Categoria

Messaggi Popolari

1 Steatosi
Preparati per la prevenzione del fegato
2 Itterizia
Cibo per l'epatite C
3 Steatosi
Come prendere l'avena per pulire il fegato: le migliori ricette
Principale // Giardia

HIV ed epatite


Lascia un commento 1.814

La decisione che il paziente deve essere testato per l'HIV e l'epatite C, il medico prende in presenza di alcuni sintomi, così come nell'esame clinico. L'infezione da HIV, la sifilide e l'epatite vengono trasmesse in modi simili - attraverso il sangue entrano nel corpo umano. Le principali cause di infezione da coinfezione sono l'uso di droghe per via parenterale e rapporti sessuali non protetti.

L'epatite C e l'HIV sono la stessa cosa?

Spesso, il vettore HIV non sospetta la presenza del virus C perché l'epatopatia è asintomatica a causa dell'immunodeficienza. Nonostante l'identica modalità di diffusione, l'epatite C e l'HIV dovrebbero essere chiaramente separati. L'epatite C distrugge il fegato. L'AIDS, anche di natura virale, attacca il sistema immunitario. In confronto: l'AIDS è incurabile e l'epatite C può essere trattata fino al pieno recupero.

Sintomi e decorso: differenze nelle malattie

Fasi dello sviluppo dell'HIV

L'infezione da HIV ha diverse fasi, il tempo di ciascuna di esse è diverso - da 3 settimane a 10-20 anni. Il decorso della malattia dipende individualmente dallo stato del sistema immunitario del paziente. Fasi dell'HIV:

  • L'incubazione. Dura fino a 3 mesi Asintomatica. Il corpo sta cercando di produrre anticorpi contro un virus riproduttivo.
  • La fase iniziale. Sintomi di malattia virale, perdita di peso. Dopo 3 settimane, i sintomi scompaiono e la persona diventa contagiosa per gli altri.
  • Lo stadio subclinico è caratterizzato da un aumento dei linfonodi. L'immunodeficienza si sta sviluppando attivamente. Questo stadio della malattia può durare fino a 20 anni.
  • La fase secondaria richiede da 3 a 7 anni. Caratterizzato dall'emergere di gravi malattie sullo sfondo di bassa immunità - tumori, lesioni di organi interni.
  • L'AIDS è una fase termica, dura fino a un anno.
Torna al sommario

Stadio dell'epatite C.

In confronto con l'HIV, la fase di sviluppo dell'epatite - 3:

  • Acuta. Asintomatica.
  • Cronica. Lo sviluppo di due forme è caratteristico:
    • latente, quando l'organismo è nausea, pesantezza nel fegato, diminuzione dell'appetito, debolezza;
    • reattivo, quando si manifestano i segni clinici della patologia, viene palpato un fegato ingrossato con una milza e una trascrizione dell'analisi conferma la diagnosi di elevati test di bilirubina e di funzionalità epatica.
  • Cirrotico. Manifestazione di specifici sintomi cutanei dell'epatite C - ittero, prurito, ascite. Lo stato è irto della transizione al cancro.
Torna al sommario

Influenza l'uno sull'altro

Allo stesso tempo perde, l'HIV porta ad uno sviluppo accelerato dell'epatite. Se, inoltre, l'epatite C viene rilevata in modo inopportuno, l'infiammazione del fegato si trasforma in uno stadio cronico. Negli adulti con immunità normale, l'epatite C assume una forma cronica nel 2-5% dei casi e, in combinazione con l'HIV, è 5 volte più alta. L'HIV intensifica il processo infiammatorio, perché il corpo non è in grado di combattere l'epatite a causa della depressione del sistema immunitario, che sta rapidamente progredendo in questo contesto.

Se sospetti che la coinfezione sia importante:

  • Visita lo specialista in malattie infettive per una consultazione primaria.
  • Fatti esaminare, donare il sangue per l'HIV e l'epatite, RW (RV o Wasserman). Forse conducendo test rapidi.
  • Rivedere il medico per decifrare l'analisi, registrarsi e seguire scrupolosamente le raccomandazioni ricevute.
Torna al sommario

diagnostica

Lo stadio iniziale dell'epatite, così come l'HIV, è asintomatico. I primi segni possono comparire solo un anno o 6 mesi dopo l'infezione. I termini dipendono dallo stato di immunità. Quando i sintomi di coinfezione si verificano prima. Non è raro che un paziente scopra l'infezione durante un normale esame passando un esame del sangue per epatite e RV. Se i risultati sono positivi, è necessario visitare immediatamente lo specialista in malattie infettive.

Diagnosi di epatite

Il metodo per rilevare la malattia epatica nei pazienti con infezione da HIV non è diverso dal solito. Il medico scrive le istruzioni per esami generali del sangue e delle urine, biochimica, diagnosi differenziale dei virus di tipo B e C mediante PCR, ecografia degli organi interni. A volte viene eseguita una biopsia epatica. Il periodo di incubazione dell'epatite C non sempre consente l'uso del metodo ELISA per la diagnosi dell'epatite.

Riconoscimento dell'HIV

All'HIV viene diagnosticato un esame del sangue. Il metodo ELISA consente di controllare il biomateriale per gli anticorpi contro l'HIV. Inoltre, viene utilizzato il metodo immunoblot. La PCR è rilevante quando un risultato positivo, quando è necessario determinare la carica virale. Quando una reazione positiva all'infezione dell'HIV invia il paziente a un esame completo, vale a dire:

  • emocromo completo per l'HIV;
  • analisi delle urine;
  • sangue per l'infezione della torcia;
  • consultazioni di specialisti ristretti;
  • ECG;
  • Ultrasuoni degli organi interni.

È possibile superare un test HIV in modo anonimo. In tutte le fasi, il segreto medico è preservato. Le carte di pazienti con HIV sono immagazzinate nelle malattie infettive sicure. I portatori di infezione dovrebbero visitare lo specialista in malattie infettive 2 volte l'anno e con sintomi dolorosi più spesso. Non è ancora possibile sconfiggere l'HIV, la malattia sta solo rallentando. L'epatite viene curata Ma quanto vivere con la coinfezione, anche il dottore non lo sa.

Trattamento: quanti vivono con la coinfezione?

Il trattamento dell'epatite con l'infezione da HIV è difficile. Quando una malattia viene rilevata nelle fasi successive, il medico pesa tutti i rischi dell'epatite C. Se viene presa la decisione di trattare il fegato, sulla base dei test per il CD4 e l'entità del danno epatico, determinare l'ordine in cui vengono trattate le infezioni. I pazienti con CD sotto i 350 possono ritardare l'insorgenza.Il basso livello immunitario rende i medici concentrati sul trattamento dell'immunodeficienza. L'interferone è usato per trattare il fegato, che riduce il livello di CD. E con buone indicazioni, la terapia CD è più efficace. Spesso il trattamento è simultaneo e gli approcci sono complessi. Allo stesso tempo, i singoli schemi sono preparati sotto la stretta supervisione dei medici, poiché i farmaci, interagendo tra loro, causano effetti collaterali.

L'uso di alcool durante il trattamento è inaccettabile.

