Categoria

Messaggi Popolari

1 Itterizia
Cosa fare con l'epatite B?
Trattamento dell'epatite acuta e cronica B
2 Itterizia
Cosa significa aumento dell'ecogenicità epatica e come trattarla?
3 Itterizia
Come appaiono le pietre nei dotti dopo la colecistectomia
Principale // Prodotti

Steatosi epatica: cos'è e perché appare?


La steatosi ha parecchi sinonimi. Viene anche chiamata epatite grassa del fegato, lipidosi, obesità epatica e distrofia grassa. I medici ritengono che questo sia uno dei leader delle malattie del fegato, perché ogni quinto abitante del pianeta che ha accesso alla medicina moderna ha questa diagnosi. Pertanto, in questo materiale esamineremo quale steatosi del fegato è, perché appare e come viene trattata con metodi della moderna medicina tradizionale e alternativa.

Sintomi di steatosi

I segni più frequentemente osservati di steatosi nelle donne, che si verificano dopo 40 anni e prima di questo periodo, perdono senza alcun sintomo visibile. I sintomi, in una certa misura, assomigliano a manifestazioni di epatite:

  • il fegato cresce di dimensioni, la palpazione può essere percepita mentre sporge di 3 o 4 cm oltre i bordi delle costole;
  • una persona si sente debole, fastidiosa per lui;
  • il sonno è disturbato, l'attenzione cala;
  • perdita di appetito;
  • nella parte destra sentiva un dolore opaco;
  • la diarrea e il vomito sono comuni;
  • la sclera degli occhi diventa gialla;
  • e le eruzioni cutanee compaiono sulla pelle, e la pelle in tutte le aree insulta persistentemente.

Tipi di malattia

Prima di parlare delle cause della malattia, è importante capire che ognuna di esse provoca lo sviluppo di un certo tipo di steatosi. La medicina conosce due tipi di malattia:

  • steatosi alcolica
  • e non alcolico.

A seconda delle modifiche, anche la steatosi può essere suddivisa in:

La stenosi epatica può essere anche goccioline piccole e grandi. La differenza tra le specie è nella quantità di cellule di grasso depositate nel fegato umano. La stenosi a grana piccola del fegato non è considerata una malattia grave, a differenza della gocciolina, che può causare l'infiammazione del fegato e, se la causa della deposizione di particelle grandi è l'alcol, lo sviluppo della malattia è simile all'epatite alcolica.

Steatosi di alcol

Il fegato è il principale utilizzatore di alcol nel corpo. Ma dopo l'elaborazione interna, l'etile viene convertito in una sostanza tossica chiamata acetaldeide.

Si accumula nei tessuti del fegato e gradualmente influenza negativamente gli epatociti - cellule dell'organo, che a loro volta aumentano di dimensioni e producono più degli acidi grassi necessari. Attraverso questo processo, sviluppa steatosi epatica alcolica.

Steatosi non alcolica

Lo sviluppo di tale steatosi non è influenzato dall'uso di alcol, ma se la malattia non viene prestata attenzione, si trasforma facilmente in steatoepatite, fibrosi o cirrosi epatica.

A causa di una serie di ragioni, si verifica un accumulo di grasso, principalmente trigliceridi depositati nelle cellule del fegato. Questa serie include i seguenti motivi:

  • eccesso di peso e una brusca caduta;
  • diabete, in particolare il secondo tipo;
  • raro mangiare cibi fritti grassi;
  • infezioni intestinali;
  • automedicazione con antibiotici, steroidi, antinfiammatori e altri farmaci epatotossici.

La steatosi non alcolica del fegato progredisce lentamente, parallelamente al processo di accumulo di grasso. Il fegato aumenta gradualmente a causa di infiltrazioni. Il suo colore cambia, appare una tinta giallastra o marrone. Gli epatociti stanno morendo, i grassi dai depositi nelle cellule del fegato formano le cisti e il tessuto connettivo cresce intorno alle formazioni.

Tipi diffusi e focali di steatosi

La diagnosi di steatosi epatica si ottiene accumulando il 10% di grasso dalla zona dell'intero organo. Se le macchie grasse si combinano per formare dei punti particolari (focolai), ciò significa lo sviluppo della steatosi focale. La situazione è considerata più complicata quando le macchie grasse si trovano casualmente in tutto il corpo, il che caratterizza la steatosi diffusa del fegato.

Fasi di steatosi

Non si può dire che l'obesità epatica si sviluppi rapidamente. A causa di questo processo lento, i sintomi della malattia non sono particolarmente pronunciati.

L'epatosi grassa dei medici è divisa in tre fasi:

  1. Il primo stadio è caratterizzato da piccole aree di accumulo di grasso, tra le quali c'è una distanza molto grande. Iniziare il trattamento in questo periodo, la malattia può essere completamente superata.
  2. Il secondo stadio inizia con un aumento dei depositi di dimensioni, il tessuto connettivo appare tra le aree di grasso, che già interferisce con il normale funzionamento del fegato. Avendo iniziato il trattamento al secondo stadio, non sarà possibile ripristinare completamente il fegato.
  3. Il terzo stadio è un periodo di grave malattia. Il volume delle cellule normalmente funzionanti è significativamente ridotto e la concentrazione di depositi di grasso e aree di tessuto connettivo crescono costantemente. L'epatosi grassa del terzo stadio è incurabile, l'unico modo di trattamento è il trapianto di fegato.

diagnostica

Sfortunatamente, nelle fasi iniziali, l'analisi del sangue non indica che la distrofia del fegato grasso sia iniziata nel corpo umano, gli indicatori che segnalano un malfunzionamento dell'organo rimangono normali, tuttavia, l'indice di attività delle transaminasi sieriche supera leggermente la norma. Inoltre, anche gli ultrasuoni negli stadi iniziali potrebbero non mostrare anomalie visibili, quindi, per molti casi di diagnosi, è sufficiente una risonanza magnetica, che rivela più accuratamente la causa della cattiva salute del paziente. Inoltre, il medico può prescrivere una biopsia epatica, che illumina ampiamente anche l'immagine dei cambiamenti nel fegato.

trattamento

Il trattamento della steatosi epatica nella prima e nella seconda fase coinvolge non solo l'uso di droghe, ma anche il giusto approccio alla nutrizione. Anche lo stile di vita dovrà essere regolato, consentendo il tempo per le escursioni e uno sforzo fisico adeguato. Per quanto riguarda l'alcol, specialmente se stiamo parlando di steatosi alcolica, fumo e persino slancio, il paziente dovrà dimenticare per sempre.

Se c'è eccesso di peso, devi perderlo. Riducendo l'apporto calorico e aumentando lo sforzo fisico, è possibile ottenere la combustione dei grassi non solo sotto la pelle, ma anche nel fegato. Viene anche indicato il trattamento di altre probabili cause di lesioni adipose, come il diabete.

Secondo gli esperti europei, per l'inizio positivo del trattamento è importante ridurre il peso corporeo del 5%, in alcune circostanze è necessario ridurre il peso del 10%. È anche molto spesso raccomandato un approccio sperimentale al trattamento nella forma di ricevere Pioglitazone e vitamina E, e la vitamina non è assegnata a pazienti con diabete e senza i risultati di una biopsia epatica. A proposito, Pioglitazone è un farmaco che migliora la sensibilità all'insulina. È usato come rimedio sperimentale nel trattamento della sola steatosi confermata, tuttavia, la vera sicurezza ed efficacia del rimedio non è ancora nota, perché è ancora allo studio. Gli esperti europei non raccomandano l'uso di farmaci con acido ursodesossicolico per il trattamento, perché, in questo caso, gli agenti con acidi biliari non sono efficaci e l'infiltrazione grassa non è in grado di alleviare il suo corso, grazie a questo approccio medico.

L'Organizzazione mondiale gastroenterologica, d'altro canto, offre il trattamento della steatosi, della dieta e dell'esercizio fisico, della vitamina E o della pentossifillina, come mezzo per fermare la crescita del tessuto connettivo.

Sulla base di questi fondi, gli specialisti stranieri considerano il trattamento positivo quando:

  • gli indici istologici sono migliorati;
  • il livello degli enzimi epatici è normalizzato;
  • ridotta resistenza all'insulina.

Gli esperti interni nel trattamento della steatosi epatica si concentrano anche sulla nutrizione del paziente e sull'attivazione del suo stile di vita. Tra i fondi prescritti è probabile che sarà:

  • metformina;
  • pentoxifylline;
  • agenti con fosfolipidi essenziali;
  • farmaco con acido ursodesossicolico;
  • betaina;
  • farmaci con acido alfa lipoico;
  • tiazolidinedione;
  • vitamina E;
  • così come i farmaci con silimarina e acido glicirrizico.

