Categoria

Messaggi Popolari

1 Ricette
La dimensione normale del fegato nelle donne mediante ultrasuoni
2 Steatosi
Insufficienza epatica
3 Itterizia
Dolore al fegato
Principale // Cirrosi

Indicatori di funzionalità epatica


Lascia un commento 4.926

Per determinare correttamente la natura della malattia, è spesso richiesta la biochimica del fegato. L'analisi in ospedale avviene in questo modo: vengono effettuati esami del fegato, cioè il sangue viene esaminato in laboratorio per un complesso di elementi biologici e chimici. Un risultato cattivo o positivo aiuta a identificare la presenza o l'assenza di patologia nel fegato. Determina anche il tipo di deviazioni nella malattia: quanti tessuti biologici sono interessati e in quale forma procede la malattia (acuta o cronica).

Biochimica del sangue - analisi di laboratorio sulla salute del fegato.

Indicatori di funzione e loro norme

Esiste un intero elenco di sostanze contenute nel sangue e determinate dall'analisi biochimica. Quanti enzimi sono concentrati nel corpo determina il grado e il tipo di deviazione funzionale del fegato. Dopo aver esaminato la composizione del sangue, è decifrato. Le più comuni di queste prestazioni cellulari sono:

  • bilirubina: generale, indiretta e diretta;
  • alanina aminotransferasi - ALT;
  • aspartato aminotransferasi - AST;
  • Y-glutamiltransferasi - GGT;
  • fosfatasi alcalina - fosfatasi alcalina;
  • albumina;
  • proteina comune.

Quando i marker sono ingranditi, significa che la presenza di Y e B-globuline è aumentata nel sangue ed è possibile che il rapporto albumina sia sottostimato. Questa immagine indica la riduzione della funzionalità epatica e l'infiammazione. L'analisi biochimica affidabile di sostanze del sangue è fatta in confronto a indicatori normali. Per un adulto, a seconda del genere, questi sono:

  • AST - 47 unità / l;
  • ALT-37 u / l;
  • GGT- 49 unità / l;
  • bilirubina totale - 8-20 mmol;
  • bilirubina dritta - 15,4 mmol / l;
  • bilirubina indiretta - 4,6 mmol / l;
  • proteine ​​totali - 60-80 g;
  • albumina - 40/60%.
  • AST - 31 unità / l;
  • ALT-31ed / l;
  • GGT-32ed / l;
  • bilirubina totale - 8-20 mmol / l;
  • bilirubina rettilinea - 15,4 mmol;
  • bilirubina indiretta - 4,6 mmol / l;
  • proteine ​​totali - 60-80 g;
  • albumina - 40-60%.
Torna al sommario

Decodifica dell'analisi biochimica del fegato

Se, dopo aver superato le analisi, i risultati hanno mostrato una lieve serie di anomalie e il paziente non mostra sintomi di malattie, l'esame dovrà essere ripetuto nuovamente dopo un breve periodo di tempo. Ciò contribuirà ad evitare diagnosi errate. Dopo aver decifrato il sondaggio, è possibile identificare l'insufficienza epatica o confermare l'assenza di tale. Inoltre, le analisi biochimiche mostrano quanti composti tossici nel corpo, come gli organi affrontano indipendentemente la loro conclusione e come si comporta il metabolismo, la quantità di bile secreta. Sulla base di questi risultati, è possibile giudicare le malattie del fegato. I seguenti fattori sono considerati per la valutazione.

bilirubina

Io distinguo 3 tipi di bilirubina nel corpo - ognuno di essi dà la sua caratteristica generale dello stato:

  1. La bilirubina totale è un tipo di pigmento che viene secreto dal fegato dall'emoglobina reagita. Se c'è una violazione nella struttura del tessuto epatico, il suo contenuto nel sangue aumenterà. E tali indicatori possono indicare la presenza di malattie gravi come la cirrosi o l'ittero. In alcuni casi, la quantità di bilirubina totale significa bloccare il passaggio della bile. Con un aumento dei coefficienti, l'infiammazione dei tessuti può essere spesso osservata. Ed è questa sostanza che produce pigmento giallo nell'epatite.
  2. La bilirubina diritta è parte integrante del generale. Questo composto, come gli altri di questo gruppo, contiene sostanze tossiche. La sua rimozione dal corpo avviene attraverso il flusso della bile. Pertanto, la deviazione degli indicatori suggerisce patologie biliari.
  3. Bilirubina indiretta - è la differenza tra bilirubina totale e diretta. I suoi marcatori aumentano a causa della decomposizione degli elettrociti, che si verifica quando l'infiammazione dei tessuti o l'anemia.

Aspartato aminotransferasi e alanina aminotransferasi

L'aspartato aminotransferasi o ATS è un chiaro indicatore di laboratorio di insufficienza epatica. I suoi cambiamenti possono indicare la presenza di anomalie nel miocardio. Quando si osserva un aumento degli enzimi, ciò indica un possibile sviluppo dell'oncologia o della presenza di epatite. Il coefficiente di alanina aminotransferasi (ALT) è una prova diretta della malattia epatica, che richiede molto tempo in forma acuta ed è caratterizzata dalla presenza di infiammazione.

Tassi troppo cari possono essere osservati nei casi in cui i sintomi non sono ancora evidenti. Ciò rende possibile identificare lo squilibrio funzionale in fase di sviluppo. AST e ALT sono un tipo di enzima. Sono concentrati nelle cellule che svolgono un ruolo importante nel metabolismo degli amminoacidi. Quindi, a seconda di quanto sono contenuti nel corpo, possono essere considerati come un indicatore di necrosi degli epatociti. Il rapporto delle sostanze AST e ALT è calcolato come il cosiddetto indicatore di laboratorio de-Ritis. Se ci sono sospetti di processi infiammatori del fegato di natura cronica, che sono accompagnati da una diminuzione del volume dell'organo (distrofia), il valore sarà più alto. Nell'epatite virale, il valore dell'indicatore sarà inferiore a uno. Quando c'è un aumento nel contenuto di sostanze più di 2 - indica cirrosi alcolica.

Fosfatasi alcalina

La modifica della quantità del contenuto di questo composto suggerisce la presenza di oncologia maligna o colestasi. Solo in aggiunta al cambiamento dei risultati dell'analisi biochimica dei liquidi del sangue, nel complesso, anche i valori di altri fattori di questo gruppo dovrebbero cambiare. Ciò è dovuto al fatto che gli elementi della fosfatasi alcalina si trovano anche in altri organi - nell'intestino, nel tessuto osseo, ecc. Se i cambiamenti sono localizzati, questo riflette il decorso delle malattie nelle cellule del fegato.

Gammaglutamine transpeptidase e albumina

Il contenuto dell'enzima gammaglutamina transpeptidasi nel sangue analizza i processi di malattie del fegato causate da dipendenza da alcol, infiammazione, colestasi, oncologia. Aumentare il numero di GGTPE, possono anche essere sonniferi, sostanze stupefacenti, tossine e barbiturici. L'albumina, nella sua essenza, è una proteina che svolge il metabolismo del trasporto - fornisce vitamine, acidi, nutrienti, ormoni, ecc. Alle cellule del corpo.I risultati degli esami del sangue durante la formazione del latte materno e la gravidanza possono aumentare leggermente. La riduzione dell'albumina si verifica durante il decorso cronico della malattia.

Indice di proteine ​​e timolo totali

Se il rapporto proteico è ridotto in analisi biochimiche - l'ipoproteinemia - può indicare insufficienza epatica, che si presenta in forma cronica. I risultati del test proteina-sintetico possono indicare un eccesso di attività fisica per il corpo e la disidratazione. L'indicatore di timolo è uno studio biochimico che aiuta a determinare la quantità di proteine ​​che il fegato può sintetizzare.

