Categoria

Messaggi Popolari

1 Ricette
Coefficiente di deis tis
2 Steatosi
Cosa fare se un bambino ha un ingrossamento del fegato?
3 Itterizia
Piega anormale della cistifellea - ne sappiamo tutti?
Principale // Steatosi

In che modo l'alcol influisce sul fegato?


Lascia un commento 5,640

L'abuso di alcol, il loro uso quotidiano, ha un effetto negativo sul fegato. Se bevi per un periodo piuttosto lungo, viene assicurato un grave danno al fegato, perché è un filtro del corpo che elabora quasi il 90% di alcol. Quando il fegato è sovraccaricato dall'uso di bevande alcoliche, si verificano cambiamenti irreversibili che portano a malattie come la fibrosi, l'epatite alcolica e l'obesità epatica. Qual è l'effetto dell'alcol sul fegato?

Bevande alcoliche - uno dei peggiori prodotti che influiscono negativamente sul funzionamento del fegato.

L'effetto dell'alcol di bassa qualità sul fegato

L'alcol in qualsiasi quantità ha un effetto dannoso su una persona, ma l'uso di bevande alcoliche di bassa qualità raddoppia l'intero corpo e gli organi interni. Ci sono molti tipi di bevande che non si possono chiamare utili, ma piuttosto, al contrario, sono molto più pericolose di, ad esempio, vini costosi o brandy di marca. Tali bevande includono: liquirizia e vodka "self made", sostituti alcolici, liquori e liquori a basso costo. Oltre a danneggiare le cellule cerebrali, il cuore, i vasi sanguigni, può causare e causare l'avvelenamento - l'immediato o graduale, e ancor peggio, lo sviluppo di gravi malattie che riducono l'aspettativa di vita di un alcolizzato. L'alcol può contenere alimenti geneticamente modificati pericolosi nella sua composizione e, come sappiamo, è severamente vietato l'uso nella produzione e nella vendita. Queste sostanze possono distruggere la vita, sono pericolose per composizione ed effetti su un corpo sano.

Effetto birra

La birra appartiene alle bevande con una piccola dose di alcol, quindi è considerata innocua. Tuttavia, la quantità di alcol e componenti - luppolo, conservanti, aromi, coloranti - costituisce una gamma di sostanze negative che a volte non è inferiore all'alcol più forte in termini di proprietà negative. Considerando che non bevono birra a piccole dosi, ma in litri, e inoltre, regolarmente - il suo carico sul fegato diventa sempre più dannoso. Le cellule sono sovraccariche e inizia il processo infiammatorio del corpo - la temperatura aumenta, compare la debolezza generale, il malessere, la pelle del viso e del corpo diventa gialla e si osservano disturbi digestivi. Spesso tali sintomi sono attribuiti ad altri organi, trovano altre cause di cattiva salute e la malattia progredisce lentamente. La cosa peggiore che può accadere al fegato è l'epatite C, che è difficile da trattare con i farmaci. In casi particolarmente difficili, quando il trattamento non produce risultati, è possibile solo un trapianto di fegato. Ecco l'effetto distruttivo dell'alcool sul fegato.

Birra analcolica

La birra analcolica è simile nel gusto alcolico, ma non contiene alcol e basso contenuto calorico in valore energetico. Questo ti permette di berlo e non di saltare, bere e non aver paura di stare meglio. Nulevka contiene vitamine del gruppo B, che svolgono un ruolo importante nel metabolismo cellulare. Gli scienziati hanno dimostrato che la birra ha un effetto benefico sul sistema cardiovascolare, previene lo sviluppo del cancro. Gli amanti "codificati" possono bere questa bibita senza provare brama di alcol, questo li aiuta a trattenere la debolezza.

La bevanda ha degli svantaggi. Non tutti i produttori rispettano fedelmente la tecnologia di preparazione, quindi contengono impurezze pericolose, conservanti, fitormoni, che colpiscono negativamente uomini e donne. La parte maschile della popolazione ha stomachi di birra, problemi di potenza. Le donne non sono assolutamente raccomandate a bere birra analcolica durante la gravidanza e l'allattamento.

Come influisce il vino rosso?

Nella nutrizione terapeutica, il vino rosso ha un ruolo speciale, perché è fatto da prodotti naturali, è una fonte di microelementi, vitamine dei gruppi B, C, D, N. Magnesio, ferro, cromo, calcio, zinco sono minerali ed elementi così necessari per il cuore, tessuto osseo, emoglobina, migliorare l'immunità. I polifenoli in esso contenuti interferiscono con lo sviluppo del diabete di tipo 2, il resveratolo è efficace nel prevenire l'osteoporosi, gli astringenti nei disturbi intestinali contribuiranno ad alleviare i crampi e alleviare il dolore. Il vino rosso viene bevuto prima dei pasti per aumentare l'appetito, la velocità di digerire cibi pesanti, un metabolismo migliore e la prevenzione dell'obesità.

Usarlo in quantità ragionevoli può prevenire la steatoepatite non alcolica - una malattia epatica cronica, il rischio di un suo sviluppo diventa molte volte inferiore. Tuttavia, la dose massima giornaliera non deve superare i 100 grammi. In caso di abuso, la sua azione influirà negativamente sul corpo, un passaggio dal bene al danno.

Quale alcol è meno dannoso?

Quale alcol è meno dannoso è una domanda retorica. Se consideriamo che provoca danni sia nella quantità minima che nella quantità massima, puoi solo provare a separare tutte le bevande alcoliche in base alla forza del danno causato: la dose utilizzata, il grado di purificazione di alcol, impurità e conservanti. Quindi, se scegli un certo volume e la bevanda di grado più basso, ad esempio, sarà il vino o la birra rispetto al cognac. Se il volume del vino o della birra aumenta, allora la quantità di alcol consumata sarà maggiore e l'effetto sarà lo stesso di quello del brandy. Qui un tale delirio può impercettibilmente portare al fatto che un giorno un giovane ragazzo si sveglierà dipendente dall'alcool.

L'alcol più pericoloso è il metile. I sottoprodotti della fermentazione sono esteri, oli che producono alcol a buon mercato e saranno molto pericolosi. Questo è il veleno neurovascolare più forte, che causa il deterioramento delle condizioni generali, danni alla vista e richiede un intervento medico immediato, altrimenti potrebbe verificarsi la morte.

Certo, dove senza coloranti e aromi. Questa è tutta la chimica che influisce sul fegato e sulla funzione pancreatica. Bevande a basso contenuto di alcol, liquori a basso costo saranno prodotti, più dannosi e non spietati per il fegato. Questo gruppo di prodotti è progettato per i giovani e le donne, quindi spesso sono loro a soffrire. Champagne, tintura, sidro: tutto questo è alcol di bassa qualità, ma questo non significa che non sia così dannoso per il fegato. Qui sarà importante bere la quantità, non il grado. Quando si sceglie, concentrarsi su alcol di buona qualità, pulizia accurata, preferibilmente senza additivi e coloranti e, naturalmente, conoscere la misura nel loro uso.

