Categoria

Messaggi Popolari

1 Ricette
Trattamento epatico di rimedi popolari a casa
2 Ricette
Dieta alla curva della cistifellea
3 Prodotti
Dolore al fegato - cause, natura, diagnosi e trattamento
Principale // Ricette

Esame del sangue per cirrosi epatica


Un esame del sangue per la cirrosi epatica rimane il principale metodo di diagnosi della malattia. Sono i dati dello studio di laboratorio che consentono al medico non solo di confermare la presenza di una lesione (anche se non ci sono segni esterni), ma anche di prescrivere un trattamento adeguato per le condizioni del paziente.

La cirrosi è una patologia grave che può causare la morte prematura di una persona. Se parliamo di quali tipi di esami del sangue sono praticati ai fini della diagnosi, allora questa è un'analisi generale e biochimica. Se necessario, possono essere assegnati e test specifici.

Analisi del sangue generale

Al fine di diagnosticare la cirrosi epatica - quando compaiono sintomi tipici - il medico prescrive un esame del sangue generale per il paziente. Questo test ti consentirà di identificare o confermare la presenza di patologia. Per UAC, il sangue viene preso dal dito. Il recinto si svolge al mattino, a stomaco vuoto.

Con la cirrosi epatica, si verificano alcuni cambiamenti nella composizione del sangue di una persona, che consentono al medico di trarre conclusioni specifiche:

  • C'è una diminuzione dei livelli di emoglobina nel sangue. La norma per le donne è di almeno 120 g / l, per gli uomini almeno 130 g / l.
  • Risolti aumenti dei livelli di leucociti. Il tasso di leucociti in una persona sana è 4-9 * 10⁹ / l.
  • Sullo sfondo del danno epatico, vi è un aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti: l'alta ESR è un segno di un processo infiammatorio nel corpo. Negli uomini, il tasso di ESR supera i 10 mm / h, nella popolazione femminile - 15 mm / h.
  • Sono anche rilevati cambiamenti nella composizione proteica del sangue - si osserva una diminuzione del livello di albumina.

I dati ottenuti ci permettono di diagnosticare la cirrosi epatica. Per chiarire l'attuale stadio della malattia e la forza del danno d'organo, viene prescritto un esame del sangue biochimico.

Analisi del sangue biochimica

Gli indicatori di analisi biochimica del sangue nella cirrosi epatica sono più istruttivi. Aiutano a confermare / confutare la diagnosi e a determinare lo stadio del danno d'organo. Per la biochimica, il sangue viene prelevato dalla vena cubitale. Si svolge al mattino sul brindisi allo stomaco.

Nella composizione del sangue sono registrati cambiamenti piuttosto specifici. Riguardano i seguenti indicatori:

  • bilirubina: si osserva un aumento delle sue due frazioni;
  • transaminasi - crescita;
  • gamma-glutamil transpeptidasi - crescita;
  • fosfatasi alcalina - aumenta;
  • albumina (proteine) - c'è una diminuzione del livello;
  • le globuline stanno aumentando;
  • protrombina: diminuisce;
  • urea: un declino;
  • colesterolo: diminuzione;
  • aptoglobina: crescita in relazione alla norma;
  • enzimi epatici - aumentare.

bilirubina

Studiando i risultati dei test, il medico esamina il livello di bilirubina. È riconosciuto come uno degli indicatori più importanti. È il suo eccesso in relazione alla norma che indica l'infiammazione del fegato e dei dotti biliari. È accettato per assegnare bilirubin diretto e indiretto, così come il totale, che rappresenta il valore cumulativo di entrambe le frazioni.

I seguenti indicatori sono normali per un organo sano:

  • bilirubina totale - 8,5-20, 5 μmol / l;
  • diritto - non più di 4,3 μmol / l;
  • indiretto - non superiore a 17,1 μmol / l.

Cos'è la bilirubina? Questo è un particolare pigmento biliare formatosi dopo la rottura dell'emoglobina e dei globuli rossi. È il fegato che elabora e trasforma la sostanza.

Allo stesso tempo la bilirubina diretta (libera) entra nel sangue. Ma circola attraverso il flusso sanguigno per un breve periodo. La bilirubina libera, essendo una sostanza tossica, entra nel fegato, dove viene neutralizzata.

Sotto la condizione del normale funzionamento del corpo della bilirubina libera nel sangue contiene una quantità minima che non può avere sugli effetti avversi del corpo umano. Dopo il contatto con il fegato, si lega e viene quindi neutralizzato.

Appare la bilirubina indiretta, che quasi non entra nella circolazione generale. Quindi la sostanza nella composizione della bile viene trasportata nell'intestino e insieme alle feci viene espulsa naturalmente.

Con il danno cirrotico, il fegato non è in grado di neutralizzare tutta la bilirubina diretta. E più forte è il danno all'organo, maggiore è la quantità di bilirubina indiretta rilevata nel sangue. Esternamente, questo si manifesta nell'ingiallimento della pelle e nella sclera degli occhi. Inoltre, una persona sperimenta un forte prurito.

Enzimi specifici del fegato

Con lo sviluppo della cirrosi epatica, aumenta l'attività degli enzimi epatici sia specifici che non specifici. Ma se l'aumento del valore di quest'ultimo può verificarsi in malattie di altri organi, allora specifici biocatalizzatori epatici aumentano solo in caso di danno ai tessuti del fegato.

Gli enzimi non specifici sono:

  • AlT - normalmente non supera i 40 IU;
  • AsT - non dovrebbe superare 40 IU;
  • gamma-GGT - per il gruppo femminile non più di 36 IU / l, per gli uomini - non più di 61 IU / l;
  • Fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) - normalmente non deve superare 140 IU / l.

Aminotransferases - AlT e AsT - sono direttamente coinvolti nella produzione di aminoacidi. La produzione di questi tipi di enzimi renali avviene all'interno delle cellule e quindi nel sangue sono contenute in una quantità minima.

Ma in caso di danno cirrotico ai tessuti dell'organo, accompagnato dalla rottura degli epatociti (cellule epatiche), c'è un rilascio attivo di aminotransferasi. E dopo essere entrati nel flusso sanguigno, sono determinati eseguendo uno studio biochimico.

Il Gamma-GGT è un altro enzima necessario per il metabolismo degli aminoacidi a tutti gli effetti. Si accumula nei tessuti del pancreas, dei reni e del fegato. Con la disgregazione degli epatociti, è anche in quantità significative espulse nella circolazione generale.

La fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) è necessaria per la separazione dei fosfati dalle molecole. L'enzima si accumula nelle cellule del fegato e nella cirrosi, accompagnato da una violazione dell'integrità delle cellule del corpo, viene escreto nel sangue. C'è un eccesso significativo di indicatori.

L'elenco degli enzimi epatici specifici comprende arginase, nucleotidasi e altri. L'anormalità si verifica anche a causa della ripartizione attiva degli epatociti.

Livello di proteine

Un esame del sangue in presenza di cirrosi mostra anomalie nel livello delle proteine ​​del sangue. Il fegato interessato non è in grado di partecipare pienamente al metabolismo delle proteine. Il luogo di formazione di albumina (proteine) diventa tessuto epatico. E quando il corpo non è più in grado di produrre questa proteina, la ricerca mostra il suo declino.

La norma dell'albumina è un indicatore di 40-50 g / l. Ma con la cirrosi epatica, c'è una diminuzione sia del livello di albumina che di proteine ​​totali. Il tasso di quest'ultimo è di 65-85 g / l.