Trattamento dell'epatite C nell'infezione da HIV - da 3 mesi a un anno. I pazienti dipendenti da droghe e alcol-dipendenti sono sotto osservazione speciale. La specificità di alcuni farmaci è la possibilità di recidiva tra i tossicodipendenti, e il trattamento combinato per la dipendenza da alcol è possibile se l'ultimo uso di alcol è stato almeno sei mesi fa. La terapia completa non viene eseguita per le donne in gravidanza con HIV ed epatite C, con cirrosi epatica, con gravi malattie del cuore e dei vasi sanguigni e malattie mentali.

Caratteristiche dieta

Ai pazienti viene prescritta la dieta numero 5. A causa di ciò, le funzioni perse del fegato vengono ripristinate riducendo il carico sull'organo. È necessario ridurre il volume delle porzioni, abbandonare il piccante, fritto, grasso, affumicato. Le basi della nutrizione dovrebbero essere le verdure: cavolo, lattuga, pomodori, funghi, carote, spinaci. È severamente vietato bere alcolici, bevande gassate, caffè, tè, maionese, cioccolato, pasta. Prova a cucinare a casa, la ristorazione raramente fornisce cibo dietetico.

È consigliato mangiare il cibo nello stesso momento, frazionalmente, in 5-6 ricevimenti, bere più acqua, limitare l'immissione di sale. Il cibo dovrebbe essere a temperatura ambiente.

Gravidanza nelle malattie

Secondo l'OMS, la trasmissione da madre a figlio si verifica nel 45% dei casi in assenza di misure preventive. Se una donna viene sottoposta a trattamento, la probabilità di trasmissione attraverso la placenta viene significativamente ridotta. Il rischio che dopo il parto venga diagnosticata l'AIDS e l'epatite sia piccola e il bambino abbia la possibilità di essere in buona salute. Quando viene rilevata un'infezione in una donna incinta, viene presa sotto controllo speciale.

Non ci sono raccomandazioni precise sull'aiuto ostetrico. La minaccia è la stessa per il taglio cesareo e la risoluzione naturale. La decisione viene presa in base al corso della gravidanza e alla presenza di malattie concomitanti. Quando allatti al seno, vale la pena di essere estremamente attento e di usare rivestimenti speciali sui capezzoli, poiché se una goccia di sangue entra nel latte, il bambino viene infettato dal virus dell'epatite, ad esempio quando il capezzolo viene morso.

Test di laboratorio per HIV ed epatite

Secondo varie stime, circa il 15% dei pazienti con infezione da HIV è anch'esso infetto da epatite C. Tuttavia, molti di loro conoscono solo la presenza di HIV e non sono a conoscenza del fatto che hanno anche l'epatite C prima di superare i test speciali. L'aumento della frequenza di infezione delle persone con immunodeficienza (HIV) con virus dell'epatite B e C è spiegato dal fatto che queste malattie sono trasmesse in modi simili.

In particolare, i tossicodipendenti che iniettano droghe sono a più alto rischio di infezione con un'infezione combinata di HIV ed epatite C. La seconda infezione più comune è la trasmissione di infezioni miste di HIV ed epatite C attraverso rapporti sessuali. Secondo gli ultimi dati della ricerca, l'HIV provoca un decorso accelerato delle malattie del fegato, a causa di un significativo indebolimento della difesa immunitaria del corpo. Di conseguenza, possono verificarsi le più gravi complicazioni:

  • cirrosi epatica;
  • scompenso della malattia del fegato;
  • sviluppo precedente di un tipo di cancro del fegato - carcinoma epatocellulare.

Per determinare la presenza nel corpo dei virus AIDS ed epatite C, è sufficiente superare un test ELISA di laboratorio (immunoanalisi enzimatica). Va tenuto presente che i primi test possono dare risultati dubbi o negativi anche in presenza di infezione cumulativa con epatite C e HIV. Questi errori sono provocati dal fatto che in presenza dell'agente causale dell'epatite C, il livello degli anticorpi contro l'AIDS può diminuire. In tale situazione, potrebbe essere necessaria l'analisi della PCR per rilevare il virus stesso, consentendogli di effettuare la diagnosi più accurata.

Se i risultati della ricerca rivelano un'infezione mista all'AIDS e all'epatite C, è necessario trovare un medico esperto nel trattamento delle infezioni combinate. Per identificare il tasso di sviluppo della malattia può richiedere regolari esami del sangue e monitoraggio continuo della carica virale. Stabilire buone collaborazioni con uno specialista competente consente di avere un migliore controllo sul decorso della malattia.

Per il trattamento dell'epatite C viene solitamente utilizzata una combinazione di due farmaci:

In presenza di AIDS, può essere effettuato anche il trattamento dell'epatite C, ma aumenta anche la sua complessità e durata rispetto alla monoinfezione. Questa complicazione è particolarmente pronunciata sullo sfondo del trattamento parallelo dell'infezione da HIV.

Caratteristiche dell'infezione combinata

Uno studio clinico relativamente recente è stato condotto su 860 pazienti con infezione combinata di AIDS ed epatite C. Secondo i risultati di questo studio, è stato riscontrato che la risposta virologica sostenuta media (SVR) e le persone affette da co-infezione da epatite C sono circa il 40%. Allo stesso tempo, il raggiungimento di una risposta sostenibile nei pazienti dipendeva dal genotipo:

  • Genotipo 1 - 29% dei casi;
  • Genotipi 2 e 3 - 62%.

Un fattore importante nel trattamento delle infezioni miste è la sicurezza della terapia, compresa la presenza di effetti collaterali da farmaci usati per trattare l'AIDS e l'epatite C. Lo studio ha rivelato che il 25% dei pazienti ha dovuto interrompere l'assunzione di farmaci contro l'epatite C a causa di effetti collaterali.

La terapia antiretrovirale per l'AIDS può essere eseguita se i test mostrano che il paziente ha l'epatite C. Tuttavia, la presenza di questa malattia può influenzare la scelta dei farmaci per combattere l'HIV. Ciò è dovuto al fatto che alcuni farmaci anti-HIV hanno effetti potenzialmente tossici e influenzano negativamente il fegato. Pertanto, è particolarmente importante trattare l'infezione combinata sotto la guida di uno specialista che monitora regolarmente la funzione del fegato.

I pazienti con diagnosi di infezione da HIV ed epatite C dovrebbero anche essere vaccinati contro l'epatite A e B. Dato che l'AIDS e l'epatite C sono trasmessi attraverso il sangue, è importante evitare qualsiasi contatto con il sangue di una persona infetta. Tutti i suoi partner sessuali dovrebbero essere informati della presenza della malattia e del potenziale rischio di infezione, raccomandando l'uso del preservativo con ogni atto sessuale. In alcuni casi, le persone sieropositive rifiutano il preservativo durante i rapporti sessuali con un partner sieropositivo, ignorando che allo stesso tempo c'è il rischio di contrarre l'epatite e peggiorare significativamente il loro stato di salute.

Unità di analisi

I seguenti test fanno parte dell'unità di ricerca di laboratorio:

  • Un esame del sangue per la presenza di anticorpi contro l'AIDS e marcatori di epatite.
  • Diagnosi e rilevazione di anticorpi contro il treponema pallido.
  • Metodo anti-HCV per diagnosticare l'epatite C rilevando gli anticorpi nel sangue.
  • Analisi di HBs-Ag per la diagnosi di epatite B rilevando i marcatori nel sangue.

La praticità di questa unità è che include test che consentono di determinare simultaneamente la presenza di HIV, epatite e una serie di altre malattie sessuali. Le analisi dovrebbero essere effettuate solo in istituzioni mediche specializzate. Il costo della ricerca può variare in base ai tempi, alle attrezzature utilizzate e ai reagenti.