Dosaggio sicuro di alcol

Nell'uso dell'alcol è necessario un dosaggio corretto, in modo da non soffrire di malattie e non sostituire il fegato per un "colpo". Gli uomini possono bere solo 20 grammi di alcol al giorno, donne fino a 10 grammi di alcol. Le dosi sono condizionali, in quanto è necessario tenere conto di peso, altezza, età, sesso, stato di salute. Se aumenti il ​​dosaggio, rischi di ottenere le prime "campane" di piaghe. Se soffri già di malattie epatiche o cardiovascolari, fai attenzione a non peggiorare la condizione ed è meglio smettere di bere del tutto. In caso di recidiva, si rischia di cadere in un letto d'ospedale.

Problemi di alcol

  • Obesità del fegato (epatite grassa). L'obesità è causata dall'accumulo di etanolo da parte delle cellule del fegato. I fattori provocatori dell'obesità sono il sovrappeso, l'epatite C precedentemente trasferita, l'uso di grandi quantità di alcol, l'abuso di cibi grassi. I sintomi sono una diminuzione di peso, ingiallimento della pelle, dolore al fegato, vomito. Il trattamento per l'obesità richiederà un lungo, che richiede autodisciplina e pazienza da parte del paziente. Inoltre, il successo della terapia arriverà con una dieta terapeutica - tabella numero 5, che deve essere osservata per 1,5-2 anni per migliorare il risultato. Nel caso trascurato, se non cerchi aiuto medico, il tessuto guarirà e l'organo smetterà di svolgere funzioni, che può portare alla morte.
  • Fibrosi. Danni alle cellule del fegato. La fibrosi epatica ha 5 gradi o stadi: F0, F1, F2, F3, F4. Il progresso delle fasi dipende dal paziente stesso ed è determinato da fattori quali: genere maschile, presenza di diabete, obesità, abuso di alcool. Il trattamento della fibrosi è possibile a livello terapeutico, i nuovi farmaci saranno in grado di prevenirne l'ulteriore sviluppo. L'esito favorevole del trattamento è possibile quando si assumono farmaci, seguendo le raccomandazioni del medico curante.
  • La cirrosi. L'eccessivo consumo di alcol porta allo sviluppo di una malattia cronica e cambiamenti nella struttura del fegato. Gli uomini ne soffrono spesso. Le cause sono l'epatite C virale, il consumo eccessivo di alcol per lungo tempo. I sintomi, come con l'epatite - nausea, stanchezza, mancanza di appetito, l'aspetto del prurito, il giallo. Si presenta in alcolizzati, il trattamento è difficile, poiché è un processo irreversibile. Nei casi avanzati, con il rifiuto del trattamento può essere fatale.
  • Insufficienza epatica Interruzione di una o più funzioni del fegato. È acuto e cronico. insufficienza epatica acuta sta procedendo per diverse ore o giorni, urgente bisogno di trattamento. Cronica ha un carattere progressivo, fattori provocano favoriscono alcol, emorragia del tratto gastrointestinale superiore, che può portare al progresso di insufficienza epatica (coma epatico). trattamento esodo di coma epatico dipende dalla tempestiva individuazione dei primi segni della malattia. Il successo dipende dalla terapia correttamente assegnata ed eseguita.

Trattamento epatico danneggiato dall'alcol

Il fegato è l'organo più importante che necessita di trattamento dopo intossicazione alcolica grave. Per ripristinare il fegato dopo un lungo periodo di assunzione di alcol, vengono utilizzati farmaci speciali, epatoprotettori, protettivi, promotori del trattamento e ripristino del fegato. Tali farmaci come Liv 52, Karsil, Ursosan hanno lo scopo di prevenire lo sviluppo di processi patologici del fegato.

Non meno efficaci sono i preparati omeopatici a base di piante medicinali. "Gepabene" - un farmaco a base di cardo mariano e droga dymyanki, ha un effetto coleretico e migliora il suo deflusso nell'intestino. Assegnato a 1 capsula 3 r / d. Galstena ha proprietà simili. Ha effetti antispastici e antinfiammatori sul fegato. Disponibile in compresse e gocce. Seleziona il trattamento farmacologico e prescrive la durata del corso solo il medico curante.

Affinché il trattamento abbia successo, è necessario interrompere l'assunzione di alcol, seguire rigorosamente una dieta, abbandonare cibi e cibi grassi e seguire il regime giornaliero. Con una tale armonia come la somministrazione di farmaci, dieta e alcol, è garantito un risultato positivo nel recupero.

Che effetto ha l'alcol sul fegato?

Puoi parlare molto di fegato e alcol. Tutte le bevande alcoliche distruggono principalmente questo particolare corpo. Portano a malattie gravi e gravi che sono spesso incurabili. In questo articolo, abbiamo esaminato come l'alcol influisce sul fegato e quali malattie del fegato possono svilupparsi se bevete troppo alcol.

Perché il fegato soffre

Una volta nella cavità gastrica, l'alcol viene rapidamente assorbito nel sangue. Da lì vanno direttamente al fegato. È in questo organo che si verifica il metabolismo dell'alcol. Grazie agli enzimi prodotti dal fegato, l'alcol viene neutralizzato.

A poco a poco, la capacità del fegato diminuisce, in parole semplici, "si consuma". In essa cominciano a verificarsi processi irreversibili. Le cellule, gli epatociti, vengono distrutte e sostituite dal tessuto adiposo.

L'esatta quantità di alcol consumato per danneggiare il fegato, gli scienziati non lo sanno, si ritiene che sia individuale per ogni persona. Secondo gli studi, è stato stabilito che il consumo quotidiano di alcol, anche in dosi minime, può portare a insufficienza epatica.

Quali malattie del fegato possono svilupparsi?

L'abuso sistemico di bevande alcoliche può portare a un gran numero di malattie epatiche, sia acute che croniche. La maggior parte di loro sono trattati male.

Le donne sono più inclini al danno epatico alcolico tossico. Inoltre, le donne hanno più spesso dipendenza dall'alcol, bevono più velocemente.

Qui di seguito sono le patologie epatiche che possono essere attivate dall'alcol.

Epatopatia grassa del fegato

Questa malattia non è acuta. Per diversi anni, potrebbe non manifestarsi con assolutamente nessun sintomo e segni clinici. A causa del consumo costante di bevande alcoliche, le cellule epatiche iniziano a essere gradualmente sostituite dal tessuto grasso. Le persone in sovrappeso o obese sono più inclini a questo danno al fegato.

  • sensazione di disagio e pesantezza nell'ipocondrio destro;
  • nausea e vomito frequenti;
  • ossidazione della pelle;
  • indebolimento della sedia, sviluppo della disbiosi;
  • aumento della flatulenza;
  • visione offuscata, una goccia nella sua acutezza.

Una persona potrebbe non prestare attenzione ai suddetti sintomi per anni, riferendosi a "cattiva ecologia e condizioni climatiche". Con l'uso continuato di alcol, questa malattia può trasformarsi in insufficienza epatica e cirrosi.