Una grande concentrazione di proteine ​​può essere osservata nelle cellule del fegato, sono responsabili dell'esecuzione delle funzioni di questo organo. Pertanto, il metabolismo proteico controlla la pressione sanguigna e la mantiene normale, e questo vale anche per la quantità di plasma nel fegato. Inoltre, le proteine ​​contribuiscono alla coagulazione del sangue, forniscono farmaci in tutto il corpo, pigmento bilirubina, colesterolo. Quando si analizza il sangue, fino a 5 unità sono considerate appropriate. Un aumento della norma diagnostica la presenza del gruppo di epatite A.

Colinesterasi e glutammato deidrogenasi

HE è un altro gruppo di enzimi delle specie idrolasi. Gli indicatori di questo enzima si riducono in caso di fuoriuscita della bile o durante i processi distruttivi nei tessuti del fegato. La norma di CE è considerata di 5-12 mila unità / l. Il glutammato nelle fibre del fegato è basso ed è possibile determinare le anomalie presenti nel fegato. Se viene superata la concentrazione della sostanza, è possibile diagnosticare la distrofia dell'organo. In relazione al GDG, distinguono una cosa come il coefficiente di Schmidt. È la somma di ATP e LDH divisa per GFH. Aiuta a determinare la presenza di epatite (5-15 unità / l), con manifestazione acuta di 30 unità / l, e con tumori - 10 unità / l.

Lo squilibrio della lattato deidrogenasi è un satellite di epatite e cirrosi epatica. Torna al sommario

Lattato deidrogenasi e sorbitolo deidrogenasi

Il corpo umano è ricco di questo composto - è contenuto nel plasma e nei globuli rossi. La sua norma è 140-350 unità. Con la manifestazione acuta delle isoforme ittero entrano in attività e il suo valore può essere calcolato nei primi giorni dello sviluppo della malattia. Nei casi in cui si verifica la formazione di calcoli biliari, la presenza di LDH diminuisce bruscamente e in modo quasi impercettibile. SLH è una sostanza speciale, la cui comparsa causa lo sviluppo di malattie gravi come la cirrosi e l'epatite di vari gruppi. I suoi indicatori dovrebbero essere considerati rispetto al contesto generale di altri cambiamenti al fine di determinare in modo affidabile il grado di danno.

Indice di protrombina e colesterolo

L'indice di protrombina è un fattore responsabile della velocità della coagulazione del sangue. Per questo processo, il fegato produce un enzima speciale, la protrombina, e se la sua concentrazione diminuisce, significa che c'è una compromissione funzionale degli epatociti nel corpo. La sua norma è la concentrazione del 75-142%. Gli enzimi del colesterolo vengono assorbiti nel sangue con il cibo o prodotti dalle cellule del corpo. Il tasso consentito è di circa 2,9-7,8 mmol / l. Le fluttuazioni possono essere causate da tutta una serie di disturbi, e soprattutto spesso si verificano in overdose alcoliche e cirrosi.

Sangue ammoniacale

La formazione di questo composto è dovuta al processo di rottura delle molecole di amminoacidi ed è la prova di anomalie nei processi metabolici del fegato causate da gravi deviazioni nelle sue funzioni. La valutazione del contenuto di ammoniaca varia con l'età del paziente. Quindi, per i bambini, le percentuali normali sono comprese nell'intervallo 64-207 mmol / l, negli adulti 11-32 mmol / l.

Inoltre, quando si analizzano il fluido ematico e le presunte anomalie nella funzionalità epatica, vengono presi in considerazione altri indicatori, quali: indice bromolulemico, che aiuta a indagare sull'indice escretivo; alfa-fetoproteina: descrive le condizioni dei neonati e delle donne in gravidanza; antigeni virali e anticorpi - manifestazioni di infezione da epatite; gli anticorpi ai mitocondri sono indicatori di cirrosi epatica.

Esami del sangue per controllare il fegato

Il fegato è una delle più grandi ghiandole del corpo umano. Dal momento che è quasi completamente assente terminazioni nervose, il dolore caratteristico nelle malattie del corpo di una persona non si sente. Molto spesso, la patologia viene rilevata nelle fasi successive. Quale analisi del sangue mostra lo stato del fegato? Questo sarà discusso.

Indicazioni per lo studio

Ci sono alcuni segni che indicano danni al fegato. Di regola, i sintomi caratteristici compaiono già in fasi avanzate, il che complica il trattamento della patologia. La biochimica del sangue per controllare il fegato è nominata nel seguente caso:

  • Giallo di pelle. Un tipico segno di aumento dei livelli di bilirubina. Il giallo della sclera della pelle e degli occhi indica un'infiammazione di lunga durata.
  • Aumentare le dimensioni del corpo. Identificare la deviazione nella fase iniziale può utilizzare gli studi ecografici. Con un forte aumento dell'organo del paziente, si osserva un aumento dell'addome in assenza di cambiamenti nel peso totale.
  • Perdita di peso. Per patologie del fegato, la nausea e il rifiuto di mangiare sono tipici, con conseguente perdita di peso.
  • Sapore amaro in bocca Per malattie del fegato, sapore amaro in bocca, lingua di pelo, densa patina giallo-marrone o bianca, sono tipiche fessure sulla superficie della lingua.

Indicatori chiave per le malattie del fegato

La condizione del fegato consente di monitorare determinati enzimi. Questo è:

  • albumina;
  • bilirubina;
  • aminotransferasi (AST e ALT)
  • fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina)
  • glutammato deidrogenasi (GLDG)
  • sorbitolo deidrogenasi (SDG)
  • γ-glutamiltransferasi (GGT)
  • fruttosio monofosfato aldolasi (FMFA).

albumina

È la principale proteina prodotta dai tessuti del fegato. Un organo sano produce 24-250 mg / kg di albumina entro 24 ore. La tariffa per un adulto è di 35-53 g / l. Se lo studio ha mostrato una diminuzione, la causa potrebbe essere: insufficienza epatica, epatite cronica, cirrosi.

bilirubina

È un pigmento giallo derivante dalla scomposizione dell'emoglobina. La risultante bilirubina indiretta entra nel fegato, si neutralizza e viene espulsa naturalmente. Normalmente, 250-300 mg (bilirubina totale) si formano nel corpo umano durante il giorno. L'interesse diagnostico è un indicatore della bilirubina diretta. Norma: non superiore a 5,1 micron / l.

Il superamento dei valori consentiti nell'analisi del sangue indica le seguenti patologie:

  • infiammazione della ghiandola di origine virale;
  • cirrosi;
  • intossicazione da alcol;
  • colangite;
  • concrementi nei dotti biliari.

Un aumento delle frazioni di bilirubina diretta / indiretta può essere causato da:

  • infiammazione tossica / virale della ghiandola;
  • suppurazione, neoplasie maligne nel fegato;
  • danno d'organo cirrotico;
  • mononucleosi;
  • echinococcosi.

Alanina aminotransferasi (ALT, ALT)

Le percentuali di ALT dipendono dal sesso del paziente: per gli uomini - 10-40 unità / l, per le donne - 12-32 unità / l. Un aumento del numero di enzimi nel sangue può essere accompagnato da epatite acuta, ittero ostruttivo. L'aumento del tasso di ALT rispetto al tollerabile è fissato in caso di cirrosi e sullo sfondo del trattamento con farmaci epatotossici.

Un aumento nell'attività dell'enzima 4-6 volte e più indica una grave malattia del fegato. Una deviazione viene rivelata prima della comparsa dei sintomi tipici - ittero, sindrome del dolore e altri - in circa 1-4 settimane. Dopo lo sviluppo del quadro clinico, i valori elevati di ALT persistono per non più di 2 settimane, il che è un segno di danno d'organo significativo.

Aspartato aminotransferasi (AST, Asat)

Il tasso dipende dal genere: per gli uomini - 15-31 unità / l, per le donne - 20-40 unità / l. Un'aumentata attività AST è registrata in caso di morte di epatociti. Tuttavia, maggiore è il danno al corpo, maggiore è la performance dell'enzima. L'aumento degli indicatori quantitativi si verifica anche nell'epatite infettiva e tossica acuta.

