nello spettro più ottimale per la colecistite. Il farmaco non dimostra sensibilità ai batteri che producono penicillinasi.

L'amoxicillina esercita l'effetto di un numero relativamente grande di microbi. Pertanto, lo spettro di attività copre Gram (+) batteri aerobi (bacilli, enterococchi, listeria, korinobakterii, nokardii, stafilococchi, streptococchi) e Gram (+), batteri anaerobici (Clostridium, peptostreptokokki, peptokokki), gram (-), batteri aerobici ( Brucella, Bordetella, Gardnerella, Helicobacter, Klebsiella, Legionella, Moraxella, Proteus, salmonella, Shigella, Vibrio cholerae), gram (-) batteri anaerobi (Bacteroides, fuzobakterii, Borrelia, clamidia, pallido treponema).

L'amoxicillina potrebbe non essere attiva nei microbi che producono β-lattamasi - a causa di ciò, alcuni microrganismi sono insensibili alla monoterapia con il farmaco.

farmacocinetica

Quando somministrato per via orale, amoxicillina, un antibiotico che viene spesso prescritto per colecistite, viene quasi immediatamente assorbito nel tubo digerente. La concentrazione massima media è di 35-45 minuti.

La biodisponibilità dell'antibiotico è pari al 90% (se ingerito).

L'emivita è di 1-1 ½ ore.

Il legame con le proteine ​​plasmatiche è basso: circa il 20% in amoxicillina e il 30% in acido clavulanico.

I processi metabolici si verificano nel fegato. L'antibiotico ha una buona distribuzione nei tessuti e nei liquidi. Excreted attraverso il sistema urinario entro sei ore dopo la somministrazione orale.

Uso di antibiotici per colecistite durante la gravidanza

Gli antibiotici per la colecistite durante la gravidanza cercano di non prescriverli, poiché molti di questi farmaci superano la barriera placentare e possono avere un impatto negativo sullo sviluppo del feto. Tuttavia, ci sono casi di colecistite, quando non è possibile evitare l'assunzione di antibiotici. Se ciò accade, l'antibiotico deve essere selezionato solo da un medico, tenendo conto non solo della sensibilità dei batteri, ma anche della durata della gravidanza.

Ad esempio, a discrezione di un medico, è consentito l'uso di tali antibiotici per la colecistite in donne in gravidanza:

  • farmaci a base di penicillina (Amoxicillina, Ampioks, Oxacillina);
  • Antibiotici di gruppo delle cefalosporine (Cefazolin, Cefatoxime);
  • Antibiotici macrolidi (azitromicina, eritromicina).

In nessun caso puoi prendere gli antibiotici per la colecistite e la gravidanza a caso - questo può danneggiare il futuro bambino, e anche gettare dubbi sul risultato della gravidanza stessa.

Controindicazioni

Gli antibiotici per la colecistite non sono prescritti solo in alcuni casi, vale a dire:

  • con una maggiore reazione del corpo agli antibiotici di un gruppo specifico;
  • con mononucleosi infettiva;
  • durante la gravidanza e l'allattamento (ad eccezione dei farmaci approvati per l'uso in donne in gravidanza);
  • con una tendenza alle reazioni allergiche;
  • con gravi condizioni decompensate del corpo.

In ogni caso, la possibilità di prescrivere antibiotici per la colecistite deve essere valutata dal medico curante, poiché spesso le controindicazioni sono relative. Ad esempio, durante la gravidanza, alcuni tipi di farmaci possono essere prescritti, ma il loro uso deve essere strettamente coordinato con il medico ed essere monitorato.

Effetti collaterali di antibiotici per colecistite

Senza eccezioni, tutti gli antibiotici, compresi quelli prescritti per la colecistite, possono avere una serie di eventi avversi, specialmente nel caso del loro uso prolungato. I sintomi avversi più comuni includono:

  • lo sviluppo di resistenza di batteri patogeni all'azione dell'antibiotico;
  • lo sviluppo di allergie;
  • dysbacteriosis intestinale, vagina, cavità orale;
  • stomatiti;
  • lesioni fungine della pelle e delle mucose;
  • immunità ridotta;
  • ipovitaminosi;
  • dispepsia (diarrea, vomito, disturbi addominali);
  • broncospasmo.

Quando si assume la dose abituale di un antibiotico prescritto da un medico, gli effetti collaterali sono rari o appaiono leggermente.

Dosaggio e somministrazione

Gli antibiotici per la colecistite devono essere usati con le seguenti raccomandazioni:

  • Quando si sceglie un antibiotico, tra le altre cose, è necessario considerare l'età del paziente con colecistite. Quindi, per i bambini c'è un certo numero di farmaci approvati.
  • L'indicazione principale per la nomina di antibiotici per colecistite sono segni di un processo infiammatorio.
  • Gli antibiotici per la colecistite possono essere iniettati o presi per via orale. Di norma, la scelta della forma del farmaco dipende dallo stadio della colecistite.
  • Non puoi assumere antibiotici per meno di sette giorni e più di 14 giorni. Svolgere in modo ottimale un corso terapeutico di 7-10 giorni.
  • Il trattamento improprio con antibiotici, oltre a ignorare le raccomandazioni del medico può rallentare l'inizio del recupero e aggravare il decorso della malattia.

Per quanto riguarda il dosaggio e il regime di trattamento, è impostato individualmente, tenendo conto della gravità del processo infettivo e della sensibilità dell'agente patogeno. Ad esempio, amoxicillina colecistite spesso somministrata in un dosaggio di 500 mg tre volte al giorno, ma in quantità severa malattia del farmaco può essere aumentata a 1 g tre volte al giorno. Nei bambini di età compresa tra 5 e 10 anni, amoxicillina viene prescritta 0,25 g tre volte al giorno.

