Categoria

Messaggi Popolari

1 Prodotti
Erbe efficaci per il trattamento di fegato e pancreas
2 Prodotti
Metastasi intraepatiche: sintomi e prognosi della vita
3 Itterizia
Preparati per la pulizia del fegato
Principale // Prodotti

Analisi degli enzimi epatici. Analisi delle feci. Analisi biochimiche


Questo articolo descrive i metodi di diagnosi della malattia del fegato. Vengono fornite le norme della concentrazione di enzimi in base ai risultati dell'analisi biochimica.

Dosaggio enzimatico epatico

Il fegato è un organo speciale. È uno dei più grandi organi interni di una persona. Il fegato ha la proprietà di rigenerazione, purifica il nostro corpo di veleni, aiuta a far fronte al metabolismo. Eseguendo un'enorme quantità di lavoro, il fegato può diventare inutilizzabile. Pertanto, è molto importante monitorare il livello di concentrazione degli enzimi epatici: questi sono gli indicatori della sua funzionalità.

Un enzima o un enzima è una molecola proteica che consente di aumentare la velocità di flusso delle reazioni chimiche che si verificano nel corpo umano. Gli scienziati che studiano gli enzimi sono chiamati enzimologi.

Analisi delle feci

L'analisi delle feci aiuta a determinare le deviazioni della funzione enzimatica di stomaco, fegato, pancreas.

La tonalità delle feci gli conferisce un pigmento speciale - stebrobilin. Lo scolorimento delle feci è uno dei principali sintomi della malattia. Modificando la composizione strutturale delle feci nell'analisi, è possibile identificare pus, shelter e persino parassiti. La rilevazione nell'analisi delle feci di una quantità significativa di composti proteici significa disfunzione del pancreas o problemi allo stomaco. L'esame microscopico delle feci determina i principali elementi delle feci: fibre muscolari, fibre vegetali, grassi neutri, acidi grassi e loro sali, leucociti, eritrociti, cellule epiteliali intestinali, cellule tumorali maligne, nonché muco, protozoi, uova di elminti.

Analisi biochimiche degli enzimi. Quali enzimi influiscono su cosa

Con l'aiuto dell'analisi biochimica, è possibile determinare lo stato del sistema endocrino (in base al livello delle concentrazioni ormonali), l'attività degli organi interni (in base al livello delle concentrazioni di enzimi) e anche rivelare la mancanza di vitamine nel corpo.

ALT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi), PT, fosfatasi alcalina, colinesterasi - questi sono gli indicatori di analisi biochimica, che rivelano disfunzione epatica. Il salto nel contenuto di amilasi dirà allo specialista la disfunzione del sistema gastrointestinale, una maggiore concentrazione di creatina indicherà le malattie del sistema urinario, un aumento del contenuto di DCH, CK-MB sintomi di malattie cardiovascolari.

ALANINAMINOTRANSFERAZA (ALAT)

Il cuore e i muscoli scheletrici, così come il fegato, secernono l'enzima alanina aminotransferasi.

Le ragioni per l'aumento del contenuto di alat possono essere:

  • distruzione del tessuto epatico a causa di varie malattie (cirrosi, necrosi) e abuso di alcool;
  • infarto del muscolo cardiaco;
  • distrofia muscolare come conseguenza di malattie passate, lesioni gravi;
  • provocare ustioni;
  • overdose di farmaci (il fegato non ha il tempo di far fronte ai carichi).

La concentrazione di AlAT si riduce con un'assunzione insufficiente di vitamina B6 nel corpo.

Indicatori normali di concentrazione di ALT:

  • genere maschile - non più di 31 unità
  • genere femminile - non più di 41 unità.

Aspartato aminotransferasi (AsAT)

Il cuore e i muscoli scheletrici, così come il fegato e le cellule del sangue, secernono l'enzima aspartato aminotransferasi.

Le ragioni per l'aumento del contenuto di AsAT possono essere:

  • distruzione del fegato a causa dell'epatite, formazione di lesioni nel fegato, abuso di alcool, overdose di farmaci;
  • alto livello di intensità e durata dello sforzo fisico;
  • attacco cardiaco, problemi comuni del sistema cardiovascolare;
  • surriscaldamento del corpo, ustioni.

Valori normali di concentrazione di AST:

genere maschile - non più di 31 unità

genere femminile - non più di 41 unità.

Le GT secernono le cellule del fegato, della tiroide, della prostata e del pancreas.

Le ragioni per l'aumento del contenuto di GT possono essere:

  • distruzione del fegato a causa dell'epatite, formazione di lesioni nel fegato, abuso di alcool, overdose di farmaci;
  • malattie pancreatiche (pancreatite, diabete);
  • disfunzione tiroidea;
  • problemi di cancro della prostata.
  • diminuita concentrazione di gt è caratteristica dell'ipotiroidismo (disturbo della tiroide)

Valori normali per la concentrazione di gt:

  • genere maschile - non più di 32 unità
  • genere femminile - non più di 49 unità.

Per i bambini di età inferiore a un anno, i valori rt sono considerati più volte superiori a quelli di un adulto.

amilasi

L'amilasi è prodotta nel processo del pancreas e delle ghiandole salivari parotidee.

Le ragioni per l'aumento del contenuto di amilasi possono essere:

  • pancreatite (infiammazione del pancreas);
  • parotite (infiammazione della ghiandola salivaria parotide).
  • una concentrazione ridotta di amilasi indica:
  • malattia muscoviscidosi;
  • disfunzione pancreatica.

Indicatori normali di concentrazione di un alfa amylase da 30 a 100 unità. per l'amilasi pancreatica, un massimo di 50 unità è considerata la norma.

lattato

Il lattato o acido lattico sono enzimi che vengono prodotti durante la vita delle cellule, principalmente nel tessuto muscolare. l'acido lattico viene ritardato in caso di mancanza di ossigeno per i muscoli (ipossia), provocando una sensazione di esaurimento fisico. se l'ossigeno è sufficiente, il lattato viene decomposto in sostanze semplici e viene naturalmente rimosso dal corpo.

Cause di aumento della concentrazione di acido lattico nei muscoli:

  • alimentazione squilibrata e irregolare;
  • overdose di droga;
  • esercizio frequente;
  • iniezioni di insulina;
  • malattia da ipossia;
  • malattia da pielonefrite (infezione della canzone);
  • la fase finale della gravidanza;
  • abuso prolungato di alcol.

Prestazione normale:

  • bambini sotto i sei mesi - non più di 2000 unità;
  • bambini da 0,5 a 2 anni - non più di 430 unità;
  • bambini da 2 a 12 anni - non più di 295 unità;
  • bambini e adulti - fino a 250 unità.