Spesso si verifica il trattamento della stenosi epatica:

  • metionina;
  • farmaci ormonali anabolici;
  • così come la vitamina B12.

Insieme al trattamento medico della stenosi epatica, è necessario sottoporsi a fisioterapia, in particolare, l'ozono terapia e il trattamento a ultrasuoni.

L'ozono terapia nella stenosi epatica viene utilizzata come immunomodulatore. Si ritiene che il corso di oznoterapii possa agire come una sorta di epatoprotettore e avviare il processo di recupero naturale del fegato. Così come il trattamento del fegato con ozono può (in piccola misura, ma ancora) distruggere i depositi di grasso negli epatociti.

Per trattare questa malattia vengono utilizzati due metodi di ozonoterapia:

  • somministrazione endovenosa di soluzione fisiologica ozonizzata;
  • e insufflazioni rettali.

I processi di trattamento si alternano e durano a discrezione del medico da una settimana a tre mesi o più.

Efficace con questa malattia per infusione endovenosa è considerata la concentrazione di ozono 10-20 mg / l. Per le insufflazioni del retto, il medico prescriverà una concentrazione terapeutica da 5 a 10 mg / l (per 300 o 500 ml).

Tuttavia, al momento, gli approcci standard utilizzati per trattare l'infiltrazione del fegato grasso non sono stati sviluppati e le combinazioni prescrittive di farmaci devono essere eseguite esclusivamente dal medico curante, che a sua volta dipende dalla sua esperienza nel trattamento della malattia.

Dieta per la steatosi epatica

La dieta per la steatosi epatica comporta una diminuzione delle calorie dovuta alla mancanza di carni grasse e pesce, cibi fritti nella dieta. Anche il cibo dietetico ha un obiettivo altrettanto importante: facilitare il lavoro del fegato, che diventa reale a causa del passaggio a un menu a 5 frazioni, basato su carne magra e filetti di pesce, verdure bollite e, senza causare fermentazione, groppa. Allo stesso modo, benefico per il fegato sarà:

  • latticini a basso contenuto di grassi e prodotti a base di latte fermentato;
  • zuppe vegetariane, anche se è escluso il vegetarismo completo;
  • frutta e bacche dolci, ma anche mousse, budini, gelatine, casseruole, soufflé.

Nonostante la semplicità del tavolo, la selezione dei prodotti consentiti e lo sviluppo del menu, è meglio dare a uno specialista, un nutrizionista o un gastroenterologo selezionerà la dieta individuale ottimale e la sua migliore frequenza in un giorno in cui l'infiltrazione grassa del fegato si fermerà.

Trattamento con metodi popolari

Il trattamento della steatosi epatica con i rimedi popolari è popolare tra i pazienti domestici (e anche alcuni medici). Considera quali metodi di medicina alternativa sono usati più spesso.

Noccioli di albicocca

Alcune persone credono che i semi di albicocca siano ricchi di vitamina B15, che può normalizzare il funzionamento del fegato e anche (in un dosaggio adeguato) contribuire al suo recupero. Pertanto, i guaritori popolari raccomandano di mangiare 7 noccioli di albicocca al giorno, preferibilmente a stomaco vuoto prima di colazione. Continuare il trattamento per un massimo di 2 mesi.

Infusi alle erbe

Qual è il trattamento dei rimedi popolari senza tisane? Utili per il fegato sono considerati decotti e infusi di:

  • semi di cardo e radice;
  • radici di tarassaco;
  • foglie di betulla;
  • foglie di ortica;
  • verga d'oro secca.

Per litro di acqua bollente è sufficiente un cucchiaino di ciascuno dei tre tipi di materie prime secche. Non è consigliabile combinare più di 3 tipi di erbe e foglie. Insistere liquidi in un thermos per almeno 20 minuti e applicare dopo aver teso, un bicchiere due volte al giorno, preferibilmente al mattino e alla sera come bevanda separata o come "tè".

Tritare

La crusca è considerata uno dei mezzi più efficaci per combattere i depositi di grasso nel fegato. Crusca secca prima dell'uso, è importante versare acqua bollente e lasciar raffreddare. Dopo di che, dovrebbero essere mangiati 2 cucchiai al giorno tra i pasti. Il periodo durante il quale è necessario mantenere il trattamento è di 2 mesi.

Miele di zucca

Il modo più dolce per combattere il fegato grasso è il miele di zucca. Nella zucca centrale, la parte superiore dovrebbe essere tagliata, i semi dovrebbero essere rimossi da esso, formando un vaso cavo. È necessario versare il miele liquido in cima, coprire con il coperchio di zucca e conservare in un luogo fresco, ma non buio, per 2 settimane. Dopo questo periodo, versare il miele in un barattolo di vetro e prendere un cucchiaio al giorno, è meglio se succede a stomaco vuoto.

Seta di mais

La seta di mais è spesso usata anche per il trattamento dei rimedi popolari. Possono essere acquistati frantumati in fitoapp o tagliati in modo indipendente, facendo uno stock di materie prime in anticipo. In mezzo bicchiere d'acqua bollente è necessario preparare 2 cucchiai da terra di stimmi. Far bollire a fuoco basso per circa 5 minuti, raffreddare il liquido, filtrare e bere 50 ml ogni giorno 3 o 4 volte al giorno. Il trattamento dovrebbe continuare per un massimo di 3 mesi.

Steatosi epatica alcolica

Ad oggi, il danno epatico alcolico è prominente tra i problemi di salute comuni. Se si tratta degli effetti tossici dell'alcol sul fegato, la prima cosa di cui iniziano a parlare è il suo effetto negativo sul fegato. Le statistiche mediche suggeriscono che le persone che abusano di alcol bevono patologie epatiche 7 volte più spesso dei non bevitori, compresa la steatosi epatica, e la sua possibile complicanza è la cirrosi.

Dal punto di vista della biologia, il nostro fegato è il cosiddetto "laboratorio chimico" - il processo di neutralizzazione di vari elementi tossici, compreso l'alcol, passa attraverso le sue cellule. In questo caso, i prodotti di decadimento formati durante il processo di lavorazione vengono introdotti nel meccanismo del fegato, causando disturbi nel processo del metabolismo, specialmente grasso.

Steatosi del fegato - una patologia, che è anche chiamata distrofia grassa. Questa patologia è la forma più comune di epatite. Disturbi del metabolismo metabolico nelle cellule del fegato, cioè grasso, portano alla steatosi epatica. Il fegato non affronta la quantità di grasso che viene ad esso e mette un po 'della sua massa nelle sue cellule, con conseguente obesità letterale del fegato. Secondo le statistiche mediche, la forma non alcolica della steatosi epatica rappresenta solo il 10% delle diagnosi, mentre l'altro 90% dei casi è causato da intossicazione da alcol.

Cause di steatosi alcolica del fegato

La causa della steatosi epatica alcolica è assolutamente ovvia: intossicazione epatica prolungata con bevande alcoliche. L'abuso sistematico di alcol causa la crescente resistenza dei cambiamenti negativi nelle cellule del fegato. Il numero di cellule colpite è direttamente proporzionale alla frequenza e alla dose di alcol consumato. Così inizia la prima fase della patologia alcolica del fegato - la sua obesità. In questo caso, la massa grassa accumulata deforma la struttura delle cellule del fegato, riempiendo il loro citoplasma e spostando i loro nuclei ai lati. Quindi, la cellula diventa più grande, ma la sua parte efficiente diventa più piccola poiché gli epatociti pieni di grasso non possono più svolgere le loro funzioni.

Oltre ai processi metabolici sotto l'influenza dell'intossicazione da alcol, anche le funzioni barriera del fegato ne soffrono. Come risultato dell'abuso prolungato di alcol nelle cellule del fegato, la quantità di alcol deidrogenasi, gli enzimi responsabili dell'ossidazione degli alcoli, diminuisce.

Sintomi di steatosi alcolica del fegato

Come è noto, una malattia come la steatosi epatica alcolica ha origine, si sviluppa e ha una natura quasi asintomatica del corso. Spesso si trova casualmente durante il passaggio di un'ecografia o un esame completo pianificato del paziente, vale a dire, la palpazione manuale del fegato. La malattia si sviluppa nella continuazione di un lungo periodo con proprietà croniche.

