Categoria

Messaggi Popolari

1 Giardia
Emangioma del fegato: cosa fare, segni, diagnosi, come trattare, cosa è pericoloso, classificazione
2 Prodotti
Cistifellea disabilitata: sintomi e trattamento
3 Steatosi
Chirurgia del fegato: puoi fare per l'epatite?
Principale // Prodotti

Biochimica con epatite C


Lascia un commento 10,347

L'epatite C è una pericolosa malattia virale che colpisce il fegato. L'analisi biochimica del sangue per l'epatite consente di identificare e monitorare tempestivamente lo sviluppo del virus. Questo metodo di ricerca è semplice, accurato e informativo. Grazie ai dati biochimici ottenuti, agli specialisti vengono assegnati ulteriori test e viene formata una tattica di trattamento. Se si sospetta una possibile infezione da epatite C, prima di tutto è necessario fare biochimica. Questo metodo è riconosciuto come uno dei test ausiliari affidabili nella medicina pratica.

Cos'è un esame del sangue biochimico?

Lo studio dei materiali biologici è il primo passo verso la cura del paziente. L'analisi biochimica del sangue è una tecnica di laboratorio chiave utilizzata in quasi tutte le aree della medicina. Più di 100 indicatori sono inclusi nell'analisi biochimica. Questo metodo di ricerca permetterà di valutare lo stato di salute, individuare tempestivamente patologie e anomalie nel corpo, in particolare:

  • anormalità nel pancreas, fegato, reni e cistifellea;
  • disordini metabolici;
  • cambiamenti quantitativi di microelementi;
  • processi infiammatori degli organi interni.

La biochimica consente non solo di evitare i potenziali problemi di salute previsti, ma punta anche a deviazioni esistenti. Sulla base del metodo descritto, la condizione generale del corpo viene accuratamente stimata, viene elaborato un ulteriore piano per ulteriori diagnosi e trattamenti raccomandati.

Cosa mostra un esame del sangue biochimico per l'epatite C?

Il profilo di ricerca standard è costituito da molte componenti, le più significative delle quali sono riassunte nella tabella:

Indicazioni per l'analisi

Al fine di rilevare l'epatite C nelle fasi iniziali, è urgente un esame del sangue biochimico. La potenziale minaccia di infezione si nasconde durante rapporti sessuali non protetti, sessioni di tatuaggi, manicure e agopuntura. Inevitabilmente l'acquisizione del virus dell'epatite in assenza di sterilità degli strumenti e l'attenta osservanza degli standard sanitari. Al minimo sospetto di infezione da epatite deve immediatamente donare il sangue per l'analisi biochimica. Si raccomanda di eseguire sistematicamente l'analisi biochimica preventiva 2 volte all'anno.

Preparazione e analisi

La precisione dei risultati del test del sangue biochimico dipende dalla conformità con alcune restrizioni. 24-48 ore prima dell'assunzione dei campioni, è necessario escludere l'alcol e prendere tutti i farmaci (se possibile). Non mangiare piatti grassi, speziati e speziati. Il cibo dovrebbe essere nutriente e leggero. È importante limitare le attività fisiche estenuanti, osservare il regime del giorno e dormire. 1 ora prima della visita al laboratorio, astenersi dal caffè e fumare.

La procedura viene eseguita esclusivamente a stomaco vuoto, 8-12 ore dopo un pasto. Il prelievo di sangue, nella quantità di 5 ml, viene effettuato dalla vena periferica ulnare. Viene utilizzata una siringa sterile monouso o un sistema di aspirazione.

Decodifica risultati

Norma degli indicatori

Va ricordato che il numero di riferimento dei componenti dipende dall'età e dal sesso. Questa informazione è indicata sul modulo, accanto ai risultati della biochimica. I seguenti indicatori sono la norma per una persona sana, non infettata dal virus dell'epatite:

  • Gamma globuline - 26,1-110,0 nmol / l nelle donne, 14,5-48,4 nmol - negli uomini.
  • Albumina - 35-50 grammi per litro di sangue.
  • La bilirubina totale è compresa tra 3,4 e 17,1 moli / l.
  • ALAT e ASAT - 31 unità per le donne e 41 unità per gli uomini.
  • Trigliceridi - 0,45-2,16 mcol / l per le donne, per gli uomini - 0,61-3,62.
  • Ferro - 9-30 μmol / l per le donne, 9-30 μmol / l per gli uomini.

Se i risultati ottenuti vanno oltre l'ambito dei dati normativi, ciò indica pericolose deviazioni nel lavoro del corpo. È necessario contattare immediatamente lo specialista designato. Si sconsiglia vivamente di confrontare e valutare in modo indipendente le informazioni dell'analisi. Solo un professionista decifra con precisione l'analisi biochimica del sangue. Egli prescriverà ulteriori strumenti diagnostici per confermare l'infezione, valutare i rischi previsti. In futuro, verrà sviluppato un metodo di trattamento individuale.

Gli indicatori non sono normali?

La risposta alla domanda eccitante, se c'è l'epatite, è ottenuta sulla base dei risultati della biochimica del sangue. Quindi, a quali indicatori dovresti prestare attenzione? Prima di tutto, l'analisi biochimica del sangue mostrerà un'aumentata percentuale di gammaglobuline e una diminuzione critica nell'albumina. C'è anche una concentrazione massima di bilirubina libera e legata, il livello dei trigliceridi non è normale, innaturalmente alto. Dovrebbe anche allarmare un aumento anormale del numero di enzimi AlAt e AsAt. Tali indicatori servono come base per una diagnosi preliminare - l'eventuale presenza del virus dell'epatite C. Ma la diagnosi clinica finale viene fatta solo dopo aver superato ulteriori studi: un esame del sangue per i marcatori del virus dell'epatite, l'ecografia e una biopsia epatica.

Emocromo completo può mostrare epatite con

Con l'aiuto di un esame del sangue, puoi scoprire se il corpo ha incontrato o meno il virus dell'epatite C. In alcuni casi, un risultato positivo non è motivo di preoccupazione, perché ci sono casi di auto-guarigione con un forte sistema immunitario. Il sondaggio dovrebbe essere effettuato dopo 5 settimane dal momento della presunta infezione. In questo caso, gli indicatori saranno i più affidabili. Quali test devono passare per dissipare tutti i dubbi?

Metodi diagnostici

Quale analisi mostra la presenza di un virus?

Per confermare l'infezione, ci sono diversi tipi di test:

Analisi del sangue generale Indagare l'emoglobina, i globuli rossi, i leucociti, le piastrine, la VES, la formula dei leucociti e altri indicatori. Biochimica. ALT, AST e bilirubina sono determinati. Saggio immunoassorbente legato all'enzima (ELISA). Analisi immunocromatografica (ICA). Diagnostica PCR.

Nella fase iniziale della diagnosi, la più importante è la biochimica e la diagnostica della PCR. Osservando i valori della bilirubina e degli enzimi epatici, è possibile conoscere lo stato del fegato. I valori di bilirubina sono molto importanti nella diagnosi di epatite con la comparsa di ittero. Se la malattia passa senza ittero, è impossibile scoprire la presenza del virus con l'aiuto della bilirubina.

Secondo gli indicatori degli enzimi ALT e AST determinare il grado di distruzione delle cellule epatiche.

L'emocromo completo aiuterà a determinare la presenza di infiammazione nel corpo. Il livello di leucociti nel sangue sarà aumentato.

Per conoscere esattamente la presenza del virus e la sua origine è possibile solo identificando antigeni e anticorpi. Questo è possibile usando la PCR (reazione a catena della polimerasi).

Il metodo ELISA è utilizzato per una diagnosi più accurata. È il più efficace, ma costoso. Lo stadio della malattia, il tipo di agente patogeno e gli indicatori quantitativi della carica virale sono determinati.

IHA è un test rapido. Spenderlo con l'aiuto di strisce indicatrici. Aiuta a determinare rapidamente la presenza di anticorpi.

Tutti i metodi diagnostici consentono di identificare rapidamente un virus, che contribuisce al trattamento tempestivo e al recupero rapido.

Indicazioni e preparazione per la diagnosi

L'analisi viene presa in caso di sospetto di epatite C. Di norma, è possibile identificare la forma acuta, cronica, così come l'infezione recente per più di 5 settimane.

Le indicazioni per il sondaggio sono:

alti livelli di bilirubina, ALT e AST; preparazione per l'operazione; la gravidanza; la comparsa di sintomi di epatite, ad esempio, ittero; rapporti sessuali con epatite; dipendenza.

In tutti i casi di cui sopra, è necessario essere esaminati.

Come donare il sangue per ottenere valori accurati?

La preparazione è molto importante. Prima di condurre l'analisi, è necessario astenersi dal lavoro fisico, da sovraccarico emotivo e da alcol. Un'ora prima di donare il sangue non può essere fumata.

È molto importante mangiare poco prima dell'esame. È necessario donare sangue a stomaco vuoto (non prima di 8 ore dopo l'ultimo uso del cibo). Un paio di giorni prima dell'esame, è consigliabile non mangiare troppo grasso, fritto e speziato. Questo potrebbe influenzare i risultati. La sera prima del sondaggio non è possibile bere succo di frutta, tè o caffè. Si consiglia di andare a letto in orario.

Il risultato sarà pronto tra un paio di giorni. Se segui tutti i consigli, l'analisi non dovrà passare di nuovo.

Decodifica risultati

Un esame del sangue per i marcatori dell'epatite C aiuterà a scoprire se ci sono anticorpi al virus nel corpo umano o meno. Se c'è un anticorpo, il corpo ha già incontrato la malattia, ma lo ha superato. Se viene rilevato un virus nel sangue, l'infezione si è già verificata.

Decifrare l'ELISA è molto semplice, se non c'è virus, il risultato è negativo, se c'è - positivo.