Creatina chinasi

Questo enzima secernerà i muscoli dell'apparato muscolo-scheletrico e cardiovascolare, in alcuni casi - i muscoli lisci degli organi genitali e degli organi del tratto gastrointestinale.

L'enzima contenuto nel muscolo scheletrico, cardiaco, almeno - nella muscolatura liscia - nell'utero, negli organi del tratto gastrointestinale.

Cause di un aumento della concentrazione di creatina chinasi:

  • infarto del muscolo cardiaco;
  • distruzione del tessuto muscolare (a causa di gravi lesioni, operazioni, malattie muscolari);
  • gravidanza tardiva;
  • gravi ferite alla testa;
  • abuso di alcool.
  • si osserva una diminuzione della concentrazione di creatina chinasi nei seguenti casi:
  • muscoli del corpo sottosviluppati;
  • lavoro sedentario, passivo, stile di vita antisportivo.

Normalmente si consideri il livello di concentrazione di non più di 24 unità.

Lattato deidrogenasi (LDH)

Questo enzima è prodotto dalle cellule della maggior parte dei tessuti del corpo.

Enzima intracellulare prodotto in tutti i tessuti del corpo.

Cause di aumento della concentrazione di ldg:

  • distruzione di corpi sanguigni (con anemia);
  • malattie infettive del fegato (cirrosi, epatite, ittero);
  • infarto del muscolo cardiaco;
  • la formazione di tumori maligni, cancro del sangue.
  • sconfiggere l'infezione degli organi interni.

Valori LDH normali:

  • nei bambini: non più di 2000 unità;
  • nei bambini sotto i 2 anni - 430 unità:
  • bambini da 2 a 12 anni - 295 unità:
  • bambini e adulti oltre 12 anni - 250 unità.

Esame del sangue biochimico per il fegato

Com'è il test del sangue biochimico per il fegato? Questa domanda viene spesso posta dai pazienti.
Il fegato nel corpo umano svolge una serie di importanti funzioni. Grazie alla sua struttura anatomica, svolge un gran numero di reazioni biochimiche. Nel fegato, il processo di sintetizzare e secernere un gran numero di enzimi, la cui attività può essere conclusa sul lavoro di tutto l'organismo.

Il contenuto di enzimi nel fegato è il seguente:

  1. C'è un'aumentata attività degli enzimi che è presente nel sangue.
  2. Nel sangue si può osservare una diminuzione dello stato di attività enzimatica.
  3. Gli enzimi del fegato non possono rivelare nel sangue durante l'analisi di laboratorio, cioè tutti gli indicatori sono normali.

Tipi di esami del sangue per enzimi

Per diagnosticare la malattia del fegato, il paziente deve donare il sangue per questo tipo di ricerca sugli enzimi:

  1. Aminotransfery.
  2. Lattato deidrogenasi.
  3. Fosfatasi alcalina.
  4. Glutammato deidrogenasi.
  5. Sorbitolo deidrogenasi.
  6. Y-glutamil.
  7. Fruttosio monofosfato aldolasi.

Gli enzimi possono essere posizionati ovunque in un organo, ad esempio in una membrana, nel citoplasma o nei mitocondri degli epatociti. Ma vale la pena ricordare che ognuno ha il suo habitat. Se c'è un leggero danno all'enzima nella membrana o nel citoplasma, allora un tale evento include la comparsa di indicatori come la lattato deidrogenasi, l'aminotransferasi e la fosfatasi alcalina.

Nel processo cronico di danno epatico, si verifica un aumento della loro attività, che porta alla formazione di mitocondri, cioè organelli cellulari. Durante la colestasi, si verifica un processo di aumento dell'attività degli enzimi biliari, cioè fosfatasi alcalina.

Prima che un paziente esegua un esame del sangue biochimico per la ricerca, è necessario seguire una serie di regole chiare prima della procedura.

Il processo di prelievo del sangue dura circa 2 minuti e non ti prende le sensazioni dolorose. Per determinare con precisione il risultato di uno studio di laboratorio, è necessario seguire queste regole:

  1. L'esame del sangue biochimico per il fegato viene assunto a stomaco vuoto.
  2. Durante la cena, prima del giorno della donazione di sangue, non puoi bere caffè e tè, e 2 giorni prima della data della procedura, non è consigliabile mangiare cibi grassi e bere bevande alcoliche.
  3. Alla vigilia del test non è consigliabile visitare i bagni e le saune, cercare di evitare carichi pesanti.
  4. Un esame del sangue dovrebbe essere preso al mattino presto prima dell'inizio delle procedure mediche.
  5. Non appena hai attraversato il laboratorio, prova a sederti per 15 minuti prima di eseguire l'analisi. Questo è necessario affinché il corpo possa tornare alla normalità e calmarsi.
  6. Affinché l'analisi produca dati corretti sul livello di zucchero nel sangue, il medico deve avvertire il paziente che non può lavarsi i denti, bere il tè al mattino.
  7. Cerca di non bere il caffè al mattino.
  8. Cerca di fermarti alla vigilia di farmaci ormonali, antibiotici e diuretici, così come altri farmaci.
  9. 14 giorni prima che l'analisi biochimica del sangue non possa assumere farmaci che aiutano a ridurre la concentrazione di lipidi nel sangue.
  10. Se succede che ti viene richiesto di inviare nuovamente l'analisi, prova a farlo dove l'hai già fatto.

Indicatori di enzimi epatici nel sangue

Aminotransfery. Questo indicatore mostra problemi nel cuore, nei reni e nel fegato. Il normale fattore di attività di aminotransfer è considerato nella popolazione maschile da 15 a 31 U / l, e nella femmina - 20-40 U / l. L'attività di tali enzimi è osservata nello sviluppo della necrosi epatica. Se questo indicatore scompare, significa che si verifica un danno esteso agli epatociti. L'attività aumentata è osservata in epatite tossica infettiva e affilata. Il rapporto di questo tipo di enzima è solitamente chiamato coefficiente di de Rytis. Se tali indicatori sono presenti nel fegato, ciò potrebbe indicare che l'organo è significativamente danneggiato.

Lattato deidrogenasi. Questo tipo di enzima è molto ben distribuito negli esseri umani. Può essere rilevato nel siero, principalmente questo indicatore per il siero è di 5 isoforme. Questo indicatore è contenuto nei globuli rossi e la velocità normale per questo ambiente è compresa tra 140 e 350 U / l.
Con l'epatite acuta, si verifica il processo di attività isoforma, e questo indicatore può essere facilmente visto nei primi 10 giorni in cui viene rilevato questo disturbo. Se il paziente soffre di colelitiasi, difficilmente sarà visibile l'attività della lattato deidrogenasi nel sangue.