Epatite alcolica

L'epatite alcolica può essere acuta e cronica. I medici la confrontano con l'epatite virale, in quanto si osserva un danno non meno grave al fegato. Inizia a svilupparsi lentamente e gradualmente, una persona di 5-10 anni può non prestare attenzione a lui e incolpare i sintomi per qualsiasi altro problema. Le caratteristiche di questa malattia sono elencate di seguito:

  • Perdita di peso graduale e irragionevole. In questo caso, una persona perde appetito, diminuisce l'efficienza, c'è una forte debolezza, affaticamento.
  • Bruciore di stomaco e eruttazione con un sapore aspro, che aumenta dopo aver bevuto o mangiato cibi fritti o grassi.
  • Nausea frequente o persistente, possono verificarsi episodi di vomito. Una persona è periodicamente preoccupata per il mal di stomaco.
  • Dolore doloroso e intermittente nell'ipocondrio destro.
  • Ittero (ingiallimento) della sclera, membrane mucose. Quando la malattia passa allo stadio acuto, l'intera pelle diventa gialla e può apparire una pelle pruriginosa e insopportabile.
  • Quando la palpazione è determinata dall'aumento delle dimensioni del fegato, sporge da sotto l'arco costale.

cirrosi

La cirrosi è la malattia epatica più sfavorevole che è incurabile. Inizialmente, procede senza un quadro clinico pronunciato, i suoi sintomi assomigliano a epatite alcolica. Con la progressione del danno al fegato, cominciano a comparire i seguenti segni:

  • pesantezza nell'ipocondrio destro;
  • l'apparizione di "stelle" vascolari nella parte superiore del tronco;
  • dolore negli statuti;
  • prurito della pelle;
  • tendenza a sanguinamento delle gengive, fragilità dei vasi sanguigni;
  • ascite.

Molto spesso, i pazienti con cirrosi muoiono a causa dello sviluppo di sanguinamento dalle vene dilatate dell'esofago.

Con la cirrosi epatica si osserva un'insufficienza epatica acuta. In questo contesto, possono svilupparsi encefalopatia e coma epatico. Tutte queste condizioni hanno una prognosi sfavorevole.

L'epatite alcolica e la cirrosi epatica possono portare allo sviluppo di lesioni tumorali del fegato. Solo la diagnosi precoce di queste patologie e la cessazione dell'uso di alcol da parte di una persona possono proteggerlo dal cancro al fegato.

Cosa fare se si hanno sintomi di malattia del fegato

Con lo sviluppo del minimo sospetto di patologia epatica, una persona dovrebbe immediatamente smettere di bere alcolici, se necessario, questo può essere fatto con l'aiuto di narcologi, gruppi di supporto anonimi. Quindi è necessario, senza indugio, consultare un medico. Questo può essere un terapeuta o un epatologo.

Per identificare la patologia epatica, dovrai sottoporti ad un esame dettagliato. Con esso, il medico sarà in grado di diagnosticare, determinare l'entità del danno al tessuto epatico e prescrivere il trattamento individuale appropriato.

Lo screening per il sospetto danno epatico include le seguenti tecniche di laboratorio e strumentali:

  • Analisi biochimica del sangue per bilirubina, ALT, AST, frazioni proteiche e fosfatasi alcalina. Questi marcatori mostrano lo stato funzionale del fegato e la presenza di un processo infiammatorio in esso.
  • L'esame ecografico del fegato ci consente di stimare le sue dimensioni, l'omogeneità della struttura.
  • Coagulogramma: un esame del sangue che consente di identificare le violazioni nella coagulazione del sangue.
  • Analisi generale dettagliata delle urine. Grazie a lui, puoi vedere la presenza del processo infiammatorio, la presenza di anemia.
  • Elastometria del fegato sul dispositivo "Fibroscan" consente di determinare con precisione la condizione di questo organo, diagnosticare la cirrosi.
  • Gli esami del sangue per l'epatite virale sono necessari per escludere queste malattie. Poiché il quadro clinico dell'alcool e dell'epatite virale è pressoché identico, è necessario identificare la causa del processo patologico in laboratorio.

Si noti che i pazienti infetti da epatite virale sono più soggetti a danni al fegato alcolici. Con questa malattia virale è severamente vietato bere alcolici, anche in piccole quantità.

L'uso sistemico di alcol influisce negativamente sullo stato del fegato. La lesione di questo organo può verificarsi lentamente e asintomaticamente per un lungo periodo di tempo. Quando compaiono i primi segni di malattia del fegato, dovresti smettere di bere alcol e cercare aiuto medico. Il medico effettuerà un esame, prescriverà gli esami necessari, dopodiché inizierà il trattamento. Ma se il paziente continua ad usare l'alcol, la terapia sarà inefficace, la malattia del fegato progredirà.

Come bere e non dimenticare il fegato. O epatite alcolica "No"!

Come bere e non dimenticare il fegato. O epatite alcolica "No"!

Il fegato è un organo estremamente importante nel nostro corpo, perché è con il suo aiuto che viene purificato da tutte le tossine prodotte nel corso della vita, mentre le sostanze tossiche diventano sicure. Sfortunatamente, molte persone ricordano il loro fegato solo dopo feste sfrenate, quando il nostro corpo è gravemente avvelenato.

Qualsiasi alcol entri nel nostro corpo entra immediatamente nel fegato, che lo scinde in componenti sicuri, e solo dopo che l'alcol entra nel flusso sanguigno. Quando il consumo di grandi quantità di bevande alcoliche, il fegato smette di far fronte a questa importante funzione e l'intossicazione del corpo si verifica, cioè grave intossicazione. Di conseguenza, con l'abuso di alcol, il nostro fegato funziona con un grande sovraccarico, che porta alla distruzione delle sue cellule. Di conseguenza, la distruzione delle cellule del fegato porta a epatite alcolica (infiammazione del fegato), epatite adiposa (accumulo di grasso nei tessuti del fegato), la formazione di tessuto fibroso (cirrosi) e altre malattie.

I nostri consigli semplici ti aiuteranno a mantenere sano il tuo fegato anche durante feste e feste selvagge:

- mai mescolare i farmaci con l'alcol, può portare a insufficienza epatica;

- non partecipare all'intrattenimento, dove è necessario bere più alcol a una velocità, questo può portare a conseguenze imprevedibili, incluso il ricovero in ospedale;

- Non si devono mescolare bevande alcoliche di forza diversa, come vino e whisky o vodka. Altrimenti, troverai una grave sbronza con tutte le circostanze relative;

- in nessun caso bere a stomaco vuoto. Prima di iniziare una festa, è consigliabile mangiare qualcosa per evitare il rapido assorbimento di alcol;

- ordinare bevande limpide, come la vodka o il gin, per i quali nel corso della serata si può dare acqua minerale ordinaria;

- l'alcol è meglio alternare con acqua minerale senza gas. Questo è un modo provato per ridurre gli effetti negativi dell'alcool sul corpo ed evitare la disidratazione;

- essere selettivo per gli spuntini. Prodotti come prodotti affumicati, conservanti vari, bevande gassate, ecc. stipato di sostanze tossiche, la lotta contro cui giace sul nostro fegato. Carni dietetiche (pollo bollito, vitello) saranno alimenti ideali per spuntini;

- non forzarti mai a bere più alcolici di quanto puoi, specialmente le donne che hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie epatiche alcoliche rispetto agli uomini a causa del più rapido assorbimento di alcol;

- non essere ingannato che un tipo di alcol è più sicuro di un altro. In realtà, tutto dipende non da ciò che bevi, ma più dalla quantità di alcol che hai bevuto;

- I pazienti che soffrono di malattie del fegato dovrebbero smettere di bere una volta per tutte le bevande alcoliche, in quanto portano ad un peggioramento e ad un decorso più grave della malattia.