Con un risultato negativo, vale la pena ricordare che il periodo di incubazione passa dopo l'infezione per 6 settimane. A questo punto, tutti gli indicatori possono essere compresi nell'intervallo normale. Al minimo sospetto di un virus, è necessario donare nuovamente il sangue per l'epatite C.

Con un risultato positivo, viene eseguita un'ulteriore diagnosi di PCR. Questo metodo, dopo aver donato il sangue per l'epatite C, consente di determinare la presenza dell'RNA del virus. PCR o conferma i risultati della biochimica o li confuta. Con questo metodo, è possibile conoscere il fatto della riproduzione del virus e la gravità della malattia.

La PCR fornisce un quadro completo dello sviluppo della malattia.

La spiegazione della PCR deve essere eseguita solo da un professionista esperto, poiché un risultato negativo del test può indicare un decorso nascosto della malattia o l'auto-guarigione del virus (nel 10% delle infezioni).

Come decifrare gli indicatori di bilirubina e scoprire la presenza di infezione?

Il livello di bilirubina indica la gravità dell'epatite.

Nella forma lieve della malattia, la bilirubina nel sangue non deve superare 90 μmol / l, con una media da 90 a 170 μmol / l. Nella fase grave, la bilirubina è superiore a 170 μmol / l. Normalmente, la bilirubina totale dovrebbe essere fino a 21 μmol / L.

Quando si decifrano gli indicatori, si dovrebbe prestare attenzione non solo alla bilirubina, ma anche ad altri indicatori dell'analisi biochimica del sangue per l'epatite C, come AST e ALT.

Normalmente, non dovrebbero superare i seguenti valori:

AST non più di 75 U / l. ALT non superiore a 50 U / l.

Le proteine ​​sieriche totali dovrebbero essere comprese tra 65 e 85 g / l. Valori bassi indicano una malattia.

Epatite Epatite: il flagello del nostro tempo è in realtà un esame di laboratorio completo. Tale esame è necessario per determinare la causa esatta della malattia, poiché il trattamento prescritto dal medico dipenderà da esso. E poiché ci sono molte cause per lo sviluppo dell'epatite, molti test devono essere presi.

Quali test per l'epatite

L'individuazione tempestiva dell'epatite è molto importante, perché i risultati del trattamento dipendono da questo: prima si inizia il trattamento, maggiori sono le possibilità di far fronte alla malattia. Per identificare l'epatite, la sua causa, il grado di attività e lo stato del fegato, vengono eseguiti i seguenti test:

emocromo completo e analisi delle urine; analisi del sangue biochimica; Test PCR per il rilevamento del DNA di agenti infettivi; esami del sangue immunologici per il rilevamento di anticorpi contro agenti infettivi; analisi del sangue immunologiche per l'individuazione di anticorpi contro i tessuti del fegato; studi istologici di materiale bioptico prelevato dal fegato; test che sostituiscono l'esame istologico del tessuto epatico.

La decifrazione di un'analisi del sangue per l'epatite viene effettuata da un medico.

Emocromo completo per epatite e analisi delle urine

Queste analisi danno un'idea delle condizioni generali del paziente. Cambiamenti nell'analisi generale del sangue nell'epatite non sono specifici, tuttavia, con diversi tipi di epatite, i seguenti cambiamenti possono essere rilevati: una diminuzione dell'emoglobina a causa di un aumento del sanguinamento, una diminuzione della conta leucocitaria (leucopenia), può indicare la presenza di un'infezione virale, una percentuale maggiore il contenuto di linfociti tra il numero totale di leucociti. Una diminuzione del numero di piastrine e una malattia emorragica parla di alterazione della funzionalità epatica e aumento del sanguinamento. Per tutti i tipi di epatite, potrebbe esserci un aumento di COE.

L'analisi generale delle urine per l'epatite può rivelare la presenza di urobelina in esso - un pigmento biliare che compare nelle urine in violazione della funzionalità epatica.

Esame del sangue biochimico per epatite

Nell'analisi biochimica del sangue nell'epatite, è possibile identificare le seguenti caratteristiche:

un aumento del numero di enzimi epatici (alanina transaminasi - ALT e aspartato aminotransferasi - AST), che entrano nel flusso sanguigno quando le cellule del fegato vengono distrutte; con epatite asintomatica (principalmente un aumento del contenuto di ALT), questo indicatore può essere l'unico segno della malattia; nel normale livello di ALT e AST nelle donne non dovrebbe superare 31, negli uomini - 37 IU / l; aumenta anche i livelli ematici di fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina - normale - fino a 150 UI / l) e glutamil transpeptidasi (GGT); aumento dei livelli ematici di bilirubina totale (diretta); con un aumento della concentrazione di bilirubina sierica superiore a 27-34 μmol / l, compare l'ittero (forma lieve - fino a 85 μmol / l, forma di peso medio - 86-169 μmol / l, forma grave - oltre 170 μmol / l); violazione del rapporto delle frazioni proteiche di sangue: diminuisce il contenuto di albumina e aumenta la gammaglobulina; La frazione gamma globulinica è costituita da immunoglobuline (IgG, IgA, IgM, IgE), che sono anticorpi che forniscono al corpo una protezione immunitaria umorale contro infezioni e sostanze estranee; l'aumento dei livelli ematici dei trigliceridi - i principali lipidi nel sangue (la norma dipende dal sesso e dall'età).

Un esame del sangue per l'epatite mediante PCR

Poiché la causa più comune di epatite è un'infezione virale, i pazienti assumono sangue per l'epatite per identificare agenti infettivi mediante il metodo della reazione a catena della polimerasi (PCR), che può essere qualitativo e quantitativo. Il metodo PCR si distingue per la sua elevata specificità e può essere utilizzato per rilevare la presenza anche di un singolo virus nel sangue. La PCR può rilevare i virus dell'epatite:

A (HAV); è determinato da HAV RNA); B (HBV); superficie HBsAg - appare circa un mese dopo l'inizio dell'infezione e rimane per due mesi; Il DNA del virus dell'epatite B è anche determinato durante questo periodo; antigene capsulare dell'epatite B (HBeAg) - compare dopo 3-15 settimane e parla di un processo infiammatorio acuto nel fegato; C (HCV); tre settimane dopo l'infezione con il metodo RCR, è possibile determinare l'RNA dell'HCV; D (HDV); determinazione dell'RNA dell'HDV; G (HGV); determinazione dell'RNA dell'HGV.

Test immunologici per l'epatite

Utilizzando questi studi, è possibile rilevare anticorpi contro tutti i virus dell'epatite. Inoltre, vengono rilevati anticorpi ai loro stessi tessuti del fegato - compaiono nell'epatite autoimmune, nell'epatite autoimmune - il sistema immunitario respinge le proprie cellule epatiche.

La durata del test dell'epatite B dell'epatite B è una così pericolosa infiammazione del fegato e C è di tre mesi.

L'analisi espressa per l'epatite può essere eseguita utilizzando strisce reattive speciali. In questo modo, la presenza di antigeni del virus B (antigene di superficie HBsAg) e anticorpi Anticorpi - "soldati" di immunità al virus C (HCV) nel sangue e nella saliva possono essere rilevati nel sangue. I test possono essere effettuati a casa.

Esame istologico del materiale bioptico prelevato dal fegato

Preso dalla biopsia, il tessuto epatico viene esaminato al microscopio, questo permette di identificare focolai di infiammazione, necrosi, grado di proliferazione del tessuto connettivo, cioè di valutare lo stato del fegato.

Da ora ci sono test che sostituiscono l'esame istologico del tessuto epatico. Il test dell'epatite consente di valutare il grado di danno epatico e l'attività del processo infiammatorio utilizzando biomarcatori specifici del sangue venoso. FibroTest consente di identificare e quantificare lo stadio della fibrosi epatica, Actitest quantifica l'attività del processo patologico nei tessuti del fegato, Fibroaktitest combina i due test precedenti. Fibromax include Fibrotest, Actitest, Steatotest (consente di rilevare la presenza e il grado di degenerazione grassa del fegato) e alcuni altri test.

Quali test mostrano l'epatite C

L'epatite C è una malattia grave che una persona riceve attraverso il sangue. La malattia scorre per lo più senza sintomi evidenti e solo alla fase tardiva del suo sviluppo una persona impara che è malato. Le cellule epatiche sono già colpite. A questo proposito, è molto importante sapere quali test dovrebbero essere presi per l'epatite C e come valutare i risultati dello studio. Attualmente, ci sono un gran numero di metodi e vari marcatori che possono essere utilizzati per rilevare l'epatite. Ma sarà difficile scoprire tutto da soli, in questo caso l'aiuto di uno specialista è obbligatorio, è lui a decidere quale dei test deve essere preso per l'epatite C e come decifrarli correttamente.

A proposito di IFA

Il primo test per l'epatite, che aiuta a trovare gli anticorpi nel sangue e quindi a confermare il contatto di una persona con un virus, è ELISA. Con questo metodo, viene determinato l'anti-HCV.

Queste analisi sono mostrate per prime:

  • durante la gravidanza;
  • prima dell'intervento;
  • ai donatori.

Esistono 2 classi di epatite C - immunoglobulina G e M. In un'analisi generalizzata, gli anticorpi di queste classi sono riassunti, il che aiuta a rilevare le forme acute e croniche della malattia negli esseri umani.

Gli indicatori di questa analisi possono essere positivi o falsi negativi, soprattutto nelle donne in gravidanza e per le persone con gruppo sanguigno 2. Questa è la norma.

Se un esame del sangue per l'individuazione di anti-HCV mostra un risultato negativo, allora la persona non ha sofferto di epatite, mentre gli ultimi sei mesi rimangono discutibili.