Di norma, i sintomi tangibili iniziano a manifestarsi in un paziente solo quando le cellule piene di fegato già ne diventano una parte significativa. Il paziente inizia ad apparire nausea, vomito, forse con una piccola quantità di bile, feci molli. Il paziente non può tollerare il consumo di cibi grassi, fritti e molto soddisfacenti, e talvolta una completa avversione per qualsiasi cibo. Allo stesso tempo, la debolezza generale del corpo e la rapida stanchezza sono degni di nota. Ci può essere una sensazione di pesantezza e dolore atroce spremitura imprevedibile nell'ipocondrio destro, che può aumentare in uno stato mobile. In questo momento, il fegato pieno di grasso diventa più grande, i tessuti sono più dense, i bordi sono arrotondati e la superficie diventa liscia. I medici considerano uno dei sintomi non ovvi della steatosi epatica una predisposizione a raffreddori frequenti, basata su una funzione protettiva indebolita del sistema immunitario, come una delle ultime steatosi epatiche. Inoltre, i medici prestano attenzione alla condizione della pelle e dell'occhio sclera sul sospetto della diagnosi "steatosi epatica" - il loro colore giallognolo è un sintomo non solo di colestasi, ma anche di steatosi del fegato, a seguito dell'interruzione del meccanismo di deflusso biliare dal corpo.

La forma alcolica della steatosi epatica ha alcuni sintomi evidenti inerenti solo a esso, i sintomi che possono rendere più facile il compito di diagnosticare la steatosi epatica. Tali sintomi possono essere tali dolori lancinanti allo stomaco, febbre, così come comorbidità come iperlipidemia, ittero ostruttivo, anemia, sindrome edematoso-ascetica.

Diagnosi di steatosi epatica

La diagnosi di steatosi è un compito difficile per i medici a causa dei suoi sintomi non migliorati, e spesso accade che anche i risultati dei test di laboratorio non rilevano processi infiammatori che si sviluppano nel fegato. Per fare una diagnosi accurata, i medici ricorrono a una serie di procedure diagnostiche, che includono:

Analisi biochimiche della linfa. Questa analisi aiuta a stabilire il rapporto e la quantità di colesterolo, enzimi proteici, biliburina, che, a sua volta, mostrano un quadro clinico dello stato del fegato nel suo insieme e aiutano il medico nella scelta di un trattamento medico.

Risonanza magnetica e tomografia computerizzata (RM e TC). Questi due metodi di esame del fegato danno ai medici un'idea della densità del tessuto epatico.

Esame ecografico, è un ecografia degli organi addominali, vale a dire la cistifellea con la milza. Nella fase primaria di sviluppo della malattia, un aumento delle dimensioni della milza può essere un segno caratteristico della patologia. Con l'ulteriore sviluppo del processo infiammatorio aumenta la dimensione del fegato. Inoltre, con l'aiuto di una procedura a ultrasuoni, il medico può determinare quanto il tessuto epatico è ispessito, cioè calcolare la sua ecogenicità.

Biopsia epatica. Questa procedura consente di scoprire che cosa ha innescato un aumento delle dimensioni del fegato e di chiarire la diagnosi effettuata con altri metodi diagnostici. Una biopsia epatica viene eseguita utilizzando un ago sottile, con il quale il medico estrae un piccolo frammento di tessuto per ulteriori analisi in laboratorio.

Laparoscopia. Questo metodo di studio dello stato del fegato comporta l'esame del corpo dall'interno con un endoscopio, un dispositivo superconduttore dotato di fibre ottiche. Poiché l'endoscopio viene inserito nella cavità addominale attraverso incisioni nella parete addominale anteriore, questo metodo di ispezione ha la possibilità di un intervento chirurgico immediato.

Trattamento della steatosi epatica alcolica

Il primo passo nel trattamento della steatosi alcolica del fegato è quello di abbandonare l'alcol, perché senza di esso nessuna dieta e trattamento farmacologico porterà l'effetto desiderato. Dopo ciò dovresti fare ogni sforzo per normalizzare il meccanismo metabolico nel corpo. Spesso la terapia viene eseguita nell'unità di degenza con riposo a letto, è prescritto un farmaco, possibilmente con ulteriori procedure fisiologiche. Soprattutto un tale ordine di terapia è osservato nel periodo di esacerbazione della steatosi. Ma nel periodo di remissione, il trattamento ambulatoriale della steatosi è possibile, ma solo se tutte le prescrizioni e le raccomandazioni del medico curante sono soddisfatte. Il trattamento farmacologico viene selezionato dal medico curante in modo rigoroso per ogni paziente sulla base di studi e analisi diagnostici. Queste misure riguardano alcuni farmaci, il loro dosaggio e la durata del loro uso. Molto spesso, il trattamento della steatosi comporta un ciclo piuttosto lungo di farmaci e sostanze attive lipotropiche, che ha la proprietà di abbattere i grassi. Questi possono essere acidi lipoico e folico, cloruro di colina e vitamina B12. Per l'effetto complesso vengono prescritti farmaci antiepatite di gruppo: Karsil, Essentiale, Urosan e altri.

Il tempo non è affatto un fattore insignificante nel trattamento dell'alcool: più a lungo il paziente abusa dell'alcol, minori sono le possibilità che ha per il pieno recupero. Nella prima fase della steatosi alcolica del fegato, è abbastanza possibile ottenere la completa normalizzazione delle funzioni del fegato e il ripristino della sua struttura. Steatosi alcolica del fegato al secondo stadio di affezione è curabile. Sfortunatamente, il molto avanzato, la terza fase della steatosi non può essere curata, nelle forze mediche è solo attraverso la terapia per mantenere il decadimento delle cellule del fegato e l'ulteriore sviluppo della cirrosi.

prospettiva

Se il paziente ha rifiutato di consumare bevande alcoliche una volta per tutte, ha ricevuto una terapia tempestiva e appropriata per la steatosi alcolica, allora è possibile una prognosi della malattia molto favorevole. Ma se una persona continua a consumare alcol (anche raramente e leggermente), sotto un effetto così forte e prolungato di intossicazione da alcool, muoiono, il che porta allo sviluppo della cirrosi epatica. Dove una volta c'erano le cellule del fegato, appare il tessuto connettivo e il fegato è sfregiato. Sotto l'influenza della deformazione del tessuto connettivo dei lobi del fegato, si verifica il letto vascolare, a causa del quale il sangue inizia a ristagnare nei vasi sanguigni dello stomaco, nell'intestino. Questo crea il rischio di rottura dei vasi sanguigni e sanguinamento interno.

Prevenzione della steatosi epatica

Per prevenire la steatosi, cambia il tuo stile di vita rifiutando l'abuso di alcol. Elimina i cibi ad alto contenuto di grassi, carboidrati e zuccheri dalla tua dieta quotidiana. Non accantonare il trattamento del diabete e varie patologie della tiroide. Presta attenzione alla lotta contro il sovrappeso e l'obesità con l'aiuto di una dieta equilibrata ed esercizio fisico (ginnastica, nuoto, jogging). Se possibile, ridurre l'assunzione di farmaci antibiotici, ormoni e farmaci citotossici. Su raccomandazione di un medico, i farmaci lipotropici possono essere presi a scopo profilattico.

Trattamento della steatosi epatica con metodi popolari

La crusca ordinaria è uno dei mezzi più popolari per pulire il fegato dagli accumuli di massa grassa. Usare la crusca nel trattamento della steatosi epatica non è affatto difficile - versare acqua bollente su di essi e lasciarlo fermentare fino a quando il liquido non si raffredda. Prendete due giorni di crusca infusa due volte in 24 ore. Presta attenzione alla tintura di rosa canina dalla steatosi del fegato - per prepararla, prendi un cucchiaio di frutta di rosa canina per ogni tazza di acqua bollente, prendi la tintura risultante in mezzo bicchiere prima di mangiare. Inoltre, per la preparazione di tinture e decotti nella medicina tradizionale utilizzando tali erbe e frutti come crespino, sorbo, coni di luppolo.

Se avete domande su cause, sintomi o trattamento della steatosi alcolica del fegato, chiedetelo a uno specialista direttamente sul nostro sito!

Steatosi epatica - che cos'è e quali farmaci vengono usati per il trattamento?

Il fegato è la ghiandola più grande del corpo, svolge molte funzioni vitali, quindi il minimo difetto di organo è estremamente negativo per la salute umana. Oggi parleremo di steatosi epatica e quali farmaci sono meglio utilizzati nel trattamento di questa patologia.

Cos'è la steatosi?