Ulteriori indicatori

Oltre agli indicatori considerati, il medico è interessato a molti altri valori:

  • Quando la cirrosi epatica ha rivelato una ridotta quantità di testosterone sullo sfondo di un aumento dell'estrogeno ormonale.
  • Viene determinato l'aumento di insulina, che il corpo ha bisogno di abbattere e trasformare il glucosio dal cibo.
  • Il fegato diventa il sito della sintesi dell'urea, quindi, in violazione delle funzioni dell'organo, il suo indice diminuisce a 2,5 mmol / lo meno.
  • Si osserva un aumento dei livelli di aptoglobina. Indica la presenza di un processo infiammatorio.
  • C'è una diminuzione dei livelli di colesterolo nel sangue.

Per determinare il tipo di cirrosi, vengono eseguiti esami del sangue per la presenza di determinati anticorpi. Nella cirrosi autoimmune, il sangue viene testato per gli anticorpi antinucleari. Per determinare la cirrosi biliare a causa dell'ostruzione prolungata del dotto biliare, si raccomanda l'analisi del sangue per la presenza di anticorpi antimitocondriali.

Determinare la gravità della malattia

Le analisi di decodifica consentono al medico di determinare la gravità della cirrosi. Per questo, viene utilizzata la classificazione Child-Pugh.

Test per la cirrosi epatica

La diagnosi di cirrosi epatica dovrebbe essere completa. All'esame iniziale, il medico può effettuare una diagnosi preliminare basata su segni clinici e prescrivere un'ecografia addominale e test di laboratorio. La cirrosi è una grave lesione del parenchima epatico, in cui il normale tessuto funzionale è sostituito da tessuto connettivo denso. I cambiamenti nel corpo sono irreversibili, i test possono solo aiutare a determinare la gravità del danno e dare al paziente una previsione.

emocromo completo

Un esame del sangue clinico (generale) è lo studio più semplice che mostra il numero di cellule del sangue nel sangue, i loro cambiamenti qualitativi e quantitativi. Questa analisi include i seguenti indicatori chiave:

  • I globuli rossi sono globuli rossi che trasferiscono l'emoglobina ai tessuti. Con la cirrosi epatica, il loro numero è inferiore alla norma.
  • L'emoglobina è un pigmento di globuli rossi responsabile del trasporto di ossigeno e anidride carbonica. Il suo livello è ridotto a causa di una diminuzione del numero di globuli rossi.
  • Le piastrine sono cellule che sono coinvolte nella coagulazione del sangue. Nei pazienti con cirrosi epatica, il loro numero è ridotto, il che aumenta il rischio di sanguinamento.
  • ESR (tasso di sedimentazione eritrocitaria) è un test che consente di determinare lo sviluppo di cambiamenti patologici nel corpo. In questo caso, la velocità aumenta.
  • I leucociti sono cellule incolori che vengono attivati ​​da qualsiasi processo infiammatorio. Nella cirrosi, il loro livello aumenta quando il sistema immunitario rifiuta il tessuto cicatriziale del fegato e include meccanismi protettivi.

Biochimica del sangue

L'analisi del sangue biochimica per la cirrosi epatica è uno studio di laboratorio di base, in base al quale si può giudicare il grado di danno tissutale. Dopo aver decodificato i risultati, potrebbero essere necessari ulteriori test, ma prima viene prescritta la biochimica del sangue.

enzimi

Il fegato è un organo che produce un'enorme quantità di enzimi necessari per il corretto funzionamento dell'intero organismo. Gli studi sugli enzimi epatici nella maggior parte dei casi sono inclusi in un esame del sangue biochimico completo, ma possono anche essere eseguiti separatamente. Nel valutare il quadro generale, si dovrebbe concentrarsi non solo sui risultati della biochimica, ma anche sui sintomi della malattia, poiché un aumento del livello di enzimi può essere osservato anche nelle malattie di altri organi.

ALT e AST

ALT (alanina aminotransferasi) e AST (aspartato aminotransferasi) sono enzimi epatici (proteine) che sono coinvolti nel metabolismo degli amminoacidi. Il loro secondo nome è transaminasi o aminotransferasi. In una persona sana, la loro attività nel sangue non viene visualizzata e varia tra 31-37 U / l per le donne e 31-47 U / l per gli uomini.

Un aumento del livello di aminotransferasi nel sangue può indicare alcune condizioni patologiche.

  • La necrosi (morendo) delle cellule del fegato è un processo irreversibile in cui le pareti cellulari vengono distrutte e gli enzimi all'interno vengono rilasciati nel sangue. Tuttavia, gli indicatori di ALT e AST nella cirrosi epatica non saranno notevolmente aumentati, poiché le cellule rimanenti non sono sufficienti a causare il loro forte aumento.
  • La stagnazione della bile (colestasi) nella cirrosi colpisce anche i processi del metabolismo cellulare, che porta alla necrosi degli epatociti e ad un aumento del livello di ALT e AST.
  • La degenerazione grassa, che è il primo stadio nello sviluppo della cirrosi, causa anche un aumento dell'attività dell'enzima epatico.

ALT e AST in caso di cirrosi epatica o sospetto di esso è uno degli indicatori più brillanti. Mostrano lo sviluppo di processi infiammatori nel fegato e la distruzione di cellule funzionali. Tuttavia, il loro livello può dipendere anche da altri fattori: età, sesso (nelle donne, gli indicatori sono normalmente inferiori) e peso corporeo (il sovrappeso è la causa dell'aumento di ALT e AST).

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

Fosfatasi alcalina

La fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) è un enzima coinvolto nei processi del metabolismo del fosforo. Fende le molecole di fosforo dai composti organici e le trasporta attraverso la membrana cellulare. Si chiama alcalino perché presenta la massima attività a un pH compreso tra 8,6 e 10,1. La fosfatasi alcalina si trova e agisce nelle cellule del fegato e delle vie biliari, pertanto, nella cirrosi, un esame del sangue mostra un aumento del suo livello nel sangue.

Gamma-glutamiltransferasi (GGT)

Il GGT è un enzima che normalmente si trova anche nelle cellule del fegato ed è coinvolto nel metabolismo degli amminoacidi. Il suo rilascio nel sangue è osservato nei cambiamenti infiammatori o degenerativi del fegato, tra cui l'epatite e la cirrosi. Il suo livello aumenta anche con l'alcolismo e ritorna normale dopo un mese dall'abbandono dell'alcol, se la malattia non ha avuto il tempo di iniziare cambiamenti irreversibili nel fegato.

Nella diagnosi della malattia del fegato, questo enzima non è meno importante di altri parametri del sangue. Negli uomini sani, il suo livello è 10-71 U / l, per le donne, 6-42 U / l. Con la cirrosi, questi numeri possono aumentare in modo significativo.

Proteine, grassi, elettroliti

In caso di cirrosi epatica, la biochimica mostra le condizioni generali di tutti gli organi principali del paziente.

