Categoria

Messaggi Popolari

1 Ricette
Nutrizione per fegato epatite
2 Cirrosi
Qual è il programma e il programma per le vaccinazioni contro l'epatite B negli adulti?
3 Itterizia
Fegato umano
Principale // Cirrosi

Cirrosi alcolica (ADC) o "cirrosi alcolica" - sintomi, trattamento e prognosi


L'alcolismo è un problema sociale e medico globale. Secondo le statistiche, più spesso gli uomini sono malati. Tuttavia, c'è una tendenza ad aumentare il numero di donne e giovani che abusano di alcol.

L'effetto dell'alcool sul corpo

Con l'abuso di alcol a lungo termine, si sviluppano lesioni di quasi tutti gli organi e sistemi. Allo stesso tempo, il fegato è particolarmente colpito, poiché prende il "colpo" principale su se stesso, perché è lì che si verifica l'ossidazione e l'elaborazione di alcol in componenti sicuri per l'organismo. Quando la funzione di elaborazione del fegato è compromessa, si sviluppa una malattia epatica alcolica, che attraversa tre fasi. Il terminale (ultimo) stadio è la cirrosi epatica alcolica (ADC) o "cirrosi alcolica".

Quando si sviluppa la cirrosi alcolica?

Una misura del consumo di alcol è la quantità di etanolo o alcool etilico consumato in una bevanda. Calcolare il suo contenuto in una bevanda alcolica può essere secondo la formula: vol. % x 0,8 = la quantità di alcol etilico in grammi per 100 ml di bevanda. Dove circa % o% vol. - percentuale in volume (gradi) di alcol (inglese -% vol.), solitamente indicato sulla bottiglia con una bevanda contenente alcool.

Secondo le statistiche, la cirrosi alcolica si sviluppa nel 10-20% delle persone (secondo alcune fonti - in un terzo), che abusano regolarmente di alcol.

L'uso di una dose di etanolo di 80 ml o più al giorno per 10-15 anni da un maschio adulto porta a cambiamenti irreversibili nel fegato e allo sviluppo della cirrosi. E per le donne, questo numero è ancora più basso - da 40 ml al giorno. Queste cifre sono approssimative, poiché molti fattori influenzano il meccanismo dello sviluppo di ADC.

Sintomi di ADC

I segni clinici della cirrosi alcolica possono variare: dall'assenza di sintomi (decorso latente) a manifestazioni pronunciate.
Non ci sono sintomi specifici dell'ADC. Solo l'anamnesi caratteristica e altre manifestazioni di alcolismo cronico indicano una relazione tra danno epatico e alcol.

Manifestazioni esterne di alcolismo cronico

Nella maggior parte dei casi, le persone che abusano di alcool nascondono la loro dipendenza. Tuttavia, ci sono diversi segni che permettono di sospettare una dolorosa dipendenza dall'alcool.

Produce un viso alcolico, questo è particolarmente pronunciato nelle donne. La pelle del viso appare flaccida e cascante di borse bluastre sotto gli occhi. Rossore facciale caratteristico (rosacea) è un classico segno di un alcolizzato.

Ci sono lividi, vasi dilatati. Gonfiore sul viso e sul tronco indica una disfunzione renale.
Le ghiandole salivari parotidee sono ingrandite (un sintomo di criceto).
Come conseguenza di una violazione dell'innervazione delle mani, si sviluppa uno spasmo tendineo. I pennelli acquisiscono un aspetto distintivo con le dita contorte (contrattura di Dupuytren).
C'è un tremore delle mani - tremore, andatura instabile e altri problemi di coordinazione dei movimenti.

Segni iniziali dell'ADC

I primi sintomi della cirrosi alcolica sono di solito manifestazioni dispeptiche:

  • Eruttazione dell'aria;
  • Diminuzione dell'appetito, fino all'anoressia;
  • Nausea, specialmente al mattino;
  • flatulenza;
  • Disturbi delle feci - diarrea;
  • Il peso nel giusto ipocondrio.

La gravità di questi sintomi è dovuta alla presenza di lesioni alcoliche allo stomaco (gastrite) e al pancreas (pancreatite), che sono costanti compagni di alcolisti.
A volte insieme a questi sintomi, c'è un aumento della temperatura corporea.

Anche i segni spesso rivelati di sindrome asteno-vegetativa: stanchezza, debolezza, affaticamento, diminuzione delle prestazioni, mal di testa, ecc.

A questo stadio della malattia ha rivelato un fegato allargato, denso, e qualche volta - la milza. Inoltre, ci sono cambiamenti caratteristici nei parametri biochimici del sangue.
Con la progressione della malattia compaiono segni di scompenso epatico e si sviluppano complicazioni dell'ADC.

Segni di decompensazione dell'ADC

Con l'insorgenza di scompenso - anormale funzione epatica, si intensificano le manifestazioni di sindromi dispeptiche e astenovegetative.
L'ittero è uno dei principali sintomi della cirrosi epatica. Il suo aspetto è associato a una violazione della partecipazione degli epatociti (cellule epatiche) nel metabolismo della bilirubina. Manifestata da una colorazione itterica della pelle e delle mucose, prurito della pelle. L'ittero è più pronunciato sul corpo e la sclera, gli arti sono macchiati più deboli. A causa di una violazione del metabolismo della bilirubina, l'urina si scurisce e le feci, al contrario, diventano leggere.

Il meccanismo di sviluppo dell'ittero può essere diverso con l'ADC. Molto spesso l'ittero ha un tipo parenchimale, che è associato ad un effetto dannoso diretto dell'alcool sugli epatociti. Tuttavia, quando si unisce, per esempio, la pancreatite, l'ittero può anche avere un tipo meccanico (colestatico). Queste differenze nel meccanismo di formazione sono particolarmente evidenti nel determinare la frazione di bilirubina nel sangue e in altri studi biochimici.
Tuttavia, con lo sviluppo di insufficienza epatica profonda, i sintomi di ittero di solito scompaiono.

Compaiono manifestazioni cutanee di cirrosi:

  • Teleangiectasia ("stelle" vascolari), che sono localizzate sulla fronte, sulla nuca, sulle spalle, sulla pelle del petto.
  • I palmi delle mani e le piante dei piedi acquisiscono un caratteristico colore rosso - palmare o eritema plantare.
  • La lingua e le labbra talvolta assumono un colore rosso o cremisi brillante, hanno un aspetto "laccato".
  • Emorragie multiple (lividi, "lividi") di varie forme e dimensioni appaiono senza apparente motivo.
  • Leuconichia: la comparsa di macchie bianche sulle unghie, che possono essere di dimensioni diverse. A volte c'è una leuconichia totale - la colorazione completa dell'unghia è bianca, si verifica più spesso nell'ADC e indica la gravità del processo. Ci sono altre lesioni delle unghie.
  • I capelli cadono Caratterizzato dall'assenza o dal forte assottigliamento dei capelli sotto le ascelle e il pube e negli uomini - nell'area dei baffi e della barba.
  • "La testa della medusa" - una specifica espansione delle vene sulla parete addominale anteriore con la comparsa di ascite.

A causa di una violazione della funzione emostatica del fegato, è caratteristica la tendenza al sanguinamento e la formazione di lividi.