Il modo più efficace per ripristinare il fegato dopo l'intossicazione da alcol è un rifiuto totale delle bevande alcoliche e l'osservanza di una dieta speciale con un contenuto proteico e con la limitazione del consumo di grassi animali. Anche in questo trattamento aiuterà a salvare i tuoi epatoprotettori epatici (preparati speciali a base di fosfolipidi). Tali farmaci sono in grado di neutralizzare l'alcol, nonché di rimuovere altri fattori più dannosi che interessano il fegato.

Malattia epatica alcolica, danni all'alcol

L'urgenza di un problema come la malattia epatica alcolica è molto alta. In termini di prevalenza e significato sociale, questa patologia è al secondo posto dopo l'epatite virale.

Quanto puoi bere senza danneggiare il fegato?

Non ci sono dosi sicure di alcool. Secondo le raccomandazioni dell'OMS, fino a 20-40 ml di etanolo per gli uomini e fino a 20 ml di etanolo per le donne possono essere considerati dosi di alcol relativamente sicure. La dose nella quantità di 10 ml di etanolo è contenuta in 25 ml di vodka, 100 ml di vino o 200 ml di birra.
Segni che indicano gli effetti dannosi dell'alcool sul fegato compaiono quando si usano più di 80 ml di etanolo al giorno per cinque anni o più.

Per sviluppare una malattia epatica alcolica con una possibile transizione verso la cirrosi per un uomo adulto, è sufficiente assumere alcolici alla dose di 50-80 ml di etanolo al giorno: per una donna questa dose è già di 30-40 ml e per gli adolescenti ancora più bassa: 15-20 ml al giorno. E questo è solo 0, 5 litri di birra al 5% ogni giorno!

Secondo l'OMS, oltre il 90% della popolazione consuma alcol, quasi la metà di loro lo fa ogni mese e in pochi giorni. Bevanda giornaliera 10% di uomini e 3-5% di donne.

Mito sull'innocenza dell'alcol "debole"

C'è un malinteso comune sul fatto che se bevi alcolici deboli (birra, cocktail a bassa gradazione alcolica, ecc.), Porta meno danni al fegato e al corpo nel suo insieme. Ma è così?

L'azione e il danno delle bevande a bassa gradazione alcolica sono equivalenti agli effetti del forte. E la ragione principale di questa equivalenza è la quantità. Poche persone pensano alla quantità di etanolo che entra nel corpo, se bevono "solo" poche bottiglie di birra al giorno.

Hai bisogno di bere solo tre bottiglie di birra o due lattine di cocktail a bassa gradazione alcolica per ottenere la stessa quantità di etanolo che è contenuta in un bicchiere di vodka.

Secondo le statistiche, la birra è consumata da più della metà della popolazione del nostro paese. E la popolarità della birra non perde la sua posizione a causa dell'apparentemente "innocuità". Il numero di consumatori di birra cresce ogni anno. Gli esperti considerano la birra un farmaco legalizzato, a cui la dipendenza fisica e psicologica si sta sviluppando rapidamente. Soprattutto veloce può guadagnare una dipendenza da adolescenti e donne della birra.

Nella birra ci sono composti tossici e metalli pesanti che sono in grado di modificare lo stato ormonale del corpo e causare il suo avvelenamento.

"Le birre sono rese pigre, stupide e impotenti", ha detto Bismarck, il primo cancelliere tedesco del Reich. E sapeva di prima mano molto sulla birra.

Anche i cocktail in lattina a bassa gradazione stanno guadagnando popolarità, specialmente tra i giovani. Per il suo gusto dolce, sono percepiti come una limonata forte. Ma in un barattolo contiene la quantità di etanolo, pari a 100 ml di vodka. E questo non conta i vari additivi chimici (aromi, coloranti) e zuccheri, che danneggiano anche il fegato e causano l'avvelenamento del corpo nel suo insieme.

Pertanto, si può concludere con certezza che il danno provocato dalla birra e da altre bevande a bassa gradazione alcolica non è meno dannoso di quello dell'alcool forte.

Fegato e alcool

L'effetto dell'alcol sul fegato è immediato. Dopo l'ingestione, parte dell'alcool viene eliminata attraverso la pelle, i polmoni e i reni. Il principale "colpo" e il danno (che è circa il 90% di alcol consumato) assume il fegato, dove si verifica l'ulteriore trasformazione di alcol consumato.

In primo luogo, sotto l'influenza di un enzima speciale - alcol deidrogenasi - l'ossidazione dell'alcool etilico e la sua trasformazione in acetaldeide. Successivamente, l'acetaldeide viene ossidata da complesse reazioni chimiche e si decompone nelle sostanze finali: anidride carbonica e acqua. Ma questo accade solo nel caso in cui la quantità di alcol è piccola e gli enzimi epatici sono sufficienti per completare i cicli di conversione di etanolo in prodotti di decadimento, che non sono dannosi per il corpo e non causano il suo avvelenamento.

Se l'alcol viene consumato molto, c'è una carenza di enzimi e il processo di lavorazione dell'etanolo è disturbato in diverse fasi. C'è un accumulo di prodotti intermedi della sua ossidazione e decomposizione nel fegato. L'acetaldeide è dieci volte più tossica dell'etanolo, le sue cause in eccesso, oltre al suo effetto dannoso diretto, un disturbo nel normale flusso della bile, l'accumulo di grassi nel fegato e l'avvelenamento generale del corpo. E l'alcol etilico, che non è ossidato a causa di un eccesso, provoca lo sviluppo di tessuto connettivo nel fegato, portando alla fibrosi.

Il fegato ha incredibili funzioni rigenerative e la capacità di guarire se stesso. Ma queste capacità del fegato non sono infinite e alla fine arriva un esaurimento di questo potenziale. Le cellule epatiche iniziano a essere sostituite da tessuto fibroso con la ristrutturazione delle loro funzioni e il passaggio alla cirrosi.

Quali meccanismi e fattori di rischio causano danni al fegato alcolici?

Prima di tutto, è l'abuso cronico di alcol. A volte la quantità e la qualità degli enzimi epatici che metabolizzano l'alcol possono essere alterate geneticamente.

È stato osservato che le donne sono più sensibili all'alcol e lo sviluppo della dipendenza è più veloce.

Quando combinato con l'uso di alcol con farmaci che metabolizzano il fegato, l'effetto avverso sugli epatociti è aumentato più volte.

Ha anche uno stile di vita che guida una persona che consuma alcolici. È noto che le carenze nutrizionali (malnutrizione, diete) e l'alcol sono incompatibili.