Fosfatasi alcalina. Il livello di questo indicatore dipende dall'età, dal sesso e dalle condizioni del paziente. Nelle persone sane, il livello di un tale enzima varia da 30 a 90 U / l. Ma durante il periodo di gravidanza e l'età di transizione negli adolescenti c'è un processo per allevarli. Quindi, negli adolescenti, il livello di fosfatasi alcalina raggiunge fino a 400 U / l, e nelle donne in gravidanza - 250 U / l.

Glutammato deidrogenasi. Tale enzima nel fegato è contenuto in una quantità minima, e con la sua presenza è possibile determinare il grado di malattia di un organo. Se c'è un aumento della concentrazione dell'enzima, questo può indicare che il processo di distrofia del corpo inizia. Uno di questi indicatori è il coefficiente di Schmidt, è calcolato dalla formula:

Coefficiente di Schmidt = (Aminotransfer + Lactate dehydrogenase) / Glutamato deidrogenasi.

Durante lo sviluppo di ittero, il suo indice è da 5 a 15 U / l, epatite acuta - più di 30, con metastasi - fino a 10.

Sorbitolo deidrogenasi. Normalmente, questo indicatore ha un valore fino a 0.4 U / l. Se un aumento di un tale enzima viene rilevato molte volte, allora questo significa lo sviluppo di un'epatite acuta.

Y-glutamil. In una persona sana, questa cifra è: negli uomini, dal 250 al 1800 e nelle donne, 167-1100 nmol / s * l. Nei bambini appena nati, questo indicatore è 5 volte più alto della norma, e nei neonati prematuri - 10 volte.

Fruttosio monofosfato aldolasi. Questa cifra si trova in grandi quantità. La determinazione della sua attività si verifica durante la diagnosi di epatite acuta. Molto spesso, questo indicatore viene utilizzato per determinare la patologia delle persone che lavorano con sostanze tossiche e chimiche. Nel processo di sviluppo dell'epatite infettiva, questo indicatore aumenta di dieci volte e durante l'esposizione alle tossine diminuisce da 2 a 3 volte.

Esame del sangue di timolo per il fegato

Questo tipo di diagnosi è un test biochimico, con il quale è possibile determinare la capacità del fegato di sintetizzare le proteine.

Fondamentalmente, un grande accumulo di proteine ​​nel plasma sanguigno può essere trovato nel fegato. Con loro, il fegato è in grado di svolgere una serie di funzioni:

  1. Le proteine ​​sono in grado di mantenere la pressione sanguigna corretta, così come il suo volume costante nel corpo.
  2. Certamente partecipa alla coagulazione del sangue.
  3. È in grado di trasferire il colesterolo, la bilirubina nei tessuti del corpo, così come i farmaci - salicilati e penicillina.

Il valore valido è il risultato dell'analisi da 0 a 5 unità. Nel processo di sviluppo di una malattia d'organo, questo indicatore può aumentare di dieci volte. Nei primissimi momenti dello sviluppo della malattia è necessario effettuare un'analisi del sangue, che deve essere presa in considerazione anche nelle condizioni itteriche della pelle. Con lo sviluppo dell'epatite A, questa cifra aumenta in modo significativo.

Durante lo sviluppo dell'epatite tossica, il test del timolo sarà positivo. Ciò è dovuto al fatto che c'è un processo di danneggiamento del tessuto epatico, e quindi c'è un effetto tossico delle sostanze sul fegato. Nella cirrosi, le cellule del fegato sono sostituite dal tessuto connettivo, la funzione dell'intero organo e la sua capacità proteico-sintetica sono compromesse. A questo punto, il test biochimico è positivo.

Durante l'ittero meccanico, c'è una violazione del processo di deflusso della bile. Allo stesso tempo il test del timolo mostra un risultato negativo. Se, nel corso dello sviluppo della malattia, il tessuto epatico è interessato, tale test diventa positivo.

Enzimi epatici

Enzimi (enzimi) sono proteine ​​specifiche che sono coinvolte in reazioni biochimiche, possono accelerare o rallentare il loro flusso. Un gran numero di tali composti è prodotto nel fegato a causa del suo ruolo importante nel metabolismo di grassi, proteine ​​e carboidrati. La loro attività è determinata dai risultati dell'analisi biochimica del sangue. Tali studi sono importanti per valutare lo stato del fegato e per la diagnosi di molte malattie.

Cos'è?

Gli enzimi epatici sono un gruppo di proteine ​​biologicamente attive che possono essere prodotte esclusivamente dalle cellule di questo organo. Possono essere sulla membrana interna o esterna, all'interno delle cellule o nel sangue. A seconda del ruolo degli enzimi, sono suddivisi in diverse categorie:

  • idrolasi - accelerano la scissione di composti complessi in molecole;
  • sintetasi: prendere parte alle reazioni di sintesi di complessi composti biologici da sostanze semplici;
  • transferasi - sono coinvolti nel trasporto di molecole attraverso le membrane;
  • ossidoriduttasi - sono la condizione principale per il normale decorso delle reazioni redox a livello cellulare;
  • isomerasi sono necessarie per i processi di modifica della configurazione di molecole semplici;
  • LiAZ - forma ulteriori legami chimici tra le molecole.

Gruppi di enzimi epatici

La loro funzione nei processi del metabolismo cellulare dipende dalla localizzazione degli enzimi epatici. Quindi, i mitocondri sono coinvolti nel metabolismo energetico, il reticolo endoplasmatico granulare sintetizza proteine, grassi lisci e carboidrati, sui lisosomi ci sono le proteine ​​idrolasi. Tutti gli enzimi che il fegato produce possono essere rilevati nel sangue.

A seconda delle funzioni che gli enzimi svolgono e di dove si trovano nel corpo, sono suddivisi in 3 grandi gruppi:

  • secretoria - dopo la secrezione dalle cellule epatiche entra nel sangue e sono qui nella massima concentrazione (fattori di coagulazione del sangue, colinesterasi);
  • indicatore - sono normalmente contenuti all'interno delle cellule e vengono rilasciati nel sangue solo quando sono danneggiati, quindi possono servire come indicatori dell'estensione del danno epatico nelle sue patologie (ALT, AST e altri);
  • escretore - sono derivati ​​dal fegato con la bile, e un aumento del loro livello nel sangue indica una violazione di questi processi.