I disturbi si verificano nel sistema endocrino. Questo è più pronunciato nella sfera sessuale. Negli uomini, aumentando il contenuto di estrogeni (ormone sessuale femminile), la funzione erettile è compromessa fino a scomparire (impotenza). Fenomeni della femminilizzazione (un uomo acquisisce alcuni segni esterni di una donna): caratteristico deposito di grasso sulle cosce e sull'addome in combinazione con le estremità sottili, un aumento delle ghiandole mammarie, scarsa crescita dei peli sotto le ascelle e nella regione pubica. Nelle donne, il ciclo mestruale è disturbato. Sia le donne che gli uomini sviluppano l'infertilità.

La maggior parte dei pazienti sviluppa disturbi del metabolismo dei carboidrati, che alla fine porta alla comparsa del diabete.

Le violazioni del sistema nervoso sono piuttosto diverse e manifestano i sintomi della sindrome vegetativa asteno. Il sonno notturno è aggravato da periodi di sonnolenza durante il giorno, si verificano disturbi della memoria. C'è sudorazione, tremore (tremito) delle mani, disturbi nella sensibilità della pelle (parestesia).

Spesso c'è un aumento della frequenza cardiaca (tachicardia) e un aumento della pressione sanguigna a causa dell'alcol. Va notato che in altri tipi di cirrosi, la pressione sanguigna di solito diminuisce.
Ci sono sintomi di complicanze dell'ADC.

Complicazioni ADC

La cirrosi alcolica del fegato è più pericolosa per le sue complicanze.

Il più frequente di questi è lo sviluppo di ipertensione portale - un aumento della pressione sanguigna nel portale, o portale, sistema venoso. I principali segni di ipertensione portale sono:

  • Milza ingrandita - splenomegalia.
  • Vene varicose dell'esofago e del retto, da cui spesso si sviluppano emorragie potenzialmente letali.
  • L'aspetto del liquido nella cavità addominale - ascite. La gravità dell'ascite è diversa.
  • L'aspetto del sintomo della medusa di testa sulla pelle della parete anteriore dell'addome.
  • Gonfiore.

La complicazione più formidabile e prognosticamente sfavorevole dell'ADC è l'insufficienza epatocellulare (encefalopatia epatica). Lo sviluppo del suo ultimo stadio - il coma, di solito porta alla morte.

Va notato che con ADC, le manifestazioni di ipertensione portale sono più pronunciate rispetto ad altri tipi di cirrosi. E la diagnosi precoce di insufficienza epatica è piuttosto difficile a causa dei numerosi disturbi neurologici riscontrati durante l'alcolismo.
Come con altri tipi di cirrosi, ci possono essere disfunzioni di altri organi e sistemi, così come lo sviluppo di un carcinoma epatico primario - carcinoma epatocellulare.

Diagnostica ADC

Nella diagnosi è importante prendere in considerazione i dati di anamnesi, il rapporto della malattia con la quantità e la durata dell'alcol consumato.
Come già notato, la cirrosi alcolica non ha specifiche manifestazioni esterne o di laboratorio.

Stanza di laboratorio

Nel sangue periferico viene diagnosticata una diminuzione del numero di leucociti, eritrociti (anemia) e piastrine. Tuttavia, quando si attacca un'infezione batterica, che non è rara nella cirrosi, i leucociti saranno elevati.

Uno studio biochimico ha mostrato un forte aumento dell'attività delle transaminasi epatiche - alanina aminotransferasi (ALT) e aspartato aminotransferasi (AST) e altri. Tuttavia, nella fase terminale della cirrosi, l'attività di questi enzimi rientra nell'intervallo normale o leggermente aumentato.

I livelli di bilirubina sono elevati. L'intensità del colore itterico di solito determina la quantità di bilirubina nel sangue. L'aumento della concentrazione delle singole frazioni di bilirubina dipende dal tipo di ittero. Nel tipo epatico (parenchimale), la frazione di bilirubina diretta e indiretta è aumentata. E con meccanica (colestatica) - solo diretta.

Il coagulogramma consente di valutare il sistema di coagulazione del sangue. In caso di cirrosi, si osserva un aumento del tempo di protrombina e altri cambiamenti che indicano una diminuzione della coagulazione.

Violazioni identificate del metabolismo delle proteine ​​e dei grassi. La disproteinemia si nota con un aumento predominante della gamma globulina e una diminuzione dell'albumina. Colesterolo aumentato
Il livello di immunoglobuline (Ig) delle classi A e G aumenta.

strumentale

Dai metodi strumentali di esame, l'ecografia (TC), l'imaging a risonanza magnetica e computerizzata (TC, MRI) sono ampiamente utilizzati. Questi metodi consentono di valutare le dimensioni e la struttura del fegato, la presenza di inclusioni patologiche, ecc.
Metodi di esame endoscopico - fibroesofagogastroduodenoscopy (FEGDS) e altri sono effettuati per diagnosticare le complicanze di ADC, in particolare, ipertensione portale.

Contribuire a stabilire la diagnosi corretta, nonché a valutare il grado di danno epatico e l'attività del processo può perforare una biopsia epatica, seguita da uno studio morfologico (istologico) della biopsia.

trattamento

Il trattamento della cirrosi alcolica del fegato dovrebbe iniziare, prima di tutto, con la completa cessazione del consumo di alcol. Questa è la condizione principale per il recupero.

dieta

Assicurati di seguire una dieta speciale, che ha un aumento di calorie e un aumento del contenuto proteico. Viene applicato anche il principio di una nutrizione delicata, che esclude cibi piccanti, fritti, grassi e grossolani.
I pasti sono 5-6 volte al giorno. Assicurati di arricchire la dieta con vitamine e oligoelementi.
Tutti questi criteri corrispondono per lo più alla dieta Pevzner n. 5.

Trattamento conservativo

Il trattamento farmacologico mira a mantenere alterate funzioni epatiche e a correggere i disturbi di tutti i tipi di metabolismo. Anche effettuato la riabilitazione di droga e sociale di alcolismo. Un narcologo è coinvolto nel trattamento.
A tal fine, nominato:

  • Epatoprotettori.
  • Preparati di S-adenosilmetionina.
  • Preparati di acido ursodesossicolico (UDCA).
  • La terapia vitaminica, in particolare con proprietà antiossidanti: A, C, E, così come - B.
  • Terapia di disintossicazione.
  • Glucocorticoidi.
  • Gli steroidi anabolizzanti sono prescritti.
  • Trattamento sintomatico - ad esempio, l'uso di inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina nell'ipertensione arteriosa, ecc.

Il trattamento delle complicanze della cirrosi alcolica - anche i sintomi di ipertensione portale, infezione batterica concomitante ed encefalopatia epatica sono in corso di trattamento.

Trattamento chirurgico

Nella fase terminale dell'ADC, l'unico metodo di trattamento e prolungamento della vita è il trapianto di fegato (trapianto). Tuttavia, la selezione di tali pazienti presenta alcune difficoltà, la principale delle quali è la frequente ricorrenza di alcolismo dopo il trattamento.

Pertanto, sono stati selezionati diversi criteri specifici per la selezione dei pazienti con cirrosi alcolica del fegato per il suo trapianto:

  • Completa astinenza dall'alcol per almeno 6 mesi.
  • Gruppo C di Child - Pugh.
  • Stabile situazione socio-economica.
  • Avere un lavoro a cui il paziente tornerà dopo l'operazione.
  • L'assenza di danni alcolici ad altri organi.

