Categoria

Messaggi Popolari

1 Ricette
Medico del fegato
2 Giardia
Colesterosi della colecisti: cause, sintomi e trattamento
3 Giardia
Come preparare e bere l'avena a beneficio del fegato?
Principale // Giardia

Epatite alcolica e sua terapia farmacologica


L'alcol dell'epatite C è una forma grave di malattia epatica in cui gli epatociti, le cellule di un organo, sono colpiti, infiammati e muoiono. Il principale fattore che porta al progresso di questa patologia è l'abuso di alcol, che in molti casi si trasforma in cirrosi epatica.

Se una persona utilizza costantemente alte dosi di alcol per lungo tempo, l'acetaldeide, una sostanza che distrugge i tessuti di un organo, si forma nel fegato. Gli specialisti definiscono la malattia in questione come un processo infiammatorio che è il risultato di un danno al fegato causato da elementi tossici contenuti nell'alcol. In molti casi, la malattia è caratterizzata da una forma cronica e progredisce dopo 5-7 anni dal momento del consumo costante.

Ci sono molti effetti avversi che l'epatite alcolica può causare. Quanto vive con esso dipende dal volume e dalla durata del consumo di alcol. La malattia può manifestarsi in due forme:

  • progressivo (15-20% di tutti i casi, che spesso portano alla cirrosi);
  • persistente (è possibile fermare i processi infiammatori alla fine dell'assunzione di alcool).

I principali sintomi della malattia

La peculiarità della malattia considerata è un lungo periodo asintomatico della sua comparsa. Nel corso del tempo, una persona inizia a sentire:

  • debolezza, affaticamento costante, mancanza di appetito, perdita di peso senza cause conosciute;
  • dolore, disagio, sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio;
  • nausea, costante amarezza in bocca, eruttazione con amarezza, soprattutto nel caso di alcol o cibi grassi.

Altri sintomi visibili della malattia includono una tonalità gialla dell'epidermide e il bianco degli occhi. In alcuni casi, può essere aggiunto il prurito del corpo. Per notare un fegato ingrossato in epatite alcolica può solo un medico durante l'esame, visivamente questo sintomo non è evidente.

Trattamento della malattia

La maggior parte delle persone che soffrono di questa malattia non presta attenzione ai fattori della sua manifestazione e non sospetta nemmeno di avere un'epatite alcolica. Il trattamento di questa malattia comporta un rifiuto totale dell'assunzione di alcol e una combinazione di:

  • diete speciali;
  • terapia farmacologica;
  • eliminazione di fattori eziologici.

Secondo le statistiche, nel processo di trattamento di alcolici si rifiuta solo un terzo dei pazienti. Tali pazienti sono prescritti dai narcologi. Le persone con dipendenza da alcol sono una categoria difficile di trattamento. Per loro, è importante rendersi conto degli effetti perniciosi e persino mortali dell'alcol, poiché questo è il primo passo verso la ripresa.

Tra i farmaci che vengono utilizzati nel nostro tempo, ci sono più di 1.000 prodotti. Il compito del medico curante è di rendere correttamente il sistema di trattamento. Gli epatoprotettori creano le condizioni per la rigenerazione delle cellule epatiche e ottimizzano le sue funzioni associate al trattamento dell'alcol.

Regime alimentare

Quasi tutti i pazienti con epatite hanno una carenza nutrizionale, dal momento che l'alcol ha sostituito tali pazienti con una quantità significativa di sostanze utili. La dieta per l'epatite alcolica del fegato è caratterizzata da rigore e requisiti chiari:

  • la quantità di valore energetico - da 2 mila calorie al giorno;
  • la presenza di proteine ​​(1 g = 1 kg di peso del paziente);
  • quantità soddisfacente di vitamine (acido folico, vitamine del gruppo B).

Se viene rilevata anoressia in un paziente, la sua nutrizione viene effettuata utilizzando il metodo della sonda. È importante includere alimenti con un'alta concentrazione di aminoacidi nella gamma di alimenti.

Epatite alcolica e cirrosi

L'epatite alcolica è una malattia infiammatoria pericolosa che colpisce il fegato. Di norma, si verifica sullo sfondo di un abuso prolungato di alcol. Forse molti lettori vorrebbero sapere cosa si intende per "abuso prolungato".

Per illustrare la situazione può essere un esempio: una persona beve 100 grammi di alcool puro (o più alcolici in termini di sostanza pura) ogni giorno per cinque anni. Con una probabilità di quasi il 100 percento, una tale persona riceverà l'epatite alcolica, che arreca notevoli danni alla salute.

Vale la pena notare che l'alcol ha un effetto dannoso non solo sul fegato. L'intero corpo soffre di alcol, che viene sistematicamente comprato e tagliato dai malati: il cervello, il sistema cardiovascolare, le funzioni endocrine del corpo, il sistema escretore e la psiche. Le conseguenze per il fegato sono tra le più terribili, perché questo organo è estremamente importante per il corpo. Ricordiamo che tra le funzioni vitali della cottura sono i seguenti:

  • il fegato neutralizza varie tossine, sostanze tossiche e allergeni, trasformandoli in composti innocui o eliminandoli dall'ambiente interno del corpo;
  • rimuove dal corpo una quantità in eccesso (eccedenza) di ormoni, vitamine e prodotti metabolici tossici;
  • è un deposito per uno dei più importanti substrati energetici del corpo - il glicogeno, garantendo il regolare funzionamento dei muscoli scheletrici;
  • converte vari substrati energetici (converte i grassi, l'acido lattico nello zucchero);
  • immagazzina alcuni tipi di vitamine (liposolubile e solubile in acqua);
  • prende parte al processo di formazione del sangue nel feto;
  • sintetizza il colesterolo, i fosfolipidi, l'acido biliare e la bilirubina;
  • è un serbatoio per il rifornimento di sangue, che può essere utilizzato dal corpo in situazioni critiche;
  • sintetizza ormoni che sono coinvolti nella digestione del cibo.

È difficile commettere un errore chiamando il fegato un organo che è di fondamentale importanza per il funzionamento del corpo. Il fegato agisce come un filtro, un serbatoio per il sangue e il glicogeno, produce gli ormoni necessari e converte vari substrati in glucosio. Naturalmente, un fegato danneggiato o malato non sarà in grado di svolgere il lavoro che la natura ha definito come efficace.

L'epatite alcolica ha anche un certo numero di altri nomi, il più famoso dei quali è l'epatite grassa o il fegato grasso. L'idea è che le cellule funzionali del fegato, che sono state danneggiate a causa della costante assunzione di alcool, non muoiono, muoiono. Il corpo sostituisce il tessuto morto con il tessuto grasso. Pertanto, l'area funzionale del fegato è ridotta, il che influisce negativamente sulla quantità di lavoro che questo organo può svolgere. Sebbene gli effetti dell'alcolismo sul fegato siano terribili, c'è poco alcolico che può fermare l'effetto descritto del consumo metodico.