Proteine ​​totali

Le proteine ​​che si trovano nel plasma sanguigno e vengono rilevate dalla ricerca biochimica sono anche sintetizzate nelle cellule del fegato. I principali sono l'albumina e le globuline e la quantità totale di proteine ​​è la quantità di entrambe queste frazioni. Nella cirrosi, gli epatociti muoiono e le proteine ​​si formano in piccole quantità, il che porta a una diminuzione dei loro livelli ematici. Oltre alla malattia del fegato, l'ipoproteinemia può essere il risultato di un'assunzione insufficiente di proteine ​​dal cibo, processi infiammatori o neoplastici nel corpo.

bilirubina

La bilirubina è un pigmento biliare formato da emoglobina e mioglobina. Nel sangue, è presente nella forma non legata (libera), quindi entra nel fegato e si lega all'acido glucuronico. In una forma legata, viene escreto nelle feci e nelle urine, causando il loro colore giallo.

La bilirubina nella cirrosi epatica si riscontra nel sangue in concentrazioni elevate. Normalmente, il suo livello non supera 5 mmol / l, e questo rappresenta circa il 4% della bilirubina totale nel corpo. Questa sostanza è tossica in grandi quantità, può penetrare nel cervello e causare fenomeni nervosi. Lo stesso pigmento provoca lo sviluppo dell'ittero.

Indice protrombina

La protrombina è una proteina, il precursore della trombina, responsabile della coagulazione del sangue e della formazione di coaguli di sangue. Per determinare la quantità di questa proteina utilizzando il test rapido. Lo studio confronta il tasso di coagulazione del plasma sanguigno di una persona sana e il plasma del sangue studiato. Con la cirrosi, la quantità di protrombina si riduce e quindi l'indice di protrombina diminuisce.

saggi immunologici

I risultati dell'analisi biochimica del sangue potrebbero non essere sufficienti per valutare appieno il quadro clinico della malattia. Tra tutte le forme di questa malattia, la cirrosi biliare può essere di origine autoimmune. Le analisi del sangue immunologiche possono rilevare determinati anticorpi:

  • AMA - antimitocondriale;
  • SMA - anticorpi per levigare i muscoli;
  • anti - LKM1 - anticorpi ai microsomi del fegato e reni di tipo 1;
  • ANA - anticorpi antinucleari.

Gli studi immunologici non sono necessari per tutti i pazienti. Sono prescritti solo se la causa del dolore al fegato non è chiara. In tali pazienti, il sistema immunitario attacca e distrugge gli epatociti, assumendoli per sostanze estranee. I test immunologici sono un modo per diagnosticare la cirrosi epatica e la sua eziologia se il sondaggio di un paziente e altri test falliscono.

Test delle urine

La cirrosi epatica è una malattia grave che colpisce il lavoro di tutti gli organi e sistemi. La sospetta cirrosi è un'indicazione per un esame completo del corpo, inclusa l'analisi delle urine. Le inclusioni patologiche possono essere trovate nei pazienti: proteine, cilindri, eritrociti, bilirubina e leucociti.

Determinazione dello stadio della cirrosi mediante analisi

Il conteggio del sangue in caso di cirrosi epatica può non solo indicare la presenza della malattia, ma anche aiutare a scoprire a quale stadio si trova il paziente. Per questo, c'è il metodo Child-Pugh, che si basa su vari test di laboratorio. La tabella mostra i principali indicatori che hanno valore diagnostico nel valutare la gravità della cirrosi.

Quali test prendere in caso di cirrosi epatica?

Lascia un commento 2,131

Abbiamo bisogno di test per la cirrosi epatica al fine di fare una diagnosi accurata. Passano complessi. L'oggetto di studio potrebbe essere l'urina, le feci, il sangue. I medici eseguono un esame del sangue per la cirrosi, poiché i loro indicatori forniscono la descrizione più chiara del quadro clinico del paziente. Inoltre, forniscono l'opportunità di scoprire di più sulla natura della malattia e valutare lo stato generale della funzionalità del fegato. L'analisi biochimica del sangue è in grado di determinare la malattia, che nel corpo del paziente, la sua forma (acuta o cronica), così come la gravità e la fase di sviluppo.

Una varietà di analisi del sangue può essere utilizzata per confermare la cirrosi epatica.

Quali esami del sangue hai bisogno di prendere in caso di cirrosi?

Valutazione del sangue generale

Un esame del sangue generale per la cirrosi epatica aiuta a scoprire in quale fase si sviluppa la malattia. Se i leucociti sono più alti del normale e l'emoglobina è ridotta, allora questo è lo stadio attivo della malattia (i leucociti aumentano con l'infiammazione). Quando allo stesso tempo la velocità di eritrosedimentazione è aumentata, questa è la prova che i processi infiammatori accompagnano la malattia. Di conseguenza, anche la concentrazione di proteine ​​del sangue con l'albumina diminuisce. Se si sviluppa ipertensione portale, allora si verifica trombocitopenia.

coagulazione

Un coagulogramma è un esame del sangue per la velocità con cui il plasma si coagula dopo l'aggiunta di una miscela di tromboplastina e calcio (tempo di protrombina). Normalmente, le tariffe raggiungono circa 15-20 secondi. Ma quando la fase di progresso della cirrosi, allora questo periodo diventa più lungo. Tutti i fattori di coagulazione non possono esistere senza il lavoro del fegato e della vitamina K.

Metodi immunologici

La diagnosi aiuta a studiare quale livello di anticorpi anti-mitocondri (MA) nel sangue. Se il rapporto tra il titolo di MA del Toro è superiore a 40, i risultati indicano che la cirrosi primaria si sta sviluppando (gli indicatori caratterizzano la progressione della malattia). Questo test aiuta a identificare la malattia in uno stadio precoce e latente. I metodi sierologici aiutano a trovare infiltrati gommosi. Queste strutture si trovano quando un paziente ha la sifilide. Quindi la morte delle cellule epatiche è considerata una malattia secondaria.

Il resto dei test

Altri test aiutano a garantire che la diagnosi sia corretta, e anche a scoprire se ci sono complicazioni della malattia del fegato. Altre analisi del sangue includono test:

  • Alfafetoproteina: aiuta a scoprire se esiste un cancro al fegato e determina lo stadio di sviluppo della malattia;
  • ammoniaca - l'alta concentrazione di ammoniaca influisce negativamente sul cervello.

Qual è la caratteristica della biochimica?

Analisi biochimiche

Questa è un'analisi completa, cioè, ma donare il sangue per gli indicatori di diverse sostanze. Ce ne possono essere 40 in totale, ma da questo elenco il medico seleziona i componenti che deve indagare. Per l'analisi, vengono utilizzati dispositivi specifici, ad esempio un fotoelettrocolorimetro, che distingue i componenti del sangue colorati in diversi colori con reagenti speciali. Solo un professionista è in grado di eseguire la procedura, poiché richiede l'adesione a un chiaro algoritmo nel condurre reazioni chimiche.

Test epatici: ALT, AST

Per una valutazione generale dello stato fisiologico del fegato, della cistifellea e delle vie biliari, vengono utilizzati i seguenti indicatori:

  • attività enzimatica - alanina aminotransferasi (ALT), aspartato aminotransferasi (AST), fosfatasi alcalina (ALP), gamma glutamiltransferasi (GGT);
  • il livello di bilirubina e di proteine ​​totali (ad esempio di albumina) nel sangue, comprese le loro frazioni.

Ma per un quadro più accurato della malattia del fegato, vengono eseguiti altri metodi di ricerca: rilevamento preededal, risonanza magnetica e ultrasuoni.

Bilirubina - che cos'è?