Se necessario, viene eseguito il trattamento chirurgico delle complicanze dell'ADC. Ad esempio, la rimozione della milza (splenectomia) con il suo aumento pronunciato. Oltre al trattamento chirurgico dei sintomi dell'ipertensione portale - vari tipi di interventi chirurgici di bypass (formazione di un percorso di bypass del flusso sanguigno) al fine di ridurre il carico sul sistema delle vene portale. Con lo sviluppo di sanguinamento da vene varicose dell'esofago o del retto, vengono utilizzate la loro chiusura, legatura, indurimento, ecc.

prospettiva

Con ADC, la prognosi è molto meglio rispetto ad altri tipi di cirrosi. La domanda principale è: il paziente sarà in grado di superare la sua dipendenza dall'alcool? In tal caso, secondo le statistiche, oltre il 60% dei pazienti supera la soglia di sopravvivenza a cinque anni. In caso di abuso continuo di alcol, meno del 40% vivrà fino a quella data.

Inoltre, diversi altri fattori influenzano la diminuzione dell'aspettativa di vita con ADC: genere femminile, età avanzata, combinazione con epatite virale B e C, stadio della malattia e presenza di complicanze.

Sintomi e trattamento della cirrosi alcolica

La dipendenza dalle bevande alcoliche distrugge non solo la mente del bevitore, ma anche il suo corpo. I medici sostengono che tutti gli organi interni della persona, e in particolare il fegato, soffrono di alcol etilico, perché agisce come barriera protettiva e un tipo di filtro. L'alcolismo a lungo termine negli uomini può portare allo sviluppo di epatite, causare sintomi di degenerazione grassa e provocare cirrosi alcolica del fegato.

Cos'è la cirrosi alcolica del fegato

Questa è una necrosi di etanolo di massa del parenchima del corpo, che si sviluppa sullo sfondo dell'uso regolare e a lungo termine delle bevande alcoliche. L'eziologia di questa malattia è caratterizzata dalla morte di epatociti - normali cellule epatiche sane, che li sostituiscono con tessuti fibrosi per formare cicatrici. Come risultato di tali processi, il corpo cessa di far fronte ai compiti ad esso assegnati.

motivi

C'è cirrosi epatica da alcol. Per quanto riguarda le statistiche, la malattia non si sviluppa in ogni alcolizzato, ma solo nel 10-30% dei forti bevitori. A causa del frequente uso di alcol, il corpo inizia a produrre meno enzimi specifici. Nel tempo, il parenchima epatico diventa più sottile e le sue pareti sono ricoperte di tessuto adiposo, che porta allo sviluppo dell'epatosi grassa. Nelle fasi finali, le tossine provocano una morte massiccia di epatociti, e al loro posto aumentano i tessuti connettivi, a cui il corpo risponde con un completo fallimento.

Cambiamenti irreversibili portano alla disabilità e senza il trattamento necessario per una morte rapida. Tuttavia, la cirrosi alcolica del fegato può svilupparsi lontano da ogni bevitore. Si presume convenzionalmente che il rischio di encefalopatia epatica ed epatite aumenta solo con l'uso quotidiano di 80 grammi di alcol da parte degli uomini e 40 grammi di alcol da parte delle donne per più di 5 anni:

  • 80 grammi di alcol sono 2 litri di birra, 800 ml di vino o 210 ml di vodka;
  • 40 grammi di alcol sono 1 litro di birra, 400 ml di vino, 100 ml di vodka.

diagnostica

La diagnosi e il trattamento di follow-up sono eseguiti da chirurghi e gastroenterologi. Di norma, la bilirubina è il principale marker che indica anomalie nel lavoro di molti organi interni, ad esempio la milza. Per identificarlo, viene eseguita un'analisi biochimica di sangue, feci e urina. L'eccesso di valori normali di bilirubina mostra il grado e lo stadio della cirrosi alcolica del fegato.

Per quanto riguarda la diagnostica strumentale, qui vengono utilizzate tecniche ad alta informazione, tra cui:

  • Ultrasuoni degli organi addominali - aiuta a determinare la struttura del parenchima, la dimensione degli organi, per trovare le formazioni fibrose.
  • TC e RM - fornisce un quadro completo della struttura degli organi interni.
  • ERCP: aiuta a determinare lo stato delle navi.
  • Elastografia: aiuta a identificare il grado di proliferazione del tessuto connettivo.
  • Biopsia epatica: coinvolge la raccolta di materiale biologico per ulteriori ricerche dettagliate al microscopio. I campioni di biopsia spesso rivelano necrosi da epatociti, ialina alcolica e infiltrazione neutrofila.

Forme e stadi

La cirrosi alcolica o tossica del fegato è suddivisa in tre forme principali: grande nodo, piccolo-aelkine e misto. Nel caso di una lesione di piccolo sito o micronodulare, cicatrici con un diametro inferiore a 3 millimetri compaiono nei tessuti. Il nodulo grande o la forma macronodulare è caratterizzato dalla formazione di noduli fino a 5 cm di diametro, con ogni cicatrice può differire di dimensioni dall'altro. Classificano la malattia in accordo con lo sviluppo dei disturbi funzionali e ogni fase riflette fino a che punto il processo è andato.

Cirrosi compensata

Questo stadio della malattia è molto difficile da diagnosticare in una fase precoce e la diagnosi viene solitamente fatta solo dopo una biopsia. La ragione di tale diagnosi è un esame visivo da parte di un medico - sulla palpazione dell'organo, il suo notevole aumento di dimensioni è notevole. I restanti sintomi della cirrosi alcolica possono essere completamente assenti.

Cirrosi subcompensata

Nella fase intermedia compaiono tutti i sintomi dell'insufficienza epatica: un aumento significativo del fegato, la comparsa di dolore allo stomaco, una sensazione di bruciore, ittero della pelle e degli occhi. Insieme a questi segni, possono apparire altri, come: perdita di appetito, affaticamento, perdita di peso con nutrizione normale. Le menomazioni funzionali sono facilmente confermate durante gli studi di laboratorio.

Cirrosi scompensata

Diagnosticato con disfunzione completa, quando il corpo non è pienamente responsabile di tutte le responsabilità. La sconfitta della cirrosi scompensata copre l'intero corpo. I segni caratteristici sono: arrossamento dei palmi del paziente, comparsa di vene varicose sul corpo, sanguinamento dalle mucose e talvolta lividi sulla pelle della persona colpita.

Segni di cirrosi negli alcolizzati

A causa dei disturbi metabolici in rapido sviluppo negli ultimi stadi, sono chiaramente visibili segni di carenza proteica acuta e di carenze vitaminiche. I sintomi della cirrosi negli uomini alcolisti sono completati da una violazione nella sfera ormonale: atrofia testicolare, impotenza, ginecomastia. Le donne che soffrono di alcolismo, spesso diventano sterili, aumentano il rischio di aborti spontanei.

Primi segni

Le violazioni della struttura sono caratterizzate dall'apparizione quasi istantanea dei sintomi dell'ipertensione: dolore addominale, distensione addominale, brontolio dell'intestino, nausea, ascite. Altri segni precoci di cirrosi da alcol sono sintomi di dispepsia:

  • violazione della sedia;
  • recesso;
  • la comparsa della nausea mattutina;
  • pesantezza nell'ipocondrio destro;
  • eruttazione;
  • addome allargato;
  • diminuzione dell'appetito;
  • flatulenza.

La gravità dei sintomi dipende dalla gravità del danno epatico tossico causato dai prodotti di decomposizione dell'alcol etilico. Spesso sullo sfondo degli effetti dell'alcol si sviluppano gastrite, pancreatite, malfunzionamento della milza e del pancreas. Se visto da un medico, c'è un aumento delle dimensioni del fegato, il suo sigillo. Le analisi del sangue biochimiche mostrano un aumento della bilirubina e una diminuzione della norma proteica.