La steatosi è una infiltrazione grassa del fegato, un tipo di epatite grassa che si sviluppa come conseguenza di un disordine metabolico ed è accompagnata da cambiamenti distrofici negli epatociti (cellule epatiche). Nel registro di steatosi epatica, ICD10 è nella sezione K70-K77.

L'accumulo di grasso nel parenchima epatico può essere causato da vari motivi: da effetti tossici a gravi comorbidità. Normalmente, il fegato di una persona non deve contenere più del 5-7% di grasso. Con la steatosi, questo rapporto può aumentare fino al 10-50%, vale a dire, nei casi più gravi, metà delle cellule del fegato si rigenerano nel tessuto adiposo.

L'infiltrazione grassa del fegato si sviluppa spesso nelle donne dopo 45 anni, che è associata ad aumento di peso e cambiamenti ormonali nel corpo durante la menopausa. La steatosi epatica alcolica è principalmente diagnosticata negli uomini di età media e di pensionamento. In medicina, ci sono due forme di infiltrazione grassa:

  1. Steatosi epatica focale - i depositi di grasso sono concentrati in un'area specifica dell'organo.
  2. Steatosi diffusa: le zone grasse sono distribuite uniformemente su tutta la superficie del fegato.

Come si sviluppa il fegato grasso? Inizialmente, il grasso in eccesso (principalmente sotto forma di trigliceridi) è localizzato all'interno degli epatociti, spingendo il nucleo della cellula verso il bordo. Quando si accumula troppo grasso, le cellule epatiche si degradano e il grasso si accumula nello spazio intercellulare sotto forma di cisti che modificano la struttura dell'organo e ne interrompono le funzioni.

La steatosi del fegato è solitamente caratterizzata da un decorso cronico non progressivo. Ma se il processo patologico è complicato da fenomeni infiammatori, può portare allo sviluppo di conseguenze così gravi come la fibrosi epatica, la steatoepatite o la cirrosi.

Cause di steatosi

Le principali cause di infiltrazione del fegato grasso sono:

  • abuso abituale di alcol;
  • violazione del metabolismo dei carboidrati e dei lipidi nel fegato causato da patologie endocrine o ereditarie.

Inoltre, i seguenti fattori provocatori possono innescare il meccanismo dell'obesità epatica:

  • Dieta squilibrata e malsana, avitaminosi. L'eccesso di cibo o l'aderenza a diete severe e il digiuno prolungato possono causare un disturbo dei processi metabolici nel fegato. La mancanza di proteine ​​nel cibo, la predominanza nella dieta di carboidrati "veloci", dolci, cibi piccanti, grassi, fritti, alimenti con conservanti, coloranti chimici e altri componenti dannosi - contribuisce alla formazione di grasso nel parenchima epatico.
  • L'influenza di fattori tossici. Abuso di alcool, fumo, uso non sistematico e prolungato di determinati farmaci, intossicazione alimentare grave, contatto regolare con sostanze tossiche (sali di metalli pesanti, acidi, vernici, solventi, ecc.).
  • Malattie concomitanti (disordini metabolici, obesità, diabete, problemi alla ghiandola tiroidea).
  • Malattie croniche del tratto gastrointestinale associate ad alterato assorbimento e assorbimento del cibo (colecistite, pancreatite, colite ulcerosa, gastrite, ulcera gastrica).
  • Disturbi ormonali (sindrome di Itsenko-Cushing), in cui vi è un'eccessiva produzione di ormoni da parte delle ghiandole surrenali.

In alcuni casi, l'impulso allo sviluppo della steatosi dà ipossia (carenza di ossigeno nei tessuti), che si sviluppa in individui con malattie dell'apparato respiratorio e insufficienza cardiaca.

forma

La steatosi può manifestarsi in diverse forme:

  1. La steatosi grassa del fegato porta ad un aumento delle dimensioni del corpo, mentre le cellule epatiche (epatociti) vengono gradualmente distrutte, le cisti grasse si formano nei tessuti, le cellule normali vengono gradualmente sostituite dal tessuto connettivo e il corpo non può più svolgere pienamente le sue funzioni. Questo porta ad intossicazione del corpo, alterata digestione e processi metabolici.
  2. Steatosi diffusa: questa diagnosi viene effettuata quando il grasso corporeo cattura più del 10% del tessuto epatico. In questo caso, l'intera superficie del corpo è influenzata in modo uniforme da zone grasse. E se nelle fasi iniziali della malattia l'accumulo di grasso non danneggia il parenchima, poi con il progredire della malattia, i tessuti iniziano gradualmente a morire e questo processo irreversibile cattura i lobi principali del fegato.
  3. La steatosi alcolica del fegato si sviluppa a causa del consumo regolare di bevande alcoliche. L'intossicazione costante del fegato con prodotti di degradazione dell'alcol innesca un processo patologico e provoca un cambiamento nella struttura dell'organo e un metabolismo lipidico alterato. Più spesso una persona consuma alcol, più veloce è la distruzione del fegato e la degenerazione delle sue cellule nel tessuto adiposo. Nell'alcolismo, il processo patologico progredisce rapidamente e porta a gravi conseguenze (cirrosi o cancro del fegato). Tuttavia, se una persona smette di bere e inizia a essere curata, le cellule del fegato alla fine si riprenderanno, poiché questo è l'unico organo dotato di potenti capacità rigenerative e capacità di guarire se stesso.
  4. La steatosi epatica non alcolica o cronica si forma principalmente in presenza di malattie concomitanti (diabete, disturbi endocrini e ormonali, patologie del tratto gastrointestinale) o di altri fattori associati a effetti tossici (farmaci, avvelenamento, contatto con sostanze chimiche). Il trattamento dell'epatosi grassa dovrebbe iniziare ai primi sintomi, altrimenti la malattia progredirà in futuro, il che potrebbe comportare lo sviluppo di fibrosi, cirrosi e altre complicanze.

Il grado di infiltrazione grassa del fegato

  1. Steatosi epatica 1 grado. Questo processo è accompagnato dalla comparsa di piccole chiazze di grasso nei tessuti del fegato. La struttura del corpo non è disturbata, i sintomi della malattia sono assenti.
  2. La steatosi di grado 2 è caratterizzata dall'insorgenza di cambiamenti irreversibili nelle cellule del fegato. Gli accumuli di grasso distruggono gradualmente gli epatociti, i grassi entrano nello spazio extracellulare e formano più cisti. In questa fase, i sintomi caratteristici dell'epatosi adiposa associata a disfunzione del fegato.
  3. Nella fase 3 della steatosi, si verifica la disintegrazione delle cellule del fegato, peggiora le condizioni del paziente, aumenta il rischio di sviluppare fibrosi o cirrosi.
sintomi

Nella fase iniziale, la malattia è asintomatica, quindi i pazienti cercano un aiuto medico in ritardo, quando il fegato cambia con il progredire della steatosi e provoca il deterioramento della condizione. Nelle fasi successive della malattia si manifesta con i seguenti sintomi:

  • debolezza generale, affaticamento, stanchezza elevata;
  • costante dolore sordo nel giusto ipocondrio, che aumenta dopo aver bevuto alcolici o cibi grassi e piccanti;
  • mancanza di appetito, sapore amaro in bocca, eruttazione;
  • disturbi dispeptici (nausea, sensazione di pesantezza, brontolio o gonfiore, flatulenza, stitichezza o diarrea);
  • placca sulla lingua, gengive sanguinanti, alitosi;
  • un aumento delle dimensioni del fegato.

Nella terza fase della steatosi, irritabilità, sonnolenza diurna, disturbi del sonno durante la notte, sindrome del dolore accresciuta, stati depressivi, attacchi di vomito, prurito, pelle gialla e sclera degli occhi si uniscono a queste manifestazioni.

Possono verificarsi disturbi del ritmo cardiaco, memoria e problemi respiratori. Questi sintomi indicano un aumento dell'intossicazione del corpo, perché il fegato non affronta il suo compito e non può eseguire completamente la funzione di pulizia. Le tossine e altre sostanze nocive si accumulano gradualmente nel corpo, influenzando negativamente il sistema nervoso, il sistema cardiovascolare e le funzioni cerebrali.