La diagnosi di patologie del fegato comporta il calcolo del coefficiente de Rytis - il rapporto tra i numeri AST / ALT. Normalmente, è uguale a e supera il numero 1.3. Il cambio di numeri nella parte inferiore dell'indicatore indica la sconfitta dell'organo.

Fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina)

L'attività enzimatica dipende dal sesso e dalla fascia d'età. In un adulto sano - 30-90 unità / l. L'aumento della fosfatasi alcalina si verifica negli adolescenti (fino a 400 unità / l) e nelle donne incinte (fino a 250 unità / l). Un significativo aumento della fosfatasi alcalina - 10 volte o più - si verifica con lo sviluppo di ittero ostruttivo. A eccesso non così significativo è possibile sospettare una delle forme di epatite.

Glutammato deidrogenasi (GLDG)

Normalmente, l'analisi biochimica del sangue mostra livelli insignificanti di GLDH. Il motivo è che è uno degli enzimi epatici localizzati all'interno della cellula. E l'aumento della sua attività consente di stabilire la forza della lesione del corpo. Risultati aumentati indicano l'insorgenza di processi distrofici nei tessuti del fegato, causati sia da fattori esterni che interni.

  • neoplasie;
  • metastasi epatiche;
  • sostanze tossiche;
  • patologia infettiva.

Il calcolo del coefficiente di Schmidt aiuta significativamente a stabilire la diagnosi: KS = (AST + ALT) / GLDG. Con lo sviluppo di ittero ostruttivo, è nell'intervallo 5-15, per l'epatite acuta l'indice raggiunge 30, con le metastasi - circa 10.

Sorbitolo deidrogenasi (SDH)

La norma è un indicatore non superiore a 0,4 unità / l. Se il sondaggio ha mostrato un aumento di SDH 10-30 volte, allora questo è un chiaro segno di epatite acuta.

γ-glutamil

In una persona sana, la concentrazione ammissibile di γ-glutamiltransferasi è: negli uomini - 250-1800 nmol / l * s, nella metà femminile - 167-1100 nmol / l * s. Un aumento delle prestazioni enzimatiche è possibile con i seguenti problemi:

  • ittero ostruttivo, colestasi - sono tipici di un aumento di 10 volte o più;
  • Tumori maligni - l'attività enzimatica aumenta 10-15 volte;
  • epatite cronica - 7 volte.

Fruttosio monofosfato aldolasi (FMFA)

FMF dovrebbe essere presente nel sangue solo in tracce. La definizione di questo indicatore è necessaria per diagnosticare la forma acuta di epatite. Nella maggior parte dei casi, viene utilizzato per valutare la funzionalità epatica in persone la cui attività professionale è causata dal contatto diretto con sostanze tossiche per il fegato.

Esame del sangue per neoplasie maligne

Il cancro del fegato e l'epatite sono determinati identificando gli antigeni di alcune malattie. Marcatori dell'epatite: A (HAV) - Anticorpi anti-HAV-IgM, IgM del virus A; B (HBV) - Anticorpi anti-HBs all'antigene HBs del virus B; C (HCV) - Anticorpi anti-HCV-totali agli antigeni del virus C.

Il marcatore per il cancro è il marcatore tumorale AFP. La conferma della malattia è il risultato di oltre 10 UI. Un aumento dell'indice può indicare la presenza di una neoplasia maligna nell'organo stesso, la presenza di metastasi, il cancro embrionale.

Con un leggero eccesso si può sospettare:

  • cirrosi;
  • l'epatite;
  • insufficienza renale.

Preparazione per l'analisi

La biochimica del sangue è prescritta se è necessario controllare la funzionalità del fegato. Una corretta preparazione della donazione di sangue aiuterà a ottenere i risultati più precisi. Due o tre giorni prima della visita al laboratorio, è necessario escludere dal menu cibi grassi, fritti, fast food, dolciumi, carni affumicate, cacao, caffè, sottaceti.

L'assunzione di alcol dovrebbe essere abbandonata una settimana prima dell'analisi. L'etile colpisce non solo lo stato degli epatociti, ma anche l'indice di coagulazione del sangue. La mattina della donazione di sangue, il paziente non deve fumare. Ma è meglio rinunciare alla nicotina 10-12 ore prima di visitare il laboratorio.

7 giorni prima dell'analisi, è necessario interrompere l'assunzione di qualsiasi farmaco, compresi i complessi vitaminici. Se questo non è possibile, allora devi abbandonare le pillole almeno la mattina della donazione di sangue. Una donna deve essere sicura di non essere in uno stato di gravidanza. Sullo sfondo della gestazione, l'eccesso di norme ammissibili non è escluso. E questo non può essere considerato come un sintomo di una condizione patologica.

La mattina della donazione di sangue, è necessario rifiutarsi di eseguire esercizi mattutini, poiché un aumento dell'attività fisica può influire sulla conta ematica. La resa del biomateriale viene effettuata al mattino, a stomaco vuoto. L'ultimo pasto dovrebbe avvenire la sera prima. La cena dovrebbe essere leggera.

Il prelievo di sangue viene eseguito dalla vena cubitale. La procedura è indolore, ma può essere accompagnata da lievi capogiri. La decodifica dell'analisi deve essere effettuata dal medico curante, poiché solo uno specialista qualificato è in grado di confrontare tutti i dati ottenuti e determinare la presenza o l'assenza di patologia.

Metodi di diagnosi della malattia del fegato

La diagnosi di malattia del fegato richiede un approccio integrato. Non esiste un'unica analisi universale che possa identificare immediatamente una qualsiasi delle possibili patologie. Non c'è bisogno di aspettarsi che solo un "esame del sangue per il fegato" rimuova istantaneamente tutte le domande.

Cos'è un esame del sangue biochimico?

L'analisi biochimica del sangue è un metodo di ricerca di laboratorio universale, i cui risultati riflettono lo stato di vari organi e sistemi corporei.

Con il suo aiuto, viene determinato lo stato del metabolismo del sale dell'acqua, la presenza di processi infiammatori e reumatoidi, il livello degli enzimi epatici e altri organi. Certamente, le malattie del fegato in questo senso non fanno eccezione: parametri come la bilirubina, l'aspartato aminotransferasi, l'indice della protrombina o l'albumina giocano un ruolo chiave nel decifrare i risultati di uno studio che aiuta uno specialista a comprendere oggettivamente la natura della malattia o lo stato funzionale di un organo.

Indicatori per la determinazione della malattia del fegato

Poiché il test del sangue biochimico è un metodo diagnostico abbastanza universale progettato per determinare lo stato di un numero di organi e sistemi del corpo umano, in questo articolo non verranno elencati tutti i parametri che sono determinati in questa analisi. Poiché siamo interessati principalmente alla biochimica del fegato, all'analisi e ai risultati, parliamo degli indicatori direttamente correlati al suo stato funzionale:

  1. bilirubina totale. Questo pigmento si forma nel fegato ed è il prodotto della degradazione dell'emoglobina. Quando il tessuto epatico è interessato, questo indicatore nel sangue aumenta, il che dà al medico motivo di sospettare epatite o addirittura cirrosi. A volte, la bilirubina totale può essere aumentata con il blocco del tratto biliare. Il tasso di questo indicatore è di circa 8,5 - 19,5 μmol / l. L'eccesso di questo indicatore è solitamente accompagnato da processi infiammatori nei tessuti del fegato e dall'itterizia - è la bilirubina che dà alla sclera e alla pelle un colore giallo;
  2. la bilirubina diretta è uno dei componenti della bilirubina totale. Questo pigmento Come tutti i tipi di bilirubina in una certa misura tossici, è espulso attraverso i dotti insieme con la bile. Di conseguenza, le deviazioni dalla norma saranno registrate in violazione del deflusso della bile. Il tasso di bilirubina diretta è in media da 0 a 3,5 μmol / l;
  3. la bilirubina libera è la differenza tra bilirubina totale e diretta. I valori della bilirubina libera aumentano con la rottura dei globuli rossi, che si osserva con la colestasi, l'infiammazione del tessuto epatico e l'anemia emolitica. La velocità di questo indicatore varia da 9,5 a 18,5 μmol / l;
  4. l'aspartato aminotransferasi è un enzima coinvolto nel metabolismo delle proteine. Un aumento di questo indicatore nel sangue può essere osservato in caso di epatite virale o tumori oncologici nel fegato. Il limite superiore della norma per le donne è di 30 unità / l, per gli uomini - 40 unità / l;
  5. alanina aminotransferase - è un enzima epatico che, come l'aspartato aminotransferasi, è coinvolto nel metabolismo delle proteine. Un aumento di alanina aminotransferasi è caratteristico delle stesse patologie come nel caso dell'aspartato aminotransferasi. Fino a 18 anni, il tasso di mantenimento non è superiore a 37 U / L (senza correzione per età). Dopo 18 anni per le donne, il contenuto massimo ammissibile di alanina aminotransferasi è 30 u / l, e per gli uomini - 40 u / l;
  6. la fosfatasi alcalina è un enzima appartenente alla classe delle idrolasi. La composizione di questo enzima consiste di tre forme di isoenzima: epatobiliare, intestinale e osseo. Nelle donne in gravidanza, una quarta forma placentare è isolata. Il tasso di contenuti varia a seconda del sesso e dell'età. Per gli uomini adulti, non dovrebbe superare le 105 unità / l, e per le donne - 130 unità / l. Le percentuali in eccesso possono indicare processi maligni nel fegato o malattie ostruttive delle vie biliari;
  7. colinesterasi - un altro gruppo di enzimi della classe di idrolasi formate nel fegato. L'indice di colinesterasi sarà abbassato in violazione del deflusso della bile, così come nella distruzione del tessuto epatico. Il contenuto standard nel sangue varia da 5000-12500 U / l;
  8. L'albumina è una proteina che fa parte del siero. È prodotto nel fegato e ciò significa che quando il contenuto di albumina nel sangue diminuisce, il tessuto epatico viene distrutto o il processo di assorbimento è disturbato. Tali fenomeni sono caratteristici dell'epatite virale e della cirrosi. Normalmente, i valori di albumina sono 35-55 g / l;
  9. indice di protrombina è un indicatore mediante il quale viene determinata la velocità di coagulazione del sangue. La protrombina è prodotta nel fegato, quindi una diminuzione delle sue prestazioni indica una possibile patologia degli epatociti. Normalmente, l'indice di protrombina è del 75-142%

Regole di base per la preparazione allo studio

Qualsiasi esame del sangue per le malattie del fegato è importante a modo suo. Ad esempio, il sospetto di epatite virale viene controllato da test per specifici marcatori di epatite B e C, ma l'analisi biochimica, incluso un elenco di parametri così impressionante (si ricordi che i suddetti sono solo quelli direttamente correlati alla malattia del fegato) è la più universale possibili patologie nel lavoro di questo corpo.

Il conteggio del fegato al basale in un esame del sangue viene determinato in uno studio biochimico, quindi un paziente che si prepara per un esame deve sapere come prepararsi per questo studio.

La buona notizia è che il test è veloce e relativamente indolore: il sangue viene prelevato da una vena. La cattiva notizia: il paziente deve astenersi dal mangiare circa 10-12 ore prima che venga prelevato il sangue. Il fatto è che l'assunzione di cibo immediatamente prima dello studio distorce i livelli ematici naturali di varie proteine, zuccheri ed enzimi (ad esempio glucosio o bilirubina). L'analisi viene effettuata al mattino, in modo che il paziente non riesca nemmeno a rallegrarsi con il tè (si può bere solo un po 'd'acqua). Alla vigilia si raccomanda anche di evitare alcol, succhi, dolci e cibi grassi. Almeno un'ora prima del test è vietato fumare. In caso di assunzione di qualsiasi farmaco farmacologico, è necessario informare il medico curante. Soggetto a queste istruzioni, il paziente è garantito per ricevere il risultato esatto dell'analisi biochimica.

testimonianza

La diagnosi di epatopatia comprende una serie di studi di laboratorio e strumentali che offrono l'opportunità di esaminare il tratto gastrointestinale e stabilire il grado di disfunzione d'organo. I seguenti sintomi possono essere la ragione per andare da un medico:

  1. stanchezza cronica;
  2. emorragia sottocutanea;
  3. febbre;
  4. nausea;
  5. amarezza in bocca;
  6. disfunzione intestinale (stitichezza, diarrea);
  7. pesantezza nella parte destra;
  8. disturbo del sonno;
  9. diminuzione dell'appetito;
  10. giallo pelle;
  11. decolorazione delle feci;
  12. gonfiore degli arti;
  13. riduzione del peso;
  14. cambiamento dello stato psico-emotivo (apatia, depressione).

Inoltre, la diagnosi di epatopatia è necessaria se durante l'esame profilattico sono stati rilevati cambiamenti nel parenchima dell'organo (con ultrasuoni) o un aumento della biochimica. È importante ricordare che molte malattie all'inizio dello sviluppo hanno un corso nascosto (asintomatico), pertanto si trovano spesso in una fase avanzata. Le indicazioni per i test di laboratorio includono:

  1. epatite di varia origine (infettiva, alcolica, medicinale);
  2. degenerazione grassa;
  3. cancro (carcinoma epatocellulare);
  4. cisti parassitarie nel fegato (echinococcosi);
  5. cirrosi;
  6. emocromatosi, malattia di Wilson, la cui base è il disordine metabolico;
  7. epatomegalia (ingrossamento del fegato);
  8. danno epatico.

Per confermare la diagnosi, è necessario un ulteriore esame (marcatori dell'epatite virale, imaging a risonanza magnetica, tomografia computerizzata, biopsia epatica).

Controindicazioni

I test di laboratorio per le epatopatie sono una parte obbligatoria della diagnosi. La ricerca biochimica fornisce un'opportunità per valutare non solo il grado del suo danno, ma anche altri organi interni (reni). Grazie a lui, riesce a sospettare la malattia e ad inviare un ulteriore esame al paziente.

Non ci sono controindicazioni all'analisi in quanto tale. Viene eseguito anche in condizioni critiche, quando non c'è coscienza umana e c'è una minaccia di morte. Il prelievo di sangue può essere effettuato sia dal vaso periferico che da quello centrale. La manipolazione richiede una cura speciale in caso di ipocoagulazione grave, quando qualsiasi violazione dell'integrità della pelle può essere accompagnata da sanguinamento prolungato.

Decodifica risultati

L'interpretazione dei risultati è fatta esclusivamente da uno specialista. Non è sufficiente sapere se l'indice delle analisi biochimiche è aumentato o diminuito, è necessario decifrare correttamente questi cambiamenti.

Di seguito una tabella che descrive quali indicatori del sangue indicano una malattia del fegato e come evidenziato dalle deviazioni nella loro composizione quantitativa.

Quali sono gli indicatori di analisi biochimica del sangue indicano malattie del fegato?

Per valutare la presenza di patologia del tessuto epatico, ci sono molte opzioni diagnostiche. Questo include non solo le tecniche di visualizzazione. L'esame ecografico del fegato, la tomografia computerizzata e la risonanza magnetica rivelano un aumento delle dimensioni dell'organo, la presenza di lesioni, cisti, tumori. Puoi vedere il cambiamento nella struttura del fegato. È importante capire quale sia il substrato morfologico di una malattia, quali dimensioni, forma. Sarà importante decidere sulla possibilità di un trattamento chirurgico. Ma la funzionalità del corpo con questi metodi di ricerca non può essere valutata. La biochimica del fegato è utilizzata proprio per questi scopi. Cosa è incluso nel concetto di analisi biochimica del sangue per la diagnosi delle malattie di un organo, e quali cambiamenti in esso possono essere rivelati?