Una percentuale sicura di alcol, il cui uso non porta alla degenerazione delle cellule del fegato, è di circa 40 grammi al giorno per la metà della popolazione maschile e venti grammi di alcol per le donne. È utile sapere che un bicchiere standard di vodka (50 g) contiene 20 g di alcol. Quindi, dopo aver bevuto 100 grammi di vodka, un uomo riceve quella dose di alcol, che può essere considerata in condizioni di sicurezza. Il pericolo della vodka e di altre bevande simili è che molto raramente uomini e donne che decidono di passare la serata a bere una bottiglia di vino in compagnia di amici sono limitati a una prescritta dose sicura di alcol.

Le donne sono più degli uomini esposti all'alcol. Ciò include il fatto che il fegato femminile è più suscettibile all'influenza corruttrice dell'alcool. Ciò è dovuto alle caratteristiche fisiologiche del corpo femminile, a causa delle quali le donne producono meno enzimi che possono neutralizzare efficacemente l'alcol ubriaco. Anche un po 'più alto di una dose sicura, una donna dovrebbe essere cauta, perché a lungo andare questo può causare l'epatite grassa. Oltre alle donne, un maggiore rischio di insorgenza di questa malattia è caratteristico di tali categorie di cittadini:

  • persone che assumono farmaci dannosi per il fegato;
  • persone che soffrono di alcune malattie (epatite virale);
  • pazienti con basso peso corporeo;
  • pazienti il ​​cui peso corporeo supera in modo significativo la norma degli indicatori di carico.

Accade spesso che l'epatite alcolica non si manifesti nelle prime fasi della malattia, segnalando la sua presenza solo quando il paziente ha già gravi problemi di salute.

Sintomi di epatite da alcol

Considerando il pericolo di una malattia come l'epatite, i medici raccomandano di contattarli immediatamente se mostrano segni di malattia:

  • disagio, pesantezza o dolore nell'ipocondrio a destra;
  • debolezza costante nel corpo e stanchezza;
  • nessuna perdita di peso drastica causale;
  • la comparsa di vomito e nausea;
  • rutto caratteristico con amarezza;
  • la comparsa di diarrea dopo cibi grassi e bevande alcoliche;
  • colore delle urine scure;
  • sbiancamento delle masse fecali;
  • giallo della pelle e delle mucose;
  • aspetto prurito;
  • aumento costante della temperatura corporea a 37 °.

In tali casi, di regola, l'analisi biochimica di sangue è compiuta. Con un risultato positivo, un test di biopsia dell'organo. Un campione di tessuto epatico aiuta a chiarire la reale condizione dell'organo e determina i focolai di infiammazione nelle cellule del fegato. Allo stesso tempo viene determinato lo stato di morte degli epatociti - cellule epatiche.

Il marcatore da laboratorio di uso di alcol non sempre aiuta a trovare la risposta esatta per confermare la diagnosi. Il suo significato è sollevato da una combinazione di diversi test, che sono anche chiamati "profilo alcolico".

La massa totale del fegato del 60-80% forma epatociti. Una volta nel corpo, le bevande alcoliche danneggiano le aperture del fegato, limitando così le funzioni dell'intero organo. Ciò ha un effetto corrispondente sul lavoro del fegato stesso e dell'intero organismo.

L'alcol è considerato il veleno più pericoloso per il corpo. Il sangue lo diffonde rapidamente attraverso il corpo, incl. i suoi veleni finiscono nel fegato, nel cuore e nel cervello.

Tutti i cambiamenti nel lavoro e nella struttura del fegato sono regolari e chiaramente espressi in pazienti con epatite alcolica attivamente espressa. In questi pazienti, la mortalità è causata principalmente da complicanze della cirrosi. Più importanti sono la diagnosi e i tempi di individuazione della malattia, oltre alla conoscenza dei suoi sintomi.

In che modo l'alcol influisce sugli epatociti?

Come accennato in precedenza, gli epatociti sono cellule epatiche, che sono l'unità funzionale principale di un organo. È noto che il 60-80% degli hapatociti forma la massa totale del fegato. L'assunzione di alcol nel corpo danneggia il parenchima epatico, limitando la funzionalità dell'organo. Va notato che il parenchima di un organo interno è un insieme di cellule, la cui associazione assicura il normale funzionamento di un organo in un particolare sistema del corpo. Pertanto, l'integrità danneggiata dei componenti funzionali del fegato (il suo parenchima) causa un'interruzione nel lavoro non solo del fegato, ma anche dell'intero corpo.

L'alcol è uno dei veleni più pericolosi per gli esseri umani perché, una volta nel sangue, inizia a diffondersi all'istante con la sua corrente in tutto il corpo. Ciò significa che quasi immediatamente raggiunge il fegato, il cuore, il cervello e altri organi vitali. Nel fegato, vengono prodotti enzimi speciali che iniziano a decomporre l'alcol alle sostanze che sono molto più dannose per l'organismo rispetto all'alcool stesso. Tuttavia, il ciclo di divisione dell'alcol nel corpo umano non finisce qui.

Naturalmente, il corpo umano non può permettere a una sostanza velenosa di attraversare il sistema circolatorio, che in diverse dozzine è più dannoso dell'alcool stesso. Questo è il motivo per cui la disgregazione alcolica nel fegato continua fino a quando non si formano composti non tossici che possono essere escreti nelle urine. Come potete vedere, l'impatto principale sulla "lavorazione" di alcol che entra nel corpo è a carico del fegato, che, di regola, soffre la maggior parte di tutti gli altri organi.

Sembrerebbe che la cosa peggiore è che il fegato rompa con successo l'alcol? Il fatto è che in un alcolizzato, questo processo avviene in modo leggermente diverso. L'insieme degli enzimi necessari semplicemente non ha il tempo di essere aggiornato con l'uso regolare di alcol. Questo è irto del cosiddetto deficit enzimatico, così come il fatto che le sostanze processate non lasciano il fegato. In questo modo, alcolisti ubriachi sviluppano epatite alcolica, che di solito è accompagnata dai sintomi sgradevoli descritti sopra.

Inoltre, altre malattie del tratto gastrointestinale derivanti dall'abuso di alcol contribuiscono allo sviluppo dell'epatite. Stiamo parlando di queste malattie:

Per qualche tempo, il fegato è in grado di lavorare per usura, usando risorse interne, ma presto si svilupperà presto la cirrosi epatica, oltre a una condizione chiamata insufficienza epatica.

Le fasi di sviluppo di epatite alcolica e la sua forma

Ci sono due fasi principali nel corso di questa malattia del fegato:

  • fase acuta del corso di epatite alcolica;
  • stadio cronico della malattia.

La prima forma di epatite è rapida, violenta e porta un sacco di disagio e un potente effetto negativo sul corpo. La seconda forma è lenta, ma costantemente dolorosa e scomoda.

La forma acuta della malattia può manifestarsi quando l'alcolizzato ha un'abbuffata o quando, sullo sfondo del consumo costante di alcol, c'è anche un'alimentazione povera e di scarsa qualità. È allora che si verifica l'infiammazione dei lobi centrali del fegato, che, di norma, porta alla loro morte (la cosiddetta necrosi). I sintomi di epatite acuta che si verificano negli alcolisti sono:

  • colore itterico di tutte le mucose;
  • colore giallo intenso della pelle;
  • debolezza costante e nausea;
  • aumento della temperatura corporea.