Quando compaiono i primi sintomi allarmanti, è necessario consultare uno specialista e sottoporsi a una visita medica, in base al quale il medico selezionerà un regime di trattamento e vi dirà come trattare la steatosi del fegato.

diagnostica

Non è affatto facile fare una diagnosi corretta in caso di steatosi epatica. Questo è un compito difficile anche per specialisti esperti e qualificati, poiché l'infiltrazione grassa di solito non ha un processo infiammatorio e esami del sangue e delle urine in laboratorio non mostrano un aumento significativo degli enzimi epatici, della bilirubina o del colesterolo. Pertanto, per chiarire la diagnosi di opzioni più informative utilizzando metodi diagnostici strumentali. Queste sono procedure come:

  • Ultrasuoni del fegato. Un metodo indolore e informativo, che determina la dimensione di un organo, la struttura e l'ecogenicità dei tessuti, rivela cisti grasse e altre lesioni del parenchima.
  • TAC o risonanza magnetica del fegato. I più moderni metodi diagnostici che consentono al medico di vedere l'organo malato in diverse proiezioni, identificare i minimi cambiamenti nella sua struttura e determinare l'estensione della lesione.

Nei casi più gravi, il medico può riferire il paziente per laparoscopia o una biopsia epatica. Nel primo caso viene eseguito un esame endoscopico dell'organo, nel secondo viene perforata una cavità addominale e viene prelevata una parte del fegato per ulteriori indagini. La biopsia epatica è un metodo molto doloroso, quindi è prescritto in casi estremi in cui vi è il sospetto di un processo tumorale.

Trattamento della steatosi epatica

Le fasi iniziali della steatosi rispondono bene al trattamento. Il regime di trattamento scelto correttamente consente di ripristinare quasi completamente le funzioni dell'organo anche quando la malattia passa nel secondo stadio. Con un'adeguata aderenza alle raccomandazioni del medico, la regolazione dello stile di vita e della nutrizione, è possibile normalizzare il lavoro del fegato e accelerare il processo di rigenerazione degli epatociti. Al terzo stadio della malattia, viene effettuato un trattamento di supporto, che consente di rallentare il processo di scomposizione del tessuto epatico e prevenire lo sviluppo di cirrosi e altre gravi conseguenze.

La terapia farmacologica della steatosi si basa sull'uso di farmaci che migliorano il metabolismo dei grassi nelle cellule del fegato. A tale scopo vengono prescritti preparati contenenti acido folico e lipoico, colina, vitamine B, C ed E. Statine e preparati dal gruppo di induttori di fibrati e tiazoline (Pioglitazone, Rosiglitazone), medicinali con acido alfa lipoico (Espaz Lipon, tiogamma), metformina.

Per mantenere le funzioni del fegato nel regime di trattamento includono fosfolipidi essenziali, epatoprotettori, preparati a base di componenti vegetali e amminoacidi. Elenchiamo i farmaci che sono più spesso utilizzati nel complesso trattamento:

L'elenco dei farmaci con effetti epatoprotettivi è ampio. Solo uno specialista può scegliere l'opzione di trattamento migliore, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente, della gravità dei sintomi, dello stadio della malattia, della presenza di patologie concomitanti e delle controindicazioni. Il corso del trattamento è piuttosto lungo, per tutta la sua durata è necessario seguire scrupolosamente le istruzioni del medico, prescritti dosaggi e regole per assumere i farmaci.

Oltre alla terapia medica, il medico può prescrivere un corso di procedure fisioterapiche: ozono terapia, permanenza nella camera a pressione, terapia a ultrasuoni, visita a una sauna a bassa temperatura.

Questa strategia di trattamento dà buoni risultati e avvia processi reversibili di recupero e rigenerazione delle cellule epatiche. Ma l'efficacia della terapia farmacologica diminuisce drasticamente se la malattia passa al terzo stadio, quando il tessuto connettivo si forma sul sito del parenchima interessato. In questo caso, l'obiettivo del trattamento è prevenire un'ulteriore rottura cellulare, portando allo sviluppo della cirrosi. Se, tuttavia, l'epatosi grassa è ancora complicata dalla cirrosi, la prognosi è deludente, poiché la maggior parte dei pazienti muore entro 5-10 anni.

Trattamento di rimedi popolari

Il trattamento farmacologico può essere completato con rimedi popolari. Un buon effetto terapeutico nel trattamento della steatosi è dato dall'uso di crusca al vapore con acqua bollente. Il trattamento con crusca aiuta il fegato a sbarazzarsi dei depositi di grasso. È necessario iniziare con piccole dosi (1 cucchiaino) e aumentare gradualmente il volume della crusca a 2 cucchiai. l. al giorno

Brodi di piante medicinali (seta di mais, radici di tarassaco, foglie di calendula, elecampane, piantaggine, celidonia) contribuiranno a migliorare la circolazione del sangue nel fegato e accelerare i processi di metabolismo dei lipidi. Le tasse vegetali possono essere acquistate in farmacia. Sono prodotti in comode sacche filtranti che vengono semplicemente prodotte come il tè. Si consiglia di bere un decotto terapeutico 2-3 volte al giorno prima dei pasti. Ciò contribuirà a stabilire i processi metabolici nel fegato e a migliorare la digestione a causa delle proprietà coleretiche e antiossidanti delle erbe medicinali.

Eccellente effetto terapeutico dà l'uso di farina o latte Olio di cardo. Questo componente fa parte di molti farmaci per il trattamento del fegato. Pasto preparato con acqua bollente, insistere qualche minuto e bere sotto forma di calore, a piccoli sorsi. L'olio di cardo mariano viene utilizzato secondo le istruzioni indicate sulla confezione. Un buon risultato aiuta a ottenere un decotto di menta, motherwort, equiseto o elecampane.

Il miglioramento si nota dopo un mese di assunzione regolare di decotti alle erbe. Ma al fine di ottenere un risultato positivo stabile dal trattamento, i rimedi a base di erbe dovrebbero essere consumati per un lungo periodo di tempo, non meno di un anno.

Dieta e alimentazione corretta con steatosi

La steatosi epatica si verifica spesso a causa di disordini metabolici e obesità associata. Pertanto, il compito principale è la selezione di una dieta a basso contenuto calorico, basata sulla limitazione del consumo di grassi e carboidrati e un aumento della quantità di proteine ​​nella dieta. L'obiettivo principale di una dieta con steatosi è il seguente:

  • normalizzazione dei processi metabolici (in particolare, metabolismo dei lipidi nel fegato);
  • stimolare la produzione di acidi biliari, accelerando la disgregazione dei grassi;
  • miglioramento dei processi digestivi;
  • ripristino della funzionalità epatica a causa della rigenerazione degli epatociti.

Nella dieta di un paziente con diagnosi di steatosi, la quantità di grasso animale dovrebbe essere ridotta al minimo. Inoltre, dovresti abbandonare i carboidrati "veloci", che sono ricchi di dolciumi. Con l'assunzione eccessiva di carboidrati, il fegato non ha il tempo di utilizzarli, il che contribuisce alla formazione accelerata di depositi di grasso.

Elenco dei prodotti vietati:

  • carni e pesce grassi;
  • salsicce, carne affumicata, strutto;
  • grassi animali, margarine, salse grasse;
  • latticini ad alto contenuto di grassi (panna, panna acida, formaggio);
  • piatti grassi, speziati e speziati;
  • soda dolce;
  • sottaceti, sottaceti;
  • dolci da forno, confetteria;
  • cioccolato, dolciumi;
  • caffè, cacao;
  • gelato;
  • marmellata, miele;
  • noci.

Gli alimenti fritti dovrebbero essere esclusi dalla dieta, preferendo tali metodi di trattamento termico come cucinare, stufare, cuocere al forno, cuocere a vapore.

Prodotti consentiti:

Foto: carne magra magra

  • carne magra
  • frutti di mare, pesce magro;
  • zuppe di verdure e cereali;
  • frutta e verdura fresca;
  • verdi;
  • cereali (grano saraceno, farina d'avena, miglio);
  • contorni di verdure;
  • insalate di verdure fresche con olio vegetale:
  • bevande a base di latte magro (kefir, yogurt, yogurt);
  • tè verde e alle erbe.

In caso di danno epatico, l'alcol deve essere completamente escluso. I pasti dovrebbero essere frazionari (5-6 volte al giorno), il cibo dovrebbe essere preso in una forma calda, in piccole porzioni. Il rispetto di una dieta povera di grassi con epatite grassa dovrebbe essere uno stile di vita. Dovresti monitorare costantemente il peso corporeo, non permettendone l'aumento. Si raccomanda di ridurre al minimo la quantità di sale nella dieta. Per fare questo, i piatti pronti devono essere leggermente salati già sul tavolo e non aggiungere sale durante il processo di cottura.

È importante non consentire la disidratazione e osservare il bilancio idrico. Il giorno in cui hai bisogno di bere almeno 1,5 - 2 litri di liquido. Questo volume comprende acqua potabile e minerale, succhi, composte, bevande alla frutta, tè e altre bevande.