Lo stato della funzione di sintesi proteica

Gli epatociti svolgono molte funzioni nel corpo umano. Uno dei vitali è la sintesi proteica. Proteine ​​e amminoacidi non solo entrano nel corpo umano dall'esterno. La maggior parte degli enzimi, degli ormoni e dei portatori di origine proteica sono sintetizzati dal fegato.

Il contenuto di proteine ​​nel sangue. Per valutare questa funzione, vengono utilizzati diversi parametri. Il più significativo è il contenuto di proteine ​​del sangue. La concentrazione di proteine ​​nel siero viene valutata. Con un fegato normalmente funzionante, i livelli di proteine ​​variano da 60 a 80 grammi per litro. Con una diminuzione, si verifica l'ipoproteinemia, con un aumento della concentrazione di proteine ​​superiore a 80 g / l, parlano di iperproteinemia. In caso di malattie del fegato, la prima variante è più tipica.

Albumina e globuline. Oltre al contenuto proteico totale nei laboratori, si determinano le varie frazioni. Questi sono albumina e globuline. Per l'oggettivazione dei risultati della ricerca, ci sono tabelle di età con un contenuto standard di questi tipi di proteine. Le malattie del fegato con la funzione intatta delle cellule epatocitarie non sono accompagnate da un cambiamento nel contenuto normale di queste proteine ​​in base al sesso, all'età e al peso corporeo.

Una condizione in cui la normale proporzione tra la frazione di albumina e globulina delle proteine ​​cambia verso la predominanza di quest'ultima è chiamata disproteinemia. Le globuline normali dovrebbero sempre essere inferiori all'albumina.

La disproteinemia può essere rilevata non solo nella valutazione delle frazioni. A tale scopo, i campioni sedimentari vengono utilizzati nell'analisi biochimica del sangue. Cosa è incluso in questo concetto? I cosiddetti test sedimentari determinano rapidamente la presenza di sindrome dysproteinemic. Questo timolo e test sublimato. Sono qualitativi, non quantitativi. Con un risultato positivo, è chiaro solo che c'è disproteinemia e una violazione della funzione di sintesi proteica. Inoltre, in base alla situazione clinica, è necessario determinare la gravità di questa sindrome determinando il livello di albumina e globuline. Per ulteriori approfondimenti diagnostici, viene utilizzato un metodo elettroforetico per studiare la frazione di specifiche proteine ​​della frazione globulinica.

colinesterasi

Questo indicatore non è specifico. Esistono due tipi di colinesterasi. Uno di questi è true o type 1. È raramente determinato da sistemi diagnostici standard. Spesso il suo livello è necessario per determinare la sensibilità ai rilassanti muscolari.

Il secondo tipo di HE è la pseudo-colinesterasi. Questo è colinesterasi di tipo 2. I suoi cambiamenti potrebbero indicare che la funzionalità epatica è compromessa. Più specificamente, stiamo parlando della capacità delle cellule del fegato di sintetizzare proteine, enzimi.

In diversi laboratori, i valori di riferimento CE possono variare. Dipende dai sistemi di test utilizzati. Più significativo per le malattie del fegato è un aumento dei livelli di colinesterasi per gli uomini oltre 14000 U / l, e per le donne oltre 12000 U / l.

La CE risponde alla citolisi degli epatociti prima dell'aspartato aminotransferasi e dell'alanina aminotransferasi. Ma questo indicatore è meno specifico, anche se più sensibile.

Quali malattie del fegato possono essere accompagnate da un aumento di CE?

  • cirrosi;
  • epatite virale e non virale;
  • congestione del tessuto epatico con progressiva insufficienza cardiaca;
  • danno d'organo da metastasi in tumori di altri siti.

Ma il contenuto di colinesterasi in violazione della funzionalità epatica può essere ridotto. Questo di solito è associato all'alcolismo cronico. Il danno epatico alcolico porta ad una marcata diminuzione del CE, e con la progressione della malattia, questa cifra aumenta.

Sangue ammoniacale

Il prossimo parametro da determinare è l'ammoniaca libera di sangue. Dice che c'è una sindrome di smistamento di sangue. Puoi confermarlo nello studio del siero di tirosina, triptofano e fenilalanina.

In diversi laboratori, l'ammoniaca viene valutata in base a vari standard. Se aumenti questo parametro, dovresti pensare all'aspetto dell'ipertensione portale.

Indicatori di citolisi

Riguarda quali test indicano la distruzione di epatociti. Se si sospetta che il processo di infiammazione delle cellule del fegato assuma sangue da una vena a enzimi epatici. Gli enzimi identificati includono AsAT - aspartato aminotransferasi e AlAT - alanina aminotransferasi.

Questi indicatori di analisi biochimica del sangue hanno gli stessi valori di riferimento, cioè i limiti della norma. In assenza di citolisi, il livello di AlAT e AsAT non supera 50 U / l. Alcuni laboratori per il limite superiore nell'analisi del siero per enzimi prendono 30 unità per litro. Un aumento del contenuto di enzimi nel sangue è chiamato iperfermentemia. Può essere di vari gradi di gravità. Ad esempio, se il livello di ALT o AST supera le 10 norme (più di 300 U / l), vi è un iperfermentemia molto pronunciata.

Non si può diagnosticare solo la transferasemia iperasiatica o l'aminotransferasemia iperaspartito, ma anche una diminuzione del numero di enzimi inferiore a 5 U / l. È un'ipofermemia assoluta. Quando un paziente con danno epatico cronico, che si manifesta con una disfunzione pronunciata, un aumento persistente dei livelli di ALT e AST cede il passo a una forte diminuzione, questo non indica affatto un miglioramento dello stato o dell'efficacia del trattamento epatoprotettivo. Molto probabilmente, la malattia è scompensata e va nella fase della cirrosi.

Per la diagnosi di epatite l'origine virale è importante non solo per aumentare il livello di enzimi, ma anche il rapporto tra loro. Con l'infiammazione degli epatociti, l'ALT aumenta in misura maggiore rispetto all'AST. Questo sintomo è molto specifico per l'epatite virale. Pertanto, in ittero, quando uno studio di laboratorio fornisce tali risultati, dovrebbe essere indicato con un elevato grado di certezza circa la natura citolitica o parenchimale della sindrome.

AST e ALT sono elevati in epatite di varie eziologie. Il più delle volte, virali o tossici. Se c'è un'infiammazione degli epatociti, allora la biochimica del fegato richiederà ulteriori ricerche - determinazione della fosfatasi alcalina e gamma-glutamiltransferasi. La concentrazione di un tale indicatore come la lattato deidrogenasi può spesso cambiare. Ma è un enzima molto specifico, che aumenta anche in caso di danni ai muscoli scheletrici, il miocardio.

La gamma-glutamiltransferasi e la fosfatasi alcalina sono localizzate nelle membrane delle cellule epatiche. Il loro numero è incline ad aumentare in violazione del deflusso della bile. Questa situazione si sviluppa con ittero ostruttivo. Questo indica la natura colestatica dell'infiammazione del tessuto dell'organo. Negli uomini e nelle donne, i regolamenti di fosfatasi alcalina e ggtf sono diversi. Dopo aver passato l'analisi, i risultati dello studio sono scritti accanto agli indicatori standard, quindi il loro contenuto può essere valutato, aumentato o aumentato, anche per una persona senza istruzione medica.

Metabolismo lipidico

Il fegato è coinvolto in tutte le reazioni anaboliche e cataboliche. Cioè, il funzionamento di questo corpo influenza inevitabilmente il metabolismo di carboidrati, proteine ​​e grassi.