Inoltre, nell'epatite alcolica acuta, è presente anche il dolore nell'area del fegato, che disturba costantemente il paziente. A volte accade che il flusso di bile dal fegato sia disturbato, il che porta al fatto che la natura della malattia diventa colecistica. Le statistiche mostrano che rifiutando di bere alcolici, circa il 20% dei pazienti può essere curato. Continuando a bere, la maggior parte degli alcolisti "guadagna" la cirrosi.

L'epatite alcolica cronica può essere solo una conseguenza della forma acuta di questa malattia, che si sviluppa dopo il successivo attacco di epatite acuta. La forma cronica è caratterizzata dalle seguenti caratteristiche:

  • persistente debolezza generale;
  • dolori nel fegato che si verificano di volta in volta;
  • colore giallo chiaro delle mucose e della pelle del paziente.

Se il paziente ha trovato questi sintomi in se stesso, allora è necessario cercare l'aiuto di uno specialista che può fare una diagnosi competente e prescrivere un trattamento. Inoltre, è importante che in parallelo il paziente venga trattato per l'alcoldipendenza, perché i metodi terapeutici volti a trattare il fegato non hanno senso se non si elimina il problema che provoca il processo infiammatorio.

Tra le fasi dell'epatite alcolica, la medicina moderna evidenzia:

  • una fase delicata, che è caratterizzata da un aumento delle dimensioni del fegato (di solito rilevato all'esame di un medico);
  • il livello intermedio, quando l'alcolizzato inizia a sentire disagio e dolore periodici nella regione del fegato, e le sensazioni dolorose insorgono quando il fegato sta palpando;
  • stadio grave, quando la cirrosi epatica è quasi sviluppata.

Naturalmente, prima viene diagnosticato un problema, maggiore è la probabilità che si verifichi una cura completa. Se stiamo parlando di una fase grave di questa malattia, quindi i medici, di regola, non possono fornire al paziente praticamente nessuna garanzia.

Delirium tremens, ascite e cirrosi

Una delle psicosi alcoliche più frequentemente osservate è il delirium tremens, che è popolarmente noto come delirium tremens. Di norma, i suoi attacchi si manifestano durante i primi 3-6 giorni dopo che l'alcolizzato "si lega". Ciò accade durante il secondo o terzo stadio dell'alcolismo, che corrisponde al periodo di sviluppo a medio termine dell'epatite alcolica.
Un alcolizzato con una fase intermedia dell'epatite dà segni esterni:

  • debolezza costante;
  • sclera gialla non mascherata degli occhi;
  • mancanza di appetito.

Le allarmanti ipotesi sono confermate da una visita medica:

  • un alcolizzato tollera dolorosamente la palpazione del fegato;
  • cattiva biochimica.

Le conseguenze attese sono deludenti: l'epatite nel tempo sfocia in cirrosi epatica. La malattia è tradizionalmente associata alla sua gravità con un tumore maligno. Pertanto, gli alcolisti spesso hanno bisogno dell'aiuto di un oncologo.

Il secondo "satellite" di un alcolizzato è l'ascite, il cui predecessore è anche l'epatite. Un caratteristico segno esteriore è un addome troppo allargato. Ciò è dovuto al fatto che il fluido inizia ad accumularsi nella cavità addominale.

I tipi di ascite sono determinati dalla quantità di fluido accumulato.

  1. Piccolo: la quantità di liquido non è superiore a 3 litri. È possibile determinare l'uso di ultrasuoni o laparoscopia.
  2. Medio: una maggiore quantità di fluido cambia la forma dell'addome. In questa fase, il movimento del diaframma non è difficile.
  3. Grande: nello stomaco si accumula fino a due o tre dozzina di litri di liquido. Lo stomaco interferisce con il movimento, ci sono problemi con il movimento del diaframma.

L'ascite è un segnale allarmante del corpo che il fegato non può più filtrare il sangue, i suoi componenti liquidi sono separati e si accumulano nella cavità addominale. Questo momento non può essere perso: il paziente ha circa cinque anni per riassumere la vita. Le funzioni patologiche anormali del fegato, di regola, limitano la vita del corpo durante questo periodo.

Pertanto, la lotta contro l'epatite alcolica, secondo i medici, deve necessariamente essere accompagnata da un trattamento obbligatorio.

Metodi di trattamento dell'epatite in alcolizzati

L'epatite alcolica, come la fibriosi alcolica, è considerata la precursore triste della fase iniziale della cirrosi. I medici dividono la malattia in epatite alcolica acuta e cronica, trattandoli separatamente.

L'epatite cronica è una malattia che non è stata curata da almeno sei mesi. Qualsiasi epatite può andare nella forma cronica:

  • autoimmune;
  • tossici;
  • alcol;
  • derivanti da disturbi metabolici.

L'epatite autoimmune si presenta con alta ipergammaglobulinemia. Allo stesso tempo una grande concentrazione di anticorpi si accumula nel sangue. La ragione per lo sviluppo di questa forma di epatite non è ancora del tutto stabilita. Nella moderna pratica medica, una delle strategie viene applicata per il trattamento:

  • monoterapia con prednisone;
  • combinazione di prednisolone con azatioprina.

L'epatite tossica può formarsi a seguito dell'esposizione a diversi gruppi di farmaci.

Al centro del trattamento è il compito: identificare e cancellare i farmaci e i farmaci che hanno causato la malattia cronica. Nella maggior parte dei casi, è quindi possibile stabilizzare il processo e persino curare il paziente.

L'epatite alcolica è caratterizzata da danno epatico cronico da effetti tossici sull'etanolo del fegato.

La steatoepatite - un fenomeno che si verifica nel tessuto epatico, si manifesta con vari gradi di gravità. I cambiamenti sono irreversibili. Se il paziente non smette di bere alcolici, l'epatite si trasforma rapidamente in cirrosi.

L'epatite alcolica procede in una delle forme.

  1. La forma persistente è relativamente stabile. Ha ancora una possibilità per una risposta positiva alla domanda se la malattia è guarita, se può essere curata e, in caso affermativo, come curare se stessa. ie La possibilità di reversibilità del processo infiammatorio rimane, ma allo stesso tempo, l'alcolizzato deve se stesso vuole essere curato e smettere di bere.
  2. La forma progressiva è una lesione del fegato a piccole focale, che spesso provoca cirrosi. È stato stabilito che la probabilità che una malattia entri in una fase più complessa è del 15-20%.

Utilizzando gli standard moderni per il trattamento dell'alcolismo, il medico può stabilizzare i processi infiammatori e salvare gli effetti residui.

Avendo rifiutato, su raccomandazione dei medici, dall'alcol, il paziente avrà bisogno di:

  • seguire la dieta prescritta dal medico, incl. assumere integratori vitaminici;
  • per mantenere e ripristinare il fegato a prendere farmaci e droghe.