Segni esterni

È molto semplice identificare una persona ubriaca - ha un colore della pelle malsano, mani tremanti, coordinazione dei movimenti, discorso incoerente, una camminata incerta, è disturbato. Tuttavia, è impossibile associare questi sintomi all'epatite alcolica. I segni esterni di cirrosi epatica appaiono in qualche modo in modo diverso:

  • la pelle del viso diventa flaccida, borse e cianosi appaiono sotto gli occhi;
  • le contusioni sono visibili sul corpo, possono comparire delle maglie venose;
  • viso, braccia, gambe, gonfiore
  • le dita sono contorte;
  • i linfonodi parotidei sono ingranditi.

Manifestazioni di insufficienza epatica

I segni caratteristici di menomazione funzionale sono la comparsa di ittero, sindrome emorragica, ascite e febbre. I segni di laboratorio sono un forte aumento dell'albumina, a causa della quale si verifica una diminuzione delle proteine. Il rischio di morte quando tali segni appaiono è molto alto. Di regola, sullo sfondo della cirrosi alcolica in questi pazienti, c'è un forte sanguinamento dell'esofago e del coma.

Ipertensione portale

L'intossicazione alcolica sistematica del corpo porta alla fibrosi epatica e, di conseguenza, all'esclusione di questo organo dalla circolazione sanguigna generale. Nell'epatite cronica, possono esserci altri segni di sindrome da ipertensione portale, ad esempio:

  • deterioramento della coagulazione del sangue;
  • livelli anormali delle piastrine, dei globuli bianchi e dei globuli rossi;
  • splenomegalia;
  • accumulo di liquidi in eccesso nello spazio peritoneale;
  • sanguinamento nel tessuto epatico;
  • l'anemia;
  • vene varicose del tubo digerente.

Manifestazioni di polineuropatia

Le violazioni del sistema nervoso periferico nella cirrosi alcolica sono indicate da deperimento muscolare, perdita di tono e volume muscolare, perdita dell'udito e dell'acuità visiva e limitazione della sensibilità. A volte le manifestazioni cliniche nel corso della malattia possono cambiare o essere integrate da altri segni, ad esempio:

  • dolore lancinante agli arti, spasmi muscolari del polpaccio;
  • debolezza alle gambe;
  • parestesia;
  • cambiamento nel colore della pelle;
  • squilibrio e coordinazione nello spazio;
  • minzione frequente;
  • fluttuazione della pressione sanguigna.

Manifestazioni di insufficienza cardiovascolare

Quando il ristagno del fegato o il suo parziale fallimento è caratterizzato da dolore nel giusto ipocondrio. Nella fase centrale della cirrosi, potrebbe esserci un moderato aumento della bilirubina indiretta negli esami del sangue, un leggero aumento nel livello di aminotransferasi e altri enzimi, come nell'epatite virale acuta. L'insufficienza cardiovascolare può manifestarsi come una diminuzione del volume minuto del cuore, una brusca diminuzione della pressione sanguigna, trombosi, mancanza di respiro durante l'esercizio fisico, tachicardia instabile.

Trattamento della cirrosi alcolica

Sebbene la medicina moderna abbia fatto molta strada, non è in grado di curare completamente la cirrosi. L'unica opzione è un trapianto di fegato da un donatore sano, ma la procedura stessa è costosa e complicata. Lo sviluppo della patologia, rilevato in una fase iniziale, con una terapia appropriata può essere sospeso. Per fare questo, al paziente vengono prescritti farmaci per curare le complicanze e una dieta appropriata.

medicazione

Un prerequisito per il trattamento è un rifiuto categorico dell'alcol. Tuttavia, la terapia non finisce qui. Al paziente vengono prescritti farmaci nei seguenti gruppi:

  • Epatoprotettori: aiutano a sopravvivere nelle cellule sane. Si tratta di medicinali a base di origine vegetale o sintetica: Kars, Essentiale, Allohol.
  • Ademethionans - contribuiscono alla degenerazione degli epatociti. Il rimedio più popolare è Heptral®.
  • Vitamine del gruppo B, C, PP, D.
  • Glucocorticoidi: rimuovono i segni di infiammazione, prevengono la formazione di tessuto cicatriziale (Urbazole, Prednisolone).
  • Gli inibitori dell'enzima dell'angiotensina e le proteasi dei tessuti prevengono la diffusione del tessuto fibroso.

chirurgia

Un trapianto d'organo da un donatore è l'unico trattamento radicale. Il trapianto dura circa 8 ore e consiste nella rimozione completa dell'organo danneggiato e nella sua sostituzione con un fegato sano da una persona deceduta. A volte dal donatore prende solo una parte del corpo. Le indicazioni per il trapianto di fegato sono: una diminuzione dell'albumina al di sotto della norma, lo sviluppo di ascite, che non è suscettibile di trattamento conservativo, sanguinamento interno, un aumento attivo del tempo di protrombina. L'operazione dovrà essere abbandonata se:

  • ci sono pesanti patologie del cuore;
  • funzione polmonare compromessa;
  • ci sono tumori maligni con metastasi;
  • cervello affetto.

Trattamento popolare

Il trattamento domiciliare viene scelto come metodo di terapia di mantenimento e non porta alla completa liberazione dalla cirrosi. L'elenco delle ricette popolari è ampio. Per mantenere il corpo durante il trattamento farmacologico, i guaritori consigliano di bere tè alle erbe da cardo mariano, decotti di curcuma, tinture di elecampane e dente di leone. Se il trattamento principale non contraddice l'uso di erbe medicinali, puoi provare a preparare la seguente collezione:

  1. Mescolare le foglie di ortica schiacciate con bacche di rosa selvatica e radice di grano saraceno in rapporti di 10-20-20 grammi.
  2. Cucchiaio della raccolta risultante versare un bicchiere di acqua bollente.
  3. Far bollire per 15 minuti, quindi lasciare fermentare per altri 10-15 minuti.
  4. Filtrare il brodo. Per rigenerare il fegato, prendi un drink in un bicchiere la mattina e prima di andare a dormire.

dieta

Mangiare dovrà essere cinque volte al giorno, mentre i piatti saranno meglio portati allo stato di purea. Non è consentito categoricamente consumare carne o brodo di pesce, cibo in scatola, latticini con alto contenuto di grassi, salsicce, formaggi, uova e legumi. Non è consigliabile includere nei prodotti dietetici che contribuiranno allo sviluppo del succo gastrico e della bile:

Quanti alcolizzati vivono con la cirrosi epatica

È difficile prevedere per quanto tempo una persona vivrà con una tale malattia, perché molto dipende dalle condizioni del paziente, dallo stadio di sviluppo della malattia e da altre malattie associate. Se la cirrosi è stata rilevata in una fase precoce, la prognosi è più favorevole. Con un adeguato trattamento e terapia di mantenimento, la sopravvivenza di questi pazienti è molto alta e l'aspettativa di vita varia da 5 a 10 anni. Se la distrofia epatica completa si è sviluppata, la possibilità di morire nei primi 1-3 anni è grande.

video

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Cirrosi epatica: sintomi e trattamento

La cirrosi epatica è una condizione patologica in cui si verifica la distruzione delle cellule di un organo, i tessuti funzionali sono sostituiti con cicatricial, che porta all'estinzione della funzione epatica. Relativamente recente, la malattia è stata considerata una "frase", ma le possibilità della medicina moderna, con la stretta osservanza di tutte le prescrizioni terapeutiche e le raccomandazioni degli specialisti, permettono ai pazienti con cirrosi epatica di condurre uno stile di vita attivo e di vivere fino alla vecchiaia.