Se una persona si infetta durante questo periodo, gli anticorpi non hanno ancora avuto il tempo di formarsi nel sangue e non si rifletteranno nei risultati dell'analisi.

Con un'analisi positiva, vi è il sospetto che il corpo umano abbia incontrato l'epatite C virale, poiché l'organismo produrrà anticorpi anti-HCV quando si verifica un'infezione da virus. Successivamente, per determinare se la malattia è in forma cronica o se una persona ha avuto una malattia e si è ripresa (la presenza di anticorpi è dovuta a una malattia), sono necessari numerosi studi. Le statistiche allo stesso tempo affermano quanto segue: solo un quinto di tutte le persone infettate dal virus dell'epatite C guarisce da sole, nel resto la malattia diventa cronica. Questo spiega la presenza di anticorpi all'HCV.

Ma alcuni risultati positivi del test non indicano la presenza di un virus. In questo caso, dicono un risultato falso positivo. Quindi per confermare un risultato positivo, lo studio viene ripetuto 3 volte. Affinché il risultato dell'analisi sia accurato ed escluda un risultato falso positivo o falso negativo, devono essere soddisfatte le seguenti condizioni:

  • consegnare materiale biologico per la ricerca solo in una struttura di laboratorio collaudata;
  • prima di fare esami per accertarsi della normale temperatura corporea;
  • quando si assumono farmaci o la presenza di qualsiasi malattia, per avvisare il tecnico di laboratorio;
  • in modo che il risultato sia accurato, lo sport è controindicato prima del prelievo di sangue;
  • è vietato fumare almeno un'ora prima della consegna di materiale biologico;
  • l'alcol è controindicato.

Le ragioni per l'analisi del falso positivo nello studio per la presenza del virus dell'epatite C sono le seguenti:

  • quando l'immunità viene a contatto con il virus, verranno prodotti anticorpi. Nel corso del tempo, può verificarsi la distruzione virion, ma gli anticorpi saranno ancora presenti nel corpo per un po ';
  • se una persona è malata, per esempio, sclerodermia, sclerosi multipla, tubercolosi, malaria;
  • nelle malattie autoimmuni;
  • durante la gravidanza, quando gli ormoni e la reattività immunitaria possono cambiare;
  • quando sorgono varie neoplasie;
  • errori durante lo studio;
  • influenza o presenza di un'altra malattia, vaccinazione;
  • prendendo alcuni farmaci.

Se il test ELISA per l'epatite C anti-HCV è positivo, è necessario eseguire la diagnostica dell'RNA della PCR, che è più indicativa del rilevamento della malattia.

Informazioni sulla diagnostica PCR

La diagnosi più accurata che consente di determinare quale virus è stato l'inizio della malattia è la diagnosi mediante PCR.

È importante che questo test dell'epatite indichi la presenza del virus già il 5 ° giorno dopo l'infezione della persona, quando il test immunoenzimatico legato all'enzima (ELISA) non può mostrare la presenza di anticorpi. Con esso, è possibile scoprire quale genotipo è il virus dell'epatite che ha colpito il corpo. Inoltre, figure di alta qualità giudicano la velocità della malattia.

Il risultato dello studio che utilizza la reazione a catena della polimerasi è suddiviso in:

  • quantitativo, che determina il tasso di sviluppo della malattia per il numero di unità virali per 1 cm cubico di materiale biologico ed è espresso in numeri;
  • qualità. Una bassa concentrazione di cellule virali dà un risultato negativo.

La normale velocità di analisi per l'epatite dipende dal reagente utilizzato. Il carico virale viene eseguito durante il trattamento dell'epatite C. Se le percentuali sono ridotte, il trattamento è efficace.

Elenco completo di analisi

Che test hai per l'epatite C? L'elenco di tutte le analisi include:

1. Emocromo completo (KLA). I seguenti indicatori sono determinati:

  • formula dei leucociti;
  • globuli rossi;
  • emoglobina, che in presenza della malattia sarà inferiore alla norma;
  • piastrine, che scendono anch'esse;
  • leucociti;
  • basofili;
  • eosinofili;
  • neutrofili;
  • monociti;
  • linfociti;
  • tasso di sedimentazione eritrocitaria (ESR).

Con lo sviluppo della malattia ci saranno un certo numero di deviazioni nell'UCK. La coagulazione del sangue è compromessa. Nell'uomo c'è un'emorragia aumentata, c'è una disfunzione del fegato. L'ESR in questa malattia aumenta, a causa di violazioni nell'attività funzionale del fegato nell'urobilina urinaria viene rilevata. I leucociti con un'infezione virale cominceranno a declinare.

2. Nell'analisi biochimica del sangue è necessario determinare questi indicatori:

  • alanina aminotransferasi;
  • aspartato aminotransferasi;
  • gamma-glutamil transferasi;
  • bilirubina;
  • fosfatasi alcalina;
  • ferro sierico;
  • transferrina;
  • ferritina;
  • creatina;
  • il glucosio;
  • test di timolo;
  • il colesterolo;
  • trigliceridi.

La malattia porta alla distruzione delle cellule del fegato, quindi i test del fegato mostrano un aumento. C'è un aumento della bilirubina totale e legata in materiale biologico. Una persona sviluppa ittero. I livelli di albumina stanno diminuendo, le gammaglobuline stanno aumentando. Il ruolo della gammaglobulina nel corpo - proteggendolo dalle malattie. Il numero di trigliceridi, che sono anche chiamati globuli grassi, aumenta.

3. Valutare l'attività funzionale del fegato. Queste analisi sono fatte se vi è il sospetto di violazioni di questo corpo. I seguenti valori sono determinati:

  • proteine ​​totali;
  • frazioni proteiche;
  • albumina;
  • coagulazione del sangue.

4. I test sono fatti per la presenza di altre epatiti virali.

5. Viene effettuato un test per la presenza del virus dell'immunodeficienza umana.

6. Stadio valutato di epatite e attività della malattia. Per fare questo, vengono eseguiti i seguenti test:

  • prendere campioni per la biopsia epatica. Con l'aiuto di questo studio istologico, viene determinato il focus dell'infiammazione e della morte del tessuto epatico, viene determinato se c'è una proliferazione nei tessuti. Attualmente, ci sono test per determinare quanto è affetto il fegato, per ottenere informazioni sul processo infiammatorio, ecc.;
  • la fibrosi epatica è terminata. Questo metodo è usato più spesso;
  • viene eseguito un ultrasuono. All'inizio dell'epatite C con gli ultrasuoni, si può osservare che il fegato è aumentato di dimensioni. Gli ultrasuoni mostreranno lo stesso tumore se presente. Se una persona è già malata di epatite C, quindi utilizzando questo metodo, è possibile identificare le dinamiche della malattia.

7. L'uso del metodo della reazione a catena della polimerasi è determinato dall'RNA dell'HCV.

8. Gli studi sono fatti sulla ghiandola tiroidea. La ghiandola tiroidea viene esaminata mediante ultrasuoni, vengono eseguiti test per determinare gli anticorpi contro la tireoperossidasi e la tireoglobulina, viene determinato il livello degli ormoni triiodotironina (T3), tiroxina (T4) e ormone tireotropico. Si consiglia di eseguire questo esame quando è possibile la necessità di un corso terapeutico con l'uso di interferone e ribavirina, nonché di sofosbuvir.

9. Gli studi sono condotti su malattie autoimmuni.

10. Se l'epatite C si trova in una persona e non c'è immunità all'epatite A e B, è consigliabile che faccia un vaccino contro queste malattie. I parenti stretti del paziente devono essere testati per l'anti-HCV.

Quale studio di cui sopra per condurre, il medico deciderà dopo aver esaminato il paziente.

Chi è raccomandato per i test

Nell'interesse della persona stessa a condurre ricerche sull'epatite C, se:

  • è stata eseguita un'operazione;
  • un uomo ha fatto un tatuaggio;
  • se una manicure viene spesso eseguita nel salone;
  • c'era qualche contatto con il sangue;
  • L'epatite è stata trovata in un parente stretto.

La metà delle persone con epatite C sono guarite.

Dopo 1,5-2 mesi dal momento dell'infezione con il virus dell'epatite C, la presenza della malattia può essere accertata in modo affidabile mediante test.

Esame del sangue dell'epatite C

L'epatite virale è considerata il nome comune per le malattie del fegato di natura acuta e cronica. Le cause dell'epatite possono variare. Ma, allo stesso tempo, i sintomi dell'epatite indicano un processo infiammatorio che si verifica ciclicamente nei tessuti del fegato umano. Affinché il trattamento sia efficace, è necessario sapere quale tipo di virus ha causato la malattia. Per questo è necessario passare un esame del sangue per l'epatite C e gli altri tipi.

Tipi e forme

Ci sono diversi tipi di questa malattia. Le seguenti forme di epatite sono meglio conosciute oggi:

  • Epatite A. Si verifica più spesso. È anche chiamato la malattia di Botkin. L'infezione avviene per via oro-fecale e dura non più di due mesi. Spesso non richiede un trattamento speciale, ma solo per mantenere la protezione del corpo. Ha il minimo effetto sul corpo, la vaccinazione aiuterà a prevenire la malattia.
  • Epatite B. È considerata una malattia più complessa e richiede un trattamento ospedaliero. Di conseguenza, possono verificarsi tumore e cirrosi epatica.
  • L'epatite C è l'infezione virale più difficile. Il problema del trattamento è che non esiste un vaccino contro di esso e può essere infettato ripetutamente. Puoi diventare infetto attraverso il contatto sessuale e attraverso il sangue. Un numero di persone malate potrebbe non mostrare i sintomi della malattia, che mostrerà un esame del sangue. Di conseguenza, quasi sempre la forma acuta dell'infezione fluisce nella cronica. Per il trattamento dell'epatite C condurre una terapia complessa.
  • Una variante dell'epatite B è l'epatite D e procede con essa.
  • L'epatite E spesso si risolve da sola. Ma in alcuni casi può disturbare fegato e reni.
Principali segni di epatite

I sintomi di tutti i tipi di epatite sono simili. Inizialmente si manifestano nei sintomi del raffreddore con febbre e malessere generale, debolezza, nausea, quindi sono accompagnati da diminuzione dell'appetito, pelle gialla e bianchi, eruzione cutanea, ipertermia, scolorimento delle feci e oscuramento delle urine.