Per diagnosticare la condizione del fegato, ogni enzima è importante. La loro attività è determinata in caso di sospetto delle principali patologie del fegato e per valutare il grado di danno al tessuto epatico. Un quadro più completo può anche richiedere la diagnosi degli enzimi digestivi, degli enzimi del tratto gastrointestinale, del pancreas e delle vie biliari.

Enzimi che determinano la diagnosi di malattia del fegato

La biochimica del sangue è una fase importante nella diagnosi della malattia del fegato. Tutti i processi patologici in questo organo possono verificarsi con colestasi o citolisi. Il primo processo è una violazione del deflusso della bile, che è secreto dagli epatociti. Con altri disturbi, la distruzione di elementi cellulari sani avviene con il rilascio del loro contenuto nel sangue. La presenza e la quantità di enzimi epatici nel sangue possono determinare lo stadio della malattia e la natura dei cambiamenti patologici negli organi del tratto epatobiliare.

Punteggi di colestasi

La sindrome colestasi (ostruzione della secrezione biliare) accompagna l'infiammazione epatica, la secrezione biliare e la patologia delle vie biliari. Questi fenomeni causano i seguenti cambiamenti nell'analisi biochimica:

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

  • gli enzimi escretori sono migliorati;
  • anche i componenti della bile sono aumentati, tra cui la bilirubina, gli acidi biliari, il colesterolo e i fosfolipidi.

Il deflusso della bile può essere disturbato dalla pressione meccanica sui dotti biliari (tessuto infiammato, tumori, calcoli), restringimento del loro lume e altri fenomeni. Il complesso di cambiamenti caratteristici nei parametri del sangue diventa la base per uno studio più dettagliato dello stato della colecisti e delle vie biliari.

Indicatori di citolisi

La citolisi (distruzione di epatociti) può verificarsi con epatite infettiva e non infettiva o con avvelenamento. In questo caso, il contenuto cellulare viene rilasciato e gli enzimi indicatori appaiono nel sangue. Questi includono ALT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi), LDH (lattato deidrogenasi) e aldolasi. Maggiore è la performance di questi composti nel sangue, maggiore è il grado di danno al parenchima dell'organo.

Determinazione della fosfatasi alcalina

La fosfatasi alcalina, che si trova nel sangue, può essere non solo di origine epatica. Una piccola quantità di questo enzima è prodotta dal midollo osseo. È possibile parlare di malattie del fegato se c'è un aumento simultaneo del livello di fosforo alcalino e gamma-GGT. Inoltre, può essere rilevato un aumento della bilirubina, che indica patologie della colecisti.

Gamma-glutamiltranspeptidasi nel sangue

GGT di solito si alza con fosfatasi alcalina. Questi indicatori indicano lo sviluppo di colestasi e possibili malattie del sistema biliare. Se questo enzima sale in isolamento, vi è il rischio di danni minori al tessuto epatico durante le fasi iniziali dell'alcolismo o di altri avvelenamenti. Con patologie più gravi, c'è un aumento simultaneo degli enzimi epatici.

Transaminasi epatiche (ALT, AST)

L'ALT (alanina aminotransferasi) è l'enzima epatico più specifico. Si trova nel citoplasma e in altri organi (reni, cuore), ma è nel parenchima epatico che è presente nella massima concentrazione. Il suo aumento di sangue può indicare varie malattie:

  • epatite, intossicazione con danno epatico, cirrosi;
  • infarto miocardico;
  • malattie croniche del sistema cardiovascolare, che si manifestano con necrosi delle aree funzionali del tessuto;
  • lesioni, ferite o contusioni muscolari;
  • pancreatite severa - infiammazione del pancreas.

AST (aspartato deidrogenasi) non è solo nel fegato. Può anche essere trovato nei mitocondri del cuore, dei reni e dei muscoli scheletrici. L'aumento di questo enzima nel sangue indica la distruzione di elementi cellulari e lo sviluppo di una delle patologie:

  • infarto del miocardio (una delle cause più comuni);
  • malattia epatica acuta o cronica;
  • insufficienza cardiaca;
  • lesioni, infiammazione del pancreas.

Lattato deidrogenasi

LDH si riferisce agli enzimi citolitici. Non è specifico, cioè si trova non solo nel fegato. Tuttavia, la sua determinazione è importante nella diagnosi della sindrome dell'ittero. Nei pazienti con malattia di Gilbert (una malattia genetica che è accompagnata da una violazione del legame bilirubinico), rientra nell'intervallo di normalità. Per altri tipi di ittero, la sua concentrazione aumenta.

Come determinare l'attività delle sostanze?

L'analisi biochimica del sangue per gli enzimi epatici è una delle principali misure diagnostiche. Ciò richiederà sangue venoso raccolto a stomaco vuoto al mattino. Durante il giorno precedente allo studio è necessario escludere tutti i fattori che possono influenzare il funzionamento del fegato, incluso l'assunzione di bevande alcoliche, cibi grassi e speziati. Nel sangue, determinare l'insieme standard di enzimi:

  • ALT, AST;
  • Scudo alcalino;
  • GGT;
  • bilirubina totale e sue frazioni (libera e legata).

L'attività degli enzimi epatici può anche essere influenzata da alcuni gruppi di farmaci. Possono anche cambiare normalmente durante la gravidanza. Prima dell'analisi, devi informare il medico circa l'assunzione di farmaci e malattie croniche di qualsiasi organo nella storia.

Regole per i pazienti di diverse età

Per il trattamento delle malattie del fegato, è necessaria una diagnosi completa, che include un esame del sangue biochimico. L'attività degli enzimi è investigata nel complesso, poiché diversi indicatori possono indicare diversi disturbi. La tabella mostra i valori normali e le loro variazioni.

Che cosa significa l'aumento degli enzimi epatici nel test del sangue

Il fegato è una delle più grandi ghiandole del corpo umano. Partecipa ai processi metabolici, purifica il sangue dalle sostanze tossiche e tossiche, controlla una serie di processi biochimici. La maggior parte di questi cambiamenti è dovuta agli enzimi sintetizzati dalla stessa ghiandola.

Gli enzimi epatici (enzimi) mantengono la consistenza nel corpo, agendo invisibili agli umani. Con lo sviluppo di condizioni patologiche, il livello degli enzimi epatici cambia in su o in giù, che è una caratteristica importante e viene utilizzato nella diagnosi differenziale.