La bilirubina si forma a causa della rottura dell'emoglobina e dei globuli rossi nel plasma sanguigno, quindi trasformata nel fegato. Questo pigmento biliare si divide in due frazioni: diretta (in un corpo sano - non più di 4,3 μmol / l) e indiretta (17,1 μmol / l). Un complesso di frazioni è chiamato bilirubina comune. Normalmente, la totalità di una sostanza non supera 8,05-20,5 μmol per litro. In caso di cirrosi, la bilirubina ha anche un livello elevato (si forma encefalopatia epatica), poiché il suo eccesso sarà certamente diretto al fegato. La sostanza è tossica e può causare reazioni cutanee allergiche (ittero).

Come sono correlati alanina aminotransferasi e aspartato aminotransferasi?

Alanina aminotransferasi (ALT) aspartato aminotransferasi (AST) è un enzima prodotto dal fegato. L'ALT innesca la trasformazione dell'aminoacido alanina e AST trasforma l'acido aspartico. Entrambi gli enzimi partecipano attivamente alla struttura della proteina nel corpo. Normalmente, la concentrazione di AST nel sangue non supera 0,1-0,45 μmol per litro e ALT 0,1Л0,68 μmol per litro.

ALT e AST aumentano quando gli epatociti (cellule epatiche) sono danneggiati, che sono stati successivamente influenzati dagli effetti negativi di virus, fattori autoimmuni, intossicazione o assunzione di determinati farmaci. Iperfermentemia ALT e AST possono avere 3 fasi: moderata (la norma è superata in 1,5-5 p.), Moderata (fino a 6-10 p.), Alta (più che in 10 p.). Questo di solito si verifica in presenza di tali malattie: epatite alcolica acuta (infiammazione del tessuto epatico), epatite cronica, epatite tossica, epatite B (la sua forma latente può essere rilevata a causa di alti livelli di ALT), cirrosi latente del fegato (in questo caso, l'ALT potrebbe non aumentare). ).

Trascrizione all'albumina

Livelli di caduta della principale proteina del sangue - albumina. Per una persona sana, la sua quantità è 40-50 g / l. La riduzione indica danni alla microcircolazione e la minaccia di insufficienza renale. Di solito questo è dovuto a processi infiammatori. A volte una soluzione di albumina al 20% viene somministrata a pazienti con cirrosi epatica al fine di sostenere la loro attività vitale e accelerare il recupero.

Qual è la trascrizione della concentrazione di altre sostanze?

Se il livello di gamma-glutamil transpeptidasi è significativamente più alto della norma (0,6-3,96 mmol / l), allora questa persona soffre di malattie del tratto biliare. Lo stesso modello può essere caratterizzato da una quantità eccessiva di fosfatasi alcalina (in uno stato sano - 1-3 mmol / l). Il livello di lattico deidrogenasi è troppo alto: si può essere sicuri che il paziente abbia necrosi delle cellule del fegato, anche se non ci sono ancora sintomi visibili. Un basso contenuto di protrombina suggerisce che il sangue del paziente non si coagula correttamente e che la chirurgia può aumentare il rischio di complicanze. Le sostanze come l'urea e il colesterolo sono di solito raramente studiate. Ma il loro ridotto accumulo nel plasma sanguigno indica anche un malfunzionamento del fegato.

Altri metodi diagnostici in biochimica

Effettuare test per il rapporto degli ormoni con la quantità totale di plasma sanguigno. È scientificamente confermato che la concentrazione di specifici principi attivi biologici varia con la cirrosi. Ad esempio, il testosterone viene abbassato, mentre aumenta la quantità di estrogeni. Inoltre, l'insulina aumenta. Inoltre, questo ormone viene rilasciato perché è necessario digerire il glucosio e il fegato non può far fronte a un tale carico.

Determinazione della gravità

Per determinare la gravità della cirrosi, non è sufficiente solo passare un'analisi biochimica. È necessario valutare i risultati che indicano la malattia. Per fare questo, trova nella tabella il valore di albumina, bilirubina, encefalopatia epatica, tempo di protrombina, ascite, corrispondente alle analisi. A seconda della gravità della malattia, cinque gradi sono distribuiti con punti - da 1 a 3 punti ciascuno. La scala Child-Pugh offre l'opportunità di valutare la probabilità con cui un paziente è in grado di sopravvivere e recuperare.

Sono offerte le seguenti classi:

  • Il bambino A (chiamato anche compensato) è la classe con la patologia meno pronunciata. Il suo punteggio è 5-6 punti per scala. In questo caso, si prevede che il paziente vivrà per altri 15-20 anni. I medici allo stesso tempo non consigliano di trapiantare il fegato e la probabilità di morte dopo l'intervento chirurgico non è superiore al 10%.
  • Child B (o subcompensato) ha 7-9 punti. L'aspettativa di vita del paziente è stimata in circa 10 anni. I medici dei pazienti di classe B sono invitati a sottoporsi a un trapianto di fegato, ma avvertono che la morte dopo l'intervento è possibile nel 30% dei casi.
  • Il bambino C (classe scompensata) ha ottenuto 10-15 punti su una scala. La probabilità di vivere un periodo di circa 1-3 anni è alta. Il trapianto di fegato per la classe C è una necessità, ma solo il 18% sopravvive dopo l'intervento chirurgico.

Child-Pugh è una scala con cui è possibile determinare la gravità della cirrosi epatica. Se non si osservano complicazioni e non vi sono esacerbazioni acute nell'eziologia della malattia, sarà appropriato il sistema per calcolare la gravità della cirrosi. Ma la scala Child-Pugh non tiene conto di tutti gli aspetti della malattia. Inoltre, ci sono alcune forme della malattia quando ci sono molti dei sintomi menzionati in una gradazione. Questo complica la valutazione.

Conta epatica nella cirrosi epatica

Comprendendo gli indicatori della cirrosi epatica, puoi scoprire lo stadio della malattia. Dopo aver esaminato quando ALT e AST, bilirubina, analisi del sangue e biochimica con cirrosi diventano critiche, è possibile determinare il grado di gravità della malattia. Questa conoscenza non sarà mai superflua. Nella società moderna, la cirrosi epatica è una malattia comune. E se è presente, non sarà possibile curare completamente l'organo. La malattia può essere fermata solo perché non vi è rigenerazione delle cellule epatiche. Anche nonostante lo sviluppo della medicina moderna, non esiste una medicina che aiuti a ripristinare l'organo. Un appello tempestivo a uno specialista e l'esecuzione delle necessarie misure diagnostiche aiutano in tempo a rilevare il disturbo e risolvere il problema con perdite minime.

Misure diagnostiche per la cirrosi epatica

La cirrosi è una malattia grave che non può essere curata a casa. La malattia può essere fatale se la diagnosi è fatta in ritardo o se il paziente non cerca assistenza medica. Al fine di determinare se un paziente ha cirrosi e quanto la malattia ha colpito il fegato, i test sono estremamente necessari:

  • emocromo completo;
  • analisi generale di urina;
  • analisi del sangue biochimica;
  • analisi enzimatica;
  • dati di coagulazione del sangue;
  • indicatori di antigeni e anticorpi;
  • studio immunologico;
  • esami del sangue per gli ormoni;
  • esame ecografico dell'organo interessato;
  • tomografia computerizzata;
  • test del fegato;
  • imaging a risonanza magnetica.

I test di cui sopra per la cirrosi epatica sono i più comuni. La necessità di fare analisi più dettagliate sorgerà nel caso in cui la diagnosi sia confermata.

Dopo aver esaminato la storia del paziente e aver raccolto tutti i dati necessari dai test, il medico può diagnosticare la cirrosi.