Con la manifestazione anche di alcuni di questi segni è necessario contattare un epatologo e fare un esame del sangue. Poiché l'epatite C è la malattia più pericolosa, dovrebbe essere prima testata.

analisi

Gli esami del sangue per l'epatite sono donati da donatori di sangue, donne incinte, al momento della pianificazione del concepimento, così come i pazienti a cui è stato prescritto qualsiasi tipo di intervento chirurgico.

La diagnosi di epatite C viene effettuata sulla base di un test del sangue generale (OAK) e biochimico (BAC), del saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA) e della reazione a catena della polimerasi (PCR). Questi metodi determineranno la diagnosi e studieranno il decorso della malattia.

L'epatite virale porta a variazioni dei globuli bianchi, dei globuli rossi e delle piastrine. Questo è sicuro di mostrare UAC (emocromo completo).

Quando il BAC studia gli enzimi epatici, le proteine ​​e lo spettro ematico, la bilirubina e la fosfatasi alcalina.

Si noti che con la malattia la quantità di enzimi epatici nel sangue aumenta in modo significativo. Normalmente, la bilirubina è presente in piccole quantità nel sangue a causa della decomposizione dei globuli rossi e della cattura da parte delle cellule epatiche. Con il verificarsi dell'epatite B, il livello di bilirubina nel sangue, così come la fosfatasi, vengono superati più volte.

Gli indicatori di spettro proteico e proteico riflettono la capacità del fegato di produrre proteine ​​specifiche. Anche questa proprietà diminuisce, portando ad una diminuzione dell'albumina. A sua volta, c'è un aumento della proteina del sistema immunitario - globulina.

La rilevazione della quantità totale del virus e dello stadio della malattia mostra PCR. Rileva gli anticorpi (IgM e IgG) nel virus ELISA.

Di seguito è riportata una tabella degli esami del sangue per l'epatite C:

Epatite C comparativa

trascrizione

Gli esami del sangue dell'epatite C vengono eseguiti da uno specialista di laboratorio con una vasta esperienza. La determinazione effettuata da ELISA e PCR. Quando si determina un risultato negativo, si considera che il virus non è stato trovato. Ma c'è la possibilità di un periodo di incubazione (nascosto), il che significa che non sarà superfluo ripetere l'analisi in un secondo momento.

Un test ELISA per l'epatite A rivela un aumento delle IgM nel sangue durante la manifestazione di una malattia acuta. Gli anticorpi IgG, anche dopo il recupero, sono determinati in misura piuttosto elevata.

Entrambi i metodi di diagnosi sono utilizzati per rilevare l'epatite C. Gli anticorpi IgM in ELISA si trovano 7 settimane dopo l'infezione, mentre l'IgG si trova solo dopo tre mesi. Pertanto, viene utilizzato anche il test della PCR. Mostrerà la presenza del virus, il suo sviluppo e la diffusione ai tessuti. Se, al momento della decifrazione, viene determinato un risultato positivo per l'epatite C, il medico infettivo prescriverà ulteriori test per la diagnosi.

La norma quando si esegue il test per l'epatite C è l'assenza di anticorpi contro il virus nel sangue, il che significa che non vi sono né RNA né antigeni.

Come analizzare

La procedura per prelevare il sangue per l'analisi è standard. Come fare un esame del sangue per l'epatite C? Il prelievo di sangue viene effettuato da una vena, con questo avambraccio che tira il laccio emostatico, il sito di puntura dell'ago è soggetto a disinfezione, una siringa o una provetta è attaccata all'ago. Un ago viene inserito in una vena e viene prelevata la giusta quantità di sangue. Quindi l'ago viene rimosso e viene applicata una benda sulla ferita. La procedura è considerata sicura e indolore. Il sangue viene preso a stomaco vuoto, al mattino presto. Lo studio del materiale ottenuto viene effettuato non più tardi di due ore dopo l'analisi.

Esistono numerose raccomandazioni per risultati più accurati. Questo è un rifiuto di prendere alcol, fumare, astenersi dal cibo pesante, lo sforzo fisico e l'assunzione di determinati farmaci.

Quanti giorni sono stati fatti gli esami del sangue per l'epatite C? Questa analisi viene effettuata entro sette giorni lavorativi. Il termine della sua determinazione dipende dal tipo di malattia virale e dalla complessità dell'analisi stessa. Ma di solito, è pronto per il giorno successivo dopo che il sangue è stato prelevato per l'analisi.

Quali sono gli indicatori del sangue indicano l'epatite

Come eseguire un esame del sangue per l'epatite Ricerca su aspartato aminotransferasi (AST) e alanina aminotransferasi (ALT) Analisi del sangue biochimica: cambiamenti caratteristici

Un esame del sangue per l'epatite è un indicatore importante in base al quale è possibile determinare se una persona ha questa malattia. Ha diverse fasi di eziologia, e quindi ci sono vari metodi per il suo rilevamento.

Le più comuni sono malattie causate da fattori virali:

epatite A, B, C, D, E, F, G; febbre; herpes; rosolia.

L'epatite può anche essere causata da intossicazione del corpo, causata dall'alcol e da altri tipi di avvelenamento.

Come fare un esame del sangue per l'epatite

Per determinare questo tipo di malattia, è necessario donare il sangue per la ricerca e la rilevazione di epatite. Il sangue deve essere assunto a stomaco vuoto, l'intervallo di tempo dall'ultimo pasto al momento del parto dovrebbe essere di dieci ore. È necessario prepararsi in anticipo, per due giorni: escludere dall'alimentazione alcol, frutta, cibi dolci, fritti, piccanti e grassi. Non fumare due ore prima del test. Se durante il giorno dovevi sottoporti a un esame ecografico, a raggi X, a fisioterapia, a riflessologia o prendevi dei farmaci, assicurati di informare il tuo medico.

Quindi, lo studio è stato condotto e tu hai messo le mani sul risultato. Per capire cosa è scritto lì, è necessario conoscerne la decodifica. La decrittazione indica la diagnosi corretta.

Nell'epatite A, viene utilizzato un metodo immunochemiluminescente, che può essere utilizzato per rilevare il virus LG. La sua velocità è inferiore a 1 S / CO. Se questo indicatore supera la norma, indica la presenza della malattia o un'infezione precedentemente trasferita. Nell'epatite B è possibile determinare la presenza di anticorpi del virus LgM. La loro presenza può solo significare che il paziente ha questa malattia. Per l'epatite C, viene utilizzato un metodo diagnostico come ELISA. Un'analisi normale è considerata come non ci sono indicatori di anticorpi anti-HIV. Se la prima analisi di questi anticorpi è stata trovata, conduci un secondo studio. E in caso di un secondo risultato positivo, al paziente viene fornita questa diagnosi. In caso di epatite D-G, viene eseguito un ELISA, in cui vengono determinati gli anticorpi delle specie precedentemente citate e dei loro ricombinanti. Se questa diagnosi viene confermata due volte nello studio, allora non ci può essere errore.

Per l'epatite non virale includono:

tossici; autoimmune; forme di radiazione della malattia.

La loro determinazione viene effettuata con un metodo indiretto, vale a dire lo studio del fibrinogeno. Cioè, la proteina che si accumula nel fegato viene sintetizzata, il suo valore normale dovrebbe essere compreso tra 1,8 e 3,5 g / l. Se si scopre che la proteina è al di sotto del normale, allora si può tranquillamente affermare che al paziente viene diagnosticata questa malattia e che il tessuto epatico è danneggiato.

Torna al sommario

Studio su aspartato aminotransferasi (AST) e alanina aminotransferasi (ALT)

Il tasso di questi indicatori dovrebbe essere compreso tra 0 e 75 U / n e tra 0 e 50 U / n. Se questo valore supera il tasso approvato, la diagnosi di ittero non può essere evitata.

Ricerca sulla bilirubina: la norma per tale indicatore è compresa tra 5 e 21 μmol / p. Se l'indicatore è più alto della norma, significa che questo disturbo è stato trovato.

Proteine ​​totali del siero di latte: la norma varia tra 66 e 83 g / l. Se nell'analisi viene rilevato un indice ridotto, questo indica che l'accumulo di albumina è minimo e la malattia inizia a svilupparsi.

Torna al sommario

Analisi biochimiche del sangue: cambiamenti caratteristici

Oltre all'analisi di base, il medico può prescrivere un esame del sangue biochimico.

In questa analisi, è possibile identificare un numero di funzioni, vale a dire:

Un grande accumulo di enzimi epatici aspartato aminotransferasi e alanina aminotransferasi, che durante la disintegrazione delle cellule epatiche entrano nel sangue. Fosfatasi alcaline e glutamil transpeptidasi possono aumentare in questo processo. Forte aumento della bilirubina. Cioè, se la bilirubina nel corpo è più di 27-34 μmol / l, allora il paziente ha ittero. Viene presa in considerazione una forma lieve se l'indicatore raggiunge un massimo di 85 μmol / l, uno moderato compreso tra 86 e 169 μmol / l, una forma pesante è superiore a 170 μmol / l. C'è una violazione delle proteine ​​nel sangue, cioè c'è una diminuzione nell'albumina e a questo punto c'è un aumento delle gammaglobuline. Un forte aumento dei trigliceridi, cioè le basi dei lipidi nel sangue, può verificarsi nel sangue. Il loro tasso dipende dall'età del paziente.