Gruppi enzimatici

Sulla base delle caratteristiche della sintesi e dell'azione, tutti gli enzimi epatici sono suddivisi in diversi gruppi:

  1. Indicatore. Questi enzimi mostrano la presenza di una patologia di un organo nella forma della distruzione delle sue cellule. Questi includono AST (aspartato aminotransferasi), ALT (alanina aminotransferasi), GGT (gamma-glutamiltransferasi), GDH (glumato deidrogenasi), LDH (lattato deidrogenasi). I primi due enzimi sono più spesso utilizzati per i processi diagnostici.
  2. Secretoria (colinesterasi, protrombinasi). Partecipare a sostenere il lavoro del sistema sanguigno coagulato.
  3. Escretore (rappresentante - fosfatasi alcalina). È nella composizione dei componenti della bile. Durante la ricerca, questo enzima mostra il lavoro del sistema biliare.

ALT e AST

Questi sono enzimi epatici microsomali, il cui livello controlla l'analisi biochimica del sangue. L'AST è un enzima endogeno prodotto all'interno degli epatociti. È sintetizzato e cellule di altri organi, ma in quantità minori (cuore, cervello, reni, tratto intestinale). Cambiamenti nel livello dell'enzima nel sangue indicano lo sviluppo della malattia, anche se non ci sono ancora sintomi visibili.

L'ALT è prodotta dalle cellule del fegato, del muscolo cardiaco, dei reni (una piccola quantità). È determinato da un esame del sangue in parallelo con il primo enzima. Un importante punto diagnostico è la chiarificazione del rapporto tra ALT e AST.

Ragioni per crescere

Un aumento degli enzimi epatici può essere insignificante, derivante dall'ingestione di un certo numero di farmaci o dall'accumulo di sostanze tossiche nel corpo, o pronunciate, che si verificano durante lo sviluppo di malattie.

Gli enzimi possono essere elevati durante il trattamento a lungo termine con farmaci anestetici, statine (farmaci che vengono utilizzati per rimuovere il colesterolo "cattivo" dal corpo), sulfonamidi, paracetamolo. I fattori aggravanti possono essere bere alcolici e mangiare cibi grassi. Ciò include l'uso a lungo termine della fitoterapia (l'efedra, la calotta cranica e l'erba della senna possono aumentare il livello degli enzimi epatici nel campione di sangue).

Se il conteggio del sangue per gli enzimi epatici è elevato, questo segnala le seguenti condizioni patologiche:

  • infiammazione virale del fegato (epatite);
  • cirrosi;
  • epatite grassa del fegato;
  • tumore maligno primario del fegato;
  • processi tumorali secondari con formazione di metastasi nella ghiandola;
  • infiammazione del pancreas;
  • infarto miocardico;
  • miocardite infettiva;
  • insufficienza cardiaca.

Segni di potenziamento enzimatico

Tali manifestazioni possono non avere sintomi visivi o essere accompagnate da un numero di lamentele da parte del paziente:

  • prestazione diminuita, affaticamento costante;
  • sindrome del dolore addominale;
  • disturbo dell'appetito;
  • prurito della pelle;
  • giallo della sclera e della pelle;
  • frequenti lividi, epistassi.

Enzimi escretori e secretivi

L'analisi del sangue per gli enzimi implica non solo una valutazione del livello di tutte le ALT e AST conosciute, ma anche altri enzimi. La fosfatasi alcalina, GGT ha un importante valore diagnostico. Il livello di questi enzimi è oltre il normale range nelle patologie del sistema biliare, ad esempio nella malattia del calcoli biliari, nei processi tumorali.

Insieme a questi enzimi si valuta la velocità della bilirubina, che è un pigmento della bile. La raffinazione dei suoi numeri è importante per colecistite, malattia del calcoli biliari, cirrosi, Giardia, carenza di vitamina B12, in caso di avvelenamento con bevande alcoliche, sostanze tossiche.

Tassi di gravidanza

Nel periodo del trasporto di un bambino, si verificano numerosi cambiamenti nel corpo della donna. I suoi organi e sistemi iniziano a funzionare per due, il che si riflette non solo nelle condizioni generali, ma anche negli indicatori di laboratorio.

Il livello di ALT e AST durante la gravidanza - fino a 31 U / l. Se la tossiemia si sviluppa a 28-32 settimane dal trasporto di un bambino, i numeri aumentano. I primi due trimestri possono essere accompagnati da un leggero overshoot, che non è considerato un problema, poiché il carico sul fegato durante questo periodo diventa massimo.

Indicatori GGT - fino a 36 U / l. Può aumentare leggermente da 12 a 27 settimane di gravidanza, che è la norma. Il livello aumenta fortemente contro lo sfondo dei processi infiammatori del fegato, la patologia del sistema biliare, con diabete gestazionale.

Tasso di fosfatasi alcalina - fino a 150 U / l. La crescita attiva del feto dalla settimana 20 fino al momento del parto provoca un aumento del numero di enzimi. Il livello di fosfatasi alcalina viene modificato durante il ricevimento di grandi dosi di acido ascorbico, farmaci antibatterici, con una carenza di calcio e fosforo.

norma

Gli indicatori validi dei principali enzimi importanti sono elencati nella tabella.

Esami del sangue per controllare il fegato

Il fegato è una delle più grandi ghiandole del corpo umano. Dal momento che è quasi completamente assente terminazioni nervose, il dolore caratteristico nelle malattie del corpo di una persona non si sente. Molto spesso, la patologia viene rilevata nelle fasi successive. Quale analisi del sangue mostra lo stato del fegato? Questo sarà discusso.

Indicazioni per lo studio

Ci sono alcuni segni che indicano danni al fegato. Di regola, i sintomi caratteristici compaiono già in fasi avanzate, il che complica il trattamento della patologia. La biochimica del sangue per controllare il fegato è nominata nel seguente caso:

  • Giallo di pelle. Un tipico segno di aumento dei livelli di bilirubina. Il giallo della sclera della pelle e degli occhi indica un'infiammazione di lunga durata.
  • Aumentare le dimensioni del corpo. Identificare la deviazione nella fase iniziale può utilizzare gli studi ecografici. Con un forte aumento dell'organo del paziente, si osserva un aumento dell'addome in assenza di cambiamenti nel peso totale.
  • Perdita di peso. Per patologie del fegato, la nausea e il rifiuto di mangiare sono tipici, con conseguente perdita di peso.
  • Sapore amaro in bocca Per malattie del fegato, sapore amaro in bocca, lingua di pelo, densa patina giallo-marrone o bianca, sono tipiche fessure sulla superficie della lingua.