Esami del sangue di laboratorio

Un esame del sangue per la cirrosi epatica è un materiale di base, lo studio del quale darà una comprensione della presenza della malattia. Questo materiale viene utilizzato per ottenere indicatori di bilirubina epatica nella cirrosi epatica, gli enzimi principali, la coagulazione, la presenza di antigeni e anticorpi, i dati ormonali, immunologici e di altro tipo del paziente.

Analisi generale

Prima di intraprendere un esame approfondito del paziente, lo specialista riferirà il paziente a un esame del sangue generale. I principali parametri del sangue nella cirrosi epatica sono i seguenti:

biochimica

Il metodo più rivelatore e completo di diagnosi è la biochimica per la cirrosi epatica. L'analisi del sangue biochimica per sospetta cirrosi epatica è prescritta in caso di rilevazione di deviazioni nei risultati ottenuti in uno studio precedente. Nell'analisi biochimica del sangue, sono noti i seguenti indicatori:

ALT e AST sono indicatori che rivelano i dati di profondità (AST) e l'estensività (ALT) del danno d'organo. ALT e AST nella cirrosi epatica sono in primo luogo nella diagnosi. L'alanina amminotransferasi è un enzima della ghiandola digestiva e un aumento del livello di ALT nella cirrosi suggerisce un danno d'organo di natura infiammatoria. L'ALT nella cirrosi epatica supererà la norma di oltre 5 volte. A sua volta, un enzima AST aumentato indica segni di un processo necrotico.

L'ALP è una delle membrane costitutive dell'epatite e il suo valore aumentato indica anche danni all'organo.

L'aumento della gamma-glutamil transpeptidasi (GGTP) indica problemi con i dotti biliari.

La bilirubina è un tipo di cibo per il fegato, in quanto è l'oggetto del trattamento del sistema epatico del corpo. La bilirubina nella cirrosi epatica, che ha una frequenza elevata per un lungo periodo, indica un danno significativo all'organismo, che può anche colpire il sistema nervoso, portando a encefalopatia mista. È interessante notare che gli indicatori della bilirubina nella cirrosi epatica sono quasi sempre aumentati.

La biochimica del sangue consente non solo di rilevare la presenza della malattia, ma anche di stabilire l'entità del danno d'organo:

  1. La stabilizzazione delle condizioni del paziente è indicata da una diminuzione del livello di ALT e AST, così come dalla presenza di bilirubina nell'intervallo accettabile. Un quadro del genere può significare l'efficacia del trattamento e la rimozione dell'esacerbazione delle malattie che portano allo sviluppo della cirrosi. Gli stessi dati hanno una fase inattiva della malattia.
  2. Il decorso costante dei livelli di ALT, AST e bilirubina indica costantemente il decorso della malattia senza modifiche.
  3. Questi indicatori mostrano che il rifiuto dell'organo viene improvvisamente riportato alla normalità con l'assenza di un miglioramento generale delle condizioni del paziente. Questa situazione suggerisce che enzimi vitali e bilirubina non sono più disponibili per il sistema circolatorio umano.

In caso di cirrosi epatica, la biochimica è una specie di atlante, che consente di conoscere il grado di progressione della malattia e prevedere il possibile esito del trattamento.

Altre analisi del sangue

Oltre ai test di cui sopra, gli adulti eseguono esami del sangue per questi indicatori:

  1. Contenuto di proteine ​​e costruzione di proteine. Una maggiore quantità di gamma globuline è caratteristica della cirrosi con segni autoimmuni o di origine virale dell'epatite.
  2. La quantità di albumina Bassi livelli di albumina indicano un'epatite virale o la natura autoimmune della malattia.
  3. La quantità di glucosio, potassio, sodio. In particolare, un basso livello di sodio è una prova di insufficienza epatica.
  4. Il contenuto di urea e creatinina. Con lo sviluppo di complicanze ci sono maggiori indicazioni di questi elementi.
  5. Il tasso di coagulazione del sangue. A seconda di quale indicatore si ottiene, determinare la presenza della malattia. Se la malattia si sviluppa, è significativamente inferiore al normale e, di conseguenza, il paziente può sanguinare.
  6. Il contenuto di immunoglobuline. Questo tipo di analisi aiuterà a capire cosa ha causato lo sviluppo della malattia. Un alto livello di immunoglobulina A indica il coinvolgimento di bevande alcoliche. Un grande indicatore dell'immunoglobulina M è caratteristico della cirrosi biliare. Se lo studio ha rivelato una quantità eccessiva di immunoglobulina G, allora questo indica una malattia con segni di malattie autoimmuni.
  7. Se si sospetta cirrosi epatica, al paziente deve essere somministrato un referral per condurre un esame del sangue per la presenza di patogeni virali per l'epatite. Tali studi includono la ricerca di anticorpi contro l'epatite B, C, D; ricerca di residui dei virus stessi, in particolare il DNA dell'epatite B o dell'RNA dell'epatite C e D.
  8. Lo studio di enzimi specifici, come nucleotidasi, arginase e fruttosio-1-fosfataldolasi. Il loro contenuto farà di nuovo la diagnosi corretta.

Importanti sono gli studi al plasma sulla quantità di determinati ormoni. Nel caso di danni agli organi fibrosi, si osserva un fallimento del sistema ormonale umano. È causato dalla sintesi di ormoni nel fegato, in particolare testosterone ed estrogeni. Con lo sviluppo di processi patologici c'è una diminuzione del livello del primo e un aumento del numero del secondo. Inoltre, con problemi con il corpo, c'è un aumento del livello di insulina.

Al fine di determinare quali test devono essere presi in aggiunta, è importante decifrare correttamente quelli disponibili e valutare correttamente le condizioni del paziente.

Test di laboratorio delle urine

Questo studio di laboratorio è una specie di assistente nella ricerca di malattie associate. Il fenomeno è abbastanza comune quando, sullo sfondo del danno d'organo, si sviluppano malattie come l'insufficienza renale o l'ascite. Lo sviluppo di queste malattie è osservato in più dell'80% dei pazienti con cirrosi. E i comuni test delle urine per la cirrosi epatica aiutano a rilevare le tracce di queste malattie. Parlando dei segni dello sviluppo di malattie comorbili è possibile con deviazioni nei seguenti indicatori:

Test per la cirrosi epatica

La cirrosi epatica è una malattia cronica in cui si osserva la struttura del fegato, la proliferazione del tessuto connettivo e la disfunzione di un organo vitale. Per lungo tempo, la malattia procede in forma asintomatica, poiché i tessuti del "filtro umano" sono soggetti a rigenerazione e rigenerazione. Tuttavia, sotto l'influenza di fattori patogeni sottoposti a processi irreversibili che alla fine distruggono il fegato, possono causare disabilità, morte.

Descrizione generale della diagnosi

Al fine di ottenere una dinamica positiva della malattia, è necessario rispondere tempestivamente ai sintomi allarmanti, eseguire i test necessari per la cirrosi epatica, sottoporsi a un trattamento conservativo. Ma quali sono i segni di questa diagnosi fatale? Questo è:

  • fegato ingrossato alla palpazione;
  • decolorazione della pelle;
  • aumento del gonfiore degli arti inferiori;
  • dolore sul lato destro delle costole;
  • vene a ragno sulla pelle;
  • rete vascolare sulla sclera dell'occhio;
  • segni di dispepsia di varia gravità;
  • debolezza generale.