Dove fare un esame del sangue per l'epatite? Dona sangue per questo studio in qualsiasi laboratorio. Solo in quello in cui non ci saranno difficoltà nello stabilire la correttezza della diagnosi. A Mosca, questo servizio offre un gran numero di laboratori. Lo studio si svolge a pagamento e in ciascuna istituzione il prezzo è diverso. Il costo approssimativo di un tale studio varia da 400 a 1200 rubli.

Quando si sospetta la presenza di virus dell'epatite nel corpo, di norma viene prescritta un'analisi dell'epatite. La malattia può assumere forme diverse, che si distinguono per i loro sintomi. I sintomi della malattia dipendono non solo dalla sua forma, ma anche da una serie di fattori, pertanto possono cambiare periodicamente. Un esame del sangue per l'epatite può essere positivo o negativo.

Sintomi comuni

La gravità dei sintomi della malattia dipende principalmente dal grado di danneggiamento delle cellule epatiche e dal loro funzionamento. Lo sviluppo della patologia può essere accompagnato da:

nausea; sensazione di pesantezza e disagio nell'addome giusto; perdita di appetito; maggiore affaticamento e debolezza; decolorazione delle feci; ittero. Il colore delle urine dell'epatite diventa scuro.

Vale la pena notare che un tale sintomo di epatite acuta come ittero, che è caratterizzato da un cambiamento nel colore della pelle, della lingua e delle proteine ​​oculari, di solito comincia ad apparire dopo che la esacerbazione della malattia è stata lasciata indietro e il paziente si sente meglio. Lo stadio pre-itterico della malattia è chiamato presicterico o prodromico. La manifestazione di ittero è spesso attribuita all'epatite, ma non dimenticare che questo sintomo può avere cause completamente diverse. Se trovi questi sintomi dovrebbe immediatamente superare un test per l'epatite.

Come si manifesta la forma cronica?

La forma cronica della malattia include l'epatite B e C. È interessante notare che in questo caso, la malattia per un lungo periodo potrebbe non essere accompagnata da nessuno dei sintomi. Più spesso, il paziente può essere tormentato da una sensazione di debolezza, stanchezza, presenza di sindrome astenica. La presenza della malattia può essere rilevata eseguendo un esame del sangue per i marcatori dell'epatite virale. Molto spesso, le persone imparano sull'epatite cronica solo dopo lo sviluppo delle sue conseguenze irreversibili, dopo aver superato i test del paziente, ha costretto un forte deterioramento della salute. Il deterioramento del paziente con epatite virale cronica può indicare lo sviluppo della cirrosi, i cui sintomi principali sono l'ittero e un aumento dell'addome, che è chiamato ascite. La conseguenza della forma cronica dell'epatite virale potrebbe essere lo sviluppo dell'encefalopatia epatica. Questa malattia colpisce il cervello e porta alla distruzione della sua attività. La forma cronica viene spesso scoperta per caso. Ad esempio, quando sottoposti a esame clinico, i sospetti di malattia possono dare degli indicatori se il paziente ha subito un esame emocromocitometrico completo. In questo caso, il paziente deve superare un test per l'epatite. Se gli indicatori degli enzimi epatici e della bilirubina sono elevati molto, il paziente viene inviato per una rapida analisi.

Risultati dei test che indicano cambiamenti nel fegato

Prima di tutto, il livello di enzimi (principalmente ALT) e la bilirubina indicano la presenza di eventuali cambiamenti nel fegato. Il loro superamento indica danni all'organo. I test dell'epatite permettono non solo di rilevare la presenza della malattia, ma anche di determinare il grado di danno epatico (questo è possibile con l'aiuto di test del fegato). Inoltre, i test di laboratorio possono indicare quanto è basso il livello di proteine ​​nel fegato, che è un indicatore dell'insufficienza delle sue funzioni. Un esame del sangue per l'epatite e una serie di studi (risultati) consentono allo specialista di determinare correttamente il regime di trattamento. Quanto costa l'analisi della trascrizione dell'epatite nel sangue? Non esiste una risposta univoca a questa domanda, poiché la durata della procedura dipende da una serie di fattori. In media, il risultato può essere ottenuto il giorno successivo dopo la donazione di sangue. In alcuni casi, al paziente viene offerto di effettuare un test rapido per l'epatite, che consente di determinare la presenza del virus il prima possibile a casa.

La presenza di virus dell'epatite: analisi

Viene assegnato un esame del sangue per i marcatori per determinare la presenza di virus dell'epatite. Oggi ci sono due modi principali:

Nel primo caso, l'analisi consente di rilevare la presenza di anticorpi prodotti dal corpo sotto forma di risposta al virus. Utilizzando l'analisi immunologica, gli specialisti possono determinare il contenuto di antigeni e anticorpi, che indica la dinamica dei cambiamenti patologici. Nella maggior parte dei casi, tali studi forniscono una risposta precisa, ma esiste ancora una bassa percentuale di errori, quindi a volte viene chiesto al paziente di donare nuovamente il sangue. Il test dell'epatite determina il tipo di antigeni dei virus dell'epatite, che possono essere diversi. Affinché il trattamento sia il più efficace possibile, sono necessari i risultati di una serie di test, che determineranno il decorso della malattia e mostreranno quanto sono attivi i virus. Con l'aiuto di studi sugli anticorpi, viene stabilita la fase di infezione, diventa chiaro se il sistema immunitario è in grado di combattere i virus. Con l'aiuto della ricerca genetica è determinato dal materiale genetico dei virus nel sangue del paziente (RNA, DNA). Nella maggior parte dei casi, la diagnostica PCR viene utilizzata per tali scopi.

I moderni metodi di genodiagnostica sono in grado non solo di trovare virus, ma anche di determinare in che quantità sono.

Inoltre, gli specialisti diventano consapevoli della loro specie. Come è noto, l'accuratezza dell'analisi influenza direttamente l'efficacia del trattamento. Vale la pena aggiungere che gli studi genetici sono in grado di fornire il risultato più accurato.

Quali indicatori influenzano la diagnosi?

Stabilendo la diagnosi di epatite, lo specialista, prima di tutto, parte dalla valutazione delle condizioni generali del paziente. Di particolare importanza sono i cambiamenti nel fegato e la natura che hanno. Inoltre, la conclusione sulla diagnosi dipende dal risultato dell'analisi per i marcatori dell'epatite. I sintomi dell'epatite virale sono simili a molte altre malattie associate al fegato. Ecco perché, per ottenere un "quadro" chiaro, gli specialisti spesso danno indicazioni per sottoporsi a ulteriori studi, tra cui la biopsia e l'ecografia del fegato. I risultati di alcuni test potrebbero indicare non l'infezione corrente, ma quella passata. Succede che durante l'esame per ottenere una stima dell'attività della malattia non riesce.

Ulteriori informazioni sull'analisi del sangue per l'epatite

Il sangue per analisi deve essere assunto a stomaco vuoto. Dopo l'ultimo pasto, devono passare almeno 8 ore. Potrebbe essere richiesto un esame del sangue per l'epatite per:

Prepararsi per la chirurgia. Aumento dei livelli di AST e ALT. Manipolazione parenterale Sintomi clinici che indicano l'epatite virale. Preparazione per la gravidanza. Colestasi, ecc.

Dove prendono sangue per testare l'epatite? Il sangue può essere preso sia da una vena che da un dito. Se il paziente sta assumendo farmaci, è molto importante informare il medico.

L'epatite C è una pericolosa malattia virale che colpisce il fegato. L'analisi biochimica del sangue per l'epatite consente di identificare e monitorare tempestivamente lo sviluppo del virus. Questo metodo di ricerca è semplice, accurato e informativo. Grazie ai dati biochimici ottenuti, agli specialisti vengono assegnati ulteriori test e viene formata una tattica di trattamento. Se si sospetta una possibile infezione da epatite C, prima di tutto è necessario fare biochimica. Questo metodo è riconosciuto come uno dei test ausiliari affidabili nella medicina pratica.

Cos'è un esame del sangue biochimico?

Lo studio dei materiali biologici è il primo passo verso la cura del paziente. L'analisi biochimica del sangue è una tecnica di laboratorio chiave utilizzata in quasi tutte le aree della medicina. Più di 100 indicatori sono inclusi nell'analisi biochimica. Questo metodo di ricerca permetterà di valutare lo stato di salute, individuare tempestivamente patologie e anomalie nel corpo, in particolare:

deviazioni nel pancreas, fegato, reni e cistifellea, disordini metabolici, cambiamenti quantitativi nei microelementi, infiammazione degli organi interni.

La biochimica consente non solo di evitare i potenziali problemi di salute previsti, ma punta anche a deviazioni esistenti. Sulla base del metodo descritto, la condizione generale del corpo viene accuratamente stimata, viene elaborato un ulteriore piano per ulteriori diagnosi e trattamenti raccomandati.

Cosa mostra un esame del sangue biochimico per l'epatite C?

Il profilo di ricerca standard è costituito da molte componenti, le più significative delle quali sono riassunte nella tabella:

Emocromo completo per epatite C

Quando si sospetta la presenza di virus dell'epatite nel corpo, di norma viene prescritta un'analisi dell'epatite. La malattia può assumere forme diverse, che si distinguono per i loro sintomi. I sintomi della malattia dipendono non solo dalla sua forma, ma anche da una serie di fattori, pertanto possono cambiare periodicamente. Un esame del sangue per l'epatite può essere positivo o negativo.

Sintomi comuni

La gravità dei sintomi della malattia dipende principalmente dal grado di danneggiamento delle cellule epatiche e dal loro funzionamento. Lo sviluppo della patologia può essere accompagnato da:

  • nausea;
  • sensazione di pesantezza e disagio nell'addome giusto;
  • perdita di appetito;
  • maggiore affaticamento e debolezza;
  • decolorazione delle feci;
  • ittero.
  • Il colore delle urine dell'epatite diventa scuro.