I test più semplici per l'epatite, l'AIDS e la sifilide possono essere effettuati completamente gratuitamente e nel rispetto della riservatezza. Numerosi centri di HIV e STD operano in tutto il paese, nei cui uffici è possibile effettuare esami del sangue per epatiti, AIDS e sifilide gratuitamente e in modo anonimo. Test gratuiti per l'HIV, l'epatite e la sifilide in alcuni casi sono anche prescritti da un medico che chiarisce i nomi degli studi necessari. Queste situazioni includono:

  • Prepararsi per la chirurgia.
  • Screening profilattico del paziente per malattie sessualmente trasmissibili.
  • Gravidanza, ecc.

In alcuni casi, i pazienti devono sottoporsi a test a pagamento, il cui costo dipende dall'urgenza dello studio e dalla convenienza del paziente stesso, che può pagare una grande quantità per non aspettare il proprio turno per fare i test. Inoltre, i test possono essere effettuati a pagamento nei seguenti casi:

  • Nel processo di esame professionale in una clinica privata.
  • Durante il passaggio della commissione medica per l'impiego, provvedendo alla fornitura dei risultati dei test per l'epatite e l'HIV.

Test HIV

Lo screening dei pazienti per la determinazione dell'HIV viene effettuato utilizzando il metodo ELISA - saggio immunoenzimatico. Questo determina le proteine ​​specifiche del virus dell'AIDS prodotto dall'organismo. Questo metodo di ricerca risulta inefficace durante il periodo denominato "finestra sierologica", quando nelle prime settimane dopo l'infezione con il virus dell'AIDS mancano anticorpi alla malattia o si trovano in concentrazioni troppo basse.

Inoltre, il metodo ELISA in alcuni casi può dare risultati falsi positivi:

  • Quando la gravidanza
  • Nel caso di un numero di malattie oncologiche.

A questo proposito, è necessario confermare l'infezione da HIV. Per questo, vengono utilizzati due principali metodi di analisi:

  • Immunoblotting.
  • Reazione a catena della polimerasi (PCR).

Il secondo metodo è usato molto più spesso perché ha un costo molto inferiore. Inoltre, uno studio PCR con sensibilità più elevata è indicato nel caso di un risultato ELISA discutibile. Ciò è dovuto al fatto che la possibilità di rilevare il virus dell'AIDS mediante PCR appare circa 11 giorni prima rispetto al caso di ELISA.

Test dell'epatite B e C.

L'analisi di screening per la presenza dell'epatite B consiste nel determinare la presenza dell'antigene di superficie HBsAg. Per questo, viene utilizzato anche il metodo ELISA. È l'antigene HBsAg che appare per la prima volta nel sangue quando è stato infettato dall'epatite B, mentre gli anticorpi del virus stesso (anti-HBs) iniziano a comparire solo sei settimane dopo l'insorgenza della malattia, persistendo nel corpo per tutta la vita.

Un esame del sangue per la presenza di HBsAg è un metodo di ricerca abbastanza sensibile, che raramente dà un risultato falso positivo. Con un risultato positivo di questa analisi, i pazienti sono sottoposti ad un esame più dettagliato, compresa la determinazione quantitativa e qualitativa del DNA dell'agente causale dell'epatite virale B utilizzando il metodo della CRP.

Nel caso dell'epatite C, l'analisi di screening viene effettuata anche dal test ELISA e mira a identificare gli anticorpi anti-HCV sul virus corrispondente. La rilevazione di questi anticorpi è solitamente possibile dopo 50-140 giorni dal momento dell'infezione. Dopo aver ricevuto un risultato positivo dell'analisi standard, viene confermato utilizzando due studi:

  • Test ausiliario di immunoblotting ricombinante (RIBA).
  • Rilevazione dell'epatite RNA mediante PCR.

Risultati positivi di entrambi i test confermano la presenza di epatite C. In questo caso, la PCR quantitativa viene inoltre prescritta per determinare la carica virale, cioè il contenuto quantitativo del virus nel sangue del paziente, che è un indicatore diretto dell'attività del virus. Con la forma attiva della malattia, potrebbe anche essere necessario studiare il genotipo dell'HCV, che consente di scegliere il regime terapeutico più efficace per la malattia.

Quanto fanno i test per l'HIV e l'epatite

Un test dell'epatite è un test di laboratorio di sangue per la presenza di anticorpi specifici contro un virus di questa malattia infettiva. I medici classificano l'epatite in tre tipi: A, B e C, tutte queste malattie sono simili l'una all'altra in quanto influenzano negativamente il fegato di una persona.

L'epatite a lungo può verificarsi in modo latente, inosservata dal paziente. Ecco perché un esame del sangue per l'epatite deve essere portato non solo alle persone che sospettano di essere state infettate, ma anche a coloro che lavorano nel settore dei servizi, nell'industria medica e alimentare. Gli esami del sangue per l'HIV, l'AIDS e l'epatite devono essere testati ogni anno. Questo viene fatto con uno scopo preventivo, per proteggere se stessi e gli altri. Capiremo come viene chiamata l'analisi dell'epatite e quanto viene fatto.

Chiunque abbia lo scopo di prevenire o in caso di sospetto di infezione da epatite può contattare un medico generico o un epatologo per fare un esame del sangue per i marcatori dell'epatite virale. Puoi anche farlo in modo anonimo in un laboratorio privato.

È possibile sospettare la presenza di virus dell'epatite B nel corpo in base ai seguenti sintomi clinici:

temperatura corporea costante di basso grado; disturbi dispeptici: nausea, vomito; mancanza di appetito; aspetto prurito; dolore addominale; tendenza al sanguinamento; affaticamento costante, debolezza generale, aggravata dalla sera; aumento della pigmentazione cutanea; urina scura; perdita di peso irragionevole.

Tutti questi segni sono un motivo obbligatorio per testare il sangue per RW, HIV ed epatite. Se la decodifica di un esame del sangue per i marcatori dell'epatite virale dà un risultato positivo, il paziente sarà ulteriormente esaminato e verrà prescritta una terapia competente.

Il compito diagnostico di individuare l'epatite virale è l'obiettivo di rilevare l'agente infettivo, per chiarire il suo tipo e la natura del danno alle cellule epatiche.

A tal fine, possono essere eseguiti i seguenti complessi test di laboratorio:

esami generali delle urine e del sangue; esame del sangue biochimico; Diagnostica della PCR; un esame del sangue immunologico volto alla ricerca di anticorpi prodotti dal corpo e dalle cellule del fegato per inattivare l'agente patogeno; biopsia delle cellule del fegato; test biochimici, con l'aiuto del quale non è possibile condurre una biopsia.

Prima di tutto, il paziente deve contattare il terapeuta per le indicazioni per i test. Lo specialista spiegherà come viene condotta l'analisi per l'epatite e per quanti giorni è stata effettuata. Se la diagnosi è confermata, il terapeuta riferisce il paziente a un medico specializzato in questo settore: uno specialista in malattie infettive, un epatologo o un virologo.

Come si presenta il risultato del test per l'epatite? Decodificare il risultato dello studio dovrebbe essere fatto solo da un medico. In generale, nelle urine e negli esami del sangue per l'epatite, trovare conferma della presenza della malattia è piuttosto problematico, molto dipende dalla forma della malattia.