Indicatori chiave per le malattie del fegato

La condizione del fegato consente di monitorare determinati enzimi. Questo è:

  • albumina;
  • bilirubina;
  • aminotransferasi (AST e ALT)
  • fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina)
  • glutammato deidrogenasi (GLDG)
  • sorbitolo deidrogenasi (SDG)
  • γ-glutamiltransferasi (GGT)
  • fruttosio monofosfato aldolasi (FMFA).

albumina

È la principale proteina prodotta dai tessuti del fegato. Un organo sano produce 24-250 mg / kg di albumina entro 24 ore. La tariffa per un adulto è di 35-53 g / l. Se lo studio ha mostrato una diminuzione, la causa potrebbe essere: insufficienza epatica, epatite cronica, cirrosi.

bilirubina

È un pigmento giallo derivante dalla scomposizione dell'emoglobina. La risultante bilirubina indiretta entra nel fegato, si neutralizza e viene espulsa naturalmente. Normalmente, 250-300 mg (bilirubina totale) si formano nel corpo umano durante il giorno. L'interesse diagnostico è un indicatore della bilirubina diretta. Norma: non superiore a 5,1 micron / l.

Il superamento dei valori consentiti nell'analisi del sangue indica le seguenti patologie:

  • infiammazione della ghiandola di origine virale;
  • cirrosi;
  • intossicazione da alcol;
  • colangite;
  • concrementi nei dotti biliari.

Un aumento delle frazioni di bilirubina diretta / indiretta può essere causato da:

  • infiammazione tossica / virale della ghiandola;
  • suppurazione, neoplasie maligne nel fegato;
  • danno d'organo cirrotico;
  • mononucleosi;
  • echinococcosi.

Alanina aminotransferasi (ALT, ALT)

Le percentuali di ALT dipendono dal sesso del paziente: per gli uomini - 10-40 unità / l, per le donne - 12-32 unità / l. Un aumento del numero di enzimi nel sangue può essere accompagnato da epatite acuta, ittero ostruttivo. L'aumento del tasso di ALT rispetto al tollerabile è fissato in caso di cirrosi e sullo sfondo del trattamento con farmaci epatotossici.

Un aumento nell'attività dell'enzima 4-6 volte e più indica una grave malattia del fegato. Una deviazione viene rivelata prima della comparsa dei sintomi tipici - ittero, sindrome del dolore e altri - in circa 1-4 settimane. Dopo lo sviluppo del quadro clinico, i valori elevati di ALT persistono per non più di 2 settimane, il che è un segno di danno d'organo significativo.

Aspartato aminotransferasi (AST, Asat)

Il tasso dipende dal genere: per gli uomini - 15-31 unità / l, per le donne - 20-40 unità / l. Un'aumentata attività AST è registrata in caso di morte di epatociti. Tuttavia, maggiore è il danno al corpo, maggiore è la performance dell'enzima. L'aumento degli indicatori quantitativi si verifica anche nell'epatite infettiva e tossica acuta.

La diagnosi di patologie del fegato comporta il calcolo del coefficiente de Rytis - il rapporto tra i numeri AST / ALT. Normalmente, è uguale a e supera il numero 1.3. Il cambio di numeri nella parte inferiore dell'indicatore indica la sconfitta dell'organo.

Fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina)

L'attività enzimatica dipende dal sesso e dalla fascia d'età. In un adulto sano - 30-90 unità / l. L'aumento della fosfatasi alcalina si verifica negli adolescenti (fino a 400 unità / l) e nelle donne incinte (fino a 250 unità / l). Un significativo aumento della fosfatasi alcalina - 10 volte o più - si verifica con lo sviluppo di ittero ostruttivo. A eccesso non così significativo è possibile sospettare una delle forme di epatite.

Glutammato deidrogenasi (GLDG)

Normalmente, l'analisi biochimica del sangue mostra livelli insignificanti di GLDH. Il motivo è che è uno degli enzimi epatici localizzati all'interno della cellula. E l'aumento della sua attività consente di stabilire la forza della lesione del corpo. Risultati aumentati indicano l'insorgenza di processi distrofici nei tessuti del fegato, causati sia da fattori esterni che interni.

  • neoplasie;
  • metastasi epatiche;
  • sostanze tossiche;
  • patologia infettiva.

Il calcolo del coefficiente di Schmidt aiuta significativamente a stabilire la diagnosi: KS = (AST + ALT) / GLDG. Con lo sviluppo di ittero ostruttivo, è nell'intervallo 5-15, per l'epatite acuta l'indice raggiunge 30, con le metastasi - circa 10.

Sorbitolo deidrogenasi (SDH)

La norma è un indicatore non superiore a 0,4 unità / l. Se il sondaggio ha mostrato un aumento di SDH 10-30 volte, allora questo è un chiaro segno di epatite acuta.

γ-glutamil

In una persona sana, la concentrazione ammissibile di γ-glutamiltransferasi è: negli uomini - 250-1800 nmol / l * s, nella metà femminile - 167-1100 nmol / l * s. Un aumento delle prestazioni enzimatiche è possibile con i seguenti problemi:

  • ittero ostruttivo, colestasi - sono tipici di un aumento di 10 volte o più;
  • Tumori maligni - l'attività enzimatica aumenta 10-15 volte;
  • epatite cronica - 7 volte.

Fruttosio monofosfato aldolasi (FMFA)

FMF dovrebbe essere presente nel sangue solo in tracce. La definizione di questo indicatore è necessaria per diagnosticare la forma acuta di epatite. Nella maggior parte dei casi, viene utilizzato per valutare la funzionalità epatica in persone la cui attività professionale è causata dal contatto diretto con sostanze tossiche per il fegato.

Esame del sangue per neoplasie maligne

Il cancro del fegato e l'epatite sono determinati identificando gli antigeni di alcune malattie. Marcatori dell'epatite: A (HAV) - Anticorpi anti-HAV-IgM, IgM del virus A; B (HBV) - Anticorpi anti-HBs all'antigene HBs del virus B; C (HCV) - Anticorpi anti-HCV-totali agli antigeni del virus C.

Il marcatore per il cancro è il marcatore tumorale AFP. La conferma della malattia è il risultato di oltre 10 UI. Un aumento dell'indice può indicare la presenza di una neoplasia maligna nell'organo stesso, la presenza di metastasi, il cancro embrionale.

Con un leggero eccesso si può sospettare:

  • cirrosi;
  • l'epatite;
  • insufficienza renale.

Preparazione per l'analisi

La biochimica del sangue è prescritta se è necessario controllare la funzionalità del fegato. Una corretta preparazione della donazione di sangue aiuterà a ottenere i risultati più precisi. Due o tre giorni prima della visita al laboratorio, è necessario escludere dal menu cibi grassi, fritti, fast food, dolciumi, carni affumicate, cacao, caffè, sottaceti.