Il primo indicatore importante è il colesterolo. Il colesterolo epatico è endogeno. Il suo contributo al livello generale dell'indicatore è piuttosto ampio. C'è anche il colesterolo esogeno. Viene dal cibo di origine animale. I livelli normali di colesterolo variano da 3,9 a 5,2 mmol / l. L'ipercolesterolemia non indica che la funzionalità epatica è compromessa. Ciò è evidenziato da una diminuzione della concentrazione di colesterolo nel sangue.

Quali altri indicatori sono inclusi nelle caratteristiche del profilo lipidico? Queste sono lipoproteine ​​basse, molto basse, intermedie e ad alta densità. Dimostrano più in dettaglio il cambiamento del livello di colesterolo e delle sue frazioni - aterogenico e anti-aterogeno. Un importante indicatore è anche considerato la concentrazione di triacilgliceridi. I TAG aumentano in misura maggiore quando si alimentano cibi animali ricchi di grassi, come pure l'abuso di carboidrati facilmente digeribili e bevande alcoliche.

Ipertriacilgliceridemia: la comparsa nel sangue di un gran numero di TAG, superiore agli indicatori standard, è la causa della degenerazione delle cellule del fegato dal tipo di steatosi. Il corpo diventa "imbottito" con triacilgliceridi. Il risultato della situazione diventa steatoepatosi, che alla fine si trasforma in cirrosi.

Scambio di pigmenti

Lo studio del profilo biochimico del fegato comprende anche la determinazione della quantità di bilirubina. Questo è un prodotto di degradazione dell'emoglobina. Il processo di modifica avviene con la partecipazione del sistema enzimatico del fegato.

Le seguenti frazioni di bilirubina si distinguono:

Non solo le tossine influenzano il fegato. Se ci sono ostruzioni nel tratto biliare, il flusso di bile dalla cistifellea e dal fegato viene bloccato. Si sviluppa ittero meccanico o ostruttivo. Questo cambia il livello di bilirubina. Può aumentare molte volte. Lo studio dei parametri biochimici rivelerà anche i cambiamenti nella frazione diretta e indiretta, fosfatasi alcalina, GGTP.

I confini normali della bilirubina totale variano in Iendrashek da 5 μmol / l a 21. A una concentrazione di 80 μmol / l e oltre, ikterichnost sclera e membrane mucose, così come l'involucro cutaneo.

L'analisi biochimica del sangue svolge un ruolo importante nello stabilire una diagnosi accurata per varie patologie del fegato e dell'intero tratto biliare.

Malattie epatiche: un esame del sangue biochimico

È richiesto un esame del sangue per le malattie del fegato. Questo organismo partecipa ai più significativi flussi di distribuzione e trasporto. Ecco la neutralizzazione delle tossine e di altre sostanze nocive che entrano nel corpo insieme al cibo consumato, così come l'aria inalata.

Inoltre, il fegato è coinvolto nel processo digestivo, converte gli alimenti consumati in energia e nutrienti benefici. Ecco un deposito di oligoelementi e tutte le vitamine che potrebbero mai essere necessarie per la vita.

Il corpo è coinvolto nel processo chimico associato alla lavorazione del grasso, controlla attentamente la fornitura del livello richiesto di questa sostanza nel corpo. Allo stesso tempo, il fegato sintetizza le proteine ​​richieste dal corpo umano in modo che il sangue coaguli correttamente e le infezioni non possano danneggiare la salute. Anche questa lunga lista non descrive tutte le funzioni assegnate a questo importante organismo.

Disfunzione epatica

Il fegato è molto resistente a tutti i cacciatorpedinieri esterni, può recuperare rapidamente dal processo infiammatorio o dal danno. Ma aumentando il carico su di esso può causare il fallimento del processo di aggiornamento.

I problemi al fegato possono essere visti nel decorso acuto della malattia, quando la ghiandola non può più resistere alle tossine. C'è un avvelenamento, manifestato da tali sintomi:

  • il bianco degli occhi e la pelle sono giallastri;
  • lo sgabello diventa pallido;
  • urinazione aumentata, urina arancione;
  • la pancia aumenta;
  • i palmi diventano rosso vivo;
  • prurito, peggio di notte.

La condizione di questa ghiandola influenza l'attività del tratto gastrointestinale, dei reni e del cervello. Il danno al fegato è sempre una complicanza grave, in alcune situazioni possono portare alla morte. Al primo sospetto di patologia epatica, una visita urgente dovrebbe essere fatta al medico per sottoporsi agli esami richiesti. Nel corso del loro assegnato una serie di manipolazioni di ricerca.

Test di laboratorio

Gli esami del sangue biochimici per le malattie del fegato possono essere molto utili per uno specialista. La malattia del fegato non è all'ultimo posto nella gerarchia dei disturbi comuni. La diagnosi di patologie del fegato, della cistifellea e dei passaggi non è una questione semplice. Durante l'esame, il medico prescrive uno studio approfondito:

  • analisi del sangue biochimica per malattie del fegato;
  • analisi clinica;
  • test delle urine;
  • Ultrasuoni del fegato.

La biochimica del sangue, che indica una malattia del fegato, è considerata il metodo migliore. Le manipolazioni comprendono 2 fasi di ricerca:

  • analisi del sangue di laboratorio;
  • "Prove anonime" per la diagnosi dei tipi di cancro della fibrosi o della cirrosi.

I dati ottenuti nel processo di esame dell'analisi biochimica del sangue offrono l'opportunità di determinare:

  • qual è la gravità della malattia;
  • fattori patologici;
  • diagnosi accurata.

Nella maggior parte dei casi, l'intero complesso di analisi biochimiche è prescritto ai pazienti per la valutazione dell'attività del fegato durante vari disturbi: tumori, cirrosi, epatiti e colestasi. Tra questi, i più comuni sono considerati test biochimici per:

  • lo studio del metabolismo dei pigmenti per rilevare la bilirubina oi prodotti da essa convertiti nel sangue o nelle urine;
  • determinare la presenza di componenti proteici nel siero del sangue (inteso a valutare quanto le funzioni renali sintetizzano le proteine);
  • verifica della serie enzimatica (AsAT e AlAT, quando si sospetta la distruzione degli epatociti, nonché α-glutamiltransferasi, se vi è dubbio sulla presenza di malattie provocate da eccessiva appetito alcolico, fosfatasi alcalina se la colestasi è possibile) per l'attività;
  • valutazione di specifici enzimi epatici per attività (ornithinecarbamoyltransferase, fruttosio-1 fosfataldolasi e sorbitolo deidrogenasi).

I loro indicatori possono spesso cambiare a causa della gravità della patologia della ghiandola. Campioni sedimentari sono ancora in corso - un'analisi biochimica, la cui essenza implica la valutazione di sedimenti sedimentari o annebbiati come risultato della reciproca reazione del sistema colloidale di proteina del siero di sangue con tutti i tipi di reagenti.

L'attività metabolica di questo corpo è valutata:

  • campione di bromsulfalene;
  • secondo la ricerca biochimica sulla presenza di urea, ammoniaca, ferro, sostanze coagulanti, particelle proteiche e lipidi nel siero del sangue.

Utilizzando l'analisi biochimica del sangue, è possibile stabilire rapidamente e correttamente la diagnosi e scegliere un metodo di trattamento efficace. Questo è un punto piuttosto importante all'inizio dello sviluppo delle malattie del fegato.