Possono solo indicare che l'infezione è presente nel corpo, secondo i seguenti criteri:

disturbi emorragici; basso livello di emoglobina; diminuzione del numero di piastrine e, al contrario, il numero di leucociti supera i valori normali; aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti; rilevamento dell'urobilina nelle urine.

Un esame del sangue per la biochimica aiuta a determinare l'epatite rilevando:

frazioni di bilirubina; enzimi filmici; squilibrio proteico; aumentando i livelli di lipidi.

Uno studio PCR rileva il virus dell'epatite attraverso la sua diagnosi del DNA, quindi questo metodo è considerato il più preciso ai nostri giorni. L'analisi PCR è altamente sensibile agli agenti estranei nei campioni di DNA, per cui è in grado di rilevare accuratamente la presenza di una malattia. Con tutti gli standard dello studio, il risultato discutibile dell'analisi per l'epatite è escluso, la risposta sarà accurata.

Il nome successivo per il test dell'epatite è un esame del sangue immunologico, che consente di rilevare la presenza di anticorpi al virus. Per condurre un tale studio non solo in condizioni di laboratorio, ma anche a casa con l'aiuto di speciali test rapidi. Sono finalizzati a rilevare anticorpi contro l'epatite B e C.

Il prossimo studio è una biopsia delle cellule del fegato. Il suo scopo è quello di valutare la condizione di questo corpo per danni da virus dell'epatite. La biopsia viene eseguita prendendo un materiale biologico - un pezzo di tessuto epatico per ulteriori esami in laboratorio. Al giorno d'oggi, questa procedura è stata sostituita con successo da test specifici per l'epatite - fibrotest, actitest, ecc.

L'analisi del sangue è l'unico metodo corretto per diagnosticare l'epatite. Ciò è dovuto al fatto che i virus non possono essere rilevati con metodi di diagnostica visiva, possono essere rilevati solo nei fluidi biologici (l'analisi delle urine per l'epatite mostra anche cambiamenti nel corpo di natura infiammatoria).

I sintomi dell'epatite sono simili al quadro clinico di altre malattie: ad esempio, gastrite, infezioni respiratorie, intossicazione, ecc. Ecco perché è necessario sapere come viene effettuata un'analisi per l'epatite per assicurarsi che nel corpo sia presente un virus.

Il sangue per l'esame è preso da una vena. Se è possibile mangiare prima dell'analisi per l'epatite e per quanto tempo è trascorso, il medico dovrebbe informare tutto in anticipo. A volte l'analisi deve essere presa ripetutamente per chiarire la diagnosi finale.

Quanto tempo viene testato per l'epatite? Nella maggior parte dei casi, i risultati sono noti già dopo 2 giorni, ma questo periodo può essere ritardato fino a 10 giorni - tutto dipende dalla scelta dell'istituto medico.

Quanto è valido un esame del sangue per l'epatite - questa domanda viene solitamente posta da persone che sono state esaminate nel recente passato, e ora hanno bisogno dei risultati dei test per il ricovero in ospedale, per motivi di lavoro o per altri scopi. La validità dei test per l'epatite è valida da 20 giorni a 3 mesi.

Il costo dell'analisi varia a seconda dell'istituto medico e del complesso degli esami condotti.

Come fare il test per l'HIV e l'epatite? La preparazione dovrebbe essere effettuata tenendo conto di determinati requisiti, altrimenti sarà possibile dubitare della correttezza del risultato. Dovremo riprendere l'analisi nuovamente. Risultati di ricerca falsi porteranno al fatto che il medico prescriverà il trattamento sbagliato, che non solo sarà inutile, ma anche non sicuro per il corpo.

Quindi, la preparazione per l'analisi del sangue per l'epatite è la seguente:

12 ore prima dell'analisi, è necessario abbandonare il pasto, lo studio viene effettuato rigorosamente a stomaco vuoto. L'ingresso di zucchero e altre sostanze nel materiale in studio può distorcere i risultati. 24 ore prima dell'analisi, è necessario escludere l'assunzione di bevande alcoliche, cibi salati, piccanti e grassi, frutta e verdura gialla. 48 ore - per abbandonare la nicotina. 2 settimane prima dell'analisi, non usare droghe. Alla vigilia della prova, per limitare il più possibile l'attività fisica, è vietato fare fisioterapia, ultrasuoni, raggi X. Prima di passare l'analisi, è importante informare il personale medico delle malattie somatiche associate, delle reazioni allergiche ai farmaci. Non è auspicabile superare il test per la diagnosi di epatite durante le mestruazioni.
Inoltre, fattori di stress, ansia e insonnia possono influenzare negativamente il risultato della diagnosi.

Normalmente, gli anticorpi e gli antigeni dei virus dell'epatite dovrebbero essere assenti. Se si trovano nel sangue, allora stiamo parlando della presenza della malattia in forma acuta o cronica. In caso di violazione della tecnica di analisi, trasporto e raccolta di sangue venoso, l'analisi in rari casi dimostra un risultato falso positivo.

Se il test dell'epatite è negativo, cosa significa? Ci sono due varianti di decodifica: o una persona è sana (che è osservata nella maggior parte dei casi), o non ci sono abbastanza anticorpi sintetizzati nel suo corpo per diagnosticare l'infezione, che non è raro in una fase precoce della malattia con una recente infezione nel corpo (negli ultimi 6 mesi ).

Il carico virale nell'analisi è espresso in unità internazionali - IU / ml, ad esempio:

alta carica virale - più di 800 IU / ml; bassa carica virale - meno di 800 IU / ml.

Se il risultato dell'epatite era positivo, era urgente contattare uno specialista in malattie infettive e un gastroenterologo allo scopo di condurre successive misure diagnostiche e terapeutiche.

L'analisi per l'epatite rivela negli anticorpi del sangue umano a questo virus, che, in realtà, sono frazioni proteiche prodotte dal sistema immunitario in risposta all'attività del virus nel corpo. La presenza o il sospetto di sintomi di epatite è una seria ragione per andare dal terapeuta per i test diagnostici necessari. Anche se i sintomi della malattia erano in passato e al momento sono assenti, è comunque importante consultare un medico, poiché l'epatite può essere nascosta ei suoi sintomi scompaiono fino a un certo punto. Lo studio dura fino a 10 giorni, e la durata dei test per HIV ed epatite è fino a 3 mesi.

Autore: Olga Rogozhkina, dottore,
specificamente per Moizhivot.ru

Seleziona una città:

La prevalenza dell'HIV è diventata dilagante. Nessuno è assicurato, la malattia può colpire chiunque. In questo contesto, ha senso testare periodicamente l'infezione da HIV. In questo caso, potrebbero sorgere alcune domande. Dove posso portarli? Quanto ci vorrà per ottenere risultati? Dove posso ottenere un test HIV? E questo non è un elenco completo di domande.

L'HIV, viene introdotto nelle cellule del sistema immunitario e inizia la sua attività distruttiva. La malattia sta progredendo rapidamente, compaiono malattie associate. I metodi di infezione possono essere diversi:

attraverso il sangue; sessualmente; quando si utilizzano strumenti medici infetti e mal trattati; da una madre infetta al feto.

Vale la pena notare che l'AIDS e l'HIV non sono esattamente la stessa cosa. L'HIV va in AIDS quando non c'è un trattamento adeguato. L'AIDS è l'ultimo stadio grave della malattia che al momento non può essere curato. Con un corso di trattamento scelto correttamente, il paziente può vivere per un tempo molto lungo. Un'infezione da HIV può essere nascosta nel corpo per un periodo piuttosto lungo e non manifestarsi in alcun modo. Questo è il motivo per cui per motivi preventivi è necessario diagnosticare periodicamente il corpo per la presenza di infezione.