Vale la pena notare che un tale sintomo di epatite acuta come ittero, che è caratterizzato da un cambiamento nel colore della pelle, della lingua e delle proteine ​​oculari, di solito comincia ad apparire dopo che la esacerbazione della malattia è stata lasciata indietro e il paziente si sente meglio. Lo stadio pre-itterico della malattia è chiamato presicterico o prodromico. La manifestazione di ittero è spesso attribuita all'epatite, ma non dimenticare che questo sintomo può avere cause completamente diverse. Se trovi questi sintomi dovrebbe immediatamente superare un test per l'epatite.

Come si manifesta la forma cronica?

La forma cronica della malattia include l'epatite B e C. È interessante notare che in questo caso, la malattia per un lungo periodo potrebbe non essere accompagnata da nessuno dei sintomi. Più spesso, il paziente può essere tormentato da una sensazione di debolezza, stanchezza, presenza di sindrome astenica. La presenza della malattia può essere rilevata eseguendo un esame del sangue per i marcatori dell'epatite virale. Molto spesso, le persone imparano sull'epatite cronica solo dopo lo sviluppo delle sue conseguenze irreversibili, dopo aver superato i test del paziente, ha costretto un forte deterioramento della salute. Il deterioramento del paziente con epatite virale cronica può indicare lo sviluppo della cirrosi, i cui sintomi principali sono l'ittero e un aumento dell'addome, che è chiamato ascite. La conseguenza della forma cronica dell'epatite virale potrebbe essere lo sviluppo dell'encefalopatia epatica. Questa malattia colpisce il cervello e porta alla distruzione della sua attività. La forma cronica viene spesso scoperta per caso. Ad esempio, quando sottoposti a esame clinico, i sospetti di malattia possono dare degli indicatori se il paziente ha subito un esame emocromocitometrico completo. In questo caso, il paziente deve superare un test per l'epatite. Se gli indicatori degli enzimi epatici e della bilirubina sono elevati molto, il paziente viene inviato per una rapida analisi.

Risultati dei test che indicano cambiamenti nel fegato

Prima di tutto, il livello di enzimi (principalmente ALT) e la bilirubina indicano la presenza di eventuali cambiamenti nel fegato. Il loro superamento indica danni all'organo. I test dell'epatite permettono non solo di rilevare la presenza della malattia, ma anche di determinare il grado di danno epatico (questo è possibile con l'aiuto di test del fegato). Inoltre, i test di laboratorio possono indicare quanto è basso il livello di proteine ​​nel fegato, che è un indicatore dell'insufficienza delle sue funzioni. Un esame del sangue per l'epatite e una serie di studi (risultati) consentono allo specialista di determinare correttamente il regime di trattamento. Quanto costa l'analisi della trascrizione dell'epatite nel sangue? Non esiste una risposta univoca a questa domanda, poiché la durata della procedura dipende da una serie di fattori. In media, il risultato può essere ottenuto il giorno successivo dopo la donazione di sangue. In alcuni casi, al paziente viene offerto di effettuare un test rapido per l'epatite, che consente di determinare la presenza del virus il prima possibile a casa.

La presenza di virus dell'epatite: analisi

Viene assegnato un esame del sangue per i marcatori per determinare la presenza di virus dell'epatite. Oggi ci sono due modi principali:

Nel primo caso, l'analisi consente di rilevare la presenza di anticorpi prodotti dal corpo sotto forma di risposta al virus. Utilizzando l'analisi immunologica, gli specialisti possono determinare il contenuto di antigeni e anticorpi, che indica la dinamica dei cambiamenti patologici. Nella maggior parte dei casi, tali studi forniscono una risposta precisa, ma esiste ancora una bassa percentuale di errori, quindi a volte viene chiesto al paziente di donare nuovamente il sangue. Il test dell'epatite determina il tipo di antigeni dei virus dell'epatite, che possono essere diversi. Affinché il trattamento sia il più efficace possibile, sono necessari i risultati di una serie di test, che determineranno il decorso della malattia e mostreranno quanto sono attivi i virus. Con l'aiuto di studi sugli anticorpi, viene stabilita la fase di infezione, diventa chiaro se il sistema immunitario è in grado di combattere i virus. Con l'aiuto della ricerca genetica è determinato dal materiale genetico dei virus nel sangue del paziente (RNA, DNA). Nella maggior parte dei casi, la diagnostica PCR viene utilizzata per tali scopi.

I moderni metodi di genodiagnostica sono in grado non solo di trovare virus, ma anche di determinare in che quantità sono.

Inoltre, gli specialisti diventano consapevoli della loro specie. Come è noto, l'accuratezza dell'analisi influenza direttamente l'efficacia del trattamento. Vale la pena aggiungere che gli studi genetici sono in grado di fornire il risultato più accurato.

Quali indicatori influenzano la diagnosi?

Stabilendo la diagnosi di epatite, lo specialista, prima di tutto, parte dalla valutazione delle condizioni generali del paziente. Di particolare importanza sono i cambiamenti nel fegato e la natura che hanno. Inoltre, la conclusione sulla diagnosi dipende dal risultato dell'analisi per i marcatori dell'epatite. I sintomi dell'epatite virale sono simili a molte altre malattie associate al fegato. Ecco perché, per ottenere un "quadro" chiaro, gli specialisti spesso danno indicazioni per sottoporsi a ulteriori studi, tra cui la biopsia e l'ecografia del fegato. I risultati di alcuni test potrebbero indicare non l'infezione corrente, ma quella passata. Succede che durante l'esame per ottenere una stima dell'attività della malattia non riesce.

Ulteriori informazioni sull'analisi del sangue per l'epatite

Il sangue per analisi deve essere assunto a stomaco vuoto. Dopo l'ultimo pasto, devono passare almeno 8 ore. Potrebbe essere richiesto un esame del sangue per l'epatite per:

  1. Prepararsi per la chirurgia.
  2. Aumento dei livelli di AST e ALT.
  3. Manipolazione parenterale
  4. Sintomi clinici che indicano l'epatite virale.
  5. Preparazione per la gravidanza.
  6. Colestasi, ecc.

Dove prendono sangue per testare l'epatite? Il sangue può essere preso sia da una vena che da un dito. Se il paziente sta assumendo farmaci, è molto importante informare il medico.

Metodi per la diagnosi di epatite C

L'epatite C si sviluppa molto rapidamente e, di regola, il tipo cronico della malattia porta sempre alla cirrosi epatica. Tuttavia, nel 20% dei casi, una persona infetta da epatite C può auto-guarire. A poco a poco, i sintomi iniziano ad assumere la forma opposta: gli anticorpi vengono prodotti nel sangue e il virus muore, il fegato continua a funzionare normalmente.

Anche nel 20% dei casi, una persona, anche inconsapevole della presenza di un virus nel corpo, diventa la sua portatrice e può infettare le persone. In questo caso, il corpo non mostra segni esterni della presenza di epatite, l'unica cosa se si esegue un test per i marcatori, è possibile calcolare il virus.

Nella maggior parte dei casi, le persone scopriranno di essere infette agendo come donatori, perché nei laboratori viene prelevato sangue per tutti i donatori per l'epatite C. Anche con questa forma latente, prima o poi il virus attaccherà il fegato, e per iniziare il trattamento è importante diagnosticare la persona.

La diagnosi di epatite C comporta l'uso di diversi metodi che vengono implementati in fasi:

  • Metodo sierologico Questo implica un saggio immunoenzimatico (ELISA). Questo metodo determina se ci sono anticorpi contro il virus dell'epatite C nel corpo e vengono prodotti solo come risposta alla presenza di marcatori virali. Allo stesso tempo, gli anticorpi, una volta sviluppati, possono essere presenti nel corpo umano per un tempo molto lungo, anche per tutta la vita. Il processo di generazione degli anticorpi inizia 2-5 mesi dopo l'infezione. È importante notare che se il risultato del test sierologico per l'epatite C è positivo, non garantisce ancora al 100% la presenza di un virus. La presenza di anticorpi anti-HCV nel corpo può indicare che l'infezione è stata trasferita prima e gli anticorpi sono un indicatore della lotta contro l'immunità. Questo metodo è spesso usato come metodo principale, dopo il quale è necessario effettuare una diagnosi più dettagliata e approfondita, se una persona soffre di malattie del fegato.
  • Test per immunoglobuline. Questi sono anticorpi della classe M, che sono prodotti nel sangue un mese dopo l'infezione. Un rilascio molto grande di questi anticorpi si verifica nella fase acuta della malattia. A poco a poco, il loro numero può diminuire. Una nuova fase di aumento si osserva quando la malattia assume una fase cronica. Pertanto, gli esperti decifrano la presenza di immunoglobuline come stadio acuto nella forma cronica di epatite C. Ma, se non vi sono anticorpi di classe M nel corpo, il test immunologico enzimatico ha mostrato un risultato positivo - la persona è portatrice del virus.
  • Metodo di reazione a catena della polimerasi. Questo è uno dei metodi più efficaci per diagnosticare l'epatite C - calcola se c'è un virus nell'organismo. Questa è una diagnosi molecolare che ti permette di rilevare un virus e calcolare quanto è aggressivo. L'essenza del metodo è che diverse coppie di basi di DNA sono prese in un certo ordine e rivelano la presenza di un particolare virus o infezione. I medici chiamano questo metodo di qualità, perché è considerato un metodo diretto e altamente specifico. Solo sulla base possiamo procedere ad un metodo diagnostico quantitativo.
  • Biopsia. Questo metodo consente di scoprire quanto attivamente il virus attacca le cellule del fegato, vedere lo stato reale dell'organo e prendere una decisione adeguata sullo scopo del trattamento. Certo, questa procedura non può essere definita indolore. In anestesia locale con un ago di grandi dimensioni, viene prelevata per analisi una microparticella di fegato umano. Allora è studiato e sulla base di studi prescrive il trattamento o fa una conclusione finale sulla diagnosi.
  • Elastometry. Questo è un metodo moderno che dà risultati elevati e consente una diagnosi qualitativa dell'epatite C cronica. Con questa malattia, alcune sostanze vengono prodotte e la struttura del fegato cambia notevolmente. Fibroscan: un dispositivo che esegue la diagnostica, calcola questi cambiamenti a livello cellulare. Ci sono casi in cui l'elastometria ha mostrato un quadro più ampio di una biopsia.
  • Ultrasuoni del fegato. Questo metodo, naturalmente, è tutt'altro che efficace quanto l'elastometria, ma spesso è necessario che un medico guardi solo i cambiamenti superficiali di un organo per fare una diagnosi accurata. Un'ecografia esamina se il fegato è diventato più grande, se i suoi margini sono cambiati e potrebbero esserci alcune aree sull'organo colpito dal virus.
  • Test dell'epatite C ekspers Oggi offre un'ampia varietà di test che rilevano rapidamente anticorpi all'HCV in tutte le condizioni. La sensibilità di tali test è del 96%. Il risultato è determinato da una cassetta speciale in cui deve essere collocato il campione di sangue. Questo metodo è considerato una diagnosi preliminare e non può essere utilizzato come unico.