Classificazione e fasi della cirrosi

In medicina, è consuetudine distinguere le fasi di sviluppo della malattia in esame e i suoi tipi. Se si differenziano i tipi di cirrosi del fegato, sarà presentato come segue.

Cirrosi biliare

Il processo infiammatorio ha luogo nel tratto biliare intraepatico, che porta alla stasi della bile. In questa condizione, l'infezione è possibile - enterococchi, Escherichia coli, streptococchi o stafilococchi.

In caso di cirrosi biliare, non vengono rilevati cambiamenti patologici nella struttura del tessuto dell'organo e il tessuto connettivo inizia a formarsi solo attorno ai dotti infiammati intraepatici - quindi, la corrugazione del fegato e l'estinzione della sua funzionalità possono essere diagnosticati già negli ultimi stadi della malattia.

Cirrosi alcolica

I medici chiamano questo tipo di malattia in esame atrofico o portale. Procede rapidamente se, dopo aver identificato la patologia, il paziente non rinuncia all'uso di bevande alcoliche.

Tutto inizia con un banale aumento delle dimensioni del fegato, quindi vi è una violazione della circolazione del sangue nel corpo a causa di progressive modifiche sclerotiche. Nelle ultime fasi dello sviluppo della cirrosi alcolica, i medici diagnosticano ascite - accumulo di liquido nella cavità addominale.

Cirrosi post epatite

Il nome di questo tipo di patologia parla da sé - tale cirrosi si sviluppa come complicanza dopo aver sofferto di epatite. Tali patologie hanno un effetto dannoso sugli epatociti (cellule di organi), ma il corpo inizialmente cerca persino di affrontare da solo un problema così complesso. È vero che gli anticorpi iniziano ad assorbire non solo le cellule malate, ma anche gli epatociti sani: un organo viene distrutto.

Se il decorso di questo tipo di cirrosi è progressivo e il paziente ignora le prescrizioni e le raccomandazioni dei medici, allora la morte della persona avviene rapidamente. Se le condizioni di cui sopra sono osservate, il paziente può vivere e lavorare con una diagnosi del genere (ovviamente, non allo stesso livello, ma abbastanza decente).

Cirrosi del pigmento

La base di questo tipo di malattia in esame è una predisposizione ereditaria alla produzione insufficiente di enzimi, con il risultato che i pigmenti di sangue si depositano sul fegato (e su altri organi del tratto gastrointestinale).

Questo stato non porta ad avvizzire il fegato, la sua funzionalità non ne risente. Ma i pazienti possono sviluppare rapidamente il diabete, l'insufficienza epatica. I medici danno una prognosi sfavorevole nella diagnosi della cirrosi pigmentata.

Oltre a questa classificazione, i medici distinguono anche i vari stadi di sviluppo della cirrosi: ciò li aiuta non solo a introdurre le voci appropriate nella storia della malattia in modo che i colleghi possano reagire rapidamente, ma anche a scegliere la giusta strategia terapeutica per la malattia in questione.

Fase 1

La malattia praticamente non si manifesta in alcun modo - il paziente può solo occasionalmente sentire la gravità e il dolore non intensivo nel giusto ipocondrio. Ma è proprio in questa fase che i medici chiamano compensativi - se diagnostichi la cirrosi del fegato in tempo, allora è abbastanza realistico ripristinare la sua funzionalità.

Nota: a 1 stadio di sviluppo della malattia in esame, può essere rilevato solo da test di laboratorio - regolari esami preventivi svolgono un ruolo importante nella diagnosi precoce della cirrosi.

Fase 2

Si chiama subcompensato, il che significa una maggiore crescita degli epatociti morti (cellule epatiche). È in questa fase dello sviluppo della malattia che una persona inizia a sospettare di avere una qualche forma di anormalità patologiche: perdita di peso, riduzione delle prestazioni, debolezza generale e frequenti attacchi ripetuti di dolore nell'ipocondrio destro.

Nota: se in questa fase viene diagnosticata la cirrosi epatica, allora con l'aiuto di un trattamento specifico c'è una reale opportunità di tradurlo in una fase compensata. Solo in questo caso la prognosi della malattia sarà favorevole.

Fase 3

Questo è già un pericoloso periodo di sviluppo della cirrosi epatica: il numero di epatociti diminuisce drasticamente, il paziente può sviluppare rapidamente insufficienza epatica. I sintomi della malattia in questa fase di sviluppo sono pronunciati (ittero, dolore addominale, ascite), che costringe il paziente a cercare aiuto medico.

Nota: in particolare la fase 3 della cirrosi è caratterizzata da un'alta probabilità di sviluppare complicazioni: coma epatico, emorragia interna, peritonite, cancro del fegato, polmonite. Possono essere la causa della morte.

4 (ultimo) stadio di cirrosi

Questa è la fase finale dello sviluppo della cirrosi epatica, quando il corpo non è assolutamente in grado di far fronte alle sue funzioni. Il paziente avverte dolori persistenti e gravi - gli antidolorifici ordinari non lo aiuteranno, i dottori possono prescrivere e gli stupefacenti.

La prognosi di 4 stadi di cirrosi è sempre sfavorevole - il paziente muore per gravi complicanze.

Cause di cirrosi

Ci sono molte ragioni che possono provocare lo sviluppo della cirrosi del fegato, ma i medici emettono solo poche basi, più comuni. Questi includono:

  1. Bere alcolici continuamente per 10 anni o più. È interessante notare che non importa che tipo di bevanda alcolica viene utilizzata, è importante che il corpo riceva costantemente alcol etilico.
  2. Ipertensione portale
  3. Epatite virale - secondo le statistiche, la cirrosi epatica sullo sfondo di questa patologia viene diagnosticata nel 10-24% dei casi.
  4. Problemi nel sistema immunitario.
  5. Disturbi metabolici causati da predisposizione ereditaria. Questi includono la malattia da accumulo di glicogeno, la malattia di Wilson-Konovalov e altri.
  6. Malattie delle vie biliari, in particolare - colelitiasi, tipo colangite sclerosante, ostruzione extraepatica.
  7. Intossicazione chimica Veleno per funghi, sali di metalli pesanti, veleni industriali sono particolarmente pericolosi per il normale funzionamento del fegato.
  8. La malattia di Rana-Osler è estremamente rara, ma conduce sempre allo sviluppo della patologia in questione.
  9. Uso forzato a lungo termine di alcuni farmaci - ad esempio, metildof, isoniazide, steroidi anabolizzanti e altri.

Non dimenticare che i medici vengono spesso diagnosticati cirrosi criptogenetica - patologia, che ha iniziato il suo sviluppo senza una ragione apparente.

La sifilide, la malnutrizione regolare e varie malattie infettive possono essere fattori che possono innescare lo sviluppo della cirrosi epatica.

I sintomi della cirrosi

I medici distinguono tra due tipi di sintomi di cirrosi: quelli che sono caratteristici delle fasi iniziali della malattia e quelli che appaiono come la patologia progredisce.

I primi segni di cirrosi:

  • dolori nell'ipocondrio destro, che si verificano periodicamente e più spesso dopo aver mangiato cibi grassi, bevande alcoliche o sforzi fisici;
  • una sensazione secca e un sapore amaro appare in bocca - i pazienti più spesso fissano questi segni al mattino;
  • violazione della sedia, attacchi immotivati ​​di diarrea (diarrea), accompagnati da dolore addominale senza chiara localizzazione;
  • perdita di appetito e, di conseguenza, rapida perdita di peso;
  • violazione del background psico-emotivo - il paziente lamenta stanchezza, cattivo umore e irritabilità immotivata.