Molto spesso, la diagnosi viene effettuata determinando gli anticorpi del virus. Ma quando l'infezione è avvenuta non molto tempo fa, gli anticorpi non possono essere sviluppati. Devi sapere quanti giorni iniziano ad apparire gli anticorpi. Questo di solito si verifica due o tre settimane dopo l'infezione. Se c'è il sospetto, lo studio dovrà essere ripetuto.

Stabilire con precisione la diagnosi può essere utilizzando la diagnostica di laboratorio, che viene eseguita con metodi diversi. Per avere una migliore idea della presenza o dell'assenza della malattia, è meglio passare attraverso tutte le ricerche di base del complesso.

Se è necessario condurre uno studio sull'HIV, è possibile contattare un centro speciale per la prevenzione e la lotta contro l'AIDS. Tali centri sono disponibili in quasi tutte le città. Se non ci sono tali istituzioni, l'analisi può essere eseguita presso una clinica regolare nel luogo di residenza. Hanno anche aule appropriate in cui affrontano problemi simili. E infine, i servizi di test HIV sono offerti da tutti i tipi di cliniche private. Questi metodi sono adatti quando il paziente ha il proprio desiderio di esplorare il proprio corpo.

In alcuni casi, un esame del sangue per il rilevamento di anticorpi di immunodeficienza viene eseguito secondo le indicazioni speciali del medico. Questo succede nei seguenti casi:

con pianificazione della gravidanza e disponibilità; prima del ricovero; prima dell'intervento.

Durante i primi tre mesi, la malattia è difficile da rendere pubblica utilizzando le misure diagnostiche, quindi in caso di dubbio, l'esame dovrà essere ripetuto qualche tempo dopo.

Di solito i test vengono effettuati in un istituto medico pubblico, in questo caso i risultati dello studio potrebbero richiedere più di dieci giorni. Puoi superare l'esame in una clinica privata, quindi i risultati saranno pronti molto più velocemente. Quanto tempo ci vuole per decifrare i risultati è influenzato dal tipo di istituto medico scelto.

I test di laboratorio per l'HIV comprendono i seguenti tipi di ricerca:

test rapido; saggio immunoenzimatico; immunoblotting; Metodo PCR; esame del sangue; imunoblotting.

Il metodo di esame più rapido ed efficace è un'analisi esperta. Utilizzando questo metodo, è possibile in una questione di tempo determinare la presenza di infezione nel corpo, anche senza l'uso di attrezzature speciali. Recentemente, questo metodo di diagnosi sta guadagnando sempre più popolarità. Per condurre un tale studio non necessariamente andare in laboratorio. I test sono venduti in farmacia di pubblico dominio. Il principio del loro funzionamento è determinare la presenza di anticorpi del virus nella saliva. I risultati sono visibili quasi immediatamente. Questa analisi non è accurata. Con un risultato positivo, dovrà condurre ulteriori ricerche.

L'epatite a lungo può verificarsi in modo latente, inosservata dal paziente. Ecco perché un esame del sangue per l'epatite deve essere portato non solo alle persone che sospettano di essere state infettate, ma anche a coloro che lavorano nel settore dei servizi, nell'industria medica e alimentare. Gli esami del sangue per l'HIV, l'AIDS e l'epatite devono essere testati ogni anno. Questo viene fatto con uno scopo preventivo, per proteggere se stessi e gli altri. Capiremo come viene chiamata l'analisi dell'epatite e quanto viene fatto.

Chiunque abbia lo scopo di prevenire o in caso di sospetto di infezione da epatite può contattare un medico generico o un epatologo per fare un esame del sangue per i marcatori dell'epatite virale. Puoi anche farlo in modo anonimo in un laboratorio privato.

È possibile sospettare la presenza di virus dell'epatite B nel corpo in base ai seguenti sintomi clinici:

temperatura corporea costante di basso grado; disturbi dispeptici: nausea, vomito; mancanza di appetito; aspetto prurito; dolore addominale; tendenza al sanguinamento; affaticamento costante, debolezza generale, aggravata dalla sera; aumento della pigmentazione cutanea; urina scura; perdita di peso irragionevole.

Tutti questi segni sono un motivo obbligatorio per testare il sangue per RW, HIV ed epatite. Se la decodifica di un esame del sangue per i marcatori dell'epatite virale dà un risultato positivo, il paziente sarà ulteriormente esaminato e verrà prescritta una terapia competente.

Il compito diagnostico di individuare l'epatite virale è l'obiettivo di rilevare l'agente infettivo, per chiarire il suo tipo e la natura del danno alle cellule epatiche.

A tal fine, possono essere eseguiti i seguenti complessi test di laboratorio:

esami generali delle urine e del sangue; esame del sangue biochimico; Diagnostica della PCR; un esame del sangue immunologico volto alla ricerca di anticorpi prodotti dal corpo e dalle cellule del fegato per inattivare l'agente patogeno; biopsia delle cellule del fegato; test biochimici, con l'aiuto del quale non è possibile condurre una biopsia.

Prima di tutto, il paziente deve contattare il terapeuta per le indicazioni per i test. Lo specialista spiegherà come viene condotta l'analisi per l'epatite e per quanti giorni è stata effettuata. Se la diagnosi è confermata, il terapeuta riferisce il paziente a un medico specializzato in questo settore: uno specialista in malattie infettive, un epatologo o un virologo.

Come si presenta il risultato del test per l'epatite? Decodificare il risultato dello studio dovrebbe essere fatto solo da un medico. In generale, nelle urine e negli esami del sangue per l'epatite, trovare conferma della presenza della malattia è piuttosto problematico, molto dipende dalla forma della malattia.

Possono solo indicare che l'infezione è presente nel corpo, secondo i seguenti criteri:

disturbi emorragici; basso livello di emoglobina; diminuzione del numero di piastrine e, al contrario, il numero di leucociti supera i valori normali; aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti; rilevamento dell'urobilina nelle urine.

Un esame del sangue per la biochimica aiuta a determinare l'epatite rilevando:

frazioni di bilirubina; enzimi filmici; squilibrio proteico; aumentando i livelli di lipidi.

Uno studio PCR rileva il virus dell'epatite attraverso la sua diagnosi del DNA, quindi questo metodo è considerato il più preciso ai nostri giorni. L'analisi PCR è altamente sensibile agli agenti estranei nei campioni di DNA, per cui è in grado di rilevare accuratamente la presenza di una malattia. Con tutti gli standard dello studio, il risultato discutibile dell'analisi per l'epatite è escluso, la risposta sarà accurata.

Il nome successivo per il test dell'epatite è un esame del sangue immunologico, che consente di rilevare la presenza di anticorpi al virus. Per condurre un tale studio non solo in condizioni di laboratorio, ma anche a casa con l'aiuto di speciali test rapidi. Sono finalizzati a rilevare anticorpi contro l'epatite B e C.

Il prossimo studio è una biopsia delle cellule del fegato. Il suo scopo è quello di valutare la condizione di questo corpo per danni da virus dell'epatite. La biopsia viene eseguita prendendo un materiale biologico - un pezzo di tessuto epatico per ulteriori esami in laboratorio. Al giorno d'oggi, questa procedura è stata sostituita con successo da test specifici per l'epatite - fibrotest, actitest, ecc.