Tipi di test di biochimica

A seconda della patologia, si distinguono questi tipi di test per la biochimica:

  1. Test enzimologici, mediante i quali gli enzimi indicatori sono determinati nel siero. Questo tipo di ricerca aiuta a rilevare anomalie nel funzionamento del fegato e determina con successo colestasi.
  2. Test sul Sulovovaya e timolo di coagulazione.
  3. Per il siero del sangue, viene eseguita un'analisi PCR per determinare la presenza del virus dell'RNA associato all'epatite C, nonché il carico patologico che ha sul corpo.
  4. Per il plasma sanguigno viene anche eseguita l'analisi della PCR, che consente di rilevare i virus del DNA che provocano rare malattie epatiche ereditarie o croniche.
  5. Esempio di Quinn-Dytel, progettato per eseguire una ricerca tra le principali funzioni del corpo: la neutralizzazione. Usando questo tipo di analisi biochimica, viene determinato il volume di acido ippurico che si forma quando il benzoato di sodio viene introdotto nel fegato. Se la quantità di questa sostanza è ridotta, questo è un indicatore di danno al parenchima epatico.

Portata di analisi biochimiche indicanti malattie del fegato

Gli esami del sangue biochimici sono assegnati ai pazienti in caso di:

  • epatite cronica C e B;
  • manifestazioni lievi non alcoliche di steatoepatite e steatosi a seguito di ipertrigliceridemia, diabete, ipertensione, sovrappeso;
  • Co-infezioni da HIV con tipi cronici di epatite C o B;
  • varianti complicate di steatoepatite e steatosi, innescate da una dipendenza dall'alcool.

Controindicazioni

Tuttavia, tali studi non prescrivono:

  • con epatite acuta medica, A, B, C, D, E;
  • nel caso di cancro al fegato;
  • quando si osserva emolisi acuta.

I vantaggi e gli svantaggi della ricerca biochimica

Il vantaggio del metodo biochimico sono:

  • alta efficienza nella scelta del metodo di trattamento;
  • indolenza e sicurezza della ricerca;
  • nessun effetto negativo;
  • bassa percentuale di risultati distorti.

Lo svantaggio del metodo biochimico sono:

  • bassa probabilità di una previsione diagnostica nel caso della presenza di fasi adiacenti della malattia F2 / F3;
  • bassa informatività dei risultati ottenuti se il paziente soffre di forme acute di epatite, infiammazione del fegato, emolisi, colestasi, sindrome di Gilbert;

Analisi "epatica" delle norme

Il sangue di ogni individuo contiene, cambiando solo con l'età e in base al sesso, determinati indicatori. Sono chiamate le norme della cosiddetta analisi del "fegato". Eventuali deviazioni non standard da loro diventano prova della disfunzione del corpo umano, dei suoi organi specifici o di interi sistemi, incluso il fegato.

I principali indicatori di standard ottenuti da analisi biochimiche, è considerato come:

  1. Un esame del sangue eseguito su enzimi epatici (ALT e AST). Per loro, la norma è il valore nelle donne - fino a 31, e negli uomini - fino a 37. Questi enzimi epatici sono sostanze che neutralizzano le tossine che sono penetrate nelle cellule dell'organo. Se le cellule del fegato si rompono, gli enzimi entrano nel nostro sangue, fluendo fuori dal fegato. I loro livelli ematici elevati indicano danni alle cellule del fegato.
  2. Analisi della bilirubina ematica. Il valore normale è 3,4-20,5 μmol / L. Il termine bilirubina è il prodotto della rottura di globuli rossi danneggiati o troppo vecchi. Quando la sostanza è formata nella milza, la bilirubina entra nel fegato, si trasforma in una forma idrosolubile, e quindi simultaneamente con la bile entra nell'intestino. Quando vengono colpiti i dotti biliari all'interno e all'esterno del fegato, il rilascio di bilirubina nell'intestino viene disturbato, il che causa il suo assorbimento nel sangue. L'aumento della bilirubina indica il flusso sbagliato della bile. Questo è il primo segno di fallimento di questa funzione.
  3. Test di albumina di sangue. Il tasso normale è 35-50 g / l. l'albumina è una specie di proteina del sangue prodotta dal fegato. È responsabile della pressione osmotica del plasma sanguigno. L'albumina trasporta anche sostanze medicinali ed elettroliti agli organi. Una diminuzione del suo livello indica la presenza di patologia epatica.

Nel concetto generale, un complesso di tali analisi eseguite che indicano le malattie del fegato rende possibile confrontare tutti i valori con le norme, scoprire le deviazioni, diagnosticare la malattia e iniziare il trattamento nel tempo.

Biochimica del sangue per il fegato: preparazione e interpretazione dell'analisi

Uno dei metodi principali per la diagnosi di varie malattie del fegato è un esame del sangue biochimico. Con esso, è possibile identificare la violazione anche prima dei primi sintomi.

Ci sono poche terminazioni nervose nei tessuti del fegato, quindi questo organo praticamente non può "ferire". Fisicamente, una persona può non sentire nulla, la maggior parte delle malattie sono asintomatiche e vengono rilevate casualmente durante l'esame e il test di routine.

Biochimica del sangue per le malattie del fegato: scopo

Esame del sangue biochimico - diagnosi di laboratorio efficace del fegato

L'analisi biochimica del sangue è prescritta per qualsiasi malattia, sospetto o per scopi di prevenzione. Questa è un'analisi rapida e poco costosa che può essere utilizzata per diagnosticare anomalie nel fegato, restringere la gamma di possibili malattie e determinare la direzione futura dell'indagine.

Il fegato svolge molte funzioni diverse, partecipa al processo di digestione e svolge la funzione di disintossicare il corpo. Nella maggior parte dei casi, la malattia epatica è rilevata nelle fasi successive, quando il trattamento è difficile. È la più grande ghiandola del corpo.

La violazione del suo lavoro porta a una serie di complicazioni e influenza negativamente l'intero stato del corpo.

Un'analisi della biochimica epatica può essere prescritta per i sintomi gravi che indicano una compromissione della funzionalità epatica o per altre malattie croniche, prima dell'intervento chirurgico e dei farmaci.

Indicazioni per l'analisi:

  • Giallo di pelle. Uno dei principali segni di livelli elevati di bilirubina nel sangue. Il giallo della pelle e della sclera si verifica quando la malattia è presente da molto tempo. Se si raccomanda di esaminare i segni di ittero.
  • Dimensione ingrandita del fegato. Il fegato ingrandito può essere visto non solo sugli ultrasuoni. Se il fegato è molto ingrandito, la circonferenza addominale inizia a crescere e il peso totale non cambia.
  • Perdita di peso La malattia del fegato può causare nausea, quindi una persona si rifiuta di mangiare, il che porta alla perdita di peso. La perdita di peso può essere immotivata con la dieta e lo stile di vita abituali. In questo caso, si raccomanda anche di controllare il fegato.
  • Amarezza in bocca Nelle malattie del fegato si avverte un costante sapore amaro in bocca, la lingua si ricopre, appare un rivestimento di colore bianco o marrone-giallastro, sulla superficie della lingua sono possibili delle crepe.
  • La resezione biochimica del fegato durante la gravidanza è obbligatoria, così come prima di assumere farmaci gravi che aumentano il carico sul fegato.

I principali indicatori del fegato nell'analisi biochimica

La biochimica del sangue include una vasta lista di vari indicatori, alcuni dei quali sono chiamati test di funzionalità epatica. Gli indicatori che riflettono la funzione epatica sono valutati insieme.