Come dimostra la pratica, la forza di volontà degli alcolizzati può essere equamente divisa in tre parti. I rappresentanti di ciascuno di loro reagiscono in modo diverso alla diagnosi determinata dal medico:

  • smetti di bere completamente e credi che l'epatite sia curabile, stanno seriamente considerando come curare;
  • rifiutare parzialmente l'alcol, dubitando che la malattia sia guarita;
  • trascurare le raccomandazioni fornite dal medico.

Per essere trattati in ospedale o in regime ambulatoriale, il medico determina la gravità della malattia. Nulla - trattamento non moderno, la tecnica non aiuterà se il paziente non rinuncia all'alcol.

Alimentazione dietetica per epatite alcolica

Come accennato in precedenza, una dieta rigorosa e razionale è la chiave del successo nella lotta contro l'epatite alcolica. Un esempio di una dieta ottimale per i pazienti con epatite può servire come tabella numero 5. È noto che questa dieta è prescritta a pazienti che hanno malattie del fegato, delle vie biliari e del tratto gastrointestinale. I principi di base di questa dieta sono:

  • è necessario escludere il pane ricco, limitato a "grigio" o "nero", così come i cracker;
  • le zuppe vegetariane dovrebbero essere mangiate quando possibile, escludendo carne, brodo di pesce e brodi di pollo;
  • carne, pesce e pollame è preferibile usare varietà a basso contenuto di grassi, concentrandosi su piatti bolliti e al forno di queste varietà di cibi proteici;
  • il formaggio può essere consumato a basso contenuto di grassi e non piccante;
  • la ricotta e i latticini sono preferibilmente sgrassati;
  • come grassi, puoi usare girasole non raffinato o altro olio vegetale, oltre a un po 'di burro;
  • Non puoi usare più di un tuorlo al giorno;
  • i cereali sono utili, specialmente quando si tratta di farina d'avena e grano saraceno;
  • i crauti non dovrebbero essere acidi, se usati nei cibi;
  • frutta e verdura preferibilmente consumate fresche ogni giorno;
  • frutta e verdura possono anche essere consumati in forma cotta o bollita o sotto forma di composte e bevande alla frutta;
  • il caffè nero e il tè nero forte devono essere esclusi;
  • Il cacao è un prodotto che è meglio non includere nella dieta;
  • salse piccanti e speziate e condimenti sono controindicati durante il trattamento dell'epatite alcolica;
  • Da dolci dolci, è preferibile mangiare marshmallow, marshmallow, marmellata, così come tutti i dolci non di cioccolato.

È necessario escludere tutti gli alimenti che hanno un effetto irritante sul fegato: cioccolato, caffè, spezie, grassi e salati. Inoltre, i prodotti sono preferibilmente al forno, bolliti o al vapore.

Cirrosi alcolica

Circa uno su dieci alcolisti soffre di cirrosi. La cirrosi alcolica, di regola, si sviluppa lentamente, ma la prognosi è notevolmente migliore rispetto ad altre forme della malattia. M.Baillie fu il primo a sottolineare la sua relazione negativa con l'alcol alla fine del XVIII secolo. Più tardi apparve una formulazione che indicava che l'epatite alcolica del fegato può contribuire allo sviluppo della malattia.

Nel corso del tempo, i primi segni che indicano la malattia sono diventati evidenti:

  • perdita di peso irragionevole;
  • addome allargato con un peso corporeo relativamente piccolo;
  • amarezza in bocca e un cambiamento nelle feci con tracce visibili di grasso non digerito;
  • gonfiore e "morte" delle aree cutanee;
  • beri-beri;
  • fragilità delle ossa, gengive sanguinanti e lenta guarigione delle ferite.

I segni della cirrosi alcolica hanno una forma diversa. La cirrosi spesso compensata rimane asintomatica con poca severità:

Con il periodo di decompensazione, compaiono nuovi sintomi:

  • gonfiore;
  • ittero;
  • ascite;
  • disordine della coscienza;
  • aumento del sanguinamento

Tutti i pazienti sono diagnosticati con epatomegalia, ogni quattro - splenomegalia. I segni epatici caratteristici sono annotati con frequenza variabile. Tra questi ci sono la ginecomastia, la contrattura di Dupuytren e anche i cosiddetti stigmi dell'alcool:

  • dilatazione dei vasi nasali e della sclera degli occhi;
  • ridimensionamento delle ghiandole parotidi.

Gli alcolisti mostrano l'abbondanza di "stelle" vascolari della pelle della parte superiore del torso, palmi arrossati e distensione addominale. La cirrosi è accompagnata da disturbi mentali, delirio e disturbi del sonno.

Gli esperti costruiscono una previsione basata sui dati sulla durata della malattia e sulla puntualità del paziente nel conformarsi alle istruzioni del medico. Un prerequisito è un rifiuto completo delle bevande alcoliche.

Se un paziente soffre di cirrosi epatica per più di 5 anni, solo ogni secondo ha una possibilità di recupero. Il resto sta scomparendo: una dura condanna per una cattiva abitudine.

Segni e metodi di trattamento per l'epatite alcolica

L'epatite alcolica è una malattia derivante dall'esposizione a grandi dosi di etanolo sulle cellule del fegato. Viene diagnosticato quando vi sono infiammazioni e alterazioni degenerative nei tessuti dell'organo. È questa malattia - una delle cause più frequenti di morte. Pertanto, è importante prestare attenzione in tempo ai suoi sintomi e iniziare immediatamente a prendere misure terapeutiche.

Le cause e il meccanismo dello sviluppo della patologia

Il motivo principale per la comparsa dell'epatite di questo tipo è l'uso frequente di alcol. Quando entra nel corpo, solo una piccola parte di esso (20%) viene neutralizzato nel tratto digestivo ed escreto dai polmoni. La quantità restante di alcol ricicla il fegato. In questo organo, l'alcol viene convertito in acetaldeide (tossina) e quindi in acido acetico.

Fai attenzione! Quando l'alcol viene abusato, l'acetaldeide si accumula nelle cellule del fegato.

Di conseguenza, si verifica quanto segue:

  • interrotto la formazione di acidi grassi;
  • aumenta la produzione di fattori di necrosi tumorale (compare infiammazione);
  • la quantità di trigliceridi aumenta.

La conseguenza di tutti questi cambiamenti è la sostituzione delle cellule sane del corpo con il tessuto connettivo: si sviluppa la fibrosi epatica. Se il trattamento non viene effettuato, la cirrosi appare nel tempo.

La probabilità di epatite alcolica aumenta tali fattori:

  • Ricezione di grandi quantità di bevande contenenti etanolo alla volta;
  • frequenza e durata del consumo di alcol (la malattia si sviluppa quando viene assunta giornalmente per 5-7 anni);
  • trasferito epatite virale;
  • predisposizione genetica;
  • alimentazione inadeguata o inadeguata (porta ad una carenza di nutrienti);
  • l'obesità;
  • uso a lungo termine di farmaci che hanno un effetto tossico sul fegato;
  • la presenza di malattie autoimmuni;
  • genere di una persona che usa l'alcol: le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia.