L'analisi del sangue è l'unico metodo corretto per diagnosticare l'epatite. Ciò è dovuto al fatto che i virus non possono essere rilevati con metodi di diagnostica visiva, possono essere rilevati solo nei fluidi biologici (l'analisi delle urine per l'epatite mostra anche cambiamenti nel corpo di natura infiammatoria).

I sintomi dell'epatite sono simili al quadro clinico di altre malattie: ad esempio, gastrite, infezioni respiratorie, intossicazione, ecc. Ecco perché è necessario sapere come viene effettuata un'analisi per l'epatite per assicurarsi che nel corpo sia presente un virus.

Il sangue per l'esame è preso da una vena. Se è possibile mangiare prima dell'analisi per l'epatite e per quanto tempo è trascorso, il medico dovrebbe informare tutto in anticipo. A volte l'analisi deve essere presa ripetutamente per chiarire la diagnosi finale.

Quanto tempo viene testato per l'epatite? Nella maggior parte dei casi, i risultati sono noti già dopo 2 giorni, ma questo periodo può essere ritardato fino a 10 giorni - tutto dipende dalla scelta dell'istituto medico.

Quanto è valido un esame del sangue per l'epatite - questa domanda viene solitamente posta da persone che sono state esaminate nel recente passato, e ora hanno bisogno dei risultati dei test per il ricovero in ospedale, per motivi di lavoro o per altri scopi. La validità dei test per l'epatite è valida da 20 giorni a 3 mesi.

Il costo dell'analisi varia a seconda dell'istituto medico e del complesso degli esami condotti.

Come fare il test per l'HIV e l'epatite? La preparazione dovrebbe essere effettuata tenendo conto di determinati requisiti, altrimenti sarà possibile dubitare della correttezza del risultato. Dovremo riprendere l'analisi nuovamente. Risultati di ricerca falsi porteranno al fatto che il medico prescriverà il trattamento sbagliato, che non solo sarà inutile, ma anche non sicuro per il corpo.

Quindi, la preparazione per l'analisi del sangue per l'epatite è la seguente:

12 ore prima dell'analisi, è necessario abbandonare il pasto, lo studio viene effettuato rigorosamente a stomaco vuoto. L'ingresso di zucchero e altre sostanze nel materiale in studio può distorcere i risultati. 24 ore prima dell'analisi, è necessario escludere l'assunzione di bevande alcoliche, cibi salati, piccanti e grassi, frutta e verdura gialla. 48 ore - per abbandonare la nicotina. 2 settimane prima dell'analisi, non usare droghe. Alla vigilia della prova, per limitare il più possibile l'attività fisica, è vietato fare fisioterapia, ultrasuoni, raggi X. Prima di passare l'analisi, è importante informare il personale medico delle malattie somatiche associate, delle reazioni allergiche ai farmaci. Non è auspicabile superare il test per la diagnosi di epatite durante le mestruazioni.
Inoltre, fattori di stress, ansia e insonnia possono influenzare negativamente il risultato della diagnosi.

Normalmente, gli anticorpi e gli antigeni dei virus dell'epatite dovrebbero essere assenti. Se si trovano nel sangue, allora stiamo parlando della presenza della malattia in forma acuta o cronica. In caso di violazione della tecnica di analisi, trasporto e raccolta di sangue venoso, l'analisi in rari casi dimostra un risultato falso positivo.

Se il test dell'epatite è negativo, cosa significa? Ci sono due varianti di decodifica: o una persona è sana (che è osservata nella maggior parte dei casi), o non ci sono abbastanza anticorpi sintetizzati nel suo corpo per diagnosticare l'infezione, che non è raro in una fase precoce della malattia con una recente infezione nel corpo (negli ultimi 6 mesi ).

Il carico virale nell'analisi è espresso in unità internazionali - IU / ml, ad esempio:

alta carica virale - più di 800 IU / ml; bassa carica virale - meno di 800 IU / ml.

Se il risultato dell'epatite era positivo, era urgente contattare uno specialista in malattie infettive e un gastroenterologo allo scopo di condurre successive misure diagnostiche e terapeutiche.

L'analisi per l'epatite rivela negli anticorpi del sangue umano a questo virus, che, in realtà, sono frazioni proteiche prodotte dal sistema immunitario in risposta all'attività del virus nel corpo. La presenza o il sospetto di sintomi di epatite è una seria ragione per andare dal terapeuta per i test diagnostici necessari. Anche se i sintomi della malattia erano in passato e al momento sono assenti, è comunque importante consultare un medico, poiché l'epatite può essere nascosta ei suoi sintomi scompaiono fino a un certo punto. Lo studio dura fino a 10 giorni, e la durata dei test per HIV ed epatite è fino a 3 mesi.

Autore: Olga Rogozhkina, dottore,
specificamente per Moizhivot.ru

ELISA consente di determinare la presenza di un virus nel corpo. Ma i dati di questo studio potrebbero non essere accurati. Dal momento che ci sono un certo numero di malattie, per esempio, l'epatite o l'herpes, gli anticorpi di cui hanno una struttura simile agli anticorpi dell'HIV. L'uso del saggio immunologico enzimatico per distinguere gli anticorpi di queste malattie non è possibile. Pertanto, è possibile ottenere un risultato positivo in assenza della malattia stessa. I risultati di tale studio saranno pronti in uno o due giorni.

Per impostare la diagnosi finale è necessario l'immunoblotting. Solo questo metodo è il più affidabile nella diagnosi di questa malattia. Se studi precedenti hanno mostrato un risultato positivo, la diagnosi finale verrà effettuata solo sulla base dei dati ottenuti nel corso di questo metodo diagnostico. Questa ricerca viene eseguita quando è necessario confermare la diagnosi.

Il metodo diagnostico della PCR è basato su una reazione a catena della polimerasi, che calcola quante copie del virus sono disponibili. Più di loro, più il corpo umano soffre sotto l'azione distruttiva della malattia. Tale studio determina in modo molto accurato la presenza di infezioni nel sangue, indipendentemente dalla presenza di anticorpi anti-HIV. Questa analisi viene eseguita dopo 4 settimane dal rischio previsto. Nonostante l'elevata precisione della PCR, la diagnosi, basandosi solo su questo tipo di diagnosi, non è impostata. Saranno necessarie ulteriori analisi.

Un esame del sangue può determinare lo stato immunitario, cioè quanti globuli bianchi nel sangue, i livelli di emoglobina. Questo metodo non è fondamentale per la diagnosi della malattia.

Per la decisione finale, si dovrebbe passare attraverso tutti i test di cui sopra nel complesso.

Test HIV rapido Il risultato

Quanto ci vorrà per decifrare? Nelle cliniche private, i risultati dello studio possono essere trovati entro una settimana dopo la procedura. Nei laboratori statali, la procedura può essere notevolmente ritardata. Le analisi saranno pronte almeno tra due settimane.

Il risultato di un test HIV il medico può dire al paziente individualmente. Ma tali informazioni sono considerate riservate. Nel caso in cui le analisi siano state inviate in forma anonima, i loro risultati sono riportati sul telefono che è elencato prima della procedura, o inviato via e-mail.

Tutte le analisi che rendono il paziente nelle lame pubbliche sono gratuite. Le cliniche private richiedono una tariffa per questa procedura. Il costo varia da trecento rubli a diecimila. Tutto dipende dal tipo di ricerca.