Se c'è un'epatite virale, l'effetto negativo dell'alcol sul fegato è migliorato dal suo uso. La vaccinazione contro l'epatite può prevenire la malattia. In un quarto dei pazienti che hanno accertato una malattia epatica alcolica, vengono rilevati anticorpi contro l'epatite C cronica, che indica un aumento del rischio di infezione con questo tipo di virus.

Vaccinazione contro l'epatite - a favore o contro?

Negli ultimi anni si sono formate opinioni distorte nella società a causa del presunto danno delle vaccinazioni contro le malattie pericolose sul corpo. Pertanto, vorrei discutere separatamente il tema della vaccinazione contro l'epatite.

Attualmente, ci sono vaccinazioni contro due tipi di epatite virale: A e B.

L'epatite A è considerata una "malattia delle mani non lavate", la via principale della sua trasmissione è familiare.
L'epatite B si trasmette principalmente attraverso il sangue. Per la trasmissione del virus è sufficiente una goccia di sangue, che rimane, per esempio, nell'ago di una siringa. Ma non si dovrebbe pensare che si tratti di una malattia di soli tossicodipendenti o di elementi socialmente sfavorevoli. La diffusione dell'epatite B negli ultimi anni è diventata un'epidemia.

L'epatite B nella maggior parte dei casi si trasforma in un processo cronico, che può portare allo sviluppo della cirrosi e persino al cancro del fegato.

Il vaccino contro l'epatite B è incluso nel programma di vaccinazione per i bambini. Gli adulti fanno questa vaccinazione con il loro desiderio e consenso. Di solito lo schema di vaccinazione è simile a questo: 0 - 1 - 6. Cioè, la vaccinazione dovrebbe essere ripetuta dopo 1 e 6 mesi.

Molti hanno una domanda sull'effetto dell'alcol sull'efficacia della vaccinazione contro l'epatite. Bere alcolici in dosi accettabili non ha alcun effetto sulla vaccinazione. Ma sarà comunque necessario rifiutare di assumere alcool entro tre giorni dalla vaccinazione, poiché ogni vaccino ha i suoi effetti collaterali, che l'alcol può aggravare.

Questo è vero per la vaccinazione contro altri agenti patogeni. Un'eccezione è il vaccino contro la rabbia, dopo di che si raccomanda di non consumare alcolici per 12 mesi.

Malattia epatica alcolica

Si sviluppa a seguito di avvelenamento a lungo termine di tutto il corpo umano con alcol (alcol etilico).

Nel suo corso ci sono tre fasi successive di sviluppo:

  1. Steatosi epatica (degenerazione grassa, epatosi grassa);
  2. Epatite alcolica;
  3. Cirrosi epatica.

Epatosi (steatosi)

Lo stadio iniziale, o epatosi grassa, è caratterizzato dalla deposizione e accumulo di cellule adipose nel parenchima epatico. Si verifica in soggetti che abusano di alcol in oltre il 90% dei casi. Di solito è asintomatico, ci possono essere sintomi di disturbi dispeptici, una sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio, debolezza, ingiallimento della pelle e delle mucose. La steatosi epatica è un processo reversibile e, in caso di rifiuto dell'alcool e del trattamento, è possibile una cura completa.Se si verifica l'ulteriore effetto dell'etanolo sugli epatociti, il danno alcolico al fegato passa al secondo stadio - epatite alcolica. Allo stesso tempo, una sconfitta più profonda degli epatociti si pone con una violazione della loro funzionalità.

Alcol epatite

Il decorso dell'epatite alcolica può assumere la forma di alterazioni persistenti (stabili, di solito senza o asintomatiche, relativamente reversibili nel fegato) o progressive (passaggio dalla fase precedente in caso di ulteriore abuso di alcool, un decorso sfavorevole di solito si trasforma in cirrosi).

L'epatite può manifestarsi con esordio acuto o con un decorso latente e quindi cronico. Una forma acuta di epatite è di solito osservata dopo una lunga, spesso ripetuta, abbuffata in una persona che abusa di alcool quando il corpo è avvelenato da grandi dosi di alcol.

Esistono diversi tipi di epatite alcolica acuta, ma la più comune è la variante itterica. Allo stesso tempo, oltre all'itterizia, dolore nell'ipocondrio destro, grave debolezza, perdita di appetito, nausea, vomito, feci molli prolungate, notevole perdita di peso. Il fegato è ingrandito, ha una struttura densa, è doloroso.
L'epatite cronica è spesso relativamente asintomatica. Solo metodi di ricerca di laboratorio e aggiuntivi possono testimoniare gravi lesioni dell'organo. Anche il fegato è notevolmente ingrandito, fino a dimensioni enormi.

cirrosi

Il terzo stadio è la cirrosi epatica. Questo è uno stadio completamente irreversibile, quando il normale tessuto epatico viene sostituito da fibre fibrose, fibre del tessuto connettivo e, di conseguenza, si sviluppa una profonda ripartizione di tutte le sue funzioni. La cirrosi si verifica, secondo le statistiche, nel 15-20% dei pazienti con alcolismo cronico. Il deterioramento dei sintomi e il decorso della cirrosi si osservano quando associati a epatite virale cronica B o C, obesità, appartenente al sesso femminile.

I sintomi della cirrosi possono essere piuttosto scarsi, specialmente sullo sfondo di un lungo decorso della malattia. Il paziente è preoccupato per stanchezza, debolezza, dolore al fegato, astenia (debolezza, affaticamento). Un tipico eritema "epatico" (rossore) appare sui palmi, piccoli capillari si espandono su tutta la superficie del corpo. Il fegato è ingrandito o, al contrario, ridotto, può essere già indolore, la sua superficie è grumosa. Ci sono segni di ascite, una milza ingrossata, come risultato, l'addome con una rete venosa allargata sulla sua superficie aumenta. I sintomi di ipertensione portale appaiono. Vi è una violazione delle funzioni di altri organi e sistemi a seguito di avvelenamento con prodotti tossici che non sono neutralizzati dal fegato.

Per la cirrosi sfavorevole. La malattia è associata a insufficienza epatica progressiva, fino a coma epatico, che porta alla morte. C'è anche un'alta probabilità di malignità - l'insorgenza di carcinoma epatocellulare.

La diagnosi è confermata da studi di laboratorio, ultrasuoni o radioisotopi, tomografia computerizzata. Se necessario, condurre laparoscopia diagnostica e la biopsia epatica.

Come viene trattata la malattia epatica alcolica?

La condizione più importante è il rifiuto totale dell'alcol da parte del paziente. In alcune fasi del danno alcolico al fegato, può verificarsi una rigenerazione completa del tessuto epatico. Ma va notato che, sfortunatamente, non più di un terzo dei pazienti soddisfa questa raccomandazione. Proprio come molti riducono solo la quantità di alcol consumata, e il resto la ignora completamente e continua a condurre le loro vite normali.