Test per l'individuazione dell'epatite C

Per chiarire la diagnosi e il grado di infezione di un organo, a una persona viene prescritto un numero di test specifici per l'epatite C. Essi sono progettati per determinare la componente quantitativa del virus nel corpo, nonché per sviluppare un regime di trattamento e la sua durata.

Le necessarie analisi di chiarimento includono:

  1. Esame del sangue per genotipo. L'epatite C è un virus altamente volatile, può mutare e modificarne la forma. Per questo motivo, è inutile iniziare il trattamento senza determinare il genotipo. Esistono diversi genotipi e ciascuno ha una diversa resistenza ai farmaci, quindi è importante eseguire questa analisi prima di prescrivere un trattamento. In totale, la medicina ha studiato 11 genotipi di epatite virale, ma nei paesi della CSI sono diffusi tre tipi: 1.2 e 3. L'analisi consente una diagnosi accurata dell'epatite C virale e prescrive un regime terapeutico efficace per la sua distruzione.
  2. Test di coagulazione del sangue - coagulogramma. Se si riduce la coagulazione e si aumenta il tempo di coagulazione, si tratta di un segno di un virus nel sangue. Con l'epatite, la produzione di protrombina è ridotta e lui è responsabile della sospensione del sangue durante il sanguinamento ed è sintetizzato nel fegato. Se questa proteina è mal prodotta, indica problemi al fegato.
  3. Analisi del sangue generale Qui è indicativo del livello di piastrine e leucociti. Se ci sono meno piastrine e più leucociti, questo indica che il processo infiammatorio è già iniziato nel fegato. In questo caso, il medico può concludere che il paziente deve essere prescritto, oltre alla terapia antivirale, anche i farmaci antinfiammatori.

Cambiamenti nella composizione del sangue nell'epatite C

Il fegato risponde rapidamente al minimo cambiamento nella sua struttura o integrità. Quando l'epatite C penetra nel corpo, il fegato smette di funzionare con il carico e i processi naturali vengono persi. Può essere calcolato dalla composizione enzimatica nel sangue.

Quali enzimi e sostanze cambiano se una persona è infettata da un virus:

  • Il contenuto di alanina aminotransferasi (ALT), un enzima contenuto negli epatociti, cambia nel sangue. Anche in piccole quantità, questo enzima indica che processi anormali si verificano nel fegato. Spesso, l'analisi biochimica viene effettuata precisamente per determinare la presenza di questo enzima, perché, grazie alla sua sensibilità, ci permette di determinare l'epatite C acuta nelle prime fasi.
  • La quantità di enzima epatico aspartato aminotransferasi (AST) è compromessa. Se il test ha rivelato due enzimi, è un segnale che le cellule del fegato hanno iniziato a morire. Se il livello dell'enzima AST è superiore all'ALT, il tessuto connettivo cresce nel fegato. Così può iniziare la fibrosi, o indica la sconfitta dell'organo con tossine - droghe o alcool. In ogni caso, è meglio se un epatologo che possiede le conoscenze e l'esperienza necessarie è impegnato nella decifrazione dei test per l'epatite C.
  • I livelli di bilirubina aumentano. Questa sostanza fa parte della bile. È responsabile per il giallo della pelle umana nell'epatite. Quindi, se il livello di bilirubina diretta o totale è elevato, significa che il virus è già entrato nelle cellule epatiche e il processo di distruzione è iniziato.
  • Il livello dell'enzima epatico gamma-glutamil transpeptidase (GGT) sta cambiando. Se è elevato, il fegato è compromesso. Molto spesso, questo enzima aumenta se a una persona viene diagnosticata una cirrosi, che si sviluppa sullo sfondo di un'assunzione eccessiva di alcol.
  • Si verifica un processo anomalo: un enzima nei dotti biliari appare nel sangue - questa è fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina). Questo enzima in una persona sana non dovrebbe essere rilasciato nel sangue. Se ciò accade, il corpo ha problemi con il flusso della bile.
  • Il livello di un numero di proteine ​​varia. Queste proteine ​​sono secrete nel sangue, se i processi anormali iniziano nel fegato. Quindi, se vengono trovati, è un segnale che il fegato è in pericolo e l'organo ha iniziato a danneggiarsi.

Per ottenere risultati accurati e non testare nuovamente, è importante venire in laboratorio per il prelievo di sangue al mattino e a stomaco vuoto. È impossibile trascurare queste analisi: solo un quadro completo ti permetterà di sottrarre gli indicatori qualitativi e quantitativi del virus e iniziare il trattamento. È meglio iniziare gli esami con l'epatite C dopo aver consultato un medico, perché solo un professionista può decifrare i test e prescrivere la terapia.

Diagnosi di epatite C in donne in gravidanza

Alle donne nella posizione viene assegnato uno screening obbligatorio per la presenza nel corpo di varie infezioni, inclusa l'epatite C. Non possono essere trascurate. È importante diagnosticare la malattia al fine di ridurre il rischio di sviluppo di patologie nel nascituro e il deterioramento del benessere generale della donna che si trova di fronte a un tremendo fardello: il parto.

È necessario eseguire un esame del sangue per l'epatite C due volte: quando si visita il laboratorio per la prima volta nel primo trimestre e nel terzo trimestre, insieme a un'analisi della sifilide e di altri esami del sangue.

Se lo screening standard, che implica un esame del sangue biochimico, non è sufficiente, a una donna può essere prescritto un metodo diagnostico qualitativo - una reazione a catena della polimerasi.

Questi metodi forniscono le seguenti informazioni:

  1. La presenza di anticorpi contro il virus dell'epatite B. Quando vengono trovati gli anticorpi e il virus RNA non lo è, una donna può respirare facilmente - il bambino non sarà infettato. Gli anticorpi che passano al bambino dalla madre vivranno in un piccolo corpo per un massimo di due anni. Dopo ciò, il bambino sarà in salute.
  2. Se si riscontrano anticorpi contro il virus dell'epatite e il virus dell'RNA, nel 40% dei casi l'infezione del bambino è possibile durante il parto. Inoltre, sarà possibile determinare esattamente se il bambino è infetto dopo due anni, quando gli anticorpi della madre lasciano il corpo.
  3. Circa il livello di bilirubina ed enzimi epatici - ALT, AST, GGTP. Tutti saranno promossi, ma non di molto. È dimostrato che la gravidanza elimina qualsiasi cambiamento nel sangue, quasi nega il periodo itterico. Tuttavia, dopo il parto, la malattia inizia a infuriarsi e nel corpo di una giovane madre il virus salta bruscamente.

Se a una donna viene diagnosticata l'epatite C prima della gravidanza, deve rivolgersi al medico infettivo che prescriverà una terapia antivirale. Solo sei mesi dopo la fine del trattamento, è possibile impegnarsi nella pianificazione dei bambini. Quindi una donna salverà il bambino dall'essere infetto da un virus. Tuttavia, se una donna infetta rimane incinta, il virus non è una raccomandazione per l'aborto.

Insieme al suo medico, una donna sarà in grado di prepararsi per il parto e sintonizzarsi sul positivo. È dimostrato che alla nascita la probabilità di infezione si verifica solo se la donna in travaglio e il bambino sono stati feriti, e questa è una piccola percentuale. Naturalmente, il bambino potrebbe contrarsi durante il passaggio attraverso il canale del parto, ma questo può essere evitato se viene eseguito un taglio cesareo. Questa operazione riduce significativamente il rischio di trasmissione del virus.

Guarda il video sull'epatite C:

L'epatite C è chiamata "un gentile assassino" per una ragione. Il virus entra rapidamente nelle cellule epatiche e quasi asintomaticamente porta a gravi conseguenze: cancro e cirrosi. Per evitare un tale destino, è importante per una persona monitorare da vicino il benessere generale e, se necessario, passare almeno un esame emocromocitometrico completo.