Il test dell'HIV viene solitamente svolto su base volontaria. Ma in alcuni casi, la procedura è prescritta per motivi particolari:

il paziente ha epatite, tubercolosi, malattie a trasmissione sessuale; dopo una procedura di trasfusione di sangue; donne incinte, due volte nel tempo: all'inizio della gravidanza e nella seconda metà dell'anno; addetti ai saloni di bellezza; persone a rischio; i donatori; gli stranieri; prigionieri; professionisti medici.

Il sondaggio viene effettuato di solito al mattino presto, prima che la procedura sia meglio non mangiare. La maggior parte dei test viene eseguita a stomaco vuoto. Se ci sono malattie infettive, è meglio aspettare con l'esame.

Metodo ELISA

Di solito, per condurre un'indagine, 5 ml di sangue vengono prelevati da una vena di un paziente per determinare gli anticorpi prodotti come reazione all'infezione da HIV. La decodifica dei risultati in questo caso includerà anticorpi di classe G, M, A. Iniziano a essere prodotti nell'organismo in media tre settimane dopo l'infezione. Questi termini possono variare.

Questo tipo di esame richiede anche il sangue da una vena. Il sangue viene applicato su una striscia speciale, sulla quale appare un certo numero di linee, con la quale vengono determinati i risultati: positivo o negativo.

Analisi aggiuntive, che richiedono attrezzature speciali speciali. Il lavoro è fatto con il DNA. Il sondaggio non è effettuato su larga scala, è destinato a una cerchia di persone. La disponibilità arriva tra poche ore. È possibile rilevare la malattia 10 giorni dopo l'infezione.

Ci possono essere diverse opzioni. Per uno di loro, il sangue viene preso da un dito. La disponibilità arriva entro cinque minuti. Uno svantaggio significativo del metodo è che l'infezione può essere determinata dopo 10 giorni. In alcuni casi, l'analisi prende la saliva.

Molte persone sono interessate, prima di passare un test HIV, quanto è fatto. La disponibilità dei risultati della ricerca dipende da diversi fattori, in particolare dal laboratorio selezionato. Può essere privato o pubblico. Ma prima di andare in clinica, devi prepararti per un test dell'HIV. Ciò fornirà un risultato più affidabile.

Una persona può essere piuttosto a lungo ignara del fatto che il suo corpo ha infettato questo virus insidioso. Spesso, le persone credono di avere i soliti sintomi di infezioni respiratorie acute o raffreddori, sebbene in realtà la situazione sia molto più seria. Solo pochi anni dopo, un quadro reale di ciò che sta accadendo può apparire in un sondaggio pianificato. In questa fase, i test dovrebbero essere presi al più presto possibile. Quanto tempo deve passare dal momento dell'infezione?

La medicina moderna consente di ottenere un risultato accurato dopo un periodo di 21 giorni dopo una stretta interazione con un paziente infetto da HIV.

Prima di andare per un esame del sangue per l'HIV, è necessario prepararsi per questo.

Questo garantisce un risultato affidabile:

Per l'impostazione di indicatori come AT e AG (anticorpi e antigeni), il sangue per l'AIDS deve essere donato esclusivamente a stomaco vuoto. Si raccomanda di escludere l'uso del cibo prima della consegna dei campioni non meno di otto ore. In questo giorno, devi smettere di fumare e bere alcolici. Prova in questi giorni a non essere nervoso e non sforzarti emotivamente. In presenza di una malattia o infezione virale, l'analisi dovrà essere posticipata.

Lo specialista di laboratorio preleverà campioni che determineranno i valori AT e AG, per cui saranno sufficienti 5 millilitri di sangue da una vena. L'analisi del sangue avviene in più fasi.

Da che tipo di test HIV è fatto, e dipende la tempistica della prontezza del risultato.

Oggi nella clinica o nel laboratorio retribuito possono condurre diversi studi che confermano la presenza del virus o possono essere confutati.

Con l'aiuto di un esame del sangue, è possibile scoprire sia lo stadio della malattia che il grado del suo sviluppo.

Che test dell'HIV esistono e per quanto tempo devi attendere i risultati?

Immediatamente (giorno per giorno) un test rapido rivelerà la presenza di AT e AG per l'HIV. Il suo uso non richiede l'uso di attrezzature mediche speciali. Questo test è completamente gratuito per essere acquistato in farmacia. Il paziente non deve languire in anticipo per diversi giorni. Il test dopo quindici minuti mostrerà la presenza / assenza del virus nel corpo.

I test rapidi sono popolari, in quanto mostrano un risultato affidabile. Questo test può essere fatto se è necessario confermare o negare immediatamente i sospetti di HIV. Il test determina se gli anticorpi corrispondenti nella saliva di una persona. Se il risultato è positivo, il paziente deve sottoporsi a ulteriori ricerche.

I risultati di questo tipo sono spesso errati. Basandosi solo sulle sue prestazioni, la diagnosi è difficile da fare. Ciò è dovuto al fatto che gli anticorpi possono includere molecole appartenenti ad altri virus, ad esempio l'herpes o l'epatite. Sono simili nella struttura agli anticorpi dell'HIV. Se il risultato di questo test è positivo, di solito al paziente viene prescritto di donare di nuovo sangue. Quanto tempo è stato fatto per la ricerca? La risposta è data entro un giorno o due.

Sulla base delle risposte di immunoblot, viene fatta la diagnosi finale. Questo è il più affidabile di tutti i possibili tipi di test del virus dell'immunodeficienza.

Se altri test hanno mostrato un risultato positivo, il medico prescriverà comunque l'immunoblotting e solo sulla base di essa farà una diagnosi adeguata.

Questo metodo (reazione a catena della polimerasi o PCR) consente di determinare quante copie del virus si trovano nel corpo. Un gran numero di loro ha un effetto distruttivo sul corpo umano. Questo studio aiuterà a determinare se un'infezione è presente nel sangue. L'analisi viene eseguita dopo quattro settimane dal momento del possibile rischio di infezione. Saranno necessari ulteriori esami del sangue, nonostante l'accuratezza di questo tipo di diagnosi.

Così come al paziente verrà offerto di passare il solito esame del sangue per determinare lo stato immunitario:

livelli di emoglobina; conta dei leucociti.

Se la diagnosi è confermata, al paziente può essere prescritto un corso di esame, al fine di determinare lo stato del suo sistema immunitario e scegliere il metodo di trattamento successivo, azioni preventive. Per la diagnosi fatta tutte le specie di cui sopra nel complesso.

Esame del sangue per l'epatite

L'epatite è una delle più gravi malattie infettive che possono svilupparsi asintomaticamente nel corpo umano per lungo tempo. Pertanto, un esame del sangue per l'epatite è il metodo più efficace per la diagnosi tempestiva di questa malattia.

Esistono diversi tipi di epatite (A, B, C, D, E, G), ma tutti colpiscono principalmente il fegato umano, causando la sua infiammazione. Considera quali tipi di epatite si verificano più spesso e come superare un esame del sangue per l'epatite.

Esame del sangue dell'epatite A

L'epatite A è una malattia del fegato infettiva causata da un virus. L'infezione da virus dell'epatite A è possibile con acqua o cibo. Quando beviamo acqua o prodotti alimentari che sono infetti da un virus, l'agente causale della malattia penetra nell'intestino, quindi con il flusso sanguigno entra nel fegato e nelle sue cellule epatocitarie.