L'assunzione di alcol dovrebbe essere abbandonata una settimana prima dell'analisi. L'etile colpisce non solo lo stato degli epatociti, ma anche l'indice di coagulazione del sangue. La mattina della donazione di sangue, il paziente non deve fumare. Ma è meglio rinunciare alla nicotina 10-12 ore prima di visitare il laboratorio.

7 giorni prima dell'analisi, è necessario interrompere l'assunzione di qualsiasi farmaco, compresi i complessi vitaminici. Se questo non è possibile, allora devi abbandonare le pillole almeno la mattina della donazione di sangue. Una donna deve essere sicura di non essere in uno stato di gravidanza. Sullo sfondo della gestazione, l'eccesso di norme ammissibili non è escluso. E questo non può essere considerato come un sintomo di una condizione patologica.

La mattina della donazione di sangue, è necessario rifiutarsi di eseguire esercizi mattutini, poiché un aumento dell'attività fisica può influire sulla conta ematica. La resa del biomateriale viene effettuata al mattino, a stomaco vuoto. L'ultimo pasto dovrebbe avvenire la sera prima. La cena dovrebbe essere leggera.

Il prelievo di sangue viene eseguito dalla vena cubitale. La procedura è indolore, ma può essere accompagnata da lievi capogiri. La decodifica dell'analisi deve essere effettuata dal medico curante, poiché solo uno specialista qualificato è in grado di confrontare tutti i dati ottenuti e determinare la presenza o l'assenza di patologia.

L'analisi del sangue biochimica per gli enzimi epatici è

Il fegato nel corpo umano svolge una serie di importanti funzioni. Un gran numero di varie reazioni biochimiche avvengono nel fegato, per cui è chiamato "fabbrica biochimica del corpo". Di conseguenza, un gran numero di

, l'attività di cui si può giudicare sullo stato di tutto il corpo. Si chiama la determinazione dell'attività degli enzimi associati al lavoro del fegato

diagnosi enzimatica di malattia del fegato.

Tipi di cambiamenti nell'attività degli enzimi in varie malattie Ci sono tre tipi principali di cambiamenti nell'attività degli enzimi caratteristici di tutti i tipi di processi patologici generali nel corpo:

  1. aumento dell'attività degli enzimi costantemente presenti nel sangue
  2. diminuzione dell'attività di enzimi costantemente presenti nel sangue
  3. l'aspetto nel sangue degli enzimi che normalmente sono assenti

Quali enzimi vengono utilizzati per diagnosticare malattie del fegato e dei dotti biliari: lo stato del fegato può essere valutato dai seguenti enzimi:

  • aminotransferasi (AST e ALT)
  • lattato deidrogenasi (LDH)
  • fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina)
  • glutammato deidrogenasi (GLDG)
  • sorbitolo deidrogenasi (SDG)
  • γ-glutamiltransferasi (GGT)
  • fruttosio monofosfato aldolasi (FMFA)

La sensibilità della diagnostica enzimatica nelle malattie del fegato L'elevata sensibilità della diagnostica enzimatica è spiegata dal fatto che la concentrazione dell'enzima nelle cellule epatiche (epatociti) è 1000 volte superiore rispetto al sangue. L'enzimodiagnosi è importante per rilevare il danno epatico che si verifica senza ittero (ad esempio, danno medicinale, forma anterteriosa di epatite virale, malattia epatica cronica).
Tipi di enzimi: membrana, citoplasmatica e mitocondriale

Gli enzimi possono essere localizzati nella membrana, nel citoplasma o nei mitocondri degli epatociti. Ogni enzima ha il suo posto rigoroso. Enzimi facilmente danneggiati si trovano nella membrana o nel citoplasma degli epatociti. Questo gruppo include - lattato deidrogenasi, aminotransferasi e fosfatasi alcalina. La loro attività aumenta nella fase clinicamente asintomatica della malattia. Con danno epatico cronico, l'attività degli enzimi mitocondriali aumenta (

mitocondri - cellule di organelli), che includono AST mitocondriale. Quando la colestasi aumenta l'attività degli enzimi biliari - fosfatasi alcalina.

Alanina aminotransferasi (ALT, ALT) - la norma, il risultato di una malattia del fegato

La normale attività dell'ALT nel sangue degli uomini è di 10-40 U / l, nelle donne - 12-32 U / l. Diversi livelli di aumentata attività di ALT sono rilevati nell'epatite acuta, cirrosi epatica, ittero ostruttivo e durante l'assunzione di farmaci epatotossici

Un forte aumento dell'attività dell'ALT 5-10 o più volte è un segno innegabile di malattia epatica acuta. Inoltre, tale aumento è rilevato anche prima dei sintomi clinici (ittero, dolore, ecc.). Un aumento dell'attività ALT può essere rilevato 1-4 settimane prima dell'inizio della clinica e il trattamento appropriato può essere iniziato, senza permettere alla malattia di svilupparsi completamente. L'elevata attività dell'enzima in tale malattia epatica acuta dopo l'insorgenza dei sintomi clinici non dura a lungo. Se la normalizzazione dell'attività enzimatica si verifica entro due settimane, ciò indica lo sviluppo di un danno epatico di massa.

La determinazione dell'attività ALT è un test di screening obbligatorio per i donatori.

L'aspartato aminotransferasi (AST, Asat) è la norma, il risultato di malattie epatiche. L'attività massima di AST è stata rilevata nel cuore, nel fegato, nei muscoli e nei reni. Normalmente, in una persona sana, l'attività di AST è 15-31 U / l per gli uomini e 20-40 U / l per le donne.

L'attività AST aumenta con la necrosi delle cellule del fegato. E in questo caso esiste una relazione direttamente proporzionale tra la concentrazione dell'enzima e il grado di danno agli epatociti: cioè, maggiore è l'attività dell'enzima, più forte e più esteso è il danno agli epatociti. Un aumento dell'attività AST accompagna anche l'epatite acuta infettiva e tossica acuta (intossicazione da sali di metalli pesanti e alcuni farmaci).

Il rapporto tra attività AST / ALT è chiamato coefficiente di de Rytis. Il valore normale del coefficiente di de Rytis è 1,3. Con danni al fegato, il valore del coefficiente de Ritis diminuisce.

Informazioni dettagliate sull'analisi biochimica del sangue per i fermenti, leggi l'articolo: Analisi biochimica del sangue

La lattato deidrogenasi (LDH) è la norma, il risultato della malattia del fegato è l'enzima diffuso nel corpo umano. Il grado della sua attività in vari organi in ordine decrescente: reni> cuore> muscoli> pancreas> milza> fegato> siero di sangue. Il siero contiene 5 isoforme di LDH. Poiché LDH è anche contenuto nei globuli rossi, il sangue per lo studio non deve contenere tracce di emolisi. Nel plasma sanguigno, l'attività di LDH è inferiore del 40% rispetto al siero. La normale attività di LDH nel siero è 140-350 U / l.