Il medico dovrebbe occuparsi dell'interpretazione del risultato, poiché le piccole deviazioni dalla norma non sono sempre segni di patologia:

  1. Glucosio. Il livello di glucosio è determinato quando si sospetta il diabete mellito. Nel diabete, i livelli di zucchero sono generalmente elevati e, in caso di insufficienza epatica, i livelli di glucosio sono inferiori al normale. Questo non è l'indicatore principale del fegato, ma viene preso in considerazione quando si valuta l'intero quadro.
  2. Bilirubina. La bilirubina è comune, libera e legata. Se si sospetta una malattia epatica, vengono valutati tutti e 3 i tipi di bilirubina. Questo pigmento viene rilasciato durante la scomposizione dell'emoglobina. Per qualche tempo circola nel sangue, e poi distrutto dalle cellule del fegato ed escreto nelle urine. Se le cellule del fegato sono danneggiate, la bilirubina non viene distrutta, il livello del sangue aumenta. Questo pigmento è piuttosto tossico e il suo aumento può portare a conseguenze spiacevoli. L'indicatore più importante è la bilirubina diretta, il cui livello dipende direttamente dal lavoro del fegato.
  3. ALT. È un enzima sintetizzato nel fegato. La maggior parte di questi enzimi rimane nel fegato, quindi circola nel sangue in piccole quantità. Il suo livello nel sangue aumenta con la massiccia morte delle cellule del fegato che rilasciano questo enzima nel sangue.
  4. AST. Un altro enzima che viene sintetizzato e rimane nei tessuti del fegato. Il suo aumento può indicare sia una malattia del fegato che una compromissione della funzionalità cardiaca.
  5. Fosfatasi alcalina. Questo enzima si trova in molti tessuti del corpo umano. C'è un indicatore separato chiamato fosfatasi alcalina epatica, il cui valore è preso in considerazione quando si sospetta una malattia epatica.
  6. Colesterolo. Questo è il lipide principale e più importante che è coinvolto in vari processi metabolici. È sintetizzato nel fegato, quindi può essere un indicatore del suo lavoro.

Procedura di preparazione e analisi

Procedura di campionamento del sangue per biochimica

La procedura per l'analisi biochimica del sangue è standard. Il paziente in un momento specifico arriva in laboratorio a stomaco vuoto e dona sangue da una vena. Questo è un processo indolore, ma per alcune persone può essere un po 'spiacevole.

Durante la procedura di prelievo del sangue, l'infermiera tira l'avambraccio con un laccio emostatico e inserisce un ago nella vena. Questo processo non è accompagnato da dolore, ma può avere le vertigini. Spesso le donne incinte soffrono di vertigini.

Prima della procedura di donazione di sangue, è necessario effettuare la preparazione semplice:

  1. Le malattie del fegato richiedono una dieta costante. Qualsiasi cibo influisce sullo stato del fegato. 2-3 giorni prima di donare il sangue per gli esami del fegato, non è consigliabile mangiare cibi grassi e fritti, abusare di spezie, cibo spazzatura, cioccolato, dolci, caffè e cacao, carne affumicata e marinate.
  2. La maggior parte del fegato batte l'alcol. Dovrebbe essere cancellato circa una settimana (almeno 3 giorni) prima dell'analisi. L'alcol influisce non solo sulla condizione del fegato, ma anche sulla coagulazione.
  3. La biochimica del sangue si arrende al mattino, fino a 11 ore. Il paziente viene in laboratorio a stomaco vuoto. È necessario resistere alla fame per almeno 8 ore prima della donazione di sangue.
  4. Fumare non è raccomandato prima di visitare il laboratorio. È meglio astenersi dal fumare per 10-12 ore. Se la dipendenza dalla nicotina è eccessiva, si raccomanda di astenersi dall'abitudine per un'ora prima di donare il sangue.
  5. Prima di donare il sangue, è necessario annullare tutti i farmaci presi, comprese le vitamine. Tutti i farmaci devono essere segnalati al medico. Una settimana prima di donare il sangue, tutti i farmaci vengono fermati. Se ciò non è possibile, si raccomanda di non assumere farmaci solo immediatamente prima di donare il sangue il giorno dell'analisi.
  6. Le donne sono incoraggiate a testare la gravidanza, in quanto influisce sulla conta ematica. L'aumento dei tassi durante la gravidanza non è sempre un segno di patologia.
  7. Prima di visitare il laboratorio, non è consigliabile fare esercizi mattutini. L'attività fisica influisce sulla conta ematica.

Interpretazione degli indicatori

Deviazione degli indicatori dalla norma - un segno di patologia!

L'analisi biochimica del sangue include molti indicatori. Ogni indicatore separatamente non è informativo. Il medico valuta tutti gli indicatori contemporaneamente, assegna un ulteriore esame per chiarire la diagnosi.

Vale la pena ricordare che tutte le deviazioni dalla norma sono indicatori di gravi violazioni. In alcuni casi, ciò è dovuto a preparazione impropria o errore di laboratorio. In caso di forti deviazioni, si consiglia di ripetere l'analisi nello stesso laboratorio.

Il tasso di indicatori e cause di deviazione:

  • Bilirubina. La velocità della bilirubina totale in un adulto varia da 8 a 20 μmol / L. Un significativo aumento della bilirubina causa epatite virale, ittero, danno da danno epatico, tumori epatici, cirrosi. La bilirubina bassa indica raramente la funzionalità epatica. Di solito è abbassato con malattie del sangue, anemia.
  • ALT. La velocità dell'enzima è fino a 45 U / l per gli uomini e fino a 34 U / l per le donne. Livelli elevati di ALT indicano epatite, danni al fegato tossici, cancro del fegato e altre malattie che causano la rapida distruzione delle cellule della ghiandola. In questo caso non parlano del limite inferiore della norma.
  • AST. L'AST standard è fino a 35-40 UI a seconda del sesso del paziente. Nelle donne, il livello di AST nel sangue è solitamente inferiore. Il livello di AST aumenta drammaticamente con l'epatite alcolica, il danno epatico con farmaci o sostanze tossiche, il cancro del fegato, la cirrosi, la colestasi.
  • Fosfatasi alcalina. Il tasso di fosfatasi alcalina per un adulto è 85-120 IU / l. Il livello dell'enzima aumenta con la cirrosi, l'ittero ostruttivo, la malattia del calcoli biliari, l'ostruzione del tratto biliare, il cancro al fegato o le metastasi. Bassi livelli di fosfatasi indicano disturbi ematici.
  • Glucosio. Il glucosio elevato è considerato un indicatore dei disturbi metabolici, ma una diminuzione del livello di glucosio può essere un segno di danno epatico, poiché il ferro è coinvolto nella formazione del glucosio.

Vantaggi e svantaggi del metodo

La biochimica del sangue non è l'unico metodo per diagnosticare malattie del fegato, ma è l'inizio dell'esame, poiché consente di rilevare la presenza di disturbi e di specificare la possibile diagnosi, determinando la direzione per un ulteriore esame.

L'analisi biochimica del sangue ha molti vantaggi:

  1. Costo. Il prezzo dell'analisi biochimica del sangue è basso. In presenza della procedura di cedola è effettuata gratuitamente nel laboratorio comunale. Nelle cliniche private, l'analisi viene pagata, ma è relativamente poco costosa.
  2. Informatività. Con l'aiuto di un esame del sangue biochimico, molte malattie possono essere identificate o sospettate. L'informatica può essere considerata relativamente alta, dal momento che una diagnosi accurata può essere effettuata solo dopo un ulteriore esame.
  3. Sicurezza. La procedura è assolutamente sicura per la salute umana, non comporta alcuna conseguenza. Il prelievo di sangue viene effettuato in persone di qualsiasi età, così come durante la gravidanza.
  4. Indolore. La procedura è rapida e indolore, sono possibili solo lievi disagi, nausea e vertigini causati dalla fame.
  5. Rapidità. La biochimica del sangue non richiede una lunga preparazione e la procedura dura non più di 5 minuti. Il risultato viene anche preparato rapidamente, viene dato alle mani del paziente entro 1-2 giorni.

Ulteriori informazioni su quali test è necessario passare per la diagnosi di malattia epatica si possono trovare nel video:

Gli svantaggi includono il fatto che un esame del sangue biochimico non sempre aiuta a differenziare la malattia, ma solo a rilevare le violazioni.

Dopo l'analisi biochimica, possono essere prescritte altre procedure diagnostiche, come ecografia epatica, biopsia, risonanza magnetica o tomografia computerizzata del fegato (le procedure più informative, ma costose per rilevare le più piccole anormalità e patologie), esami del sangue per epatite e cancro del fegato, studi genetici.

Top