Il periodo di infezione da epatite A è di un mese, dopo di che possono comparire i sintomi della malattia: dispepsia, febbre, ittero. L'ittero di solito dura 3-6 settimane, dopo di che può verificarsi il recupero. In alcuni casi, l'epatite A non richiede cure e va via da sola. I bambini di età inferiore a 1 anno, gli adulti e i pazienti anziani soffrono di questa malattia. Il trattamento dell'epatite A ha lo scopo di rimuovere sostanze nocive dal corpo umano che si verificano quando il fegato è danneggiato e le sue funzioni sono compromesse.

Ci sono indicazioni per le quali è necessario passare un esame del sangue per l'epatite A:

  • i sintomi clinici di questa epatite;
  • livelli elevati di AlAT e AsAT nell'analisi biochimica del sangue;
  • rilascio ritardato della bile (colestasi);
  • contatto con pazienti con epatite A;
  • identificazione di pazienti con epatite A nei focolai di infezione.

Il sangue per la ricerca dovrebbe essere assunto a stomaco vuoto al mattino presto. In caso di consegna in un momento diverso dal momento dell'ultimo pasto, devono trascorrere almeno otto ore.

L'analisi del sangue per l'epatite A viene eseguita mediante saggio immunoenzimatico (ELISA). Nel corso dell'analisi vengono determinati due tipi di anticorpi: IgM anti-HAV e IgG anti-HAV.

L'indice IgM anti-HAV aumenta alcune settimane dopo l'infezione. Secondo la decodifica del test del sangue per l'epatite A, un aumento del livello di questi anticorpi indica un decorso acuto della malattia.

Le IgG anti-HAV possono essere rilevate 10-12 settimane dopo l'infezione. Allo stesso tempo, il titolo di IgG anti-HAV può rimanere alto per molto tempo dopo il trattamento. Pertanto, indica l'immunità al virus dell'epatite A o al trasporto asintomatico.

Esame del sangue dell'epatite B

L'epatite B è una malattia pericolosa, dalle cui conseguenze muore fino al 25% dei portatori. Questo virus viene trasmesso per via ematogena, cioè attraverso il sangue. Allo stesso tempo, una persona diventa contagiosa molto prima che compaiano i primi sintomi della malattia. Il virus dell'epatite B può essere infettato attraverso il contatto sessuale. Anche casi noti di infezione del bambino da una madre infetta durante il parto.

Questo tipo di epatite può essere infetto nei saloni di manicure, nei saloni del tatuaggio e del piercing, nelle istituzioni mediche. Le persone che fanno uso di droghe sono a maggior rischio di infezione.

Il virus dell'epatite B entra nel sangue attraverso il danneggiamento della pelle e delle mucose. Attraverso il flusso sanguigno, entra negli epatociti (cellule epatiche), dove inizia a moltiplicarsi.

Molto spesso, l'epatite B viene diagnosticata in soggetti di età compresa tra 20 e 49 anni. Molto spesso, la malattia si verifica in pazienti con AIDS. Pertanto, i medici di solito prescrivono allo stesso tempo un esame del sangue per l'HIV e l'epatite B. L'epatite B è particolarmente pericolosa per i bambini al di sotto dei tre anni, gli anziani e le donne incinte.

Con una malattia attivamente progressiva aumenta il rischio di sviluppare cirrosi epatica (oltre il 20% dei casi), carcinoma epatico (oltre il 10% dei casi). Ci sono manifestazioni extraepatiche dell'epatite B, in cui il sistema immunitario umano viene attivato contro i tessuti del corpo. Tali patologie includono crioglobulinemia, glomerulonefrite (danno renale), eritema nodoso.

Gli esiti fatali sono più spesso causati dallo sviluppo della forma fulminante di epatite B acuta, in cui si sviluppa un'insufficienza epatica acuta.

Un esame del sangue per l'HIV e l'epatite B è importante per prevedere lo sviluppo di queste malattie. Nei pazienti con infezione da HIV, il rischio di transizione della forma acuta di epatite B alla forma cronica aumenta di 2,5 volte. Inoltre, in questo gruppo di persone lo sviluppo di questo tipo di epatite porta spesso alla cirrosi epatica.

La diagnosi di laboratorio del virus dell'epatite B viene eseguita con due metodi - utilizzando il saggio immunoenzimatico (ELISA) e la reazione a catena della polimerasi (PCR).

Il metodo del saggio immunologico enzimatico si basa sul rilevamento di anticorpi contro il virus dell'epatite B. Allo stesso tempo vengono determinati due tipi di anticorpi: IgM e IgG.

Gli anticorpi IgM sono anticorpi precoci prodotti nella fase iniziale della risposta immunitaria. La loro presenza nel sangue indica un'infezione recente o un'alta attività del virus (stadio acuto della malattia). Appaiono anche durante l'esacerbazione dell'epatite.

Gli anticorpi IgG vengono sintetizzati diversi mesi dopo l'infezione e spesso persistono per molto tempo dopo il recupero dall'epatite. Se sullo sfondo di un titolo stabile di anticorpi IgG, gli anticorpi IgM non vengono rilevati, stanno parlando della formazione di un'immunità stabile all'epatite B.

Nel corso dell'analisi, viene determinato anche l'indicatore totale del numero di anticorpi diversi: anti HbcAg totale. La sua rilevazione indica un'elevata attività virale dell'epatite.

Durante l'analisi dell'epatite con il metodo della diagnostica PCR, il materiale genetico (DNA o RNA) del virus stesso viene rilevato nel sangue del paziente. Inoltre, utilizzando questo metodo, è possibile rilevare un virus con la sua quantità minima nel sangue, questo metodo di analisi consente la determinazione quantitativa del virus dell'epatite B.

Puoi fare un esame del sangue per l'epatite e l'HIV nei centri diagnostici, nelle cliniche, nei laboratori dei centri medici.

Esame del sangue per l'epatite C

Il virus dell'epatite C è noto per la sua grande variabilità genetica e la pronunciata capacità di mutare. Pertanto, il sistema immunitario umano non è in grado di controllare la produzione degli anticorpi desiderati. Mentre gli anticorpi necessari sono prodotti per determinati virus, nuove mutazioni del virus compaiono nel sangue.

L'infezione da epatite C può essere ematogena. Molto spesso infetti sono i giovani. L'epatite C viene solitamente diagnosticata in una forma cronica che non va via da sola.

Nella diagnosi di laboratorio di epatite C utilizzando il metodo di saggio immunoenzimatico (ELISA) e reazione a catena della polimerasi (PCR).

Il rilevamento degli anticorpi contro il virus dell'epatite con il metodo ELISA è possibile non prima di 6-8 settimane dopo l'infezione. In questo momento, gli anticorpi della classe IgM circolano attivamente nel sangue. Circa 11-12 settimane dopo l'infezione, gli anticorpi della classe IgG appaiono nel sangue del paziente. In base alla decodifica del test del sangue per l'epatite C, la rilevazione degli anticorpi IgG per un lungo periodo indica un decorso cronico dell'epatite C. Durante l'esacerbazione della malattia, gli anticorpi IgM compaiono nel sangue del paziente.

Con l'aiuto della diagnostica PCR dell'epatite, vengono stabilite la presenza di infezione e il grado di attività del processo di infezione e possono essere eseguite anche diagnosi qualitative e quantitative del virus.

Top