Sotto quali patologie del fegato è aumentato il contenuto di isoforme.A causa della elevata prevalenza di LDH in vari organi e tessuti, un aumento dell'attività totale di LDH non è importante per la diagnosi differenziale di varie malattie. Per la diagnosi di epatite infettiva utilizzare la determinazione dell'attività delle isoforme LDH 4 e 5 (LDG4 e LDH5). Nell'epatite acuta, l'attività sierica LDH5 aumenta nelle prime settimane del periodo itterico. Un aumento dell'attività cumulativa delle isoforme LDH4 e LDH5 è rilevato in tutti i pazienti con epatite infettiva nei primi 10 giorni. Nella colelitiasi senza ostruzione dei dotti biliari, non è stato rilevato un aumento dell'attività LDH. Durante l'ischemia miocardica, un aumento dell'attività della frazione LDH totale si verifica a causa del fenomeno del ristagno di sangue nel fegato.

La fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) è la norma, il risultato di malattie del fegato La fosfatasi alcalina si trova nella membrana delle cellule dei dotti biliari dei canalicoli. Queste cellule dei dotti biliari dei dotti biliari hanno processi che formano il cosiddetto bordo del pennello. La fosfatasi alcalina si trova proprio in questo bordo del pennello. Pertanto, quando i dotti biliari si danneggiano, la fosfatasi alcalina viene rilasciata e rilasciata nel sangue. Normalmente, l'attività della fosfatasi alcalina nel sangue varia a seconda dell'età e del sesso. Quindi, negli adulti sani, l'attività della fosfatasi alcalina è compresa tra 30 e 90 U / l. L'attività di questo enzima aumenta durante i periodi di crescita attiva - durante la gravidanza e negli adolescenti. Gli indicatori normali dell'attività della fosfatasi alcalina negli adolescenti raggiungono i 400 U / le nelle donne in gravidanza - fino a 250 U / l.

Sotto quali patologie del fegato il contenuto è aumentato.Con lo sviluppo di ittero ostruttivo, l'attività della fosfatasi alcalina nel siero aumenta di 10 o più volte. La determinazione dell'attività della fosfatasi alcalina viene utilizzata come test diagnostico differenziale per l'ittero ostruttivo. Un aumento meno significativo dell'attività della fosfatasi alcalina nel sangue è anche rilevato in epatite, colangite, colite ulcerosa, infezioni batteriche intestinali e tireotossicosi.

Il glutammato deidrogenasi (GLDG) è la norma, il risultato di malattie del fegato Normalmente il glutammato deidrogenasi è presente nel sangue in piccole quantità, in quanto è un enzima mitocondriale, cioè si trova intracellulare. Il grado di aumento dell'attività di questo enzima rivela la profondità del danno al fegato.

Un aumento della concentrazione di glutammato deidrogenasi nel sangue è un segno dell'inizio di processi degenerativi nel fegato, causati da fattori endogeni o esogeni. I fattori endogeni includono tumori epatici o metastasi epatiche e fattori esogeni includono tossine che danneggiano il fegato (metalli pesanti, antibiotici, ecc.) E malattie infettive.

Coefficiente di Schmidt Insieme con aminotransferasi calcolano il coefficiente di Schmidt (CS). KS = (AST + ALT) / GLDG. Con ittero ostruttivo, il coefficiente di Schmidt è 5-15, con epatite acuta - più di 30, con metastasi di cellule tumorali nel fegato - circa 10.

Il sorbitolo deidrogenasi (LDH) è la norma, il risultato di malattie del fegato Normalmente, il serbitolo deidrogenasi viene rilevato nel siero in tracce e la sua attività non supera 0,4 U / l. L'attività del sorbitolo deidrogenasi è aumentata di 10-30 volte in tutte le forme di epatite acuta. Il sorbitolo deidrogenasi è un enzima organo-specifico che riflette il danneggiamento delle membrane degli epatociti durante lo sviluppo primario di un processo acuto o durante l'esacerbazione della cronica. La γ-Glutamiltransferasi è la norma, in cui le patologie del fegato aumentano il contenuto.Questo enzima è presente non solo nel fegato. L'attività massima della γ-glutamiltransferasi viene rilevata nei reni, nel pancreas, nel fegato e nella ghiandola prostatica. Nelle persone sane, la normale concentrazione di γ-glutamil transferasi negli uomini è di 250-1800 nmol / l * s, nelle donne: 167-1100 nmol / s * l. Nei neonati, l'attività enzimatica è 5 volte più alta, e nei neonati prematuri - 10 volte.

L'attività della γ-glutamiltransferasi aumenta nelle malattie del fegato e delle vie biliari, così come nel diabete. La più alta attività dell'enzima è accompagnata da ittero ostruttivo e colestasi.L'attività della γ-glutamiltransferasi in queste patologie aumenta di 10 o più volte. Con il coinvolgimento del fegato nel processo maligno, l'attività enzimatica aumenta di 10-15 volte, con epatite cronica - 7 volte. La Γ-glutamiltransferasi è molto sensibile all'alcol, che viene utilizzata per la diagnosi differenziale tra lesioni virali e alcoliche del fegato.

La determinazione dell'attività di questo enzima è il test di screening più sensibile, che è preferibile per determinare l'attività di aminotransferasi (AST e ALT) o fosfatasi alcalina.

Determinazione informativa dell'attività della γ-glutamiltransferasi e delle malattie del fegato nei bambini.

Il fruttosio monofosfato aldolasi (FMFA) è la norma, il risultato di una malattia del fegato

Normalmente, il sangue si trova in tracce. La determinazione dell'attività di FMFA è utilizzata per diagnosticare l'epatite acuta. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la determinazione dell'attività di questo enzima viene utilizzata per identificare la patologia occupazionale nelle persone che lavorano con sostanze chimiche tossiche per il fegato.

Nell'epatite infettiva acuta, l'attività del fruttosio monofosfato aldolasi aumenta di dieci volte e, se esposta a tossine a basse concentrazioni (avvelenamento cronico da tossine), solo 2-3 volte.

L'attività degli enzimi in varie patologie del fegato e delle vie biliari Il rapporto degli aumenti nell'attività di vari enzimi in alcune patologie del fegato e delle vie biliari è presentato nella tabella.

Top