L'epatite alcolica è suddivisa condizionalmente in tipi. Criteri in base ai quali è classificato:

    Epatite C
  • Caratteristiche della manifestazione. La malattia è:
    • affilato;
    • cronica.
  • La gravità della patologia. C'è un tale grado:
    • facile;
    • media;
    • pesante.
  • La natura dei cambiamenti nel fegato. Tipi di epatite:
    • persistente;
    • progressiva.

    Quadro clinico

    Il quadro clinico della malattia dipende dalla sua forma: ognuno di essi ha le sue caratteristiche del corso e dei sintomi.

    Manifestazione acuta

    L'insorgere della malattia di questa forma è più incline agli uomini che usano l'alcol per 3-5 anni. Ma ci sono anche casi in cui appare improvvisamente, dopo diversi giorni di assunzione di alcol. La gravità e la velocità dei sintomi dipendono dalla variante dello sviluppo della malattia (Tabella 1).

    Tabella 1 - Forme e manifestazioni di epatite alcolica.

    I sintomi di epatite alcolica acuta compaiono in 3-5 settimane. Con questa patologia (contrariamente al danno virale del fegato) non c'è aumento della milza. Ci sono disturbi nel sistema digestivo, ma sono minori.

    I sintomi della forma cronica

    Sospettare epatite alcolica cronica non è facile: la sua manifestazione clinica è lieve. I suoi sintomi principali sono:

    • sensazione di disagio, dolore nell'ombelico e nell'ipocondrio destro;
    • bassa temperatura corporea;
    • disturbo del sonno: di notte il paziente soffre di insonnia e durante il giorno prova sonnolenza;
    • scarso appetito;
    • nausea, vomito (compaiono periodicamente);
    • capacità di riduzione;
    • arrossamento della pelle sui piedi, palme;
    • diminuzione del peso corporeo, dimensione dei testicoli;
    • atrofia muscolare (manifestata sotto forma di braccia e gambe snellenti);
    • flessione involontaria delle dita;
    • brontolio negli intestini;
    • diminuzione della libido.

    La forma attiva dell'epatite alcolica cronica ricorda la manifestazione clinica dell'epatite B nel periodo acuto del suo decorso. Per distinguere le malattie l'una dall'altra è possibile solo esaminando il tessuto epatico prelevato durante una biopsia.

    Tipi persistenti e progressivi

    La forma persistente della malattia viene diagnosticata quando c'è un leggero danno alle cellule del fegato. È caratterizzato da un decorso latente, quando i sintomi compaiono periodicamente. Pertanto, il paziente potrebbe non sospettare nemmeno la presenza di epatite. Le sue caratteristiche principali:

    • pesantezza nella zona in cui si trova il fegato;
    • violazione del tratto digestivo (manifestata sotto forma di frequenti eruttazioni);
    • sensazione di disagio allo stomaco;
    • nausea (leggera).

    Identificare questa forma di epatite alcolica utilizzando metodi diagnostici di laboratorio. Puoi curarlo. Con il rilevamento tempestivo della patologia e il rispetto delle raccomandazioni del medico sei mesi dopo l'inizio della terapia, lo stato di salute migliora. Ma per combattere le conseguenze della malattia servono altri 5-10 anni.

    Fai attenzione! L'epatite alcolica progressiva porta alla cirrosi epatica. Si verifica se il trattamento della forma persistente della malattia non è stato effettuato. La patologia si sviluppa nel 20% dei casi.

    È caratterizzato da piccoli focolai di lesioni necrotiche del fegato. Ma sono spesso rinati in cirrosi.

    È possibile sospettare la presenza di epatite di questo tipo dai seguenti sintomi:

    • vomito;
    • sedia allentata;
    • alta temperatura corporea;
    • dolore nell'ipocondrio destro di alta intensità;
    • pelle gialla, occhi bianchi;
    • letargia.

    La gravità dei sintomi dipende dalla gravità della malattia. Se non prendere misure mediche, il risultato letale è possibile.

    La sua lunga durata minaccia lo sviluppo di tali complicazioni:

    • encefalopatia epatica;
    • peritonite;
    • cirrosi, cancro al fegato;
    • ascite;
    • insufficienza renale;
    • violazione del ciclo mestruale;
    • infertilità.

    Metodi diagnostici e tattiche di trattamento

    La tempestiva diagnosi della malattia e il trattamento tempestivo possono ridurre la probabilità di tutte queste complicazioni. Per confermare la presenza di epatite alcolica e decidere la tattica del trattamento si consiglia di sottoporsi a un esame completo.

    sondaggio

    In primo luogo, lo specialista esamina e raccoglie la storia del paziente, valuta le condizioni del suo fegato (mediante la palpazione nell'ipocondrio destro) e la pelle.

    Dopo questo sono nominati:

    • Studi di laboratorio Questi includono:
      • emocromo generale e avanzato;
      • profilo lipidico;
      • test per la presenza di marker di epatite virale e fibrosi;
      • analisi delle urine;
      • coagulazione;
      • coprogram.
    • Esame usando i seguenti metodi diagnostici strumentali:
      • ecografia degli organi interni;
      • imaging a risonanza magnetica;
      • biopsia epatica;
      • fibroesofagogastroduodenoscopia per valutare la condizione delle vene dell'esofago e dello stomaco.

    Nell'epatite alcolica, la terapia deve essere completa e includere un rifiuto totale di qualsiasi forma di alcol, nonché la correzione della dieta e l'uso di strumenti che supportano il lavoro del fegato. In caso di un corso complicato della malattia, si raccomanda l'intervento chirurgico.

    Terapia farmacologica

    Al fine di curare l'epatite alcolica, vengono prescritti gli hepaprotectors. I farmaci più comunemente usati contenenti:

    • cardo mariano (Legalon, Leposil). Questa pianta migliora la funzionalità del fegato;
    • ademetionina (Heptral). Stimola il flusso della bile, previene l'accumulo di tossine e la distruzione delle cellule dell'organo;
    • acido ursodesossicolico (Ursosan);
    • bear bile (ripristina il tessuto epatico);
    • fosfolipidi essenziali - accelerano la crescita e la formazione di nuove cellule (Essentiale).

    Se necessario, designare ulteriormente:

    • antibiotici (Kanamicina, Norfloxacina);
    • glucocorticosteroidi (Prednisolone, metipred);
    • agenti che abbassano l'acido gastrico (omeprazolo, pantoprazolo);
    • preparati contenenti lattulosio (Dufalak, Normase).

    Il trattamento dell'epatite alcolica acuta viene effettuato in ospedale, sotto la stretta supervisione di un medico. Un componente importante della complessa terapia della malattia è anche il rifiuto dell'uso di alcol. Lo psicologo e il narcologo aiutano a far fronte al problema del paziente.

    Terapia dietetica

    Quando l'epatite alcolica viene spesso osservata esaurimento del corpo a causa di malnutrizione. L'aderenza a una dieta personalizzata aiuta a ridurre il carico sul fegato e ad accelerare il processo di guarigione.

    Si raccomanda di rifiutare:

    • bevande alcoliche, tè e caffè forti;
    • lardo e carne grassa;
    • alimenti in scatola;
    • uova;
    • prodotti a base di burro, pane bianco;
    • carne affumicata;
    • funghi;
    • condimenti piccanti, salse;
    • frutta secca e gelato;
    • cipolla, aglio e ravanello.