È importante chiarire che il colore della pelle con la cirrosi diventa giallo, pallido; mentre le feci hanno una consistenza instabile. Il paziente rimane in uno stato di perpetua malattia e la nausea mattutina progredisce gradualmente fino a riflessi di vomito prolungati con separazione del sangue. Tali sintomi sono caratteristici della forma avanzata della malattia, ma per prevenirla sono necessarie diagnosi tempestive e un successivo trattamento complesso.

Diagnosi della malattia

Per comprendere la forma in cui prevale questa diagnosi fatale, è necessario iniziare l'esame visitando il terapeuta con un riassunto delle sue lamentele. Questo sarà seguito da una consultazione con uno specialista con la raccolta di anamnesi, esami clinici e studi di laboratorio dettagliati.

La diagnosi principale è un'ecografia dell'organo interessato, ma in aggiunta possono essere richiesti laparoscopia e la biopsia, dove l'ultimo test di laboratorio determina o rifiuta la presenza di cellule tumorali nel fegato.

Un esame del sangue per la cirrosi epatica è uno studio di laboratorio fondamentale che mostra il corso del processo patologico e le sue complicanze. Determina la malattia e fai la diagnosi finale - una domanda di un solo giorno, quindi questo problema con la salute dovrebbe essere trattato con scrupoli particolari.

Test richiesti

Se il medico sospetta una rapida malattia chiamata "Cirrosi epatica", allora raccomanda che il paziente clinico esegua un esame completo del sangue e delle urine, un test delle feci e numerosi test biochimici in laboratorio. Ma che cosa fornisce una diagnosi del genere, quali informazioni fornisce lo specialista specializzato sul reale stato di salute del paziente?

L'emocromo completo mostra un forte calo dell'emoglobina, un aumento del numero di leucociti, un salto nell'indicatore ESR. Tali risultati suggeriscono già pensieri ansiosi, confermano ancora una volta l'esacerbazione del processo infiammatorio nel corpo. Un salto nella VES in un quadro così clinico indica una diminuzione del livello di albumina, che è caratteristica di una forma progressiva di cirrosi. Bassa emoglobina contribuisce inoltre allo sviluppo di anemia da carenza di ferro con conseguente indebolimento della risposta immunitaria del corpo.

Cambiamenti irreversibili si osservano anche nei test di laboratorio delle urine, ad esempio proteine, globuli bianchi, cilindri, eritrociti e bilirubina compaiono nella composizione chimica. Se parliamo del materiale biologico di una persona sana, tali indicatori prevalgono nell'importo minimo o inesistente. Come opzione, la presenza di singoli eritrociti è considerata normale, la proteina in una quantità di fino a 0,03 g, i leucociti fino a 3 unità. Ma la bilirubina dovrebbe essere completamente assente nella composizione delle urine, altrimenti esiste un'estesa patologia epatica.

L'analisi delle feci contiene anche preziose informazioni sulla diagnosi progressiva del corpo. È già visivamente ovvio: il colore delle masse fecali è cambiato, si è verificata la decolorazione e si è verificata la comparsa di una tonalità di argilla. Questo cambiamento è spiegato dall'assenza dell'enzima, la stercobilina, che conferisce alle feci un colore marrone. Già questo sintomo dovrebbe allertare il paziente, perché indica gravi problemi nel fegato e nella cistifellea. È anche possibile il rilascio di coaguli di sangue con masse fecali, che è associato con l'infiammazione e l'espansione delle emorroidi. La sedia del paziente è rotta, è notevole per la sua instabilità: alcuni pazienti soffrono di diarrea cronica, altri soffrono di stitichezza.

Se si sospetta la cirrosi epatica, è imperativo eseguire esami del sangue biochimici, che sono decisivi nella formulazione della diagnosi finale. Con una malattia caratteristica, la composizione biochimica del sangue cambia e gli indicatori individuali non corrispondono all'intervallo normale. In questo caso, stiamo parlando dei seguenti valori:

  • elevata bilirubina in tutte le frazioni;
  • un salto negli indicatori di Avt, GGT e fosfatasi alcalina;
  • crescita di globuline ed enzimi epatici;
  • declino di urea e colesterolo;
  • elevata aptoglobina.

Separatamente, vale la pena ricordare che la bilirubina, essendo il prodotto della scomposizione dei globuli rossi e dell'emoglobina, viene processata nel fegato ed escreta nelle feci. In caso di cirrosi, il suo accumulo nel plasma supera la norma, il che spiega l'ingiallimento della pelle, delle mucose e della sclera degli occhi. Inoltre, è un enzima tossico che, con un'alta concentrazione nel sangue, provoca prurito cutaneo, gonfiore aumentato degli arti inferiori. Con la diagnosi specificata, il valore della bilirubina totale aumenta più volte, allo stesso tempo può superare l'indice di 100 μmol / l.


Una diagnosi così dettagliata permette di determinare non solo la malattia stessa, ma anche la sua forma, stadio. I test di laboratorio sono considerati ulteriori modi per determinare la cirrosi, e i principali medici chiamano ultrasuoni dell'organo interessato e laparoscopia. In caso di dubbio, potrebbe anche esserci un'urgente necessità di studi immunologici, ad esempio, la presenza di membrane mitocondriali, una diminuzione del testosterone, un salto di estrogeni e un aumento di insulina non sono esclusi. Tali cambiamenti ormonali sono anche caratteristici della diagnosi specificata, aiutano a scegliere un regime di trattamento adeguato. Con una diagnosi corretta, il paziente dopo un ciclo di terapia intensiva ha la possibilità di un lungo periodo di remissione e di salvezza del fegato interessato.

Emocromo completo per cirrosi epatica

La cirrosi è una malattia caratterizzata da cambiamenti nella struttura del tessuto epatico causati dalla morte degli epatociti e dalla loro sostituzione con tessuto connettivo. La malattia è spesso asintomatica, anche nelle fasi successive dello sviluppo. Analisi in caso di cirrosi epatica rendono possibile identificare il livello di disfunzione delle cellule epatiche, la gravità della malattia e fare una previsione del suo ulteriore sviluppo.

Cause di cirrosi

Contrariamente alla saggezza convenzionale, l'alcolismo cronico è un fattore ben definito nello sviluppo della cirrosi, ma non è l'unica causa possibile.

Quali altri fattori causano questa malattia:

epatite virale cronica; epatite autoimmune; intossicazione cronica al lavoro (benzene, naftaleni, metalli pesanti); farmaci (antibiotici, antinfiammatori non steroidei, citostatici, contraccettivi ormonali); disordini geneticamente indotti del metabolismo del rame o del ferro; malattie delle vie biliari, causando stasi biliare cronica nei dotti epatici.

Inoltre, la cirrosi idiopatica è possibile, quando la causa non può essere identificata. Questo è solitamente caratteristico della cirrosi biliare primitiva nelle giovani donne, quando per ragioni sconosciute la bile inizia a ristagnare nei piccoli dotti, causando la loro infiammazione e necrosi.

Sviluppandosi nel corso degli anni, la cirrosi cambia l'apparato ereditario delle cellule epatiche, portando all'emergere di generazioni di epatociti patologicamente alterati e causando un processo immuno-infiammatorio.

Diagnosi di laboratorio di cirrosi

Se si sospetta questa malattia, vengono eseguiti i seguenti test:

marcatori di virus dell'epatite, emocromo completo; biochimica del sangue: aminotransferasi, bilirubina, proteine ​​totali, frazioni proteiche, analisi delle urine; sangue occulto fecale.