Se si rispettano tutte le raccomandazioni, abbandonare cattive abitudini, aumentare l'attività fisica, regolare lo stile di vita, fare attività fisica (fare jogging, nuotare), fare esercizio aerobico - è possibile affrontare il problema, prevenire un'ulteriore progressione della malattia, migliorare la salute generale e migliorare la salute.

Steatosi epatica alcolica

La steatosi alcolica di solito si sviluppa nella fase iniziale dell'alcolismo cronico ed è caratterizzata dall'accumulo di grasso neutro negli epatociti. Nei campioni di biopsia epatica di pazienti alcolizzati, questo è il dato morfologico più comune (nel 60-75% dei pazienti).

In un esame laparoscopico, il fegato grasso viene solitamente ingrandito, spesso in modo non uniforme e prevalentemente diverso dai lobi (di solito quello giusto); la sua consistenza è piuttosto densa, il bordo inferiore è arrotondato e si blocca. Una consistenza più spessa e un margine inferiore sporgente si riscontrano quando la steatosi è combinata con la fibrosi. Il colore del fegato varia dal marrone scuro al marrone chiaro e persino al giallo [Mukhin A.S., 1980]. Con l'aiuto dell'esame istologico, è possibile stabilire che i lipidi di solito si accumulano nelle sezioni centrali e intermedie dei lobuli (3a e 2a zona degli acini, secondo Rappoport). Nella steatosi grave, la distribuzione dei lipidi è diffusa (Fig. 44, a). 2 forme morfologiche dell'obesità degli epatociti si distinguono: 1) una grossa gocciolina (contenente cellule

44. Fegato con steatosi alcolica.

a - gli epatociti contengono vacuoli grassi grandi; colorazione con ematossilina e eosina, x200; b - mitocondri giganti con inclusioni paracristalline. x20 000.

contiene una grossa goccia di grasso, il nucleo viene spinto al lemma del plasma) e 2) una goccia di piccole dimensioni (negli epatociti molte piccole inclusioni di grassi, il nucleo può trovarsi al centro della cellula epatica o respingere verso la periferia). Nell'orlo del citoplasma, privo di inclusioni grasse, si determina un alto contenuto di glicogeno e RNA. alta attività di enzimi di glicolisi, shunt di pentoso, deaminazione dell'acido glutammico, diafora NAD e NADP. L'attività della succinato deidrogenasi è moderata [S. P. Lebedev, 1980]. Esame al microscopio elettronico dell'organo epatocitario. guidato dal grasso, poco cambiato. A volte, mitocondri giganti o deformati (Fig. 44.6), moderata espansione del GCS tubulare e CSC, che non è associato all'accumulo di lipidi nella cellula, ma con l'influenza dell'etanolo. I cambiamenti ultrastrutturali degli epatociti nella steatosi alcolica sono diversi nei diversi segmenti dei lobuli. Negli epatociti peripatali si osserva un aumento dei mitocondri con un gran numero di creste, in cui si trovano inclusioni paracristalline (figura 41.6) e granuli; i perossisomi sono rari, il complesso lamellare e il reticolo citoplasmatico non sono diversi dal normale. Negli epatociti centrolobulari del solito tipo di mitocondri, il numero di perossisomi aumenta significativamente [David N... 1978J.

Nei casi di steatosi grave, 2-3 epatociti riempiti di grasso possono coalizzarsi per formare le cosiddette cisti grasse. Questi ultimi sono a volte circondati da macrofagi e linfociti, meno spesso plasmacellule, leucociti eosinofili e neutrofili, epitelioidi e cellule giganti. Tali accumuli focali di cellule effettrici attorno ai depositi di grasso sono chiamati lipogranulomi.

La steatosi alcolica è accompagnata dall'accumulo di lipidi nei macrofagi delle porzioni portale, un aumento significativo del numero di cellule Ito (lipofibroblasti), che sono importanti nello sviluppo della fibrosi epatica. La fibrosi pervenulare si osserva già nella fase iniziale della steatosi alcolica e si trova in questa patologia nel 40% dei campioni di biopsia epatica [Van Wals L., Lieber C. S. 1977].

Lo sviluppo del fegato grasso è associato agli effetti tossici e metabolici dell'etanolo sugli epatociti. Dati provenienti da studi sperimentali e clinici hanno dimostrato che l'etanolo migliora la mobilizzazione del grasso dal deposito, aumenta la sintesi di acidi grassi negli epatociti. aumenta gli acidi grassi di esterifacia ai trigliceridi, riduce l'ossidazione degli acidi grassi, riduce la sintesi delle lipoproteine ​​e il loro rilascio, così come la permeabilità della membrana cellulare dell'epatocita dovuta alla maggiore sintesi e accumulo di colesterolo [Mansurov X., 1978; Bluger, A.F. et al., 1978; Lebedev S.P., 1980; Lieber S., 1976; Thaler N., 1982]. Il ricevimento di etanolo, anche una volta, aumenta il contenuto di lipidi nel sangue in connessione con la loro mobilizzazione dal deposito. Questo effetto è associato alla stimolazione del sistema ipofisi-surrenale e delle lipasi tissutali. L'iperlipidemia è anche associata alla soppressione dell'attività della lipasi pancreatica.

L'aumento della sintesi degli acidi grassi nell'alcolismo cronico è dovuto all'effetto metabolico dell'etanolo sul fegato. L'etanolo è ossidato nel citoplasma della cellula epatica con l'aiuto dell'alcol deidrogenasi in acetil-CoA, che è accompagnato dall'accumulo di NAD-H nel citosol. Il rapporto di NAD: NAD-H diventa 2: 1 invece di 3: 1. Per ripristinare la capacità reattiva dell'accettore di idrogeno nella cellula epatica, la sintesi degli acidi grassi viene potenziata, il che porta alla conversione di NAD-N in NAD.

L'aumentata esterificazione degli acidi grassi porta all'accumulo di trigliceridi. Ciò è facilitato dall'attivazione del sistema di ossidazione microsomiale, la cui iperplasia adattativa è associata all'ingresso di grandi quantità di etanolo nell'epatocita. Si ritiene che la connessione del sistema microsomiale consenta al fegato di scomporre grandi quantità di etanolo, poiché le possibilità di migliorare l'attività dell'alcol deidrogenasi sono piccole. Si ritiene che la formazione di trigliceridi da acidi grassi in condizioni di aumento di etanolo sia opportuna, poiché i trigliceridi sono composti inerti e hanno scarso effetto sui processi sintetici nelle cellule epatiche.

La diminuzione della sintesi di fosfolipidi e β-lipoproteine ​​in grado di penetrare nella membrana esterna dell'epatocita è associata a una carenza di alcuni amminoacidi, ad esempio colina o metionina. Anche la sintesi alterata di apoproteine ​​può svolgere un ruolo importante. In un esperimento in vitro, è stato dimostrato che l'etanolo riduce la sintesi proteica dell'epatocita e la sintesi dell'albumina viene normalizzata quando gli amminoacidi vengono introdotti nel perfusato [Lieber S., 1980]. Pertanto, ci sono tutte le ragioni per credere che la secrezione delle lipoproteine ​​dipenda dall'intensità della biosintesi delle proteine.

Si ritiene che l'etanolo causi lo sviluppo di un fegato grasso solo in combinazione con una dieta carente di proteine. Tuttavia, è stato dimostrato che nei ratti che ricevono grandi dosi di etanolo (36% delle calorie totali), l'accumulo di grasso nel fegato non è impedito da una dieta ricca di proteine ​​e colina. Le osservazioni di pazienti con alcolismo cronico e volontari che hanno ricevuto etanolo, hanno anche dimostrato che con una contabilità rigorosa della dieta e la sostituzione di isocalorie di carboidrati con etanolo, un aumento dei lipidi epatici non dipende dal fattore nutrizionale. Inoltre, un aumento nella dieta del contenuto proteico o una diminuzione del suo grasso non impedisce a una persona di sviluppare steatosi alcolica [Lieber S., 1976].

Studi biochimici hanno scoperto che il contenuto di valina, arginina, istidina, lisina, metionina in leucemia diminuisce nel fegato grasso umano nell'alcoolismo cronico. triptofano, cistina, aumenti dello stretto [Mansurova, ID, et al., 1978). La causa di tale squilibrio di aminoacidi nel tessuto epatico è associata all'effetto tossico dell'etanolo sull'intestino. Quindi, l'etanolo stesso, piuttosto che la malnutrizione, viene assegnato il ruolo principale nella carenza di alcuni aminoacidi nell'alcoolismo.