    È inoltre necessario limitare l'uso di burro, ricotta e panna acida, formaggio grasso e acqua gassata. Nella dieta deve essere presente:

    • cereali: grano saraceno, riso, farina d'avena;
    • piatti di carne di vitello, pollo;
    • fichi;
    • frutta secca;
    • pesce magro;
    • frutta e verdura fresca;
    • tè verde;
    • ricotta a basso contenuto di grassi.

    Con l'epatite alcolica, devi mangiare cibo in piccole porzioni. La frequenza di mangiare cibo - almeno 5 volte al giorno. Non dovresti mischiare i carboidrati con le proteine. I frutti devono essere mangiati separatamente.

    Intervento chirurgico

    Si raccomanda il trattamento chirurgico della malattia in presenza di tali indicazioni:

    • insufficienza epatica;
    • danno alle vene dell'esofago (vene varicose);
    • accumulo di liquido nella cavità addominale.

    In questi casi, ricorrere al ritaglio, alla paracentesi o al trapianto di fegato. L'ultimo tipo di operazione richiede un esborso di cassa enorme. Ma il principale ostacolo che sia i pazienti che gli specialisti possono affrontare è la mancanza di un donatore adatto. Possono solo essere una persona completamente sana. È meglio che questo sia un parente del paziente.

    previsioni

    Il recupero da un trapianto di fegato dura a lungo. Durante l'intero periodo di riabilitazione, il paziente deve assumere farmaci che prevengono il rigetto d'organo (immunosoppressori).

    Fai attenzione! L'efficacia del trattamento dipende in gran parte dal fatto che siano state seguite le istruzioni del medico. Per i pazienti con gravità lieve e moderata di epatite alcolica, se eliminano completamente l'assunzione di alcol, la prognosi è buona: la funzionalità epatica può essere ripristinata.

    Se l'azione del fattore che provoca lo sviluppo dell'epatite continua, porta allo sviluppo della cirrosi. Questa condizione epatica è irreversibile: è l'ultima fase del danno alcolico al corpo. La prognosi in questo caso è sfavorevole: la probabilità di formazione del carcinoma epatocellulare è elevata.

    La cosa principale da fare per prevenire l'insorgenza di epatite alcolica è rifiutarsi di assumere regolarmente grandi quantità di bevande contenenti etanolo. La dose giornaliera ottimale di etanolo per donne e uomini è rispettivamente di 20 e 40 g (1 ml di alcol contiene 0,79 g di alcol).

    Se il consumo di bevande alcoliche porterà allo sviluppo dell'epatite o meno dipende da molti fattori: la dose di alcol, la frequenza del suo consumo, la dieta, la suscettibilità e la presenza di malattie concomitanti.

    Quando il deterioramento della salute, la manifestazione di segni di epatite è necessaria per consultare immediatamente un medico.

    Medinfo.club

    Portale sul fegato

    Segni, forme, diagnosi e trattamento dell'epatite alcolica

    L'epatite alcolica è una delle principali conseguenze dell'abuso di alcol. Questa malattia si sviluppa in oltre il 35% delle persone che soffrono di alcolismo cronico. Nella pratica clinica, è consuetudine distinguere due fasi di questa malattia: acuta e cronica.

    L'epatite alcolica acuta è un processo acuto degenerativo-infiammatorio, che è caratterizzato da un danno al tessuto epatico dovuto all'insorgenza di intossicazione alcolica. La cronologia del processo avviene quando si nomina un trattamento inadeguato, la riluttanza del paziente ad abbandonare l'abuso di alcol, ecc. In questo caso, le ricadute delle fasi acute si verificano sistematicamente.

    Cause di epatite alcolica

    Non è un segreto che l'alcol abbia un effetto dannoso sul corpo e sul fegato in particolare. I principali meccanismi patologici dell'epatite alcolica si basano su:

    • morte di epatociti (cellule del fegato). Sotto l'influenza di etanolo, la morte delle cellule epatiche si verifica più rapidamente, il loro recupero in circa una settimana, quindi, come risultato, vengono sostituiti con tessuto fibroso;
    • insufficiente troficità dei tessuti, carenza di ossigeno degli epatociti, loro ulteriore "rugosità" e apoptosi;
    • violazione della funzione di sintesi proteica a causa della quale vi è un aumento dell'accumulo di fluido nelle cellule e conseguente gonfiore del tessuto epatico.

    L'eccessivo consumo di bevande alcoliche è la principale e unica ragione per lo sviluppo di questo tipo di epatite.

    Il quadro clinico della malattia

    Per un lungo periodo, la malattia può manifestarsi senza sintomi gravi e solo dopo un certo periodo di tempo compaiono le prime manifestazioni del processo patologico nel tessuto epatico:

    • sindrome astenovegetativa, manifestata sotto forma di debolezza, stanchezza eccessiva e senza causa, diminuzione dell'appetito e del peso corporeo;
    • La sindrome del dolore è la principale causa di disagio nell'epatite alcolica. Di regola, c'è una sensazione di pesantezza e dolore nell'ipocondrio destro;
    • La sindrome dispeptica è caratterizzata dalla comparsa di nausea, vomito, presenza di sapore amaro o eruttazione dopo aver bevuto alcolici o cibi fritti;
    • L'ittero è la principale manifestazione di danno al tessuto epatico. Spesso il giallo inizia con la sclera, poi si diffonde alla mucosa della fascia orale e solo dopo quella alla pelle. A volte il prurito può unirsi a questo sintomo.

    Con lo sviluppo di epatite alcolica, si verifica un moderato ingrandimento del fegato e può essere leggermente palpato oltre l'arco costale.

    classificazione

    Oltre alle fasi acute e croniche del decorso dell'epatite, descritte sopra, esistono due diverse forme:

    1. La forma persistente è caratterizzata da un corso più favorevole. È stabile e la sua caratteristica principale è la possibilità di un completo recupero dalla cessazione dell'uso di bevande alcoliche. Se il paziente non veto l'etanolo e i suoi derivati, avviene la transizione della forma persistente a quella progressiva.
    2. La forma progressiva è caratterizzata dalla presenza di piccole lesioni focali necrotiche nel tessuto epatico. Il risultato di questo processo patologico è la cirrosi. In caso di trattamento tardivo, il parenchima epatico si estingue e la sua ulteriore sostituzione avviene tramite tessuto connettivo. Con questa malattia una persona dovrà combattere il resto della sua vita.

    Complicazioni di epatite alcolica

    Le conseguenze della progressione dell'epatite alcolica sono spesso gravi e irreversibili. I più comuni sono:

    • disturbi circolatori nel sistema nel sistema delle vene portale, la principale manifestazione di questa patologia è un eccessivo aumento della pressione sanguigna;
    • la comparsa di vene varicose della parete vascolare dello stomaco e dell'esofago;
    • L'ittero si verifica quando la bilirubina (gall enzima) entra nel flusso sanguigno;
    • La cirrosi epatica è una progressiva sostituzione del parenchima epatico con tessuto connettivo. Allo stesso tempo, aumenta di dimensioni, ma perde le sue funzioni fisiologiche. Nel corso del tempo, tutte le vaste aree di epatociti iniziano gradualmente a morire e il corpo non affronta i compiti assegnati;
    • Insufficienza renale a causa del costante sviluppo della sindrome da intossicazione e dell'effetto tossico dei metaboliti di etanolo sul corpo;
    • Encefalopatia epatica.