La seconda condizione è una dieta completa, ad alta energia e ad alta energia. Kalorazh una tale dieta dovrebbe essere almeno 2000-3000 kcal al giorno. Il contenuto di proteine ​​è di circa 1 g per 1 kg di massa del paziente. Hai bisogno di saturazione con vitamine, in particolare del gruppo B. Un esempio di tale dieta potrebbe essere la tabella numero 5.

Trattamento farmacologico

Vengono utilizzati epatoprotettori, glucocorticoidi, potenziatori della microcircolazione e farmaci simili. Naturalmente, il trattamento necessario in ciascun caso è prescritto dal medico individualmente dopo un esame completo e tenendo conto delle violazioni riscontrate.

Con l'inefficacia del trattamento conservativo, viene risolta la questione del trapianto di fegato.

Qual è il pericolo di alcol per il fegato e può essere evitato

Fegato e alcol: una combinazione pericolosa. Come sapete, l'alcol ha un effetto negativo su tutti gli organi, ma in particolare ha un effetto dannoso sul fegato. Con l'uso regolare di alcol in quantità illimitate, il corpo non è in grado di neutralizzare l'alcol e alla fine trabocca di tossine. Ciò che porta a malattie terribili come la cirrosi epatica, l'epatite e la morte.

Forme e stadi di epatite alcolica

La forma acuta della malattia si distingue per la sua rapida formazione. I sintomi della malattia si sviluppano rapidamente. Ma l'epatite cronica inizia a manifestarsi non così rapidamente e non ci sono sintomi nelle fasi iniziali. E minaccia che la malattia possa portare allo sviluppo della cirrosi se non si cerca assistenza medica in tempo.

La forma della malattia dipende dal tipo di alcol che una persona beve e dalla quantità di alcol consumata.

Se una persona si preoccupa per la sua salute in tempo e si rivolge all'ospedale per chiedere aiuto e smettere di bere, allora ha la possibilità di recuperare e prolungare la sua vita.

Sintomi di epatite attiva:

  • debolezza nel corpo;
  • giallo della pelle e delle orbite;
  • dolore nell'ipocondrio destro;
  • nausea.

Molti alcolisti si chiedono quanto l'alcol può essere consumato con la malattia? La risposta è semplice, per niente.

  1. La fase iniziale. Per notare l'inizio dello sviluppo della malattia può essere esaminato da un medico. I sintomi speciali a questo stadio non sono assegnati, salvo per un fegato ingrandetto.
  2. Fase intermedia In questa fase compaiono i sintomi. Questi includono dolore nell'ipocondrio destro, ingiallimento della pelle e degli occhi. Per capire come funziona il fegato, un medico ricorre all'uso di esami del sangue biochimici. Dopo l'esame, al paziente viene prescritto un ciclo di trattamento. E, naturalmente, che durante questo periodo non è permesso bere.
  3. Palcoscenico difficile È molto pericolosa per un uomo in un periodo di bevute. Dal momento che prurito appare, i capelli cadono, non c'è desiderio sessuale. Se non presti attenzione a questi sintomi e non chiedi aiuto in tempo, allora la morte è possibile.

E anche se bevi alcolici in grandi quantità, potresti avere la sindrome astenica. Si manifesta per irritabilità, cambiamento di umore, insonnia e un cambiamento della temperatura corporea.

Diagnosi e trattamento della cirrosi epatica

È difficile diagnosticare un organo nella fase iniziale. E tutto perché la malattia è nascosta.

Tuttavia, la malattia può essere rilevata usando studi come:

  1. Stati Uniti.
  2. Metodo a raggi X.
  3. Tomografia computerizzata

Il modo migliore per rilevare una malattia e il suo stadio è l'ultima opzione.

Per valutare come funziona il fegato, applicare il metodo di esame del radionuclide. E per fare una diagnosi definitiva, viene eseguito l'esame istologico dell'organo. A questo scopo, viene utilizzata la biopsia per puntura.

È molto importante durante la diagnosi e il successivo trattamento dimenticare l'alcol, poiché non ci sarà alcun risultato e la persona si danneggerà ancora di più. E vale anche la pena di preoccuparsi di te stesso e ridurre il livello dei carichi al minimo e garantire la pace.

Il trattamento farmacologico è prescritto per fasi moderate e gravi. Se si sviluppano gonfiore o ascite, l'assunzione di acqua del paziente viene significativamente ridotta. Il cibo è strettamente regolato dal medico. E nei piatti in nessun caso non dovrebbe essere sale. I diuretici come la furosemide possono essere prescritti a discrezione del medico.

Se la cirrosi del fegato progredisce, gli stessi farmaci vengono usati nel trattamento come nel trattamento dell'epatite cronica. A volte il medico curante prescrive un ciclo di antibiotici.

Quando si tratta è molto importante seguire tutte le raccomandazioni del medico:

  1. Se ti senti stanco, concediti un periodo di riposo.
  2. Non sollevare pesi.
  3. Rimani costantemente all'aria aperta.
  4. Controlla il tuo peso.
  5. Mangia
  6. Non bere alcolici in alcun modo.

Quanto durerà il trattamento? Dipende dallo stadio della malattia e dagli sforzi e dai desideri del paziente.

E anche dopo che il paziente ha subito un ciclo di trattamento, non è possibile assumere alcolici, poiché può ridurre tutti gli sforzi a nulla. Quindi vale la pena abbandonare per sempre l'alcol.

Prevenzione della cirrosi epatica

Dopo il trattamento è molto importante aderire alla corretta alimentazione.

Vale la pena di rifiutare:

  • bevande alcoliche;
  • prodotti da forno;
  • dolci;
  • sale;
  • cibo in scatola;
  • prodotti a base di salsiccia e formaggio.

Si consiglia inoltre di consumare piccole quantità di prodotti caseari (si può bere 1 bicchiere di latte al giorno). Ma frutta e verdura fresche possono essere consumate in quantità illimitate.

Ma è anche molto importante smettere di fumare e osservare uno stile di vita sobrio. E ancora vale la pena di essere esaminato da un medico 2 volte l'anno.

Usando tutti i consigli dei medici, il paziente sarà in grado di prolungare la sua vita.

Quindi, con l'abuso di alcol, una persona può sviluppare malattie come l'epatite e la cirrosi epatica. Le conseguenze possono essere molto diverse fino alla morte. Pertanto, vale la pena considerare quanto alcool si beve ogni giorno e se vale la pena la vita.

Come l'alcol colpisce il fegato

Studiando l'effetto dell'alcol sul fegato, è impossibile non menzionare i suoi effetti tossici sugli epatociti (le sue cellule). Secondo le statistiche, le persone che non controllano l'uso di bevande alcoliche, la cirrosi si sviluppa molto più spesso rispetto ai non bevitori. L'impatto principale cade sul fegato, in quanto è il principale organo filtrante, pulendo quotidianamente più di 700 litri di sangue. Dispone di sostanze tossiche, prevenendo così l'avvelenamento umano.

L'uso regolare di alcol e frequenti abbuffate portano alla morte di epatociti, che è accompagnata dall'apparizione di segni tipici della loro sconfitta. Può essere debolezza, nausea, la pelle diventa giallastra, preoccupata per la pesantezza allo stomaco. In questo caso, il fegato del paziente fa male dopo l'alcol e mangia cibi grassi.