L'accumulo di trigliceridi negli epatociti è combinato con un aumento della quantità di colesterolo a causa della sua maggiore sintesi. Il prerequisito per questo è un eccesso di acetil-CoA e l'induzione di enzimi GCC, che forniscono i processi di sintesi del colesterolo. La stimolazione della sintesi del colesterolo di etanolo è stata confermata in un esperimento in vitro. L'aumento di colesterolo può avere un effetto stabilizzante sulle membrane plasmatiche e influire sulla loro viscosità e permeabilità, che complica l'uscita dei lipidi dagli epatociti [Lieber C., 1976].

Quindi, lo sviluppo della steatosi alcolica è associato alla fornitura di etanolo al fegato. Diventa chiaro che l'accumulo di grasso negli epatociti è tipico di qualsiasi stadio del fegato alcolico, poiché i pazienti continuano a ricevere alcol.

La degenerazione grassa del fegato è solitamente combinata con proteinaceo: granulare, idropico, a palloncino, che riflette gli stadi del metabolismo proteico disturbato e aumenta l'idratazione cellulare. Lo sviluppo della distrofia idropica e del palloncino è attribuito al fatto che l'acetaldeide, un prodotto intermedio del metabolismo dell'etanolo, blocca la secrezione di proteine ​​da parte della cellula epatica. La ritenzione di proteine ​​nella cellula era associata al danno da microtubuli di acetaldeide [Liebcr S., 1980]. Tuttavia, studi recenti non hanno rivelato l'effetto dell'etanolo e dei suoi prodotti metabolici sui microtubuli (Berman W. et a), 1983).

L'accumulo di proteine ​​nel citosol è accompagnato dall'ingresso di acqua nella cellula. Quando la distrofia idropica e del palloncino negli epatociti diminuisce, il contenuto di glicogeno e di RNA diminuisce, l'attività degli enzimi redox diminuisce, si notano segni di distruzione degli organelli [Lebedev SP, 1980].

Steatosi epatica

Cos'è la steatosi epatica?

La steatosi epatica è una malattia del fegato caratterizzata da un disordine metabolico nelle cellule di questo organo, con conseguente loro degenerazione grassa. A questo proposito, la malattia è anche chiamata epatite grassa.

In generale, le cause dei problemi al fegato sono diverse, ma le più comuni sono:

Abuso di alcool;

uso di droghe;

droga e altre intossicazioni;

dieta squilibrata o digiuno;

una sovrabbondanza di ormoni surrenali (sindrome di Cushing).

Nelle cellule del fegato si formano inclusioni di grasso in eccesso a causa di diversi processi.

Così, nell'intestino si forma una grande quantità di acidi grassi, quindi entra nel fegato. Ma allo stesso tempo negli epatociti (le cosiddette cellule epatiche) ci sono violazioni dei processi ossidativi dei grassi, che causano difficoltà nel rimuovere le inclusioni grasse dal fegato.

Di conseguenza, i grassi si accumulano nelle cellule del fegato, causando infiltrazioni grasse. Inoltre, i problemi con il metabolismo del colesterolo iniziano nel fegato, poiché cambiano le funzioni di alcuni enzimi.

Tipi di steatosi:

Steatosi epatica diffusa

Se l'inclusione di grasso è pari al 10% o più del volume del fegato, allora puoi fare una diagnosi: la steatosi. La maggior parte del grasso si accumula nel secondo e nel terzo lobi epatici e, con una forma più grave della malattia, sono distribuiti diffusamente.

Pertanto, la caratteristica principale della steatosi è che può essere sia diffusa che focale. Se la steatosi focale si manifesta nel fatto che i grassi sono raggruppati insieme, l'organizzazione di una macchia di grasso solido, quindi la steatosi diffusa implica la posizione delle macchie di grasso su tutta la superficie dell'organo.

Steatosi del fegato grasso

Come conseguenza della progressiva infiltrazione grassa, il fegato non solo si ingrandisce, ma cambia anche il colore in giallastro o rosso-marrone. Le cellule epatiche accumulano i grassi come trigliceridi. Il risultato di questo deposito patologico è che la goccia grassa di grasso sposta gli organelli cellulari verso la periferia dell'epatocita.

A seguito di un'infiltrazione grassa, le cellule del fegato possono morire. Le gocce di grasso si combinano nelle cisti grasse e il tessuto connettivo continua a crescere intorno a quest'ultimo.

L'epatosi grassa è spesso asintomatica. In molti casi, la malattia viene rilevata per caso - durante l'ecografia del paziente.

A volte con la steatosi del fegato, la pesantezza appare nella parte destra, aggravata durante il movimento. I pazienti possono lamentare nausea, debolezza, affaticamento.

Fondamentalmente, l'epatite grassa è stabile, progredendo molto raramente. Quando l'infiltrazione grassa combinata con l'infiammazione (steatoepatite), un terzo dei pazienti può sviluppare fibrosi e il 10% - cirrosi.

Steatosi epatica alcolica

La fase primaria dei cambiamenti nella struttura del fegato che sono causati dal processo cronico di intossicazione da alcol è detta steatosi alcolica ed è anche chiamata distrofia del fegato grasso.

Ci sono molte cause di questa malattia. Ad esempio, effetti tossici sul corpo. La ragione più comune - è l'uso di bevande alcoliche. E più alta è la dose di consumo di alcol, maggiore è il tasso e il livello di sviluppo dei cambiamenti distruttivi nelle cellule del fegato, rispettivamente.

Le manifestazioni di questo tipo di steatosi sono per lo più reversibili. Sono ridotti dopo 4 settimane di astinenza. Tuttavia, la steatosi alcolica può anche progredire in danno epatico molto grave. Studi clinici suggeriscono che la gravità della steatosi è correlata alla minaccia di sviluppare una malattia epatica cronica.

Principali forme di steatosi:

macrovesicular (un grande vacuolo grasso contenuto negli epatociti);

Nel fegato si trovano spesso anche forme micro e macro e quindi si può presumere che siano determinate fasi dello sviluppo della malattia. Pertanto, la forma microvescicolare è la manifestazione acuta della steatosi e la macrovesicular è cronica.

Principalmente la steatosi si sviluppa in relazione al disturbo dei processi metabolici dei lipidi negli epatociti, che è causato da cambiamenti nel potenziale redox epatocellulare. Ma durante l'intossicazione cronica (con alcol), ritornano gli indici di potenziale redox normali, indipendentemente dallo sviluppo della steatosi, il che significa che anche altri fattori sono coinvolti nel danno alcolico al fegato.

Steatosi epatica non alcolica

A sua volta, la steatosi non alcolica ha molti nomi (infiltrazione o degenerazione grassa, malattia grassa non alcolica). Tutti questi sono i nomi della fase iniziale della malattia del fegato o una sindrome che si forma in relazione a un eccesso di inclusioni di grassi (principalmente trigliceridi) in questo organo.

Bisogna prestare attenzione al fatto che se non si interviene nel corso della malattia, allora nel 14% dei pazienti tende a svilupparsi in steatoepatite, nel 10% - nello sviluppo della fibrosi e, talvolta, nella cirrosi epatica.

Oggi tali statistiche chiariscono perché questo problema è nell'interesse pubblico. Dopotutto, se chiariamo l'eziologia e la patogenesi della malattia, diventerà chiaro come affrontare e sbarazzarsi efficacemente di questa patologia piuttosto comune. Vale la pena considerare che alcuni pazienti possono avere una malattia e alcuni possono avere solo un sintomo.

I principali fattori che rappresentano un rischio per l'insorgenza di steatosi non alcolica sono:

la presenza di anastomosi ileo-cecale;

una brusca diminuzione del peso corporeo (circa 1,5 kg per diversi giorni);

aumento della quantità di batteri nell'intestino;

la maggior parte dei farmaci (farmaci antiaritmici, corticosteroidi, antitumorali, ecc.)

Come accennato in precedenza, sfortunatamente, utilizzare test di laboratorio per identificare l'infiltrazione di grasso è quasi impossibile. Di norma, gli indicatori di bilirubina, protrombina e albumina sono normali, mentre si osserva un'attività leggermente più elevata delle transaminasi sieriche.

Inoltre, l'ecogenicità dei tessuti epatici, anche con la diagnostica ecografica, può rivelarsi senza particolari anomalie, o leggermente al di sopra della norma, che non contribuisce a una diagnosi valida e corretta. Pertanto, in alcune situazioni, il rilevamento della malattia è possibile solo attraverso la risonanza magnetica.