    Trattamento di epatite alcolica

    L'intera gamma di tutte le misure volte a trattare questa malattia consiste in:

    • Cambiamenti nella dieta nella direzione di aumentare il contenuto calorico e proteico nel cibo;
    • Conduzione di trattamenti conservativi e chirurgici;
    • Eliminazione di fattori che influenzano lo sviluppo di epatite alcolica.

    Il trattamento di tutte le manifestazioni e le forme della malattia, ovviamente, prevede un rifiuto completo dell'alcool. Vale la pena notare che circa un terzo paziente durante il trattamento rifiuta l'uso di superalcolici. Una quantità approssimativa uguale tende a ridurre la dose di alcol, ma non ad abbandonarla completamente, e la percentuale rimanente di pazienti non segue assolutamente le istruzioni del medico a spese delle corrette tattiche di trattamento.

    Il fatto è che la dipendenza dall'alcool non è solo un problema fisico, ma anche psicologico, quindi, per eliminarlo, non è sufficiente fare in modo che una persona non beva, è necessario assicurarsi che lui stesso brama. In tali situazioni, è impossibile fare a meno dell'aiuto di un narcologo.

    Trattamento farmacologico

    Ad oggi, l'elenco dei farmaci che possono essere utilizzati per il trattamento combinato dell'epatite alcolica comprende più di 1000 diversi nomi commerciali. Da questo elenco enorme, un gruppo è il più efficace e selettivo per ripristinare la normale funzionalità epatica. Questi farmaci sono epatoprotettori. La loro azione farmacologica è finalizzata alla normalizzazione dei processi fisiologici nel fegato, ripristinando l'omeostasi e aumentando la resistenza degli epatociti all'intossicazione. Con l'uso sistematico di farmaci in questo gruppo vi è una maggiore stimolazione dei processi di riparazione nel tessuto epatico.

    Gli epatoprotettori sono divisi in cinque gruppi:

    1. Preparati il ​​cui ingrediente attivo è flavonoidi di cardo mariano naturale o sintetico;
    2. Medicinali con ademetionina;
    3. Acido ursodeoxychilic;
    4. Preparati di tessuti animali;
    5. Mezzi arricchiti con fosfolipidi essenziali.

    L'azione degli epatoprotettori mirava a:

    • Creare condizioni nel corpo che aiuteranno a ripristinare il tessuto epatico;
    • Miglioramento del funzionamento del fegato, elaborazione avanzata di etanolo e dei suoi metaboliti.

    Diagnosi di epatite alcolica

    Ci sono molte malattie del tessuto epatico e un numero ancora maggiore di fattori eziologici che influenzano il loro verificarsi. Questi includono tossine, droghe, flora patogena, ecc. Questo è il motivo per cui la diagnosi di epatite alcolica può essere difficile. Per confermare la presunta diagnosi, il medico deve essere armato con i seguenti metodi diagnostici:

    • Raccolta di dati anamnestici;
    • Esami del sangue generali e biochimici;
    • Biopsia epatica. Quando si esegue questa procedura utilizzando uno speciale ago sottile, un piccolo campione di tessuto viene scisso dal fegato per ulteriori ricerche.

    I metodi sopra descritti aiuteranno a diagnosticare la malattia e parallelamente a condurre una diagnosi differenziale con altre patologie.

    Prevenzione dell'epatite da epatite alcolica

    Tutte le misure per prevenire lo sviluppo di questa malattia sono finalizzate a:

    • Rifiuto totale dell'alcool;
    • L'appuntamento di una dieta equilibrata ed equilibrata. La base della terapia dietetica nell'epatite alcolica è l'esclusione dalla dieta di cibi caldi, affumicati, fritti e in scatola. Il cibo dovrebbe essere frazionario, contenere una quantità sufficiente di proteine, vitamine e fibre.

    La cosa principale è ricordare che l'epatite alcolica è una malattia progressiva. Pertanto, per prevenire il verificarsi delle sue complicazioni, c'è solo un momento adatto - ora.

    L'autore

    Vladimir Cherkesov

    Gastroenterologo Candidato di Scienze Mediche

    Quanto vive con l'epatite alcolica?

    La domanda "epatite alcolica, quante persone convivono con essa" è una delle più comuni tra le persone che hanno avuto questo problema. A questa patologia porta un consumo eccessivo di bevande alcoliche che hanno un impatto negativo sul corpo. La malattia si forma ad un ritmo piuttosto lento, a causa della quale viene spesso diagnosticata molto tardi. Per rispondere alla domanda su cosa sia l'epatite alcolica e quanto ci convenga, è necessario comprendere bene questo fenomeno.

    Cos'è l'epatite alcolica

    L'epatite tossica da alcol (ATH) è un complesso di processi infiammatori e distruttivi che si sviluppano nel fegato. Sono causati dall'assunzione frequente di grandi quantità di etanolo.

    Ci sono un certo numero di malattie epatiche alcoliche (ABP), tra le quali ATG occupa una posizione di leadership. La probabilità della formazione di ABP dipende dalla quantità, frequenza e durata dell'alcol consumato. Il tipo di alcol non importa: brandy, vodka, whisky, birra, vino - tutto questo può portare all'emergere e al progresso del BPA. Questa patologia viene inserita come unità nosologica indipendente nell'elenco delle malattie approvate dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

    L'ATG non si forma immediatamente: con l'assunzione frequente di grandi dosi di alcool etilico, il paziente sviluppa prima la distrofia epatica e quindi la steatoepatite. Nell'ultima fase, la malattia porta alla cirrosi. Chiunque abusa di alcol può ammalarsi di ATG.

    Posso avere l'epatite alcolica?

    I pazienti sono spesso interessati a sapere se la malattia è contagiosa e trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Gli esperti dicono di no. Altrettanto importante è la questione se questa patologia possa essere curata. Con diagnosi tempestiva e terapia corretta è possibile.

    motivi

    Il motivo principale e il fattore principale per la formazione di ATG è l'uso costante di liquidi contenenti alcool etilico. Ce ne sono molti. Quello che una persona usa non è importante. Qualsiasi bevanda alcolica contiene etanolo, che provoca il processo di distruzione degli epatociti.

    Il grado della bevanda è importante. Se è un vino rosso di alta qualità, adeguatamente preparato secondo gli standard internazionali, quindi, a parte l'alcol etilico, non contiene componenti dannosi, e in alcuni casi può anche avere un effetto benefico in piccole quantità (poiché può contenere sostanze benefiche). Se una persona è dipendente dall'uso di falsi di basso grado, di scarsa qualità, prodotti in un modo sconosciuto e dove, la probabilità di formazione di epatite cronica aumenta notevolmente.