Nota: in alcuni casi, la cirrosi epatica si manifesta intensamente - ittero, nausea e vomito dopo i pasti, forte dolore nell'ipocondrio destro.

Sintomi tardivi della cirrosi epatica:

  • i dolori diventano più forti, acquisiscono il carattere della colica, accompagnati da una sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio;
  • ci sono periodi di nausea e vomito, soprattutto spesso questo si osserva dopo un pasto. Il sangue può essere presente nel massaggio del vomito - questo significherà sanguinamento dei vasi dello stomaco e / o dell'esofago;
  • prurito della pelle - di solito è prima controllato dal paziente, quindi il graffio della pelle diventa visibile anche ad occhio nudo;
  • perdita di peso catastrofica, la maggior parte dei casi di esaurimento;
  • la pelle diventa itterica;
  • macchie di età compaiono sulle palpebre superiori;
  • la pelle attorno alla lamina ungueale diventa rossa e le dita si addensano;
  • la lingua si gonfia e diventa rossa;
  • sulla pelle sopra la zona ombelicale compaiono "stelle" vascolari - questo sintomo, a proposito, è caratteristico solo per la cirrosi epatica;
  • il liquido si accumula nella cavità addominale (ascite) - questo è un segno dello sviluppo della malattia nell'ultima fase;
  • le violazioni si verificano da parte del sistema nervoso centrale - la memoria del paziente si deteriora, c'è un'assoluta indifferenza verso il mondo esterno.

Trattamento della cirrosi

In generale, il trattamento della cirrosi epatica è selezionato su base strettamente individuale - le tattiche terapeutiche dipendono dallo stadio della malattia, dal tipo di patologia, dalla salute generale del paziente e dalle malattie concomitanti. Ma ci sono linee guida generali per il trattamento. Questi includono:

  1. Lo stadio compensato di cirrosi inizia sempre con l'eliminazione della causa della patologia - in questo caso, il fegato è anche in grado di funzionare normalmente.
  2. Il paziente deve seguire una dieta rigorosa - anche una piccola violazione può essere l'impulso per la progressione della cirrosi epatica.
  3. È impossibile condurre la fisioterapia, il trattamento con il calore per la malattia in questione. Sono esclusi anche i carichi fisici.
  4. Se la malattia è allo stadio di scompenso, il paziente viene posto in un ospedale. Il fatto è che con un tale decorso della malattia il rischio di sviluppare complicanze gravi è molto alto e solo i medici possono prestare attenzione anche a un leggero deterioramento nel tempo e prevenire lo sviluppo di complicazioni che portano alla morte del paziente.
  5. Molto spesso viene prescritto un trattamento con epatoprotettori, beta-bloccanti, preparazioni di acido sodio e ursodesossicolico.

Trattamento della cirrosi dei rimedi popolari del fegato

Questa è una domanda molto difficile - il trattamento della cirrosi epatica per mezzo della categoria "medicina tradizionale", anche i medici non possono dare una risposta inequivocabile sui benefici e l'efficacia di tali procedure. I pazienti devono ricordare alcune regole:

  1. Anche se il paziente è un ardente oppositore del trattamento farmacologico e conduce uno stile di vita eccezionalmente sano, la cirrosi epatica comporta la ricerca di cure mediche e farmaci.
  2. I rimedi esclusivamente popolari per fermare la progressione della malattia non sono realistici. No, tali "miracoli" a volte accadono, ma questa è l'eccezione piuttosto che la regola.
  3. La medicina tradizionale è ben supportata dal corpo e aiuta a far fronte alla sua guarigione dopo il trattamento principale.
  4. Eventuali procedure e strumenti della medicina tradizionale possono essere utilizzati solo con il permesso del medico curante.

Trattamento chirurgico

Si ritiene che il modo più efficace per trattare la cirrosi epatica sia il trapianto di organi. Il trattamento chirurgico è prescritto solo se il fegato non risponde alle sue funzioni e la terapia farmacologica non dà risultati positivi.

Nota: il trapianto di fegato è considerato molto difficile, il paziente successivamente (anche se l'organo si è abituato) è costretto a prendere medicine specifiche per tutta la vita che sono in grado di sopprimere l'immunità. L'intervento chirurgico non viene mai eseguito nelle prime fasi della cirrosi.

Il trapianto di fegato è indicato nei seguenti casi:

  • al paziente è stata diagnosticata un'emorragia interna, che i medici non possono fermare con i farmaci;
  • troppo liquido (ascite) si accumula nella cavità addominale, le condizioni del paziente non si stabilizzano dopo terapia conservativa;
  • i livelli di albumina scendono sotto i 30 grammi.

Queste condizioni sono pericolose per la vita del paziente, è necessario prendere alcune misure drastiche, che è un trapianto di fegato. Ma non tutti i pazienti eseguono un intervento chirurgico, tale trattamento ha una serie di controindicazioni categoriali. Ad esempio, il trapianto di organi è vietato in caso di una malattia infettiva progressiva, gravi patologie cardiache, malattie polmonari, tumori maligni con localizzazione in qualsiasi parte del corpo, obesità, patologie cerebrali e pazienti con più di 70 anni e meno di 2 anni.

L'operazione di trapianto di organi dura almeno 8 ore, in alcuni casi i medici non trapiantano completamente il fegato, ma solo "piantano" un frammento di un organo sano. La prognosi per tale intervento è abbastanza favorevole: dopo l'intervento chirurgico, la sopravvivenza del paziente è del 75%, che è eccellente rispetto alla percentuale di sopravvivenza in caso di progressiva cirrosi epatica.

La cirrosi epatica è una malattia piuttosto complicata, che di solito è accompagnata dallo sviluppo di complicanze. Ma può essere prevenuto se si curano tempestivamente le malattie del fegato, regolarmente si sottopongono a esami preventivi nelle istituzioni mediche, si mantiene uno stile di vita sano, non si beve alcolici e si segue la dieta corretta.

Yana Alexandrovna Tsygankova, Revisore medico, medico generico della categoria di qualificazione più alta

5,221 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi

Sintomi dell'ultimo stadio della cirrosi

La cirrosi è una malattia grave che attraversa diverse fasi di sviluppo. Il più pericoloso è l'ultimo stadio (terminale) di patologia. In questa fase, il tessuto connettivo sostituisce quasi completamente il parenchima. Quante persone vivono con la cirrosi dell'ultimo stadio del fegato? Parliamone di seguito.

sintomatologia

I sintomi dell'ultimo stadio di cirrosi sono pronunciati. In questa fase, la malattia è caratterizzata da:

  • disturbi intestinali;
  • la debolezza;
  • vomito frequente;
  • perdita di peso;
  • esaurimento del corpo;
  • atrofia muscolare della cintura della spalla e area intercostale;
  • un forte aumento (in alcuni casi - una diminuzione) della temperatura corporea.

L'ultimo stadio della cirrosi può essere accompagnato da altri sintomi più gravi: disturbi del linguaggio, movimenti non caratteristici delle parti del corpo, brevi periodi di stato agitato, che vengono sostituiti da sonnolenza.

La cirrosi epatica è trattata nell'ultima fase? Sfortunatamente, il trattamento in questa fase è già inefficace.

Tutte le attività terapeutiche sono svolte al fine di mantenere le funzioni vitali del paziente.