Tuttavia, anche con questo, fare una diagnosi finale dovrebbe essere basata su un esame istologico del tessuto epatico, che è stato preso durante una biopsia.

Steatosi epatica focale

Di regola, la ricerca di laboratorio di deviazioni nel quadro dell'analisi clinica generale di sangue è assente. A volte è possibile determinare un leggero eccesso dell'attività di colestasi e enzimi citolitici.

La diagnosi di tumori epatici benigni viene effettuata nel corso di studi strumentali. In questo caso, la scintigrafia non fornisce le informazioni necessarie, poiché può essere utilizzata per rilevare le formazioni focali nel fegato, avendo un diametro di soli 4 cm, quindi sarebbe più opportuno riferire il paziente a un'ecografia dopo un esame fisico.

Formazioni iperecogene focale con contorni pari e distinti con diversi diametri nel parenchima epatico indicano la formazione di un tumore benigno. Il numero di tali formazioni può variare da 1 a 45 e non solo in uno, ma in due lobi.

Dieta per la steatosi epatica

Una delle 15 diete terapeutiche principali (a volte possono anche essere chiamate tabelle) è la dieta n. 5, prescritta per le malattie del fegato, così come i problemi con la cistifellea e il tratto biliare penitente. Il suo obiettivo è quello di fornire una dieta a tutti gli efetti per il paziente, che contribuisce alla stabilizzazione della funzionalità epatica, migliorando l'escrezione della bile, dato il regime di risparmio direttamente per il fegato.

Prodotti approvati e raccomandati per l'uso:

Prodotti da forno: prodotti da impasto magro (puoi usare ripieno di carne bollita), pane di segale, cracker o biscotti.

Zuppe: latte con pasta, zuppa con brodo vegetale, semole, borsch vegetariano, zuppa di barbabietola.

Uccelli e carne: manzo, tacchino, pollo, pilaf con carne bollita, coniglio, agnello magro.

Pesce a basso contenuto di grassi: le polpette di pesce bollite sono le migliori, possono essere variate cuocendo i pesci dopo la bollitura.

Grassi come verdure e burro raffinati.

Latticini: ricotta a basso contenuto di grassi e grassetto, budini, kefir, formaggio non molto grasso (e non troppo affilato), latte magro, panna acida, gnocchi pigri.

Uova: frittata proteica cotta a fuoco lento, ma non più di un tuorlo al giorno.

Cereali - farina d'avena e grano saraceno, tutti i tipi di crostini, pilaf con carote, la pasta sarà particolarmente utile.

Verdure: vari piatti di verdure a base di cibi bolliti, in umido o crudi. Puoi usarli non solo come contorni, ma anche sotto forma di insalate e piatti separati. Il cavolo in salamoia è permesso (non molto acido!), Piselli verdi in purea, cipolle, ma non crudo, ma solo bollito.

Spuntini: macedonie di frutta, aringhe a basso contenuto di grassi (ammollati), vinaigrette, frutti di mare e insalate di carne bollite, caviale di zucca, salsiccia di latte, una varietà di insalate di verdure.

Frutta e bacche, composte, frutta secca, marmellata, miele, zucchero.

Bevande: nero, tè verde, succo di frutta, caffè con latte, vari decotti (ad esempio, di crusca di frumento o rosa canina).

Quindi, puoi prepararti delle opzioni dietetiche adatte e dipingerle di giorno.

Primo giorno

Per colazione: macedonia di frutta, polpette di carne al vapore, caffè.

A pranzo: un bicchiere di ryazhenka.

Per il pranzo: borscht vegetariano, nasello al forno con cavolo stufato, marmellata di bacche.

Per la cena: spaghetti con burro e formaggio, acqua minerale.

Ora di andare a letto: banana.

Secondo giorno

Per colazione: frittata di proteine ​​al vapore, pane tostato di segale con marmellata di frutti di bosco, succo di frutta.

A pranzo: pera.

Per il pranzo: zuppa di crema di verdure, carote in umido con pollo bollito, uzvar di uva passa e albicocche secche.

Per cena: purè di patate con verdure al forno, tè. Ora di andare a letto: Borjomi.

Terzo giorno

Per colazione: penne con coniglio brasato, tè.

A pranzo: succo di frutta e bacche.

Per il pranzo: zuppa di patate, cheesecake alle carote, gelatina.

Per la cena: omelette al forno, formaggio, tè.

Prima di dormire: un bicchiere di ryazhenka.

Quarto giorno

Per la colazione: plov, casseruola di ricotta con panna acida.

A pranzo: insalata di carote e mele.

Per il pranzo: polpette di pollo con grano saraceno, composta di frutta.

Per cena: zrazy da patate e cavoli, corop al forno, acqua minerale.

Ora di andare a letto: mela cotta.

La dieta di cui sopra è seguita insieme a trattamenti farmacologici e fisioterapici. Iniziare da soli non ne vale la pena, è indispensabile consultare il proprio medico.

Un tale sistema nutrizionale può presto raggiungere la remissione della malattia, alleviare gli aggravamenti e normalizzare lo squilibrio degli organi digestivi. Inoltre, la dieta ha un altro lato positivo: grazie a questo, il peso viene significativamente ridotto, il benessere generale migliora e il recupero energetico viene osservato.

I pazienti che sono preoccupati per le malattie della bile e del fegato, è estremamente importante astenersi dal mangiare cibi proibiti, non solo per il periodo della dieta stessa, ma anche dopo che finisce. Prima di tutto si tratta di prodotti affumicati, piatti speziati e ricchi di grassi e alcol. Altrimenti, l'effetto sarà ridotto al minimo e potrebbe essere necessario ripetere il trattamento.

Trattamento di rimedi popolari di steatosi

Si raccomanda di prestare particolare attenzione ai semi di albicocca, poiché sono molto ricchi di vitamina essenziale ("B15"). Per la rapida normalizzazione del fegato consigliamo, ogni giorno ci sono circa 7 core.

È utile usare le tisane. Ad esempio, dai semi di cardo mariano e radici di dente di leone tagliuzzato. Per preparare il brodo, è necessario combinare gli ingredienti sopra in proporzioni uguali e aggiungere a loro 1 cucchiaio. l. verga d'oro, foglie di betulla essiccate e foglie di ortica. La miscela viene versata in un thermos, quindi versare acqua bollente. Viene infuso per almeno 15-20 minuti e dopo che l'infusione di erbe è stata prodotta correttamente, deve essere drenata e consumata due volte al giorno in un bicchiere (al mattino e alla sera).

Il consumo regolare di crusca è un buon modo per combattere i depositi di grasso nel fegato. Dovrebbero essere versati acqua bollente e lasciare raffreddare, quindi filtrare. Poi tre volte al giorno, devi mangiare due cucchiai di crusca, ottenuti in questo modo.

Taglia la parte superiore di una zucca matura e pulisci i suoi semi. Versa il miele nel buco e coprilo con la cima. Dopo di ciò, la zucca deve essere conservata in un luogo fresco per 2-3 settimane. Quindi il miele viene versato in un barattolo e consumato tre volte al giorno, 1 ° giorno.

Aiuta con questa malattia e la seta di mais. Pre-dovrebbero essere schiacciati, quindi 2 cucchiai. l. le materie prime ottenute devono versare 1/2 litro di acqua bollente. Pritomiv a fuoco basso per circa 5 minuti, lo stigma può essere raffreddato. Successivamente, il brodo può essere drenato, e quindi 50 ml presi più volte al giorno.

Un cocktail interessante di latte caldo e succo di carota è molto utile. Questi due componenti sono mescolati in parti uguali di 100 ml. È meglio bere la mattina a stomaco vuoto, a piccoli sorsi mezz'ora prima di colazione.

Un'altra ricetta è quella di far bollire il miele di tarassaco a maggio e trattarlo per un anno. Per fare questo, con tempo asciutto, è necessario raccogliere 350 teste di tarassaco giallo che crescono fuori dai confini della città, lontano dalle autostrade e dalle fabbriche. I fiori devono macinare un frullatore e versare la pappa grassa di 1 kg di miele a maggio. Questo miele può essere aggiunto al tè o 1 cucchiaio. l. prima dei pasti Gustoso e benefico per il fegato e il corpo nel suo complesso.

Come altri organi umani, il fegato necessita di cure e cure, quindi deve essere protetto da varie influenze dannose: alcol, nicotina, sostanze tossiche e medicinali. Siate sani e prendetevi cura del vostro fegato dai problemi!

Autore dell'articolo: Gorshenina Elena Ivanovna, gastroenterologa

Top