    Gli esperti dividono ABP in due tipi principali:

    • progressivo - l'organo ha molte piccole lesioni, a causa delle quali, nell'ultima fase, la malattia sfocia in cirrosi;
    • persistente - la patologia è stabile e liscia, con la cessazione dell'uso di prodotti contenenti etanolo con terapia adeguata, è possibile una cura completa.

    sintomi

    Un lungo periodo di patologia può progredire senza sintomi e solo dopo un certo periodo di tempo compaiono sintomi che segnalano il malfunzionamento dell'organo:

    • grave debolezza;
    • alto affaticamento;
    • diminuzione dell'appetito;
    • drammatica perdita di peso;
    • dolore percettibile nella parte destra del corpo;
    • sentirsi nauseante;
    • impulso emetico;
    • sensazione di amarezza in bocca;
    • eruttazione frequente;
    • ittero ostruttivo;
    • prurito della pelle;
    • aumento del volume epatico.

    La dipendenza dell'aspettativa di vita sullo stadio della malattia

    La patogenesi dell'epatite alcolica ha i seguenti passaggi:

    • fase facile, manifestata nell'aumento del volume del fegato, che un medico competente può stabilire durante l'esame iniziale;
    • il livello intermedio, quando il paziente avverte disagio e dolore nella parte destra del corpo, e quando sente il fegato, appaiono sensazioni dolorose;
    • stadio grave che si verifica al momento della formazione della cirrosi.

    Spesso i pazienti sono interessati alla domanda "quanto vivranno con l'ATG in esame". In ogni caso, la previsione di aspettativa di vita sarà individuale. Patologia si verifica quando una persona è già dipendente da alcol. Tale dipendenza è molto difficile da curare. La fase facile e intermedia può essere facilmente curata con l'aiuto di un corso competente di terapia farmacologica e una dieta speciale. Ma se una persona ritorna all'uso di liquidi contenenti alcol, la malattia si svilupperà di nuovo, ma questa volta progredirà molto più velocemente e porterà a gravi complicazioni. All'inizio dell'ultima fase, la previsione diventa la più sfavorevole. Un paziente con cirrosi epatica può non durare nemmeno un anno.

    complicazioni

    Gli effetti più comuni di ABP includono:

    1. Ittero.
    2. Ipertensione portale (forte aumento della pressione).
    3. Vene varicose
    4. Encefalopatia portosistemica.
    5. Ascite.
    6. Lividi e sanguinamento.
    7. La cirrosi.

    diagnostica

    La diagnostica ha una serie di difficoltà. La forma lieve della malattia potrebbe non mostrare alcun segno particolare e può essere diagnosticata solo quando vengono rilevati cambiamenti nei parametri di laboratorio.

    I sintomi di laboratorio di tipo acuto sono la conta dei leucociti aumentata o ridotta, l'anemia da carenza di B12 e la velocità di sedimentazione accelerata degli eritrociti. Possono essere identificati con l'aiuto di analisi speciali. Ultrasuoni rileva un aumento del suo volume, eterogeneità della struttura, contorni lisci. L'imaging a risonanza magnetica rivela sanguinamento.

    Negli ultrasuoni di tipo cronico si osserva un leggero aumento del corpo, aumentando la velocità di trasmissione dei suoni, l'omogeneità della struttura. I parametri del laboratorio sono leggermente cambiati. La biopsia rileva i sintomi specifici dell'infiammazione, la proliferazione del tessuto connettivo dell'organo, la necrosi. L'entità del danno è influenzata dallo stadio della malattia e dalla sua durata.

    Il riconoscimento nel corso dello studio dei sintomi del danno d'organo dovrebbe essere combinato con gli indicatori anamnestici.

    trattamento

    Molti pazienti chiedono se questa forma di epatite può essere completamente curata. Qualunque fase della malattia sia stabilita, la terapia dovrebbe essere basata sul completo abbandono del consumo di alcol.

    Questa condizione è la più difficile da eseguire per i pazienti: secondo le statistiche, solo 1/3 di loro smettono di bere al momento del trattamento. 1/3 dei pazienti con diagnosi di ATG diminuisce la quantità di alcol etilico consumata gradualmente, il resto continua a indulgere nella loro dipendenza. È l'ultimo gruppo di pazienti a cui è consigliato visitare sia un epatologo che un narcologo.

    Per ottenere il massimo risultato dal trattamento, l'epatologo applica:

    • dieta speciale;
    • terapia farmacologica;
    • intervento chirurgico

    Terapia farmacologica

    Gli epatoprotettori sono una categoria di agenti che accelerano la rigenerazione degli epatociti danneggiati e la proteggono dall'influenza negativa di fattori esterni. Questi farmaci includono Ursasan, Essentiale N, Essentiale Forte N, Heptrol, Resolute Pro. Il corso della terapia continua per almeno un mese e un numero di pazienti è stato prescritto epatoprotettori per un quarto d'anno. La direzione del trattamento deve essere stabilita dal medico curante.

    L'assunzione di vitamine è prescritta a tutti coloro che soffrono di questa malattia, poiché il corpo ha bisogno di riprendersi dall'esaurimento. Ai pazienti viene prescritto un ciclo di complessi multivitaminici. Inoltre, gli immunomodulatori naturali hanno un grande effetto (rudbeckia purpurea, lemongrass cinese, svobodnyagodnik).

    Rimedi popolari

    Questa è una malattia pericolosa ed è necessario trattarla sotto la stretta supervisione di uno specialista, ma a casa è possibile effettuare un trattamento con rimedi popolari.

    Se il paziente soffre di dolore, le lattine asciutte o le purè di patate tiepide vengono applicate sul lato destro.

    L'effetto coleretico avrà fiori Marigold. Due cucchiaini del componente vengono versati con due tazze di acqua calda e insistono per almeno un'ora, decantando il decotto e prendendo quattro volte in un bicchierino su un mezzo bicchiere.

    Lo shcherbak, mescolato con miele e aceto, è considerato un rimedio popolare nelle seguenti quantità: due cucchiai di Shcherbak vengono versati con acqua calda, un cucchiaino di aceto di frutta viene aggiunto.

    Una soluzione di erbe rosse viene eseguita nel modo seguente: un cucchiaio di erba viene versato con un bicchiere di acqua bollente e infuso per circa un quarto d'ora, l'infuso viene decantato. Bevi un brodo di guarigione 1/4 tazza tre volte al giorno.

    Prevenzione e dieta

    Evitare il rischio può essere aiutato evitando situazioni stressanti, mantenendo un buon stile di vita, mantenendo una dieta sana e sbarazzandosi di cattive abitudini. Una prevenzione efficace è un esercizio moderato.

    Per ripristinare il corpo è necessario rispettare un'alimentazione corretta con un rifiuto completo dell'alcool. La dieta dovrebbe essere basata sui seguenti prodotti:

    1. Banane. Dare una sensazione di sazietà.
    2. Kashi. Ripristinare la normale microflora nel tratto gastrointestinale.
    3. Yogurt. Riempi il corpo con vitamina B.
    4. Mele. Saturare il corpo con fibra essenziale.
    5. Citrus. Rafforzare il sistema immunitario.
Top