I marcatori di virus dell'epatite permettono di determinare una delle possibili cause di malattia del fegato, feci di sangue occulto - per identificare una delle possibili complicanze (sanguinamento da varici esofagee).

Nessun esame del sangue per la cirrosi epatica non deve essere considerato isolatamente: hanno significato diagnostico e prognostico solo in combinazione.

emocromo completo

Un esame del sangue per la malattia del fegato viene eseguito con il conteggio delle cellule del sangue, comprese le piastrine.

La cirrosi è caratterizzata da una diminuzione del numero di cellule del sangue. La congestione venosa causata da questa patologia porta alla comparsa della sindrome da ipersplenismo, che è caratterizzata da un aumento sia della dimensione della milza che della sua attività. Normalmente, questo organo distrugge le cellule del sangue danneggiate e invecchiate: globuli rossi, leucociti e piastrine e la sua maggiore attività causa rispettivamente anemia, leucopenia e trombocitopenia. Cambiamenti simili sono caratteristici degli stadi avanzati della cirrosi.

L'aumento della velocità di eritrosedimentazione indica un processo infiammatorio lento. Inoltre, può essere causato da un cambiamento nel rapporto tra proteine ​​del sangue.

emoglobina: 130-160 g / l per gli uomini, 120-140 g / l per le donne; globuli rossi: 4-5x1012 / l per gli uomini, 3-4x1012 / l per le donne; leucociti: 4,9 x109 / l; piastrine: 180-320x109 / l; ESR - 6-9 mm / h.

Indicatori biochimici

Poiché il fegato è l'organo in cui vengono sintetizzate la maggior parte delle proteine ​​del corpo e molti enzimi (che sono le proteine ​​dalla loro struttura), la funzione compromessa degli epatociti modifica di conseguenza lo stato biochimico del sangue.

bilirubina

Questa sostanza è formata dalla distruzione dell'emoglobina e della mioglobina. La bilirubina stessa è tossica: il fegato la raccoglie e la rimuove dalla bile. L'aumento del numero indica la distruzione degli epatociti e la stagnazione nei dotti biliari. Tuttavia, nel 40% dei casi, la bilirubina con cirrosi epatica non supera il range normale.

Il tasso è 8,5-20,5 μmol / l.

aminotransferasi

O transaminasi, enzimi che si trovano in tutti i tessuti del corpo. Di maggiore interesse è l'alanina aminotransferasi (ALT), le cui concentrazioni massime sono rilevate negli epatociti e l'aspartato aminotransferasi (AsT), il cui massimo è presente nel muscolo cardiaco, ma anche le cellule epatiche lo contengono in quantità sufficiente. Elevati livelli di transaminasi nel sangue indicano la distruzione di epatociti. Nella cirrosi, le transaminasi aumentano leggermente (1,5-5 volte), rispetto ai cambiamenti che avvengono nell'epatite, poiché il processo non è più attivo come nell'infiammazione acuta. La normalizzazione dei livelli di transaminasi nel sangue può indicare stadi avanzati di cirrosi e un numero ridotto di epatociti.

Norma AlT 7-40 IU / l; AsT - 10-30 IU / l.

Gammaglyutamiltranspeptidaza

Un altro enzima, normalmente situato all'interno delle cellule. Un aumento isolato della sua concentrazione nel sangue nella cirrosi indica danni al fegato tossici, in combinazione con un aumento del colesterolo nel sangue e un aumento della bilirubina, aumento gamma glutamil transpeptidasi (entrambe le ortografie sono consentite) indicano colestasi intraepatica (stasi biliare nel fegato).

Il tasso di 10-71 U / l per gli uomini e 6-42 U / l per le donne.

Fosfatasi alcalina

L'enzima contenuto all'interno delle cellule delle pareti dei dotti biliari del fegato. Quando sono danneggiati, il contenuto nel sangue aumenta. Inoltre, tassi aumentati possono indicare colestasi intraepatica.

Norma: 80-306 U / l.

albumina

Proteine ​​del sangue che sono sintetizzate nel fegato. In caso di violazione delle sue funzioni, la quantità di albumina nel plasma sanguigno diminuisce.

Norma: 35-50g / l, che rappresenta il 40-60% delle proteine ​​del sangue totali.

Gamma Globulins

Questo è un complesso di immunoglobuline. Con la cirrosi epatica, il loro contenuto nel plasma sanguigno aumenta, indicando che la componente autoimmune è attaccata al processo infiammatorio.

Norma: 12-22% in siero.

Tempo di protrombina

La formazione del coagulo di protrombina nel plasma sanguigno, l'analisi che indica lo stato del sistema di coagulazione. Poiché tutte le proteine ​​del sistema di coagulazione sono sintetizzate all'interno degli epatociti, la morte delle cellule del fegato comporta una violazione della coagulazione del sangue. A fini prognostici, spesso non usano gli indicatori effettivi del tempo di protrombina, ma uno e i suoi derivati ​​- un rapporto normalizzato internazionale, che è determinato confrontando il tasso di formazione di coaguli con la norma di riferimento; corretto per il rapporto internazionale.

Norma 11-13,3 s, INR: 1.0-1.5.

Siero di ferro

Può indicare una delle cause dello sviluppo della cirrosi: una patologia genetica che causa un disturbo del metabolismo del ferro, l'emocromatosi. Allo stesso tempo, il ferro si accumula eccessivamente all'interno delle cellule del fegato, colpendo tossicamente gli epatociti.

La norma è 11-28 μmol / l per gli uomini e 6,6-26 μmol / l per le donne.

Analisi delle urine

Anche se è più spesso usato per valutare le condizioni dei reni, un test delle urine può dare un'idea di alcune delle funzioni del fegato. La cirrosi epatica causa un aumento del livello di bilirubina nel sangue, ed è escreta nelle urine, cambia i test. La bilirubina appare nelle urine, che nello stato normale non dovrebbe essere. Anche la quantità di urobilinogeno, un derivato della bilirubina, è in aumento, di solito assente nelle urine del mattino e 5-10 mg nell'urina giornaliera.

Valore prognostico

I dati di laboratorio sono usati per determinare la gravità della malattia. In genere, viene utilizzato Child-Pugh.

I punti sono determinati per ciascun indicatore e viene calcolato il loro importo totale.

Cirrosi compensata - 5-6 punti (classe A). Cirrosi subcompensata - 7-9 punti (classe B). Cirrosi scompensata - 10-15 punti (classe C).

Se tra i pazienti con cirrosi compensata secondo Child-Pugh, il tasso di sopravvivenza annuale è del 100% e due anni - 85%, poi tra i pazienti con cirrosi subcompensata scende all'81% e al 57%, rispettivamente, e tra i pazienti con cirrosi di classe C % e 35%.

Se parliamo di aspettativa di vita, allora per i pazienti con cirrosi di classe A raggiunge i 20 anni, mentre tra i pazienti con cirrosi di classe C scende ad un anno.

Secondo criteri estranei, il trapianto di fegato viene mostrato quando si raggiungono i 7 punti in Child-Pugh. L'elevata necessità di trapianto si verifica in pazienti con cirrosi di classe C.

La cirrosi epatica è una malattia lenta, spesso con un piccolo numero di sintomi. Le analisi cliniche aiuteranno a identificare la gravità della condizione in questa malattia epatica, a elaborare le tattiche di trattamento e a determinare la prognosi.