Regime di trattamento per colecistite con antibiotici

Esistono diversi regimi antibiotici standard per la colecistite. Ti consigliamo di familiarizzare con loro.

  • Aminoglicosidi in combinazione con ureidopenitsillinami e metronidazolo. Gli antibiotici vengono iniettati: gentamicina (fino a 160 mg) al mattino e alla sera + Metronidazolo 500 mg e Azlocillin 2.0 tre volte al giorno.
  • Antibiotico di cefalosporina con la preparazione del gruppo della penicillina: ceftazidima 1,0 tre volte al giorno + flucloxacillina 250 mg quattro volte al giorno.
  • Antibiotico cefalosporino e metronidazolo: Cefepime 1,0 al mattino e alla sera, in associazione con Metronidazolo 500 mg tre volte al giorno.
  • Ticarcillina con acido clavulanico, 3 g una volta ogni 5 ore come iniezione endovenosa (non più di 6 volte al giorno).
  • Antibiotici alla penicillina in combinazione con farmaci del gruppo fluorochinolone: ​​Ampicillina 500 mg 5-6 volte al giorno + Ciprofloxacina 500 mg tre volte al giorno.

I regimi di trattamento possono variare, combinando altri farmaci che rappresentano il gruppo proposto di antibiotici.

overdose

Se c'è un sovradosaggio di antibiotico con colecistite, quindi più spesso si manifesta sotto forma di un disturbo del processo digestivo. Quindi, si può manifestare nausea con vomito, diarrea o stitichezza, aumento della flatulenza nell'intestino, dolore nell'addome.

Inoltre, potrebbe esserci uno squilibrio di liquidi ed elettroliti.

A seconda dei sintomi presenti, quando si prende una quantità eccessiva di antibiotici, viene eseguito un trattamento sintomatico, che si concentra sull'assunzione di un grande volume di liquido per compensare i disturbi elettrolitici.

In alcuni casi, si può sviluppare un'insufficienza renale iniziale, che si spiega con il danneggiamento del parenchima renale dovuto alla cristallizzazione dell'antibiotico.

Nei casi più gravi, l'emodialisi può essere utilizzata per la rapida rimozione del farmaco dal sistema circolatorio.

Paradossalmente, in rari casi, con un sovradosaggio o un uso eccessivamente prolungato di farmaci, la colecistite può svilupparsi dopo gli antibiotici. Il suo sviluppo è associato ad un aumento del carico sul fegato e sul sistema epatobiliare, ed è di natura funzionale.

Interazioni con altri farmaci

Suggeriamo di considerare l'interazione farmacologica degli antibiotici per la colecistite usando l'esempio di Amoxicillina, una aminopenicillina semisintetica già nota a noi.

Un antibiotico può ridurre gli effetti dei contraccettivi orali.

La combinazione di Amoxicillina con antibiotici aminoglicosidici e cefalosporine può portare a un effetto sinergico. La combinazione con macrolidi, antibiotici tetracicline, linkosamidi e farmaci sulfa può portare ad un'azione antagonista.

L'amoxicillina migliora l'efficacia dei farmaci anticoagulanti indiretti, peggiora la produzione di vitamina K e riduce l'indice di protrombina.

Il contenuto di Amoxicillina nel siero può aumentare sotto l'influenza di diuretici, farmaci anti-infiammatori non steroidei, probenecid e allopurinolo.

L'assorbimento degli antibiotici nel sistema digestivo può essere ostacolato dall'azione di farmaci antiacidi, lassativi, glucosamina e aminoglicosidi.

L'assorbimento dell'antibiotico è migliorato in presenza di vitamina C.

Condizioni di conservazione

Gli antibiotici per la colecistite nella maggior parte dei casi possono essere conservati in ambienti a temperatura ambiente. Alcuni farmaci iniettabili devono essere conservati in luoghi freschi, ad esempio nel frigorifero.

Qualsiasi farmaco dovrebbe essere tenuto fuori dalla portata dei bambini.

Periodo di validità

La durata di conservazione di un antibiotico è indicata sulla confezione per un farmaco specifico. Assicurati di prestare attenzione alla data di produzione del farmaco!

Il miglior antibiotico per la colecistite

Con tutte le carenze della terapia antibiotica, è quasi impossibile curare la colecistite senza di loro. Con la colecistite, gli antibiotici vengono prescritti a dosaggi relativamente alti per 7-14 giorni.

Gli antibiotici per la colecistite possono essere suddivisi in sottogruppi, secondo il loro principio di azione.

Prima di tutto, stanno prescrivendo antibiotici che distruggono la parete cellulare microbica: questi sono farmaci della serie delle penicilline, così come i preparati di cefalosporine (Cefazolin, Cefalexin).

Gli antibiotici che interrompono il metabolismo delle proteine ​​in una cellula batterica funzionano anche qualitativamente. Questi farmaci includono il cloramfenicolo. Altri antibiotici sono simili a questo farmaco: tetraciclina, eritromicina, gentamicina.

Ogni antibiotico ha il suo spettro fisso di attività, quindi il medico può raccogliere il farmaco, sulla base dei dettagli dell'inferenza batteriologica. Ad esempio, se è determinato da un metodo diagnostico che colecistite è stata provocata da streptococco, enterococco o Escherichia coli, allora sarebbe opportuno prescrivere tetraciclina, lincomicina, apmicillina, cefazolina, gentamicina, eritromicina.

L'infiammazione della colecisti è una malattia complessa, quindi non è sufficiente assumere solo antibiotici per la colecistite. Oltre alla terapia antibiotica, è necessario anche il trattamento con altri medicinali, come antispastici e coleretici.

Top