Ho 44 anni di sesso femminile. Epatite virale cronica C (infezione presumibilmente nel 1993 durante le trasfusioni di sangue a causa di un'emorragia postpartum). Dal 2002, sono stato un gastroenterologo - gastrite, discinesia. Nel 2007, il virus dell'epatite è stato rilevato per caso, il carico genotipico 1c è medio, fibroscivante - fibrosi 0, tasso di ultrasuoni, tasso di OAK. La terapia con interferone non è passata, prendo corsi Urso ed Essentiale. Biochimica - ALT, AST è sempre entro 1.5 norme, timolo 8-11. Il resto dei test del fegato sono normali.
Dalla 3.02. L'analisi del 2011 è molto turbata. timolo 14, bilirubina 11,9, ALT - 44,7, AST - 33,3 alcalino - 135,6,
GGTP - 18,9 amilasi è normale- 108.
MA [COLOR = "rgb (154, 205, 50)"] ANALISI GENERALE DEL SANGUE. BAD. [/ Color]
ESR - 29,
emoglobina - 144,
leucociti - 12,1,
globuli rossi 4.85
SST - 31
piastrine - 346
Young - 0
banda - 1
segmento - 64
linfociti - 30
monociti -4
eosinofili 1
basofili - 0
I raffreddori non hanno danneggiato al momento della consegna dell'analisi. Un mese prima dell'ultimo KLA, c'era una piccola stomatite, una placca nel cielo, temperatura bz, facilmente guarita da un dentista.
Reclami usuali (come prima) - pesantezza nell'ipocondrio destro e a sinistra nella regione dello stomaco. L'anno scorso ha leggermente aumentato la sensazione di debolezza. Le mie ginocchia fanno male un po '[COLOR = "rgb (154, 205, 50)"] con pressione [/ colore]
Fece di nuovo il fibrocan di febbraio 2011. Fibrosi - 0. Ultrasonografia dal 02.2011
Fegato - sul bordo della norma superiore Dimensioni 154 e 98 si. I contorni sono chiari, i bordi degli angoli pari sono alquanto arrotondati, il parenchima è di media ecogenicità, ecostruttura satura a grana fine. l'architettura è pronunciata, il corso delle navi non è cambiato. Vena porta - 12 mm, cioccolatini - 5 mm. I dotti intraepatici sono in qualche modo sigillati, non dilatati.
Cistifellea - 85 - 29 mm. una forma allungata con una moderata curvatura funzionale nel collo, parzialmente allineata con la visualizzazione della posizione eretta. Le pareti sono dense, 2 mm di spessore. Bile - concentrato, senza concrezioni.
Il pancreas è pronunciato, non ispessito, la testa - 29-31 mm, il corpo 14 mm, la coda 25 mm. Kotnury chiaro, bordi ondulati, tessuto - ecogenicità uniformemente aumentata, ecostruttura omogenea a grana fine. La fibra parapancreatica non è infiltrata. I linfonodi BP non sono ingranditi. La milza non è ingrandita, la vena splenica è di 6 mm.
Conclusione: variazioni moderate moderate del parenchima epatico e del pancreas. Segni ultrasonici di cistifellea congestizia.
- L'epatologo ritiene che i cambiamenti nel KLA - non a causa del fegato. Inviato per i test reumatici. Cito i risultati.

Revm prove di laboratorio di laboratorio dal 25/2/2011
CRP +
ASL-O inferiore a 200
Proteina totale 75,4 g / l
Albumins 38
Globuline 37,4
Coefficiente A / G 1.02

RevMoproby dal 1.03.2011. Laboratorio Sinevo
SRB - 0.4 norma a 5.0
Fattore reumatoide 34,2 normale a 14
ASL-O 37
Seromucoids 2.8 Norm 0-5.
Passano costantemente esami del sangue per biochimica e generale.
ALT e AST sono di solito all'interno di 1,5 norme, il timolo è 2, 5 volte la norma e ULA è la norma.
Ti prego di aiutare con i consigli. Come trovare la causa dei cambiamenti nel KLA? È una reazione all'aggravamento del processo nel fegato, o è necessario cercare qualcos'altro. AIUTO, PER FAVORE! Quali altri test devi ottenere?
Mi sono registrato con un medico generico solo per la settimana successiva. Può dare - e forse non dare un biglietto per un reumatologo. Che altro fare, cosa ottimizzare il processo diagnostico?
GRAZIE MOLTO PER LE RISPOSTE

Descrizione generale

L'epatite è una malattia del fegato, caratterizzata dall'infiammazione delle cellule epatiche e dalla loro successiva morte, accompagnata da una violazione delle sue funzioni.

L'epatite cronica è un processo diffuso infiammatorio multifattoriale nel fegato, che dura ininterrottamente per almeno sei mesi ed è accompagnato da alterazioni degenerative degli epatociti e della loro fibrosi, ma con la conservazione della struttura anatomica del fegato. Circa 1/20 della popolazione adulta del pianeta soffre di epatite cronica.

  • precedente infezione virale con epatite B, C, D (epatite virale);
  • intossicazione da alcol cronica (epatite alcolica);
  • malattie autoimmuni (epatite autoimmune);
  • l'uso di farmaci con effetti epatotossici (epatite da farmaci);
  • effetti tossici di sostanze chimiche (epatite tossica);
  • difetti congeniti del metabolismo epatico (altre forme di epatite).

Sintomi di epatite cronica

  • sindrome astenovegetativa (affaticamento, debolezza generale, riduzione della prestazione, insonnia, instabilità psico-emotiva);
  • colorazione gialla della pelle, sclera, palato superiore;
  • prurito della pelle (con epatite colestatica);
  • premendo il dolore sotto l'arco costale giusto;
  • dolore sordo nell'ipocondrio destro e nell'epigastrio;
  • mancanza di appetito;
  • perdita di peso corporeo in breve tempo;
  • nausea persistente;
  • comparsa di eruttazione del gusto amaro dopo aver mangiato cibi grassi;
  • l'apparizione di lividi sulla pelle del tronco e le estremità con una ferita minore;
  • aumento della temperatura corporea ai numeri subfebrilari;
  • Feci acholiche;
  • urina scura;
  • rompere dolori muscolari e / o articolari.
  • disturbi mestruali nelle donne;
  • diminuzione dell'attività sessuale negli uomini;
  • ingrossamento moderato del fegato.

Diagnosi di epatite cronica

La diagnosi è possibile tenendo conto dei dati dell'anamnesi (soprattutto alcolica cronica), dell'esame generale e degli studi di laboratorio e strumentali, che includono:

  • analisi del sangue biochimiche: AlAT, AsAT, GGTP, colesterolo, fosfatasi alcalina, bilirubina, proteine ​​totali e sue frazioni, PPP, fattori di coagulazione del sangue, alto campione di timolo;
  • esame biochimico delle urine;
  • identificazione dei marcatori dell'epatite virale;
  • determinazione dello stato immunitario;
  • Ultrasuoni degli organi addominali;
  • Scansione TC del fegato;
  • scansione del fegato radioisotopico;
  • scintigrafia epatica;
  • biopsia dell'ago del fegato con il suo studio morfologico.

Trattamento dell'epatite cronica

Il trattamento dipende dalla gravità delle manifestazioni cliniche della malattia. Il trattamento di ogni tipo di epatite virale non ha differenze fondamentali. Il generale è il divieto dell'uso di alcol, farmaci epatotossici. Il trattamento viene preferibilmente effettuato in un reparto terapeutico specializzato. È necessario rispettare le raccomandazioni dietetiche, a seconda della gravità della condizione. Raccomandare una bevanda abbondante - fino a 2 litri al giorno, in parte sotto forma di una soluzione di glucosio o fruttosio al 5%. Cercano di limitare la quantità di droghe il più possibile. Le vitamine sono utilizzate come farmaci di base: ascorutina, 1 compressa 3 volte al giorno e undevit, 1 compressa dopo colazione. Con un aumento dei sintomi di intossicazione con una forma grave della malattia, viene prescritta la somministrazione endovenosa di farmaci per scopi di disintossicazione. Per fare questo, di solito utilizzare soluzioni per la suoneria, soluzione di glucosio al 5%, emodez, reopolyglukine in un volume totale di fino a 1 litro al giorno. Nel caso dell'uso di soluzioni per via endovenosa, il trattamento è controllato esaminando il pH del sangue. Per la correzione di alcalosi utilizzando una soluzione al 5% di acido ascorbico e per la correzione dell'acidosi - 50-100 ml di soluzione acquosa al 3% di bicarbonato di sodio.

Si consiglia di utilizzare nel trattamento di preparati a base di interferone: α2-interferone (reoferon) 3000000 ME 3 volte alla settimana nel muscolo o sotto la pelle è più adatto a questo scopo. Il trattamento del corso per l'epatite B può durare fino a 2 mesi o più. Nei casi di colestasi con presenza di emorragie, si raccomanda la prescrizione di una preparazione di vitamina K (vikasol) nella forma di 2-3 ml di una soluzione all'1% per la somministrazione endovenosa. Se i pazienti con sintomi di intossicazione sviluppano sintomi di encefalopatia epatogenica, devono essere trasferiti all'unità di terapia intensiva per ulteriori trattamenti. Con lo sviluppo di un processo infettivo sullo sfondo di insufficienza epatica acuta, la penicillina viene somministrata in dosi da 3.000.000 a 6.000.000 U / die o sue forme semisintetiche, ampicillina o oxacillina, in dosi fino a 2-3 g / die. Vengono anche usati farmaci antibatterici del gruppo delle cefalosporine.

Il trattamento dell'epatite virale cronica include:

  • regime di trattamento;
  • cibo salutare (dieta numero 5);
  • trattamento antivirale;
  • terapia immunosoppressiva;
  • terapia immunomodulatoria;
  • terapia metabolica e coenzima;
  • terapia di disintossicazione.

Il trattamento dell'epatite alcolica cronica include:

  • regime di trattamento;
  • cibo salutare;
  • terapia antivirale;
  • coenzima e terapia metabolica;
  • terapia multivitaminica.

Le persone con epatite cronica sono parzialmente in grado di lavorare. La loro visita medica viene effettuata dal medico distrettuale nella clinica del luogo di residenza.

Droghe essenziali

Ci sono controindicazioni. È necessaria la consultazione

Top