Si noti che solo il 10% di alcol viene eliminato quasi invariato, il restante 90% viene distrutto nel fegato.

Domande frequenti

L'alcol e il fegato possono vivere in armonia a lungo fino a quando il numero di epatociti morti supera il livello critico. La velocità e la forma del danno d'organo dipende da molti fattori, in particolare:

  • tipo di alcol;
  • frequenza delle feste;
  • volume giornaliero di alcol consumato;
  • lo stato iniziale del fegato;
  • l'età della persona;
  • la presenza di malattie concomitanti (obesità, pancreatite).

In che modo l'alcol influisce sul fegato?

Ogni bevanda, che contiene etanolo nella sua composizione, influisce negativamente sugli epatociti. Nonostante la capacità di quest'ultimo di rigenerarsi, il numero di cellule funzionanti diminuisce gradualmente, il che si manifesta con insufficienza epatica. Il fatto è che le bevande alcoliche violano il processo di recupero degli organi, quindi prima o poi una persona verrà diagnosticata con cirrosi.

Processi patologici che si verificano nel fegato di un alcolizzato:

  1. l'alcol dopo l'ingresso nel corpo viene inviato al fegato per lo smaltimento, dove distrugge il guscio di epatociti. Mentre il numero di cellule morte è piccolo e la persona raramente si concede con bevande alcoliche, le sue condizioni rimangono quasi invariate;
  2. con un aumento della dose di alcol e la frequenza del suo uso, oltre ai prodotti di decomposizione, l'etanolo non processato inizia a entrare nel sangue, che è accompagnato da un danno al sistema nervoso;
  3. la mancanza di rigenerazione cellulare nel fegato porta a processi metabolici alterati e all'accumulo di grasso corporeo. Quindi, l'epatite si sviluppa;
  4. le cellule morte vengono sostituite dal tessuto connettivo, che è un processo irreversibile.

Il pericolo dell'alcolismo risiede nel lungo asintomatico, quando una persona non è consapevole del danno epatico e non ha fretta di consultare un medico. Il disagio periodico nella parte destra oi sintomi dispeptici possono essere considerati da una persona come un disturbo digestivo che può essere affrontato assumendo la successiva dose di alcol.

In che modo la birra influisce sul fegato?

Stranamente, è la birra che più colpisce il fegato. Non sapendolo, la gente lo beve in litri, mentre l'intossicazione aumenta nel corpo. Il fatto è che l'effetto diuretico pronunciato, che ha una bevanda, porta alla rimozione del fluido e alla sua sostituzione con un prodotto tossico.

Un grande volume di birra non ha il tempo di essere processato dagli epatociti, in conseguenza del quale l'alcol entra nel flusso sanguigno e colpisce gli organi interni. Inoltre, la bevanda viola il metabolismo, che contribuisce ad aumentare il peso corporeo.

Per quanto riguarda la birra analcolica, non è meno dannosa di quanto sopra. Il suo grande volume, che una persona beve alla volta, ha un effetto tossico sugli epatociti, sia sommando la dose di etanolo e vari additivi aromatici necessari per mascherare e conservare a lungo termine la bevanda.

Cosa c'è di più dannoso per il fegato: birra o vodka?

Tutte le bevande forti contengono più o meno alcolici. Nonostante la sua alta concentrazione nella vodka rispetto alla birra, quest'ultima è più tossica per il corpo.

Ciò è dovuto al fatto che una persona beve diverse bottiglie di birra alla volta, pur non sentendosi molto ubriaca. Quando prende la vodka, la depressione della coscienza arriva più velocemente, quindi non può usare di più fisicamente.

Inoltre, la birra oggi è costituita da componenti non naturali, che porta alla distruzione non solo del fegato, ma anche di altri organi interni.

L'aldeide acetica, che si forma durante la decomposizione dell'alcool, è particolarmente tossica. È lui che conduce alla morte degli epatociti e diventa la causa dell'insufficienza epatica.

Nella medicina moderna c'è il concetto di "alcolismo della birra". Molte persone non immaginano un giorno senza birra. Questa diventa un'abitudine perniciosa, che dovrebbe essere affrontata non solo da gastroenterologi ed epatologi, ma anche da psichiatri.

Dose sicura

Sulla base dei risultati di numerosi studi, è stato riscontrato che l'alcol può essere sicuro se il suo volume e la frequenza di somministrazione sono strettamente controllati. Ciò eviterà lo sviluppo di malattie e previene l'insorgenza di alcolismo.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ti permette di bere bevande contenenti etanolo in una dose che non superi i 20 g di alcol puro / giorno (per il sesso più debole). Per i rappresentanti della parte maschile della popolazione, questo volume è due volte più grande.

Si noti che 20 g di etanolo sono contenuti in 500 ml di birra o 200 millilitri di vino. È importante ricordare che queste dosi sono calcolate per le persone senza comorbilità del fegato e anche per l'assunzione giornaliera. Tra le feste dovrebbe passare almeno tre giorni.

Conseguenze dell'alcolismo

L'abuso prolungato di alcol porta all'interruzione degli epatociti e alla loro morte. Il processo patologico nel fegato può manifestarsi con malattie come la steatosi, la malattia alcolica, la cirrosi e la degenerazione dei tessuti maligni.

Distrofia grassa

La disgregazione dell'alcool viene effettuata con l'aiuto di speciali enzimi. I prodotti tossici formati in questo processo disturbano il decorso delle reazioni fisiologiche negli epatociti, in particolare il metabolismo dei lipidi.

A causa delle capacità compensatorie, una piccola quantità di alcol viene rapidamente utilizzata e i processi metabolici vengono ripristinati da soli. Se superi le dosi raccomandate, si osserva un disturbo metabolico persistente che porta all'accumulo di grasso nelle cellule.

Allo stesso tempo, aumentano e perdono la loro funzionalità. Un fegato non infetto utilizza l'alcol attraverso l'uso di alcol deidrogenasi, tuttavia, nel tempo, l'attività enzimatica diminuisce, il che è associato con l'esaurimento degli epatociti. Di conseguenza, le funzioni di barriera e disintossicazione dell'organo vengono interrotte.

Un maggior rischio di steatosi si osserva nelle persone con obesità, dopo aver sofferto l'epatite e con una dieta scorretta. Clinicamente, la malattia non si manifesta per molto tempo. Nel tempo, una persona inizia a notare:

  1. malessere generale;
  2. scarso appetito;
  3. diminuzione in concentrazione, memoria;
  4. nausea;
  5. irritabilità, apatia;
  6. pesantezza nella parte destra;
  7. amarezza in bocca;
  8. ingiallimento della pelle.

La degenerazione grassa dell'organo è un buon terreno per l'inizio del processo infiammatorio, pertanto, con l'alcolismo continuato, si sviluppa l'epatite, che è ancora del tutto possibile far fronte.

Epatite alcolica

Oggi, il processo infiammatorio nel fegato è un problema abbastanza comune per epatologi e gastroenterologi. Si sviluppa a causa di assunzione incontrollata di alcol. Il gruppo di rischio comprende persone che abusano di alcol per più di 5 anni.