Conseguenze della malattia

L'ultima fase della cirrosi epatica è accompagnata dallo sviluppo delle seguenti complicazioni pericolose:

  • sanguinamento del tratto digestivo;
  • sindrome ascitica;
  • coma epatico;
  • peritonite batterica;
  • il cancro.

Conseguenze come il coma epatico e il sanguinamento del tratto digestivo si sviluppano abbastanza spesso.

Considera queste violazioni in modo più dettagliato.

Coma epatico

Lo sviluppo di coma ed encefalopatia è estremamente pericoloso. In questo caso, ci sono una varietà di disturbi neuromuscolari, processi mentali disturbati. I pazienti associano tali manifestazioni a uno stato depressivo in cui l'attenzione diminuisce, la memoria si deteriora, non c'è interesse per ciò che sta accadendo intorno.

Uno stato comatoso si sviluppa sullo sfondo di insufficienza epatica, in tale situazione la funzione di detossificazione dell'organo è disturbata. Il fegato malato non è in grado di neutralizzare le sostanze tossiche che si formano durante il metabolismo. La sostanza più pericolosa per il sistema nervoso è l'ammoniaca, che viene sintetizzata nell'intestino crasso durante la scissione delle proteine.

Un fegato sano forma l'urea dall'ammoniaca, neutralizzandola e rimuovendola dal corpo in modo naturale. Quando si verifica un coma epatico, una quantità significativa di ammoniaca e sostanze tossiche si accumula nel fegato. L'ammoniaca ha un effetto negativo sul centro respiratorio, con conseguente iperventilazione. Il contenuto di acidi aromatici nel sangue e il cervello aumenta, la quantità di aminoacidi, al contrario, diminuisce. In questo contesto, il sistema nervoso non può funzionare correttamente.

L'insufficienza epatica, oltre ai segni di danno al sistema nervoso, è accompagnata da un caratteristico odore dolciastro dalla bocca. Questo sintomo si verifica nella fase iniziale della patologia e con lo sviluppo dell'encefalopatia diventa più pronunciato.

Lo sviluppo del coma epatico si verifica gradualmente - diminuzioni dell'appetito, nausea, mal di testa e sensazioni dolorose si verificano nell'ipocondrio destro e nell'epigastrio. Possono verificarsi anche capogiri, svenimento, insonnia, prurito.

Per la diagnosi delle violazioni del funzionamento dell'analisi biochimica del fegato del sangue. Oltre alle manifestazioni cliniche, si osservano cambiamenti non caratteristici nell'elettroencefalografia (ECG) - compaiono onde lente trifase ad alta ampiezza.

Il trattamento di coma con sintomi pronunciati, di regola, non dà un risultato positivo. Intossicazione del corpo, disturbi del ritmo cardiaco, gonfiore del cervello, emorragia interna causano un esito fatale nell'80% dei casi.

Condurre una terapia intensiva di disintossicazione in alcuni casi dà un risultato positivo. Pertanto, l'ospedalizzazione immediata del paziente con insufficienza epatica in rapida crescita è estremamente necessaria. Nel trattamento dell'uso di strumenti che hanno un effetto lassativo e clisteri purificanti. Viene anche usato un disaccaride sintetico, dopo la decomposizione di quale acido lattico, formico, acetico si forma. Inoltre, è importante seguire una dieta rigorosa con completa esclusione delle proteine ​​(carne e prodotti a base di pesce, fiocchi di latte, uova).

Sanguinamento interno e trombosi portale

Le vene varicose del tubo digerente sono una complicazione pericolosa dell'ultimo stadio della cirrosi epatica, una tale violazione si verifica abbastanza spesso - nel 40% dei casi. Manifestazioni di questo stato sono assenti da molto tempo; lo sviluppo di sanguinamento indica negligenza della malattia.

Tali complicazioni si verificano a causa della caduta di pressione nella vena porta e della violazione della coagulazione del sangue. Inoltre, in questa situazione, i capillari e i vasi venosi del tratto digestivo sono dilatati, il che interrompe anche il flusso sanguigno.

Sullo sfondo di cambiamenti irreversibili nel fegato, si verifica una trombosi portale - formazione di coaguli di sangue nella vena porta, a seguito della quale si sviluppa l'ipertensione portale. Tale violazione si verifica nel 25% dei pazienti. Adeguate misure terapeutiche possono prevenire il verificarsi di sindrome ascitica e ipersplenismo.

Il decorso acuto della trombosi è osservato in casi molto rari.

Per la diagnosi di questa violazione, viene utilizzato l'ecografia Doppler, che consente di rilevare il rallentamento o la totale assenza di flusso ematico venoso.

In questo caso, viene eseguito il trattamento del sanguinamento - si usa il ritaglio (legatura endoscopica delle vene). Inoltre, l'analogo sintetico della somatostatina, l'octreotide, viene somministrato per via endovenosa.

prospettiva

Quante persone vivono con la cirrosi nell'ultima fase è abbastanza difficile da dire con certezza. L'aspettativa di vita dipende dal comportamento del paziente e dalle complicanze sviluppate. Quando si verifica un'ascite, la durata della vita del 25% dei pazienti non supera i 3 anni. Nel caso dello sviluppo di encefalopatia epatica, la prognosi è estremamente sfavorevole - l'aspettativa di vita della maggior parte dei pazienti non supera i 12 mesi. Con la cirrosi alcolica dell'ultimo stadio, il 40% dei pazienti vive 3 anni.

La durata e la qualità della vita in caso di cirrosi epatica dipende direttamente da quanto accuratamente il paziente è conforme a tutte le prescrizioni del medico curante. Prima di tutto, devi abbandonare completamente l'uso di bevande alcoliche e altre sostanze epatotossiche. Il rispetto di questa condizione è particolarmente importante per la cirrosi alcolica. L'esclusione di alcol consente al 60% dei pazienti di vivere più di 5 anni. È ugualmente importante attenersi a una dieta rigorosa, ovvero il rifiuto di piatti grassi, fritti e speziati.

Il rispetto delle restanti raccomandazioni contribuisce anche all'estensione della vita del paziente.

È necessario condurre corsi terapeutici completi in condizioni di ricovero, sottoporsi regolarmente a esami in istituti medici e rispondere prontamente a qualsiasi cambiamento nel corpo.

Lo sviluppo di gravi patologie di altri organi, in particolare le malattie oncologiche, peggiora significativamente la prognosi.

L'autore: Barabash Julia

Quali farmaci dovrebbero essere presi nel trattamento della malattia.

Quali sono le possibili cause della morte e come evitarlo.

Che cosa causa questa malattia

Prodotti consentiti e vietati, il menu per la settimana.

Sintomi della cirrosi epatica nell'ultimo stadio, complicazioni e prognosi per la vita

La cirrosi epatica si sviluppa in più fasi, ognuna delle quali ha sintomi caratteristici. L'ultima fase della cirrosi è la fase finale della malattia ed è accompagnata da molte complicazioni. In assenza di cure mediche di emergenza, la fase terminale è fatale.

Breve descrizione

La cirrosi è una malattia del fegato che si caratterizza come una patologia mortale. Si trova nei cambiamenti irreversibili del parenchima e nella graduale perdita di funzionalità. Come risultato dell'esposizione agli agenti patogeni, le cellule del fegato mutano. Il loro genoma sta cambiando, così i nuovi epatociti sono riprodotti in una forma patologicamente alterata.

Il sistema immunitario prende cellule epatiche mutate per agenti virali estranei e inizia la loro distruzione. Esiste un processo infiammatorio cronico che porta alla proliferazione del tessuto adiposo fibroso.