La cirrosi epatica è una malattia cronica in cui si osserva la struttura del fegato, la proliferazione del tessuto connettivo e la disfunzione di un organo vitale. Per lungo tempo, la malattia procede in forma asintomatica, poiché i tessuti del "filtro umano" sono soggetti a rigenerazione e rigenerazione. Tuttavia, sotto l'influenza di fattori patogeni sottoposti a processi irreversibili che alla fine distruggono il fegato, possono causare disabilità, morte.

Descrizione generale della diagnosi

Al fine di ottenere una dinamica positiva della malattia, è necessario rispondere tempestivamente ai sintomi allarmanti, eseguire i test necessari per la cirrosi epatica, sottoporsi a un trattamento conservativo. Ma quali sono i segni di questa diagnosi fatale? Questo è:

fegato ingrossato alla palpazione; decolorazione della pelle; aumento del gonfiore degli arti inferiori; dolore sul lato destro delle costole; vene a ragno sulla pelle; rete vascolare sulla sclera dell'occhio; segni di dispepsia di varia gravità; debolezza generale.

È importante chiarire che il colore della pelle con la cirrosi diventa giallo, pallido; mentre le feci hanno una consistenza instabile. Il paziente rimane in uno stato di perpetua malattia e la nausea mattutina progredisce gradualmente fino a riflessi di vomito prolungati con separazione del sangue. Tali sintomi sono caratteristici della forma avanzata della malattia, ma per prevenirla sono necessarie diagnosi tempestive e un successivo trattamento complesso.

Inizia l'esame con una visita al terapeuta

Diagnosi della malattia

Per comprendere la forma in cui prevale questa diagnosi fatale, è necessario iniziare l'esame visitando il terapeuta con un riassunto delle sue lamentele. Questo sarà seguito da una consultazione con uno specialista con la raccolta di anamnesi, esami clinici e studi di laboratorio dettagliati.

I nostri lettori raccomandano

Il nostro lettore normale ha raccomandato un metodo efficace! Nuova scoperta! Gli scienziati di Novosibirsk hanno rivelato il miglior rimedio per la cirrosi. 5 anni di ricerca. Auto-trattamento a casa! Dopo averlo letto attentamente, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.

La diagnosi principale è un'ecografia dell'organo interessato, ma in aggiunta possono essere richiesti laparoscopia e la biopsia, dove l'ultimo test di laboratorio determina o rifiuta la presenza di cellule tumorali nel fegato.

Un esame del sangue per la cirrosi epatica è uno studio di laboratorio fondamentale che mostra il corso del processo patologico e le sue complicanze. Determina la malattia e fai la diagnosi finale - una domanda di un solo giorno, quindi questo problema con la salute dovrebbe essere trattato con scrupoli particolari.

Test richiesti

Analisi del sangue generale

Se il medico sospetta una rapida malattia chiamata "Cirrosi epatica", allora raccomanda che il paziente clinico esegua un esame completo del sangue e delle urine, un test delle feci e numerosi test biochimici in laboratorio. Ma che cosa fornisce una diagnosi del genere, quali informazioni fornisce lo specialista specializzato sul reale stato di salute del paziente?

L'emocromo completo mostra un forte calo dell'emoglobina, un aumento del numero di leucociti, un salto nell'indicatore ESR. Tali risultati suggeriscono già pensieri ansiosi, confermano ancora una volta l'esacerbazione del processo infiammatorio nel corpo. Un salto nella VES in un quadro così clinico indica una diminuzione del livello di albumina, che è caratteristica di una forma progressiva di cirrosi. Bassa emoglobina contribuisce inoltre allo sviluppo di anemia da carenza di ferro con conseguente indebolimento della risposta immunitaria del corpo.

Cambiamenti irreversibili si osservano anche nei test di laboratorio delle urine, ad esempio proteine, globuli bianchi, cilindri, eritrociti e bilirubina compaiono nella composizione chimica. Se parliamo del materiale biologico di una persona sana, tali indicatori prevalgono nell'importo minimo o inesistente. Come opzione, la presenza di singoli eritrociti è considerata normale, la proteina in una quantità di fino a 0,03 g, i leucociti fino a 3 unità. Ma la bilirubina dovrebbe essere completamente assente nella composizione delle urine, altrimenti esiste un'estesa patologia epatica.

Test delle urine in laboratorio

L'analisi delle feci contiene anche preziose informazioni sulla diagnosi progressiva del corpo. È già visivamente ovvio: il colore delle masse fecali è cambiato, si è verificata la decolorazione e si è verificata la comparsa di una tonalità di argilla. Questo cambiamento è spiegato dall'assenza dell'enzima, la stercobilina, che conferisce alle feci un colore marrone. Già questo sintomo dovrebbe allertare il paziente, perché indica gravi problemi nel fegato e nella cistifellea. È anche possibile il rilascio di coaguli di sangue con masse fecali, che è associato con l'infiammazione e l'espansione delle emorroidi. La sedia del paziente è rotta, è notevole per la sua instabilità: alcuni pazienti soffrono di diarrea cronica, altri soffrono di stitichezza.

Se si sospetta la cirrosi epatica, è imperativo eseguire esami del sangue biochimici, che sono decisivi nella formulazione della diagnosi finale. Con una malattia caratteristica, la composizione biochimica del sangue cambia e gli indicatori individuali non corrispondono all'intervallo normale. In questo caso, stiamo parlando dei seguenti valori:

elevata bilirubina in tutte le frazioni; un salto negli indicatori di Avt, GGT e fosfatasi alcalina; crescita di globuline ed enzimi epatici; declino di urea e colesterolo; elevata aptoglobina.

Separatamente, vale la pena ricordare che la bilirubina, essendo il prodotto della scomposizione dei globuli rossi e dell'emoglobina, viene processata nel fegato ed escreta nelle feci. In caso di cirrosi, il suo accumulo nel plasma supera la norma, il che spiega l'ingiallimento della pelle, delle mucose e della sclera degli occhi. Inoltre, è un enzima tossico che, con un'alta concentrazione nel sangue, provoca prurito cutaneo, gonfiore aumentato degli arti inferiori. Con la diagnosi specificata, il valore della bilirubina totale aumenta più volte, allo stesso tempo può superare l'indice di 100 μmol / l.


Una diagnosi così dettagliata permette di determinare non solo la malattia stessa, ma anche la sua forma, stadio. I test di laboratorio sono considerati ulteriori modi per determinare la cirrosi, e i principali medici chiamano ultrasuoni dell'organo interessato e laparoscopia. In caso di dubbio, potrebbe anche esserci un'urgente necessità di studi immunologici, ad esempio, la presenza di membrane mitocondriali, una diminuzione del testosterone, un salto di estrogeni e un aumento di insulina non sono esclusi. Tali cambiamenti ormonali sono anche caratteristici della diagnosi specificata, aiutano a scegliere un regime di trattamento adeguato. Con una diagnosi corretta, il paziente dopo un ciclo di terapia intensiva ha la possibilità di un lungo periodo di remissione e di salvezza del fegato interessato.

Chi ha detto che è impossibile curare la cirrosi epatica?

Sono stati provati molti modi, ma nulla aiuta... E ora sei pronto per sfruttare tutte le opportunità che ti daranno il tanto atteso benessere!

Esiste un rimedio efficace per il trattamento del fegato. Segui il link e scopri cosa consigliano i medici!

Top