Sintomaticamente, la malattia si manifesta come descritto sopra, così come nuovo, come ad esempio:

  • epatomegalia (ingrossamento del fegato);
  • dolore nella parte destra, che è associato a infiammazione e gonfiore del parenchima dell'organo, che porta allo stiramento della sua capsula, che ha terminazioni nervose;
  • disturbo del sonno;
  • diminuzione della libido e disfunzione erettile;
  • l'aspetto delle vene varicose sulla pelle.

Il ripristino della struttura del fegato in questa fase è ancora possibile, tuttavia è necessario abbandonare completamente l'uso di alcol e seguire un percorso terapeutico.

cirrosi

Nel 45% dei casi, il danno cirrotico epatico è diagnosticato in persone con esperienza alcolica per più di 10 anni. La base dello sviluppo della malattia è la massiccia morte di epatociti, che sono gradualmente sostituiti dal tessuto connettivo. Di conseguenza, il corpo perde la sua funzionalità fino al completo fallimento.

In forma compensata, la malattia si manifesta con grave debolezza, dolore nella parte destra, nausea, flatulenza, vene varicose, gonfiore delle estremità e improvvisi sbalzi d'umore.

Alla transizione della cirrosi in forma scompensata, si osserva la comparsa di complicanze:

  1. ascite (accumulo di liquido nella cavità addominale);
  2. edema pronunciato degli arti, torace, schiena;
  3. aumento del sanguinamento, che è associato a una carenza di fattori della coagulazione;
  4. encefalopatia. La persona diventa aggressiva e compaiono ulteriori segni di comportamento inappropriato, delusioni e allucinazioni;
  5. ittero.

In questa fase, il volume del fegato può diminuire, quindi l'intensità della sindrome del dolore diminuisce.

Manutenzione e restauro del fegato

Completare l'abbandono dell'alcol è un compito praticamente irreale per una persona. Tuttavia, controllandone il volume e la frequenza di utilizzo, è possibile evitare lo sviluppo di malattie e prevenire l'insufficienza epatica. Ecco le regole di base:

  1. dopo aver preso l'alcol, è necessario un ciclo di epatoprotettori;
  2. una corretta alimentazione è un buon aiuto per il fegato;
  3. misurata attività fisica;
  4. esame regolare (ecografia 1-2 volte / anno).

Trattamento farmacologico

Aiuta il fegato dopo l'alcol ad avere epatoprotettori. Sono costituiti da componenti vegetali (carciofo, cardo mariano), fosfolipidi, amminoacidi e altri. Il loro compito principale è ripristinare la struttura cellulare, proteggerli da fattori ambientali negativi e normalizzare i processi metabolici.

Sono presi da un lungo percorso, ben tollerati dal paziente e raramente provocano reazioni avverse. Tra gli epatoprotettori conosciuti seleziona:

  • antral;
  • Geptral;
  • Phosphogliv;
  • Glutargin;
  • Ursofalk (incluso aumenta la sintesi di bile e migliora il suo deflusso);
  • Essentiale Forte N.

Oltre agli epatoprotettori, il corpo ha bisogno di vitamine ed enzimi che facilitano la digestione. Se necessario, sono prescritti antispastici, ad esempio Duspatalin. La loro azione è diretta ai dotti biliari. Espandendoli, i farmaci accelerano il deflusso della bile.

Nei casi più gravi, può essere raccomandata la terapia infusionale, così come i farmaci che riducono la gravità delle complicanze. Per questo scopo è usato:

  1. raster di albumina e amminoacidi (Aminosol, Gepasol) - con deficit proteico;
  2. Reosorbilakt, sodio cloruro, Neogemodez - per la disintossicazione;
  3. farmaci emostatici (Tranexam, Etamzilat) - con aumento del sanguinamento;
  4. plasma fresco congelato;
  5. massa dei globuli rossi (con anemia).

Metodi tradizionali per proteggere il fegato dall'alcol

Molti rimedi popolari sono usati con successo per ripristinare il fegato, ma è importante ricordare che possono aiutare solo nella fase iniziale della malattia e devono essere usati esclusivamente in combinazione con i farmaci. Per questo scopo è raccomandato:

  1. tesoro - devi prendere 5 g tre volte. Ciò ridurrà l'infiammazione nel fegato;
  2. succo di bardana - 10 ml una volta / giorno;
  3. il cardo mariano è ampiamente usato per ripristinare gli epatociti e purificare il corpo dai prodotti tossici. Dovrebbe essere assunto sotto forma di polvere in forma secca, poiché sotto l'influenza dell'alta temperatura scompaiono le proprietà utili della pianta;
  4. l'avena può essere bevuta come decotto, infuso o kissel. Per la preparazione di una quantità sufficiente di 120 g di cereali versare un volume d'acqua di 460 ml, lasciare per 12 ore e far bollire per 25 minuti. Successivamente, il decotto è di mezza giornata, quindi diluito con acqua per ottenere 550 ml. Bere 100 ml tre volte;
  5. 15 g di carciofo, erba di San Giovanni e poligono devono versare un volume di acqua bollente di un litro e lasciare per 25 minuti. Prendi 70 ml due volte al giorno.

Per scopi di purificazione, è possibile utilizzare acqua minerale, sorbitolo, magnesia o rosa canina. Oltre a rimuovere sostanze tossiche, la procedura di pulizia migliora il flusso biliare e facilita il lavoro del fegato.

razione

Per facilitare il lavoro del fegato, hai bisogno di una corretta alimentazione. Svolge un ruolo importante nel processo di recupero del corpo dopo l'alcol. Ecco le linee guida dietetiche di base:

  • I cibi proibiti includono cibi grassi, fritti, condimenti al pepe, carni affumicate, sottaceti, cibi pronti, fast food, dolci cremosi, pasta fresca, soda, zuppe ricche, zuppa di cavolo e cioccolato;
  • i pasti devono essere caldi, in una forma purea o liquida;
  • si dovrebbe mangiare spesso in un piccolo volume con un intervallo massimo tra le dosi - due ore;
  • i piatti devono essere preparati facendo bollire, brasare o cuocere gli ingredienti;
  • il volume giornaliero di fluido deve superare i due litri;
  • preferenza dovrebbe essere data a frutta, olio vegetale, verdure, cereali (farina d'avena, grano saraceno, riso, miglio), carne magra, gelatina magra e pesce.

Particolarmente utili per il fegato sono la zucca, l'avena, la curcuma, l'avocado, le mele, da cui è possibile cucinare piatti deliziosi.

Affrontando esaurientemente il problema della protezione e del ripristino del fegato dopo l'alcol, si può ottenere il risultato desiderato ed evitare lo sviluppo di insufficienza d'organo.

Autore: Sergey Korsunov

Quali prodotti possono e non devono essere utilizzati in caso di malattie del fegato.

Se il caffè è dannoso è una questione molto complessa e controversa.

Una dieta correttamente selezionata è la chiave per un trattamento efficace.

L'epatosi è una malattia causata da prodotti di scarsa qualità e salute.

Top