Le seguenti manifestazioni patologiche sono caratteristiche della cirrosi:

  • il tessuto sano del parenchima è quasi completamente sostituito da stroma fibroso;
  • il fegato cambia forma e struttura;
  • il corpo cessa di svolgere le sue funzioni.

Lo sviluppo della malattia è cronico, poiché il processo distruttivo dura diversi anni e ha 4 fasi.

Una caratteristica caratteristica della cirrosi è la formazione di lobi falsi aggiuntivi, che consistono di tessuto connettivo adiposo e non hanno i propri vasi sanguigni.

Le cause della patologia

I cambiamenti cirrotici del parenchima sono una conseguenza delle malattie del fegato causate da agenti virali o tossici.

Esistono diversi tipi di cirrosi:

  1. Alcolica. Si verifica a causa di abuso sistematico di alcol.
  2. Viral. Si sviluppa come complicazione dell'epatite acuta e cronica. L'epatite C e le invasioni parassitarie sono considerati i principali agenti causali.
  3. Toxic. Può verificarsi quando si usano droghe, intossicazioni da tossine industriali o naturali.
  4. Stagnante. Flusso sanguigno indebolito porta a nutrizione insufficiente dei tessuti, con conseguente ipossia e morte massiccia di epatociti.
  5. Biliari primari. Le reazioni autoimmuni portano a danni agli epatociti e impediscono il flusso della bile. Processi stagnanti provocano infiammazione e danno al parenchima.

Indipendentemente dall'agente patogeno che ha provocato lo sviluppo della cirrosi, la malattia si sviluppa in 4 fasi. Il corso di ogni fase può richiedere da diversi mesi a diversi anni, a seconda delle caratteristiche individuali dell'organismo.

L'eccezione è l'ultimo stadio, che è accompagnato da pesanti processi distruttivi e procede abbastanza rapidamente.

Sintomi dell'ultima fase

L'ultima fase della cirrosi è chiamata stadio terminale. È caratterizzato dall'aggravamento di tutti i processi negativi ed è accompagnato da gravi complicazioni.

In questa fase, i seguenti sintomi della malattia si manifestano chiaramente:

  • ittero;
  • grave perdita di peso, mancanza di appetito;
  • dolore nell'ipocondrio destro;
  • dispepsia con vomito frequente;
  • violazione delle feci con una caratteristica decolorazione delle masse di defecazione;
  • atrofia della spalla muscolare;
  • aumento della temperatura

Nei pazienti con grave deformità epatica e splenomegalia. Ci sono anche segni secondari inerenti a questa fase della cirrosi. Questi includono ginecomastia (negli uomini), vene varicose nell'addome, vene varicose, iperpigmentazione e pelle secca, arrossamento delle palme. Ci sono gonfiore degli arti inferiori, diradamento dei capelli sul corpo.

Nella quarta parte dei pazienti nella fase terminale della cirrosi, si osserva una diminuzione delle dimensioni del fegato.

complicazioni

Oltre ai principali sintomi clinici, le complicanze compaiono all'ultimo stadio della cirrosi, che sono spesso fatali. La fase terminale si verifica in ogni persona malata, indipendentemente dall'aderenza al trattamento o stile di vita prescritto.

I fattori che provocano il rapido sviluppo di complicanze sono:

  • il continuo impatto di agenti patologici (uso incontrollato di alcool e automedicazione, effetti di virus e tossine);
  • mancanza di trattamento tempestivo o terapia inappropriata.

I pazienti dipendenti dall'alcool più spesso di altri ignorano la prescrizione del medico curante. Tra questa categoria di pazienti è stata osservata la più rapida insorgenza di complicanze inerenti allo stadio terminale.

ascite

Una complicazione caratteristica che si verifica a causa di una violazione della funzionalità del portale e delle vene epatiche inferiori della vena cava. Degenerazione grassa del parenchima provoca ipertensione portale. Questa patologia è accompagnata da una ridotta circolazione del sangue e da una diminuzione della disponibilità di tessuti addominali.

Come conseguenza della fame ipossica, vi è una maggiore separazione del fluido linfatico, che si accumula nella cavità addominale, fino a 20 litri. Un grande accumulo di acqua provoca gonfiore e dilatazione delle vene addominali (testa delle meduse).

Ascite con cirrosi epatica

Il pericolo di ascite è che provoca i seguenti processi:

  • respiratoria e insufficienza cardiaca;
  • sepsi;
  • carenza di proteine;
  • flusso sanguigno e sanguinamento alterati.

La peritonite spontanea, che spesso accompagna l'ascite, aumenta il rischio di morte. L'idropisia addominale è suscettibile di trattamento conservativo nelle prime fasi e trattamento chirurgico acuto.

La presenza multipla di ascite non è esclusa, poiché la cirrosi, che provoca l'accumulo di acqua, è una malattia irreversibile.

emorragia

L'ipertensione portale, che si sviluppa a causa di processi distrofici nel fegato, causa spesso emorragie interne. La stagnazione e il flusso sanguigno alterato provocano l'espansione, il blocco delle arterie sanguigne. Il danno è osservato non solo nel fegato, ma anche nel tratto gastrointestinale, così come in tutta la cavità addominale.

Poiché le pareti delle vene e dei vasi sanguigni sono sensibili alla degenerazione fibrosa, diventano fragili e fragili. Di conseguenza, c'è una rottura del muro e il rilascio di sangue nella cavità addominale. A causa della fragilità dei vasi sanguigni, il sangue dal naso nella cirrosi è un sintomo frequentemente osservato nella fase terminale della malattia.

Il sanguinamento interno è una condizione pericolosa e richiede un intervento medico urgente. Un'ampia perdita di sangue porta rapidamente alla morte del paziente.

Coma epatico

Una condizione come il coma epatico è la fase finale dello sviluppo della cirrosi e non può essere trattata. Questo concetto viene utilizzato per determinare il fallimento completo di tutte le funzioni epatiche e l'insorgenza di insufficienza epatocerebrale. L'encefalopatia epatica è una conseguenza del danno tossico e ipossico al sistema nervoso centrale.

È causato dai seguenti motivi:

  • metaboliti e tossine che si accumulano nell'organismo a causa di alterazioni delle funzioni epatiche;
  • carenza di nutrienti nel sangue, che porta alla malnutrizione del cervello e provoca compromissione dell'attività cerebrale.

I disturbi neurologici e l'insufficienza epatica funzionale causano confusione, disturbi motori e del linguaggio, sonnolenza e necrosi estesa dei tessuti parenchimali. Il coma epatico si sviluppa rapidamente e termina con la morte del paziente.

Trattamento di fine stadio

Come curare l'ultimo stadio della cirrosi? Sfortunatamente, la fase terminale della malattia non è curabile. Il trattamento conservativo effettuato in questa fase non può invertire il processo di distruzione del parenchima e compensare la perdita della funzionalità epatica. Fondamentalmente, i metodi medici sono progettati per alleviare la sofferenza del paziente e supportare le funzioni vitali.

L'unica via d'uscita nell'ultima fase della patologia è il trapianto di organi.

La prognosi per la vita

La fase terminale della cirrosi è accompagnata da una prognosi deludente. Quanto tempo vivono i pazienti se l'ultimo stadio della malattia è arrivato? La longevità dipende dalle complicanze associate e dalle caratteristiche individuali dell'organismo.

La tabella mostra il tempo medio, a seconda delle complicazioni esistenti:

Top